2022 . 09 Settembre (21 – 30 settembre)

Il lavoro, le lotte, la politica giorno per giorno

INFELICITÀ
Abbiamo spesso giudicato con supponente superficialità chi ci parlava di decrescita felice..
Può essere che tale definizione non fosse del tutto “felice”, un errore di comunicazione, forse.
Ora, ob torto collo, ci toccherà la decrescita infelice.
Parecchio infelice, per tutti. Anche se, come sempre, sarà peggiore per chi già stava peggio.
La prossima volta sarebbe meglio essere meno schizzinosi.
Se ci sarà una prossima volta.
(Cesare Masetti sulla propria pagina Facebook)

SITO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Queste pagine non sono una rassegna stampa, ma la mia personale scelta di notizie, fatti, idee e persone a disposizione di quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose


Moltrasio (Como). Due operai morti nel comasco, probabile intossicazione di monossido di carbonio

E’ successo in un cantiere edile nei pressi della “Galleria Cernobbio”, a Moltrasio. I corpi senza vita scoperti da un collega che ha dato l’allarme. I due uomini, dalle prime ricostruzioni, avevano acceso un piccolo falò nel container in cui si trovavano, probabilmente per riscaldarsi, e potrebbero essere rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/news/due_operai_morti_nel_comasco_probabile_intossicazione-2365214/

Said e Samir: morti di notte nel cantiere della villa per vip
Massimo Franchi – ilmanifesto.it

Il cantiere della villa sul lago di Como nel quale sono morti due giovani operai edili egiziani

Lago di Como: i due giovani edili egiziani uccisi dalle esalazioni dormivano in un container. In questo modo il datore di lavoro risparmiava sulla vigilanza e sulle trasferte da Milano
continua in
https://ilmanifesto.it/said-e-samir-morti-di-notte-nel-cantiere-della-villa-per-vip



21 settembre: le notizie di Radio Popolare

L’escalation annunciata da Putin fa irruzione all’ONU, il richiamo di 300mila riservisti in Russia e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 21 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’escalation annunciata da Putin e la minaccia nucleare oggi hanno fatto irruzione all’assemblea generale dell’ONU, mentre in Russia è iniziato il richiamo dei 300mila riservisti da inviare nel nord-est dell’Ucraina per evitare nuove avanzate di Kiev. La Cina, invece, lancia un appello per il cessate il fuoco. In Italia gli annunci arrivati oggi da Putin sono entrati nel dibattito politico a quattro giorni dalle elezioni, ma senza grandi reazioni dai capi dei partiti. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-21-settembre/


Alluvioni nelle Marche: abbiamo bisogno del Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici
Angelo Romano – valigiablu.it

Il round-up settimanale sulla crisi climatica e i dati sui livelli di anidride carbonica nell’atmosfera.

Undici morti, due dispersi, oltre cinquanta feriti, danni enormi a case e infrastrutture. È il triste bilancio delle gravi alluvioni che hanno funestato le Marche tra il 15 e il 16 settembre. In due o tre ore sono caduti circa 400 mm di pioggia sono caduti, ha detto la Protezione Civile, un terzo della pioggia che di solito cade in un anno. Le province di Ancona, di Pesaro e Urbino sono state le più colpite. A Senigallia il fiume Misa ha rotto gli argini e invaso il centro cittadino.
continua in
https://www.valigiablu.it/crisi-climatica-alluvione-marche/


Verso il voto – Cronaca e aggiornamenti in diretta della giornata
Quattro giorni al voto. Meloni ribatte a Salvini su scostamento di bilancio: “Non è la soluzione”

La corsa dei partiti per i collegi in bilico. Letta: “Possiamo vincere, in molti casi lo scarto è di 4-5 punti”. Salvini: “Nessun ruolo per Draghi in un futuro governo”. Meloni: “Mercati nervosi? Non mi pare, boomakers ci quotano vincenti al 98%”
la diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/conto-alla-rovescia-verso-il-voto-il-diario-del-21-settembre-59dad071-5819-4c6f-9a40-7a3992595f80.html


Non c’è un voto utile. Ma la storia continua dopo il 25 settembre
Alessandra Algostino – volerelaluna.it

Il 25 settembre si avvicina. Nessuna illusione sulla realtà: una società di individui sempre più ripiegati su se stessi, diseguaglianze crescenti e percepite come “naturali”, gli orrori della guerra che si normalizzano, le catastrofi ambientali assunte come inevitabili. L’immagine di una strada già segnata, e buia, dove ciascuno “cerca di cavarsela”. Le elezioni non sono in questo quadro fosco che un piccolo tassello, ma il rischio che il futuro si chiuda ancora di più esiste… e il pensiero corre a Genova 2001.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-18-settembre/


Tomaso Montanari – Il Fatto Quotidiano del 21 settembre


Lombardia, l’assessore La Russa (fratello di Ignazio) fa il saluto fascista a un funerale di un militante di destra. È bufera

Polemica sul gesto dell’esponente di Fratelli d’Italia. Il Pd: «Si dissoci o intervenga Fontana»
continuazione e video in
https://www.lastampa.it/milano/2022/09/21/news/lombardia_lassessore_la_russa_fratello_di_ignazio_fa_il_saluto_fascista_a_un_funerale_delmilitante_di_destra-9091229/?fbclid=IwAR1WIDXjhNFcG7zowzew1pLAuVQBBaz347TmWSzygQoGFNNIAIB5awPC8NA


Live, guerra in Ucraina: la cronaca minuto per minuto, giorno 210

Aggiornamenti in tempo reale

la diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-210-9cf13c64-52d2-4609-b90d-1584cf494228.html

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina, in diretta: Vladimir Putin annuncia “mobilitazione militare parziale”

“Solo i cittadini che sono negli elenchi delle riserve dovrebbero essere mobilitati”, ha detto Vladimir Putin mercoledì in un discorso televisivo, mentre le forze ucraine hanno condotto una grande controffensiva nelle ultime settimane.

aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/21/guerre-en-ukraine-en-direct-intervention-video-attendue-de-volodymyr-zelensky-aux-nations-unies_6142501_3210.html



“The Economy of Francesco”, la rivoluzione che non lascia indietro nessuno

Non c’è dubbio che dopo la pandemia, l’attuale guerra in Ucraina e la crisi energetica nel mondo, c’è un urgente bisogno di rinnovamento dell’attuale economia mondiale, di una revisione del nostro sistema governato dal capitalismo, o dalla concorrenza, e dalle prestazioni. Due controvalori che rischiano di dare una visione ridotta della persona che non rispondono alla natura umana e alle sue reali aspirazioni. 
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/09/the-economy-of-francesco-la-rivoluzione-che-non-lascia-indietro-nessuno-0b84bd0c-e8ff-4aff-a6af-cc128c186d43.html

Per saperne di più
https://francescoeconomy.org/it/

https://www.facebook.com/francescoeconomy/



Fondimpresa, transizione verde ed economia circolare
Giorgio Sbordoni – collettiva.it

“Con l’avviso 4 del 2022 – ci ha detto Laura Di Mambro, Area Formazione Fondimpresa – Fondimpresa finanzia piani formativi condivisi rivolti alle nostre imprese aderenti in materia di trasformazione green o economia circolare. La dotazione finanziaria stanziata è pari a 20 milioni di euro ed è suddivisa in due ambiti.
continuazione e video in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/video/fondimpresa_transizione_verde_ed_economia_circolare-2366198/

Per approfondimenti www.fondimpresa.it



Anche gli artisti sono un brand. Ma Ferragni batte Jovanotti e Pausini
Giuseppe Ravera – allonsanfan.it

Jova Beach

In un mondo in cui i brand assumono il profilo di persona, è abbastanza inevitabile che taluni individui divengano brand. Assunto particolarmente verosimile per le donne e gli uomini di spettacolo. Come i brand anche cantanti e attori devono durare nel tempo. E nel tempo produrre la più grande quantità di profitti. “È il mercato, bellezza” sussurra la vocina del liberale di sinistra che litiga costantemente con se stesso dentro me. “È il mercato dell’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” gli fa eco il fantasma di Benjamin che viene a farmi visita tormentandomi con domande su Koons, Damien Hirst o su Marina Abramović a cui non so dare risposta.
continua in
https://www.allonsanfan.it/2022/09/21/brand-ferragni-jovanotti-pausini/


21 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


La forza delle donne
Roberta Lisi – collettiva.it

Lara Ghiglione ha da poco assunto la responsabilità delle Politiche di genere della Cgil. Con lei riflettiamo su come la partecipazione femminile al lavoro, alla politica e nel sociale sia determinante per cambiare il modello economico e la società. “L’8 ottobre tutte in piazza per farci sentire”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/news/la_forza_delle_donne-2359167/


Lavoro: i partiti in campagna elettorale si sono dimenticati dello smart working
Alfredo Ferrante – valigiablu.it

Nonostante gli oltre due anni di emergenza pandemicatra i grandi assenti di questa campagna elettorale c’è il tema del lavoro agile, o smart working.
Leggi anche >> Storia, rischi e sfide della rivoluzione “smart working”
Assenza che pesa anche perché, emergenze sanitarie a parte, lo smart working è piuttosto diffuso nel settore pubblico e in quello privato. Per circa il 90% delle imprese la modalità organizzativa ibrida presenza/remoto costituisce ormai una realtà da cui non sarà possibile tornare indietro, almeno a vedere i risultati di una recente indagine condotta dall’Associazione italiana per la direzione del personale. Ma cosa dicono in merito i programmi presentati al vaglio degli elettori?
continua in
https://www.valigiablu.it/smart-working-elezioni-2022/


Il Covid sul lavoro è un infortunio. Tre anni per denunciarlo
Giorgio Sbordoni – collettiva.it

Due recenti notizie ribadiscono l’importanza di denunciare il contagio in occasione di lavoro come infortunio. Anche per vedersi riconosciuti i postumi nei dieci anni successivi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/news/il_covid_sul_lavoro_e_un_infortunio_tre_anni_per_denunciarlo-2359309/



Lavoratori e lavoratrici di Immobiliare.it in presidio contro 48 “licenziamenti mascherati”
Roberto Maggioni – radiopopolare.it

“La prima cosa che mi hanno chiesto i giornalisti è se la notizia fosse vera”. E in effetti quanto sta succedendo a Immobiliare.it ha dell’incredibile: nella città dove il mercato della casa non vede crisi la principale società d’intermediazione immobiliare ha deciso di trasferire, senza possibilità di scelta, 48 lavoratori dalla sede di Milano a quella di Roma. “Licenziamenti mascherati” dicono i sindacati. A parlare al megafono mercoledì mattina fuori dalla sede della società in via Filzi è Lorenzo Masili, il funzionario della Filcams Cgil che sta seguendo la vertenza. Ad ascoltarlo ci sono una cinquantina di lavoratori e lavoratrici con le bandiere di Cgil, Cisl e Uil. Sono tutti sindacalizzati, molte donne, che hanno fatto la storia di Immobiliare.it. La società ha infatti deciso di trasferire a Roma i lavoratori con più anzianità e iscritti al sindacato. In tutto sono 48 su circa 100 nel reparto tecnico-amministrativo, a Milano Immobiliare.it impiega circa 200 addetti. Hanno ricevuto un preavviso di 45 giorni, tra loro ci sono anche neo mamme o categorie protette, lavoratori che hanno già lavorato da remoto durante la pandemia e che potrebbero continuare a farlo perché non lavorano a contatto con i clienti. “Non è possibile giocare così con la vita delle persone” dice Francesca, lavoratrice in categoria protetta, mamma single che lavora da sei anni a Immobiliare.it.
continua in
https://www.radiopopolare.it/lavoratori-e-lavoratrici-di-immobiliare-it-in-presidio-contro-48-licenziamenti-mascherati/


Ryanair e Vueling, 1° ottobre nuovo sciopero

Si fermano i piloti e gli assistenti di volo delle due compagnie aeree low cost per rivendicare contratti che garantiscano condizioni di lavoro dignitose. E stipendi almeno in linea con i minimi salariali previsti dal contratto di settore del nostro Paese
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/news/ryanair_e_vueling_1_ottobre_nuovo_sciopero-2365910/

Matera. Comer, il 22 settembre De Palma (Fiom) sarà davanti ai cancelli

Prosegue la campagna di assemblee della Fiom per rimettere al centro il lavoro, in preparazione della manifestazione nazionale organizzata dalla Cgil per sabato 8 ottobre a Roma
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/21/news/comer_de_palma_davanti_ai_cancelli_con_i_lavoratori-2365222/


