2022 . 04 – Aprile (1 – 10 aprile)

LAVORI IN CORSO

Non è una rassegna stampa, ma la mia personale raccolta di notizie, fatti, idee e persone che metto a disposizione  di quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose

“Ciò che avviene, non avviene tanto perché alcuni vogliono che avvenga, quanto perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia fare, lascia promulgare le leggi che poi solo la rivolta farà abrogare, lascia salire al potere gli uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare.
Dei fatti maturano nell’ombra, perché mani non sorvegliate da nessun controllo tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora. E quando i fatti che hanno maturato vengono a sfociare, e avvengono grandi sventure storiche, si crede che siano fatalità come i terremoti. Pochi si domandano allora: «se avessi anch’io fatto il mio dovere di uomo, se avessi cercato di far valere la mia voce, il mio parere, la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?»”

Antonio Gramsci, Quaderni dal carcere.


“I miei sette padri” di Adelmo Cervi  

l libro di Adelmo Cervi, “I miei sette padri”, qui brevemente recensito, ha una storia editoriale un po’ complessa: è stato editato una prima volta da Piemme (aprile 2014) con il titolo “Io che conosco il tuo cuore”. Poi, per varie ragioni, l’autore ha deciso di rieditarlo a sua cura col nuovo e, ad avviso di chi scrive, più adeguato titolo. Questa nuova edizione è andato in stampa presso la Tecnograf s.r.l. di Reggio Emilia nel gennaio di quest’anno
continua in
https://www.lafionda.org/2022/04/01/i-miei-sette-padri-di-adelmo-cervi/


1 aprile: le notizie di Radio Popolare

Il fallimento del tentativo di evacuazione di Mariupol, la fine dello stato di emergenza e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 1 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Oggi sembrava possibile l’evacuazione di circa 2 mila civili da Mariupol, ma poco fa la Croce Rossa Internazionale ha comunicato che il tentativo di evacuazione è fallito. Ad Adveedka, a nord di Donetsk, è morto un italiano che combatteva nelle milizie filorusse che stanno affiancando l’esercito russo nella guerra in Ucraina. Oggi è terminato lo stato di emergenza. A marzo l’inflazione nella zona euro è stata del 7,5% rispetto a un anno fa, e si tratta del livello più alto mai registrato. Domenica 3 aprile in Ungheria si terranno le elezioni. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-1-aprile/

Crisi Ucraina: capire la neutralità dell’India
Tiziana Marino – Il Caffè Geopolitico

L’India sta applicando il tradizionale approccio neutrale e realista anche alla guerra in Ucraina. Preoccupata dall’impatto che la guerra e le sanzioni hanno sulla sua economia, Delhi chiede il cessate il fuoco, ma non sceglie da che parte stare, consapevole del fatto che sia la Russia che l’Occidente sono funzionali al perseguimento dei propri interessi nazionali
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/947147/crisi-ucraina-capire-la-neutralita-dellindia

«Ahi serva Italia, di dolore ostello»
Domenico Gallo – Volere la luna

«Ahi serva Italia, di dolore ostello, / nave sanza nocchiere in gran tempesta, / non donna di province, ma bordello!». I versi del canto VI del Purgatorio di Dante Alighieri sono il commento più adeguato alla decisione di incrementare ulteriormente le spese militari fino a portarle al 2% del PIL (3,5% del bilancio dello Stato), preannunciata dal presidente del consiglio Draghi il 1° marzo e approvata dalla Camera con un ordine del giorno votato a stragrande maggioranza. Non è un impegno da poco, si tratta di passare dai circa 25 miliardi l’anno attuali (68 milioni al giorno) ad almeno 38 miliardi l’anno (104 milioni al giorno). 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/04/01/ahi-serva-italia-di-dolore-ostello/

La guerra piace a chi non la conosce
Tomaso Montanari – Volete la luna

Come è sempre più drammaticamente chiaro, questa Europa in guerra è governata da una generazione che non sa cosa sia la guerra. Quella che si era trovata costretta a fare la Resistenza, aveva fondato su quell’esperienza lacerante un’idea di Europa radicalmente diversa. Alle Fosse Ardeatine si legge: «Qui fummo trucidati, vittime di un sacrificio orrendo. Dal nostro sacrificio sorga una patria migliore, e duratura pace tra i popoli». Nessuna estetica del morire per la patria: il sacrificio era orrendo, la patria da cambiare. Il fine non negoziabile: mai più tornare indietro, mai più un’altra guerra. Come il Cristo risorto dell’ultimo Donatello, sui pulpiti di San Lorenzo: vincitore, ma disfatto. Un soldato anche lui sconfitto: un vincitore che con la morte non vuole, non può, avere più niente a che fare
continua in
https://volerelaluna.it/commenti/2022/04/01/la-guerra-piace-a-chi-non-la-conosce/


Usb. Guerra sì, ma al carovita

Secondo un autorevole studio riportato oggi in prima pagina dal giornale dei padroni, il Sole 24 Ore, il 15% delle famiglie italiane e delle piccole imprese non paga le bollette del gas e dell’elettricità. In totale questi mancati pagamenti valgono ben 26 milioni di euro, a dicembre circa 17 milioni, pari quindi al 15,5% del totale, con un incremento in tre mesi del 5,5%.
continua in
https://www.facebook.com/unionesindacaledibase/photos/a.400057483381285/4891916820861973/


Valanga di adesioni alla manifestazione per la pace che si tiene a Comiso il 4 aprile

L’appello lanciato dai promotori è stato condiviso da associazioni, istituzioni, partiti ed esponenti politici e della società civile. Tra le adesioni quelle di molti eurodeputati e Comuni della Sicilia.
continua in
https://www.articolo21.org/2022/04/valanga-di-adesioni-alla-manifestazione-per-la-pace-che-si-terra-a-comiso-il-4-aprile/

Diario di Viaggio. Roma-Sobrance-Roma 29/31 marzo 2022
di Silvia Guaraldi, segretaria nazionale FLAI CGIL

La guerra la fanno i ricchi e i poveri ne pagano il prezzo più alto; la classe operaia, i lavoratori, le lavoratrici, i bambini sono le vittime della violenza militare. Il nostro no alla guerra si declina anche nel sostegno a coloro che più di tutti e tutte stanno pagando questa follia: donne, bambini, anziani che scappano dalle bombe, costretti a lasciare il loro paese, famiglie divise, vite spezzate. Siamo solo all’inizio di questa tragedia e la Cgil e con essa la Flai hanno subito avviato un percorso di supporto e solidarietà rivolto proprio a coloro che più di tutti soffrono quanto sta avvenendo. Cgil nazionale, Flai, Filt, Cgil Lombardia e Cgil Emilia-Romagna sono i capofila dell’invio del primo convoglio di aiuti per la popolazione ucraina.
continua in
https://www.flai.it/primo-piano/diario-di-viaggio-roma-sobrance-roma/?fbclid=IwAR0j6uWlI4dAY3gcKlyNjk9bO9JXEEo9xrUJqOuwmAglZcemSqWybW5CqCw

Covid in Italia, il bollettino del 1° aprile 2022: 74.350 nuovi casi e 154 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 74.350 nuovi casi di coronavirus e 154 morti. I tamponi eseguiti sono stati 514.823, per cui il tasso di positività si attesta al 14,4% (-0,6%), secondo i dati del ministero della Salute. Sono 476 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 8 in più di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 47. I ricoverati nei reparti ordinari sono 9.981, ovvero 83 in più rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/01/news/covid_in_italia_il_bollettino_del_1_aprile-343683387/

Isolamento e quarantena. Cosa cambia da oggi: nel primo caso nessuna novità rispetto ad oggi, mentre per la quarantena stesse regole per vaccinati e no vax. Per i sanitari obbligo test quotidiano per 5 giorni dopo contatto con positivo. La nuova circolare del ministero

A seguito delle nuove disposizioni del decreto legge “riaperture” in vigore da domani, il ministero della Salute ha diramato una circolare che aggiorna le sue precedenti indicazioni. In sostanza nulla cambia per i soggetti positivi che sono tenuti all’isolamento (10 o 7 giorni a seconda del loro stato di vaccinazione) con test finale di verifica, mentre per la quarantena le misure oggi in vigore per i soli vaccinati con booster o ciclo completo entro i 120 giorni varranno per tutti. 
LA CIRCOLARE.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=103629

Elezioni in Ungheria, la sfida tra Orbán e l’opposizione unita
Martina Stefanoni – Radio Popolare

Lui è Daniel Csomor, un giovane attivista del partito di opposizione Momentum. Lo incontro in un bar nel centro di Budapest. La campagna elettorale è ormai agli sgoccioli, oggi e domani sono gli ultimi giorni a disposizione per decidere chi e come votare domenica
continua in
https://www.radiopopolare.it/elezioni-in-ungheria-la-sfida-tra-orban-e-lopposizione-unita/

Effetti della crisi ucraina: sacrificare i pomodori per salvare il grano. Intervista con Onofrio Rota (Fai Cisl)
Emanuele Ghiani – Il Diario del Lavoro

Il diario del lavoro ha intervistato il segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota, in merito ai cambiamenti che la recente guerra in Ucraina sta portando nel settore agricolo e agroalimentare. Per il segretario, è il periodo storico che è “straordinario”, e la guerra è l’ultimo tassello di svariate crisi che il nostro paese sta ancora affrontando. Al congresso, conclude Rota, il sindacato si inserirà in questi temi per essere un punto di riferimento nel mondo del lavoro, puntando invece che a una ripartenza, a una “rigenerazione” dei vari temi cari al sindacato, come la contrattazione, la partecipazione e la formazione dei lavoratori.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/fai-cisl-rota-non-dobbiamo-pensare-a-una-ripartenza-ma-alla-rigenerazione/

Adriano Sofri. Prendere le armi e andare dalla parte sbagliata non è eroico
Piccola Posta – Il Foglio

La confusione delle intelligenze e delle lingue è il vero primo risultato della guerra. In quello stesso Donbas, le idee di estrema destra e i loro militanti sono attestati su ambedue le trincee. La peste rossobruna in una delle sue ultime incarnazioni
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2022/04/02/news/prendere-le-armi-e-andare-dalla-parte-sbagliata-non-e-eroico-3872028/

La farsa delle sanzioni alla Russia
Fabrizio Russo – La Fionda

Sarà forse poco più di dieci giorni che ho scritto un pezzo riguardo l’efficacia – e le conseguenze indesiderate – delle sanzioni prese dai paesi occidentali nei confronti della Russia (v. “Le sanzioni alla Russia? Un ritorno del gold standard ‘mascherato’ da materie prime”), sottolineando le ripercussioni esiziali proprio per i suddetti, e già l’Austria ha annunciato sul finire della scorsa settimana che non intende procedere con le sanzioni. Si, però così non vale! 
continua in
https://www.lafionda.org/2022/04/01/la-farsa-delle-sanzioni-alla-russia/

1 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Il sistema Dpd
Enrico Borelli e Nicolas Pons-Vignon – Jacobin Italia

Come un colosso svizzero della logistica sfrutta i lavoratori e viola le libertà sindacali. Una vicenda che offre spunti di riflessione sul futuro del sindacalismo
continua in
https://jacobinitalia.it/il-sistema-dpd/



Dall’ideale al servicing strategico (e non viceversa)
Emanuele Massagli – Il Diario del Lavoro

Il fascino che il sindacato ancora esercita su tutti coloro che per professione, vocazione o passione si occupano dei problemi del lavoro è una prima prova della attualità del fenomeno. L’ampio e autorevole dibattito che si è svolto su queste pagine a proposito dei risultati della ricerca Breakback, coordinata dalla CISL ne è ulteriore testimonianza. Non è così per la larga parte dei capitoli del diritto del lavoro, soggetti a variazioni di interesse connesse ai momenti storici, alle sfide socio-economiche, alla evoluzione legislativa
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/dallideale-al-servicing-strategico-e-non-viceversa/


Il Consiglio dei ministri approva il nuovo congedo parentale

Il Consiglio dei ministri ha approvato due schemi di decreto legislativo di recepimento di direttive europee, su proposta del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando. Si tratta di due provvedimenti che estendono i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e che introducono misure per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro. Tra le principali novità l’entrata pienamente a regime per la nuova tipologia di congedo paternità obbligatorio di 10 giorni, l’aumento da 10 a 11 mesi del congedo per il genitore solo, e l’aumento da 6 a 12 anni dell’età del bambino per cui usufruire del congedo parentale
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/il-consiglio-dei-ministri-approva-il-nuovo-congedo-parentale/

Abruzzo. Modello di contrattazione inclusiva da seguire

Paoloni (Filctem): “Apprezziamo molto quanto avviene alla Barberini, del gruppo Luxottica, sia dal punto di vista degli investimenti che per quanto riguarda le relazioni sindacali, soprattutto alla luce di un processo di innovazione in atto”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/modello_di_contrattazione_inclusiva_da_seguire-2002844/

Bologna. Solidarietà dei sindacati alla procuratrice generale reggente Lucia Musti

Dalle organizzazioni pieno sostegno al suo lavoro e impegno contro la criminalità organizzata in regione. Nei giorni scorsi è stata vittima di una doppia intimidazione da parte di ignoti
Continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/emilia-romagna_solidarieta_dei_sindacati_alla_procuratrice_generale_reggente_musti-2002848/

Infortuni sul lavoro. In Liguria +94% nei primi due mesi del 2022

Calà (Cgil): “Pesa il Covid, ma non solo. I numeri sono ancora troppo alti. Il mondo del lavoro ha bisogno di una rivoluzione culturale che rovesci l’assunto, sicurezza uguale costo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/in_liguria_94_nei_primi_due_mesi_del_2022-2002407/

Palermo. Covisian, rischio di licenziamento per 520 lavoratori

Il 30 aprile cessa il contratto per la commessa Ita. Slc Cgil: “Si rischia l’emergenza sociale, Non possiamo consentirlo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/covisian_spettro_licenziamento_per_520_lavoratori-2003990/

Sardegna. A tutto gas: Draghi firma il decreto

Emanato il decreto che estende all’isola sia la rete elettrica nazionale sia la fornitura di gas metano. Soddisfazione della Cgil. Garau, Filctem (in video): “Adesso vanno realizzate le infrastrutture necessarie per arrivare alla completa de-carbonizzazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/01/news/dbtbtbry-2002439/

Marche, 2021, fuga dal lavoro

Crescono i precari e sempre più spesso si fugge dal posto di lavoro. Secondo i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, elaborati dalla Cgil Marche, nel 2021 le aziende marchigiane hanno assunto 203.595 persone, il 24,6% in più rispetto allo stesso periodo 2020 (+40 mila circa) ma al contempo il 2,9% in meno rispetto al 2019. Dunque, non sono stati ancora raggiunti i livelli pre-pandemia.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/marche_2021_fuga_dal_lavoro-2002416/

Lecce, fumata bianca alla Boni

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: “Dopo una lunga trattativa, la vertenza si sblocca. L’azienda rompe gli indugi e stabilizza 17 dei 24 lavoratori precari, trasformando i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato Discorso solo rinviato per gli altri 7 addetti rimasti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/01/news/boni_lecce_fumata_bianca-2002851/



Da oggi, venerdì 1° aprile fino a domenica 3 aprile a Milano ci sarà il forum di Casa Comune organizzato da Pierfrancesco Majorino, presso la Fondazione Feltrinelli, l’Anteo Palazzo del Cinema, e Casa Chiaravalle. Tre giornate di incontri, di proiezioni e di libri dedicati a discussioni sulla pace, la libertà, la democrazia e i diritti.

Tutte le informazioni in
https://www.facebook.com/events/388868819306334/



Roma. Forum per un movimento europeo contro la guerra

Leggi il documento: Per un movimento europeo contro la guerra

continua in
https://contropiano.org/eventi/roma-forum-per-un-movimento-europeo-contro-la-guerra


Alessandria, operaio 32enne muore in fabbrica agganciato da un macchinario

Non si ferma la lista degli infortuni mortali sul lavoro. Ad Arquata Scrivia, in provincia di Alessandria, un operaio di 32 anni, Davide Scanio, è stato agganciato da un macchinario a rotazione vicino al quale stava lavorando e scaraventato a terra. Ha battuto violentemente la testa a terra ed è morto sul colpo
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/aessandria-operaio-32enne-muore-in-fabbrica-agganciato-da-un-macchinario–33098ad2-c26f-4495-8713-d493575d448c.html

Davide Scanio ucciso a 32 anni da un macchinario come Luana D’Orazio. USB e Rete Iside: istituire il reato di omicidio sul lavoro perché non accada più

(…) Troppo spesso siamo costretti a piangere morti di lavoro evitabili, quest’anno già arrivate a 250, per questo come USB e Rete Iside Onlus, torniamo ad indicare la necessità di istituire il reato di omicidio sul lavoro: in questo modo, finalmente, sarà possibile costringere la parte datoriale a prendere le dovute contromisure (…)
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/davide-scanio-ucciso-a-32-anni-da-un-macchinario-come-luana-dorazio-usb-e-rete-iside-istituire-il-reato-di-omicidio-sul-lavoro-perche-non-accada-piu-1239.html


Profughi di serie B

Naufragio al largo della Libia. I 4 superstiti: «Eravamo un centinaio»

Nei giorni scorsi l’Sos di Alarm Phone per un’imbarcazione con una novantina di persone a bordo, ma non era stata rintracciata. Il rischio che i sopravvissuti siano riportati in Libia
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/migranti-naufragio-al-largo-della-libia-90-morti

2 aprile: le notizie di Radio Popolare

La fuga dei civili da Mariupol, la Carovana della Pace a Leopoli e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 2 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Nel trentottesimo giorno di guerra in Ucraina, 42 bus scortati dalla Croce Rossa hanno lasciato la città di Mariupol che potrebbe diventare il teatro di uno scontro cruciale nei prossimi giorni. Sul piano militare, invece, in queste ore si sta parlando di nuovi rinforzi dai paesi occidentali alle forze armate ucraine. Potrebbero fare la differenza? In mattinata a Leopoli è arrivata la Carovana della Pace partita ieri da Gorizia con 66 mezzi e 221 volontari italiani per portare aiuti e manifestare per la pace. In Yemen, nel primo giorno di Ramadan, è iniziata una tregua di due mesi dopo che le parti hanno accettato di fermare tutte le operazioni militari. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-2-aprile/

Spese militari, i signori del 2% renderanno il mondo più insicuro
Oreste Pivetta – Strisciarossa

Pensando e ripensando ai fatti d’oggi, pensando ai belligeranti-non belligeranti, agli armaioli, a quelli del partito storico “armiamoci e partite”, agli arruolatori persino di Gramsci, profittando di quella sua invettiva celeberrima contro l’indifferenza (“Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti”), pensando agli investitori in azioni della Colt o della Beretta, a coloro che hanno ripescato dalle memorie scolastiche il motto “si vis pacem, para bellum” (da cui Parabellum, una cartuccia inventata all’inizio del secolo dal signor Luger), ai detrattori del pacifismo, pensando dunque a lor signori, mi è venuta in mente una parola: rassegnazione. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-grande-corsa-alle-armi-sconfiggera-i-costruttori-di-pace-e-rendera-il-mondo-meno-sicuro/


La strage di Odessa diventa un rogo senza colpevoli: su Wikipedia si riscrive la storia

Nella versione italiana dell’enciclopedia online Wikipedia è stata totalmente modificata la pagina relativa al massacro avvenuto ad Odessa, Ucraina, il 2 maggio del 2014, quando 48 persone persero la vita nella Casa dei Sindacati della città dove avevano trovato rifugio in seguito agli scontri tra manifestanti in favore del nuovo governo filo-occidentale e sostenitori del precedente governo filo-russo deposto. Le persone rimaste uccise nell’edificio appartenevano a questo secondo gruppo. L’edificio andò a fuoco, la causa del rogo non è mai stata accertata per il semplice fatto che la magistratura e la polizia ucraina non hanno svolto indagini sulle responsabilità, come accertato da un rapporto dell’Onu. Quello che è certo che al di fuori dell’edificio centinaia di sostenitori del nuovo governo, guidati da gruppi neonazisti, lanciarono bottiglie incendiare contro l’edificio
continua in
https://cdn.lindipendente.online/wp-content/uploads/2022/04/strage-di-Odessa.jpg

Il testo prima della censura
Il testo modificato e “neutralizzato”

Arrivata in Ucraina la Carovana per la Pace

E’ a Leopoli e sta consegnando gli aiuti dall’Italia. Qui potete vedere le foto che stanno giungendo. Sfilano in corteo nella città con un messaggio contro la guerra. 
continua in
https://www.peacelink.it/conflitti/a/49100.html

Slovacchia, il confine dell’accoglienza
Carlo Ruggiero – Collettiva

Viaggio da Košice a Vyšné Nemecké, il più importante valico di frontiera con l’Ucraina. È la strada già percorsa, in direzione opposta, da migliaia di profughi in fuga dalla guerra. Dopo il caos iniziale, il sistema slovacco comincia a funzionare. Alberghi affollati, scuole trasformate in rifugi, piazzali dedicati allo smistamento degli aiuti umanitari. “La pressione oggi è minore, ma se prima arrivava soprattutto chi aveva già qualcuno da raggiungere in Europa, ora arriva chi ha perso davvero tutto sotto le bombe”
continuazione e filmato in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/02/video/slovacchia_il_confine_dell_accoglienza-2003994/

