2022 . 07 Luglio (01 – 10 luglio)

Il lavoro, le lotte, la politica giorno per giorno

SITO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

Queste pagine non sono una rassegna stampa, ma la mia personale scelta di notizie, fatti, idee e persone a disposizione di quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose

La mediocrità laboriosa

S’avanza un soggetto politico che lentamente sta finendo di devastare tutto il poco che di vitale è rimasto in quella che fu la politica: il mediocre laborioso.
A Roma il mediocre laborioso per eccellenza è il sindaco Roberto Gualtieri, grandissima delusione anche oltre il pessimismo che caratterizzava la possibilità di dare una sterzata alla Capitale. Ha di buono che perlomeno non insulta i cittadini riempendoli di bugie come faceva la Raggi, ma privare i cittadini di risposte è comunque una dichiarazione d’incapacità. Il problema è che qualcosa, qualcosina, fa o tenta di fare, laboriosamente e mediocremente, come uno studente che domani verrà interrogato, non ci ha capito molto ma qualcosa deve pur presentare all’insegnante per evitare il disastro totale. Perchè il punto è che oltre a non provvedere a risolvere i problemi, dalla questione della mondezza al trasporto pubblico, si è circondato di altri ancor più esperti di lui nella mediocre laboriosità.
continua in
https://diogeneonline.info/la-mediocrita-laboriosa/?fbclid=IwAR19Dr7UGe6q5kw7uKvqNos_-jfv7RqsldCkk532-mWMUAzOknuUiVFdBE8


Fondazione Alex Langer
Euromediterranea è tornata! Euromediterranea ist zurück!

Legami – Beziehungen” sarà un’edizione particolare, in cui riprenderemo il filo con alcuni destinatari del premio Alexander Langer e ricominceremo a confrontarci per agire. Parleremo di costruzione della pace, di convivenza e nonviolenza, di ecopacifismo, del paradigma Balcani, con ospiti in presenza e collegati. 

Il programma in
https://www.alexanderlanger.org/it/0/5051



Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto

Inizia oggi Festivalto, una tre giorni di festa, confronti e riflessioni sulla memoria, sull’ambiente e i cambiamenti climatici. Ci vediamo a Monte Sole questo fine settimana


Il lavoro interroga

“La Cgil si confronta con segretari e rappresentanti dei partiti sui temi della crisi della rappresentanza politica del lavoro, del superamento della precarietà, della pandemia salariale e del fisco, in un “talk” in diretta streaming su Collettiva.it coordinato dalla giornalista Lucia Annunziata.
Introduce i lavori la vice segretaria generale della Cgil, Gianna Fracassi.Tra gli ospiti della politica presenti: Elly Schlein, Roberto Speranza, Giuseppe Conte, Enrico Letta, Ettore Rosato, Carlo Calenda, Nicola Fratoianni, Maurizio Acerbo. Interviene al dibattito il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

Partecipare per contare di più
Roberta Lisi – collettiva.it

Gianna Fracassi, vicesegretaria generale della Cgil, sollecitata da Lucia Annunziata apre l’iniziativa “Il lavoro interroga” e ragiona sulla distanza tra mondo del lavoro e politica. E riflette sul ruolo del sindacato
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/video/partecipare_per_contare_di_piu_-2216019/

Il video integrale dell’incontro

IL DIBATTITO

Urne vuote, democrazia a rischio
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/video/urne_vuote_democrazia_a_rischio-2216435/

La precarietà e come combatterla
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/video/il_lavoro_interroga_2-2216447/

Il lavoro al centro
Giorgio Sbordoni – collettiva.it

Vola alto la Cgil di Maurizio Landini che apre di fatto la stagione del congresso con un confronto schietto e profondo con quella parte di politica che, nonostante alcune evidenti differenze, è più vicina alle sensibilità del sindacato. Due sono le parole d’ordine da riconquistare, la rappresentanza e il lavoro. La sintesi di queste due battaglie è il cuore del messaggio finale di Landini.
video dell’intervento di Landini e continuazione del testo in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/video/il_lavoro_al_centro-2216444/


Prezzi record. L’inflazione schizza all’8% è record da 36 anni

A giugno il tasso d’inflazione sale all’8%, i beni ad alta frequenza del “carrello della spesa” fanno segare addirittura +8,3%. L’Istat: le tensioni continuano a propagarsi dai beni energetici
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/prezzi-record-mai-cosi-dal-1986

1 luglio: le notizie di Radio Popolare

L’inflazione in Italia è arrivata all’8%, i missili russi su un condominio a Odessa e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 1 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’inflazione si fa sentire sul potere d’acquisto in modo sempre più forte: a giugno +8% annuo, il carrello della spesa, i beni essenziali e di largo consumo, +8,2%. A spingere sono i prezzi dei beni energetici e dei carburanti che si ripercuotono su tutta la filiera, e quindi su tutte le categorie di prodotti. In questo contesto di crisi, dalla maggioranza arriva un’altra ipotesi di stretta sul reddito di cittadinanza. I missili russi hanno colpito un’area residenziale nella regione di Odessa, distruggendo un condominio di 9 piani e un centro ricreativo. Lo ius sholae continua a dividere la maggioranza, il testo è contestato da Lega, Fratelli d’Italia e un pezzo di Forza Italia. La Lombardia ha inviato richiesta della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per la crisi idrica. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-1-luglio/

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 128

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/06/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-128-4903fed4-cbe2-43e2-bf77-2f75a37dbbd7.html

Guerra giorno 128: nuova strage di civili e la sorpresa cinese sulle sanzioni
Andrea Lavazza – avvenire.it

I russi lanciano missili imprecisi senza curarsi dei possibili errori, che stanno costando molte vittime. Uno studio sull’export segnala che anche la Cina sta riducendo il flusso di beni verso Mosca
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-128-nuova-strage-di-civili-e-l-effetto-delle-sanzioni


La vergogna del baratto di Svezia e Finlandia con Erdogan: 33 rifugiati curdi in cambio dell’ingresso nella NATO
Paolo Soldini – strisciarossa.it

EPA/WAEL HAMZEH

Un baratto vergognoso, presentato all’opinione pubblica con un’ipocrisia senza fine. Sono parole forti, ma non ne troviamo di più adatte per raccontare quello che è accaduto ieri a Madrid, in margine al vertice della NATO. La Svezia ha venduto alla Turchia la libertà dei rifugiati curdi che si trovano legalmente sul suo territorio e ha ritirato l’embargo alla fornitura delle armi ad Ankara, cosicché le truppe di Recep Tayyip Erdoğan potranno meglio concludere nel nord della Siria l’operazione “Sorgente di Pace” (così si chiama), che consiste nell’ammazzare tutti i curdi che capitano loro a tiro, donne, vecchi e bambini compresi. Anche con le armi svedesi, visto che le avrà.
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-vergogna-del-baratto-di-svezia-e-finlandia-con-erdogan-33-rifugiati-curdi-in-cambio-dellingresso-nella-nato/



Pubblicata una nuova lista di proscrizione

Liste di proscrizione dei ‘putiniani’: «Ministero della Verità» all’Italiana. Grande Fratello e nipotini nani
Ennio Remondino – remocontro.it

Se non lo avete ancora letto, fatelo. «1984», romanzo di George Orwell che ci catapulta in una dimensione distopica governata dal Grande Fratello. Con Winston Smith, impiegato del ministero della Verità, un ente pubblico destinato alla censura della storia.
Ora l’attualità. Dal dramma alla farsa. Dopo la paginata del «Corriere» nuovo elenco incredibile di «dissidenti», Federazione della Stampa e Articolo21 a manifestare ‘preoccupazione e disagio’ per non dire molto peggio. “Il dossier sui giornalisti filoputiniani è una lista di proscrizione”.
Suicidio politico in conto del Partito democratico di una parte di oltranzisti ormai nota per le loro evidenti e indifendibili tendenza censorie
continua in
https://www.remocontro.it/2022/06/30/liste-di-proscrizione-dei-putiniani-ministero-della-verita-allitaliana-grande-fratello-e-nipotini-nani/


Covid Italia, bollettino dell’1 luglio: 86.334 nuovi casi e 72 decessi

Continua a salire la curva epidemica in Italia. Sono 86.334 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore, contro gli 83.274 di ieri ma soprattutto i 55.829 di venerdì scorso,. I tamponi processati sono 316.040 (ieri 296.030) con un tasso di positività che scende dal 28,1 al 27,3%, mai così alto. I decessi sono 72 (ieri 59). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 168.425.
In aumento le ospedalizzazioni: 3 in più le terapie intensive (ieri +13), che diventano così 264 in tutto con 37 ingressi del giorno. E 238 in più sono i ricoveri ordinari (ieri +338) per un totale di 6.592, il 17mo giorno consecutivo di crescita. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/01/news/covid_italia_bollettino_del_1_luglio-356154178/

Covid e lavoro, ecco i nuovi protocolli
Roberta Lisi – collettiva.it

Per Francesca Re David, segretaria confederale della Cgil, è positivo aver definito regole uguali per i lavoratori pubblici e privati. I testi aggiornati prevedono mascherine Ffp2 raccomandate, modalità di ingresso nei luoghi di lavoro, distanziamento e sanificazione, Comitati di informazione e ruolo degli Rls
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/news/tra_raccomandazioni_e_misure_per_la_sicurezza-2217878/

Ma quale grande centro. Il Pd vada alla scuola del sindaco Tommasi: impegno sociale, ascolto, niente arroganza
Roberto Roscani – strisciarossa.it

Che cosa ci dice il voto amministrativo di domenica? La saga delle interpretazioni – notava su Repubblica Cappellini – spinge in tutte le direzioni possibili: più centro, meno centro, più civici, meno civici. Questo campo largo sembra diventare sempre più largo fino a perdere i suoi contorni. Tutte le interpretazioni si possono sostenere intanto perché il voto – e i successi che esso contiene – ha tante facce quante sono state le città in cui si è votato. Ma il fatto che siamo davanti ad elezioni così speciali come quelle dei sindaci credo non debba farci perdere il filo di un ragionamento che in fondo è sotteso a tutte le diverse realtà.
continua in
https://www.strisciarossa.it/ma-quale-grande-centro-il-pd-vada-alla-scuola-del-sindaco-tommasi-impegno-sociale-ascolto-niente-arroganza/

Voto, il centrosinistra ha giocato meglio la partita del “voto volatile”

Le prime annotazioni che possono essere ricavate dalla lettura dei numeri emersi dai ballottaggi per i 13 comuni capoluogo impegnati nelle elezioni comunali del 26 giugno possono essere riassunte nella raccomandazione, per poter esprimere giudizi sulle tendenze espresse dall’elettorato, di leggere attentamente le cifre.
In questi casi non ci può limitare al solo conteggio dei Comuni conquistati o perduti ma è necessario andare a fondo nell’esame di ciò che è realmente accaduto: naturalmente questo lavoro è del tutto parziale essendo stato elaborato immediatamente dopo la chiusura degli scrutini esaminando soltanto alcuni aspetti dell’esito delle urne
continua in
https://www.strisciarossa.it/ballottaggi-il-centrosinistra-ha-giocato-meglio-la-partita-caratterizzata-dal-voto-volatile/

L’acqua marina risale il Po per 30 chilometri; mai successo prima in giugno. A rischio le forniture idriche per 750 mila persone. Dopo le piogge l’epicentro della siccità si estende verso il centro Italia. In Toscana il 90% del territorio è in siccità estrema e non si ferma la riduzione delle portate dei fiumi. Drammatica la stuazione del Lazio: a Roma, da gennaio, è piovuto il 63% in meno, e in provincia ci sono stati, in pochi giorni, 496 interventi dei Vigili del Fuoco per incendi.

https://www.strisciarossa.it/siccita-2/

La guerra dell’acqua è arrivata in pianura
Claudio Jampaglia – radiopopolare.it

Il bacino del Po

La guerra dell’acqua è arrivata in pianura, portata da un anno che somma poca neve, pochissima pioggia, temperature molto alte; oltre alle conseguenze drammatiche per l’agricoltura e soprattutto per le regioni del Delta del Po, la siccità dimostra tutta l’inadeguatezza del sistema regionale e la deriva dell’autonomia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/la-guerra-dellacqua-e-arrivata-in-pianura/



Corridoi umanitari. Il viaggio di 95 migranti dai lager libici all’accoglienza in Italia

Sani e salvi. La “buona pratica” dei corridoi umanitari ha portato in Italia dalla Libia 95 profughi, dribblando trafficanti e marosi, con ingressi programmati e percorsi sperimentati di accoglienza e integrazione. Un flusso da incrementare, chiedono i promotori dei corridoi, di fronte alle crisi nel mondo che quest’anno hanno portato alla cifra record di 100 milioni il numero di sfollati e profughi
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/corridoi-umanitari-dai-lager-libici-all-accoglienza-in-italia-il-traguardo-di-95-africani-e-siriani



Tornano Vanina e Biagio. E per il colpevole non c’è scampo
Valerio Calzolaio – strisciarossa.it

Catania (e Palermo). Febbraio 2017. La mattina del 6, il giorno dopo la festa di Sant’Agata, per caso due studentesse Erasmus francesi scoprono un corpo sgozzato e dissanguato, nell’androne del municipio del capoluogo etneo. Urlano e richiamano le forze dell’ordine. Era dentro una delle due carrozze del Senato, carotide e giugulare recise con un colpo maldestro, probabilmente mirato alla guancia, come se la vittima avesse girato la testa di colpo.
continua in
https://www.strisciarossa.it/tornano-vanina-e-biagio-e-per-il-colpevole-non-ce-scampo/



“Esterno notte” seconda parte: buona la prima

Buona la prima, godetevela, perché la seconda parte del film di Marco Bellocchio sul caso Moro è assai meno valida. Poco Gifuni, poco Servillo, molta Margherita Buy, peraltro in una strepitosa prova attoriale. Il resto è noia. Forse colpa della “serialità” – sarà trasmesso in autunno a puntate dalla Rai – che rende la visione al cinema un po’ lenta? C’è anche questo aspetto, di sicuro, ma non solo. 
continua in
https://www.terzogiornale.it/2022/07/01/esterno-notte-seconda-parte-migliore-la-prima/?fbclid=IwAR3WuYHSXCHV09qWg40mGilNcQ8xNOE7CExi2O_utICyCq393qkb-C6N5kk



1 luglio. “Golpe della Corte suprema Usa”. Vietato vietare l’inquinamento, armi libere per tutti, aborto per nessuna

Una sentenza devastante annulla i poteri regolatori dell’agenzia di protezione ambientale degli Stati uniti. «Golpe della corte suprema Usa», lo chiama Luca Celada, «che in piena paralisi del potere politico sta mettendo in pratica l’autoritarismo della minoranza repubblicana sotto l’impulso della fazione estremista installata da Trump». EPA/VALENTIN FLAURAUD

«Dopo aver abrogato i diritti di metà della popolazione (l’aborto), aver inferto un duro colpo alla separazione di stato e chiesa (preghiere nelle scuole) e aver imposto di fatto il porto d’armi universale, ha emesso la sua sentenza più tossica (letteralmente) con una decisone che devasterà l’ambiente americano e non solo»
continua in
https://www.remocontro.it/2022/07/01/golpe-della-corte-suprema-usa-vietato-vietare-linquinamento-armi-libere-per-tutti-aborto-per-nessuna/