Calabria. Il 67% dei pensionati vive con meno di mille euro. Lo Spi Cgil chiede riforma seria e legge non autosufficienza

Carlino (Spi Cgil regionale): “Con l’inflazione all’8,4% gli anziani sono costretti a raschiare il fondo del barile e a dover tagliare sempre di più le spese primarie, in una regione in cui la sanità territoriale è claudicante”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/09/21/news/calabria_il_67_dei_pensionati_sotto_mille_euro_lo_spi_cgil_chiede_riforma_seria_e_legge_non_autosufficienza-2364682/



Bologna. “La Tiz”, osteria sociale che offre cibo e inserimento
Vincenzo Giuseppe De Girolamo – cantierebologna.com

Nel parco di via dei Carpentieri, a San Donato, si notano due case ben tenute. Le targhe indicano una Villa Pini, residenza per artisti data in comodato dal Comune al Teatro Testoni. L’altra, del Quartiere San Vitale, è sede dell’associazione Casa Larga e ospita questa azienda della cooperativa IT2, un esercizio pubblico il cui nome in bolognese significa fienile. Tra i tavoli all’opera donne e uomini con disabilità si muovono in totale autonomia, alla presenza di un tutor che coordina il lavoro
continua in
https://cantierebologna.com/2022/09/21/la-tiz-osteria-sociale-che-offre-cibo-e-inserimento/?fbclid=IwAR1nu1l5gqw8ZPH7e7qpElbf-k7XBWO_eqluWJXblrbMHWtTFHT3WVMVCSM



@Piazza Lucio Dalla, Piazza Lucio Dalla, Bologna
CORPI – CONFINI
Documentare la migrazione. Fotografie e incontri con Mediterranea Saving Humans

L’associazione Mediterranea Saving Humans presenta dal 21 settembre al 2 ottobre la rassegna “Corpi – Confini” presso la Tettoia Nervi, in piazza Lucio Dalla, Bologna. La rassegna Corpi – Confini unisce la mostra di due progetti fotografici (Corpi Migranti di Max Hirzel, e Boundless di Laura Bessega e Laura Frasca), e una serie di incontri con discussioni pubbliche per raccontare, da diverse prospettive, la complessità dei processi migratori, testimoniando anche l’attività di salvataggio e soccorso svolta da Mediterranea. Il progetto è stato organizzato da Mediterranea Saving Humans in collaborazione con ARCI, e con gentile contributo di FIOM. 


https://www.futurefilmfestival.it/it/edizione-2022/?dt=1

https://www.facebook.com/futurefilmfest



Valeria Pritoni sulla propria pagina Facebook

Tagliarsi i capelli per protesta: è quello che stanno facendo le donne iraniane per protestare contro la morte di Mahsa Amini

LE DONNE IRANIANE

Le donne iraniane
issano i capelli tagliati
come bandiere.
Li fanno sventolare,
finalmente liberi,
nel vento.
Li fanno respirare,
nell’aria leggera,
fuori dai divieti
e dalle costrizioni.
Le donne iraniane
issano il loro coraggio,
lo innalzano
sulla violenza,
sui pregiudizi,
sulla schiavitù,
sulla sofferenza
delle loro vite separate.
E sfondano muri,
muovono le nuvole,
fanno scorrere parole
di libertà,
lungo i fiumi,
fino al mare.
Le donne iraniane
innalzano i loro canti
e li disperdono nel mondo,
che arrivino ovunque
a testimoniare
che la loro voglia di vita
vince
su ogni sopraffazione

Valeria Pritoni sulla propria pagina Facebook


22 settembre: le notizie di Radio Popolare

La chiamata alle armi in Russia, l’allarme della Bce e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di giovedì 22 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. E’ iniziata oggi in tutte le città della Russia la “mobilitazione parziale” dei riservisti annunciata mercoledì scorso dal presidente russo Vladimir Putin, con l’obiettivo di mandare circa 300mila uomini a combattere in Ucraina. La chiamata alle armi ha però causato proteste in tutto il Paese e nelle ultime ore molte persone stanno provando a scappare, soprattutto i più giovani. Sono state segnalate code ai confini con Kazakistan, Mongolia e Georgia e Berlino ha offerto asilo politico a chi si oppone al regime. Domani intanto si inizierà a votare nel Donbass per i referendum sull’annessione alla Russia. A Roma è in corso in piazza del Popolo il comizio conclusivo della campagna elettorale della coalizione del centrodestra. La piazza è piena a metà, l’intervento più atteso è quello di Giorgia Meloni. Domani il Pd chiuderà la sua campagna elettorale dalla stessa piazza. Oggi ci sono stati due morti sul lavoro: un ragazzo di 26 anni, vicino a Macerata, travolto da un carico di infissi e un operaio di 61 anni a Roma, al lavoro per la ristrutturazione di una villetta
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-22-settembre/



Verso il voto – Cronaca e aggiornamenti in diretta della giornata
Tre giorni al voto. Rush finale della campagna elettorale. I big scelgono Roma

Oggi e domani il Centrosinistra e il Centrodestra sul palco di Piazza del Popolo per gli ultimi appelli prima del voto
continua in
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/conto-alla-rovescia-verso-il-voto-il-diario-del-22-settembre-0ea44a38-4cb3-492a-b99f-c8b9dec2e05a.html



Acerbo (Unione Popolare): il sostegno di Jeremy Corbyn a Unione Popolare ci incoraggia

“Il messaggio di sostegno di Jeremy Corbyn a Unione Popolare ci incoraggia al massimo sforzo in questi ultimi due giorni di campagna. Il suo endorsement dovrebbe far riflettere chi a sinistra rischia di disperdere il voto verso la coalizione guerrafondaia e neoliberista del PD o un M5S ambiguo su temi essenziali e che strizzava l’occhio a Trump. Le parole di Corbyn come il sostegno di Jean-Luc Mélenchon, del fondatore di Podemos Pablo Iglesias, di Manon Aubry, co-presidente del gruppo della Sinistra al parlamento europeo, mostrano che il nostro progetto in Italia è parte di un movimento di rinascita della sinistra anticapitalista, contro la guerra e la catastrofe ecologica che ha dimensioni europee e internazionali. Non ci sono modelli ma una comune ispirazione di pace, lotta alle disuguaglianze, ecosocialismo. Dall’estero sanno riconoscere compagne e compagni che hanno sempre trovato al loro fianco”, dichiara il segretario di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo, candidato di Unione Popolare con de Magistris.
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/09/acerbo-unione-popolare-sostegno-di-jeremy-corbyn-a-unione-popolare-incoraggia/


Verso il voto
La salute è una priorità, a parole
Roberta Lisi – collettiva.it

La sanità è al centro di quasi tutti i programmi elettorali dei partiti. Ma, nel concreto, il rilancio del Servizio sanitario nazionale pubblico e universale è presente solo nelle proposte del Pd-Italia Democratica e Progressista, di Verdi-Sinistra e di Unione Popolare
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/09/22/news/la_salute_e_una_priorita_a_parole-2365559/


Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 211
il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-211-44967481-f7d8-451a-ba21-e62e8a2f9f11.html

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina in diretta: Emmanuel Macron rifiuta il “ricatto” nucleare di Vladimir Putin, la Francia continuerà a consegnare armi a kyiv

“Ovviamente [Vladimir Putin] ha queste armi e il rischio è ancora lì. Ma è anche un mezzo di pressione”, ha affermato giovedì il capo di Stato francese.

aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/22/guerre-en-ukraine-en-direct-emmanuel-macron-refuse-le-chantage-nucleaire-de-poutine-la-france-continuera-de-livrer-des-armes-a-kiev_6142666_3210.html


Iran. “Vi spiego perché le proteste contro il velo mirano al cuore del regime”

Intervista a Solmaz Eikder, 40 anni, giornalista originaria di Teheran e attivista per i diritti delle donne in Iran, ora rifiugiata politica in Spagna: “Si tratta di una battaglia esistenziale, su cui il governo sicuramente non cederà, perché il rischio è il crollo di tutto il sistema”
continua in
https://www.agi.it/estero/news/2022-09-22/iran-proteste-velo-intervista-attivista-rifugiata-18177564/


Covid Italia, il bollettino del 22 settembre: 22.527 nuovi casi e 60 morti

Ancora in risalita, come si registra da qualche giorno, la curva epidemica in Italia. Sono 22.527 i nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, contro i 21.190 di ieri ma soprattutto i 17.978 di giovedì scorso.
I tamponi processati sono 165.415 (ieri 166.500 ) con un tasso di positività che dal 12,7% sale al 13,6%.
I decessi di oggi sono 60 (ieri 46), per un totale da inizio pandemia di 176.775. Le terapie intensive scendono di 8 unità (ieri -4) ed ora sono 138 con 9 ingressi del giorno; in calo anche i ricoveri ordinari, 66 in meno (ieri -79), per un totale di 3.350. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.
La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 3.841 contagi, seguita da Veneto (+3.134), Lazio (+2.227), Piemonte (+2.221) e Campania (+1.756).
Il numero totale dei casi da inizio pandemia sale a 22.241.369
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/09/22/news/covid_italia_il_bollettino_del_22_settembre-366753138/

Covid. Gimbe: “Dopo 4 settimane si inverte la curva dei contagi (+11,37% in 7 giorni), ma continua il calo dei ricoveri”. E sulla quarta dose: “Urgente per oltre 14 mln di persone”

Rilevato nella settimana 14-20 settembre un aumento dei nuovi casi (120.057 vs 107.876). Salgono a 15 le Regioni che registrano un incremento dei casi. In calo gli indicatori ospedalieri (-373 posti letto in area medica, -13 in terapia intensiva) e i decessi (334 vs 383). Somministrate meno di 3,2 milioni di quarte dosi di vaccino. “Riapetura delle scuole, maggiore frequentazione dei luoghi chiusi e imminente stop a mascherine sui mezzi pubblici possono determinare un aumento dei nuovi casi di imprevedibile entità”. 
LE TABELLE
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=107453



Iran a ferro e fuoco per l’hijab di Mahsa Amini, il presidente Raisi rifiuta l’intervista perché la giornalista non indossa il velo
Antonio Lamorte – ilriformista.it

La sedia vuota

La giornalista era pronta a chiedere al Presidente delle proteste che si stanno svolgendo in Iran: del fermo di Mahsa Amini, poi morta durante la detenzione a 22 anni in circostanze ancora da chiarire. Di quanto il caso abbia scosso il Paese, l’opinione pubblica, i cittadini che sono scesi in piazza a manifestare in tutto l’Iran. E di come almeno 31 persone sarebbero morte negli scontri. Il Presidente della Repubblica Islamica Ebrahim Raisi ha pensato però di cancellare all’ultimo minuto l’intervista con la Cnn: perché l’anchorwoman Christiane Amanpour non ha voluto indossare il velo. Per l’hijab. La giornalista ha raccontato la vicenda su Twitter pubblicando una foto con la sedia vuota, pronta per Raisi.
continua in
https://www.ilriformista.it/iran-a-ferro-e-fuoco-per-lhijab-di-mahsa-amini-il-presidente-raisi-rifiuta-lintervista-perche-la-giornalista-non-indossa-il-velo-320165/


Il Giappone, alleato chiave dell’America in Asia, in ginocchio sotto i colpi impietosi del dollaro Usa
Piero Orteca – remocontro.it

C’era una volta la potenza sfolgorante del Sol Levante. Oggi la sua stella polare non luccica più e il suo futuro di grande potenza è stato preso, senza tanti complimenti, dall’ingombrante vicino cinese. Ma quelli almeno sono ‘nemici’ dichiarati. Peggio quando a colpirti è il nuovo amico strategico che s’è imposto nel 1945 a colpi di bombe atomiche.
continua in
https://www.remocontro.it/2022/09/22/il-giappone-alleato-chiave-dellamerica-in-asia-in-ginocchio-sotto-i-colpi-impietosi-del-dollaro-usa/

Meta e Google hanno dato al 10% dei dipendenti due mesi per trovarsi un nuovo lavoro

AGI – Le big tech sono alle prese con un piano di razionalizzazione delle risorse e di riorganizzazione interna. Non sempre si tratta di licenziamenti: ai dipendenti viene chiesto di trovare un’altra occupazione all’interno dell’azienda, ma chi non ci riesce è fuori
continua in
https://www.agi.it/economia/news/2022-09-22/meta-google-taglio-dipendenti-18171675/

Il futuro della demografia italiana è sempre più fosco. Le previsioni Istat: “Meno residenti, più anziani e famiglie più piccole”