Covid Italia, il bollettino del 2 aprile 2022: 70.803 casi e 129 decessi

Ieri i nuovi contagi erano stati 74.350, i decessi 154. Aumentano le terapie intensive (17 casi in più) e calano i ricoveri (32 in meno). L’Oms: Omicron 2 e Omicron 2 si sono fusi in un’altra sottovariante, chiamata XE. “Sembra più contagiosa del 10%”
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/02/news/covid_italia_il_bollettino_del_2_aprile_2022-343799124/

Caivano (Napoli), nuove minacce davanti alla chiesa a don Patriciello: “Non ho mai avuto paura”

Il messaggio è stato scritto su un cartellone affisso con del ferro filato all’esterno della parrocchia di San Paolo Apostolo, probabilmente stanotte. “Tutto nelle mani del buon Dio”, ha scritto il prete sui social
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/caivano-nuove-minacce-davanti-alla-chiesa-a-don-patriciello-non-ho-mai-avuto-paura-6340732e-319b-4fff-9e64-0fccfb58f0ce.html

La svolta a Londra: i Down sono equiparati alle minoranze
Angela Napoletano – Avvenire

Il provvedimento, il primo nel suo genere nel mondo, prevede si applichi nei confronti delle persone affette da trisomia 21 un approccio sulla base delle loro specifiche necessità. Come gli autistici
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/down

Ho letto le chat e vi dico: è stata una storia d’amore, non di sesso
Giorgio Cappozzo – Il Dubbio

Nello “scandalo” del Liceo Montale siamo più dalle parti de La lettera scarlatta che di un film di Pierino. Ma al perbenismo è inutile contrapporre suggestioni letterarie…
continua in
https://www.ildubbio.news/2022/04/01/ho-letto-le-chat-e-vi-dico-e-stata-una-storia-damore-non-di-sesso/?utm_term=Autofeed&utm_medium=Social&utm_source=Facebook&fbclid=IwAR3_K6XhYSb5fBoPx5WOHfJ-bt25nUZxM26OgGkVCQCefan5wujwf_gwSnw#Echobox=1649063016


Cantiere Bologna – Associazione Ramo d’Oro

Insegnare ai più piccoli l’importanza di leggere quotidiani e crearsi proprie opinioni, nella difesa dell’informazione il più possibile verificata e veritiera. Da questo dipende l’educazione al mondo del futuro, che dovrebbe essere la missione di qualsiasi organo mediatico
continua in
https://cantierebologna.com/2022/04/02/rassegna-stampa-per-bambini-combattere-le-fake-news-con-la-condivisione/?fbclid=IwAR1wyZPgixFFgg1SA0GairVEdE8JkuYQ0LUso5SssBYTkLkFJif8O_dU4ss



Ivan Paone per l’Unione Sarda
Recensione di Lotta al Terrore, ultimo libro di Vindice Lecis


2 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Rinnovo Rsu. Sbarra alla Convention dei candidati Scuola Università e Ricerca: “Vogliamo vincere le elezioni delle Rsu per guidare con la contrattazione il processo di riforma di scuola, ricerca, università, di tutti i settori pubblici”

Il segretario della Cisl Luigi Sbarra

“Bisogna ripartire dalla scuola, dall’università e dalla ricerca se vogliamo ricostruire il paese su basi nuove, puntando sul futuro dei nostri giovani”. Lo ha detto oggi il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, concludendo la convention dei delegati della Cisl Scuola, Università e ricerca al Teatro Brancaccio a Roma in vista del rinnovo delle Rsu dal 5 al 7 aprile
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/rinnovo-rsu-sbarra-alla-convention-rsu-scuola-universita-e-ricerca-vogliamo-vincere-le-elezioni-delle-rsu-per-guidare-con-la-contrattazione-il-processo-di-riforma-di-scuola-ricerca-universita-d/



Non è tutto smart quello che luccica
Nunzia Penelope – Il Diario del Lavoro

Dal primo aprile 2022, dopo ben 790 giorni, l’Italia è ufficialmente fuori dallo stato di emergenza e si prepara a tornare alla ”normalità”. In questi 790 giorni sono cambiate molte cose; alcune in peggio, alcune in meglio, alcune a breve termine, alcune per sempre. Una di quelle destinare a restare è lo smart working: esploso col lock down della primavera 2020, per consentire al paese di proseguire almeno in parte molte attività, si è rivelato un metodo di lavoro di grande successo
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/non-e-tutto-smart-quello-che-luccica/


Stati Uniti. Amazon, i sindacati entrano in azienda
Stefano Iucci – Collettiva

Storico risultato per i lavoratori del distretto di Staten Island a New York: è la prima volta che accade nel gigante dell’e-commerce. Fallito invece il nuovo tentativo per il magazzino di Bessemer, in Alabama
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/02/news/amazon_i_sindacati_entrano_in_azienda-2005193/

Congresso Fit-Cisl, Pellecchia: guardiamo al futuro grazie ai risultati ottenuti
Tommaso Nutarelli – Il Diario del Lavoro

Dal 4 al 7 aprile si terrà a Sorrento (Napoli) il XII congresso della Fit, il sindacato dei trasporti della Cisl. Al centro dei lavori congressuali salute e sicurezza, il rilancio del trasporto pubblico locale e le occasioni offerte dal Pnrr e dalle filiere dell’economia circolare. “Abbiamo assistito – spiega Salvatore Pellecchia, segretario generale della Fit – a un diffuso miglioramento delle relazioni industriali in tutto il settore. La ricetta è puntare sempre di più su un sistema partecipativo”.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/congresso-fit-cisl-pellecchia-guardiamo-al-futuro-grazie-ai-risultati-ottenuti/

Protezione dei dati, l’ora di fare chiarezza
Cinzia Maiolini e Sandro Del Fattore – Collettiva

È partita l’indagine del Comitato europeo per verificare l’utilizzo di servizi cloud da parte dei soggetti pubblici. Ora bisogna aprire un confronto vero sulla governance delle infrastrutture materiali e immateriali, sulla raccolta di dati e informazioni
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/02/news/protezione_dei_dati_l_ora_di_fare_chiarezza-2000212/

Il Ministero dell’Interno lancia la campagna contro il reddito di cittadinanza: lettere intimidatorie ai Caf
Unione sindacale di base

Due notizie, una peggiore dell’altra. La prima: la Questura di Cagliari ha una sezione dedicata al “contrasto alla criminalità diffusa, straniera e alla prostituzione”. La vecchia Buoncostume si è evoluta alla faccia del politicamente corretto: immigrati, prostitute e scippatori pari sono. Supponiamo che lo stesso accada in tutta Italia
continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2022/04/02/il-ministero-dellinterno-lancia-la-campagna-contro-il-reddito-di-cittadinanza-lettere-intimidatorie-ai-caf-0148069



3 aprile: le notizie di Radio Popolare

La tragedia dei civili uccisi lungo le strade di Bucha, la carovana bloccata al confine e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 3 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Quella di oggi è stata l’ennesima giornata di guerra in Ucraina, una giornata segnata in particolare dalle immagini arrivate dai territori a nord ovest di Kiev da dove si sono ritirati i militari russi. Le richieste di un porto sicuro per la Geo Barents non sono ancora state accolte dalle autorità europee, a bordo della nave di Msf ci sono tutt’ora 113 migranti. C’è stata una sparatoria a Sacramento in California. Secondo la polizia, sono state colpite almeno 15 persone, di cui 6 sono morte. Dai confini con la Polonia e la Romania stanno rientrando in Italia le varie carovane partite nei giorni scorsi. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-3-aprile/


Il Papa a Malta lo ripete: la guerra in Ucraina è sacrilega
Gianni Cardinale – Avvenire

Malta, Messa per Floriana

Il Pontefice visita la grotta dove San Paolo visse nell’anno 60. L’omelia a Floriana con 20mila fedeli: anche nella nostra religiosità possono insinuarsi l’ipocrisia e il vizio di puntare il dito
continua in
https://www.avvenire.it/papa/pagine/papa-a-malta-preghiamo-per-l-ucraina-guerra-sacrilega


L’irresistibile vertigine della guerra

«Va chiamata ‘vertigine’ ogni attrazione il cui primo effetto sorprenda e disorienti l’istinto di conservazione». Così scriveva Roger Caillois in un testo dell’esilio sudamericano, pubblicato nel 1943 ma risalente agli anni appena precedenti, quando la catastrofe della guerra mondiale si avvicinava ed esplodeva. In questo caso, spiegava, «l’essere è trascinato alla rovina e come persuaso dalla visione del proprio annientamento a non resistere alla potente fascinazione che lo seduce terrorizzandolo»
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/lirresistibile-vertigine-della-guerra/

Enrico Letta, Michele Santoro, Edward Luttwak e la guerra

La guerra in Ucraina può essere vista con gli occhi di Letta o con quelli di Luttwak. Entrambi l’appoggiano. Il primo perché sarebbe una guerra per la libertà. Il secondo perché la considera un’esperienza “bellissima”. E c’è Santoro che riprende in mano i temi del pacifismo.
continua in
https://www.peacelink.it/conflitti/a/49103.html

“Il grande sogno di Kirill un Carlo Magno d’Oriente” 
Intervista a Enzo Bianchi, a cura di Cesare Martinetti de La Stampa

La seconda guerra ucraina, consustanziale e parallela a quella che si volge sul campo, è una feroce guerra tra Chiese che credono nello stesso Dio. Il patriarca Kirill di Mosca, appoggiando con passione la guerra, ha offerto a Vladimir Putin una copertura teologica difficile da capire in Occidente. Enzo Bianchi, fondatore della comunità di Bose, è stato protagonista del dialogo tra i cattolici e l’Oriente, fin dagli Anni 70, quando Kirill venne per la prima volta a Bose
continua in
https://www.alzogliocchiversoilcielo.com/2022/04/enzo-bianchi-il-grande-sogno-di-kirill.html?fbclid=IwAR27ZJnbjECz3ZwJc5rpWtJh7uLxR19nrGKpc1eEImswD4KTj0Xlscj8Rgc

Covid Italia, bollettino del 3 aprile 2022: 53.588 nuovi casi in Italia e 118 morti

In Italia sono 53.588 i nuovi positivi al Covid contro i 70.803 di ieri ma soprattutto i 59.555 di domenica scorsa. I decessi sono 118 (ieri 129): le vittime totali dall’inizio della pandemia sono 159.784. I tamponi processati sono 364.182 (ieri 477.041) con un tasso di positività che scende dal 14,8% al 14,7%.
In calo le terapie intensive, meno 4 (ieri +17), con 42 ingressi del giorno, e arrivano a 489. In crescita invece di 68 unità i ricoveri ordinari (ieri +32), 10.017 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/03/news/covid_italia_bollettino_del_3_aprile_2022_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-343954320/

Guerra in Ucraina, carovita e attacco al green deal

Domande e risposte a cura di Greenpeace, Terra!, Fairwatch, Lipu. Un dossier a disposizione degli attivisti sociali per le proprie comunicazioni e attività
contrinua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/04/03/guerra-in-ucraina-carovita-e-attacco-al-green-deal/

Non è breve la strada per il distacco dal gas russo
Vincenzo Comito – Sbilanciamoci

I conti di Bruxelles sull’imminente indipendenza dei paesi Ue dal gas russo non tornano. Serviranno anni e ingenti investimenti per potenziare l’approvvigionamento dall’Algeria. Gli Usa sono al massimo dell’export, inoltre la maggior parte dei paesi, come il Qatar, ha contratti a lungo termine da rispettare
continua in
https://sbilanciamoci.info/non-e-breve-la-strada-per-il-distacco-dal-gas-russo/

Il Ddl Concorrenza stravolge i Comuni. Che possono fare le RSU

Il Ddl Concorrenza stravolge gli enti locali, da fornitori di servizi pubblici per la comunità a strumento del mercato [Armando Morgia*]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/04/03/il-ddl-concorrenza-stravolge-i-comuni-che-possono-fare-le-rsu/

Comune di Roma, perché devono cambiare le cose

Elezioni per le Rsu al Campidoglio. Il candidato dei Cobas: costruire dal basso la prossima agenda sindacale, a cominciare dallo smart working [Gianni Carravetta]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/04/03/rsu-campidoglio-cobas-smart-working/


MARCO BOATO SU BENIAMINO “NINO” ANDREATTA

(Testo pubblicato sotto forma di intervista a MARCO FONTE sulla rivista AREL e ripreso dall’Alto Adige di Bolzano del 1° aprile 2022 e dall’Adige di Trento del 3 aprile 2022).

Ho conosciuto il professore Beniamino “Nino” Andreatta nell’anno accademico 1964-65, il secondo anno del corso di laurea in Sociologia a Trento (l’Istituto superiore di Scienze sociali a Trento, con l’allora unica laurea in Sociologia d’Italia, era stato fon…

Continua in …



Dopo la manifestazione per la pace di Monte Sole, nei luoghi della strage di Marzabotto e dove oggi è sepolto don Giuseppe Dossetti
Dalla pagina Facebook di Paola Ziccone

Carissimi tutti,
la notizia della marcia a Monte Sole con termine al Cimitero di Casaglia, così simbolico e portatore di tanti moniti, mi interpella sulla posizione da prendere di fronte a fatti così gravi. Per la natura degli organizzatori della marcia, cioè i comuni dove vivo e le organizzazioni a me care e sorte attorno alla memoria della strage, intendo queste righe come condivisione di una riflessione e di una preoccupazione che credo presente anche in voi. Si tratta sop…

Altro…



“Un quasi festival”. Tre giorni di incontro di pensieri critici
Giulia Rodano – Volere la luna

Dopo la pandemia, la guerra. E, senza interruzione, la crescita delle disuguaglianze e della crisi climatica. Ma l’establishment continua sulla propria strada e accusa chi esprime dubbi di essere antiscientifico, disfattista e via seguitando. In questo contesto, parlare fuori da coro e coltivare la memoria e il pensiero critico è già un atto politico. Anche a questo serve un “quasi festival”.
continua in
https://volerelaluna.it/che-fare/2022/04/04/un-quasi-festival-tre-giorni-di-incontro-di-pensieri-critici/



Per la pace, a Comiso come 40 anni fa

In piazza “In direzione ostinata e contraria”, riprendendo il cammino di Pio La Torre per chiedere la fine della guerra e il disarmo, chiamati dalla Cgil Sicilia e di Ragusa, dal Centro studi Pio La Torre insieme ad associazioni, organizzazioni e sindacati
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/04/news/per_la_pace_a_comiso_come_40_anni_fa-2005658/

Oggi come ieri a Comiso per la pace nel nome di Pio La Torre


4 aprile: le notizie di Radio Popolare

La visita di Zelensky a Bucha, l’Europa si muove per nuove sanzioni contro la Russia e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 4 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Nel quarantesimo giorno di guerra in Ucraina, il presidente Zelensky ha visitato la città di Bucha mentre si temono altri massacri simili e la Corte Penale Internazionale ha già aperto un fascicolo ucraino per crimini di guerra. In queste ore i Ministri delle Finanze della zona Euro si incontrano per discutere di nuove sanzioni contro la Russia in attesa del nuovo vertice degli ambasciatori europei di mercoledì. Secondo il nuovo rapporto degli scienziati dell’ONU esperti in cambiamenti climatici, senza una riduzione immediata e profonda delle emissioni di Co2 in tutti i settori, limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi centigradi è impossibile. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-4-aprile/

La mappe dell’invasione russa in Ucraina aggiornate al 4 aprile 2022

Gli attacchi e gli spostamenti delle truppe a partire dal 24 febbraio, primo giorno di guerra
https://www.rainews.it/articoli/2022/03/tutte-le-mappe-dellinvasione-russa-in-ucraina-7c007a9f-743f-4795-9423-4be3e884be5b.html

L’uomo delle gaffe
Branko Marcetic – Jacobin Italia

Da candidato alla Casa Bianca, Joe Biden si presentava come il presidente responsabile che, a differenza di Donald Trump, avrebbe soppesato le parole. Non sembra vero, a giudicare dalle sue ultime uscite sulla guerra in Ucraina
continua in
https://jacobinitalia.it/luomo-delle-gaffe/


Noi vogliamo glorificare la Pace – sola igiene del mondo
Davide Sabatino and L’Indispensabile – La Fionda

Eccoci ripiombati nel Novecento. Qualcuno si chiederà, giustamente, se mai ne fossimo usciti. La guerra è una cosa orrenda; le armi fanno schifo; le macerie e i cadaveri dei giovani civili buttati ai crocicchi delle strade sono immagini terrificanti. Sì, tutto vero. Eppure a sentire certi discorsi, come ad esempio l’ultimo di Mario Draghi in dialogo con Zelensky al Parlamento italiano, sembrerebbe proprio che ci sia una volontà di affermazione della guerra quasi più forte degli espliciti guerrafondai
continua in
https://sentileranechecantano.net/wp-admin/post.php?post=12054&action=edit


La guerra, una malattia che non lascia scampo
 Nicoletta Dentico e Pirous Fateh Moghadam – Strisciarossa

L’incremento delle spese militari è una vergogna, ha detto Papa Francesco. Tanto più intollerabile perché nel 2022 il governo ha previsto un taglio di 6 miliardi di spesa in ambito di sanità pubblica, dopo due anni di pandemia che hanno sconquassato il servizio sanitario e lasciato un’eredità di disuguaglianze profonde
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-guerra-una-malattia-che-non-lascia-scampo/


Un secolo di storia della prima organizzazione internazionale di donne per la pace

Immagine della locandina dell’Incontro (Foto di Guendalina di Sabatino)

Masse di lavoratori partecipavano alla vita di fabbrica uscendo dall’isolamento del mondo contadino; Henry Ford introduceva nel mondo produttivo la catena di montaggio con funzioni e tempi lavorativi parcellizzati; enormi quantità di beni davano luogo alla società dei consumi, garantivano profitti e dilatavano i mercati trasformando le vecchie forme di vita e le relazioni interpersonali
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/04/un-secolo-di-storia-della-prima-organizzazione-internazionale-di-donne-per-la-pace/


Orbán resta al potere, ma si sfascia l’alleanza sovranista di Visegrád
Paolo Soldini – Strisciarossa

Viktor Orbán resta al potere. Secondo i dati disponibili a tarda notte il premier ungherese avrebbe vinto le elezioni parlamentari con oltre il 50% dei voti e avrebbe assicurato al suo partito, Fedesz, 134 dei 199 seggi in palio nel parlamento. Non si sa ancora come sia andata l’altra consultazione che si è tenuta ieri,. cioè il referendum sull’ennesimo provvedimento governativo contro i diritti civili, la libertà dei cittadini e l’Europa: una legge, approvata qualche mese fa e condannata dal Parlamento e dalla Commissione Ue che proibisce di parlare di omosessualità e tematiche di genere in tutti i contesti pubblici in cui ci siano minori.
continua in
https://www.strisciarossa.it/orban-resta-al-potere-ma-si-sfascia-lalleanza-sovranista-di-visegrad/

Molte conferme dalle urne in Serbia e Ungheria
Gianmarco Pisa – Pressenza.com

Sono, in questo momento, tra i Paesi europei di cui più si è detto, circa la loro posizione rispetto al conflitto NATO-Russia in Ucraina, per i legami che esprimono con la Russia e per le critiche a vario titolo sollevate nei confronti dell’Unione Europea in relazione alla crisi.
Una posizione, tuttavia, non simmetrica tra i due Paesi: la Serbia, infatti, non è membro dell’Unione Europea, è Paese candidato all’adesione sin dal 1 marzo 2012 e, allo stato, su un complesso di 35 capitoli di negoziato, registra un totale di 22 capitoli aperti, di cui solo 2 chiusi provvisoriamente; pur non facendo propriamente parte dello spazio economico legato alla Russia, ha stipulato un accordo di libero scambio con l’Unione Economica Eurasiatica, i cui Stati membri sono Russia, Bielorussia, Armenia, Kazakistan e Kirghizistan, entrato in vigore il 10 luglio scorso e con il quale si prevede, a regime, l’accesso a un mercato di oltre 180 milioni di persone con oltre il 90% delle merci senza dazi doganali
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/04/molte-conferme-dalle-urne-in-serbia-e-ungheria/

Alfonso Gianni. Pacifismo realistico o corsa alle armi? Dialogando con Gianni Cuperlo

Caro Cuperlo,

ho letto con attenzione l’intervista che hai rilasciato a Il Riformista del 30 marzo (https://www.ilriformista.it/facile-dire-allucraina-sei-debole-arrenditi-lue-con-armi-accoglienza-e-sanzioni-obbliga-putin-a-trattare-intervista-a-gianni-cuperlo-290158/?refresh_ce), nella quale sostieni che tra la scelta di inviare armi all’Ucraina, le cui ragioni tu difendi, e la politica di riarmo a livello europeo e italiano non vi è, o non vi dovrebbe essere, un nesso così stretto tale da stabilire un rapporto di causa ed effetto.
continua in
https://volerelaluna.it/politica/2022/04/04/pacifismo-realistico-o-corsa-alle-armi-dialogando-con-carlo-cuperlo/