Inchiesta sul Piano Regolatore di Roma
Elisa Benzoni – diogeneonline.info

Se si fa passare la riduzione delle cubature nel piano regolatore come rivoluzione sociale e ambientale per una città con presente e prospettive a crescita zero in termini demografici, vuol dire che c’è qualcosa che non va.
Partiamo dunque da qui. Era il 2008 e il Comune di Roma, guidato da Walter Veltroni, si apprestava a quella che il Comune di Roma stesso celebrava come svolta: il varo del nuovo Piano regolatore generale, a distanza di quarantacinque anni da quello precedente del 1965
continua in
https://diogeneonline.info/inchiesta-sul-piano-regolatore-di-roma/


1 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

La rappresentanza del lavoro
Stefano Milani – collettiva.it

La distanza tra il Palazzo e la piazza si riduce mettendo al centro i bisogni reali delle persone. Buona occupazione, salari dignitosi, fisco più equo: la politica riparta da qui
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/news/la_rappresentanza_del_lavoro-2210773/

Padova. Radio Taxi Padova, licenziate le centraliniste

“Epensare che, neanche tre mesi fa, la Cooperativa Radio Taxi di Padova celebrava i suoi 50 anni di storia esaltando sulla stampa tutti gli obiettivi raggiunti dalla sua costituzione. Ovviamente in quei giorni di massima pubblicità, neanche una parola di ringraziamento alle lavoratrici che hanno operato ai centralini, alcune per più di trent’anni, rispondendo alle chiamate dei clienti 24 ore al giorno moltiplicati per 365 all’anno (festivi compresi). 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/01/news/radio_taxi_padova_licenziate_le_centraliniste-2216466/


Il sindacato contro l’avanzata dell’estrema destra nei luoghi di lavoro

Resistenze, è il titolo della nuova edizione di Cgil Incontri, manifestazione del sindacato pistoiese tornata in presenza alla Biblioteca San Giorgio, dopo lo stop di due anni fa e l’edizione digitale del 2021 a causa della pandemia.Un ritorno che, attorno al tema principale, vede confrontarsi rappresentanti del mondo del sindacato, locale, nazionale e internazionale.Tema del primo dibattito “il sindacato contro l’avanzata dell’estrema destra nei luoghi di lavoro”. Sfondo del confronto i temi della crisi, economica ed energetica e naturalmente il lavoro e i lavoratori
Per saperne di più
https://www.facebook.com/cgil.pistoia/



La riscossa del Sud. Laboratorio permanente
https://www.facebook.com/LaboratorioSud/photos/a.107191248009577/414944953900870/


2 luglio: le notizie di Radio Popolare

Migliaia di persone in piazza per il Milano Pride, la CEI si schiera con lo Ius scholae e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di sabato 2 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Decine di migliaia di persone oggi hanno manifestato per le vie di Milano nonostante il caldo a volte estremo. È stata la giornata del Pride, che si conferma ormai una delle manifestazioni più partecipate in Italia. La Conferenza Episcopale Italiana si schiera apertamente, e non è la prima volta, con lo Ius scholae, strapazzando il dibattito politico. Sinistra Italia ed Europa Verde si alleano per le prossime politiche: nasce “Nuove Energie, l’Italia ecologista civica e solidale”. In Texas la Corte Suprema dello Stato ha ripristinato una legge contro l’aborto che risale al 1925. Una legge che esclude l’aborto in qualsiasi circostanza e che prevede il carcere per le donne che abortiscono. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia 
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-2-luglio/

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 129

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-129-71599e3e-01b5-46b1-b04d-5208360c49e8.html

Guerra giorno 129: Russia avanza nel Donbass, ecco il calcolo delle vittime
Andrea Lavazza – avvenire.it

Stretta finale di Mosca su Lysychansk. Almeno 5mila i civili uccisi finora, ma il bilancio potrebbe essere molto più pesante. Mistero sui caduti fra i combattenti. I due Paesi nascondo tutte le cifre
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-129-mosca-avanza-ecco-il-calcolo-delle-vittime

Covid Italia, bollettino del 2 luglio: 84.700 nuovi casi e 63 morti

Sale ancora la curva epidemica in Italia. Sono 84.700 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore, contro gli 86.334 di ieri ma soprattutto i 56.386 di sabato scorso, un aumento su base settimanale del 50%. I tamponi processati sono 325.588 (ieri 316.040) con un tasso di positività che scende dal 27,3 al 26%. I decessi sono 63 (ieri 72). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 168.488.
In aumento le ospedalizzazioni: 11 in più le terapie intensive (ieri +3), che diventano così 275 in tutto con 40 ingressi del giorno. E 205 in più sono i ricoveri ordinari (ieri +238) per un totale di 7.035, il 18esimo giorno consecutivo di crescita. 
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/02/news/covid_italia_bollettino_del_2_luglio_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-356306293/

Monitoraggio Covid. Siamo in piena ondata estiva: incidenza settimanale tocca quota 763. Indice Rt balza a 1,30 e salgono i ricoveri.  Speranza: “Mascherine fondamentali”

L’incidenza cresce del 50% e anche l’Rt sale dall’1,07 della precedente rilevazione. Per quanto riguarda l’occupazione dei letti sono in aumento le terapie intensive: a livello nazionale il tasso è al 2,6% rispetto all’2,2% di sette giorni fa. Salgono anche i pazienti in Area non critica che si attestano al 10,3% rispetto al 7,9% della scorsa settimana. “Continuare a rispettare le misure comportamentali raccomandate, l’uso della mascherina, aereazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento”. IL REPORT – LE SLIDE DELL’ISS
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=105993

Mediterraneo. 22 migranti morti davanti alla Libia dopo 9 giorni in mare

Lo riferiscono i 60 sopravvissuti, riportati a terra dalla Guardia costiera libica. Il tweet della portavoce dell’Oim: «Questo è previsto, questo è evitabile»
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/22-morti-in-mare-dopo-naufragio-libia-oim


Rapporto Onu. Dieci anni di silenzio in Siria scanditi da 83 morti al giorno
Asmae Dachan – avvenire.it

I danni della guerra a Nairab, nell’area di Idlib – Reuters

Nello studio le cifre del conflitto: 300mila vittime civili tra il 2011 e lo scorso anno. Sul terreno il caos: raid Usa contro capo di al-Qaeda nel nord, mentre Erdogan è pronto alla caccia ai curdi
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/dieci-anni-di-silenzio-in-siria-scanditi-da-83-morti-al-giorno



Verona. La solidarietà di Verona per Marco Campedelli e il senso di una piazza piena
Luca Ciuffoni – veronasera.it

Nonostante la smentita del licenziamento, circa 600 manifestanti hanno partecipato al presidio per il prof di religione del liceo Maffei. «Ci auguriamo di rivederlo tra i corridoi della nostra scuola il prossimo settembre»
continua in
https://www.veronasera.it/attualita/presidio-campedelli-zenti-piazza-signori-2-luglio-2022.html


2 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Pnrr al Sud. 40% ancora non ci siamo
Roberta Lisi – collettiva.it

Il vincolo di risorse europee da destinare al Mezzogiorno non è rispettato. Per Gesmundo, Cgil Puglia, serve una cabina di regia per indirizzare bene i fondi di Nex Generation Eu
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/07/02/news/pnrr_al_sud_40_ancora_non_ci_siamo-2219119/

Università. Per il 2022-2023 per Medicina 14.740 posti e per le professioni sanitarie 31.730. La Ministra Messa firma i decreti

La Ministra dell’Università ha firmato i provvedimenti che definiscono, in via provvisoria, i posti disponibili per l’accesso al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Veterinaria e Professioni sanitarie per l’anno accademico 2022/2023. Per Medicina si registra un aumento del 5%. Per infermieristica la crescita è del 3,5% con 17.997 posti messi a bando. Ecco tutti i decreti
continua in
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=106024

Il tempo è denaro: i numeri di quota 100 e l’ennesimo attacco alle pensioni
coniarerivolta.org

Un recentissimo studio dell’INPS e dell’Ufficio parlamentare di bilancio (Upb) ha fornito cifre interessanti e probabilmente semi-definitive nella loro proiezione sul numero di beneficiari e sull’entità della spesa necessaria a finanziare la misura sperimentale di quota 100. Una misura che ha permesso per il triennio 2019-2021 di andare in pensione anticipatamente a coloro che avessero raggiunto il doppio requisito di 62 anni di età e almeno 38 di contributi versati all’ente previdenziale. Al momento sono pervenute all’INPS 380.000 domande di pensionamento.
continua in
https://coniarerivolta.org/2022/07/02/il-tempo-e-denaro/

Cuneo. Michelin, firmato accordo sugli appalti

Importante accordo di secondo livello siglato questa mattina in Piemonte. Firmatari Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Società per azioni Michelin Italia, obbiettivo regolamentare gli appalti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/02/news/michelin_firmato_accordo_sugli_appalti_a_cuneo-2219210/


Il Pride è una grande casa

Il Milano Pride è prima di tutto la manifestazione dell’orgoglio delle persone gay, lesbiche, bisessuali, transgender, asessuali, intersex e queer: una straordinaria festa di libertà resa possibile dal lavoro congiunto di istituzioni pubbliche, associazioni e realtà commerciali oltre che, naturalmente, dalla partecipazione di migliaia di persone.
continua in
http://www.milanopride.it/it/
https://www.facebook.com/milanopride/


3 luglio: le notizie di Radio Popolare

Il crollo di un seracco sulla Marmolada, la conquista russa di Lysychansk e le altre notizie della giornata

l racconto della giornata di domenica 3 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Un seracco si è staccato dal ghiacciaio della Marmolada, provocando una grossa valanga che ha travolto alcune cordate di alpinisti che stavano risalendo la vetta. La Russia dice di aver conquistato l’intera regione di Lugansk. L’esercito ucraino si è ritirato da Lysychansk, ma secondo Kiev la battaglia per il Donbass non è ancora finita. In Danimarca, un uomo è stato fermato in seguito a una sparatoria avvenuta nel centro commerciale Field ad Amager di Copenaghen. Dopo lo stop avvenuto nel 2020 a seguito di una sentenza della Cassazione, il comune di Milano è tornato a riconoscere i figli di coppie omogenitoriali. A 97 anni è morto Peter Brooks, leggenda del teatro. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia. 
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-3-luglio/


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Sta venendo giù tutto. E noi siamo sotto.
Possiamo unirci al cordoglio istituzionale e cavarcela con qualche frase da bar sugli “alpinisti imprudenti”.
Oppure possiamo unirci al cordoglio nel senso più intimo e reale del termine, fatto di empatia verso le nostre vite, i nostri ghiacciai, il nostro mondo.
Perché la valanga c’è. E non da oggi. E noi ci siamo sotto. E non da oggi
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=446641760803223&set=a.370165178450882


IL COMPLOTTISTA.
Mauro Zani sulla propria pagina Facebook

Per chiarire il post qui sotto.
In Italia ci sono state almeno tre rivoluzioni colorate dopo la lunga stagione dello stragismo.
La prima fu colorata di rosso sangue dalle BR.
La seconda fu tangentopoli con protagonista un magistrato venuto dal nulla.
La terza è stata il “vaffa”.
Tutte e tre avevano cause e radici nella società italiana che certo non vanno ignorate.
E che certo non assolvono le responsabilità della classe politica italiana.
Ma in tutte si è visto lo zampino degli USA, come in tutte le rivoluzioni colorate abortite in giro per il mondo.

https://www.facebook.com/mauro.zani.3

Covid Italia, bollettino del 3 luglio: 71.947 casi e 57 morti

In Italia nelle ultime 24 ore si sono registrati 71.947 casi e 57 morti. Domenica della scorsa settimana erano stati poco più di 48.000. La curva dunque si conferma in aumento ma negli ultimi giorni sembra essersi stabilizzata intorno a un + 40 %. Con 262.557  tamponi il tasso di positività è stabile intorno al 27, 4 %. I ricoverati sono in ulteriore aumento ( + 177) e raggiungono i 7.212. In terapia intensiva ci sono 291 persone ( + 16).
Superato il milione di attuali positivi in Italia. A quanto risulta dai dati aggiornati del ministero della Salute oggi si attestano infatti a 1.009.943 gli attuali positivi al Covid
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/03/news/covid_italia_bollettino_del_3_luglio-356398958/


Johnson, il coatto dell’Occidente
Fabio Marcelli – altrenotizie.org

Il Regno Unito costituisce oggi a ben vedere, forse ancora più degli Stati Uniti, la quintessenza dell’Occidente e ne esprime quindi tutta la devastante e pericolosissima, quanto irreversibile, decadenza. Per lunghi secoli Potenza mondiale dominante, grazie al controllo incontrastato dei mari e a una politica coloniale spietata e genocida in tante parti del mondo, l’Inghilterra, con le sue appendici semicoloniali (Scozia, Galles, Irlanda) assoggettate a loro volta ad asservimento più o meno brutale, oggi uno dei centri della finanza mondiale, pare votata da tempo a un destino di crisi economica, sociale e culturale
continua in
https://www.altrenotizie.org/in-evidenza/9691-johnson-il-coatto-dell-occidente.html



Marco Boato sulla propria pagina Facebook
Oggi ricorre l’anniversario della morte volontaria di ALEXANDER LANGER, avvenuta il 3 luglio 1995. Le sue idee sono più attuali di sempre, a 27 anni dalla sua scomparsa

L’attualità del pensiero di Alex Langer in
https://www.alexanderlanger.org/it



Nuove energie rossoverdi: «Uniti per cambiare l’Italia»

Per spiegare l’intersezione tra i diritti sociali e le tematiche ecologiste, la senatrice Elena Fattori cita una frase attribuita a Chico Mendez: «L’ambientalismo senza lotta di classe è giardinaggio»
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/nuove-energie-rossoverdi-uniti-per-cambiare-litalia/


3 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Almeno 4 i morti sul lavoro questa domenica
OSSERVATORIO NAZIONALE DI BOLOGNA MORTI SUL LAVORO

 Sono stati 4 i morti sul lavoro questa domenica 4 luglio, ma ci sono almeno altrettanti che sono morti in itinere. I morti sui luoghi di lavoro: un artigiano morto dopo giorni di agonia in Val d’Aosta, un pastore che al pascolo con le pecore è caduto in un burrone. Almeno due guide alpine morte ieri sulla Marmolada dove una valanga ha provocato una ventina di morti o dispersi
https://cadutisullavoro.blogspot.com/2022/07/almeno-4-i-morti-sul-lavoro-questa.html?fbclid=IwAR2ijuq0yTVE-jY4MEqrhGsxgdNff5MhufZlwJJ5jM5wnvpTetAhCqB_5aY

Morto operaio Umbra Acque: il cordoglio della Cgil

L’uomo, 57 anni, era in reperibilità e stava recuperando i materiali per un pronto intervento, quando è rimasto schiacciato mentre era alla guida di un mezzo aziendale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/04/news/morto_operaio_umbra_acque_il_cordoglio_della_cgil-2220220/


4 luglio: le notizie di Radio Popolare

Le ricerche sul ghiacciaio della Marmolada, il piano russo per la conquista del Donbass e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di lunedì 4 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Le ricerche proseguono sul ghiacciaio della Marmolada, dove ieri c’è stato il crollo che ha travolto decine di alpinisti ed escursionisti. Sono ancora tredici le persone di cui non si hanno notizie. La guerra in Ucraina va avanti e si concentra sempre di più sul Donbass. La Lega di Salvini continua a perdere consensi a destra, ma stavolta il partito non intende ripetere quanto accadde nel 2019: meglio lasciare al Movimento 5 Stelle il compito di staccare la spina. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia. 
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-4-luglio/

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 131

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-131-4834287e-dd11-4e91-804d-17947548c554.html

Guerra giorno 131: la nuova fase nel Donbass e la repressione interna di Mosca
Andrea Brambilla – avvenire.it

Dopo la caduta di Lysychansk, i combattimenti si spostano nella provincia di Donetsk. Putin ordina di continuare le operazioni come previsto. E la Russia accentua la stretta su ogni forma di dissenso
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-131-la-nuova-fase-e-la-repressione-russa


Dentro la resistenza ucraina
Alona Liasheva e Denys Pilash – jacobinitalia.it

Due esponenti della sinistra radicale ucraina raccontano la situazione nel loro paese e il ruolo possibile della sinistra e dei movimenti sociali
continua in
https://jacobinitalia.it/dentro-la-resistenza-ucraina/


L’insalata rinnegata

La Nato cancella l’insalata russa dal menu“. In realtà il piatto è franco-italiano.