La popolazione residente è in decrescita: da 59,2 milioni al 1° gennaio 2021 a 57,9 mln nel 2030, a 54,2 mln nel 2050 fino a 47,7 mln nel 2070. Il rapporto tra individui in età lavorativa (15-64 anni) e non (0-14 e 65 anni e più) passerà da circa tre a due nel 2021 a circa uno a uno nel 2050. Meno coppie con figli, più coppie senza: entro il 2041 una famiglia su quattro sarà composta da una coppia con figli, più di una su cinque non ne avrà. IL REPORT
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=107460


Elisabetta Salvini sulla propria pagina Facebook

Domani alle 18.30 sarò in piazza.
Sarò lì con la comunità iraniana e con le mie compagne della Casa delle donne Parma.
Ci sarò per Masha, per le nostre sorelle che lottano in Iran contro una dittatura che sguinzaglia la sua polizia morale per stabilire con la forza e la violenza coò che le donne possono fare e soprattutto cosa non possono fare.  Cosa devono indossare, come devono camminare, cosa possono mostrare di sè e soprattutto ciò che non possono mostrare, dire, pensare, sognare. Sarò in piazza per me, perché non potrò mai essere libera se non lo saranno anche le mie sorelle. Sarò in piazza per chi pensa che il problema sia solo in Iran, per chi pensa che il nemico sia l’islam e non il patriarcato. Cosa devono indossare, come devono camminare, cosa possono mostrare di sè e soprattutto ciò che non possono mostrare, dire, pensare, sognare. Sarò in piazza per me, perché non potrò mai essere libera se non lo saranno anche le mie sorelle. Sarò in piazza per chi pensa che il problema sia solo in Iran, per chi pensa che il nemico sia l’islam e non il patriarcato. Cosa devono indossare, come devono camminare, cosa possono mostrare di sè e soprattutto ciò che non possono mostrare, dire, pensare, sognare. Sarò in piazza per me, perché non potrò mai essere libera se non lo saranno anche le mie sorelle. Sarò in piazza per chi pensa che il problema sia solo in Iran, per chi pensa che il nemico sia l’islam e non il patriarcato. Chè di patriarcato, di moralismo e di fanatismo non si muore solo in Iran, ma anche qui da noi, nella cattolicissima Italia.
Domani alle 18.30 sarò in Padova Garibaldi e mi piacerebbe fossimo in tantə.
Le donne iraniane sono nelle piazze del loro paese da sei giorni. Urlano, si tagliano i capelli, bruciano gli hijab, chiedono di essere libere e noi dobbiamo chiederlo insieme a loro, perché questa lotta è di tuttə. Perché solo la libertà delle donne libera tuttə
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5626896627356216&set=a.555842487795014



Al cinema danno Cleopatra
Luca Billi – Allonsanfan.it

Elizabeth Taylor e Richard Burton per la regia di Joseph L. Mankiewicz. 1963

Come era davvero Cleopatra? Secondo Cassio Dione di una bellezza senza pari, mentre Plutarco dice che non era più bella di altre donne, ma che aveva un incredibile fascino. Nessuno di loro l’ha conosciuta. E poi sono storici. Non c’è da fidarsi: mentono per professione. Dai pochissimi ritratti a lei attribuiti non sembra proprio bellissima (almeno secondo i nostri canoni): il naso è leggermente aquilino e il mento sporgente. Forse per questo Pascal dice che “se il naso di Cleopatra fosse stato più corto, tutta la faccia della terra sarebbe cambiata”. Ci torneremo su questo naso, ma anche del lavoro degli scultori non possiamo proprio essere sicuri. E poi pare fosse piccolina. Certo l’altezza media a quel tempo era molto diversa da quella di oggi.
Insomma non sappiamo com’era l’ultima delle regine d’Egitto. Per fortuna c’è il cinematografo. E così siamo sicuri che Cleopatra è bellissima. Come nessun’altra
continua in
https://www.allonsanfan.it/2022/09/22/cleopatra-cinema-liz-taylor-gal-gadot/


22 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


Per il clima, la pace e il lavoro

Dietro lo striscione “Pace, Lavoro, Clima” la Cgil sfilerà, venerdì 23 settembre, al corteo promosso dai Fridays for Future in occasione del Global Climate Strike che partirà alleore 9.30 da piazza della Repubblica, Roma. Guiderà la delegazione della Confederazione il segretario generale Maurizio Landini. Una mobilitazione che come già affermato dalla Cgil “si colloca in un momento cruciale per il nostro Paese, sul versante politico, sociale e anche ambientale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/ambiente/2022/09/22/news/pace_lavoro_clima-2367687/



Spagna, Glovo dovrà assumere diecimila rider
Davide Orecchio – collettiva.it

Duro colpo dell’Ispettorato del lavoro all’azienda di consegne a domicilio: 79 milioni di multa per avere eluso la nuova legge sui ciclofattorini. Borghesi (Nidil Cgil): “In Italia non abbiamo una legislazione così stringente e sopravvive, eccetto che per Just Eat, un modello di cottimo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/09/22/news/spagna_glovo_dovra_assumere_diecimila_rider-2367974/


La Spezia. La storia delle operatrici sanitarie. Prima eroine, poi licenziate
Emanuele Di Nicola – collettiva.it

È accaduto a 120 lavoratrici di La Spezia, attualmente a casa. Vengono reinternalizzate, combattono il virus, poi arriva un concorso e risultano non idonee. Lombardo, Fp: “Vicenda ingiusta e paradossale, la Regione può sbloccarla se c’è la volontà”. Lo spiraglio dell’emendamento
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/22/news/la_storia_delle_operatrici_sanitarie_prima_eroine_poi_licenziate-2359707/


Medicina Democratica opuscolo Rete Lavoro Sicuro
https://www.medicinademocratica.org/wp/wp-content/uploads/2022/09/opuscoloretelavorosicuro-22agosto.pdf



Belgio. ManiFiesta: due giorni di solidarietà e sindacato a Ostenda
Filippo Ciavaglia e Maria Teresa Polico – collettiva.it

La Cgil ha partecipato per la prima volta al festival della solidarietà ManiFiesta, svoltosi nell’ippodromo di Wellington a Ostenda in Belgio, dal 17 al 18 settembre, con un proprio stand allestito in uno spazio appositamente dedicato alle organizzazioni sindacali europee. Quest’anno hanno partecipato insieme alla Cgil e all’Inca in Belgio: la Confederazione generale dei lavoratori in Francia – Cgt, le Commissioni operaie della Spagna – Ccoo, la Confederazione dei sindacati cristiani del Belgio – Acv-Csc, la Federazione generale del Lavoro del Belgio – Abvv-Fgtb, la Federazione dei sindacati dell’Olanda – Fnv, e la Federazione degli studenti francofoni del Belgio – Fef.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/09/22/news/manifiesta_due_giorni_di_solidarieta_e_sindacato_a_ostenda-2368308/



Luca Billi – Verba volant

Autunno

Nel termine “autumnus” è facile riconoscere la stessa radice del participio passato di “augere”, che significa aumentare, arricchire. Quando è nata questa parola, in un mondo legato al succedersi delle stagioni e ai ritmi della natura, l’autunno era la stagione della ricchezza, il momento in cui gli uomini godevano dei frutti della terra. L’autunno era una “bella stagione”. Per noi invece è l’estate il momento culminante dell’anno e l’autunno è un momento di declino e infatti questa parola è spesso usata come una metafora per descrivere il decadimento, la vecchiaia, la fine inesorabile. Non amiamo l’autunno, che al massimo ci ispira canzoni di struggente malinconia.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10227738101667042&set=gm.3220570378160575&idorvanity=1524321907785439



23 Settembre 2022: Sciopero globale per il clima

Le informazioni sulla giornata in
https://fridaysforfutureitalia.it/23-settembre-2022-sciopero-globale-per-il-clima/



23 settembre: le notizie di Radio Popolare

L’ultimo giorno di campagna elettorale, il rapporto ONU sui crimini di guerra in Ucraina e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 23 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La fine della campagna elettorale. Il rapporto ONU sui crimini di guerra in Ucraina. Le proteste in Iran. Il naufragio di migranti in Siria. Scongiurati i licenziamenti alla Wartzila di Trieste. Le parole di Berlusconi al comizio del centrodestra.
continua in
https://www.radiopopolare.it/lultima-giorno-di-campagna-elettorale-il-rapporto-onu-sui-crimini-di-guerra-in-ucraina-e-le-altre-notizie-della-giornata/?fbclid=IwAR0lpf2sYe-ND_G12mIOGctBK2DxxonzZnPcnpMKvedcGH5y0gb3CaoJ_qY



Von der Leyen a gamba tesa sul voto italiano evocando il ‘trattamento’ ungherese: “Dovesse andare male, abbiamo gli strumenti”
Fabio Calcagni – ilriformista.it

Se non si tratta di un avvertimento, è sicuramente un messaggio che non può rassicurare. Ursula von der Leyen parla dalla storica e prestigiosa università di Princeton, negli Stati Uniti, e sgancia una ‘bombetta’ in vista delle prossime elezioni del 25 settembre in Italia.
continua in
https://www.ilriformista.it/von-der-leyen-a-gamba-tesa-sul-voto-italiano-evocando-il-trattamento-ungherese-dovesse-andare-male-abbiamo-gli-strumenti-320204/?refresh_ce

Usa e UE prima del voto: “in Italia comandiamo noi” e “Meloni non ci fa paura”
Dante Barontini – contropiano.org

Sappiamo che molti compagni di strada coltivano ancora l’illusione secondo cui una diversa maggioranza di governo potrebbe, sfruttando il peso economico e politico dell’Italia, spuntare una riforma dei trattati europei tale da interrompere la spirale austerità-recessione-aumento del debito-nuova austerità-nuova recessione, con tutte le conseguenze ben note sulle condizioni di vita dei lavoratori e delle masse popolari in genere.
Secondo quella visione speranzosa, nella UE gli Stati avrebbero un peso ancora predominante (manterrebbero insomma un elevato grado di “sovranità”) e solo al termine di grandi dibattiti si arriverebbe ad una conclusione unitaria. Reazionaria, perché questa è l’attuale maggioranza sia nell’Unione Europea sia nel parlamento italiano, ma se dovesse essercene un’altra le cose potrebbero forse andare diversamente.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/09/23/usa-e-ue-prima-del-voto-in-italia-comandiamo-noi-e-meloni-non-ci-fa-paura-0152839


Votare, non votare, come votare
Livio Pepino – volerelaluna.it

Domenica si vota. Vincerà l’asse Meloni-Salvini, con Berlusconi in veste di comprimario ininfluente e un po’ patetico (e ad essere incerta è solo l’entità della vittoria). Vincerà perché spira, in Italia e in tutta Europa (https://volerelaluna.it/mondo/2022/09/21/svezia-nel-paese-simbolo-della-socialdemocrazia-vince-lestrema-destra/), un vento di destra impetuoso che resuscita le forze reazionarie più estreme e spinge quelle un tempo di sinistra (o genericamente progressiste) ad allontanarsi sempre più dalle origini. E vincerà con una rappresentanza istituzionale superiore al già ampio consenso per l’imprevidenza e la stupidità dell’attore più consistente dello schieramento contrapposto, cioè il Partito democratico. Imprevidenza per avere, a suo tempo, fatto approvare a forza di voti di fiducia una legge elettorale (il Rosatellum), sgorbio istituzionale frutto delle velleità egemoniche di improbabili aspiranti stregoni; per avere ostinatamente evitato finanche di proporne la modifica in senso proporzionale quando ne sono emersi con chiarezza gli effetti distorsivi; per essersi, infine, supinamente accodato alla demagogia della riduzione del numero dei parlamentari, disattendendo anche l’impegno a introdurre correttivi destinati a contrastarne gli effetti di espulsione delle minoranze. Stupidità per avere continuato a coltivare una anacronistica “vocazione maggioritaria” lontana dalla nostra tradizione istituzionale e all’evidenza suicida e per avere da ultimo rifiutato ogni convergenza tattica in un fronte ampio nei collegi uninominali, unico argine a una vittoria a man bassa della destra (https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/08/03/per-una-coalizione-demergenza-nel-maggioritario/ e https://volerelaluna.it/controcanto/2022/08/03/un-fronte-unico-contro-la-destra/).
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/09/23/votare-non-votare-come-votare/

Calenda e Salvini chiudono la campagna elettorale sulla pelle dei migranti
Piero Sansonetti – ilriformista.it