Sentenza in Cassazione
La morte di Stefano Cucchi: due Carabinieri condannati a 12 anni per omicidio preterintenzionale

Ilaria Cucchi: “Ora possiamo dire che è stato ucciso di botte, e che giustizia è stata fatta”. Il pubblico ministero: “Fu Via Crucis notturna”. Nuovo processo di appello per altri due militari
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/caso-cucchi-due-carabinieri-condannati-a-12-anni-per-omicidio-preterintenzionale-1d7e9126-7340-4fc1-9aaa-6f6d5eb180f1.html

Cucchi, Cassazione conferma le condanne: lo uccisero i carabinieri
Checchino Antonini – Popoff Quotidiano

12 anni di reclusione per i due carabinieri che pestarono a morte Stefano Cucchi. Giovedì la sentenza per i depistaggi
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/04/04/cucchi-cassazione-conferma-le-condanne-lo-uccisero-i-carabinieri/


Luigi Manconi: «Da 20 anni “A buon diritto” sfida il vizio italiano dell’indifferenza»
Enrico Novi – Il Dubbio

«Con la mia associazione scuotiamo la politica convinta di poterci derubricare a umanitarismo. Ogni volta che parlo di Stefano Cucchi ripeto “…fratello di Ilaria, figlio di Rita e Giovanni, e allora capiscono»
continua in
https://www.ildubbio.news/2022/04/04/luigi-manconi/?utm_medium=Social&utm_source=Facebook&fbclid=IwAR2OPiqcCmXYdGxDFOTcE5dkkpDnGAq5nL1uaqjhkoaJIcTTEM9DYeCArD0#Echobox=1649063028


Per Città senza mafie … fin dalla campagna elettorale
Giovanni Caprio – pressenza.com

982 comuni si preparano al voto del prossimo 12 giugno, quando 8 milioni e mezzo di italiani saranno chiamati a scegliere il proprio sindaco (oltre ad esprimersi sui 5 quesiti referendari: sulla riforma del Csm, sull’abolizione della legge Severino, sui limiti agli abusi della custodia cautelare, sulla separazione delle funzioni dei magistrati e sull’equa valutazione degli stessi magistrati).
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/04/per-citta-senza-mafie-fin-dalla-campagna-elettorale/


Giochiamo alla guerra, la follia dei grandi e il popolo dei bambini
Matteo Fantuzzi – Strisciarossa

Un atto insensato alle porte dell’Europa da oltre un mese preoccupa la nostra quotidianità già minata da anni difficilissimi: cosa porta degli uomini a dichiarare guerra ad altri uomini ? Potremmo semplicemente rifugiarci nel paradosso hegeliano e considerare la guerra un atto necessario, una necessità superiore per risolvere conflitti diversamente insanabili. Ma questo mette in campo un altro paradosso, quello cioè di uomini che decidono di sostituirsi alle divinità o, a seconda del credo, alla natura.
continua in
https://www.strisciarossa.it/giochiamo-alla-guerra-la-follia-dei-grandi-e-umanita-del-popolo-dei-bambini/



Franco Fortini l’intellettuale eretico

Il Fortini che Giuseppe Muraca propone in questo libro, L’integrità dell’intellettuale. Scritti su Franco Fortini (Ombre corte, Verona 2022), è un uomo che ha attraversato la metà del Novecento, con intelligenza, partecipazione, spirito critico e una continua lode al dubbio di brechtiana memoria. Personaggio poliedrico, polemista, critico letterario, saggista, traduttore e organizzatore di cultura, Franco Fortini (1917-1994) ha incontrato tendenze politiche e culturali, si è cimentato nel confronto, senza rimanerne ingabbiato, quasi “divertendosi” a infrangere nelle varie circostanze regole, costumi, valori in un percorso che lo ha portato ad essere considerato uno dei più importanti intellettuali e scrittori di quell’epoca.
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/03/04/franco-fortini-lintellettuale-eretico/


4 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Rsu 2022, domani si vota
Giorgio Sbordoni – Collettiva.it

Alla fine ci siamo. Una manciata di ore ci dividono dal voto per il rinnovo delle Rsu, le Rappresentanze sindacali unitarie, nei settori pubblici e della conoscenza. Da domani, urne aperte nelle giornate di martedì 5, mercoledì 6 e giovedì 7 aprile per milioni di dipendenti pubblici che dovranno scegliere i propri delegati e le proprie delegate.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/rsu_2022_domani_si_vota-2005304/


ELEZIONI RSU NELLA SCUOLA: LE LISTE DELLE CLAP

Il 5, 6 e 7 aprile, si vota nella Pubblica Amministrazione per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie. Per la prima volta nella PA, ci saranno anche le liste delle Camere del Lavoro Autonomo e Precario. Saranno in tre Scuole romane: Liceo Avogadro, Liceo Nomentano, IC Poseidone. Una sperimentazione importante e coraggiosa
continua in
http://www.clap-info.net/2022/04/elezioni-rsu-nella-scuola-le-liste-delle-clap/


L’affermazione ad Amazon delle Unions di base americane è un monito per il sindacalismo italiano
Maurizio Ballistreri – Il Diario del Lavoro

Deve costituire elemento di riflessione per il sindacalismo e il sistema di relazioni industriali nel nostro Paese, quanto sta avvenendo negli Stati Uniti.
A distanza di circa un anno dalla sconfitta nello stabilimento di Amazon in Alabama del sindacato americano RWDSU (Retail, Wholesale and Department Store Union) affiliato all’AFL-CIO, dove i lavoratori avevano votato contro il suo ingresso, nella filiale di distribuzione di Staten Island, New York, della catena della logistica globale dell’uomo più ricco del mondo, Jeff Bezos, i dipendenti hanno scelto di consentire l’accesso ad una unions. Nella votazione 2654 dipendenti si sono dichiarati favorevoli al sindacato e 2131 contrari, secondo i dati forniti dal National Labor Relations Board di Brooklyn
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/laffermazione-ad-amazon-delle-unions-di-base-americane-e-un-monito-per-il-sindacalismo-italiano/

Caporalato, Sposato (Cgil Calabria): «Cittadini e società civile reagisca e isoli questi criminali senza scrupoli»

Il 31 marzo un’operazione dei carabinieri ha portato all’arresto di 15 persone per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Disposto il sequestro preventivo di beni e quote aziendali di 10 imprese del settore agricolo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/caporalato_sposato_cgil_calabria_cittadini_e_societa_civile_reagisca_e_isoli_questi_criminali_senza_scrupoli_-2008948/

Milano. Emerson Sirai, due lavoratrici precarie lasciate a casa

La Fiom provinciale ha proclamato per martedì 5 aprile sciopero e presidio a Bussero
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/emerson_sirai_due_lavoratrici_precarie_lasciate_a_casa-2008633/


Abbassate le armi alzate i salari

I costi di questa guerra stanno già ricadendo pesantemente sui lavoratori e diverse aziende stanno aprendo le procedure di licenziamento, giustificandole con lo scoppio del conflitto. L’aumento generalizzato dei prezzi sta sprofondando in condizioni drammatiche un’ampia fetta della popolazione. Stare fuori dalla guerra non è solo una scelta di civiltà, ma anche una necessità.
continua in
https://www.facebook.com/unionesindacaledibase/photos/a.400057483381285/4902426476477674/


Campania. Beni confiscati: Cgil, no alla vendita degli immobili

“Destano preoccupazione le varie posizioni favorevoli alle dichiarazioni del presidente De Luca sulla vendita dei beni confiscati, a margine del Forum espositivo promosso sul tema dalla Regione Campania. Anche il presidente tira fuori la storia trita e ritrita della vendita dei beni confiscati facendo, tra l’altro, confusione tra i beni immobili e le aziende, e dimenticando che per queste ultime è già prevista la vendita, il fitto del ramo, la liquidazione e altre forme di messa a reddito”. 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/04/news/beni_confiscati_cgil_no_alla_vendita_degli_immobili-2008528/

Bologna. Interpump Hydraulics, rinnovato l’integrativo

Fiom provinciale e Rsu aziendale: “L’accordo prevede sostanziali miglioramenti sia in termini di diritti che di salario”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/interpump_hydraulics_rinnovato_l_integrativo-2008455/


Industria metalmeccanica. Benaglia: “Fare il tutto il possibile per evitare la stagflazione”

Il Segretario generale Fim Cisl Roberto Benaglia oggi a Foggia, durante l’incontro con le strutture sindacali pugliesi, ha lanciato l’allarme sul rischio di stagflazione, che costituisce una prospettiva pericolosa per l’industria metalmeccanica, il lavoro e l’economia del nostro Paese
continua in
https://www.cisl.it/notizie/categorie-ed-enti-cisl/industria-metalmeccanica-benaglia-fare-il-tutto-il-possibile-per-evitare-la-stagflazione/


Roma. Crisi alberghi: Cgil, punire chi licenzia senza motivo

“Al governo chiederemo di fermare i licenziamenti e penalizzare le aziende che li fanno in modo immotivato, non certo di premiarle”. A dirlo è il segretario della Cgil di Roma e Lazio Natale Di Cola, con un post su Facebook, in vista della prima seduta del tavolo inter-istituzionale di martedì 5 aprile sulla vertenza legata al settore turistico-alberghiero della Capitale: “Abbiamo ripetuto, inascoltati, che dopo la crisi economica dovuta alla pandemia, il tanto decantato rimbalzo del Pil avrebbe portato con sé un aumento delle diseguaglianze, che senza un quadro chiaro di regole a tutela del lavoro gli imprenditori più spregiudicati avrebbe utilizzato la crisi per colpire il lavoro”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/crisi_alberghi_cgil_punire_chi_licenzia_senza_motivo-2007856/

A Brescia iniziativa della Fp agli Spedali Civili. Da domani si vota

È stata molto partecipata l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità pubblica del territorio bresciano promossa dalla Funzione Pubblica provinciale presso gli Spedali Civili di Brescia che ha visto la presenza del segretario nazionale Michele Vannini.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/a_brescia_iniziativa_della_fp_agli_spedali_civili_da_domani_si_vota-2010510/


Questa mattina, le sedi della Cgil Marche e della Camera del Lavoro di Ancona sono state trovate vandalizzate con scritte inaccettabili e deliranti, rivolte contro Cgil, Cisl e Uil.
“Paragonare la Cgil e tutto il sindacato confederale al nazismo significa non conoscere la storia del movimento sindacale italiano e il contributo politico 
e in vite umane pagato proprio dalle organizzazioni dei lavoratori durante il nazi fascismo”, si legge in un comunicato del sindacato
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/ancona_attacco_alla_sede_della_cgil-2008843/


Brindisi. Cgil, le famiglie sono sempre più in difficoltà

“Beni energetici, prodotti alimentari, beni di prima necessità con prezzi ‘impazziti’. L’inflazione alle stelle sta erodendo il già scarso potere d’acquisto delle famiglie in forte difficoltà, in particolare al Sud e nel brindisino, dove la disoccupazione, il lavoro precario e malpagato la fanno da padrone”. A denunciare le attuali difficoltà economiche è il segretario generale della Cgil di Brindisi Antonio Macchia, rilevando che l’inflazione “accelera per il nono mese consecutivo, raggiungendo a marzo un livello (+6,7%) che non si registrava dal luglio 1991, e il Codacons calcola per le famiglie una stangata fino a 2.674 euro all’anno”.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/04/news/cgil_le_famiglie_sono_sempre_piu_in_difficolta_-2008287/

Palrmo. Sirti, stato d’agitazione e 16 ore di sciopero

Proclamato lo stato di agitazione alla Sirti di Carini (in provincia di Palermo), durante l’assemblea dei lavoratori che si è svolta stamattina in azienda. I 145 lavoratori dell’impresa nazionale specializzata nella realizzazione e manutenzioni di grandi reti di telecomunicazione, si sono espressi all’unanimità, definendo le seguenti modalità della protesta, a effetto immediato: blocco reperibilità e tempi di viaggio, blocco dei lavori programmati e notturni, blocco dello straordinario
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/sirti_stato_d_agitazione_e_16_ore_di_sciopero-2010505/

Appello USB per il futuro dell’aeroporto di Bologna

Nonostante la pandemia nell’aeroporto di Bologna si sono mantenuti livelli di traffico migliori rispetto a tanti altri aeroporti italiani: tuttavia il gestore aeroportuale (AdB) non ha approfittato del relativo fermo per affrontare se non risolvere le carenze strutturali ormai decennali.
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/appello-usb-per-il-futuro-dellaeroporto-di-bologna-1450.html

Livorno. Educatrice licenziata da Randstad

Motivo del licenziamento, secondo l’agenzia per ili lavoro somministrato, le troppe assenze contestate. Nidil Cgil: “Inaccettabile, si vogliono intimorire le altre lavoratrici”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/educatrice_licenziata_da_randstad-2010515/

Toscana. Fidi: Cgil, no alla privatizzazione

“La Cgil Toscana è a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori di Fidi Toscana in lotta per respingere il piano di privatizzazione proposto dalla giunta regionale”. A dirlo è la segretaria generale della Cgil Toscana Dalida Angelini, annunciando la partecipazione al presidio di martedì 5 aprile a Firenze, in piazza Duomo, davanti alla sede della Regione, assieme a Fisac Cgil e Unisin
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/fidi_cgil_no_alla_privatizzazione-2007853/

L’Aquila. Concorsi truccati per assunzioni forze ordine, 70 indagati

ANSA – Settanta persone molte delle quali appartenenti alle forze di polizia, (polizia di Stato, guardia di finanza, polizia penitenziaria e vigili del fuoco) sono indagate nell’inchiesta avviata dalla procura dell’Aquila sui concorsi truccati per essere assunti come poliziotti, finanzieri, agenti penitenziari e vigili del fuoco.
continua in
https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/04/04/concorsi-truccati-per-assunzioni-forze-ordine-70-indagati_7e8b0658-a661-4a0f-aa88-f9c93e11bd68.html

Servizi educativi Roma, martedì 5 alle 17 assemblea AEC/OEPA in piazza Madonna di Loreto

Gli operatori attendono i passi successivi all’internalizzazione, percorso avviato dalla precedente consiliatura, sostenuto durante la campagna elettorale anche da esponenti di alcuni partiti politici ora membri del consiglio comunale
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/servizi-educativi-roma-martedi-5-alle-17-assemblea-aec-oepa-in-piazza-madonna-di-loreto-1848-1.html



Caduta dall’alto: operaio muore a Ostia

La vittima, un lavoratore di origini romene di 45 anni, era impiegato in un intervento di ristrutturazione. I sindacati chiedono un incontro al Prefetto di Roma
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/caduta_dall_alto_operaio_muore_a_ostia-2012591/

5 aprile: le notizie di Radio Popolare

Il discorso di Zelensky al Consiglio di sicurezza Onu, il nuovo rinvio per Patrick Zaki e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 5 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il presidente ucraino Zelensky ha parlato davanti al Consiglio di Sicurezza dell’Onu chiedendo un processo alla Russia per crimini di guerra. Le nuove sanzioni economiche alla Russia non riguardano le forniture di gas. L’Italia espelle trenta diplomatici russi e la Lega manifesta malumori. Altro rinvio per il processo a Patrick Zaki, che resta in libertà. La cassazione definisce la verità giudiziale sul caso Cucchi: Stefano è stato ucciso. Presentate le candidature per i David di Donatello, i massimi premi italiani del cinema. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-5-aprile/

L’alter ego di Vladimir Putin che combatte in Ucraina da otto anni
Leonid Bershidsky per Bloomberg (Stati Uniti)

Donetsk, nell’est dell’Ucraina, 28 luglio 2014. Igor Girkin, detto Strelkov, durante una conferenza stampa. (Bulent Kilic, Afp)

I selfie di Zelensky, i tavoli di Putin, gli occhiali di Kim
Adriano D’Aloia – Doppiozero

Gli esperti sono unanimi nel riconoscere le innovazioni apportate dal presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky alla comunicazione della leadership politica in tempo di guerra. Con una cadenza ormai quotidiana, dal suo bunker a Kiev, Zelensky pone il mondo di fronte a una inedita e dissonante evidenza: al tempo dei social e della connessione costante, comunicare efficacemente dal cuore dell’assedio è possibile. Il suo è un vero e proprio viaggio ufficiale in videoconferenza nei parlamenti e nei consessi del mondo occidentale (almeno 20 nel mese di marzo)
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/i-selfie-di-zelensky-i-tavoli-di-putin-gli-occhiali-di-kim


Ungheria, la delusione dei giovani per la vittoria di Orban
Martina Stefanoni – Radio Popolare

È da poco passata mezzanotte quando Peter Marki Zay sale sul palco dell’evento organizzato dall’opposizione per l’election night in Ungheria. L’ampio spazio solitamente usato come pista per pattinare sul ghiaccio dietro piazza degli Eroi, a Budapest, doveva accogliere centinaia di persone in festa, e i food truck allestiti per la serata si erano preparate per lunghe code di persone. Invece, quando Marki Zay sale sul palco, la maggior parte delle persone è già andata via, i cartelli preparati dal comitato elettorale e le bandierine con il nome del candidato sono abbandonati per terra o sui tavoli, tra una lattina di birra e un bicchiere di plastica. Il clima gelido non aiuta, ma la musica allegra che esce dalle casse sul palco stride enormemente con le facce e lo spirito di chi è rimasto
continua in
https://www.radiopopolare.it/ungheria-la-delusione-dei-giovani-per-la-vittoria-di-orban/

Contro l’esercito comune europeo
Giacomo Cervo – La Fionda

L’invasione russa pare aver dato una decisa accelerazione alla discussione sull’opportunità di creare le forze armate dell’Unione Europea. Qui tre buone ragioni per essere contrari.
continua in
https://www.lafionda.org/2022/04/05/contro-lesercito-comune-europeo/


Pagliarulo all’ANSA: “Sappiamo benissimo chi è l’aggressore, l’abbiamo sempre denunciato e condannato”

C’è un pregiudizio di alcune persone e alcune aree contro l’Anpi. È triste constatare come da settimane ci sia un avvelenamento del dibattito pubblico, un’isteria che prende a bersaglio chi ha opinioni diverse o si suppone le abbia. Non è un problema dell’Anpi ma della democrazia del nostro Paese
continua in
https://www.anpi.it/articoli/2666/?fbclid=IwAR0jvDuDyX9gj2O5VUU35LC47YD5xssdkr4STELsHGEw4jz5JnQmbZYfwKI


Ucraina, il silenzio impossibile. La guerra raccontata ai bambini
Vichi De Marchi – Strisciarossa

Astrid Lindgren, l’autrice svedese delle rivoluzionarie avventure di “Pippi Calzelunghe” era una convinta pacifista. Lo dichiarava apertamente e in ogni occasione. Lo fece anche nel 1978 ricevendo il premio per la pace dai librai tedeschi. Nel suo discorso di accettazione rivendicò il diritto-dovere di partire dai bambini, dalle loro speranze, dalle loro preoccupazioni. “Quelli che ora sono bambini assumeranno un giorno la guida del nostro mondo, ammesso che ne rimanga qualcosa. Dovranno decidere di guerre e di pace e di quale società vorranno”, disse
continua in
https://www.strisciarossa.it/ucraina-il-silenzio-impossibile-la-guerra-raccontata-ai-bambini/

Francia alle urne, Macron è il favorito. Incalzato da Marine Le Pen e dall’astensionismo
Leonardo Casalino – Strisciarossa

A meno di dieci giorni dalla tenuta del primo turno delle elezioni presidenziali, la campagna elettorale in Francia sembra conoscere un’accelerazione.
Da mesi il Presidente uscente, Emanuel Macron, è indicato come il favorito, in grado di arrivare largamente in testa l’11 aprile e di sconfiggere qualunque altro candidato che arrivasse con lui al secondo turno.
continua in
https://www.strisciarossa.it/francia-alle-urne-macron-e-il-favorito-incalzato-da-marine-le-pen-e-dallastensionismo/

Covid Italia, il bollettino del 5 aprile 2022: 88.173 casi e 194 decessi

Sono 88.173 i nuovi casi Covid nelle 24 ore in Italia, contro i 30.630 di ieri (dato come sempre condizionato dai pochi tamponi del post-weekend) ma soprattutto i 99.457 di una settimana fa, una riduzione su base settimanale dell’11%: serviranno altri giorni per capire se si scende dal plateau. I tamponi processati sono 588.576 (ieri 211.448), con un tasso di positività che sale dal 14,5% al 15%.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/05/news/covid_italia_il_bollettino_del_5_aprile_2022-344266830/

Vaccini contro varianti. La pandemia è ancora con noi
Vittorio Valli – Sbilanciamoci