L’insalata in realtà viene chiamata “insalata italiana” in Danimarca, Norvegia e Finlandia;

insalata Oliver” in Russia, Germania e Iran;

in Olanda, “insalata degli Ussari“;

in Lituania “insalata bianca“;

in Francia, Italia, Portogallo, Spagna, Romania e nei paesi dell’ex Impero ottomano “insalata russa“.

Infine, in Croazia, Slovenia e Ungheria “insalata francese“. (Nova).

Da oggi per tutti, è l’insalata rinnegata

https://contropiano.org/corsivo/2022/07/02/linsalata-rinnegata-0150775

Giostra di vertici: Ue, G7, Nato. Un nuovo mondo? Quale?
Ugo Tramballi – remocontro.it

In attesa che qualche esponente politico di credibilità internazionale si decida finalmente a fare il suo mestiere e proponga al mondo una lettura dei fatti oltre la cronaca che sappiamo fare meglio noi, vale la diffidenza. Visti i risultati di certe preziose analisi premi Nobel sull’inflazione che ora ci devasta.
Remocontro vi propone i suoi autori, che certi allarmi li avevano lanciati (inascoltati) prima di altri, e in più contiamo su altre ‘preziose fonti’. Ugo Tramballi, analista, Sole24Ore, Ispi e soprattutto, amico prezioso. Valutazioni non necessariamente sempre condivise ma sempre libere e oneste.
continua in
https://www.remocontro.it/2022/07/04/giostra-di-vertici-ue-g7-nato-un-nuovo-mondo-quale/


L’inflazione, un regalo di Draghi & co.
 Claudio Conti e Guido Salerno Aletta – Contropiano

Più 8% di inflazione (+8,6 nella media europea) significa uno stipendio o una pensione l’anno in meno, per chi ha la “fortuna” di avere un lavoro pagato secondo contratto (che non vuol dire assolutamente “ben pagato”, anzi…)
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/07/04/linflazione-un-regalo-di-draghi-co-0150799

Tomaso Montanari. Il Governo Draghi è davvero intoccabile?
volerelaluna.it

Il mondo si avvia a passo veloce a una fase di guerra, vedremo quanto fredda, tra due blocchi, uno guidato dall’America e uno dalla Cina, ma a leggere i grandi giornali governativi e interventisti la possibile crisi di governo avrebbe come causa i messaggi di Draghi a Grillo su Conte. La luna e l’unghia di un mignolo: perché la vera ragione per contestare questo Governo fino ad uscirne, e se possibile a farlo cadere, è ben più grave, e gravida di conseguenze. Ed è il ruolo dell’Italia nello scontro senza precedenti preparato da una Nato ora apertamente non più alleanza difensiva, ma braccio armato di un aggressivo e risentito primato occidentale che trasforma gli interessi in ideologia. Il vertice di Madrid è stato davvero storico, ma non nel senso sbandierato dai giornali genuflessi al soglio draghiano. Lo è stato perché mette le basi della più grave instabilità internazionale mai registrata dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2022/07/04/il-governo-draghi-e-davvero-intoccabile/



Covid Italia, bollettino del 4 luglio: 36.282 nuovi casi e 59 morti, il tasso sale al 27,9%

Continua a salire la curva epidemica in Italia. Il bollettino giornaliero del ministero della Salute evidenzia che sono 36.282 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore, contro i 71.947 di ieri ma soprattutto i 24.747 di lunedì scorso. Come sempre il lunedì, pochi i tamponi, 129.908 (ieri 262.557), con un tasso di positività che sale dal 27,4% al 27,9%. I decessi sono 59 (ieri 57). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 168.604. In aumento le ospedalizzazioni: 12 in più le terapie intensive (ieri +16) che diventano così 303 in tutto con 27 ingressi del giorno. E ben 436 in più sono i ricoveri ordinari (ieri +177) per un totale di 7.648, il ventesimo giorno consecutivo di crescita.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/04/news/covid_italia_bollettino_del_4_luglio-356506318/

La pandemia del lavoro migrante
Carlo Ruggiero – collettiva.it

Gli anni di emergenza sanitaria hanno colpito duramente i lavoratori stranieri in Italia, invertendo tendenze consolidate. Si registra per la prima volta un calo dell’occupazione e un incremento dell’inattività. I migranti però restano molto attivi a livello imprenditoriale e rappresentano una realtà consolidata nel sistema scolastico
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/07/04/video/la_pandemia_del_lavoro_migrante-2207702/


Scozia, il diritto all’autodeterminazione è una questione europea
Andrea Pisauro – strisciarossa.it

Nicola Sturgeon non ha deluso nemmeno nel passaggio più complicato. Una base esasperata glielo chiedeva da tempo e un annuncio non poteva essere rimandato ulteriormente. Così martedì pomeriggio la prima ministra scozzese ha presentato a Holyrood, sede del Parlamento scozzese, il disegno di legge sul nuovo referendum sull’indipendenza che, nei piani del governo, si terrà il 19 Ottobre 2023, nel 241esimo anniversario della resa degli inglesi all’esercito di George Washington che rese certa l’indipendenza americana. Dunque una data simbolica, su cui mobilitare un popolo attorno a una proposta chiara: un referendum sull’indipendenza dal Regno Unito, lo stesso identico quesito presentato agli elettori nel 2014 e respinto dal 55% dei votanti, guidati nel rush finale degli unionisti dall’ex primo ministro laburista Gordon Brown, born and bred in Scozia, e da roboanti promesse di ridiscutere in senso federale l’assetto del Regno diventate presto lettera morta.
continua in
https://www.strisciarossa.it/scozia-il-diritto-allautodeterminazione-e-una-questione-europea/


Ciao, Maestro
Vincenzo Morvillo – Contropiano

Epoca di avanguardie e sperimentazioni, anche estreme, il secolo breve della scena ha avuto il merito di annoverare, tra le sue fila, Peter Brook.
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2022/07/04/ciao-maestro-0150818



Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto
Il Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto esprime le sue più sentite condoglianze alla famiglia di Giampietro Lippi, in particolare alla moglie Gloria e ai figli. Si è spento non solo un dirigente scolastico, famoso per le sue innovazioni didattiche, ma anche il primo ricercatore che alla fine degli anni ’70 provò a ricostruire la storia della brigata Stella Rossa, intervistandone direttamente i loro protagonisti, allora ancora in vita. All’inizio la sua idea era quella di raccogliere del materiale solo per la sua tesi di laurea, ma la sua ricerca si trasformò presto in un libro che oggi fa parte della storia della Resistenza italiana. Fu il primo a lavorare sulla Stella Rossa, cercandone la verità storica in anni in cui era difficile districarsi tra epopea partigiana e ideologismi di ogni natura. Diede vita ad un libro, ancora oggi insuperato, pubblicato alla fine degli anni ’80, “La Stella Rossa”, a cui seguì poi “Il Sole di Monte Sole” per le scuole. Per l’attività svolta fu insignito della cittadinanza onorario del Comune di Monzuno nel 1993.

Le comunità di Monte Sole non lo dimenticheranno mai.


4 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Sanità verso la privatizzazione: se tre indizi fanno una prova
Ivan Cavicchi – quotidianosanità.it

Con la scusa della semplificazione, senza che Speranza abbia detto una sola parola, ho paura che sia in atto un tentativo di accrescere tout court i profitti della sanità privata ma in ragione di una partita di giro a scapito della sanità pubblica.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=106030


Imasaf, a Cittadella continua lo stato di agitazione

Indetto uno sciopero di 8 ore per la giornata di domani (5 luglio) e altre manifestazioni con corteo per le strade della città
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/04/news/imasaf_a_cittadella_continua_lo_stato_di_agitazione-2221488/


Dialogo SoCiale: Cgil, Cisl e Uil campane a Bruxelles

Si è conclusa la seconda Visita Transnazionale in presenza a Bruxelles, della durata di cinque giorni, che ha visto come partecipanti, in questo caso, le tre delegazioni campane Cgil, Cisl e Uil nell’ambito del progetto DISCUSS: “Dialogo SoCiale in Ue per lo Sviluppo Sostenibile”. La prima visita transnazionale, realizzata a maggio, ha visto la partecipazione delle delegazioni della Basilicata
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/04/news/dialogo_sociale_cgil_cisl_e_uil_a_bruxelles-2220852/


Liguria, Fillea: «in cantiere diminuire i ritmi sopra i 35°»

Sopra quella soglia ridurre il lavoro al cantiere con pause, specie nelle gallerie, o sospenderlo attivando la cosiddetta cassa integrazione per eventi atmosferici. Garantire acqua fresca potabile, sali minerali e spazi idonei freschi dove poter rifiatare
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/04/news/liguria_fillea_in_cantiere_diminuire_i_ritmi_sopra_i_35_-2220762/


Baumann srl, a Verona continua lo stato di agitazione

Dopo ore di sciopero e settimane di protesta, i lavoratori chiedono a gran voce il rinnovo del contratto aziendale, proclamando ulteriori iniziative nelle prossime settimane
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/04/news/baumann_srl_a_verona_continua_lo_stato_di_agitazione-2221395/


Domenica 3 luglio si è concluso a Roma il Meeting della Rete dei Comunisti.
Un incontro che si è svolto su tre giorni, in cui si sono alternati dibattiti pubblici e la discussione dei vari gruppi di lavoro su differenti tematiche; i primi aperti a tutti e a tutte, gli altri “riservati” agli iscritti e alle iscritte della RdC.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/07/04/passione-e-ragione-comunista-0150785


“Ok boomer”? Due parole che archiviano la lotta di classe
Franco Fabbri – strisciarossa.it

Rileggo un mio articolo per Strisciarossa del gennaio 2018. Era a proposito dell’anniversario del Sessantotto, e dedicava qualche paragrafo ai baby boomers, i nati negli Stati Uniti negli anni del secondo dopoguerra, durante il boom demografico di quel periodo. C’era stato un ampio consenso che il Sessantotto, negli Stati Uniti, avesse avuto come protagonisti i baby boomers, che nel periodo fatidico delle proteste degli anni Sessanta avevano intorno ai vent’anni di età.
continua in
https://sentileranechecantano.net/wp-admin/post.php?post=17627&action=edit

Mauro Zani sulla propria pagina Facebook
“MARMOLADA E SICCITA’
(riletture).
“L’atteggiamento dell’intervistatore era quello di un prete che confessa un peccatore, con domande del tipo: cosa hai fatto tu per reagire al cambiamento climatico? Quali sono i tuoi sacrifici?

L’attivista in questione si è trovato ben presto con le spalle al muro. L’identificazione tra politica e morale è talmente paralizzante che non è riuscito a reagire ricorrendo alla più ovvia delle argomentazioni, ovvero che la scala del cambiamento climatico è tale che le scelte individuali non faranno alcuna differenza se non saranno prese e applicate decisioni collettive.

La sincerità e la morale individuale non ha nulla a che fare con il razionamento dell’acqua, non è una misura che si possa lasciare alla coscienza individuale.
Pensare in questi termini significa abbracciare le premesse del neoliberismo.”

Amitav Ghos , La grande cecità. 2016.

https://www.facebook.com/mauro.zani.3

5 luglio: le notizie di Radio Popolare

Le parole di Mattarella sulla strage della Marmolada, le bombe russe a Sloviansk e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedì 5 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Secondo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la strage della Marmolada è il simbolo del cambiamento climatico non governato. L’esame sul Dl aiuti verrà spostato a domani, sarebbe dovuto riprendere in serata, ma non ci sarebbe stato un accordo nella maggioranza sui punti più discussi, superbonus del 110 per cento e termovalorizzatore di Roma. Dopo la conquista della regione di Lughansk, le truppe di Mosca si stanno muovendo sulla città di Slovyansk, il prossimo obbiettivo dell’avanzata. Oltre il 90% dei tassisti ha aderito allo sciopero contro il Ddl concorrenza. È trascorso un anno da quando Raffaella Carrà ci ha lasciati. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia. 
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-5-luglio/

Inflazione, l’adeguamento dei salari è una necessità
Franco Astengo – strisciarossa.it

Nella storia della sinistra italiana l’argomento del rapporto tra tasso d’inflazione e crescita del salario è stato elemento fondamentalmente divisivo e riprenderlo adesso potrebbe apparire ancora elemento per una separazione che al punto attuale andrebbe attentamente rianalizzata per il passato e superata per il futuro.
continua in
https://www.strisciarossa.it/inflazione-ladeguamento-dei-salari-e-una-necessita/


Troppo caldo, troppa gente, effetto Disneyland: ecco perché la montagna è pericolosa
Onide Donati – strisciarossa.it

Cambiamenti climatici e maggiore (eccessiva?) fruibilità della montagna: queste le due cause che sono alla base della tragedia di domenica sulla Marmolada dove il distacco di un enorme “seracco” di ghiaccio ha travolto decine di escursionisti con un bilancio di numerose vittime. Vittorio Ducoli è il direttore del Parco di Paneveggio Pale di S.Martino. Premette di parlare in termini generali ma di affrontare nel suo parco problematiche in parte simili a quelle della Marmolada, anche se la zona delle Pale presenta una orografia più favorevole che riduce i rischi. “Nel nostro territorio – spiega – ci sono due piccoli ghiacciai: uno è ridotto ai minimi termini, l’altro più esposto a nord ha resistito un po’ meglio anche se gli arretramenti sono stati notevoli. Ma il loro destino mi pare segnato”.
continua in
https://www.strisciarossa.it/troppo-caldo-troppa-gente-effetto-disneyland-ecco-perche-la-montagna-e-pericolosa/


Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 132

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-132-65737136-4fb6-4583-8269-f84985b35ad6.html

Guerra giorno 132: : il martellamento russo a Est e la benzina che torna a Kiev
Andrea Brambilla – avvenire.it


Europe for Peace: “Fermare le armi in Ucraina! Giornata nazionale di azione il 23 luglio per una conferenza internazionale di Pace”

Continua l’impegno delle organizzazioni della società civile italiana per chiedere il cessate il fuoco e l’inizio di un percorso di pacificazione in Ucraina. Dopo le manifestazioni, le carovane di pace, le iniziative di solidarietà e gli appelli alla politica delle ultime settimane viene ora promossa una nuova mobilitazione, diffusa su tutto il territorio nazionale, per il prossimo sabato 23 luglio.
continua in
https://retepacedisarmo.org/2022/europe-for-peace-fermare-le-armi-in-ucraina-giornata-nazionale-di-azione-il-23-luglio-per-una-conferenza-internazionale-di-pace/