È scattata la gara tra Salvini e Calenda. L’obiettivo è affondare più profughi possibile. Calenda dice: “interrompere le loro rotte”. I richiami ai principi essenziali della civiltà moderna e liberale sono a zero. Salvini non è una sorpresa. Ieri si è limitato a dichiarare che non vede l’ora di ricominciare la sua politica di sbarramento verso i profughi. Per capirci, quella che lui e Giuseppe Conte guidarono con fierezza tra il 2018 e il 2019. Era scontato.
continua in
https://www.ilriformista.it/calenda-e-salvini-chiudono-la-campagna-elettorale-sulla-pelle-dei-migranti-320238/


25 settembre: urne aperte e cadaveri bollenti
labottegadelbarbieri.org

Interventi di (in ordine alfabetico) Franco Astengo – con le istruzioni per presentare un reclamo sulla incostituzionalità del Rosatellum – di Daniele Barbieri, di Elisa Benzoni, di Salvatore Palidda e di Danilo Tosarelli.
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/25-settembre-urne-aperte-e-cadaveri-bollenti/



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 212

Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-212-99ba2ecc-d52e-4a3f-9e16-659c236fbf8d.html

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina, in diretta: Joe Biden promette “rapide e severe misure economiche aggiuntive” in caso di annessione di territori alla Russia

“I referendum russi sono una farsa, un falso pretesto per tentare di annettere con la forza parti dell’Ucraina”, ha denunciato il presidente americano. A Izioum, città dell’est del Paese recentemente ceduta ai russi, il bilancio delle esumazioni è di 447 corpi, di cui trenta mostrano “segni di tortura”.

aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/23/guerre-en-ukraine-en-direct-la-russie-sur-le-banc-des-accuses-a-l-onu_6142823_3210.html



Covid in Italia, il bollettino del 23 settembre: 21.085 nuovi casi e 49 morti

Ieri c’erano stati 22.527 nuovi casi e 60 morti. Prosegue il calo di terapie intensive (meno 4, in totale 134) e ricoveri nei reparti ordinari (meno 37, in totale 3.313). Il tasso di positività, che ieri era al 13,6%, oggi sale al 13,9% con 151.607 tamponi eseguiti.
La regione con il maggior numero di casi è la Lombardia con 3.661 contagi, seguita da Veneto (3.160), Lazio (2.039), Campania (1.636) ed Emilia Romagna (+1.526).
Il numero totale dei casi da inizio pandemia sale a 22.262.452. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 17.003 (ieri 22.835) per un totale che sale a 21.668.862.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/09/23/news/covid_in_italia_il_bollettino_del_23_settembre-366848046/

Cgil, Cisl, Uil, Fials e Nursind annunciano una mobilitazione nazionale a Roma per il 29 ottobre

La mobilitazione è stata indetta per rivendicare interventi urgenti per garantire maggiori risorse per il fondo sanitario nazionale, lotta alle esternalizzazioni, superamento dei limiti di tetti di spesa per il personale, assunzioni e stabilizzazioni, adeguate risorse contrattuali, spazi per la contrattazione decentrata e la valorizzazione del personale, misure per l’integrazione fra pubblico e privato e fra sanitario e sociale.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=107495



Migranti. Naufragio al largo della Siria: 81 i morti. Tra loro molti bambini

Il primo ritrovamento di fronte alla costa di Tartus, in Siria, poco lontano dal confine col Libano. L’imbarcazione proveniva dal nord del Libano, venti i sopravvissuti
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/naufragio-al-largo-della-siria-34-morti


23 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


Sciopero per il clima: il prossimo governo si occupi di ambiente
Patrizia Pallara e Davide Colella

A due giorni dalle elezioni politiche in Italia, il 23 settembre i giovani di Fridays for Future manifestano in 70 piazze del nostro Paese e 540 città in tutto il mondo, per chiedere alla politica azioni concrete per fermare il riscaldamento globale, tema ignorato in campagna elettorale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/ambiente/2022/09/23/video/fridays_for_future_sciopero_globale_clima_23_settembre_ambiente_cambiamenti_climatici_elezioni_politiche_2022_agenda_climati-2367688/


Trieste. Wärtsilä, giudice annulla i licenziamenti
Marco Togna – collettiva.it

Il Tribunale di Trieste accoglie il ricorso contro la multinazionale finlandese: revocati i 451 esuberi, disposto anche un risarcimento di 150 mila euro. Trevisan e Relli, Fiom: “Sentenza esemplare, che rafforza sindacato e lavoratori nel contrasto alle delocalizzazioni e nella difesa del patrimonio industriale e professionale del Paese”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/23/news/wa_rtsila_giudice_annulla_i_licenziamenti-2373158/

Napoli. Scuole seggio chiuse per una settimana, mamme infuriate con Comune e Asl: “Perché solo a Napoli questo?”
Ciro Cuozzo – ilriformista.it

Neanche il tempo di tornare in aula, con orari ridotti e mense ancora al palo, che dopo 15 giorni gli alunni delle scuole seggio elettorale di Napoli (che in città sono quasi un centinaio) dovranno stare a casa per ben una settimana ‘grazie’ alle elezioni in programma domenica 25 settembre. Ieri, giovedì 22 settembre, è stato l’ultimo giorno in classe per migliaia di studenti napoletani delle elementari, medie e superiori che, se tutto va bene, torneranno nuovamente tra i banchi di scuola mercoledì 28 settembre. Molti però rientreranno solo giovedì 29.
continua in
https://www.ilriformista.it/scuole-seggio-chiuse-per-una-settimana-mamme-infuriate-con-comune-e-asl-solo-a-napoli-accade-questo-320135/


Vigili del fuoco, la protesta continua

Fp Cgil, Fns Cisl e Confsal dichiarano lo stato d’agitazione nazionale. “Servono subito interventi – spiegano – su assunzioni, rinnovo del contratto, previdenza e sicurezza sul lavoro”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/23/news/vigili_del_fuoco_la_protesta_continua-2371889/



Malpensa, primo importante risultato per le denunce di USB e Rete Iside. L’ATS scrive a SEA e handler: quali misure adottate per salvaguardare la salute e la sicurezza dei lavoratori aeroportuali?

L’Unione Sindacale di Base e Rete Iside ONLUS all’inizio di giugno hanno denunciato i rischi per la salute e la sicurezza che gli operatori aeroportuali sono costretti ad affrontare in tutti gli scali italiani. L’ATS Insubria, cui fa capo l’aeroporto di Malpensa, ha raccolto la denuncia e si è fatta parte diligente scrivendo alle società che fanno capo al gruppo SEA, gestore dello scalo, e a tutte le aziende di handling chiedendo
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/malpensa-primo-importante-risultato-per-le-denunce-di-usb-e-rete-iside-lats-scrive-a-sea-e-handler-quali-misure-adottate-per-salvaguardare-la-salute-e-la-sicurezza-dei-lavoratori-aeroportuali-1600.html



24 settembre: le notizie di Radio Popolare

Il silenzio elettorale, i referendum illegali nel Donbass, le proteste in Iran e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 23 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il giorno precedente alle elezioni è tradizionalmente “muto” ma all’epoca dei social network non è più così. I referendum in Donbass non sono riconosciuti dalla comunità internazionale e la Russia risponde con la minaccia nucleare. Si dirada la nebbia sul caso dell’omicidio di Saman Abbas. In Iran non cessano le manifestazioni per la libertà, nonostante la violenza della polizia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-giornata-notizie-sabato-24-settembre/



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 213
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-213-134c37f6-8822-4854-837c-3d71e729c040.html

l presidente ucraino Volodymyr Zelensky in visita alla città di Izyum, nella regione di Kharkiv.
(Photo by UKRAINIAN PRESIDENTIAL PRESS SERVICE / AFP)

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina, in diretta: in un discorso ai russi, Zelensky crede che Putin “manda a morte i cittadini”

Le votazioni sono iniziate venerdì in quattro regioni ucraine controllate in tutto o in parte da Mosca. Joe Biden ha assicurato che gli Stati Uniti e i loro alleati avrebbero imposto nuove sanzioni economiche “rapide e severe alla Russia” se il processo fosse continuato.

aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/24/guerre-en-ukraine-en-direct-la-mobilisation-des-reservistes-se-poursuit-en-russie-la-france-favorable-a-l-accueil-des-deserteurs-russes_6142981_3210.html


Covid Italia, bollettino del 24 settembre: 22.265 casi e 43 decessi

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 22.265 casi e 43 decessi. Si conferma dunque il trend settimanale in aumento, quasi del 30 % rispetto a sabato scorso.
Naturalmente in aumento anche la percentuale di positivi sui tamponi eseguiti che sale al 14,6% in aumento rispetto al 13,9% di ieri. Ancora in calo, invece, la curva ospedaliera con le terapie intensive che scendono di 8 unità (ieri -4) ed ora sono 126 con 7 ingressi del giorno; in calo anche i ricoveri ordinari, 20 in meno (ieri -37), per un totale di 3.293. 
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/09/24/news/covid_italia_bollettino_del_24_settembre-367035612/

Iran: cresce la protesta e s’intensifica la repressione. 34 morti in una settimana di scontri

Sono in continuo sviluppo le manifestazioni di protesta dei giovani e delle donne iraniane in seguito alla morte della giovane curda Mahsa Amini in carcere a Teheran. Secondo il Centro per i Diritti Umani in Iran il numero dei manifestanti uccisi è salito a 34 persone. Il centro ha documentato con una serie di video sul suo account Twitter la repressione feroce della polizia del regime, che ha sparato con pistole e mitra Kalashnikov ad altezza d’uomo.
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/09/iran-cresce-la-protesta-e-sintensifica-la-repressione-34-morti-in-una-settimana-di-scontri/


Fotografia etica, così Lodi apre una finestra sul mondo
Giuseppe Matarazzo – avvenire.it

Festival Fotografia Etica di Lodi – © Sebastian Gil Miranda per l’organizzazione Na Ponta dos Pés

Per cinque weekend, fino al 23 ottobre, l’appuntamento con le visioni di umanità di centinaia di artisti e fotoreporter di tutti i continenti. Mostre, talk, libri, progetti per studenti e famiglie
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/fotografia-etica-cosi-lodi-apre-una-finestra-sul-mondo

www.festivaldellafotografiaetica.it



Severino Galante
L’ONDA LUNGA: PREDICHE CONSAPEVOLMENTE INUTILI SUL VOTO

“Dei due progetti di sinistra (tre, più precisamente, dovendo distinguere quello comunista in bertinottiano e cossuttiano) che con tanta ostinazione e asprezza s’erano contesi il campo della rappresentanza popolare nel biennio 1996-1998, dieci anni dopo non ne rimase dunque alcuno che volesse, o che potesse, interpretare efficacemente gli interessi, le paure, le speranze e le aspirazioni di quel mondo, rimasto senza più voce e senza più mezzi credibili per fare valere le proprie ragioni.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=8102618156477509&set=a.893105160762214


24 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


Fridays For Future nelle piazze d’Italia, una generazione che non si rassegna

Da Alessandria a Voghera, da Bolzano a Palermo, migliaia di ragazzi e ragazze, attivisti o “semplici studenti”, si sono riversati in piazza a pochi giorni dalle elezioni politiche di questa domenica, decisi a far sentire la loro voce alla classe politica probabilmente più indecente della storia repubblicana.
Volgendo lo sguardo verso le piazze, crediamo sia emerso con forza un dato: il più “moderato” degli studenti ieri in piazza appariva come decisamente più “radicale” di tutta la truppa di politici – dall’estrema destra destra alla finta sinistra – che occupano gli scranni del Parlamento italiano
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/09/24/fridays-for-future-nelle-piazze-ditalia-una-generazione-che-non-si-rassegna-0152878



Le ignobili proposte di confedilizia: il ritorno al far-west!
Asia-Usb – contropiano.org

I padroni, certi di avere il prossimo Governo dalla loro parte, pubblicano un documento contenente le richieste per il nuovo esecutivo. Se anche solo una di esse dovesse essere messa in atto, sarebbe a discapito delle classi più deboli.
Confedilizia ha pubblicato un documento riassuntivo che contiene, in soli 5 punti, tutta l’arroganza e la strafottenza padronale di questo paese. Il documento è intitolato “5 Priorità per l’Immobiliare”. Una vera e propria richiesta per chi si presume vinca le prossime elezioni, che mette al centro gli interessi della grande proprietà immobiliare, responsabile della crisi perenne vissuta da milioni di famiglie che non riescono a pagare l’affitto o sono indebitate a vita perché hanno acceso un mutuo per l’acquisto di una prima casa di abitazione
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/09/24/le-ignobili-proposte-di-confedilizia-il-ritorno-al-far-west-0152869