La fine di molte restrizioni per limitare il Covid-19 è il riflesso di una sottovalutazione della pandemia. Un’analisi dei dati su contagi e vittime mostra l’efficacia di restrizioni e vaccini, e suggerisce le misure che sarebbero necessarie.
continua in
https://sbilanciamoci.info/vaccini-contro-varianti-la-pandemia-e-ancora-con-noi/

Articolo Uno. È il tempo della sinistra/1: il confronto sulla mozione con le forze sociali

“Un incontro utile e positivo, quello appena svolto con le parti sociali e le associazioni i cui stimoli porterò nel mio lavoro al governo”. Queste le parole che il segretario di Articolo Uno, e ministro della Salute, Roberto Speranza ha voluto consegnare ai presenti dopo un incontro durato oltre due ore con Cgil, Cisl, Uil, Anpi, Arci e Legambiente svolto al quarto piano di Palazzo Theodoli all’interno del salone del gruppo di Liberi e Uguali alla Camera dei deputati.
continua in
https://articolo1mdp.it/e-il-tempo-della-sinistra-1-il-confronto-sulla-mozione-con-le-forze-sociali/

5 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Cgil, eletta la nuova segreteria nazionale

L’elezione a Roma con 185 voti a favore, 34 contrari e 18 astenuti. Quattro nuovi ingressi: Barbaresi, Ferrari, Giove e Re David. Lasciano Dettori, Galli e Ghiselli, ai quali va il ringraziamento dell’Assemblea per il grande lavoro svolto
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/04/news/cgil_eletta_la_nuova_segreteria_nazionale-2009948/

Il tempo della deglobalizzazione
Maurizio Ricci – Il Diario del Lavoro

Non per prendersela con il povero Francis Fukuyama e il suo “La fine della storia”, ma vi ricordate gli anni ’90? Democrazia liberale trionfante, libero mercato ovunque o quasi, interessi bassi e bassa inflazione. Trent’anni dopo, il panorama dice: populismo in ascesa, autoritarismo in espansione, protezionismo imperante, tassi di interesse e inflazione in rapida salita. Di fatto, l’integrazione economica e anche culturale, che sembrava inarrestabile, si è sfilacciata, man mano che procedevamo nel nuovo millennio. Semplificando alla grande, il processo in corso viene riassunto nella formula della “deglobalizzazione”. Si sono via via allentati gli ingranaggi economici dell’integrazione mondiale e la guerra in Ucraina ha accelerato la frammentazione globale in due blocchi, che le sanzioni dell’Occidente contro la Russia hanno allargato dalla geopolitica all’economia
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/il-tempo-della-deglobalizzazione/


I lavoratori della Prosus arrampicati sugli impianti contro le discriminazioni

I lavoratori della ProSus di Vescovato (Cremona) sono entrati in sciopero e protestano arrampicati in cima alla “giostra”, la catena che movimenta le mezzene degli animali macellati, contro la condotta antisindacale dell’azienda, contro le discriminazioni sul lavoro e per l’applicazione del giusto contratto di lavoro.
continua in
https://sentileranechecantano.net/wp-admin/post.php?post=12054&action=edit

Como. Lavoratori precari i più colpiti

Colombo, Cgil Como: “Serve un’azione concreta di prevenzione, da parte di tutti i soggetti preposti, su infortuni e malattie professionali. Nel contempo, è indispensabile accrescere i controlli, partendo dai settori più colpiti, per poi estenderli sul territorio”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/lavoratori_precari_i_piu_colpiti-2015967/

Le crepe della ceramica
Roberto Greco – Collettiva

“Dopo il lockdown eravamo ripartiti alla grande”, spiegano le Filctem Cgil di Modena e Viterbo: “Ora, fra l’incremento drammatico dei costi energetici e la guerra in Ucraina, si rischia il blocco dell’attività”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/col_fiato_sospeso-1988526/


Cisl: “Nel 2021 crescono gli iscritti con un incremento di quasi l’1% tra i lavoratori attivi”

Sono 4.076.033 i tesserati alla CISL nel 2021, con un aumento dello 0,17% (più 6.922 iscritti) rispetto all’anno precedente. E’ quanto sottolinea in una nota Daniela Fumarola, segretaria confederale organizzativa della Cisl. 
continua in
https://www.cisl.it/notizie/in-evidenza/sindacato-cisl-nel-2021-crescono-gli-iscritti-con-un-incremento-di-quasi-l1-tra-i-lavoratori-attivi/


Emilia Romagna. Pam Panorama: “Procedura licenziamento collettivo, 16 esuberi a Sassuolo”

Non erano infondati i timori dei sindacati sulla situazione di Pam Panorama. L’azienda, infatti, ha avviato la procedura di licenziamento collettivo con contestuale dichiarazione di 255 esuberi a livello nazionale, 16 dei quali riguardano il punto vendita di Sassuolo.
Filcams Cgil Modena e Fisascat Cisl Emilia Centrale hanno già tenuto assemblee con i lavoratori.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/dai-territori/dai-territori-emilia-romagna/emilia-romagna-pam-panorama-procedura-licenziamento-collettivo-16-esuberi-a-sassuolo/


Due Carrare (Padova). Valvitalia, i lavoratori in assemblea hanno approvato l’accordo

Oggi si è tenuta a Due Carrare l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della Valvitalia, composta dai 60 dipendenti ancora in forze, in cui è stata approvata l’ipotesi di accordo raggiunta la scorsa settimana, durante l’incontro fra azienda e sindacati che si è tenuto giovedì 31 marzo.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/valvitalia_i_lavoratori_in_assemblea_hanno_approvato_l_accordo-2016168/


Melfi. Las automotive, la lotta paga

Calamita (Fiom Basilicata): “Grazie ai nostri scioperi, superato il contratto ‘pirata’ e conquistati tutti i diritti contrattuali e salariali con garanzie occupazionali per i lavoratori dell’indotto della logistica”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/las_automotive_la_lotta_paga-2013815/


Chiavari (Genova). Hi-Lex, prosegue la lotta contro i licenziamenti

Per mercoledì 6 aprile sono state dichiarate dalle Rsu otto ore di sciopero, in concomitanza con l’incontro fra organizzazioni sindacali, rappresentanti della Regione Liguria e azienda, in programma presso la sede di Confindustria a Genova
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/hi-lex_prosegue_la_lotta_contro_i_licenziamenti-2015961/


Lazio. Chiusura Leonardo a Pomezia, Cgil Cisl e Uil con i lavoratori in lotta

“La Cgil regionale e del territorio, la Cisl di Roma Capitale Rieti e la Uil del Lazio sostengono la lotta e le proposte di tutte le lavoratrici e i lavoratori contro la chiusura del sito produttivo di Leonardo SpA di Pomezia per ribadire la centralità’ delle produzioni industriali, mettere al centro il valore del lavoro e la responsabilità sociale delle imprese verso i territori che ospitano i siti produttivi, soprattutto se a maggioranza azionaria pubblica”. Così in una nota le organizzazioni sindacali. 
continua in
https://www.cisl.it/notizie/dai-territori/dai-territori-lazio/lazio-sindacati-leonardo-spa-ribadire-centralita-delle-produzioni-industriali/

Disabili: barriere in sede Inps Pescara, rabbia associazione

ANSA – Per entrare un vero calvario”. Lo denuncia l’associazione Carrozzine Determinate Abruzzo secondo cui nella sede, a pochi passi da Palazzo di Città, ci sono “barriere architettoniche gravissime: parcheggi, marciapiedi, servoscala, citofono, ingresso. Tutto nell’incuria, nel degrado e nel disinteresse più totale”.
continua in
https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/04/05/disabili-barriere-in-sede-inps-pescara-rabbia-associazione_56a94a45-c6f2-475d-b0dd-3c21d7a577ad.html

Monza e Brianza. Giù le mani dalla clausola sociale

La Filcams Cgil si mobilita per le lavoratrici e i lavoratori impiegati negli appalti di servizi che non sarebbero più tutelati. L’eliminazione dell’obbligo della stabilità occupazionale nei bandi metterebbe a rischio quasi 100.000 posti di lavoro nella provincia. Lunedì 11 aprile, dalle 15, presidio delle organizzazioni sindacali sotto la prefettura
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/05/news/giu_le_mani_dalla_clausola_sociale-2015976/

Palermo. Parlare di Ucraina a scuola? Mai da soli…

“Siamo in una democrazia, mica come in Russia…” Concetto sparato da tutti i media tutti i giorni, ma ogni pensiero che non sia preventivamente “allineato” con quello governativo (europeo-Nato) non deve neanche poter circolare.
continua in
https://contropiano.org/regionali/sicilia/2022/04/05/palermo-parlare-di-ucraina-a-scuola-mai-da-soli-0148175


Le donne afgane sono state tradite due volte
Rafia Zakaria giornalista del quotidiano Dawn (Pakistan) – Internazionale

Kabul, 26 marzo 2022. Una protesta davanti al ministero dell’istruzione per chiedere la riapertura delle scuole per le ragazze. (Ahmad Sahel, Afp)

Sembra che i taliban non siano cambiati per niente. Il 22 marzo hanno annunciato che le ragazze non potranno frequentare le scuole superiori. Poi hanno aggiunto che le donne afgane non potranno uscire dal paese senza la presenza o il permesso di un parente maschio. Con queste due decisioni sono stati spazzati via tutti i progressi fatti dalle donne negli ultimi vent’anni.
continua in
https://www.internazionale.it/opinione/rafia-zakaria/2022/04/05/afghanistan-donne



Il diritto alla salute fra guerre e sindemie
Nell’ambito delle iniziative per il 7 aprile, giornata europea contro la commercializzazione della salute, la Campagna Dico 32! organizza:

7 aprile, giornata europea contro la commercializzazione della salute

Investito da un TIR sulla A14, muore un operaio

ANSA – Un operaio 37enne napoletano, che stava eseguendo lavori sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, è morto dopo essere stato investito da un tir.
continua in
https://www.ansa.it/puglia/notizie/2022/04/06/investito-da-mezzo-pesante-su-autostrada-a14-muore-operaio_39a5591f-b1b5-4958-bfbb-1df2a6587300.html

6 aprile: le notizie di Radio Popolare

Mosca sta intensificando i bombardamenti sul Donbass, la perquisizione nella sede del sindacato di base USB e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedIl racconto della giornata di mercoledì 6 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Le regioni a Est e sud-est dell’ Ucraina sono al centro dell’invasione russa dall’inizio del conflitto, ma Mosca starebbe preparando un’offensiva molto più intensa. Ieri sera a Mykolaiv nel sud del paese, è stato bombardato un ospedale oncologico. La Corte d’assise di Bologna ha condannato all’ergastolo con un anno di isolamento diurno, l’ex esponente di Avanguardia Nazionale che era imputato nel processo ai mandanti della strage di Bologna. Qualcuno ha nascosto una pistola nella sede del sindacato di base Usb, poi ha chiamato i carabinieri per farla trovare. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-6-aprile/

Udienza generale
Il Papa mostra la bandiera ucraina portata da Bucha e condanna il massacro: “Orrende crudeltà”

“Qui ci sono alcuni bambini ucraini che ci accompagnano – dice il Santo Padre – Questi bambini sono dovuti fuggire e arrivare a una terra straniera: questo è uno dei frutti della guerra. Non dimentichiamoli e non dimentichiamo il popolo ucraino”
continua in
https://www.rainews.it/photogallery/2022/04/papa-bandiera-ucraina-portata-da-bucha-e-condanna-il-massacro-orrende-crudelt-f7ce8e55-d4c6-48cb-b31d-ae7066ed3ae7.html


Via libera dal governo
Ok al Def all’unanimità. Draghi: serve unità, non si può scambiare il gas con la pace

La guerra in Ucraina ha cambiato le prospettive della nostra economia. Per questo bisogna fissare nuovi obiettivi. Ma in questo momento bisogna restituire fiducia ai cittadini, e per farlo serve unità. Lo hanno sottolineato il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, e il ministro dell’Economia, Daniele Franco, durante la presentazione del Def
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/il-consiglio-dei-ministri-vara-il-def-all-unanimita-economica-finanza-c3a333f8-7cd9-4d14-9c3f-31722d1aed6b.html

Il comunicato di Palazzo Chigi emesso al termine dei lavori del Governo
https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-71/19593


Fateme capì.
L’alternativa è fra pace e condizionatore?
Ma che davero?

Giorgio Piccarreta sulla propria pagina Facebook

Pirani, con l’embargo al gas russo scorte per 3-4 mesi
Tommaso Nutarelli – Il Diario del Lavoro

Si tratta di una stima, spiega il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani, destinata a dilatarsi visto che andiamo verso l’estate, ma in caso di stop alle forniture l’inverno per famiglie e imprese non sarà facile. Positiva la proposta di Draghi di un tetto comune europeo per l’acquisto del gas. E se a Bruxelles questa linea non dovesse passare, spiega Pirani, dovremmo pensare a una centrale unica di acquisto nel nostro paese. Guai a lasciare al mercato il compito di regolamentare i prezzi in una fase di emergenza come questa.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/pirani-con-lembargo-al-gas-russo-scorte-per-3-4-mesi/

Articolo uno. È il tempo della sinistra/2: sostenere l’Ucraina e costruire il dopo guerra

Un mondo nuovo, da imparare a leggere in fretta per esserne all’altezza. L’urgenza per la sinistra di costruire un pensiero autonomo e forte, mettendosi in ascolto e mettendo in comune la sua stessa ricerca e le idee che produce. Molto di più del congresso di Articolo Uno, dunque, nella riflessione sugli scenari della politica estera voluta da Roberto Speranza a partire dalla sua mozione, che si è svolta ieri di fronte alla direzione nazionale del nostro partito con la presenza di Lucia Annunziata, Susanna Camusso, Massimo D’Alema, Umberto De Giovannangeli, Ferdinando Nelli Feroci, Alberto Negri, Nicola Pedde, Arturo Scotto.
continua in
https://articolo1mdp.it/e-il-tempo-della-sinistra-2-sostenere-lucraina-e-costruire-il-dopo-guerra/


Roma. I carabinieri perquisiscono la sede del sindacato Usb dopo una telefonata anonima: “C’era una pistola nascosta nel wc”
Alessia Rabai – Fanpage

Nella sede nazionale Usb di via dell’Aeroporto a Roma i carabinieri stamattina hanno svolto una perquisizione per una segnalazione sulla detenzione di armi. All’interno di uno dei bagni, nascosta nello scarico del water, è stata rinvenuta una pistola proprio come indicato dalla telefonata anonima
continua in
https://www.fanpage.it/roma/nascondono-armi-blitz-dei-carabinieri-nella-sede-nazionale-usb-a-roma/

Nel bagno del sindacato spunta una pistola. Usb: «È una provocazione»

Una calibro 22 avvolta nel cellophane e con la matricola abrasa, nascosta nello sciacquone di uno dei bagni maschili dedicati al pubblico. È quello che ieri mattina hanno trovato i carabinieri nella sede nazionale dell’Unione sindacale di base (Usb), nel quartiere romano di Centocelle
continua in
https://ilmanifesto.it/nel-bagno-del-sindacato-spunta-una-pistola-usb-una-provocazione

Numerose le manifestazioni di a USB, dopo i gravi fatti nella nostra sede nazionale di Via dell’Aeroporto, a Roma. Le riportiamo di seguito, ringraziando organizzazioni e singoli che stanno dimostrando vicinanza ad USB in questo difficile momento
continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/la-solidarieta-a-usb-dallitalia-e-dallestero-1652.html

Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

La notizia secondo la quale i Carabinieri avrebbero fatto irruzione nella sede nazionale dell’USB (Unione Sindacale di Base) con il pretesto di cercare armi (per imprecisate segnalazioni telefoniche) è di una gravità inaudita. Per quanto ci riguarda è una violazione pari a quella perpetrata da Forza Nuova con l’attacco alla sede nazionale della CGIL di questo autunno. 
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=379550054179061&set=a.370165185117548



CREDERE, OBBEDIRE, COMBATTERE
Toni Capuozzo sulla propria pagina Facebook

Se provo a distogliermi dalla certezza dell’orrore, la cosa che mi fa male non sono gli insulti, ma certe piccole notizie. A Nikolajevka, oblast russo al confine ucraino, qualcuno ha vergato una Z – simbolo dell’aggressione russa – sul ponte costruito dagli alpini, che ritornano nei luoghi della ritirata facendo del bene. Chi avesse visto lapidi e celebrazioni sa che i russi, parlando dell’invasione subita nella seconda guerra mondiale, scrivono …
Altro…


L’Europa costretta a ripensare le sue relazioni con la Russia
Pierre Haski per  France Inter  – Internazionale

Uno dopo l’altro i legami costruiti negli anni tra la Russia e i paesi dell’Unione europea si stanno spezzando, e di sicuro resteranno spezzati per molto tempo. È la conseguenza logica della guerra scatenata da Vladimir Putin in Ucraina, ma è anche un fattore di instabilità a lungo termine per il continente
continua in
https://www.internazionale.it/opinione/pierre-haski/2022/04/06/europa-russia-diplomatici-sanzioni

Covid Italia, il bollettino del 6 aprile 2022: 69.278 casi, 150 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 69.278 nuovi positivi, in calo rispetto a ieri quando erano stati 88.173. Le nuove vittime sono state 150. Un calo abbastanza significativo se si considera che martedì scorso i nuovi casi erano stati 99.000
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/06/news/covid_italia_il_bollettino_del_6_aprile-344368297/

Covid. Question time Speranza: “Cts Aifa al lavoro per prescrizione antivirali da parte dei medici di famiglia”. E Italia Viva chiede anche che siano distribuiti nelle farmacie territoriali

Così il Ministro della Salute rispondendo ad un Question time di Italia Viva alla Camera. “Ora che abbiamo più dosi a disposizione, perché le dosi in una prima fase sono arrivate in Italia in un numero molto limitato, stiamo lavorando alla territorializzazione”. Nella replica Italia Viva ringrazia il ministro e sollecita anche la questione della distribuzione che ritiene sia da affidare alle farmacie territoriali
continua in
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=103808

Question time/2. Speranza su terapie domiciliari: “Con investimenti Pnrr vogliamo diventare il primo Paese d’Europa”

“Nel Pnrr c’è un investimento senza precedenti: stiamo parlando di 4 miliardi, compreso 1 miliardo per la telemedicina. Fino a pochi mesi fa l’assistenza domiciliare per le persone sopra i 65 anni era del 4 per cento, mentre la media dei Paesi Ocse è al 6 per cento. Con gli investimenti del Pnrr, il nostro obiettivo è far diventare l’Italia il primo Paese d’Europa per assistenza domiciliare, con il 10 per cento”. Così il ministro della Salute rispondendo al quetion time di Bologna (CI)
continua in
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=103815

Wu Ming. Per non dimenticare. Brevi note su Emergenza di Stato di Andrea Miconi

Il libro di Andrea MiconiEmergenza di Stato. Intellettuali, media e potere nell’Italia della pandemia (Giometti & Antonello, 2022, €12), è un testo necessario ma destinato a rimanere raro, forse unico.
continua in
https://www.wumingfoundation.com/giap/2022/04/miconi-emergenza-di-stato/


Condanna in primo grado
Ergastolo per Paolo Bellini, “quinto uomo” della strage di Bologna

Militante neofascista, secondo l’accusa sarebbe stato protetto dai servizi, e la P2 avrebbe finanziato l’attentato del 2 agosto 1980 alla Stazione centrale . Morirono 85 persone. Bolognesi (associazione familiari): “Un magnifico risultato”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/ergastolo-per-paolo-bellini-quinto-uomo-della-strage-di-bologna-df117d9b-b057-45c7-a716-1c71b7c7abdc.html


L’Aquila ricorda il sisma: una fiaccolata attraversa la città

La cerimonia torna per le strade dopo due anni di sospensione a causa del Covid
continua in
https://www.rainews.it/video/2022/04/laquila-ricorda-il-sisma-fiaccolata-attraversa-la-citta-09f92433-e857-4455-86a8-238b22506d07.html

L’Aquila 6 aprile 2009, ore 3:32
Ilaria Romeo – Collettiva

6 aprile 2009

È notte quando la terra trema e sconquassa. Un balzo con il cuore in gola per chi ce la fa, il buio per chi resta sotto le macerie. Il centro storico del capoluogo abruzzese è devastato e così anche la periferia e i paesi vicini. Una scossa di 5,8 gradi della scala Richter uccide 309 persone
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/05/news/l_aquila_6_aprile_2009_ore_3_32-2012956/


Torino, Draghi firma il Patto per la città

ANSA – Il Patto, secondo in Italia dopo quello con Napoli, attiva un fondo nazionale salva Comuni che destina a Torino un miliardo e 120 milioni in 20 anni, i primi 70 milioni già quest’anno. L’intervento del Governo, ha osservato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, mira al “superamento dei nodi che ostacolano il necessario processo di crescita” dei territori, offrendo “soluzioni strutturali ai problemi della città”. 
continua in
https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2022/04/05/torino-draghi-in-comune-firma-il-patto-per-la-citta_e12c971f-6cc0-4bdc-a171-071dc2ea558b.html