Covid Italia, bollettino del 5 luglio: 132.274 casi e 94 decessi

Sono 132.274 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 36.282. Le vittime sono invece 94, 35 in più rispetto alle 59 di ieri. Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 464.732 tamponi con il tasso di positività che si attesta al 28,4%, stabile rispetto al 27,9% di ieri. Sono 323 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 20 in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 53. I ricoverati nei reparti ordinari sono 8.003, 355 in più di ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/05/news/covid_italia_bollettino_del_5_luglio_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-356583931/


APPELLO

Lettera aperta sui manuali scolastici e universitari

STORIOGRAFIA. Noi crediamo che, per cacciare davvero la guerra e il patriarcato fuori dalla storia, sia indispensabile cambiare il paradigma culturale, promuovere un sapere diverso da quello appena presentato e dare spazio al racconto della costruzione della pace con mezzi pacifici, mettere in luce il ruolo delle donne e dei popoli che hanno contribuito alle trasformazioni storiche senza ricorrere alle armi; meglio ancora, dipanare per mezzo di queste categorie il filo della Storia intera
continua in
https://ilmanifesto.it/lettera-aperta-sui-manuali-scolastici-e-universitari?fs=e&s=cl&fbclid=IwAR0hKXGGbirGV8TC0vk9BQzVe3VU0y54Wt9CLIC8XoZUA9kddfczZEPgdJY


Giustizia per Willy

Per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, picchiato selvaggiamente il 6 settembre 2020 in piazza Oberdan a Colleferro, sono stati condannati all’ergastolo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, a 23 anni Francesco Belleggia e a 21 Mario Pincarelli. Il ragazzo era intervenuto in una rissa per aiutare un amico. Dall’autopsia è emerso che nessun organo interno era intatto. Sul cuore era presente una lesione di sette centimetri

https://www.strisciarossa.it/giustizia-per-willy/

La Rai sposta Marc Innaro: il corrispondente dei Tg da Mosca finisce in Egitto
open.online

Marc Innaro lascia Mosca. Il corrispondente dalla Russia dei Tg Rai se ne andrà dalla Russia dopo otto anni per tornare in Egitto: ha prestato servizio al Cairo tra 2004 e 2014. Il trasferimento sarà effettivo tra qualche settimana ma lui ha confermato lo spostamento al Fatto Quotidiano: «Sono qui da otto anni, non bisogna essere abbarbicati alla poltrona», dice. Innaro è finito nelle polemiche in questi mesi durante la guerra tra Russia e Ucraina. Durante un collegamento con Tg2 Post alla fine del febbraio scorso aveva detto che «dopo il crollo dell’Unione Sovietica chi si è allargato non è stata la Russia. È stata la Nato». Da quel momento il Tg1 ha smesso di utilizzare i suoi servizi e la sua firma da Mosca. Lui ha continuato ad andare in video su Tg2Tg3RaiNews e Giornale Radio
continua in
https://www.open.online/2022/07/05/rai-marc-innaro-mosca-egitto/


5 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Verso l’Unione Popolare, sabato a Roma assemblea nazionale

Siamo milioni in Italia a ripudiare la guerra e l’Italia in guerra. Condanniamo l’aggressione del Governo russo all’Ucraina, come ogni intervento militare delle grandi potenze della NATO, perché le guerre causano sempre distruzione, colpendo in primis la popolazione civile e portando morte, sofferenza e odio tra i popoli.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/07/05/verso-lunione-popolare-sabato-a-roma-assemblea-nazionale-0150837


Salari. Sbarra al Consiglio generale della Fai Cisl: “Servono misure straordinarie di sostegno al reddito di lavoratori, pensionati e famiglie”

Servono misure immediate di sostegno al reddito di lavoratori, pensionati e famiglie, schiacciati dal potere d’acquisto per quasi 100 miliardi nel solo 2022. Non c’è più tempo per le parole o per le querelle politiche. Per questo chiediamo al governo di convocarci per avviare un tavolo triangolare che permetta di governare le dinamiche dei prezzi e delle tariffe, di elevare retribuzioni e pensioni, di incrementare e redistribuire lavoro e produttività”. Lo ha detto oggi a Milazzo il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra a margine del Consiglio Generale della Fai Cisl (VIDEO). 
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/salari-sbarra-al-consiglio-generale-della-fai-cisl-servono-misure-straordinarie-di-sostegno-al-reddito-di-lavoratori-pensionati-e-famiglie/

La guerra “sdogana” spese e industrie militari come “motori di sviluppo”
Sergio Cararo – contropiano.org

Indubbiamente la guerra in corso in Europa e il clima di militarismo che si respira a pieni polmoni ha fatto saltare tutti i freni inibitori. Complice poi la crisi delle forniture nelle industrie e le incertezze dovute al boom dell’inflazione, stanno avendo vita facile coloro che spingono sul keynesismo militare, cioè una ingente spesa pubblica in materia di armamenti e di tutta la filiera ad essa collegata, inclusa la ricerca e sviluppo.
Insomma la guerra in corso è il carpe diem di tutto il complesso militare-industriale per ipotecare con il proprio peso l’economia e gli assetti produttivi/tecnologici del prossimo futuro
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/07/05/la-guerra-sdogana-spese-e-industrie-militari-come-motori-di-sviluppo-0150800


Maurizio Garuti sulla propria pagina Facebook

È la prima volta che scrivo un romanzo quasi interamente ambientato a San Giorgio di Piano, il paese dove ho trascorso l’infanzia e la giovinezza. È un romanzo d’amore e di guerra, di colpa e di violenza nei rapporti di genere. Questa storia, che avevo orecchiato da bambino mentre i grandi ne parlavano palpitando, giaceva nel fondo della memoria collettiva paesana e andava sbiadendosi col passare del tempo. Una persona che l’ha vissuta sulla sua pelle, Nanni Melotti, me l’ha raccontata, e io l’ho messa in bella, come si diceva a scuola. Ed è nato questo romanzo, “La colpevole”
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5412561242130882&set=a.103781143008945



L’inchino di Draghi al Sultano
Alberto Negri – ilmanifesto.it

Recep Tayyip Erdogan e Mario Draghi ad Ankara – Ap

Tutto si risolve con un inchino al Sultano. «Con i dittatori bisogna essere franchi ma cooperare», disse l’anno scorso Draghi riferendosi a Erdogan e aprendo un caso diplomatico. Dal 2021, con in mezzo la guerra in Ucraina, il caos libico e le tensioni nel Mediterraneo orientale, il presidente del consiglio italiano ha fatto un passo avanti: adesso con il dittatore non solo cooperiamo, ne siamo diventati «amici» come ha detto Draghi ieri a Ankara. Quindi anche complici.
continua in
https://ilmanifesto.it/linchino-di-draghi-al-sultano


6 luglio: le notizie di Radio Popolare

L’era di Boris Johnson sembra essere al capolinea, la lettera di Conte a Draghi e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 6 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dallo scandalo del partygate, alla sfiducia, fino alle dimissioni nel governo: l’era Johnson sembra essere davvero al capolinea. Scampata la crisi imminente, Conte lancia un “penultimatum” accompagnato da una lunga lettera con illustrati nove punti di discussione. Oggi il governatore di Donetsk Kyrylenko ha invitato le persone rimaste a fuggire, per poter attaccare il nemico e portare avanti le operazioni militari. A distanza di tre anni dal voto al Parlamento Europeo, Ursula Von der Leyen vede una spaccatura nella sua maggioranza. A quattro giorni dalla tragedia della Marmolada, si ragiona sulla percezione che si avrà della montagna d’ora in avanti. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/lera-di-boris-johnson-sembra-essere-al-capolinea-la-lunga-lettera-di-conte-a-draghi-e-le-altre-notizie-della-giornata/

Mario Agostinelli. Tassonomia verde, il Parlamento Ue ha tradito il clima e i cittadini

Il 6 luglio 2022 il Parlamento Europeo si è prestato a una mistificazione che sa di scandalo: non respingendo l’atto delegato della Commissione presieduta da Ursula von der Leyen, nella sessione plenaria ha tradito il clima e i cittadini, approvando a maggioranza una serie di norme sulla finanza sostenibile che convoglieranno miliardi di euro in attività che, accelerando il cambiamento climatico, danneggeranno il pianeta e la vita delle nuove generazioni
continua in
https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/07/06/tassonomia-verde-il-parlamento-ue-ha-tradito-il-clima-e-i-cittadini/6652296/

Contro l’inflazione mangia salari sciopero del gas norvegese e il prezzo vola con l’inflazione
Piero Orteca – remocontro.it

Gas, lo sciopero in Norvegia mette a rischio il 60% delle esportazioni. Ripercussioni anche sulla produzione di petrolio. Effetti pesanti sul prezzo del gas che martedì ha raggiunto prezzi record, superando i 170 euro al megawattora.
Lo sciopero degli addetti alle piattaforme petrolifere e del gas norvegesi nel Mare del Nord potrebbe avere conseguenze anche per l’approvvigionamento di altri Paesi europei.
I prezzi crescono molto più degli stipendi e la qualità della vita crolla. Una tassa occulta che colpisce, in particolare, i più poveri.
Avvitamento perverso e l’Europa a passi veloci verso il suicidio

continua in
https://www.remocontro.it/2022/07/06/contro-linflazione-mangia-salari-sciopero-del-gas-norvegese-e-il-prezzo-vola-con-linflazione/

Cabo Delgado, il gas “italiano” al costo di una guerra in Mozambico
Alessandro Gilioli – Radio Popolare

Mattarella è andato a perorare la causa dell’Italia per avere una fetta dell’immenso giacimento di gas naturale trovato sulla costa del nord, nella zona di Cabo Delgado. Nella zona già opera una gigantesca piattaforma galleggiante dell’Eni che ha appena iniziato l’estrazione di GNL, a regime ne produrrà 3,37 milioni di tonnellate all’anno
continua in
https://www.radiopopolare.it/cabo-delgado-il-gas-estratto-dallitalia-al-costo-di-una-guerra-in-mozambico/

La lista nera di Ankara consegnata a Helsinki e Stoccolma

AGI – La rimozione definitiva del veto all’ingresso dei due Paesi scandinavi nell’Alleanza è legata al nodo delle estradizioni chela Turchia pretende da Svezia e Finalndia. Si tratta di una lista di nomi accusati di attività terroristiche di vario tipo, principalmente legate al separatismo curdo e al Pkk
continua in
https://www.agi.it/estero/news/2022-07-06/nato-lista-nera-accusati-terrorismo-pkk-ankara-svezia-finlandia-17339447/


Gad Lerner sulla propria pagina Facebook

“E’ un bel dittatore (e tanti saluti ai curdi)”…
Il titolo che andava fatto sulla visita di Draghi in Turchia
Peccato che in nome dell’atlantismo quasi tutti gli altri giornali abbiano deciso di chiudere un occhio su Erdogan, curdi, libertà d’informazione e diritti umani
https://www.facebook.com/photo?fbid=596382715178822&set=a.212320126918418



Solo una tregua imperfetta può fermare in tempi brevi la guerra
remocontro.it

Da Limes, carta di Laura Canali

L’eterno dilemma tra Giustizia e Pace, letto da Lucio Caracciolo su Limes. «L’odio reciproco e l’indefinitezza degli scopi del conflitto ostacolano un negoziato tra Mosca e Kiev che conduca in tempi brevi a un assetto postbellico stabile duraturo.
«La pace “giusta”, comunque la si voglia definire, implica la guerra a oltranza, all’ombra dell’atomica», avverte Caracciolo. Che non esclude l’esistenza di una trattativa segreta per il cessate-il-fuoco.

continua in
https://www.remocontro.it/2022/07/05/solo-una-tregua-imperfetta-puo-fermare-in-tempi-brevi-la-guerra/


Mondo esplosivo, senza cautele e sonnambuli lucidamente folli
Paolo Favilli – ilmanifesto.it

«Dopo la fine della guerra fredda un sistema globale di stabilità bipolare ha lasciato il posto ad una più complessa e imprevedibile varietà di forze, ivi compresi imperi in declino e potenze in ascesa, una situazione che invita al confronto con l’Europa del 1914» (Christopher Clark, I sonnambuli, 2013). Nota ancora Clark: «Coloro che ebbero la responsabilità delle principali decisioni (…) camminarono verso il pericolo con passi guardinghi e calcolati»
continua in
https://ilmanifesto.it/mondo-esplosivo-senza-cautele-e-sonnambuli-lucidamente-folli?fbclid=IwAR26rQ20vs2k3dPY44cTbocFx0NjF5aZw53H01WgACJGL-JTQsDR6zMA_MY


Armi all’Ucraina: una ferita che resta aperta
Pierluigi Sullo e Livio Pipino – volerelaluna.it

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un articolo di Livio Pepino con due domande, rivolte «agli amici che hanno indossato l’elmetto», sulla congruità dell’invio di armi all’Ucraina da parte della comunità internazionale e sul ruolo di quest’ultima in favore della pace e a tutela dei diritti umani nel mondo (https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/06/28/armi-allucraina-due-domande-agli-amici-che-hanno-indossato-lelmetto/). L’intento era quello di aprire un confronto su quel punto specifico: non l’unico implicato dalla guerra, ma certo tra i più rilevanti. Sino ad oggi l’invito è caduto nel vuoto. È, infatti, pervenuta un’unica risposta, di Pierluigi Sullo, che tratta, peraltro, di questioni generali (già da lui affrontate su queste pagine: https://volerelaluna.it/opinioni/2022/03/29/il-massacro-della-guerra-e-le-ragioni-della-resistenza/assai più che dei temi proposti al confronto. Pubblichiamo in ogni caso, anche in vista di eventuali ulteriori interventi, lo scritto di Pierluigi Sullo con una replica di Livio Pepino. (la redazione)
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/07/06/armi-allucraina-una-ferita-che-resta-aperta/


Crolla la bilancia commerciale tedesca, trema l’Unione Europea
Claudio Conti – contropiano.org

Il Financial Times – giornale economico di portata mondiale – ha messo questa notizia in prima e col titolo a tutta pagina: La Germania accusa il primo deficit commerciale dal 1991. Sui media generalisti italiani si fatica a trovarne traccia, bisogna andare per forza sui giornali economici.
E qui si possono finalmente apprendere una serie di dati che illuminano l’intreccio complesso tra scelte politiche passate, abitudini imprenditoriali perverse, rapporti pericolosi tra economie diverse
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/07/06/crolla-la-bilancia-commerciale-tedesca-trema-lunione-europea-0150848

Covid Italia, bollettino del 6 luglio: 107.786 casi e 72 decessi

Sono 107.786 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 132.274. Le vittime sono invece 72, in calo rispetto alle 94 di ieri. Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 380.035 tamponi con il tasso di positività che si attesta al 28,4%, stessa percentuale di ieri. Sono 325 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, due in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 43. I ricoverati nei reparti ordinari sono ieri 8.220, 217 in più di ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/06/news/covid_italia_bollettino_del_6_luglio_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-356803408/

Covid. Parla Walter Ricciardi: “Si è deciso di non combttere più il virus. Senza interventi su ospedali, scuola e trasporti avremo un autunno disastroso”. E sulla quarta dose non ha dubbi: “Estenderla a over 70 e operatori sanitari”
Giovanni Rodriguez – quotidianosanità.it