Strage quotidiana nei luoghi di lavoro, ma…
Vito Totire – labottegadelbarbieri.org

Nuovi elementi inquietanti e disumani, purtroppo prevedibili, sono emersi a proposito del duplice omicidio colposo di Said e Samir (***) a Moltrasio.
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/strage-quotidiana-nei-luoghi-di-lavoro-ma/


Elezioni politiche: quando e come si vota

Sono 46.127.514 gli elettori in Italia chiamati alle urne per l’elezione dei componenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica
continua in
https://www.la7.it/dirette-tv


Un voto utile alla vostra felicità
Giorgio Cremaschi

Non votate per paura, perché la paura è sempre cattiva consigliera e distrugge la libertà. Nè tantomeno votate per rancore, perché il rancore distrugge la democrazia.
Non votate per il male minore, perché scegliereste sempre un male, e di male in male si finisce al peggio.
Non votate facendo i calcoli su quale partito abbia più possibilità di successo, come se il vostro voto fosse un investimento in Borsa Affari.
Non votate obbedendo al ricatto di chi ha fatto la legge elettorale più truffaldina di sempre, e ora vi chiede il voto perché sfrutta quella legge.
Votate invece compiendo il primo atto della coscienza libera: ditevi cosa volete.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/09/24/un-voto-utile-alla-vostra-felicita-0152885



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 214
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-214-fe09e436-ddf0-4ec4-8974-3444d1152ee8.html

Russia. Manifestanti arrestati

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina in diretta: quasi 800 persone arrestate in Russia durante manifestazioni contro la mobilitazione militare

Mosca ha inasprito le pene per i disertori e i soldati che rifiutano di combattere, che ora rischiano fino a dieci anni di carcere.

aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/25/guerre-en-ukraine-en-direct-pres-de-800-personnes-arretees-en-russie-lors-des-manifestations-contre-la-mobilisation-militaire_6143077_3210.html



Livio Senigalliesi
LA FOLLIA E LA GUERRA

Reduce dall’emozionante anteprima del documentario “Nei giardini della mente” (produzione Merry-Go-Sound, regia di Matteo Balsamo) ripenso a quanto avevo scritto tanti anni fa sul mio libro “Balkan” in merito alla condizione dei malati di mente in un luogo devastato dalla guerra….un manicomio in un inferno….
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=2307243332771474&set=a.115012388661257


25 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


Scholz d’Arabia a caccia di energia. Gas algerino evanescente. Sfortunata ‘Campagna d’Africa’
Ennio Remondino – remocontro.it

Sonatrach, dall’Algeria la metà del gas promesso a Draghi

A caccia di petrolio e gas nel regno di Mohammed Bin Salman, nonostante il suo governo abbia duramente condannato l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi. Per la stretta di mano a Gedda con bin Salman, critiche di Reporter senza Frontiere e Amnesty ma alla fine gli affari sono affari.
«Sonatrach in difficoltà, dall’Algeria arriverà la metà del gas promesso a Draghi». Dubbi anche sui risultati delle visite italiane in Angola, Congo e Mozambico: «Campagna d’Africa» tutta da rivedere per l’Italia.

continua in
https://www.remocontro.it/2022/09/25/scholz-darabia-a-caccia-di-energia-il-gas-algerino-evanescente-lafrica-nera-nera/



26 settembre: le notizie di Radio Popolare

La vittoria di Meloni, i guai di Letta e Salvini e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di lunedì 26 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La valanga elettorale travolge il segretario del Pd Enrico Letta e il leader della Lega Matteo Salvini. Letta ha già detto che non si ricandiderà alla guida del partito, il capo della Lega invece resiste. Anche se per domani è già convocato il consiglio federale e la resa dei conti pare vicina. Giorgia Meloni, leader dei Fratelli d’Italia, resta in silenzio, ma parlano i suoi ed elencano le priorità, tra cui abolire il reddito di cittadinanza e tutelare i bambini dall’educazione sessuale forzata. Renato Schifani, Forza Italia, è in testa alle elezioni regionali in Sicilia. Il Cremlino ammette di aver fatto un errore chiamando i riservisti per combattere in Ucraina e annuncia che per ora le frontiere della Russia non saranno chiuse.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-giornata-notizie-lunedi-26-settembre/



Giorgia Meloni ha vinto le elezioni. FdI è il primo partito, staccato il Pd. Tonfo della Lega

AGI – Al sud va bene il M5s mentre il terzo polo non sfonda. Nel centrosinistra la lista ‘Pd-Italia Democratica e Progressista’ è al 19,3%. Cresce +Europa che passa dal 2,4 al 3%. Male Impegno civico: appena lo 0,5%. Luigi Di Maio resta fuori dal Parlamento. . Affluenza al minimo storico, 63%
continua in
https://www.agi.it/politica/news/2022-09-26/diretta-risultati-elezioni-trionfo-meloni-18211913/

Il centrodestra ha la maggioranza assoluta sia alla Camera che al Senato

La diretta. Aggiornamenti in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/09/elezioni-politiche-italiani-al-voto-i-dati-della-affluenza-gli-exit-poll-le-proiezioni-i-risultati-in-tempo-reale–a8e20abb-c824-4811-85c1-a13a3b53da4a.html

Per saperne di più. Tuttle informazioni necessarie per conoscere il voto del 25 settembre

Le elezioni politiche in Italia del 2022 per il rinnovo di entrambi i rami del Parlamento italiano — Camera dei deputati e Senato della Repubblica — si sono tenute domenica 25 settembre 2022, a seguito dello scioglimento anticipato delle Camere decretato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 21 luglio, provocato dalla crisi del governo Draghi.[1] Nella stessa data si sono svolte anche le elezioni regionali in Sicilia.
Le Camere si riuniranno per la prima seduta della XIX legislatura il 13 ottobre[2]. A seguito della riforma costituzionale approvata nel 2019 e confermata con il referendum del 2020, il numero di eletti è ridotto a 400 deputati e 200 senatori (dalla IV alla XVIII legislatura gli eletti sono stati rispettivamente 630 e 315); l’elettorato attivo per il Senato include tutti i maggiorenni, data l’abolizione della soglia di 25 anni.
continua in
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/elezioni-politiche-italiani-al-voto-i-dati-della-affluenza-gli-exit-poll-le-proiezioni-i-risultati-in-tempo-reale–a8e20abb-c824-4811-85c1-a13a3b53da4a.html

Tutti i risultati seggio per seggio:

https://elezioni.interno.gov.it/camera/scrutini/20220925/scrutiniCI

Nota per la navigazione: dai link sopra riportati si accede alle pagine dei risultati delle diverse Circoscrizioni, delle singole provincie da qui ai singoli comuni. Dalla pagina generale Estero si accede alle Circoscrizioni estere e da qui ai singoli Stati che le compongono

Maggiori informazioni sulla fruibilità del sito in
https://elezioni.interno.gov.it/info/20220925



Per chi brucia quella fiamma
Ida Domijanni – centroriformastato.it

Non sarà un ritorno del fascismo-regime ma il fondamento antifascista della Repubblica nata dalla Resistenza vacilla. E il successo di Fratelli d’Italia da un lato, del Movimento 5 Stelle dall’altro dimostra che l’alternanza di tecnocrazia e populismo è tutt’altro che archiviata. Difficile prevedere una palingenesi in una sinistra parlamentare tanto ammaccata, più facile scommettere sullo scontro fra stretta d’ordine e conflitto sociale.
continua in
https://centroriformastato.it/per-chi-brucia-quella-fiamma/



Elezioni: hanno vinto gli anti-Draghi. Ma il nuovo governo si appresta a seguire le orme di Draghi!

Ancora una volta, come già fu alle elezioni politiche del 2018, hanno vinto le forze che hanno dato la sensazione di rappresentare la protesta e di interpretare l’insofferenza che si registra nella popolazione. Ha vinto il partito della Meloni, che non ha partecipato alla larghissima coalizione pro-Draghi, ed ha recuperato una buona fetta di consensi il Movimento Cinque Stelle, guidato da Conte, che è riuscito a smarcarsi da Draghi, avviando di fatto la crisi di governo che ha portato alle elezioni. Hanno perso invece tutte le forze che hanno convintamente sostenuto il governo del banchiere, a cominciare dal Pd, confermando la voragine che si va allargando tra l’establishment e lo stato d’animo di tanta parte del Paese.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/elezioni-hanno-vinto-gli-anti-draghi-ma-il-nuovo-governo-si-appresta-a-seguire-le-orme-di-draghi-1504-1.html



La Sicilia va al centrodestra: “Ora vogliamo il Ponte”

Renato Schifani ha conquistato con facilità la presidenza della Regione: “Ci vorrà qualche settimana per rodare il governo. Mi confronterò con tutti ma non accetterò mai mediazioni al ribasso”. Le grandi opere e il Pnrr rappresentano i dossier più urgenti
continua in
https://www.agi.it/politica/news/2022-09-26/sicilia-elezioni-regionali-schifani-centrodestra-18225052/



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 215
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-215-916cdd31-007d-4796-ac60-f14d1c744454.html

L’entrée de la ville de Balaklya, en Ukraine, le 18 septembre 2022. La ville a été libérée lors de la contre offensive ukrainienne le 11 septembre 2022.

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina in diretta: gli Stati Uniti “sono stati molto chiari con i russi di smettere di parlare di armi nucleari”

“Qualsiasi uso di armi nucleari avrebbe effetti catastrofici per il Paese che le utilizza, ovviamente, ma anche per molti altri”, ha affermato il capo della diplomazia americana, Antony Blinken.

Aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/26/guerre-en-ukraine-en-direct-washington-avertit-moscou-de-consequences-catastrophiques-en-cas-d-utilisation-de-l-arme-nucleaire_6143170_3210.html



La delegazione «Stop the War Now» torna in Ucraina

Resterà a Kiev fino al 3 ottobre la rappresentanza italiana guidata da “Un ponte per” e dal “Movimento nonviolento”. Tra gli obiettivi della missione, il sostegno alle realtà ucraine impegnate nella costruzione della pace
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/09/26/news/ucraina_al_via_la_delegazione_stop_the_war_now_-2377247/


Covid Italia, bollettino del 26 settembre: 10.008 nuovi casi e 32 morti

Sono 10.008 i nuovi casi di coronavirus e 32 i morti in 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio. I tamponi processati sono 65.697 che fanno rilevare un tasso di positività pari al 15,2%. Aumentano i pazienti in terapia intensiva, 130 in totale e 5 in più di ieri e i ricoveri (+140) che arrivano a 3.461.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/09/26/news/covid_italia_bollettino_del_26_settembre_aggiornamento_sui_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-367360022/


Hadith

Hadith è stata uccisa dal patriarcato che non ha nè nazionalità nè religione. Il patriarcato che ha sparato sei proiettili in nome della dittatura, dell’intolleranza, dell’odio, del sessismo, del fondamentalismo, dell’ignoranza.
Hadith aveva i capelli biondi e lo sapeva bene che ad ucciderla sarebbe stato il patriarcato e i suoi fedelissimi alleati. Per questo lo combatteva. Per questo era in strada a protestare. Per questo si è tolta il velo e si è fatta la coda.
Ora qui da noi un’altra donna, con i capelli biondi sciolti, ci dirà, ammesso che se ne accorga, che ad uccidere Hadith è stato l’islam e non il patriarcato, ché quello non esiste più o forse non è mai esistito per lei.
Ci dirà che dobbiamo difenderci, che loro sono i nemici e che li dobbiamo tenere lontani, fuori dal nostro paese.
Non ci dirà mai che sente sua la lotta di Hadith. Per questo non potrà mai rappresentarmi, perché, anche se donna, non sarà mai di fianco a me, spettinata e libera, a lottare con Hadith.
Elisabetta Salvini sulla sua pagina Facebook


26 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


Ascoltate il lavoro: promemoria per il governo che verrà
Stefano Iucci – collettiva.it

Stipendi al di sotto della media europea, precarietà in aumento, così come le bollette e il costo della vita. Nel decalogo della Cgil tutte le questioni ineludibili cui la politica è chiamata a dare una risposta all’altezza della gravità della situazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/26/news/adcoltate_il_lavoro_promemoria_per_il_governo_che_verra_-2373714/


Contratto pesca, firmato il rinnovo

L’aumento in busta paga è del 6,5%, diviso in due tranche. Soddisfatti i sindacati: “La firma dà risposte concrete ai lavoratori di un settore ampiamente provato negli ultimi anni”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/26/news/rinnovo_per_i_lavoratori_della_pesca_marittima-2379275/


Sardegna. Arnas Brotzu, USB Sanità all’attacco contro un’amministrazione arrogante e prepotente: ricorso in tribunale per comportamento antisindacale

Se qualcuno pensava di escludere e tacitare i sindacati che all’interno della RSU hanno preso centinaia di voti, si è sbagliato di grosso. Il ricorso al tribunale è stato presentato dalle organizzazioni sindacali USB Sanità, Nursing Up e Nursind per l’esclusione dalla delegazione trattante della RSU e per l’esclusione di nomina dei Rappresentanti dei lavoratori per la Sicurezza appartenenti alle organizzazioni sindacali ricorrenti.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/arnas-brotzu-usb-sanita-allattacco-contro-unamministrazione-arrogante-e-prepotente-ricorso-in-tribunale-per-comportamento-antisindacale-1229.html


Se parliamo di fare il possibile, sono capaci tutti. Il compito della politica è pensare l’impossibile. Solo se pensi l’impossibile hai la misura di quello che puoi cambiare.