Rapporto di Amnesty e Human Rights Watch
In Etiopia “campagna implacabile di pulizia etnica nella regione occidentale del Tigray”

Le atrocità compiute da amministratori civili appena nominati nel Tigray occidentale, e da forze regionali e milizie irregolari della vicina regione di Amhara
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/etiopia-campagna-implacabile-di-pulizia-etnica-nella-regione-occidentale-del-tigray-415a87dd-667d-4928-a076-7b16c628f4e4.html

Reparto ransomware: quando viene attaccato un ospedale
Raffaele Angius – Guerre di Rete

Esami, visite e cartelle sanitarie bloccate: da un giorno all’altro, a dicembre del 2021, l’Ulss 6 Euganea, che raccoglie i sei principali ospedali del padovano, ha subito un severo attacco informatico. Un ransomware – software malevolo che cifra i dati e chiede un riscatto per dare la chiave di decrittazione – aveva colpito i sistemi ospedalieri interrompendone l’operatività e obbligando l’azienda a uno sforzo mastodontico per ripristinarli nel minor tempo possibile. 
continua in
https://www.guerredirete.it/reparto-ransomware-quando-viene-attaccato-un-ospedale/


Bologna. Musica per fermare “l’abominio”. Morandi trascina il coro: “No alla guerra”
Luca Bortolotti – Repubblica

Spetta agli Zen Circus inaugurare “Tocca a noi”, l’evento di piazza Maggiore in favore di Save the Children. Dodici artisti sul palco: “Canzoni contro la paura, al servizio della pace”. Ovazione per Gianni. Diodato con “Fai rumore”
continua in
https://bologna.repubblica.it/cronaca/2022/04/05/news/concertone_per_la_pace_kiev_bologna-344298382/



Gianni Cuperlo sulla propria pagina Facebook
Dialogando con Michele Serra

Ho conosciuto Michele Serra in un anno parecchio lontano e in un tempo completamente diverso (posso ben dire che era nell’altro secolo!). Mi pareva una buona idea ragionare con lui su quel che ci sta attorno e ne è venuto questo dialogo. State molto più che attenti perché è lungo, anzi no, è lunghissimo. Bon, ma tanto lo sapete.

continua

«Ci salverà il soldato che la guerra rifiuterà»
Tomaso Montanari – Volere la luna

Nel Rampini che accusa il mite direttore di Avvenire di «lavorare per Putin» c’è il volto stravolto dell’Occidente: un Occidente che si dice culturalmente “cristiano”, senza più avere nulla a che fare con l’insegnamento di Cristo. Un Occidente che sta facendo di tutto per prolungare una guerra che sente sua, e che marginalizza e silenzia la voce profetica di papa Francesco che grida: «ogni giorno di guerra peggiora la situazione di tutti». Di tutti: degli ucraini e dei russi. Di ogni singolo corpo impigliato nel mostruoso tritacarne azionato da Vladimir Putin
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/04/06/ci-salvera-il-soldato-che-la-guerra-rifiutera/

La vertigine della guerra e il fascino del gioco crudele
Marco Revelli – Volere la luna

“Va chiamata ‘vertigine’ ogni attrazione il cui primo effetto sorprenda e disorienti l’istinto di conservazione”. Così scriveva Roger Caillois in un testo dell’esilio sudamericano, pubblicato nel 1943 ma risalente agli anni immediatamente precedenti, quando la catastrofe della guerra mondiale si avvicinava ed esplodeva. In questo caso, spiegava, “l’essere è trascinato alla rovina e come persuaso dalla visione del proprio annientamento a non resistere alla potente fascinazione che lo seduce terrorizzandolo”. Per l’insetto, aggiungeva, “è lo sfolgorare della fiamma, per l’uccello sono gli occhi fissi del serpente”. Per l’uomo è l’attrazione irresistibile del vuoto. In particolare di quel vuoto estremo che è la guerra: il vortice della distruzione in cui ogni volontà individuale è travolta di fronte al dominio assoluto dell’elementare, e privata del potere, costitutivo dell’esistenza, “di dire di no”.
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2022/04/06/la-vertigine-della-guerra/



Invadere l’Ucraina è brutto? Dipende: se l’invadiamo noi è eroico. Buon 26 di gennaio!

Da oggi, grazie ai nostri parlamentari – gli stessi parlamentari che da settimane condannano a gran voce e con l’elmetto in testa l’invasione dell’Ucraina – ogni 26 gennaio si celebrerà l’eroismo delle forze d’invasione nazifasciste che ottant’anni fa misero l’Ucraina – e con essa un bel pezzo di Urss – a ferro e fuoco.
continua in
https://www.wumingfoundation.com/giap/2022/04/ucraina-dipende-da-chi-la-invade/


6 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Ricordiamo a tutti l’appuntamento di oggi per il continuo della storia raccontata dal Prof. Maurizio Lampronti. Vi aspettiamo alle ore

17:00!Ingresso libero senza iscrizione.

Per rimanere aggiornati sulle attività di convergenza culturale seguite la pagina Instagram @convergenzaculturale

continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=379497810850952&set=a.370165185117548


Fiom, la sfida della democrazia. Michele De Palma è il nuovo segretario generale
Ivana Marrone e Marco Togna – Collettiva

Michele De Palma è il nuovo segretario generale dei metalmeccanici Cgil. Prende il posto di Francesca Re David, nominata segretaria confederale Cgil. “Noi siamo quelli del lavoro”, ha detto, “quelli che creano e producono ciò che serve alle persone. Ora viviamo un tempo di guerra. Ma la guerra distrugge, mentre il lavoro crea”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/06/video/fiom_la_sfida_della_democrazia-2017327/

Campania. Tipaldi (Cisl): “Operaio morto, è l’ora di risposte concrete”

“Una strage continua alla quale sembra si siano tutti assuefatti. Come sindacato siamo stanchi di redigere comunicati su incidenti mortali sul lavoro che sono in aumento perché la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro vengono considerate da parte di molti un limite allo sviluppo o un costo su cui risparmiare”. E’ quanto afferma Gianpiero Tipaldi, segretario generale della Cisl di Napoli. “Se si vuole combattere il triste fenomeno degli incidenti mortali e dei gravi infortuni si deve mettere in piedi un sistema che allo stesso tempo deve fare prevenzione e controllo, monitorando il territorio e i luoghi di lavoro. Da anni la Cisl chiede una patente a punti per classificare e qualificare le aziende. Occorre che le risorse stanziate vengano spese anche per le aziende, – conclude Tipaldi – in particolar modo per  l’applicazione dei contratti e le norme di sicurezza in tutti i cantieri. E’ l’ora di risposte concrete” da parte sia del Governo che di tutti gli attori coinvolti sul tema”.

Consiglio dei ministri del 6 aprile

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta, ha approvato:

  • l’ipotesi di accordo sindacale riguardante il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile e lo schema di provvedimento riguardante il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento militare, per il triennio normativo ed economico 2019-2021, sottoscritti il 23 dicembre 2021;
  • lo schema di provvedimento riguardante il personale non dirigente delle Forze armate (Esercito, Marina ed Aeronautica) per il triennio normativo ed economico 2019-2021, sottoscritto in data 23 dicembre 2021.

Inoltre, il Consiglio dei Ministri ha autorizzato il Ministro a esprimere il parere favorevole del Governo in merito all’ipotesi di Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del comparto funzioni centrali (amministrazioni statali, compresi gli enti pubblici non economici e gli enti di ricerca) per il triennio 2019-2021, sottoscritta il 5 gennaio 2022 dall’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e dalle organizzazioni sindacali di categoria rappresentative.

(dal comunicato emesso al termine della riunione del Governo https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-71/19593)

Auto, firmato il decreto: arrivano 650 milioni l’anno di nuovi incentivi per l’elettrico

Contributi per tre anni per auto e moto elettriche. Il premier Draghi ha firmato il Dpcm. Giorgetti: “Una risposta concreta alla crisi dell’automotive”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/auto-firmato-il-decreto-arrivano-650-milioni-lanno-di-nuovi-incentivi-per-lelettrico-759d7535-b2c2-4291-9d73-8a42cb4c0b22.html


Palermo. Almaviva, la protesta dei lavoratori

Sit-in davanti alla Prefettura. Slc Cgil: “Chiediamo un tavolo al ministero del Lavoro per fare chiarezza su una vicenda che ha del grottesco. Tutti gli accordi, presi e sottoscritti davanti al Governo, sono stati disattesi”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/06/news/almaviva_la_protesta_dei_lavoratori-2017181/


Melfi. Stellantis: Fim, quinto anno calo produzione, -48% sul 2017

ANSA – La mancanza di semiconduttori ha avuto pesanti effetti sulla produzione di Stellantis nei primi tre mesi dell’anno.
Se le cose non cambieranno il 2022 sarà il quinto anno consecutivo di flessione delle produzioni del gruppo nel nostro Paese con il rischio di scendere per le auto sotto le 400.000 unità, quasi la metà (-48%) del 2017.
continua in
https://www.ansa.it/basilicata/notizie/2022/04/06/stellantis-fim-quinto-anno-calo-produzione-48-su-2017_7413b931-e527-49eb-ade7-067936e80108.html

Chieti. Maire Tecnimont: NextChem completa impianto riciclo poliestere

ANSA – NextChem ha ultimato la realizzazione del primo impianto dimostrativo in Italia di riciclo chimico di pet e poliestere da tessuti nell’ambito del progetto Demeto.
continua in
https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/04/06/maire-tecnimont-nextchem-completa-impianto-riciclo-poliestere_f086f0de-5464-4f6d-bca5-28258d0c31bd.html

Energie rinnovabili, Arap Abruzzo incarica Kpmg di costituire una nuova società

Abruzzo. Sarà la KPMG l’advisor che si occuperà della costituzione di una nuova società pubblico-privato promossa dall’Agenzia regionale per le attività produttive (Arap), braccio operativo della Regione Abruzzo, destinata a gestire ogni iniziativa nel campo dell’energia nei nuclei industriali abruzzesi.
continua in
https://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2022/04/06/energie-rinnovabili-arap-abruzzo-incarica-kpmg-nuova-societa_eb6d8e42-c735-4335-ae7c-6e4ae764349c.html


Napoli. Eternit bis, sentenza a metà

Ricci (Cgil Campania): “Non ci aspettavamo che venissero accolte le richieste del pm, ma confidavamo in un giudizio più severo, che avesse la forza di riportare al centro del dibattito la questione amianto, il tema della sua pericolosità e la necessità di portare avanti le bonifiche nei tanti siti ancora presenti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/ambiente/2022/04/06/news/eternit_bis_sentenza_a_meta_-2018419/


Conad di Portogruaro: violato il diritto di sciopero

Il Tribunale di Pordenone condanna Srg Ipermercati e Ruembel, cedente e cessionario del punto vendita, dopo il ricorso di Filcams e Uiltucs. Nello sciopero contro i trasferimenti avevano sostituito i dipendenti per permettere lo svolgimento dell’attività: è comportamento antisindacale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/06/news/sentenza_conad-2017329/

Roma, Cgil: Occorre un cambio di rotta verso comunità LGBTQI+

“Esprimiamo forte preoccupazione per la notizia diffusa dall’associazione “Rete Lenford”, secondo cui l’amministrazione di Roma Capitale si sarebbe rifiutata di eseguire la trascrizione completa dell’atto di nascita del figlio di una coppia di donne, una italiana e l’altra francese, redatto in Francia e riportante l’indicazione della doppia genitorialità, conformemente a quanto previsto dalla legge di quel Paese”. Così, in una nota, l’Ufficio Nuovi Diritti della Cgil di Roma e del Lazio. 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/diritti/2022/04/06/news/roma_cgil_occorre_un_cambio_di_rotta_verso_comunita_lgbtqi_-2018140/


Firenze. Apre l’ambulatorio solidale Auser

Il nuovo centro, che verrà inaugurato domani, sarà di aiuto e di ascolto per tutte le persone in difficoltà, sia italiani che stranieri. Presteranno la loro opera, a titolo gratuito, dodici medici specialisti di varie discipline, quasi tutti in pensione e volontari dell’associazione per l’invecchiamento attivo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/04/06/news/apre_l_ambulatorio_solidale_auser-2017355/



Il 6 aprile 1520 moriva Raffello, il “divin pittore”.

Non mi intendo molto di pittura e forse non è la sua opera più bella, ma se devo scegliere un’immagine per celebrare il genio di Urbino, voglio usare la Scuola di Atene. Perché è la celebrazione non solo della filosofia, ma soprattutto della memoria, della voglia di studiare e di confrontarsi, è la celebrazione dell’essere donne e uomini e del fatto che, per quanto transeunti su questa terra, possiamo raggiungere inimmaginabili vette di bellezza. Noi uomini sappiamo essere terribili, e per lo più lo siamo, ma qualche volta possiamo anche essere Raffaello.

Luca Billi – Verba volant

https://www.facebook.com/groups/1524321907785439


Casa e abitare nel PNRR
Caritas Italiana

Il PNRR dovrebbe essere finalizzato a realizzare un futuro di stabilità e di armonia sociale. Era quindi naturale attendersi misure che affrontassero uno dei punti cruciali di coesione economico-sociale: la carenza di un’offerta abitativa a canone commisurato ai redditi da lavoro, che è uno dei fattori di blocco e di profonda diseguaglianza nel nostro Paese. Invece non c’è, nel piano, un settore specifico dedicato al tema e i segmenti che affrontano la questione della casa e dell’abitare sono collocati in parti diverse e non sempre collegate. L’abitare, per di più, è una funzione complessa, che chiama in causa l’organizzazione della città, i suoi servizi essenziali e sociali e la residenzialità vera e propria, che è composta a sua volta da qualità e adeguatezza dell’edilizia residenziale e da fattori quali tariffe, canoni, accessibilità e molti altri aspetti che decidono della qualità dell’esistenza di ciascuno
continua in
https://volerelaluna.it/materiali/2022/04/06/casa-e-abitare-nel-pnrr/

7 aprile: le notizie di Radio Popolare

La NATO aumenterà la fornitura di armi all’Ucraina, le condanne per i depistaggi sul caso Cucchi e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di giovedì 7 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Al vertice NATO il ministro degli esteri ucraino Kuleba ha chiesto più armi per difendersi dall’invasione russa. Otto carabinieri sono stati condannati per i depistaggi nelle indagini sull’omicidio di Stefano Cucchi. Oggi Mario Draghi è intervenuto per tentare di riprendere la discussione sulla delega fiscale, bloccata per due volte alla camera. Tutti i 59 indagati nell’ambito dell’inchiesta sul crollo di ponte Morandi sono stati rinviati a giudizio. Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato una mozione di sfiducia contro Gianluca Savoini, l’uomo di collegamento di Salvini con la Russia. La palese montatura ai danni di USB è la seconda intimidazione in pochi mesi, contro un sindacato, dopo l’assalto alla sede della CGIL di ottobre. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-7-aprile/


Sindacati insoddisfatti: da Draghi risposte insufficienti
Paolo Andruccioli – Collettiva

Cgil e Uil insoddisfatte, meno la Cisl, dell’esito dell’incontro con l’esecutivo, le cui proposte non sono all’altezza dei gravi problemi del Paese. Positiva invece l’idea di aprire un tavolo di confronto permanente governo, sindacati, imprese. La prima riunione dopo Pasqua
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/sindacati_insoddisfatti_da_draghi_risposte_insufficienti-2020047/


Tra la pandemia e la guerra: i rischi dell’economia italiana
Guido Ortona – Volere la luna

È molto difficile azzardare previsioni su cosa succederà all’economia italiana. Ci sono troppe variabili esogene (sulle quali cioè gli operatori economici italiani, compreso il Governo, non hanno controllo) che possono influire su di essa. Se scoppierà una guerra atomica, ipotesi che mi pare siano in molti ad escludere con troppa disinvoltura, è possibile che non si potrà più parlare né di Italia né di economia. Ma anche solo se la guerra durerà a lungo il sistema dei mercati mondiali, finanziari e non, risulterà sconvolto; e se anche la guerra finirà presto gli esiti saranno molto diversi a seconda se le sanzioni resteranno in vigore, e quali, di come sarà aumentata la spesa militare, di come verrà ridistribuito il potere in Italia fra Usa, Ue, oligarchi italiani e Governo nazionale, e così via. 
continua in
https://volerelaluna.it/economie/2022/04/07/tra-la-pandemia-e-la-guerra-i-rischi-delleconomia-italiana/

La guerra del gas
Federico Schirchio – Jacobin Italia

Dietro l’invasione dell’Ucraina di Putin c’è anche lo scontro per l’approvvigionamento energetico. L’Italia è uno dei paesi più esposti, per questo serve che i movimenti contro il caro-vita e quelli ambientalisti convergano
continua in
https://jacobinitalia.it/la-guerra-del-gas/

L’Assemblea generale Onu sospende la Russia dal Consiglio per i diritti umani

Nel documento si esprime “grave preoccupazione per la crisi umanitaria in Ucraina, in particolare per le notizie di violazioni e abusi del diritto internazionale umanitario da parte di Mosca”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/lassemblea-generale-onu-sospendere-la-russia-dal-consiglio-dei-diritti-umani-d2044583-54e4-434a-b976-22713f91e70c.html

Unipolarismo Usa? Smettiamola con i falsi miti
Andrea Aloi – Strisciarossa

Tra le voci dissonanti nel coro unanime di esecrazione anti-russa si possono mettere agli atti due reticenze rumorose, firmate Salvini e Berlusconi, portabandiera della cordialità verso il gigante del’Est per motivi di tasca; i nostalgici della buona, vecchia Armata Rossa e dei Soviet; il missionario della Verità Assoluta (la sua) professor Alessandro Orsini; i complottisti-antimondialisti-antiglobal che, mescolando argomentazioni di destra e sinistra, individuano nell’iniziativa bellica su larga scala di Mosca la punta di lancia “necessaria e obbligata” contro il mondo unipolare gestito dalla grande finanza e dagli Usa secondo i canoni economici del Washington consensus, tra cui svetta il comandamento “privatizza quanto puoi ciò che è pubblico”. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/unipolarismo-usa-smettiamola-con-i-falsi-miti-se-vogliamo-vincere-la-pace/

Israele: attentato nel centro di Tel Aviv, due morti e 10 feriti

ANSA – Tel Aviv colpita da un attacco terroristico che ha fatto almeno 2 morti e 10 feriti, alcuni in modo grave. Quello di stasera è il quarto attentato in poco più di due settimane con un bilancio totale – ad ora – di 13 vittime
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2022/04/07/israele-attentato-a-tel-aviv-almeno-due-morti_e7fb6d78-f9a6-4627-bef0-a21201ee240a.html

Servono scelte coraggiose e radicali
Roberta Lisi – Collettiva

Pandemia e guerra. Due variabili che stanno sconvolgendo il mondo con ricadute economiche e sociali imprevedibili. Aumento ulteriore di povertà e diseguaglianze le conseguenze da limitare. Con Gianna Fracassi, vicesegretaria generale Cgil, commentiamo il documento di analisi elaborato dalla confederazione di Corso d’Italia
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/04/07/news/crisi_emergenza_shock-2016891/

Raniero La Valle. UCCIDETE IL SOLDATO PUTIN

Quando gli uomini erano alle prime armi si interrogavano per capire cosa fosse la giustizia. E Socrate, come racconta Platone nella “Repubblica”, parlando con Glaucone, che dello stesso Platone era fratello, disse che la giustizia consiste nel fatto che “ciascuno faccia la cosa propria”, cioè, in un senso più filosofico, che ciascuno sia se stesso, che le cose si svolgano secondo la loro natura. Il cinema rappresenta. ma non cambia le cose. La Tele… continua in

Ecco chi può processare Putin. Ma non sarà una Norimberga. Parla Flick
Federico Di Bisceglie – Formiche

Il presidente emerito della Corte Costituzionale: “Il genocidio è difficile da provare. Nel caso di Putin, le strade sono invece aperte per verificare la sussistenza di crimini di guerra e contro l’umanità”
continua in
https://formiche.net/2022/04/putin-norimberga-flick/



La classifica mondiale dei maggiori produttori di armi da guerra

Nelle prime tre posizioni ci sono aziende americane: Lockheed Martin, Raytheon e Boeing, che nel 2020 hanno fatturato dalla sola vendita di armi rispettivamente: 58,2 miliardi di dollari, 36,7 e 32,1. Non ci sono italiane nella Top Ten mondiale
continua in
https://www.key4biz.it/la-classifica-mondiale-dei-maggiori-produttori-di-armi-da-guerra/398971/

Gad Lerner su Facebook
Basta con i sospettosi

Non ne posso davvero più dei sospettosi. Quelli che alzano il sopracciglio e, imperturbabili anche di fronte ai corpi martoriati di Bucha, per prima cosa ti dicono: “E se fosse una messinscena? A chi mai gioveranno queste immagini?”.
Se potessero, i sospettosi metterebbero in guardia anche papa Francesco dopo che ha baciato la bandiera ucraina martirizzata di Bucha: “Non ti prestare pure tu alla propaganda dei guerrafondai”.
Continua …


Qui Odessa. La statua e il cane
Eugenio Alberti Schatz ed Anna Golubovskaja – Doppiozero

Quando tutto è iniziato ho deciso di restare, non me la sono sentita di andarmene. Ho pensato che dovevo restituire qualcosa alla mia città, Odessa. Mi rendo utile come posso. Vado a casa delle persone anziane e porto medicine e cibo acquistati coi miei soldi. Non sono di quelli che entrano in un’organizzazione non profit. Siamo in tanti a fare così. Vado anche in un forno ad aiutare a cuocere il pane. Poi esco in giro per le strade e fotografo persone e facce, senza idee preordinate
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/qui-odessa-la-statua-e-il-cane



Sarajevo mon amour
Nicole Janigro – Doppiozero

Ricordi e testimonianze, interviste e pagine di storia, diari pubblici e sogni privati, referti dei patologi e resoconti dei summit internazionali, intercettazioni telefoniche, aneddoti e barzellette. È un materiale ciclopico il filo che unisce vittime e carnefici, politici e giornalisti, storici e spie, magistrati e scrittori che danno vita a un coro che insegue e racconta gli avvenimenti: dalla disgregazione della Jugoslavia all’assedio di Sarajevo, dalla mattanza di Srebrenica alla guerra del Kosovo. Ultima puntata di un conflitto, un infinito work in progress, che ha segnato la storia europea di fine Novecento
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/sarajevo-mon-amour



STRANI GIORNI DELLA MEMORIA
Claudio Bazzocchi sulla propria pagina Facebook

Il 26 gennaio ricorderemo gli Alpini, forze dell’Asse (così definiti nella delibera di istituzione), sconfitti dall’Armata Rossa sovietica. Il giorno successivo, 27 gennaio, ricorderemo la Shoah e diremo che l’Armata Rossa ha liberato Auschwitz e ha sconfitto l’Asse con l’eroico sacrificio suo e di tutto il popolo russo.