“Questo sarebbe il momento di creare un grande piano articolato su diversi punti: proteggere con il vaccino fin da subito le persone più fragili, attrezzare le scuole con sistemi di areazione adeguati, potenziare i mezzi di trasporto pubblico lasciando per questi l’obbligo di utilizzo delle mascherine e allargare immediatamente la platea per la quarta dose anche a over 70 e operatori sanitari. Se non facciamo queste cose è certo che avremo un autunno catastrofico”. Quanto ai nuovi vaccini, “Moderna è quello più avanti nel processo di autorizzazione”
continua in
https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=106101

Caldo, estate 2022 bis del 2003? Prime analisi e tendenze agosto
Luca Lombroso – ilmeteo.net

Maggio e giugno 2022 hanno insidiato il record dell’estate 2003, ma in qualche caso la stagione in corso è stata peggiore. Ecco dove. Le tendenze per fine luglio e agosto indicano ripetute ondate di caldo. Saranno estreme con picchi di calore storici?
continua in
https://www.ilmeteo.net/notizie/previsioni/caldo-estremo-bis-estate-2003-prime-analisi-previsioni-luglio-agosto.html?fbclid=IwAR0DuTkvutMFCzOeKl58r2iKKT_5FX5ZkOGaaN8WDeemz5r9DF8k4QtqiUA


Cambiare modello economico per salvare il pianeta
Roberta Lisi – collettiva.it

I mutamenti climatici dipendono dall’uomo. È una buona e una cattiva notizia: si può intervenire, ma bisogna avere la volontà di farlo. È necessario accelerare la transizione energetica e passare da un’economia lineare che prevede estrazione delle risorse, consumo e scarto, a una circolare. Ne parliamo con Antonello Pasini, fisico del clima al Cnr
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/07/06/news/cambiare_modello_economico_per_salvare_il_pianeta-2224144/

La tragedia della Marmolada e i segnali della montagna
Giovanni Vighetti – volerelaluna.it

Siamo tutti corresponsabili di quanto sta avvenendo, in modo talmente veloce da poterlo vedere in diretta e non nel divenire delle generazioni. Ma le responsabilità hanno pesi e colpe diverse. Anche se tutti, in un percorso virtuoso ancora troppo distante, riuscissimo a correggere una serie di comportamenti/abitudini individuali, la cui somma genera una sensibile quota del killer dell’equilibrio climatico, sarebbe un risultato modesto rispetto all’inquinamento, spesso irreversibile, causato dalle guerre che offendono l’ambiente e l’umanità. 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/07/06/la-tragedia-della-marmolada-e-i-segnali-della-montagna/

Ambiente. «Clima, cambiamento da governare». Ma l’Italia ha un piano fermo al 2017
Daniela Fassini – avvenire.it

Mattarella richiama tutti a «impegni ulteriori». Lo strumento del Cmcc per individuare azioni e strategie di adattamento ai cambiamenti è rimasto nel cassetto
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/clima-cambiamento-da-governare-ma-litalia-ha-un-piano-fermo-al-2017


Migranti
Una geografia delle emozioni raccolte in due anni di lavoro in frontiera
Tania Paolini – strisciarossa.it

“Un viaggio che dura anni cambia la vita, le relazioni e anche la concezione del noi. I rapporti di genere, quelli intergenerazionali e quelli di famiglia sono sottoposti a scelte, a traumi, a separazioni e a ricomposizioni. Gli affetti sono sottoposti a dure prove, a cambiamenti e a nuovi assemblaggi parentali e amicali. Le famiglie si scorporano e si disseminano in nazioni diverse, anche se il desiderio è quello del futuro ricongiungimento. L’attraversamento di tante frontiere necessita anni (più di dieci frontiere dall’Afghanistan)”.
continua in
https://www.strisciarossa.it/una-geografia-delle-emozioni-raccolte-in-due-anni-di-lavoro-in-frontiera/


Morte nel ghetto
Gianni De Giglio – jacobintalia.it

Yusupha Joof è rimasto carbonizzato nel villaggio di baracche del foggiano in cui vivono e vengono sfruttate più di duemila persone. Ci si accorge di loro solo in occasione di tragedie come questa
continua in
https://jacobinitalia.it/morte-nel-ghetto/


6 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

CESENA: ENNESIMO INCIDENTE SUL LAVORO
Davide Fabbri – labottegadelbarbieri.org

C’è stato un infortunio sul lavoro molto grave, alcune notti fa, per una guardia giurata dei «Cittadini dell’Ordine» in servizio a Cesena. I sindacati Cgil, Cisl e Uil stanno monitorando la situazione, per verificare che siano state rispettate scrupolosamente le regole nei soccorsi al lavoratore
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/cesena-ennesimo-incidente-sul-lavoro/

Confcommercio. Le spese obbligate mettono in crisi le famiglie: sono il 43% dei consumi

Il caro-energia si fa sentire: ogni italiano spende più di 1800 euro l’anno per bollette e benzina. La spesa principale resta la casa con oltre 4mila euro
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/confcommercio-spese-obbligate-nel-2022-sono-il-43-dei-consumi

Siccità, non chiamatela emergenza
Patrizia Pallara – collettiva.it

La crisi idrica in atto, causata dai cambiamenti climatici e dalla cattiva gestione della risorsa e delle reti, non è un fenomeno nuovo. Negli ultimi anni le piogge sono diminuite del 5o% e la neve del 70%. E ci attende un peggioramento. Fracassi, Cgil: “Le risorse del Pnrr vanno usate bene e agli interventi va data continuità”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/ambiente/2022/07/05/news/siccita_non_chiamatela_emergenza-2213918/

Firenze. Il futuro della Gkn, una giornata di studi

Una riconversione produttiva partecipata, è con questo orizzonte che sul destino del sito della ex Gkn di Campi Bisanzio, il 7 luglio, si svolge a Firenze un convegno di studi della Scuola Superiore Sant’Anna.
continua in
https://sbilanciamoci.info/il-futuro-della-gkn-una-giornata-di-studi/

Anziani: in Umbria l’estate più difficile

Sindacati dei pensionati: “La pandemia rialza la testa, ma il sistema sanitario è prossimo al collasso. E il taglio dei trasporti peggiora la condizione di isolamento”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/07/06/news/anziani_in_umbria_l_estate_piu_difficile-2226342/

Auto e emissioni nocive: una storia estiva

Il ministro Cingolani, insieme al collega Giorgetti, si è opposto in tutti modi alla soglia del 2035 per la produzione e vendita di auto a energia fossile, una battaglia di retroguardia. Case d’auto e paesi lungimiranti stanno invece velocizzando al massimo la transizione all’elettrico.
continua in
https://sbilanciamoci.info/auto-e-emissioni-nocive-una-storia-estiva/

Bologna. Coc, approvato il nuovo contratto integrativo

Il 70% dei lavoratori e delle lavoratrici della casa farmaceutica ha detto sì al nuovo contratto di secondo livello. Filctem Cgil provinciale: “L’accordo produce miglioramenti sia sul piano delle tutele che su quello salariale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/06/news/coc_approvato_il_nuovo_integrativo-2226430/

Roma. Cgil Cisl Uil e Roma Capitale insieme per le politiche sociali

Firmato un accordo per superare le criticità e i limiti economici, strutturali e organizzativi dell’attuale modello del sistema dei servizi sociali e sociosanitari
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/07/06/news/cgil_cisl_uil_e_roma_capitale_insieme_per_le_politiche_sociali-2226165/


La perdita di personale del Servizio sanitario nazionale: ben oltre le peggiori previsioni
Claudio Banchieri – quotidianosanità.it

Non bastano i programmi di formazione, pur necessari e previsti nel PNRR, non bastano investimenti innovativi, tutti tendenzialmente “labour saving”, servono risorse nuove, qualificate, motivate e oggetto di politiche attive di loro sviluppo professionale e di carriera e nuovi modelli di gestione dei servizi sempre più in una ottica di gestione trasversale per livelli di “intensità di cura” e/o di “livelli di complessità assistenziale”
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=106083

Militanti di Potere al Popolo

Monza Brianza. Technoprobe, firmato il nuovo contratto aziendale

La principale innovazione introdotta riguarda la riduzione dell’orario per tutti i lavoratori a ciclo continuo. Altro importante risultato, l’impegno dell’azienda ad assumere a tempo indeterminato 150 lavoratori entro il 31 maggio 2023. Inoltre, la stabilizzazione dei precari diventa strutturale con l’introduzione dell’obbligo di assunzione a tempo indeterminato dopo 12 mesi di contratto in somministrazione e/o assunzione con contratto a termine
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/06/news/technoprobe_il_nuovo_contratto_aziendale-2226521/


“Compagni sia ben chiaro che questo sangue amaro versato a Reggio Emilia è sangue di noi tutti.”

7 luglio 1960 Reggio Emilia: la polizia spara contro una manifestazione operaia e uccide 5 lavoratori

Lauro Farioli, aveva 22 anni e faceva l’operaio, era sposato e aveva un bambino; Ovidio Franchi, aveva 19 anni e faceva l’operaio; Marino Serri, aveva 41 ed era un pastore, ex-partigiano; Afro Tondelli, aveva 36 anni e faceva l’operaio, ex-partigiano; Emilio Reverberi, aveva 39 anni e faceva l’operaio, ex-partigiano.

Fausto Amodei Per i morti di Reggio Emilia


Sinistra Italiana Roma

11 giorni di incontri per discutere del mondo e della nostra città, per incontrare associazioni e realtà sociali, ascoltare musica, fermarsi al ristorante o al bar

continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=594387828713050&set=a.506738120811355



Antonio Lombisani è morto sotto il sole: è l’ennesimo omicidio sul lavoro
Andrea Umbrello – ultimavoce.it

Antonio Lombisani, 59 anni, sposato, padre di una figlia, era un bracciante agricolo. È morto mercoledì 6 luglio stroncato dal caldo mentre era al lavoro in un agrumeto nella frazione Thiene del comune di Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza. Antonio è stato trovato riverso a terra, alle 14,30 di una giornata in cui la temperatura ha superato i 40 gradi. La Procura della Repubblica di Castrovillari ha disposto il sequestro della salma e l’autopsia per chiarire le cause della morte
continua in
https://www.ultimavoce.it/antonio-lombisani-e-morto-sotto-il-sole-e-lennesimo-omicidio-sul-lavoro/?fbclid=IwAR3_rFyRyLt5r0vFJzcIf0l3faOYdH-5hlDTLLu1D-PDkYqALB4S9TlQg78

Solo pochi giorni fa USB e Rete Iside avevano lanciato il grido di allarme sui pericoli dello stress termico legato alle alte temperature sui luoghi di lavoro. Governo e Regioni, tranne Puglia e Basilicata, nulla hanno fatto però di fronte all’emergenza climatica e alle alte temperature che colpiscono soprattutto il settore dell’agricoltura. Evidentemente si preferisce ossequiare gli interessi dell’agroindustria e della GDO anziché cercare di governare le emergenze.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/bracciante-calabrese-muore-sotto-il-sole-un-omicidio-sul-lavoro-che-poteva-essere-evitato-inascoltato-lallarme-di-usb-e-rete-iside-1230.html


7 luglio: le notizie di Radio Popolare

Il passo indietro di Boris Johnson, la pesante offensiva russa nel Donetsk e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di giovedì 7 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Boris Johnson si è dimesso nel primo pomeriggio da leader di conservatori dopo il diluvio di passi indietro e di sfiducia all’interno del partito. In Ucraina è in corso una pesante offensiva russa sulla regione di Donetsk, nell’est dell’Ucraina. Il governatore della regione ha detto che intensi raid aerei hanno colpito le città di Sloviansk e Kramatorsk. Passa la fiducia alla Camera dei deputati, il provvedimento finale verrà votato lunedì, ma in ogni caso il voto di fiducia c’è stato anche con il sì dei Cinque Stelle. Il prezzo del gas continua a salire: se tre settimane fa ci volevano 90 euro per un megawattora di gas, oggi ce ne vogliano 186 euro. Assolto perché la vittima, con il suo comportamento avrebbe indotto l’imputato a “osare”: è la sentenza della Corte di Appello di Torino in un caso di stupro in cui – si legge – la vittima, non chiudendo il bagno, avrebbe fatto “insorgere nell’uomo l’idea che fosse l’occasione propizia”. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-7-luglio/


Covid Italia, bollettino del 7 luglio: 107.240 casi e 94 decessi

Continua a salire la curva epidemica in Italia. Sono 107.240 i nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore, contro i 107.786 di ieri ma soprattutto gli 83.274 di giovedì scorso. Superata, quindi, quota centomila contagi per il terzo giorno consecutivo. I tamponi sono 378.250 (ieri 380.035) con un tasso di positività che rimane stabile al 28,4%. I nuovi decessi sono 94 (ieri 72). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 168.864. In aumento le ospedalizzazioni: 18 in più le terapie intensive (ieri +2) che diventano così 343 in tutto con 53 ingressi del giorno. E 332 in più sono i ricoveri ordinari (ieri +217) per un totale di 8.552, il 23esimo giorno consecutivo di incremento. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/07/news/covid_italia_bollettino_del_7_luglio_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-356869515/

Covid. La nuova mappa Ecdc: Quasi tutta Europa in rosso scuro

Peggiora ancora la situazione in Europa per quanto riguarda il Covid secondo la nuova mappa dell’Ecdc. Ma come negli scorsi report emerge sempre di più come in molti paesi il livello dei test sia molto basso o non disponibile (colori grigio e grigio scuro) e quindi non consenta un calcolo affidabile.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=106157

Covid. L’appello di Gimbe dopo boom contagi: “Usare mascherine per contenere circolazione virale, scongiurare un lockdown di fatto e arginare il progressivo sovraccarico ospedaliero”

Cartabellotta: “Se il muro eretto dalla vaccinazione ha ridotto ospedalizzazioni e mortalità, oggi l’utilizzo della mascherina rimane lo strumento più efficace per arginare la diffusione del virus: utilizziamola, facciamolo per la nostra salute, per i professionisti sanitari stremati da due anni e mezzo di pandemia, per l’economia del nostro Paese e per non ritrovarci nuovamente con gli ospedali in sovraccarico che causano inaccettabili ritardi alle cure di tutti i cittadini”. LE TABELLE.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=106127


Libertà e responsabilità verso se stessi e gli altri: questa è la regola della montagna
Oreste Pivetta – strisciarossa.it

Un grande alpinista del passato, una grande persona, Cesare Maestri, diceva in modo assai brusco: “In montagna andate come volete. Basta che non rompiate le scatole agli altri”. Lo diceva lui, che, essendo un fuoriclasse della arrampicata, aveva compiuto decine e decine di salvataggi e purtroppo, tante volte era salito in parete per recuperare cadaveri di amici caduti e rimasti appesi nel vuoto ad un filo di corda. Immagine terribile. Ma anche questa è la montagna. Lo ha raccontato nei suoi libri.
continua in
https://www.strisciarossa.it/liberta-e-responsabilita-verso-se-stessi-e-gli-altri-questa-e-la-regola-della-montagna/

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 134

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-134-5a9f7453-9b11-4cbe-aa74-505e564b4ed7.html

Guerra giorno 134: Mosca “saluta” Johnson e sul terreno adesso si spara meno
Andrea Brambilla – avvenire.it

Kiev ringrazia il premier britannico, sostenitore della resistenza, il Cremlino esulta. Per la prima volta la Russia non rivendica guadagni territoriali, forse è segno del rallentamento dell’offensiva
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-134-mosca-saluta-johnson-meno-combattimenti