Pietro Ingrao

https://www.strisciarossa.it/il-buio-e-limpossibile-il-voto-italiano-tra-moscovici-e-ingrao/

Emergenza morti sul lavoro, cresciute del 164% rispetto allo scorso anno

Firenze – Emergenza morti sul lavoro, i dati italiani sono sempre più allarmanti. Negli ultimi 4 anni, come emerge dai dati dell’Osservatorio sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre, le morti in occasione del lavoro sono cresciute del 164% rispetto allo scorso anno. Infatti, i decrementi ufficiali sottolineano, come spiegano dall’Osservatorio, non “una diminuzione degli infortuni sul lavoro, bensì la quasi totale assenza di casi di covid mortali rispetto ai due anni precedenti”.
continua in
https://www.stamptoscana.it/emergenza-morti-sul-lavoro-cresciute-del-164-rispetto-allo-scorso-anno/

Osservatorio sicurezza sul lavoro
https://www.vegaengineering.com/osservatorio/



27 settembre: le notizie di Radio Popolare

Le esplosioni dei gasdotti Nord Stream, i silenzi della sinistra in Italia e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedì 27 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30.  Le esplosioni dei gasdotti Nord Stream e i timori dalla Russia; Letta rimane ma la sinistra non parla; le incertezze sul futuro della Lega e la nuova fase della guerra in Ucraina.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-27-settembre/


Verso il nuovo governo Meloni: migranti e cittadinanza
Marco Panzarella – lavialibera.it

La posizione di Fratelli d’Italia sull’immigrazione è netta: il partito di Giorgia Meloni vuole risolvere la questione sul nascere attraverso il blocco navale, un sistema difficile da attuare. Altrettanto intransigenti le politiche sull’accesso alla cittadinanza, con le discussioni su ius soli e ius scholae che ora rischiano di arenarsi
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-1111-governo_meloni_migrazione_integrazione_cittadinanza


Il dopo elezioni – la giornata in diretta
Meloni pensa alla squadra di governo, il pressing di FI e Lega

Alla Camera 235 seggi al centrodestra, al Senato 112 , maggioranza assoluta .Crosetto: “Al governo solo i migliori”. Tensione nel Carroccio, Maroni: “Eleggere un nuovo leader”. Borsa in lieve rialzo, lo spread vola ai massimi dal 2020
continua in
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/meloni-pensa-alla-squadra-di-governo-il-pressing-di-fi-e-lega-0a410785-3d60-4669-921c-ba841dfa386b.html



Fausto Anderlini
Continuità e metamorfosi

Basta guardare questo grafico che illustra il voto alla destra, per componenti, dal ’94 al 2022. Non c’è alcuna svolta ‘epocale’,, se non come riconfigurazione occasionale della composizione interna. Nessuno ‘sfondamento’. La destra. dopo gli squassi del 2013-2018 è semplicemente tornata sulle sue posizioni storiche mediane. Come avviene nel trend economico dopo le crisi. Riprendendosi i propri elettori d’appartenenza. Con il 43,2 (dato Camera) essa avanza di sette punti circa rispetto al 2018, ma resta ben al di sotto dei massimi del ’96 del 2001 e del 2008. Torna paro paro al 1994, cioè alle origini. Vince, anzi stravince, perchè usa al meglio il sistema elettorale, come già fece Berlusconi nel ’94. Soprattutto stravince per la sciagurata scelta del Pd lettiano, che a quello renziano, con sempre gli stessi totani e altri besughi al seguito ha aggiunto una dose immodica di stupidità.
continua in
https://www.facebook.com/fausto.anderlini/posts/pfbid0292UVMVn5GUEEFDLXnmapbDgPgJdQdR4x52QiT7upjN87ZE7zmrCQtGp6sWLPKTfvl

L’ultra-destra incensa Meloni, inizia un nuovo assalto sovranista alla Ue?
Paolo Soldini – strisciarossa.it

Ci sono anche Alice Weidel e Tino Chrupalla, presidenti di Alternative für Deutschland, a fare i complimenti a Giorgia Meloni. Insieme con Marine Le Pen e colui che la insidia in patria da una destra ancora più destra, Eric Zemmour. C’è Santiago Abascal, il leader dei falangisti del XXI secolo di Vox e naturalmente Viktor Orbán, che ha affidato i suoi complimenti alla penna dell’omonimo che gli fa da “direttore politico”. E poi il capo del governo cèco Petr Fiala e, soprattutto, il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki, che forse (e vedremo perché) è il più gradito di tutti. Se non lo hanno già fatto, scriveranno pure i capi degli Sverigedemokraterna, l’unico eurodeputato di “Soluzione Greca” Kyriakos Velapoulos, che ha presentato un progetto per deportare i migranti su un’isola deserta come i nazisti pensarono di fare con gli ebrei nel Madagascar, e chissà quanti altri esponenti di gruppi e gruppetti che fanno capo alla frazione dei Conservatori e Riformisti nel parlamento di Strasburgo.
continua in
https://www.strisciarossa.it/lultra-destra-incensa-meloni-inizia-un-nuovo-assalto-sovranista-alla-ues/

Crollo della Lega anche nel Nordest. Da Salvini solo parole, parole, parole…
Oreste Pivetta – strisciarossa.it

Sedici milioni e mezzo di italiani non hanno votato. Cioè ai seggi si sono presentati solo sei italiani su dieci. Il disastro comincia così, un’onda lunga ormai e non si capisce se abbia raggiunto l’apice. Ma chi non vota, non vota. Punto e a capo ed è chiaro che in Italia e, in particolare, in quella parte d’Italia che economicamente conta di più, il Nord, ha vinto FdI, ha perso il Pd, ha perso ancor più la Lega di Matteo Salvini, nati entrambi, la Lega e il baldo Matteo, qui, a nord del Po, figli di Umberto Bossi, ormai ultra ottantenne, non in splendida forma, trincerato nella sua casa varesotta, che una idea in testa ce l’aveva e che, per quanto predicasse dal campaccio di Pontida la secessione e brindasse con l’acqua santa raccolta alle sorgenti del Po, fiume sacro alla patria padana, era un moderato che in fondo reclamava solo autonomia da “Roma ladrona”.
continua in
https://www.strisciarossa.it/crollo-della-lega-anche-nel-nordest-da-salvini-solo-parole/

Santanchè batte Cottarelli, Fascina eletta in contumacia. Delitti e castighi grazie al rosatellum
Andrea Aloi – strisciarossa.it

Ironia della Storia, il Rosatellum, curioso metodo elettorale, ircocervo un po’ maggioritario e un po’ proporzionale, giunto alla seconda prova sul campo dopo le consultazioni de 2018, porta la firma del ragionier Ettore Rosato, ai tempi della fabbricazione della legge che porta il suo nome parlamentare Pd, oggi in Italia Viva. Ed è proprio il Rosatellum, erede del poco costituzionale Porcellum di Calderoli, che ha sancito l’affondamento del Pd nei collegi uninominali.
continua in
https://www.strisciarossa.it/santanche-batte-cottarelli-fascina-eletta-in-contumacia-delitti-e-castighi-grazie-al-rosatellum/


Michela Marzano. Gli italiani non hanno mai fatto i conti con il loro passato fascista
Monica Triglia – allonsanfan.it

Nel suo ultimo libro Stirpe e vergogna (Rizzoli) racconta una vicenda famigliare. La scoperta di un nonno fascista di cui nessuno le aveva mai parlato e il dolore e il tormento di una disperata ricerca della verità. Ma parla anche di un Paese (e a un Paese) che fatica a fare i conti con un passato che continua a voler rimuovere, dimenticare.
continua in
https://www.allonsanfan.it/2022/09/27/michela-marzano-italia-fascismo/?fbclid=IwAR3KLZ_WdBxX0ROP3dtfPUOXLOnqsVEtC3mW2NSYPaI8-4-0asyenLFDvDs



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 216
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-216-98562d0f-935c-46d8-a50e-b0cceed6f837.html

Un veicolo militare russo passa sotto un cartellone che recita: “Con la Russia, per sempre. 
27 settembre”, Luhansk, nell’Ucraina orientale. 22 settembre 2022. (AP)

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina in diretta: dall’annuncio della mobilitazione militare in Russia, oltre 2.300 arresti

Questo fine settimana si sono svolte manifestazioni in particolare nella repubblica del Daghestan. Il Cremlino ha ammesso anche “errori”, con il reclutamento forzato di anziani, malati o studenti.

Aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/27/guerre-en-ukraine-en-direct-depuis-l-annonce-de-la-mobilisation-militaire-en-russie-plus-de-2-300-arrestations_6143325_3210.html



Guerra mangia guerra. Chi ricorda quella siriana? Bomba umana di 15 milioni di disperati, appello Onu
Piero Orteca – remocontro.it

Una guerra sanguinosa, nel cuore dell’Europa, ha fatto dimenticare tutte le altre. Colpevolmente e senza tanti scrupoli di coscienza. Chi si ricorda, oggi, della Siria? Nessuno. E non è uno nostro punto di vista, ma la risposta accorata dell’inviato dell’Onu, spedito allo sbaraglio, per lavarsi la coscienza, da tutti coloro che fanno per finta quello che invece dovrebbero fare sul serio: restituire la pace a questa martoriata regione.
continua in
https://www.remocontro.it/2022/09/27/guerra-mangia-guerra-chi-si-ricorda-di-quella-siriana-bomba-umana-di-15-milioni-di-disperati-appello-onu/



Migliaia di chilometri di nuovi oleodotti, alla faccia del cambiamento climatico

Adrin Tugume ha 53 anni, dieci figli, e abita in Uganda. Per sostenere la sua famiglia, ha sempre coltivato nel campo vicino a casa alberi da frutto e piante medicinali, da vendere anche ad altre persone del suo territorio. Da alcuni mesi, però, Adrin non può più utilizzare il suo campo: lì, deve sorgere un nuovo oleodotto.
continua in
https://www.radiopopolare.it/nuovi-oleodotti-nel-mondo/



Covid Italia, bollettino del 27 settembre: 44.878 casi e 64 decessi

In netta risalita la curva epidemica in Italia. Sono 44.878 i nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, quanti non se ne vedevano da due mesi, contro i 10.008 di ieri e soprattutto i 28.395 di martedì scorso. I tamponi processati sono 243.421 (ieri 65.697) con un tasso di positività che dal 15,2 schizza al 18,4%. I decessi di oggi sono 64 (ieri 32), per un totale da inizio pandemia di 176.976. Le terapie intensive scendono di 2 unità (ieri +5) ed ora sono 128 con 14 ingressi del giorno; i ricoveri ordinari sono 192 in più (ieri +140), per un totale di 3.653.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/09/27/news/covid_italia_bollettino_del_27_sttembre_aggiornamento_sui_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-367518973/

Covid. Impennata dei contagi: in una settimana cresciuti del 33%. Oggi 44.878 nuovi casi e 64 decessi col tasso di positività che sale al 18,4%

In calo invece dell’8% il dato settimanale sui decessi così come quello delle persone in terapia intensiva (-14%) ma tornano invece a salire (+4,5%) i ricoveri nei reparti ordinari. La regione con più casi odierni è la Lombardia (+8.979) seguita da Veneto (+6.395), Piemonte (+4.561), Lazio (+3.758), Campania (+2.967) e Toscana (+2.573).
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=107575