Auguri a tutti gli insegnanti che dovranno spiegarlo nelle scuole italiane.


Moni Ovadia. Perché mi considero un ebreo odessita

La guerra è il luogo e il tempo della morte. Non uccide solo esseri umani, animali, ambiente, cancella il desiderio di conoscere. La guerra genera la ridondanza di informazione e le sue fonti pletoriche si contendono la contabilità di morti, di orrori, di distruzioni, di fazioni. La stragrande maggioranza delle persone ignora la vita dei Paesi che all’improvviso diventano teatri di conflitti, al massimo ricordano il nome di una piazza dove si svolsero proteste o rivolgimenti riportati dai soliti media colti da frenesia di dare un presunto senso alla loro esistenza.
continua in
https://ilmanifesto.it/perche-mi-considero-un-ebreo-odessita

Ucraina, Luigi contro Bianca Berlinguer: “Protegga il nostro cognome, nel suo programma troppi svalvolati”

L’ex ministro dell’istruzione e cugino di Enrico Berlinguer, ha attaccato duramente Bianca Berlinguer. “Non deve dimenticare chi era suo padre”
continua in
https://www.globalist.it/media/2022/04/07/ucraina-luigi-bianca-berlinguer-cartabianca/?fbclid=IwAR0PPXkc_SMLo1Y-myECWryxsUyZzwsMqcrfNlHtvD-W3A7IzmFQDQDiI0A

Covid Italia, bollettino del 7 aprile 2022: 69.596 nuovi casi e 149 morti

Sono 69.596 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 69.278. Le vittime sono invece 149, una in meno rispetto alle 150 di ieri.  Sono 469.803 i tamponi molecolari e
antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 461.448. Il tasso di positività è al 14,8%, in calo rispetto al 15,% di ieri. Sono 471 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 5 in più di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 65. I ricoverati nei reparti ordinari sono 10.078,  ovvero 86 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/07/news/covid_italia_bollettino_del_7_aprile_2022_aggiornamento_sui_casi_positivi_i_ricoverati_e_i_guariti-344519650/

Covid. Speranza: “Pandemia è ancora il nostro presente”

Il Ministro della Salute traccia anche la rotta per il futuro del Ssn: “L’idea di fondo è quella di un grande Patto Paese in cui i pezzi si tengano insieme e colgano il senso di una sfida di cambiamento e di una temporalità, perché il tempo dell’investimento, della crescita e dell’innovazione è esattamente questo. È questo il tempo in cui fare il salto di qualità”
continua in
https://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=103833

Covid. Il punto sulla pandemia nel monitoraggio di Gimbe: “Casi in calo ma restano incognite, in alcune regioni del Nord segnali di risalita”

Nell’ultima settimana lieve calo di contagi (-6,9%) e terapie intensive (-3,3%), ma crescono ancora i ricoveri ordinari (+5,2%). Dopo un mese i decessi tornano sopra quota mille. Rimane tuttavia molto difficile fare previsioni, sia per l’eterogeneità delle situazioni regionali, sia perché in alcune grandi Regioni del Nord iniziano ad intravedersi segnali di risalita. Campagna vaccinale: in 7 giorni meno di 10 mila nuovi vaccinati negli over 70 sottoutilizzo antivirali e declino copertura vaccinale contribuiscono ad aumentare la mortalità. 
LE TABELLE
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=103826

Covid: le prossime mosse. Rasi: “Quarta dose per tutti non serve. Essenziale invece nuova campagna vaccinale a ottobre”. Mascherine: “Al chiuso sempre anche dopo aprile”. E infine: “Prevedere pandemic hospital e servizi dedicati”

“Il vantaggio di una quarta dose in soggetti già vaccinati con tre dosi è marginale o del tutto assente. La terza dose è invece essenziale perché conferisce un’immunità di tipo cellulare e di memoria solida che ci protegge dalla malattia grave”. Quanto al prossimo futuro, per affrontare nuove emergenze la sanità dovrebbe essere ripensata in tre flussi: “cura malattia epidemica del momento con percorsi dedicati o pandemic hospitals; cura patologie normali in pazienti infetti; pianificazione per tutte le altre patologie”
continua in
https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=103863

In Africa due persone su tre contagiate dal Covid, rischio nuove varianti

L’Organizzazione mondiale della sanità spiega che i casi sono stati sottostimati perché il continente ha la percentuale più alta di asintomatici nel mondo, ma un tasso di vaccinati troppo basso
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/2-3-degli-africani-infettati-dal-virus-dall-inizio-della-pandemia

LIBERA
“Una Milano che difende” si presenta alla cittadinanza

Un tavolo di lavoro per un cambio di passo nelle relazioni tra terzo settore e istituzioni pubbliche con un’ attenzione sul rischio di contaminazioni di mafie e corruzione legato ai fondi del PNRR in arrivo a Milano
continua in
https://www.libera.it/schede-2014-una_milano_che_difende_si_presenta_alla_cittadinanza


Franco “Bifo” Berardi sulla propria pagina Facebook
CIO’ CHE SFUGGE AL MERLO
(lettera aperta a Francesco Merlo)

Merlo, mi è capitato di leggerti un paio di giorni fa.
Non lo faccio spesso, perché ho smesso di comprare il giornale
sul quale scrivi quando iniziò a pubblicare un supplemento
finanziato dal Cremlino per il tramite di Russia Beyond the headlines.
Ieri, rientrando da Barcellona un amico mi ha suggerito di leggere l’articolo in cui indichi al pubblico linciaggio i nemici della patria
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10228464191124899&set=a.10201728329385065


Propaganda di guerra, tra complottismi e giornalismo embedded il pubblico è smarrito

Era già noto cinquecento anni prima della nascita di Cristo, come testimonia la massima attribuita ad Eschilo: «In guerra la verità è la prima vittima». La guerra in Ucraina non fa eccezione e a soffiare forte è la propaganda di entrambe le parti coinvolte nel conflitto. Se la foto della “bambina col lecca-lecca e il fucile” ha fatto credere per qualche istante che anche i bambini ucraini fossero coinvolti attivamente nel conflitto, da parte russa vengono messe in campo diverse strategie di propaganda per confondere circa il reale svolgimento dei fatti. Tra queste c’è la strategia dei “crisis actors”, cioè sostenere che tanto le donne incinta in fuga dall’ospedale di Mariupol quanto i morti di Bucha fossero in realtà dei figuranti.
continua in
https://www.radiocittafujiko.it/propaganda-di-guerra-tra-complottismi-e-giornalismo-embedded-il-pubblico-e-smarrito/

7 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Giornata mondiale per il diritto alla salute
Vaccini, sospendere i brevetti per non rischiare
Roberta Lisi – Collettiva

In occasione della giornata mondiale del diritto alla salute che cade oggi, 7 aprile, la Campagna europea Right2cure no Profit on Pandemic rilancia la mobilitazione per la sospensione dei brevetti sui vaccini, sui kit diagnostici e sui farmaci anti Covid
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/diritti/2022/04/07/news/vaccini_sospendere_i_brevetti_per_non_rischiare-2018518/

Infermieri. L’8 aprile nuovo sciopero indetto da Nursing Up: “Stiamo vivendo un momento difficile”

“Lo sciopero di domani è una nuova occasione per raccontare, legittimamente, quello che sta accadendo, per scuotere le coscienze, mentre continua da parte nostra il serrato dialogo con Governo, Regioni, Aran, Comitato di Settore, per cercare una soluzione che possa permetterci di accogliere il nuovo contratto come un solido punto di partenza per il futuro”
continua in
https://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=103857


Portovesme, a rischio 1500 lavoratori per il costo dell’energia
Daniela Pistis – Collettiva

La bolletta dell’energia è alle stelle da ottobre, la guerra in Ucraina c’entra poco, qui il problema esiste da prima e negli ultimi mesi è solo peggiorato. La Glencore, multinazionale svizzera proprietaria dello stabilimento, ha promesso che se continua così manda all’aria tutta la produzione. 450 dei 640 lavoratori diretti sono in cassa integrazione. Gli appalti soffrono più di tutti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/portovesme_a_rischio_1500_lavoratori_per_il_costo_dell_energia-2017689/


Ancona. Raiway, lavoratori in sciopero l’11 aprile

Slc Cgil regionale: “La vendita dell’asset strategico della Rai è sbagliata, nel metodo e nel merito. Nel metodo, perché è un provvedimento unilaterale, senza alcun confronto con il sindacato. Nel merito, perché avviene senza alcun progetto industriale e senza comprenderne pienamente i risvolti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/raiway_lavoratori_in_sciopero_l_11_aprile-2020044/


Genova. Ponte Morandi, accolti i patteggiamenti di Aspi e Spea

Il giudice per l’udienza preliminare di Genova Paola Faggioni ha accolto il patteggiamento di Autostrade e di Spea, l’ex controllata che si occupava delle manutenzioni, al termine dell’udienza preliminare per il crollo del Ponte Morandi (14 agosto 2018, 43 morti).
Le due società pagheranno circa 30 milioni uscendo dal processo
continua in
https://www.google.com/search?q=ponte+morandi&rlz=1C1GCEU_itIT981IT981&sxsrf=APq-WBuAx8zWL7BAoZ2LW3rfNG_kjxb_rg:1649334802775&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwiLuqP4-oH3AhVaR_EDHaUsC6IQ_AUoA3oECAMQBQ&biw=1280&bih=824&dpr=1#imgrc=nOi1sWXy5PmpUM


Genova. USB: Appalto delle pulizie al “Policlinico Germaneto”: quando gli enti pubblici ricorrono senza sosta all’esternalizzazione – molto utili perché costano pochissimo e senza verificare sulle spalle di chi si effettuano questi risparmi!

L’appalto al policlinico Germaneto CZ, per le pulizie, come al solito e sempre al maggior ribasso, si applica sulla pelle delle donne, quelle maggiormente colpite dal groviglio di NON regole.
Personale che lavora part time “base” – chi con 16 ore settimanali, chi ne svolge 15, chi invece ne svolge 20, – poi durante la settimana sempre a discrezione della ditta appaltatrice “Meridionale Servizi Soc. Coop.“ se gli servi applichiamo un specie di contratto “pluri”, dove ti vengono richieste in aggiunta altre due ore in più  – in definitiva lavoratrici ad utilizzo e consumo della ditta
continua in
https://calabria.usb.it/leggi-notizia/usb-appalto-delle-pulizie-al-policlinico-germaneto-quando-gli-enti-pubblici-ricorrono-senza-sosta-allesternalizzazione-molto-utili-perche-costano-pochissimo-e-senza-verificare-sulle-spalle-di-chi-si-effettuano-questi-risparmi-1432.html


Padova, allo Iov il flash mob di protesta di Fp Cgil e Arsi

“Insieme all’ARSI (Associazione Ricercatori in Sanità – Italia) abbiamo deciso di rilanciare anche qui a Padova, la mobilitazione nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori della ricerca e a supporto della ricerca per tentare di dare un po’ di luce alla loro situazione fatta di precarietà e sostanziale mancanza di qualsiasi riconoscimento”. 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/padova_allo_iov_il_flash_mob_di_protesta_di_fp_cgil_e_arsi-2020547/


Monza e Brianza. Star, l’8 aprile è sciopero dopo l’infortunio sul lavoro

Flai Cgil e Uila Uil territoriali. “Per migliorare le condizioni di lavoro, promuovere la cultura della sicurezza e ridurre gli incidenti bisogna puntare sulla formazione. La scelta di utilizzare lavoratori con contratto somministrato di brevissima durata impedisce di avere lavoratori formati con adeguate competenze”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/star_8_aprile_sciopero_dopo_infortunio_sul_lavoro-2020783/


Palermo. Covisian, 221 licenziamenti in anticipo

Slc Cgil provinciale: “Ancor prima della convocazione al ministero del Lavoro, l’azienda precorre i tempi e getta nella disperazione 221 famiglie. Atto irresponsabile e vergognoso. A questo punto, un ulteriore ritardo nella convocazione del tavolo negoziale non è più giustificato nè tollerabile”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/covisian_221_licenziamenti_in_anticipo-2020881/


Palermo. Edison, trovato l’accordo

Foti (Fiom provinciale): “La lunga vertenza si è conclusa positivamente. Oltre alla rimodulazione dei carichi di lavoro, i lavoratori avranno spazi attrezzati per i servizi igienici, con spogliatoi, docce, armadietti e sala mensa”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/edison_trovato_l_accordo-2020054/

Trapani. 8 aprile, sciopero assistenti alunni disabili

Da tre mesi non percepiscono lo stipendio. Filcams provinciale: “”La nostra protesta non si fermerà fino a quando non saranno rispettati i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/8_aprile_sciopero_assistenti_alunni_disabili-2019937/

Torino. Il 9 aprile parte il Mirafiori tour

Lazzi (Fiom provinciale): “Si tratta di un’iniziativa rivolta ai cittadini, durate la quale i lavoratori di Mirafiori illustreranno ai partecipanti ciò che lo storico stabilimento ha rappresentato per i torinesi e ciò che bisognerebbe fare per rilanciarlo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/07/news/9_aprile_parte_il_mirafiori_tour_-2020788/


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

8 mesi di assemblea permanente, di comunicati, messi insieme alla viglia del 25-26 marzo. Un diario collettivo di una lotta operaia e forse non solo. Frasi estemporanee o forse storiche. Qualche post puntuale o forse un metodo di lotta spiegato.

Intanto questa è la recensione che riceviamo e volentieri pubblichiamo del nostro libro
https://www.pulplibri.it/collettivo-di-fabbrica-gkn-e…/
(ringraziamo PULP Libri – Quotidiano dei libri )
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=380229490777784&set=a.370165178450882



Erri De Luca: “I russi a Bucha come i nazisti a Napoli nel 1943: rappresaglie di un esercito che sta perdendo la guerra”

Lo scrittore: “Giusto dare le armi agli ucraini, non le usano certo per attaccare il suolo russo. Le accuse di maccartismo sono improprie e inadeguate”
continua in
https://www.repubblica.it/politica/2022/04/07/news/erri_de_luca_su_bucha_e_le_stragi_della_guerra_in_ucraina-344521382/


Riccardo Barenghi. Per chi voteranno i pacifisti?
Il Diario del Lavoro

E se si votasse oggi? Quanto e come conterebbe la guerra nei consensi ai partiti italiani? Ovvero, le posizioni fin qui espresse dalle nostre forze politiche e dai loro leader avrebbero una ricaduta nel voto popolare oppure gli italiani voterebbero a prescindere da quel che sta succedendo in Ucraina?
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/per-chi-voteranno-i-pacifisti/




Fermiamo la strage

Belluno, muore operaio travolto da un albero

L’uomo, dipendente di un’azienda del settore boschivo, era impiegato nei lavori di esbosco nelle foreste colpite dalla tempesta Vaia, che – ha più volte denunciato la Flai Cgil – richiedono un’attenzione ancora maggiore rispetto al normale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/08/news/belluno_muore_operaio_travolto_da_un_albero-2022902/

8 aprile: le notizie di Radio Popolare

L’attacco alla stazione di Kramatorsk, la riduzione dei fondi destinati alla scuola e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 8 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Un missile Tocka-U, è caduto nel piazzale davanti alla stazione di Kramatorsk, nel Donbass Occidentale, causando 50 morti e centinaia di feriti. Le stragi, i massacri, le migliaia di civili uccisi trasformati in un argomento nella guerra tra fazioni. Nei prossimi tre anni la spesa per l’assunzione di insegnanti e per la trasformazione tecnologica della scuola sarà ridotta di mezzo punto di Pil. Secondo Human Rights Watch nei pressi del fiume Evros, in Grecia, i richiedenti asilo vengono picchiati, derubati e denudati prima di venire respinti. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-8-aprile/

Covid Italia, bollettino dell’8 aprile 2022: 66.535 nuovi casi e 144 morti

Sono 66.535 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 69.596. Le vittime sono invece 144, poco meno rispetto alle 150 di ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/08/news/covid_italia_bollettino_dell8_aprile_2022-344638634/

“Spese militari sono una follia, gli amici di Putin sono nella Lega”, intervista a Nicola Fratoianni
Umberto De Giovannangeli – Il Riformista

Rivendica il suo “no” al “decreto Ucraina” e all’aumento delle spese militari. Ha parole durissime contro i «veri putiniani che andrebbero cercati anche tra chi sostiene il governo Draghi». In questa intervista a Il RiformistaNicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana e deputato di LeU, affronta di petto i temi della guerra. Senza sconti per nessuno.
continua in
https://www.ilriformista.it/spese-militari-sono-una-follia-gli-amici-di-putin-sono-nella-lega-intervista-a-nicola-fratoianni-292231/?callback=in&error=server_error&error_description=The%20authorization%20server%20encountered%20an%20unexpected%20condition%20that%20prevented%20it%20from%20fulfilling%20the%20request&state=0acc28e0cf2e4f688a773b1c0dd1e1a1

Sanzioni e spese militari, i poveri sono quelli che stanno pagando la guerra in Ucraina
Piero Sansonetti – Il Riformista

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha chiesto se preferiamo la pace o l’aria condizionata. Se preferiamo la pace, dice, dobbiamo accettare di pagare il prezzo delle sanzioni più dure alla Russia. Perché le sanzioni a una grande potenza prevedono un costo alto anche per chi le decide. Però Draghi ha fatto un po’ come la regina Maria Antonietta nel 1789, quando, saputo che al popolo mancava il pane, propose di dargli brioches
continua in
https://www.ilriformista.it/sanzioni-e-spese-militari-i-poveri-sono-quelli-che-stanno-pagando-la-guerra-in-ucraina-292209/

L’indice Fao dei prezzi alimentare sale sui valori più alti di sempre. Migliaia di carichi bloccati, timori per i paesi più poveri

In questo mese circa di guerra il prezzo del grano sui mercati è salito di oltre il 30%. In marzo la produzione ucraina è diminuita di 15mila tonnellate rispetto a febbraio. Il sotto indice Fao dedicato al frumento registra un’impennata del 17% toccando il valore più alto da 32 anni. Secondo la FAO, quasi 50 paesi dipendono dalla Russia e dall’Ucraina per almeno il 30% del fabbisogno di grano importato
continua in
https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/04/08/lindice-fao-dei-prezzi-alimentare-sale-sui-valori-piu-alti-di-sempre-migliaia-di-carichi-bloccati-in-ucraina-timori-per-i-paesi-piu-poveri/6552926/?utm_content=fattoquotidiano&utm_medium=social&utm_campaign=Echobox2021&utm_source=Facebook&fbclid=IwAR0G_5nWxC_FLVLdaae_OLBh-2wE3c-4X584Uk3GjKLPjbX_UKyAf9B8_Jo#Echobox=1649409684

Zelensky parla al parlamento greco. Con due membri del battaglione Azov

Ieri è stato il giorno in cui il Battaglione Azov ha fatto la sua comparsa in un Parlamento europeo. Il triste primato appartiene alla «Bulè degli Elleni», indegna erede dell’antica democrazia ateniese.
I nazisti ucraini sono stati accompagnati dallo stesso presidente Zelenski che ieri aveva in programma di rivolgere il suo appello di sostegno, questa volta ai deputati greci
continua in
https://ilmanifesto.it/zelensky-parla-al-parlamento-greco-con-due-membri-del-battaglione-azov