Ucraina. L’Italia non violenta verso Kiev: insieme in marcia per la pace

È un’estate sempre più calda, quella dei pacifisti italiani. Un ponte ideale unisce infatti il nostro Paese all’Ucraina, dove in questi mesi e nelle prossime settimane si sono svolte e si svolgeranno manifestazioni a sostegno dell’immediato cessate il fuoco. L’obiettivo dei movimenti in campo è quello di allargare il più possibile il consenso e la mobilitazione al resto d’Europa. Era il 1° aprile scorso, quando la prima Carovana della pace arrivò a Leopoli, con 70 automezzi e 30 tonnellate di aiuti, riportando in Italia 300 profughi. Dopo le manifestazioni nelle grandi città italiane, da Roma a Firenze, con l’impegno di molte sigle del mondo cattolico in prima linea, per la prima volta #Stopthewarnow varcava i confini nazionali. Il 24 aprile, intanto, nuovo impulso alla domanda di pace arrivava dall’edizione straordinaria della Perugia-Assisi. 
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/Pagine/mean-a-kiev

Tacciano le armi, negoziato subito
sbilanciamoci.info

Le principali reti pacifiste e delle organizzazioni della società civile del nostro paese hanno deciso di raccogliersi nel cartello Europe for Peace. Chiedono congiuntamente che l’Italia si impegni per un immediato cessate il fuoco affinché riprendano i negoziati. Da il manifesto.
continua in
https://sbilanciamoci.info/tacciano-le-armi-negoziato-subito-2/

Gli scenari possibili dopo le dimissioni di Boris Johnson

Un processo di dimissioni a tappe destinato a lasciare il Regno Unito in uno stato di sospensione per tre mesi, carico d’incognite e la cui tenuta resta tutta da verificare. Ma che almeno sembra allontanare l’ombra dei timori di una crisi istituzionale con la 96enne regina Elisabetta. E’ lo scenario che si delinea oggi a Londra dopo l’annuncio delle dimissioni di Boris Johnson da leader del Partito Conservatore, forza largamente di maggioranza alla Camera dei Comuni, con l’impegno a lasciare in automatico anche la carica di primo ministro solo dopo l’elezione di un successore alla testa dei Tory: attesa per ottobre, complice il recesso del Parlamento per la pausa estiva che scatta fra due settimane
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/07/gli-scenari-possibili-dopo-le-dimissioni-di-johnson-a8c83108-57df-439a-98e7-f9722a9ca520.html

La NATO diventa globale, l’egemonia Usa indebolisce l’Europa
Paolo Soldini – strisciarossa.it

Al recente vertice della NATO a Madrid hanno partecipato anche i leader di Australia, Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud. Nel comunicato finale, per la prima volta nella storia dell’Alleanza, è stata citata la Cina con la sua “influenza crescente sui vicini meridionali dell’Alleanza” esercitata insieme con la Russia (Russia’s and China’s increasing influence in the Alliance’s southern neighbourhood). Proprio nel momento in cui con la prospettiva dell’ingresso di Svezia e Finlandia si rafforza in Europa, nella sua (apparente) core mission di garantire la sicurezza in questo continente, la NATO cambia natura e obiettivi e diventa alleanza globale. Una sola cosa resta immutata: il ruolo di guida, politico e militare, degli Stati Uniti.
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-nato-diventa-alleanza-globale-legemonia-americana-divide-e-indebolisce-leuropa/

Accoglienza. Tutto il deludente pragmatismo dell’abbraccio Draghi-Erdogan
Maurizio Ambrosini – avvenire.it

Draghi aveva fama di uomo pragmatico e competente, ma anche di solidi ideali. Dopo la visita in Turchia e l’incontro con il presidente Erdogan, rifulge il pragmatismo, si appanna la percezione di un’adeguata competenza in materia di migrazioni e politiche migratorie, appassisce purtroppo il profilo ideale. Il nostro premier ha pubblicamente abbracciato la retorica di un’Italia sottoposta a un afflusso insopportabile di persone in cerca di asilo, e di conseguenza pressoché obbligato a chiedere aiuto all’’amico’ Erdogan per contenerli
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/tutto-il-deludente-pragmatismo-dell-abbraccio-draghierdogan

7 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

In Europa si danno tutti da fare per riformare il lavoro
Davide Orecchio – collettiva.it

La Germania aumenta il salario minimo, la Spagna vara una legge epocale contro la precarietà, molti Paesi sperimentano la settimana corta. E la “Repubblica fondata sul lavoro” cosa fa?
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/07/07/news/in_europa_si_danno_tutti_da_fare_per_riformare_il_lavoro-2213560/


La truffa del cuneo fiscale
coniarerivolta.org

Periodi duri come quello attuale richiedono misure straordinarie. Tra disoccupazione, inflazione galoppante e insicurezza economica crescente, servirebbero ricette innovative e di ampia portata a favore dei lavoratori. Di sicuro i partiti non stanno lavorando sull’innovatività, ma sembrerebbero almeno dedicarsi ad un intervento di dimensioni ragguardevoli
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/07/07/la-truffa-del-cuneo-fiscale-0150874


Stellantis, ancora uscite incentivate

“Sono altre 1.820 le uscite incentivate dagli enti centrali, dalle aree di staff e dagli stabilimenti di Termoli, Verrone, Pratola Serra e Melfi, che la Fiom ha deciso di non firmare. Se si considerano le uscite già previste fino ad oggi, si arriva a oltre 4.000 lavoratrici e lavoratori in meno dal 2021”. Così Simone Marinelli, coordinatore nazionale automotive per la Fiom Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/07/news/stellantis_ancora_uscite_incentivate-2227528/


Infortuni sul lavoro, 2022 anno nero in Abruzzo

Con un +66% nel confronto tra i primi 5 mesi degli ultimi due anni, la regione vive una situazione drammatica
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/07/news/infortuni_sul_lavoro_2022_anno_nero_in_abruzzo-2226966/


Il collo di bottiglia
Lorenzo Zamponi – jacobinitalia.it

Entra in vigore la riforma del precariato universitario. Ma senza finanziamenti e fondi per la ricerca ogni buona intenzione è destinata a naufragare
continua in
https://jacobinitalia.it/il-collo-di-bottiglia/

Lombardia, accordo sui driver di Amazon

Dopo la mobilitazione dei driver del mese di giugno, Assoespressi, associazione datoriale della filiera Amazon lombarda, ha firmato l’accordo con Filt Cgil, Fit Cisl e Uilt.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/07/news/lombardia_accordo_sui_driver_di_amazon-2227531/


Campania. Agricoltura: sindacati, stop lavoro nelle ore più calde

Stop al lavoro in agricoltura nelle ore calde della giornata. A chiederlo sono Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil della Campania, con una lettera indirizzata al presidente della Regione Vincenzo De Luca, sollecitando le istituzioni ad adottare un provvedimento che vieti alle aziende di far lavorare gli addetti agricoli, soprattutto impiegati in campi e serre, nelle ore con le temperature più elevate
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/12/news/agricoltura_sindacati_stop_lavoro_nelle_ore_piu_calde-2238768/


Abruzzo, Pronto Soccorso simbolo della crisi di sistema

La Fp Cgil regionale lancia l’allarme: “si rischia lacerazione del tessuto sociale, con problemi di ordine pubblico fino a una frattura democratica”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/07/07/news/abruzzo_pronto_soccorso_simbolo_della_crisi_di_sistema-2226618/


Melfi (Potenza). Stellantis, forte preoccupazione per il futuro

Fiom Cgil: “L’area lucana è lo specchio di una situazione di crisi più generale dell’automotive nel nostro Paese. La transizione verso l’elettrico non è ancora iniziata, è evidente, quindi, che se non s’interviene urgentemente, c’è il rischio di una dismissione industriale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/06/news/stellantis_forte_preoccupazione_per_il_futuro-2226433/


Concia, il governo deve intervenire

Paoloni, Filctem Cgil: “Il settore ha bisogno di attenzione, con politiche dedicate a tutto il sistema al fine di migliorare la qualità, soprattutto per aiutare la filiera delle piccole e medie industrie, su cui poggia l’infrastruttura della moda e del made in Italy”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/07/news/concia_governo_deve_intervenire-2227504/


Ravenna. E’ uscito il nuovo numero di #App – Appunti dal lavoro, periodico di informazione della #CgilRavenna.
🚩#LUGLIO2022
Questi gli articoli che troverete (scarica l’allegato per leggerlo): 
https://bit.ly/appluglio22

continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=467275022066416&set=gm.1099656807565044


Pesaro-Urbino 8 luglio l’incontro tra Pedretti (Spi) e Don Ciotti
A cinque anni dalla scomparsa del sindacalista Filiberto Gargamelli, venerdì 8 luglio, alla Fattoria della Legalità di Isola del Piano, il sindacato pensionati Cgil provinciale organizza un incontro con don Luigi Ciotti e Ivan Pedretti, segretario generale nazionale dello Spi Cgil.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/07/news/pesaro-urbino_l_8_luglio_l_incontro_tra_pedretti_spi_e_don_ciotti-2227249/


Buon compleanno Fillea

Dall’8 al 10 luglio una tre giorni a Roma per concludere le celebrazioni per i primi 136 anni del sindacato degli edili Cgil. Partecipano tra gli altri i ministri Orlando e Speranza. Verranno presentati una mostra, un libro, un documentario e un’opera d’arte originale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/05/video/buon_compleanno_fillea-2223813/


In Germania grazie al biglietto a nove euro al mese sono aumentati i mezzi ed è diminuito il traffico.

(…) in 23 delle 26 principali città della Repubblica federale le lunghe code di auto nelle ore di punta sono praticamente scomparse, come prova lo studio presentato ieri da «Tom-Tom International» per conto dell’agenzia Deutsche Press Agentur
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10227663940892197&set=a.1047502115935



A Bologna lo sport ripudia la guerra a partire dalle parole: nè ‘attaccanti’ nè ‘cannonate’ o ‘bombe’

DIRE – Con la guerra vera alle porte dell’Europa, lo sport prova a spogliarsi dei “clichè” bellici e perfino del linguaggio plasmato su quello militare: niente “attaccanti” e “difensori”, nè “bombe” o “cannonate”. Succede a Bologna, dove da venerdì a domenica si svolgerà la prima edizione dei Giochi antirazzisti. Un “festival contro contro le discriminazioni e tutte le guerre”, che andrà in scena al centro sportivo Bonori con il supporto e la partecipazione di diverse realtà come Arci, Arci solidarietà, Estragon e Bologna rugby
continua in
https://www.dire.it/07-07-2022/758893-a-bologna-lo-sport-ripudia-la-guerra-a-partire-dalle-parole-ne-attaccanti-ne-cannonate-o-bombe/


Cgil Reggio Emilia: fermare la mattanza sul lavoro

A Reggio Emilia si continua a morire di lavoro. Nella mattinata di ieri a Novellara un autotrasportatore di origine polacca è deceduto mentre svolgeva il proprio lavoro. Poco dopo, sempre a Novellara, un altro infortunio, fortunatamente non mortale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/08/news/cgil_reggio_emilia_fermare_la_mattanza_sul_lavoro-2228979/

8 luglio: le notizie di Radio Popolare

Il rapporto annuale dell’Istat, la conclusione del G20 di Bali e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 8 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il rapporto annuale dell’Istat descrive l’Italia come un paese dove la sofferenza sociale è aumentata e rischia di aumentare ancora di più. A Bali è andata in onda la rappresentazione della nuova Cortina di Ferro: da una parte gli Stati Uniti, l’Europa e l’Ucraina, dall’altra la Russia e in mezzo il gruppo dei paesi che, come una volta, si potrebbero definire non allineati. Un tribunale di Mosca ha condannato a sette anni di reclusione l’oppositore Alexei Gorinov. L’ex premier giapponese Shinzo Abe è stato ucciso da un attentatore nella città di Nara. L’ex presidente della FIFA Joseph Blatter e l’ex Presidente della Federazione Europea del calcio Michel Platini sono stati assolti dall’accusa di truffa. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-8-luglio/

Rapporto ISTAT 2022. In Italia 5,6 milioni di individui in povertà assoluta, triplicati dal 2005

Il reddito di cittadinanza ha “salvato” un altro milione di persone. 4 milioni di lavoratori poveri con redditi annui al di sotto dei 12mila euro. L’inflazione aumenta le diseguaglianze
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/istat-rapporto-poverta-2021

Il rapporto
https://www.avvenire.it/economia/pagine/istat-rapporto-poverta-2021

L’Europa delude tutti su gas e nucleare tranne le lobby
Maria Grazia Midulla – sbilanciamoci.info

Gas e energia nucleare entrano nella tassonomia verde dell’Unione europea in spregio alla volontà dei cittadini e in soccorso alle lobby francesi e non solo del fossile. Le associazioni ambientaliste impugneranno questa operazione di greenwashing fuori dalla storia in tutte le sedi.
continua in
https://sbilanciamoci.info/leuropa-delude-tutti-su-gas-e-nucleare-tranne-le-lobby/

Mozambico, alla ricerca del prezioso gas
Alessandra De Martini – ilcaffegeopolitico.net

Come altri Paesi africani, anche il Mozambico, che in questi giorni ha accolto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, esporterà GNL in Europa. Il progetto rientra nella più ampia visione europea per la de-russificazione delle forniture energetiche, divenuta una priorità in seguito allo scoppio della guerra in Ucraina
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/952544/il-prezioso-gas-del-mozambico

La parabola di Johnson, il bugiardo lascia in eredità Brexit e populismo
Andrea Pisauro – strisciarossa.it

Scene da fine impero a Londra. Dopo due giornate surreali in cui la processione di dimissioni di cinquantatré tra ministri e sottosegretari svuotava i palazzi del potere, Boris Johnson era trincerato a Downing Street rifiutando di dimettersi di fronte a mezzo governo che lo implorava. Si distingueva il nuovo cancelliere dello scacchiere Nadhim Zahawi che chiedeva pubblicamente le dimissioni della persona che lo aveva assunto meno di trentasei ore prima.
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-parabola-di-johnson-il-bugiardo-lascia-in-eredita-brexit-e-populismo/


L’ultima spiaggia dell’Occidente neoliberista
Francesco Piccioni – contropiano.org

Uno spettro si aggira per le capitali dell’Occidente: la crisi del potere politico. Ci perdonerete il “furto” dell’incipit più famoso della letteratura rivoluzionaria, ma in effetti ci troviamo in difficoltà nel dover sintetizzare quanto sta avvenendo nelle principali cancellerie dell’Occidente neoliberista.
Sarà bene andare con ordine, ossia per singolo paese, e poi vedere se c’è un trait d’union tra le diverse crisi
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/07/08/lultima-spiaggia-delloccidente-neoliberista-0150915


Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 135

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-135-b21e70f2-108a-4f8c-879c-100eb66ae2e4.html

Guerra giorno 134: Mosca “saluta” Johnson e sul terreno adesso si spara meno
Andrea Brambilla – avvenire.it

Kiev ringrazia il premier britannico, sostenitore della resistenza, il Cremlino esulta. Per la prima volta la Russia non rivendica guadagni territoriali, forse è segno del rallentamento dell’offensiva
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-134-mosca-saluta-johnson-meno-combattimenti


La questione idrica meridionale
Federico Scirchio – jacobin.it

Il governo ha decretato lo stato d’emergenza per la siccità sulle regioni del Nord. Escludendo così il Sud e le isole, dove sarebbe ancora più necessario un piano di ammodernamento delle infrastrutture
continua in
https://jacobinitalia.it/la-questione-idrica-meridionale/