27 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la

Stato di salute in Europa. Le differenze tra residenti e stranieri. Italia tra i Paesi con meno differenze e un livello di buona salute generale più alto

La rilevazione di Eurostat ha confrontato la autopercezione del proprio stato di salute tra i residenti nei Paesi della UE per varie classi di età e distinguendo tra stranieri non UE, stranieri della UE e cittadini dello stato ospitante. La situazione in Italia è tra le migliori in assoluto sia per gli italiani che per gli stranieri residenti.
continua in
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/meloni-pensa-alla-squadra-di-governo-il-pressing-di-fi-e-lega-0a410785-3d60-4669-921c-ba841dfa386b.html


Stop alla precarietà, priorità per il Paese
Patrizia Pallara – collettiva.it

I contratti lampo, di massimo un mese, sono in crescita: più di un terzo delle nuove attivazioni da aprile a giugno, nei settori alberghi, ristorazione, ma anche pubblica amministrazione, istruzione, sanità. Scacchetti, Cgil: “Un dato preoccupante e una dinamica storicizzata nel nostro mercato”. Il sindacato chiede un cambio di rotta, con un contrato unico di ingresso, Statuto dei diritti per tutti, un piano per la piena e buona occupazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/27/news/spot_alla_precarieta_priorita_per_il_paese-2379721/

Da quasi vent’anni con un contratto al mese
Patrizia Pallara – collettiva.it

Precario ma dipendente a tempo sempre della stessa società di trasporto marittimo, Francesco (nome di fantasia per ovvi motivi), ha ricoperto tutte le mansioni, sia a bordo che a terra. Aspetta un tempo indeterminato, sognando una vita “normale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/27/news/da_quasi_vent_anni_con_un_contratto_al_mese-2379724/



Milano: si conclude occupazione del liceo Manzoni

ANSA – Si è conclusa l’occupazione degli studenti al liceo classico Manzoni di Milano per protestare contro la vittoria del centrodestra alle elezioni e contro l’alternanza scuola – lavoro dopo la morte di Giuliano De Seta
“Ci è stato chiesto spesso il perché della nostra azione: la situazione politica e sociale all’esterno della nostra scuola ce lo ha imposto, tra studenti uccisi dall’alternanza scuola lavoro, un’emergenza climatica che devasta e rovina i luoghi in cui trascorriamo le nostre vite, e, in ultimo, la vittoria di un partito che storicamente rimane legato a immagini e retoriche fasciste, spiegano gli studenti in un comunicato in cui annunciano la fine dell’occupazione .
continua in
https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/09/27/elezioni-si-conclude-occupazione-del-liceo-manzoni-a-milano_235c036f-6976-49b8-bba0-d6fe6c471fc5.html


Venerdì 30 settembre corteo contro lo sfruttamento a Pavia

USB in corteo contro lo sfruttamento venerdì 30 settembre dalle ore 19, con ritrovo in fondo a Strada Nuova, lato Ponte Coperto, per attraversare le vie di Pavia!
Sono mille i modi e i mercati in cui veniamo sfruttati intensivamente; a Pavia per esempio non c’è alcuna oasi felice per chi come noi lavora nel mondo della ristorazione, né esistono “casi isolati”: ovunque assistiamo ad abusi mentre da nessuna parte ci vengono riconosciuti i diritti e ben delimitati i doveri. 
Chi studia e lavora in questa città non può più essere carne da macello per l’arricchimento dei padroni di locali e degli altri speculatori, non doveva esserlo in passato e non dovrà esserlo mai più in futuro.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/corteo-contro-lo-sfruttamento-a-pavia-1035-1.html

Torino, contro gli aumenti delle bollette tassare gli extraprofitti delle multiutility! Il 30 settembre presidio davanti a Iren

L’inverno si avvicina e Iren è pronta a staccare teleriscaldamento e acqua calda a chi non riesce a pagare le bollette. Da Torino a Genova e Parma sono ormai già centinaia le minacce di distacco affisse sui portoni dei condomini.
Per quanto Iren abbia dovuto concedere, solo dopo le ripetute denunce e mobilitazioni dei cittadini teleriscaldati, anche l’innalzamento delle soglie Isee e la riconferma del bonus per il 2023, il suo tentativo di ergersi a benefattore elargendo briciole si schianta contro la tutela dei suoi interessi di profitto: o trovi i soldi o stai al freddo.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/torino-contro-gli-aumenti-delle-bollette-tassare-gli-extraprofitti-delle-multiutility-il-30-settembre-presidio-davanti-a-iren-1515.html


Nidi comunali di Ciampino, la lotta per il salario e i diritti non si ferma: il 4 ottobre sciopero del personale educativo

Lunedì 26 settembre le lavoratrici dei nidi comunali di Ciampino organizzate con l’Unione Sindacale di Base sono tornate a farsi sentire davanti agli edifici comunali e a quelli della partecipata Asp di cui sono dipendenti. Nel corso dell’assemblea sindacale tenuta a largo Felice Armati hanno ribadito ancora una volta, che la lotta per il salario e per la difesa dei propri diritti, intrapresa da diversi mesi, non si fermerà per nessun motivo.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/nidi-comunali-ciampino-la-lotta-per-il-salario-e-i-diritti-non-si-ferma-il-4-ottobre-sciopero-del-personale-educativo-1716-1.html


Incidenti sul lavoro: ancora tre morti. Coinvolta l’Italia da Nord a Sud

Il primo incidente nel Cosentino, per un mezzo agricolo ribaltato, il secondo in un’azienda di Teramo dove il dipendente di una ditta esterna è precipitato dal tetto, il terzo nel Torinese, con un operaio ucciso da un macchinario
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/09/incidenti-sul-lavoro-un-agricoltore-muore-schiacciato-dal-trattore-e-un-operaio-precipita-dal-tetto-e33b5eec-b994-487f-8505-e6e95311e2d0.html/


28 settembre: le notizie di Radio Popolare

Le ultime sulla guerra in Ucraina, il primo colloquio tra Meloni e Salvini, l’uragano Ian e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 28 settembre 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30.  Sembra imminente l’annessione dei territori conquistati da Mosca, dove si sono tenuti i cosiddetti referendum con una presunta maggioranza bulgara. Il livello dello scontro tra Cremlino e occidente si è così alzato ancora di più. Europa e Stati Uniti si preparano a nuove sanzioni e l’ambasciata americana a Mosca ha chiesto ai suoi cittadini di lasciare subito il Paese, soprattutto per il rischio di essere arruolati. Oggi il governo di Putin ha respinto l’accusa di sabotaggio dei due gasdotti Nord Stream 1 e 2. Alla Camera il primo faccia a faccia tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini. “C’è grande collaborazione” dicono i due in una nota, ma la leader di Fratelli d’Italia sembra invece puntare a tenerlo fuori dai ruoli chiave del nuovo governo. L’uragano Ian, dopo Cuba, sta per abbattersi sulla Florida ed è classificato come categoria 5, la più alta.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-28-settembre/



Dopo il voto – cronaca della giornata in diretta
Meloni al lavoro sul governo: “Centrodestra unito, pronto a governare”

Giorgia Meloni e Antonio Tajani, immagine di repertorio

Priorità a economia e riforme: Autonomia e presidenzialismo, le sfide. La leader di FdI incontra Tajani. Lollobrigida: “La sovranità ‘Ue va rivista”. Tensioni nel Carroccio. Nel Pd battaglia in vista del congresso
LA DIRETTA
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/meloni-al-lavoro-sul-governo-priorit-a-economia-e-riforme-533163b9-87d1-4b25-8b48-091c782f6c7e.html


Elezioni. Sbarra al Consiglio generale Fit Cisl: “Il nuovo Governo coinvolga nelle dinamiche di decisione il sindacato e il riformismo sociale”

“Le urne hanno dato un risultato netto, affidando un grande onere al centrodestra e al partito guidato da Giorgia Meloni. Il nuovo governo dovrà coinvolgere nelle dinamiche di decisione il sindacato ed il riformismo socialeLa Cisl, come sempre, giudicherà l’albero dai frutti, senza pregiudizi, esercitando la propria soggettività politica con autonomia, cercando il dialogo senza timori, né timidezze”. È quanto ha sottolineato oggi a Roma il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, a margine del Consiglio Generale della Fit Cisl.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/elezioni-sbarra-al-consiglio-generale-fit-cisl-il-nuovo-governo-coinvolga-nelle-dinamiche-di-decisione-il-sindacato-e-il-riformismo-sociale/


Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 217
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-217-d144b274-eaa1-4c88-834c-02fa4e8eb1ec.html

An Orthodox priest conducts a service for reservists drafted as part of the partial mobilisation, during a ceremony of their departure for military bases, in Sevastopol, Crimea September 27, 2022. REUTERS/Alexey Pavlishak

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina, in diretta: i leader filorussi di Luhansk e Kherson chiedono a Putin di annettere queste regioni ucraine

Nel frattempo, riguardo alle fughe di notizie del Nord Stream, mercoledì il Cremlino ha affermato che è “stupido e assurdo” sospettare che dietro di loro ci sia la Russia.

Aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/28/guerre-en-ukraine-en-direct-l-ue-met-en-garde-contre-toute-attaque-ciblant-les-infrastructures-de-nord-stream_6143480_3210.html



Berlino: ‘Nord Stream forse inutilizzabile per sempre’
remocontro.it
IL VIDEO

La Russia intende chiedere una riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sui danni subiti. I servizi di sicurezza in Germania ritengono che i tre tubi dei gasdotti Nord Stream 1 e 2, danneggiati probabilmente da un attacco, potrebbero anche risultare inutilizzabili per sempre.

Da Limes, carta di Laura Canali

continua in
https://www.remocontro.it/2022/09/28/probabile-sabotaggio-del-gasdotto-nord-stream-guerra-di-chi-per-arrivare-a-cosa/


28 settembre
Compagni dai campi e dalle officine…
Notizie sparse raccolte qua e la


USB denuncia gli speculatori: fermate i prezzi di luce e gas e restituite quello che avete rubato. Lunedì 3 manifestazione alla Cassa Depositi e Prestiti

Lunedì 3 ottobre l’Unione Sindacale di Base presenterà alla Procura di Roma una denuncia contro tutte le condotte poste in essere dalle società che commerciano gas, energia elettrica e prodotti petroliferi ai danni della collettività, speculando sulle differenze tra quanto hanno pagato le materie prime e il prezzo al quale ce le stanno rivendendo.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/usb-denuncia-gli-speculatori-fermate-i-prezzi-di-luce-e-gas-e-restituite-quello-che-avete-rubato-lunedi-3-manifestazione-alla-cassa-depositi-e-prestiti-1538-1.html

Il 3 ottobre USB Lombardia manifesta davanti all’Eni di Milano e alla sede di Arera

Il 3 ottobre USB Lombardia parteciperà alla giornata mondiale in difesa della lotta dei lavoratori contro gli aumenti ed il carovita proclamata dalla Federazione Sindacale Mondiale, di cui USB è parte, con una manifestazione che si avvierà con un presidio all’Enistore di Corso Buenos Aires a Milano e si sposterà in corteo alla sede di ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che si trova in piazza Cavour.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/il-3-ottobre-giornata-internazionale-di-lotta-al-carovita-promossa-dalla-federazione-sindacale-mondiale-usb-lombardia-manifesta-davanti-alleni-di-milano-1305-1.html



Caro energia: istruzioni per l’uso
Patrizia Pallara – collettiva.it

L’inverno sarà un salasso per famiglie e imprese, già alle prese con l’impennata delle bollette di gas ed elettricità, che vedranno altri rincari. Per risparmiare, l’unica strada è cambiare fornitore, Commissione europea e governo sono alla ricerca di strategie per limitare speculazioni e consumi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/09/28/news/caro_energia_bollette_gas_guerra_ucraina_extraprofitti_rincari_risparmi-2381441/


Bollette e carovita, le paure degli italiani
Stefano Iucci – collettiva.it

Secondo i risultati del sondaggio il 75% degli intervistati è preoccupato per i rincari dell’energia e più della metà è poco ottimista per il futuro. Miceli, Cgil: la priorità è proteggere le persone
continua in
https://www.collettiva.it/rubriche/osservatorio/2022/09/28/news/osservatorio-2380333/


Mancano 8 miliardi di metri cubi di gas
Patrizia Pallara – collettiva.it

Per l’economista Vincenzo Comito ci attende un inverno al freddo e un rincaro senza precedenti. Ma la soluzione ci sarebbe: puntare sul risparmio energetico e sulle rinnovabili, solare ed eolico, per uscire dalla dipendenza dal gas
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/09/28/news/caro_energia_prezzo_gas_fornitura_russia_inverno_rinnovabili_guerra-2381447/