Rompiamo la solitudine di Papa Francesco

Sarebbe di grande valore che qui ed oggi, dalle città e capitali europee, la voce di milioni di donne e uomini si unisse in questa prospettiva, si desse forza e desse forza alla pace. Papa Francesco. Nella sua solitudine, l’ha capito. Da Infinitimondi.
continua in
https://sbilanciamoci.info/rompiamo-la-solitudine-di-papa-francesco/

Quella sinistra che definisce filo-Putin tutti i pacifisti
Angela Azzaro – Il Riformista

In questi giorni in cui si discute di come fermare la guerra in Ucraina mi è capitato un paio di volte – e sarei onorata se accadesse ancora – di partecipare ad alcuni dibattiti televisivi con Marco Tarquinio, il direttore di Avvenire. Sostiene le posizioni che porta avanti anche papa Francesco. Un pacifismo radicale che a partire dal fatto che c’è un aggressore e un aggredito tenta di capire quale sia la strada per arrivare alla pace, evitando l’escalation.
continua in
https://www.ilriformista.it/quella-sinistra-che-definisce-filo-putin-tutti-i-pacifisti-292216/?refresh_ce 

Quattro obbiettivi nella lotta contro la guerra. Contributo collettivo di Marx21 al movimento per la pace

Dalla nebbia che è calata con l’inizio della guerra in Ucraina, che non è solo mediatica ma fatta anche di ambigua interpretazione degli avvenimenti, non è ancora emersa una indicazione chiara sul programma su cui organizzare un vasto movimento di lotta contro la guerra. Dobbiamo constatare prima di tutto che la debolezza di un movimento contro una guerra che ha la sua origine sostanziale nella politica Usa di espansione ad est della Nato (e di minaccia alla sicurezza della Russia), dipende da presupposti che danno per scontata la condanna unilaterale dell’azione della Russia ed una rappresentazione della crisi ucraina preparata e sedimentata nel tempo. Ciò depotenzia l’orientamento e la stessa combattività di quanti sono contro la guerra, contro la NATO e contro le forniture militari all’Ucraina
continua in
https://www.marx21.it/editoriali/quattro-obbiettivi-nella-lotta-contro-la-guerra-contributo-collettivo-di-marx21-al-movimento-per-la-pace/

Ucraina. La Flai Cgil è al fianco dell’Anpi

La Flai Cgil è al fianco dell’Anpi e del suo segretario Gianfranco Pagliarulo, sottoposto ad attacchi ingiustificati che ricordano tristemente il ‘metodo Boffo’. “L’aver difeso le ragioni della pace contro la follia e gli orrori della guerra ha fatto finire l’Associazione nazionale partigiani in una supposta lista nera di filo-putiniani – sottolinea Giovanni Mininni – Sono accuse inaccettabili e totalmente false, tanto più verso un’associazione che della riconquista e della difesa della democrazia ha fatto la ragione della sua esistenza”. Le parole del segretario generale della Flai arrivano da casa Cervi, dove il sindacato dell’agroindustria è andato in visita in occasione di un corso di formazione. La memoria della guerra di Liberazione dal nazifascismo fra queste mura è ancora più forte
https://www.flai.it/primo-piano/ucraina-la-flai-cgil-e-al-fianco-dellanpi/

Grecia, i respingimenti al confine con la Turchia e i migranti usati per il “lavoro sporco”

È dal 2008 che l’ONG internazionale Human Rights Watch monitora in Grecia i respingimenti dei migranti al confine con la Turchia. Sono trascorsi 14 anni da allora e le cose non sono cambiate.
Anzi, se possibile, sono anche peggiorate. “Their Faces Were Covered” è il titolo del nuovo report di Human Rights Watch, pubblicato sul sito il 7 aprile. Nelle 29 pagine dell’inchiesta, realizzata grazie alle testimonianze di 26 persone di origini afghane respinte al confine, sono riportate le violenze delle autorità greche
continua in
https://www.radiopopolare.it/grecia-migranti-usati-per-i-respingimenti-al-confine-con-la-turchia/

La guerra in Ucraina affama anche il Libano. Una perversa ‘catena di sant’Antonio’

Il Libano tra fame e spiragli di speranza e tre miliardi del Fondo monetario internazionale che arriveranno in 46 mesi per dare ossigeno all’economia collassata del paese. Ma il conflitto in Europa è la minaccia ulteriore rispetto a quelli eterni di casa: Beirut dipende da Mosca e Kiev per il 60% del grano che consuma. Scorte in esaurimento, prezzo del pane in crescita
continua in
https://www.remocontro.it/2022/04/08/la-guerra-in-ucraina-affama-anche-il-libano-una-perversa-catena-di-santantonio/?fbclid=IwAR3ngrY-D3LJmXKweYYi9paXA8Z3S74tbFCNEyRLwRM4oFukHRWgb2gFfEo

Carlo Masserini sulla propria pagina Facebook
Commovente. David Gilmour grande artista e grande uomo.

I Pink Floyd tornano dopo quasi 30 anni e lo fanno in supporto al popolo ucraino. Il loro nuovo brano, uscito a mezzanotte di oggi, si intitola “Hey Hey Rise Up” ed è la prima nuova musica originale registrata dai tempi di The Division Bell, del 1994.
Nella nuova traccia, registrata mercoledì 30 marzo, David Gilmour e Nick Mason collaborano con il bassista Guy Pratt e Nitin Sawhney alle tastiere, insieme alla presenza vo…
continua in


Troppi casi di salmonella con gli ovetti Kinder, chiusa fabbrica della Ferrero: “Scusateci ma uova di Pasqua sono buone”

Troppi casi di salmonella, circa un centinaio, hanno portato alla chiusura in Belgio della fabbrica della Ferrero dove vengono prodotti gli ovetti Kinder. E’ quanto disposto dalle autorità locali dopo i casi registrati in diversi Paesi europei e negli Stati Uniti.
continua in
https://www.youtube.com/watch?v=LoXqkUZW7do&list=RDMM&index=11


8 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Nicola Tornese sulla propria pagina Facebook

A causa dell’alto costo del gas e delle materie prima l’azienda non riesce a essere più competitiva.

Non è comunque il solo caso: come ha sottolineato già Confindustria il 16% delle aziende ha già ridotto o chiuso. A Torino si prevende un altro 30% chiuso nelle prossime settimane. In Lombardia sono già 360 le aziende chiuse.

Perché solo il PD e Draghi, che non hanno mai visto un’azienda privata in vita loro, non sono mai stati a scaldarsi d’estate la schiena in un panificio… 
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=5092098624158782&set=a.210822365619790


Pistole e condizionatori
Giorgio Cremaschi – Potere al Popolo

Mentre solerti carabinieri trovavano una pistola nel cesso della sede nazionale del sindacato USB, a seguito della denuncia anonima con nome e cognome (così un maresciallo dell’Arma) di colui che ce l’aveva messa, il Presidente del Consiglio Mario Draghi poneva la popolo un’alternativa stringente.
“Dovete scegliere tra la pace ed i condizionatori”, ha detto solennemente il banchiere capo di governo
continua in
https://contropiano.org/interventi/2022/04/08/pistole-e-condizionatori-0148257


PROCESSO ETERNIT: MORTI AMMAZZATI, ESTINTI PER PRESCRIZIONE
Doriana Goracci – La Bottega di Barbieri

Dentro di me provo odio per gli italiani, vivono in uno Stato fallito” Stephan Schmidheiny

«La Corte di Assise di Napoli (seconda sezione, presidente Concetta Cristiano) ha condannato l’imprenditore svizzero Stephan Ernest Schmidheiny a 3 anni e 6 mesi per l’omicidio colposo di Antonio Balestrieri, uno degli operai dello stabilimento Eternit di Bagnoli deceduto a causa di prolungata esposizione all’amianto. Per gli altri casi al centro del processo, i giudici hanno sancito l’avvenuta prescrizione».
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/processo-eternit-morti-ammazzati-estinti-per-prescrizione/


Criminalità organizzata: Basilicata, un quadro allarmante

Summa (Cgil): “L’istituzione della Dia nella nostra Regione è un riconoscimento importante, ma c’è ancora tanto da fare”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/04/08/news/basilicata_un_quadro_allarmante-2023254/

Monza e Brianza. Oggi alla Star è sciopero dopo l’infortunio sul lavoro

Flai Cgil e Uila Uil territoriali. “Per migliorare le condizioni di lavoro, promuovere la cultura della sicurezza e ridurre gli incidenti bisogna puntare sulla formazione. La scelta di utilizzare lavoratori con contratto somministrato di brevissima durata impedisce di avere lavoratori formati con adeguate competenze”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/07/news/star_8_aprile_sciopero_dopo_infortunio_sul_lavoro-2020783/?fbclid=IwAR3T-kriayQQBoYNHHDXC4oterjc8NGWUd2cQM_zprUaStwqwXH7qkV8Lro

Politica europea cercasi per battere Amazon
Patrizia Pallara – Collettiva

Dal “caso” Italia alla situazione negli altri Paesi, fino all’interlocuzione con le istituzioni di Bruxelles, la segretaria generale di Etf Livia Spera illustra strategie e iniziative per fare fronte comune contro il colosso di Bezos
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/08/news/politica_europea_cercasi_per_battere_amazon-2017697/

Ddl Appalti: un milione di posti di lavoro a rischio, 350mila solo in Lombardia

“Il testo del Disegno di Legge – si legge in un comunicato unitario firmato Filcams Cgil, Fisascat, Uiltucs e Uiltrasporti regionali – elimina l’obbligo di inserire nei bandi di gara degli appalti ad alta intensità di manodopera una clausola sociale”, mettendo in pericolo la stabilità di centinaia di migliaia di addetti, in maggioranza donne con contratti part time involontari e di poche ore settimanali
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/08/news/ddl_appalti_un_milione_di_posti_di_lavoro_a_rischio_350mila_solo_in_lombardia-2022254/

Rider, firmata intesa per favorire delivery etico

Il delivery a Firenze cambia volto: le consegne a domicilio dovranno essere nel segno della legalità, della sostenibilità ambientale e sociale, ma soprattutto “etiche”. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa promosso dall’assessorato al Lavoro del Comune e sottoscritto da Camera di Commercio, Cgil, Cisl e Uil, Legacoop Toscana, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti e Cna. Grazie a questo patto tutti i protagonisti del settore consegne a domicilio (imprese e lavoratori) puntano alla legalità, a migliorare la sicurezza dei rider e a usare mezzi ecologici per le consegne
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/08/news/rider_firmata_intesa_per_favorire_delivery_etico-2022615/

Vespia, dalle aggressioni alla mancanza di divise, le difficili relazioni industriali della polizia penitenziaria
Emanuele Ghiani – Il Diario del Lavoro

Il diario del lavoro ha intervistato il segretario generale della FNS Cisl, Massimo Vespia, carica riconfermata al recente congresso “Esserci per cambiare” del sindacato. Vespia denuncia la situazione del comparto della polizia penitenziaria, fortemente in crisi. La mancanza di assunzioni da parte dell’amministrazione e il mancato riqualificazione delle strutture stesse degli istituti carcerari hanno creato negli anni un forte disagio agli agenti e detenuti. Problemi che l’amministrazione, spiega Vespia, sembra non prendere a cuore
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/vespia-dalle-aggressioni-alla-mancanza-di-divise-le-difficili-relazioni-industriali-della-polizia-penitenziaria/

L’autostrada Roma-Latina “riparte” nonostante le sentenze avverse. Sabato conferenza pubblica dei comitati

Mentre continuano gli annunci di ventennale memoria, l’adeguamento in sicurezza di tutta la Via Pontina segna il passo! Perfino i 137 milioni di euro per i lavori sono di “riqualificazione e potenziamento”, sostanzialmente una grande “romanella”. Difatti, non si costruiranno le corsie di sicurezza, nessun intervento per mettere a norma di legge le corsie di camminamento, di sorpasso e gli spartitraffico, nessuna eliminazione degli incroci e inserimenti a raso, le curve dove la visuale libera è precaria!
continua in
https://contropiano.org/regionali/lazio/2022/04/08/lautostrada-roma-latina-riparte-nonostante-le-sentenze-avverse-sabato-conferenza-stampa-dei-comitati-0148266

FERROVIE E BONIFICHE: QUALCHE SPUNTO
Vito Totire* – La Bottega del Barbieri

Noi comuni cittadini che viviamo alla periferia dell’impero (per citare il grande epidemiologo Benedetto Terracini) siamo “investiti” quotidianamente da messaggi pubblicitari. Spesso si tratta di esibizione di greenwashing o di pubblicità-regresso; non sempre. Nessuna intenzione, da parte nostra, di “dare la pagella” piuttosto avanziamo la necessità di garantire trasparenza e partecipazione. Senza entrare nel merito, in questo momento, delle enormi contraddizioni del sistema ferroviario (in linea di massima, siamo favorevoli alla “cura del ferro” contro il trasporto su gomma) da comuni cittadini vogliamo dare uno stimolo nella direzione delle bonifiche ambientali
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/ferrovie-e-bonifiche-qualche-spunto/


Centuria: la quinta colonna nazista in Ucraina

Centuria: la quinta colonna nazista in Ucraina

Centuria: la quinta colonna nazista in Ucraina

Nelle ultime settimane molto si è detto sui gruppi neonazisti ucraini, anche dopo che la Fionda ha tradotto un importante articolo a tal riguardo. Prima che l’asse fra i paesi occidentali della NATO e il governo di Kiev diventasse un assunto indiscutibile della politica euroatlantica, tanto da collezionare tentativi di smentire l’evidenza, si era prodotto da parte di riviste, pensatoi e istituzioni tanto Usa che Ue una considerevole mole di lavoro su tali gruppi di estremisti. Un corposo dossier di circa 80 pp. della George Washington University (non precisamente un tempio del putinismo) datato settembre 2021 è una fonte assai interessante in quanto si dedica allo sconosciuto gruppo chiamato Centuria e come esso si sia infiltrato nella più importante istituzione di formazione militare del paese per diramare il suo verbo estremista nelle forze armate del paese.
continua in
https://www.lafionda.org/2022/04/08/centuria-la-quinta-colonna-nazista-in-ucraina/?fbclid=IwAR3jG05j7FuAK-9KsrSrR2tqRaVL-R3oiPVIuoXi8iltThT-fUvVswgDvXg



Il “belpaese” delle violenze e dei falsi di polizia
Lorenzo Guadagnucci – Volere la luna

Per chi, come il sottoscritto, ha vissuto da testimone e parte civile i processi seguiti al tragico G8 genovese del 2001, la vicenda di Stefano Cucchi appare come un calvario umano, giudiziario, politico e civile pieno di rimandi a quell’esperienza. Le giornate di Genova portarono alla luce, con inattesa crudezza, la pronunciata attitudine di settori consistenti delle forze dell’ordine a compiere atti di violenza ingiustificata contro cittadini inermi, a coprirli falsificando verbali e comunicazioni ufficiali, a rifiutare di riconoscere le proprie responsabilità, una volta accertati gli abusi, di fronte all’autorità giudiziaria e alla stessa cittadinanza. A Genova ‒ giova ricordarlo ‒ fu praticata su larga scala la tortura: come hanno scritto a chiare lettere prima i magistrati italiani poi quelli della Corte europea per i diritti umani, furono torturati i cittadini soggetti alla famosa “perquisizione” alla scuola Diaz e quelli passati per l’altrettanto sinistramente famosa caserma di polizia di Bolzaneto, adibita nei giorni del G8 a carcere provvisorio per le persone fermate durante le manifestazioni. Il luglio genovese fu anche un festival della menzogna e del falso in atto pubblico: falso, dalla prima all’ultima riga, il verbale d’arresto dei 93 ospiti della scuola Diaz e false le “spiegazioni” date alla stampa; falsi gran parte dei verbali su quanto avvenuto a Bolzaneto; falsi anche i documenti su decine di arresti avvenuti per strada durante le manifestazioni, come dimostrato in numerosi processi in sede civile vinti dai malcapitati che sono riusciti a dimostrare, grazie a foto, filmati e testimonianze, il frequente ricorso a inventate e stereotipate accuse di lanci di oggetti contro gli agenti e di resistenza a pubblico ufficiale.
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/04/08/il-belpaese-delle-violenze-e-dei-falsi-di-polizia/



Quasi festival “La lezione del 2020”-seconda edizione


9 aprile: le notizie di Radio Popolare

La guerra assoluta nel Donbass, le manifestazioni per la pace e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di sabato 9 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo il ritiro delle truppe russe dalla zona di Kiev i combattimenti si concentrano, violentissimi, nel sud-est. A Lecco una manifestazione per la pace partecipata come non mai. L’addio alla firma storica del Manifetso Aldo Garzia. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/notizie-oggi-riassunto-giornata-sabato-9-aprile-2022/

Guerra giorno 45, la politica e le diplomazie al lavoro. Per quale obiettivo?
Andrea Lavazza – Avvenire

A Kiev adesso arrivano i leader occidentali, ma sembra mancare ancora una chiara strategia per uscire dalla crisi, che vuol dire cessate il fuoco e anche ricostruzione di un nuovo equilibrio in Europa
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ucraina-guerra-giorno-45-le-diplomazie-al-lavoro-ma-per-cosa

“Russia’s war crimes”: il governo di Kiev mette online il sito che documenta gli orrori della guerra

“Le prove raccolte delle atrocità commesse dall’esercito russo in Ucraina garantirà che questi criminali di guerra non sfuggano alla giustizia”, scrive su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, nell’annunciare la creazione del sito “Russia’s war crimes” , un archivio online creato da Kiev per documentare “i crimini di guerra della Russia” commessi in questi primi 45 giorni di conflitto attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, le ong presenti nel Paese e i reportage dei media internazionali
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/war-crimes-in-ucraina-il-sito-che-racconta-la-guerra-8e7ccabf-9e61-4a63-be72-cf2bfe053a10.html

Il cartellino russo
Pierluigi Fagan sulla propria pagina Facebook e Contropiano

Ieri, alle Nazioni Unite, si è votato per la sospensione della Russia dal Consiglio per i diritti umani. La mozione presentata dall’Ucraina è stata approvata, la Russia è espulsa, più o meno momentaneamente, dal novero delle nazioni ritenute civili, secondo caso nella storia delle UN dopo la Libia di Gheddafi.
continua in
https://contropiano.org/interventi/2022/04/09/il-cartellino-russo-0148278


Mao Valpiana. Armi contro armi. Spes contra spem

Alla guerra di invasione russa, si poteva rispondere in modo diverso, senza intraprendere una guerra di difesa ucraina? Questo è il punto decisivo della discussione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/09/news/armi_contro_armi_spes_contra_spem-2023361/

Più spese militari senza bussola non sono priorità né sono capite

Gianfranco Pagliarulo, presidente nazionale dell’ANPI scrive al direttore de l’Avvenire:

Gentile direttore,

la discussione attorno all’aumento del budget militare del 2% del Pil, depotenziata dalla scelta di giungere a tale obiettivo nel 2028, lascia perplessi da molti punti di vista. Si è da tempo aperto un dibattito sul sistema di difesa europeo. Romano Prodi ha giustamente affermato che «questi aumenti di spesa si debbono fare quando si ha una politica estera comune della Ue». Occorrerebbe perciò un’accelerazione, ora assente, dell’unità politica dell’Unione.
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/pi-spese-militari-senza-bussola-non-sono-priorit-n-sono-capite


Esplodono i prezzi dei beni alimentari, di corsa alla fame

I prezzi alimentari mondiali hanno raggiunto i “livelli più alti di sempre” a marzo spinti anche dalla guerra in Ucraina, che “causa shock” nei mercati dei cereali e dell’olio vegetale.
Lo afferma la Fao, spiegando che l’indice elaborato dall’agenzia Onu che traccia la variazione mensile dei prezzi internazionali di un paniere di prodotti alimentari di base, aveva già battuto il record a febbraio dalla sua creazione nel 1990, e ha registrato un ulteriore aumento del 12,6% a marzo
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/04/09/esplodono-i-prezzi-dei-beni-alimentari-di-corsa-alla-fame-0148301

Viaggio verso il confine
Ivana Marrone – Collettiva

La carovana della Cgil arriva fino a Sobrance, tra Slovacchia e Ucraina, per consegnare le 17 tonnellate di aiuti alimentari alle popolazioni sfollate e costrette a fuggire dalle bombe di Putin

Riso, biscotti, latte a lunga conservazione, alimenti per neonati, succhi di frutta, prodotti per l’igiene personale. Generi di prima necessità per chi, una volta scappato dalle bombe, deve sopravvivere nella nuova “vita” da profugo. È il racconto della delegazione capitanata dalla Cgil nazionale insieme alla Flai Cgil, Cgil Emilia-Romagna, Cgil Lombardia, Spi Cgil Lombardia, Cgil Milano, Nexus Emilia Romagna che ha attraversato il cuore dell’Europa ed è arrivata a Sobrance, al confine con l’Ucraina, per consegnare gli aiuti alimentari
il video in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/04/09/video/viaggio_al_confine-2022899/