Perché la costruzione di nuovi invasi non è la soluzione alla crisi idrica
Duccio Facchini – altreconomia.it

La grave siccità in corso va approcciata affrontando le cause e non i sintomi, spiega il Centro italiano per la riqualificazione fluviale. Realizzare ulteriori bacini artificiali senza toccare lo sperpero idrico del modello agricolo intensivo è una strategia senza futuro, contraria alle strategie europee di tutela e ripristino della biodiversità
continua in
https://altreconomia.it/perche-la-costruzione-di-nuovi-invasi-non-e-la-soluzione-alla-crisi-idrica/?fbclid=IwAR0wy-d9lbYDPGwwJtNzVQsm2vPZ-RhNDVP2U–_jrRXZnpXmo7YlwwdMsEin


Covid Italia, bollettino dell’8 luglio: 100.690 nuovi casi e 105 morti

Sono 100.690 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del Ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 107.240. Le vittime sono invece 105 in aumento rispetto alle 94 di ieri. Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 371.874 tamponi con il tasso di positività che si attesta 27%, stabile rispetto a ieri. Sono 361 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 18 in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 51. I ricoverati nei reparti ordinari sono 8.632, 80 in più di ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/08/news/covid_italia_bollettino_dell8_luglio_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-357046168/

Covid. Istat: “Italia insieme alla Spagna fra i paesi più colpiti nella Ue nel biennio 2020-2022”

Pubblicato il rapporto Annuale dell’Istituto. Il nostro Paese, però, emerge a livello europeo, secondo i dati raccolti da Eurobarometro, come quello con la maggiore adesione alle politiche sanitarie adottate a livello governativo. L’assoluta utilità dei vaccini nel contenere la diffusione delle complicanze della pandemia viene riconosciuta in Italia da quasi 9 persone adulte su 10, e altrettanti li ritengono del tutto sicuri. IL RAPPORTO
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=106162

Giappone. Ucciso l’ex premier Shinzo Abe. Fermato l’uomo che ha sparato

L’ex primo ministro è deceduto in ospedale dopo essere stato colpito da almeno due proiettili mentre teneva un comizio
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/giappone-attentato-ex-premier-abe

Giappone. Ucciso Shinzo Abe, il pasdaran del militarismo nipponico
Rino Condemi – contropiano.org

Nazionalista convinto, Abe riteneva che il Giappone non doveva continuare a scusarsi per la brutale colonizzazione di altri Paesi asiatici prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, atteggiamento che ha spesso provocato tensioni con la Corea del Sud e con la Cina. Abe è stato il premier del rafforzamento degli stretti legami con gli Stati Uniti. Durante il suo mandato Abe aveva rafforzato gli apparati militari del Giappone con nuove armi, nuove forze anfibie e una legge che consente alle forze giapponesi di cooperare militarmente più strettamente con gli Stati Uniti al di fuori dei confini del Giappone.
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/07/08/giappone-ucciso-shinzo-abe-il-pasdaran-del-militarismo-nipponico-0150917


Gramsci, Togliatti, Berlinguer: icone che l’arte non ha saputo raccontare
Vichi De Marchi – strisciarossa.it

Renato Guttuso: Funerali di Togliatti

Tre grandi leader hanno segnato la storia della sinistra, del Pci e dell’ItaliaGramsciTogliatti e Berlinguer. La loro storia, le loro diverse personalità e i differenti stili di leadership ci sono stati raccontanti dalla politica, dalla critica marxista, dagli storici e dai politologi. Molto meno lo hanno fatto cinemaletteraturaarti figurative. O per lo meno, vi abbiamo prestato una minore attenzione, quasi che un’indagine delle arti nel pubblico e privato dei tre grandi leader intaccasse la “sacralità” delle loro figure e l’identificazione militante di milioni di persone. Chi non ricorda gli immensi funerali di Berlinguer e lo storico affacciarsi del leader fascista Almirante alla camera ardente per rendere omaggio a un avversario irriducibile eppure rispettato? O il fiume di persone che accompagnò il funerale di Togliatti? O la vita di Gramsci in carcere, la nascita del quotidiano l’Unità, i sempre attuali Quaderni?
continua in
https://www.strisciarossa.it/gramsci-togliatti-berlinguer-icone-che-larte-non-ha-saputo-raccontare/

“Gramsci, Togliatti, Berlinguer. Tre idee per il cinema e la letteratura” di Ivano Azzellino, (tab edizioni, 2022)



Don Andrea Gaggero
Leonardo Cecchi sulla propria pagina Facebook

Lo torturarono per quaranta giorni di fila. Botte, sevizie, privazioni di ogni genere. Lo massacrarono, dentro e fuori, in quello che fu un inferno. Volevano i nomi dei suoi compagni, dei partigiani, ma lui rimase muto
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=660225365461010&set=a.565500348266846


8 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Pensioni. Ferrari, Cgil: superare davvero la Fornero

Bisogna riprendere il tavolo di confronto, altrimenti i sindacati sono pronti a intensificare le proprie iniziative. Le proposte: 41 anni di contribuzione per tutti e flessibilità in uscita dai 62 anni. Opzione donna va prorogata, ma non basta
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/07/08/news/pensioni_ferrari_cgil_superare_davvero_la_fornero-2228790/

L’Inps e la trasformazione digitale in Lombardia

Intervista ad Antonella Trevisani, coordinatrice Fp Cgil, dopo il convegno che la categoria nazionale – v. https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/06/30/news/fp_cgil_7_luglio_iniziativa_sull_inps_digitalizzazione_e_servizi_alla_cittadinanza_quali_prospettive_-2213922/ ha dedicato al tema della digitalizzazione e dei servizi sempre più innovativi per il sistema Paese
continua in
https://fpcgil.lombardia.it/2022/07/08/linps-e-la-trasformazione-digitale-in-lombardia/?fbclid=IwAR0UYyXJMWbaX7dx9JmbZZNe_PWS7DLnAuwM59u-a5cVL5YTn7RGeOx69yY


FIOM Nazionale

Presidio delle lavoratrici e dei lavoratori #Whirlpool davanti alle Prefetture di #Ancona #Caserta e #AscoliPiceno per chiedere al governo di convocare la multinazionale americana per avere chiarimenti sulle prospettive degli stabilimenti italiani, in considerazione degli annunci in merito ad una possibile revisione strategica degli asset industriali in tutta l’area Emea.



PER LO SCIOPERO GENERALE E GENERALIZZATO

Questa dichiarazione congiunta nasce da una discussione e da una riflessione a più voci, avuta tra il Collettivo di Fabbrica Gkn e le compagne e i compagni della Confederazione Cobas dell’exAtaf, di Tim, Telecom e Poste, scuola e infine con l’intero esecutivo della Confederazione Cobas.
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=448798137254252&set=a.370165178450882


Venezia, sanità al collasso

La Cgil provinciale, insieme allo Spi e alla Fp, denuncia denuncia il grave ritardo nelle prestazioni ambulatoriali e di laboratorio. Senza personale e scelte straordinarie non si va avanti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/08/news/venezia_sanita_al_collasso-2228144/

USB sottoscrive gli accordi di cessione del ramo handling di Alitalia a Swissport. Adesso il controllo sulla corretta applicazione

Dopo la trattativa, seguendo le regole e prassi della nostra organizzazione, la necessaria verifica con le proprie strutture interne, con gli uffici legali e il confronto con i lavoratori, USB Lavoro Privato ha proceduto alla sottoscrizione degli accordi raggiunti il 4 luglio di cessione del ramo handling ex Alitalia Sai di Fiumicino a Swissport.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/usb-sottoscrive-gli-accordi-di-cessione-del-ramo-handling-di-alitalia-a-swissport-adesso-il-controllo-sulla-corretta-applicazione-1417.html

Bologna. Aeroporto Marconi: situazione insostenibile, domenica 17 luglio sciopero

La situazione allo scalo Marconi di Bologna è ogni giorno più difficile sia per le lavoratrici e lavoratori che per i tanti passeggeri in transito nell’aeroporto cittadino. Alle storiche carenze, mai risolte, si sono aggiunte quelle post pandemia: mancano spazi vitali per controlli di sicurezza, imbarchi e check-in: ad ogni volo un assembramento. A questa situazione si aggiunge la tristissima vicenda del People Mover con le continue interruzioni del servizio. La società che gestisce lo scalo continua a “risparmiare” sul personale e di conseguenza si vengono a creare enormi disservizi all’utenza
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/aeroporto-marconi-situazione-insostenibile-domenica-17-luglio-sciopero-1036.html


Democrazia e lavoro CGIL

Cgil: sabato presentazione del documento congressuale delle aree di minoranza. Assemblea nella sede della Cgil Sicilia

continua in
https://www.facebook.com/716876725014804/photos/a.5237543742948057/5309803919055372/


Milano, crolla soletta edificio, tre operai feriti lievi

L’infortunio in un cantiere della zona industriale, in viale Carlo Espinasse 101. I vigili del fuoco intervenuti hanno estratto uno dei lavoratori e rassicurano sulla condizione degli altri due
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/08/news/milano_crolla_soletta_edificio_tre_operai_feriti_lievi-2229408/


L’Appello

“(…) Ho sottoscritto questo appello per la costruzione di un’Unione Popolare poiché ritengo importante ogni tentativo di rilancio unitario della sinistra in Italia.
Ritengo sia fondamentale approfondire i contenuti proposti nel testo, cosi come facemmo a suo tempo con Sinistra Unita per Bologna, ribadendo la nostra visione antiliberista e anticapitalista. La necessità, quindi, di pensare tutt@ insieme la costruzione di un’alternativa economica, politica e sociale (…)
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=188984340138395&set=a.165397212497108

Radio Radicale. Verso l’Unione Popolare

Registrazione video dell’assemblea “Verso l’Unione Popolare”, svoltasi a Roma sabato 9 luglio 2022 alle 10:00.
https://www.radioradicale.it/scheda/673336/verso-lunione-popolare

Sono intervenuti: Simona Suriano (deputata, Misto – Manifesta-Potere al Popolo-Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea), Moni Ovadia (regista e scrittore), Eva Olivero (membro della Rete nazionale studenti), Francesco Piccinini (giornalista), José Nivoi (membro del Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali di Genova), Riccardo Petrarolo (attivista), Guido Lutrario (membro dell’esecutivo nazionale USB), Veronica Morea (ricercatrice), Antonella Bundu (consigliere del Comune di Firenze per Sinistra Progetto Comune), Ciccio Auletta (consigliere del Comune di Pisa), Emilio Scalzo (leader del movimento No Tav), Marina Boscaino (portavoce del Comitato Nazionale LIP – Legge d’Iniziativa Popolare per la scuola della Repubblica), Francesca Perri (medico), Angelo D’Orsi (storico, giornalista), Marco Manna (camionista), Dario Manni (attivista di Disobbedienza Animale), Massimo Arcangeli (linguista e sociologo della comunicazione), Augustin Breda (delegato Electrolux di Susegana e delegato sindacale FIOM), Maurizio Brotini (dirigente della CGIL), Francesca Fornario (giornalista e autrice satirica), Manon Aubry (parlamentare europeo, Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica), Luigi De Magistris.

La registrazione video dell’assemblea ha una durata di 2 ore e 36 minuti.

Tra gli argomenti discussi: Ambiente, Amministrazione, Animalismo, Antifascismo, Antispecismo, Associazioni, Attivismo, Cittadinanza, Clima, Costituzione, Cultura, Diritti Civili, Diritti Sociali, Diritti Umani, Discriminazione, Donna, Economia, Energia, Europa, Fascismo, Femminismo, Globalizzazione, Guerra, Immigrazione, Intellettuali, Movimenti, Nato, Nazionalismo, Omofobia, Pace, Pacifismo, Pari Opportunita’, Partiti, Partito Democratico, Politica, Razzismo, Rifondazione Comunista, Russia, Scuola, Sessualita’, Sindacato, Sinistra, Storia, Ucraina, Unione Europea, Urbanistica.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
https://www.radioradicale.it/scheda/673336/verso-lunione-popolare

Parte l’Unione Popolare di De Magistris: alcune riflessioni sullo stato della sinistra
Adriana Manna – sinistraineuropa.it

Questa mattina a Roma è stata ufficialmente lanciata “Unione Popolare”, la nuova proposta della sinistra radicale apertamente ispiratosi alla “Nuovelle Union Populaire ècologieque et sociale” (NUPES) della rilanciatissima sinistra francese, ma con differenze e incognite che vale la pena analizzare.
continua in
https://www.sinistraineuropa.it/italia/parte-unione-popolare-di-de-magistris-alcune-riflessioni-sullo-stato-della-sinistra/



Informazioni, notizie, curiosità e programma in
https://www.facebook.com/dimondifestival
http://www.dimondifestival.it/

Roma. Morto l’operaio colpito da una lastra di marmo durante una ristrutturazione

L’uomo, 40 anni, è deceduto all’ospedale Umberto I sabato, poco più di 24 ore dopo la corsa in ospedale e il ricovero d’urgenza
continua in
https://www.romatoday.it/cronaca/morto-operaio-colpito-lastra-marmo.html

9 luglio: le notizie di Radio Popolare

La rivolta in Sri Lanka, la battaglia del Donbass verso un punto decisivo e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di sabato 9 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Lo Sri Lanka è il primo paese in via di sviluppo a saltare in aria a causa della guerra in Ucraina. Dopo mesi di proteste per la profonda crisi economica in cui il paese era sprofondato, oggi è stata rivolta. La battaglia del Donbass è arrivata forse ad un punto decisivo a favore delle forze militari russe. Un anno fa con i licenziamenti via SMS iniziava la protesta della GKN, la fabbrica del distretto fiorentino del settore automotive considerata all’avanguardia per tecnologia e produzione di semiassi. Dal tardo pomeriggio di oggi un grosso incendio, forse scoppiato in uno sfasciacarrozze in zona Casilina, sta creando intossicazioni, fughe e panico in tutto il quadrante sudorientale di Roma. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia..
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-9-luglio/

Impedire che in Europa comandino i “signori del nucleare”
Mario Agostinelli, Alfiero Grandi, Jacopo Ricci, Massimo Scalia – strisciarossa.it

Il Parlamento europeo ha respinto a maggioranza una mozione che puntava a capovolgere la decisione della Commissione Europea di includere gas e nucleare nell’elenco delle fonti rinnovabili, riconoscendole quindi come attività finanziabili. Ancora miliardi di euro alle fonti fossili come il gas e al nucleare che è pericoloso.
continua in
https://www.strisciarossa.it/impedire-che-in-europa-comandino-i-signori-del-nucleare/

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 136

Il conflitto in tempo reale

https://www.rainews.it/maratona/2022/07/live-guerra-in-ucraina-la-cronaca-minuto-per-minuto-giorno-136-f475d1be-6a4b-46cc-9637-cdf6c7d60eae.html

Guerra giorno 134: Mosca “saluta” Johnson e sul terreno adesso si spara meno
Andrea Brambilla – avvenire.it

Kiev ringrazia il premier britannico, sostenitore della resistenza, il Cremlino esulta. Per la prima volta la Russia non rivendica guadagni territoriali, forse è segno del rallentamento dell’offensiva
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-134-mosca-saluta-johnson-meno-combattimenti