Marche, 8 assunzioni su 10 sono precarie. Boom degli scoraggiati

Marinucci (Cgil regionale): “Troppa incertezza, ecco perché si fugge dal lavoro. Bisogna puntare sulla qualità”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/28/news/marche_8_assunzioni_su_10_sono_precarie_boom_degli_scoraggiati-2384878/


Acciaierie d’Italia, presidio all’Ispettorato del Lavoro di Taranto: USB presenterà altri documenti e denunce

La manifestazione organizzata dall’Unione Sindacale di Base questa mattina si è tenuta in un luogo simbolo, quello della sede dell’Ispettorato del Lavoro, per lanciare un messaggio a tutte le istituzioni affinché siano accanto ai lavoratori dello stabilimento siderurgico, gestito con  molteplici abusi. Nel corso del presidio, i rappresentanti del sindacato hanno incontrato il direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Taranto, Michele Campanelli.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/acciaierie-ditalia-taranto-presidio-sotto-ispettorato-del-lavoro-usb-presentera-altri-documenti-e-denunce-nel-prossimo-incontro-1727.html


Oristano. Ambiente e cultura per un nuovo sviluppo del territorio
Andrea Sanna e Ivo Vacca – collettiva.it

La scommessa della Cgil Oristano e della sua Scuola del Popolo: un progetto contro la povertà. Con un nuovo ruolo per la Camera del lavoro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/09/27/news/ambiente_e_cultura_per_un_nuovo_sviluppo_del_territorio-2380607/


Napoli. Kimbo: Flai e Cgil, la mancata approvazione del bilancio mette a rischio le prospettive dell’azienda

La risposta dei lavoratori è stata improntata alla massima responsabilità, riprendendo la normale attività lavorativa pur mantenendo lo stato di agitazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/28/news/kimbo_flai_e_cgil_mancata_approvazione_bilancio_mette_a_rischio_prospettive_azienda-2385083/


Aosta. Cogne Acciai Speciali, a ottobre sciopero degli straordinari

Sciopero degli straordinari alla Cogne Acciai Speciali (Aosta) per l’intero mese di ottobre. “L’azienda – spiegano Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil – ha adottato negli ultimi tempi una tecnica particolare. Quella di comunicare ai giornali le decisioni (come la chiusura del forno per due giorni per il caro energia) e di non comunicare nulla ai sindacati. Un atteggiamento padronale che nulla ha a che vedere con i costruttivi e schietti rapporti sindacali, di cui si riempiono la bocca alcuni componenti dei vertici aziendali”.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/09/28/news/cogne_acciai_speciali_a_ottobre_sciopero_degli_straordinari-2383641/


Viterbo. RFI: no al licenziamento repressivo di Viterbo. Se tocchi uno, tocchi tutti

Mercoledì 21 settembre scorso la dirigenza RFI DOIT Roma ha licenziato in tronco un collega del Nucleo Manutentivo Armamento di Viterbo: un licenziamento brutale, senza preavviso, basato su una contestazione disciplinare consegnata 8 mesi dopo i fatti imputati. Un provvedimento disciplinare gravissimo, enormemente sproporzionato rispetto a qualsiasi valutazione si voglia fare di fatti così tardivamente contestati. Il lavoratore ha fornito sensati e puntuali argomenti di chiarimento a discolpa sua e dei colleghi coinvolti nei fatti medesimi, che sono stati sanzionati invece con pene più “lievi” a colpi di 8 e 10 giorni di sospensione: chiarimenti che sono stati completamente ignorati.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/rfi-no-al-licenziamento-repressivo-di-viterbo-se-tocchi-uno-tocchi-tutti-1342.html


Livorno, centinaia di case popolari vuote, ma 35 sfratti eseguiti solo a ottobre: giovedì 29 settembre presidio e conferenza stampa in via Coltellini

35 sfratti solo ad ottobre, oltre 70 nel bimestre in corso, 10 picchetti antisfratto solo nelle ultime settimane, interessate anche famiglie con bambini. Mercoledì 5 ottobre due famiglie con minori rischiano la strada nonostante il riconoscimento formale della morosità incolpevole. Ancora: 5 strutture occupate che ospitano un centinaio di persone in regola con la domanda di emergenza abitativa. Il 6 ottobre verrà pubblicato il nuovo bando ERP. L’ultimo ha visto la partecipazione di oltre 1300 cittadini di cui la stragrande maggioranza è rimasta fuori dalle assegnazioni.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/livorno-centinaia-di-case-popolari-vuote-ma-35-sfratti-solo-a-ottobre-giovedi-29-settembre-presidio-e-conferenza-stampa-in-via-coltellini-1331.html


Marzabotto – Grizzana – Monzuno
29 settembre 1944 – 29 settembre 2022



Dopo il voto – cronaca in diretta della giornata
Meloni prosegue le pre-consultazioni. “Sull’energia serve unità” dice alla vigilia del vertice Ue

Lega: falsi virgolettati per Salvini, sinistra e giornali si rassegnino. Meloni: “Irreali ricostruzioni, lavoriamo su squadra di livello. Il segretario della Lega ha incontrato i parlamentari eletti. Biden: “Visto cosa è successo in Italia?
la diretta della giornata
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/giornata-politica-maratona-29-settembre-2b27b613-62f9-4bba-a848-e2f699772d86.html



Open Day Cisl Siena. Sbarra: “La politica faccia presto assicurando al Paese un Governo ed apra il confronto con le parti sociali”

“L’Europa deve decidere urgentemente di fissare un tetto massimo e calmierato al prezzo del gas, deve liberare risorse per un nuovo Recovery energia finalizzato a conquistare maggiore autonomia energetica, deve rifinanziare il fondo Sure per sostenere il lavoro e misure di protezione sociale delle persone e poi deve tassare i profitti delle grandi multinazionali. L’Europa deve dare un forte segnale così com’è stato dato durante l’emergenza pandemica e così com’è stato sulla guerra in Ucraina su cui l’Europa ha parlato con una sola voce”. Lo ha detto il segretario generale Cisl, Luigi Sbarra all’Open Day organizzato dalla CIsl di Siena.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/open-day-cisl-siena-sbarra-la-politica-faccia-presto-assicurando-al-paese-un-governo-ed-aprire-il-confronto-con-le-parti-sociali/



Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 218
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-218-fd2a0383-6ad5-42c9-b782-4ba87eb7243d.html

I militari russi pattugliano una strada accanto a una statua del fondatore dell’Unione Sovietica Vladimir Lenin (AP Foto)

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina Live: kyiv “non accetterà nessun tentativo da parte della Russia di impossessarsi di nessuna parte del nostro territorio”, lo afferma Volodymyr Zelensky

La linea del presidente ucraino Volodymyr Zelensky è la stessa di Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Canada, che “mai” riconosceranno i risultati dei “referendum” di Donetsk, Luhansk, Zaporizhia e Kherson.

Aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/29/guerre-en-ukraine-en-direct-kiev-n-acceptera-aucune-tentative-de-la-russie-de-s-emparer-d-une-quelconque-partie-de-notre-territoire-declare-volodymyr-zelensky_6143639_3210.html





Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 219
Il conflitto in tempo reale

La diretta
https://www.rainews.it/maratona/2022/09/putin-firma-riconoscimento-indipendenza-kherson-e-zaporizhzhia-oggi-lannessione-aad6e918-60e7-4d16-a5fa-7366e41f7429.html

Foto La Presse

Le Monde – Cronaca in diretta della giornata
Guerra in Ucraina Live: i bombardamenti uccidono più di 20 civili a Zaporizhia, Ucraina e Russia si incolpano a vicenda

Mentre la Russia si prepara a formalizzare l’annessione della regione, dove continuano i combattimenti, giovedì è stato attaccato un convoglio di civili. Un missile ha lasciato un cratere nel terreno al grande mercato automobilistico di Orekhovo.
Aggiornamenti in diretta
https://www.lemonde.fr/international/live/2022/09/30/guerre-en-ukraine-en-direct-un-bombardement-russe-tue-plus-de-20-personnes-a-zaporijia-selon-le-gouverneur-ukrainien_6143791_3210.html



L’inflazione al 10,9% mette in ginocchio la Germania. Popolazioni in piazza in Francia e a Praga
Piero Orteca – remocontro.it

A Berlino l’aumento dei prezzi ha toccato il 10,9%, un livello che non si conosceva da settant’anni. Eurozona verso il 9,7. 2023 con la Germania in recessione, e il resto d’Europa?
A Praga, nella piazza San Venceslao della rivolta storica, 100mila persone a protestare per la crisi che sta colpendo duramente le condizioni di vita.
Manifestazioni anche in Germania, Mecklenburg e Pomerania, nelle quali si chiedeva l’apertura del gasdotto Nord Stream 2 ora fatto saltare.
New York Times: «Le proteste di Praga segnalano un inverno travagliato in vista per l’Europa».
continua in
https://www.remocontro.it/2022/09/30/linflazione-al-109-mette-in-ginocchio-la-germania-popolazioni-in-piazza-in-francia-e-a-praga/



L’influenza di Pechino sull’economia dei Paesi Bassi: oltre 900 le società cinesi sul mercato

Immagine della piazza della Borsa di Amsterdam nel 1600

AGENZIA NOVA – Gli esperti del servizio di intelligence olandese Aivd sarebbero preoccupati per le attività di spionaggio di tali aziende
continua in
https://www.agenzianova.com/news/linfluenza-di-pechino-sulleconomia-dei-paesi-bassi-oltre-900-le-societa-cinesi-sul-mercato/


Attentato suicida in una scuola a Kabul: 19 morti e diversi feriti

Diciannove persone sono rimaste uccise e oltre 40 ferite in un attentato suicida, seguito da una sparatoria in un un centro educativo a ovest di Kabul. L’esplosione è avvenuta all’interno del centro educativo “Kaj”nel quartiere di Dasht al-Barshi, abitato da sciiti. Il portavoce della polizia di Kabul ha confermato l’esplosione e ha detto che la polizia avrebbe fornito maggiori informazioni in seguito.
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/09/attentato-suicida-in-una-scuola-a-kabul-almeno-20-morti-e-diversi-feriti-eda0b835-6f6c-4e83-b8fb-cc70f6feaabe.html

Papa Francesco ai giovani: “Non fate i belli addormentati nel bosco”

AGENZIA NOVA – La necessità di agire è al centro del messaggio inviato da Papa Francesco ai partecipanti al Progetto Orsolino del ‘Patto Educativo Globale’ partito il 15 ottobre del 2021 e che ha coinvolto studenti ed educatori di 19 Paesi dei cinque continenti.
“La bellezza che Gesù ci ha rivelato è uno splendore che si comunica, che agisce – ha detto Bergoglio – una bellezza che si incarna per potersi condividere; una bellezza che non ha paura di sporcarsi, di sfigurarsi pur di essere fedele all’amore di cui è fatta. E dunque anche voi, non potete rimanere dei ‘belli addormentati nel bosco’: siete chiamati ad agire, a fare qualcosa. La vera bellezza è sempre feconda, spinge ad uscire da sé e a mettersi in movimento”, ha concluso il Papa
https://www.agenzianova.com/news/papa-francesco-ai-giovani-non-fate-i-belli-addormentati-nel-bosco/?fbclid=IwAR38LIItly5DxGyr0IGzF6XhJ8HGk7Kme6rla-eTcpA2Sy2jOfmbqpN9FUI


DOPO LE ELEZIONI: ASSEMBLEA NAZIONALE DI CONVERGENZA 1 OTTOBRE ROMA

Siamo alle soglie di un autunno drammatico. L’inflazione e l’impennata dei prezzi dell’energia prefigurano una stagione di pesante peggioramento delle condizioni di vita di ampie fasce di popolazione e di possibile chiusura di moltissime attività economiche. 
Tutto questo dentro un contesto di crisi plurime di un modello economico che ha già prodotto emergenza sociale e povertà, attacco ai diritti del lavoro, una guerra che rischia di precipitare tutte e tutti nel baratro e una crisi eco-climatica che ha mostrato, per tutta l’estate, l’anteprima delle devastazioni possibili.
continua in
https://societadellacura.blogspot.com/2022/09/dopo-le-elezioni-assemblea-nazionale-di.html

Vedi anche
https://www.attac-italia.org/unassemblea-nazionale-per-guardare-avanti/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!