Cessate il fuoco, ORA!
Martin Köhler – sbilanciamoci.info

Secondo appello per la pace in Germania, dopo quello sulla rivista Emma. E’ stato pubblicato a fine giugno dal quotidiano “Die Zeit”, scaricato 230 mila volte e commentato negativamente dai partiti.
continua in
https://sbilanciamoci.info/cessate-il-fuoco-ora/

Al G20 Blinken esorta Wang: “Condannate l’aggressione della Russia” 

AGI – A margine della riunione dei ministri degli Esteri, il segretario di Stato americano ha incontrato il ministro cinese: “Siamo preoccupati per l’allineamento di Pechino con Mosca”. Sul tavolo dell’incontro anche le preoccupazioni che riguardano Taiwan mentre durante il summit si è affrontata anche la questione del grano ucraino
continua in
https://www.agi.it/estero/news/2022-07-09/g20-pressione-usa-cina-condanna-russia-17383413/


30 anni di export militare italiano: quasi 100 miliardi di vendite, la maggioranza fuori da UE e NATO

L’esportazione di armi italiane cresce in maniera decisa: negli ultimi 5 anni 44 miliardi di euro di autorizzazioni, pari a quelle dei 15 anni precedenti (il 45% del totale di tre decenni). Kuwait, Qatar, Regno Unito e Germania in testa alla classifica dell’ultimo lustro, con gli stessi Paesi ai vertici in termini complessivi
continua in
https://retepacedisarmo.org/2020/30-anni-di-export-militare-italiano-quasi-100-miliardi-di-vendite-la-maggioranza-fuori-da-ue-e-nato/



Toni Capuozzo. Good morning Italia

Good morning Vietnam: così Robin Williams salutava in radio I ragazzi che stavano perdendo la guerra in Vietnam. Era una storia vera ispirata allo speaker Adrian Cronauer, alle sue conduzioni ironiche, alle sue battute, ai suoi paradossi più veri dei comunicati degli stati maggiori. Sarebbe crudele salutare allo stesso modo gli ucraini che si sono battuti e si stanno battendo, ma cedono terreno.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=581213620071549&set=a.329464071913173


Covid Italia, bollettino del 9 luglio: 98.044 nuovi casi e 93 morti

Ieri i contagi erano stati 100.690 e i decessi 105. Con 389.576 tamponi eseguiti, il tasso di positività è al 25,1%, in calo rispetto al 27% di ieri. I ricoveri ordinari ora sono 8.864 ricoveri (+232), quelli in terapia intensiva 344 (-17). Gli italiani positivi sono attualmente 1.262.865 (+15.643). Il numero delle vittime da inizio pandemia sale a 169.062. Le Regioni con più casi sono Campania (12.814), Lombardia (12.646), Lazio (9.808) e Veneto (9.214).
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/07/09/news/covid_italia_bollettino_dell9_luglio_nuovi_casi_e_morti-357205208/


“Sembra la Libia”: sul web le foto del degrado nel centro accoglienza migranti a Lampedusa

Lampedusa

Giusi Nicolini, ex primo cittadino dell’isola, posta le immagini
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/07/sembra-la-libia-sul-web-le-foto-del-degrado-nel-centro-accoglienza-migranti-a-lampedusa-9ca281ae-d484-43c7-8da0-569bc1c79241.html


Le Grandi Dimissioni, tra favola e realtà

Sulla scia di un fenomeno osservato negli Stati Uniti, la cosiddetta Great Resignation, su cui studiosi ed esperti dibattono ormai da mesi, anche in Italia è arrivato prepotentemente sulla scena il tema delle Grandi Dimissioni. Prima di andare a vedere qualche numero, è utile provare a tratteggiare come questo tema è stato declinato alle nostre latitudini, soprattutto sui settimanali della borghesia riflessiva e nei circoli della sinistra post-moderna: dopo gli ultimi due anni e mezzo di pandemia, lockdown, restrizioni e sofferenze varie, starebbe finalmente prendendo piede una sempre più diffusa presa di coscienza, che sta spingendo un numero di persone a riconsiderare le proprie priorità. Basta con la ricerca del successo e dei soldi a tutti i costi, la realizzazione passa anche dal perseguire le proprie passioni e dal conciliare lavoro e tempo libero in maniera più virtuosa (nelle versioni più radicali di questa storia, non mancano ovviamente riferimenti a un’imminente fine del lavoro e a un futuro in cui riceveremo tutti un reddito di creatività o cognitariato o qualcosa del genere).
continua in
https://coniarerivolta.org/2022/07/09/le-grandi-dimissioni-tra-favola-e-realta/

9 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Musk ritira l’offerta per Twitter
Pietro Saccò – avvenire.it

L’imprenditore accusa il social network di non comunicare i dati precisi su bot e utenti falsi. Twitter prepara la battaglia legale alla Corte del Delaware
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/musk-ritira-l-offerta-per-twitter


Fillea: passato, presente e futuro
Carlo Ruggiero – collettiva.it

Il resoconto dell’evento in occasione dei 136 anni del sindacato delle costruzioni. Genovesi: “Se i decreti sul codice degli appalti non rispondono ai principi della legge delega sarà mobilitazione”. Landini: “Dal governo ci aspettiamo risposte”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/08/news/fillea_passato_presente_e_futuro-2229935/



Lo sport è un diritto politico
Giorgio Sbordoni – collettiva.it

Foto: Profilo Facebook Renzo ULivieri

“L’attività sportiva ci può aiutare a riconquistare e riaffermare il nostro status di cittadini”. Dritto al punto Renzo Ulivieri, una lunga carriera da allenatore in serie A e da dirigente sindacale nell’Associazione italiana allenatori, parla del mondo del calcio, del lavoro, della solidarietà
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/09/news/lo_sport_e_un_diritto_politico-2226337/


A 50 anni dal suo assassinio, Ghassan Kanafani vive! La Palestina vive!

Ghassan Kanafani

In occasione del 50° anniversario dell’assassinio di Ghassan Kanafani, scrittore e attivista della resistenza palestinese, nonché fondatore del giornale “al-Hadaf “ organo politico del Fronte Popolare di Liberazione della Palestina (FPLP) di cui fu portavoce internazionale, condividiamo l’appello della Rete di solidarietà dei prigionieri palestinesi Samidoun e del Palestinian Youth Movement (PYM), per ricordare l’impegno politico-culturale e raccogliere l’eredità rivoluzionaria di Ghassan Kanafani, ucciso nel 1972 in un attentato incendiario ad opera del Mossad
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/07/09/a-50-anni-dal-suo-assassinio-ghassan-kanafani-vive-la-palestina-vive-0150931



Genova 2001: la scelta di un direttore. Il numero speciale di Diario. Intervista a Enrico Deaglio
Alessandra Tarquini – articolo21.org

Se ho capito davvero cosa é successo a Genova durante il G8 del 2001 lo devo al numero speciale della rivista Diario uscita subito dopo, agli inizi di agosto. Uno speciale costruito intorno a 202 fotografie e alle prime 51 testimonianze arrivate dai lettori
continua in
https://www.articolo21.org/2021/07/genova-2001-la-scelta-di-un-direttore-il-numero-speciale-di-diario-intervista-a-enrico-deaglio/



Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto

Patrizia Zanasi: il 12 luglio alle 16 presenteremo a Barcellona la versione in Catalano del volume “Amedeo Nerozzi. Il primo sindaco antifascista di Marzabotto” di Patrizia Zanasi presso la Sala Polivalente del Distretto Amministrativo della Generalitat de Catalunya. A rappresentare il Comitato il Presidente Valter Cardi. Una importante occasione per ricordare la radici comuni della lotta al fascismo che legano l’Italia e la Spagna

https://www.facebook.com/photo/?fbid=410037827824259&set=a.321308690030507


10 luglio: le notizie di Radio Popolare

Il sistema Uber rivelato al mondo, il furto della logistica che cancella il diritto al salario e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di domenica 10 luglio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il sistema Uber rivelato al mondo: violazione delle leggi, violenza sui lavoratori, pressioni sui governi, spesso ben accettate. Una clamorosa inchiesta del Guardian pubblica oltre 124mila documenti riservati. Martedì il governo dovrebbe incontrare i sindacati. Sono passati due mesi dall’ultimo incontro e oggi il segretario della Cgil Maurizio Landini si è rimangiato gli apprezzamenti verso Draghi di inizio mandato. Il furto della logistica che cancella il diritto al salario: un emendamento infilato nel decreto PNRR elimina il diritto di 1 milione tra facchini e fattorini a rivalersi sui colossi del settore per gli stipendi non pagati dalle cooperative. Le elezioni in Giappone: il partito Liberal Democratico al governo e l’alleato di destra Komeito avranno la maggioranza alla Camera Alta del Parlamento. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-10-luglio/


Russia e Cina nel mirino delle guerre della Nato
Saïd Bouamama*  – contropiano.org

Nell’ultimo episodio della sua rubrica settimanale “Le Monde vu d’en bas” per il sito Investig’Action, Saïd Bouamama analizza l’escalation da parte delle potenze euro-atlantiche contro la Russia e la Cina, così come emerge da un incontro della Commissione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (CSCE) degli USA dal titolo “Decolonizzare la Russia: un imperativo morale e strategico” e dal nuovo “Concetto Strategico” della NATO presentato al vertice di Madrid del 28-30 giugno.
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/07/10/russia-e-cina-nel-mirino-delle-guerre-della-nato-0150930

* sociologo e militante politico del Front Uni des Immigrations et des Quartiers Populaires (FUIQP), autore di diversi saggi tra cui: “La Tricontinentale. Les peuples du tiers-monde à l’assaut du ciel” (Syllepse, 2016), “Figures de la révolution africain. De Kenyatta à Sankara” (La Découverte, 2017) e “L’affaire Georges Ibrahim Abdallah” (Premiers matins de novembre, 2021)



COSTI QUEL CHE COSTI: SULLA NUOVA GUERRA MONDIALE CHE…
labottegadelbarbieri.org

… ha uno snodo decisivo intorno all’Ucraina. Ma l’arcipelago antimilitarista si muove: manifestazioni contro la guerra l’11 luglio a Kiev e molte città italiane il 23 luglio.
Articoli e video di Michele Santoro, Dario Fabbri, Alessandro Barbero, Lucio Caraccioli. MEAN, Europe for Peace, Antonio Mazzeo, Umberto Franchi, Alberto Negri, Vittorio Rangeloni, Carlo Rovelli, Enrico Euli, Gianandrea Gaiani, Pungolo Rosso, Costituente Terra, Domenico Gallo, Fabio Mini, Fulvio Scaglione, Manlio Dinucci, Marco Travaglio, Toni Capuozzo, Roberto Buffagni, Stefano Orsi, Francesco Masala, Franco Ferrari, Andrea Zhok, Giulietto Chiesa
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/costi-quel-che-costi/



Libano. Anche il gas riapre la tensione tra Israele e Hezbollah

Da metà giugno è risalita improvvisamente la tensione fra Hezbollah e Israele. L’oggetto del contendere sono i giacimenti marittimi di gas di Karish, nel Mediterraneo, dove Israele, ingolosito dalla crescente domanda del bene fossile proveniente dall’Europa, i cui paesi sono desiderosi di sganciarsi prima possibile dalla dipendenza dalla Russia, ha piazzato la nave piattaforma greca Energean per dare il via all’estrazione
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/07/10/libano-anche-il-gas-riapre-la-tensione-tra-israele-e-hezbollah-0150940



Vasto incendio sulla via Casilina a Roma. Gualtieri, sequenza impressionante

AGI – Le fiamme sarebbero partite da un deposito di autodemolizioni vicino al Parco di Centocelle e si stanno diffondendo rapidamente a causa del vento. Chiuso un tratto della Palmiro Togliatti. Gli abitanti invitati a restare in casa e a tenere le finestre chiuse. Il sindaco, non è chiaro se sono dolosi, ma è il momento dell’unità. Le fiamme vicino alle abitazioni
continua in
https://www.agi.it/cronaca/news/2022-07-09/incendio-roma-fiamme-via-casilina-nube-fumo-17385736/

Altre notizie e immagini in
https://www.romatoday.it/

Roma in fiamme, mancano mezzi e vigili del fuoco
collettiva.it

“C’è il bisogno urgente di portare a 40 mila unità operative la dotazione organica reale dei Vigili del Fuoco, dalle attuali 33 mila, e a 5 mila quella del ruolo tecnico professionale. Il governo deve stanziare le risorse per un piano assunzionale certo, per ampliare i mezzi e per garantire adeguati dispositivi di protezione individuale”. Ad affermarlo è la Fp Cgil Vigili del Fuoco, in relazione al grande incendio di Roma
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/07/09/news/roma_in_fiamme_mancano_mezzi_e_vigili_del_fuoco-2232519/


Radio Popolare. Incontro con Gilioli e Mentana

Guerra e informazione: tra i fatti e le opinioni, tra scelte politiche e onestà intellettuale. Il faccia a faccia tra il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli e il direttore del TG La7 Enrico Mentana. Conduce Lorenza Ghidini
continua in
https://www.radiopopolare.it/podcast/incontro-con-gilioli-e-mentana/


Articolo del professor Vincenzo Balzani, oggi su Avvenire

10 luglio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Uber Leaks: il sistema Uber rivelato al mondo
radiopopolare.it

Il sistema Uber rivelato al mondo. Violazione delle leggi, violenza sui lavoratori, pressioni sui governi, spesso ben accettate. Una clamorosa inchiesta del Guardian pubblica oltre 124mila documenti riservati. I leader di mezzo mondo oggetto dei tentativi di lobby da parte di Uber. In particolare, secondo i documenti del Guardian, il presidente francese Emmanuel Macron ha segretamente aiutato la piattaforma.
continua in
https://www.radiopopolare.it/uber-leaks-il-sistema-uber-rivelato-al-mondo/


Il contributo del reddito di cittadinanza per togliere acqua alla mafia
Alessandro Gilioli – radiopopolare.it

Il reddito di cittadinanza, lo sappiamo, ha molti nemici e ogni giorno subisce violenti attacchi, di solito da persone che portano a casa dieci volte tanto rispetto ai 561 euro mensili che vengono dati a chi lo riceve. L’altro ieri l’Istat, nel suo rapporto, ha scritto che questa misura ha evitato almeno un milione di poveri assoluti in più, ma anche questa evidenza non ha tolto il fiato a chi vuole eliminare questo sussidio
continua in
https://www.radiopopolare.it/il-reddito-di-cittadinanza-aiuta-anche-a-togliere-acqua-alla-mafia/


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

(…) Invece di rimettere la discussione sui giusti binari e rispondere alle legittime e reiterate richieste della Rsu, delle organizzazioni sindacali e del Collettivo di fabbrica, oggi e per la prima volta dall’inizio della vertenza viene giocata la carta delle forze dell’ordine all’interno della trattativa (…)
continua in
https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/posts/pfbid02Ui1BzSH7qNE6TGxtWQpGe7Rz49gGD3znUHqgFVQKaNZkJwEzJm55K3vWG8PZjKm1l



Fillea, la storia in una mostra
Roberto Greco – collettiva.it

Foto, quadri, sculture, bandiere, filmati, documenti manifesti, disegni. Tutto questo, per raccontare le vicende del più grande sindacato italiano delle costruzioni, dalle origini ai giorni nostri
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/07/10/news/fillea_la_storia_in_una_mostra-2232423/




Informazioni, notizie, curiosità e programma in
https://www.facebook.com/dimondifestival
http://www.dimondifestival.it/
error: Content is protected !!