La guerra dei rom
Sean Benstead – Jacobin Italia

Anche gli esponenti dell’unica etnia che non ha mai dichiarato una guerra nella sua storia si trovano in mezzo all’invasione dell’Ucraina, tra violenza e continuità razzista
continua in
https://jacobinitalia.it/la-guerra-dei-rom/


Procida Capitale Italiana della Cultura 2022.
La cerimonia di apertura alla presenza del presidente della Repubblica

Mattarella: in Ucraina abissi della disumanità
L’intervento del Capo dello Stato a Procida in
https://www.rainews.it/video/2022/04/matteralla-procida-e4ebbc6b-dd3c-4b14-a8fa-28842e87e23e.html

Il partito del “no tasse” fa muro contro Draghi: è lite sulla riforma del catasto
Claudia Fusani – Il Riformista

“Alla fine prevarrà il buon senso”. Vedrete, aggiungono altri, “si troverà la soluzione, bisogna aver fiducia”. Non parliamo del tavolo di mediazione Russia-Ucraina su cui invece pochi sfoggiano ottimismo. Ma della italianissima guerra al fisco. E al catasto. 
continua in
https://www.ilriformista.it/il-partito-del-no-tasse-fa-muro-contro-draghi-e-lite-sulla-riforma-del-catasto-292479/

Covid in Italia, il bollettino del 9 aprile: 63.992 nuovi casi e 112 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia ci sono stati 63.992 nuovi casi da coronavirus (ieri erano stati 66.535) e 112 decessi (144 ieri). I contagi sono stati registrati a fronte di 438.449 tamponi. Il tasso di positività scende quindi al 14,6%.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/04/09/news/covid_in_italia_il_bollettino_del_9_aprile_2022-344770349/

Convention Forza Italia
Berlusconi: “Deluso da Putin, la Russia faccia tacere subito le armi”

Il leader azzurro ha parlato in un lungo discorso di 40 minuti toccando tutti i temi di attualità: “Quella di oggi può essere una nuova discesa in campo”, leali al governo, ma non consentiremo “di mettere le mani nelle tasche degli italiani”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/berlusconi-alla-convention-di-forza-italia-deluso-da-putin-russia-faccia-tacere-le-armi-814f8382-a9da-44b6-b27c-1cdaf0a098ae.html

5xMille anche a sicurezza e Forze armate. «Così meno fondi al Terzo settore»
Marco Iasevoli – Avvenire

Incardinata alla Camera una proposta di legge già votata (quasi all’unanimità) al Senato. Le associazioni in allarme.
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/il-5xmille-a-sicurezza-e-forze-armate-cosi-meno-risorse-al-terzo-settore


QUANDO L’INTELLETTUALE RINUNCIA ALLA RAGIONE. A PROPOSITO DI FLORES E DI “MICROMEGA”
dal Blog di Angelo D’Orsi ISTRUITEVI, AGITATEVI, ORGANIZZATEVI

Il 4 aprile 2022 l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) ha diffuso il seguente comunicato:
“L’ANPI condanna fermamente il massacro di Bucha, in attesa di una commissione d’inchiesta internazionale guidata dall’ONU e formata da rappresentanti di Paesi neutrali, per appurare cosa davvero è avvenuto, perché è avvenuto, chi sono i responsabili. Questa terribile vicenda conferma l’urgenza di porre fine all’orrore della guerra e al furore bellicistico che cresce ogni giorno di più”
continua in
https://angelodorsi.wordpress.com/2022/04/08/quando-lintellettuale-rinuncia-alla-ragione-a-proposito-di-flores-e-di-micromega/?fbclid=IwAR2ZgUGiyuPzSjIKuf7DaaluppOmChle35GYwKaISVCViPdTQD2zLHbXJ48



Maurizio Acerbo. Una brutta notizia.
Ci ha lasciato Aldo Garzia, un compagno che stimavo molto. Il suo ultimo articolo ci ricordava la lezione di Willy Brandt. Assai prezioso il… continua a leggere

In ricordo di Aldo Garzia, uno dei suoi ultimi scritti

Ci vorrebbe un Willy Brandt
Aldo Gazia 30 marzo 2022
La soluzione della crisi innescata dalla guerra in Ucraina richiederebbe un colpo d’ala di un grande politico, come l’architetto della Ostpolitik. Una conferenza all’università di Udine della giornalista e saggista Birgit Kraatz.
continua in
https://ytali.com/2022/03/30/ci-vorrebbe-un-willy-brandt/?fbclid=IwAR2pT3cIB0xF9bVma94rI9Yba1988xSJ56l8C_EG-Nsh3rBN5V_FZtkHuKk

Da ytali.com

A poche ore dalla scomparsa del nostro caro amico e compagno Aldo Garzia, abbiamo raccolto alcune delle immagini che gli erano care e che ha pubblicato negli ultimi anni su Facebook e Twitter. Ci dicono molto di Aldo. Della sua rara sensibilità. Dei suoi affetti. Dei suoi tanti amici e compagni. Delle sue passioni. Della sua straordinaria voglia di combattere. Sono foto d’incontri, di discussioni, di tavolate, di Testaccio, di Imperia, della sua amata casa testaccina colma di libri, video, ricordi, di Cuba, più alcuni flashback. Persone e luoghi che hanno scandito questi suoi ultimi, intensi anni. (g. m.)
continua in
https://ytali.com/2022/04/09/il-nostro-caro-aldo/


Morte di un giornalista: l’inchiesta (e le carte) che riaprono il caso

Op – Omicidio Pecorelli. Il 20 marzo 1979 viene ucciso Mino Pecorelli. 40 anni dopo, la giornalista Raffaella Fanelli ritrova due verbali “dimenticati”. I documenti contengono le dichiarazioni di Vincenzo Vinciguerra. Il neofascista rivela il nome di chi custodiva l’arma del delitto e traccia il quadro del movente. Il caso è riaperto, la magistratura indaga ancora. Il delitto Pecorelli non è solo un omicidio, ma il crocevia degli intrighi d’Italia. 
testo e podcast in
https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/ascolta/morte-di-un-giornalista-l-inchiesta-e-le-carte-che-riaprono-il-caso/?utm_source=facebook&utm_medium=ads&utm_campaign=pecorelli&fbclid=IwAR36axp9E8mS5Is8Uol2lGwyzdshb1Nvd4OegQ5cHYqvpWzSgiTynVAC7zw


 Cantiere per la Pace della Lunigiana


9 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

La continuità di Insorgiamo, l’allargamento della convergenza: una responsabilità collettiva

1. L’abbiamo fatto il 18 settembre, l’abbiamo rifatto il 26 marzo. Il 18 settembre poteva essere un caso. C’era la spinta emotiva dei licenziamenti in tronco e una enorme attenzione mediatica.
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=381767393957327&set=a.370165185117548


Aeroflot. Voli sospesi per la guerra, licenziamento collettivo
Davide Colella – Collettiva

Lavorano nelle basi di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia Marco Polo i 35 operatori lasciati a casa dalla compagnia di Mosca. All’inizio dell’invasione dell’Ucraina avevano accettato riduzioni di orario e salario pur di mantenere l’occupazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/09/news/voli_sospesi_per_la_guerra_licenziamento_collettivo_per_il_personale_italiano_della_russa_aeroflot-2024919/

Pnrr nel Sud, avanti a fatica
Roberta Lisi – Collettiva

Il 40% delle risorse destinate al Mezzogiorno rischia di essere utilizzato poco e male. Carenze amministrative e di personale, difficoltà nella governance, scarsa capacità progettuale, mancata complementarietà tra i fondi e mancato vincolo di destinazione tra le Regioni, possono essere tra le ragioni dei ritardi di attuazione. Massafra, Cgil: “Il rischio è reale, ma si può ancora intervenire”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/04/08/news/pnrr_nel_sud_avanti_a_fatica-2020882/

Dompé Farmaceutici chiude al confronto

La multinazionale con tre stabilimenti a Milano, L’Aquila e Napoli, rifiuta il faccia a faccia con le parti sociali per regolarizzare lo smart working. Per la Filctem nazionale necessario un accordo collettivo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/09/news/dompe_farmaceutici_chiude_al_confronto-2025012/

Il caso Assange irrompe oggi al Festival di Giornalismo di Perugia

Dal palco Stella Morris, moglie di Julian Assange, e la giornalista investigativa Stefania Maurizi esorteranno i giornalisti presenti a difendere il fondatore di Wikileaks. Mentre per strada, un gruppo di attivisti di FREE ASSANGE Italia, diranno ai giornalisti che anche la loro libertà è a rischio.
continua in
https://www.peacelink.it/mediawatch/a/49105.html


Non in nostro nome!
Giorgio Cremaschi (Potere Al Popolo)

Ursula von der Leyen

Smentendo le penose parole sui condizionatori d’aria di Draghi e le ipocrisie di tanti politici e governanti europei, la Presidente della Commissione – ex ministro NATO – ha chiarito che l’obiettivo suo e di chi rappresenta non è la pace, ma sconfiggere la Russia
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/04/09/non-in-nostro-nome-0148299


Bologna. Dopo 6 mesi, si “regolarizza” il consiglio San Donato-San Vitale
Potere al Popolo Bologna

Sono passati ormai sei mesi dalle elezioni di Bologna, sei mesi in cui abbiamo portato avanti una battaglia politica e legale contro un “errore” nell’elezione di San Donato-San Vitale, ma soprattutto contro la volontà del Comune di non attivarsi per risolverlo, come avrebbe dovuto fare.
continua in
https://contropiano.org/regionali/emilia-romagna/2022/04/09/bologna-dopo-6-mesi-si-regolarizza-il-consiglio-san-donato-san-vitale-0148280

Belluno. Acc: Fiom Cgil, la nostra posizione sull’accordo

“Dal primo giorno della lunga, impegnativa e sofferta vertenza della Acc Wanbao di Mel che ha portato alla definitiva interruzione della sua produzione tipica (i compressori per frigoriferi domestici, che l’hanno portata ad essere nel recente passato leader europea), il nostro primo e inderogabile impegno è stato quello di mantenere l’unità e la solidarietà tra tutti le lavoratrici e i lavoratori con il preciso obbiettivo di dare a tutti una soluzione occupazionale sicura”. Inizia così la nota di Stefano Bona, segretario generale della Fiom di Belluno.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/04/08/news/acc_fiom_belluno_la_nostra_posizione_sull_accordo-2023375/


Federazione lavoratori agroindustria – Cgil

LAVORO E PAESAGGIO

Si è concluso ieri il percorso formativo “Paesaggi del lavoro nelle campagne italiane”, un’edizione speciale della Scuola di Paesaggio Emilio Sereni. Un corso compatto e qualificato sull’evoluzione dell’occupazione nell’agricoltura italiana e le prospettive che la fase attuale lascia intravedere, con focus sulla qualità del lavoro agricolo, sulle aree interne e sul loro valore, sui diritti di chi la terra la lavora, sulla legalità e sul diritto al cibo. Casa Cervi è un deposito di memoria diventato qualcosa di vivo che naviga tra speranze e prospettive, fondate su radici molto forti. È un punto di riferimento di grande valore; è il luogo nel quale è nato e si è sviluppato un pensiero e un approccio multilaterale all’agricoltura, con una visione e un’attenzione particolare al paesaggio.



I pacifisti sono pochi? Le risposte dalla piazza di Milano contro la guerra
Claudio Jampaglia – Radio Popolare

Milano 9 aprile (foto ANSA)

Sono pochi in piazza per la chiamata alle arti di Milano contro la guerra, nel sesto sabato consecutivo di mobilitazione. C’è un camion con l’amplificatore e un palchetto per racconti, poesie, improvvisazioni.
continua in
https://www.radiopopolare.it/i-pacifisti-sono-pochi-le-risposte-dalla-piazza-di-milano-contro-la-guerra/



Quasi Festival – La lezione del 2020



Invisibili a chi? Il destino del lavoro non è scritto

Il destino del lavoro non è scritto. Non è scritto, nel senso che troppo spesso è mal raccontato o semplicemente ignorato. Ma non è scritto anche perché non è ineluttabile: le storie di resistenza e di lotta si moltiplicano, anche lontano dalla visibilità mediatica.
Domenica 10 aprile dalle 10.30 in diretta dal Festival internazionale di giornalismo di Perugia un confronto su lavoro, lotte e mass media.
Con il collettivo di fabbrica Gkn, i sindacalisti Mohamed Arafat e Maria Iftimoaiea, l’attivista Marco Bazzoni, la sociologa Francesca Coin. Conduce Massimo Alberti


10 aprile: le notizie di Radio Popolare

Il massacro di civili a Buzova, Berlusconi prende le distanze da Putin e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di domenica 10 aprile 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo 46 giorni di guerra le forze armate russe cercano di riorganizzarsi per riprendere l’offensiva nell’est del paese, mentre sul piano diplomatico si attende l’arrivo a Mosca del premier austriaco, prima visita di un leader europeo a Mosca dall’inizio dell’invasione. Berlusconi ammette che Putin non è l’uomo di pace e democrazia che lui credeva, mentre Salvini ha smesso di nominare Putin, la guerra e l’Ucraina. Per la domenica delle palme Papa Francesco è tornato a denunciare “l’uso della violenza” che “porta a compiere crudeltà assurde”, mentre il patriarca russo Kirill ha esortato i fedeli ortodossi della Chiesa russa a “unirsi attorno alla patria”. Charles Lecrerc ha vinto il gran premio di Merlbourne in Australia e ora, dopo anni di fatiche e delusioni, la Ferrari è tornata a essere competitiva in Formula 1. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-10-aprile/


Ucraina. Il Papa: inizi una tregua pasquale per la pace, non per ricaricare le armi

Nella domenica delle Palme Francesco ha rivolto il suo pensiero all’Ucraina, a “una guerra che ogni giorno ci pone davanti agli occhi stragi efferate e atroci crudeltà compiute contro civili inermi”
continua in
https://www.avvenire.it/papa/pagine/il-papa-inizi-una-tregua-pasquale-per-la-pace-non-per-ricaricare-le-armi



Pierluigi Fagan sulla propria pagina Facebook

OH, MON DIEU!
Nella foto, Mrs Europa rimane colpita da qualcosa che i nuovi dioscuri ucraini a difesa dei valori della civiltà occidentale hanno voluto mostrarle, il succo della antica civiltà a cui apparteniamo è tutta in questa foto
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=10225944790981971&set=a.1148876517679



Mijatovic: «L’Europa accolga tutti i profughi in fuga dalle guerre»

Papa Francesco riceve in udienza Dunja Mijatovic, commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa (Ansa / Vatican Media)

«È uno sconcertante doppio standard. Si aprono le braccia a gruppi di profughi che si ritiene di voler accogliere e si chiudono invece a quelli che non si vuole accogliere…»
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/Pagine/accoglienza-per-tutti-i-profughi-stop-respingimenti-in-libia



«Diritti umani e accoglienza negati», l’altro volto dell’Europa
Vincenzo R. Spagnolo – Avvenire

Migranti approdati sulle coste della Grecia

Mentre si accolgono con calore i profughi ucraini, continuano i respingimenti illegali di altre persone in fuga da guerre, torture e fame. Migliaia le violazioni documentate dal Consiglio d’Europa
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/respingimenti-l-altra-faccia-della-europa-diritti-umani-e-accoglienza-negata



La battaglia di Nikojewka https://www.difesa.it/Primo_Piano/Documents/La%20Battaglia%20di%20Nikolajewka.pdf

Un’elezione non come le altre
Aurélie Dianara – Jacobin Italia

In Francia si vota in uno scenario senza precedenti. La minaccia dell’estrema destra è più forte che mai, in gran parte alimentata dalle politiche di Macron. La sinistra è divisa ma Mélenchon è in crescita
continua in
https://jacobinitalia.it/unelezione-non-come-le-altre/

Sfiduciato il premier Imran Khan, il Pakistan verso nuove elezioni

Imran Kahn accusa gli Stati Uniti di non volerlo più al potere per il suo avvicinamento a Cina e Russia, ma anche il suo probabile successore è molto vicino a Pechino
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/pakistan-potenza-nucleare-dalla-politica-instabile-domani-il-nuovo-premier-dopo-luscita-di-khan-04bc6799-2fe2-4bbb-aaeb-4fa3ee0191f5.html

Texas, una 26enne è incriminata per omicidio perché ha abortito. Per lo Stato è un crimine

In base alla nuova legge del Texas che ri-penalizza l’aborto, Lizelle Herrera è stata arrestata con l’accusa di aver “consapevolmente e intenzionalmente causato un aborto autoindotto”. Le indagini sono ancora in corso
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/texas-26enne-incriminata-per-aver-abortito-la-legge-dello-stato-lo-considera-un-crimine-23282770-0ec4-44fe-ac7a-1be17f3e8963.html


Tutte le informazioni in https://palazzoducale.genova.it/mostra/tina-modotti/

Crescere un figlio costa ovunque, ma in alcuni Paesi di più: Italia terza nella lista mondiale

Secondo una ricerca condotta dal JEF (Jefferies Financial Group), tra i luoghi più costosi per educare un bambino al primo posto c’è la Corea del Sud, seconda la Cina
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/04/quanto-costa-educare-un-figlio-in-alcuni-paesi-di-pi-terza-litalia-nella-lista-mondiale-287e7b19-505e-462c-bb67-9c07aa1e4dff.html

Ciao Aldo, ci mancherai
Loris Campetti – il manifestoinrete

“Caro mio, la seconda botta non perdona”. Sono le ultime parole, chissà se premonitrici, che mi ha detto Aldo Garzia giovedì sera quando l’ho accompagnato fino alla porta della sua camera, commentando la scomparsa di un comune amico. Aldo aveva avuto già la prima botta, pesante, cattiva, ma ne era uscito grazie alla tenacia, all’attaccamento alla vita e alla solidarietà affettuosa di tante compagne e compagni. Aveva ancora tante cose da dire e da scrivere e ce l’aveva fatta, ma un incubo lo inseguiva ed era proprio il timore di un nuovo colpo che è arrivato poche ore più tardi e non l’ha perdonato: al mattino la persona che si prendeva cura di lui l’ha trovato immobile sul letto. Un ictus cerebrale, l’operazione d’urgenza, l’emorragia, il coma. Ha stretto i denti per una settimana, poi ha dovuto cedere. Forse il suo ultimo pensiero sarà stato: avrei ancora tanto da dire e da scrivere
continua in
https://www.ilmanifestoinrete.it/2022/04/10/ciao-aldo-ci-mancherai/?fbclid=IwAR1eyW90r7kvPEV9Vucv4KM5rzCvzJJeDDDgi8IPpuoQAZNVyIehmFw2DrM

10 aprile
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Ucraina: l’odg approvato dal Comitato Direttivo della CGIL

Di seguito l’ordine del giorno sulla guerra in Ucraina approvato dal Comitato Direttivo della Cgil riunitosi oggi a Roma
continua in
https://www.cgil.it/ufficio-stampa/2022/03/10/news/ucraina_l_odg_approvato_dal_comitato_direttivo_della_cgil-1936580/

Governo di guerra: meno soldi e più autoritarismo per la scuola
Maurizio Disoteo – Contropiano

Secondo il DEF l’Italia passerà, da oggi al 2025, dall’attuale investimento del 4% del PIL in istruzione, al 3,5%, con un’ulteriore diminuzione prevista per gli anni a seguire, per assestarsi al 3,3%
continua in
https://contropiano.org/altro/2022/04/10/governo-di-guerra-meno-soldi-e-piu-autoritarismo-per-la-scuola-0148318

Def: Cgil, Flc, Fp, sbagliato finanziare contratti pubblici con revisione spesa

 “A trattative ancora aperte per i rinnovi dei contratti nazionali dei settori pubblici, già scaduti, apprendiamo dalla lettura del Def che i prossimi contratti dovrebbero essere finanziati dalla revisione della spesa pubblica”. È quanto si legge in una nota congiunta di Cgil nazionale, Flc CgilFp Cgil
continua in
https://www.cgil.it/ufficio-stampa/2022/04/10/news/def_cgil_flc_fp_sbagliato_finanziare_contratti_pubblici_con_revisione_spesa-2025886/

L’unità operai-studenti e lo sciopero del 22 aprile. Intervista a Guido Lutrario

Il 22 aprile l’Usb ha convocato uno sciopero operaio a livello nazionale. A questo si è unito lo sciopero degli studenti convocato dall’Osa. E’ prevista una manifestazione nazionale con corteo per venerdi 22 aprile a Roma. Sulle ragioni di questa giornata di mobilitazione, che vede protagonisti operai e studenti, abbiamo chiesto alcune valutazioni a Guido Lutrario dell’esecutivo nazionale dell’Usb.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/04/10/lunita-operai-studenti-e-il-22-aprile-intervista-a-guido-lutrario-0148277

Senigallia. Solidarietà a Sara Reginella

Venerdì sera a Senigallia, in provincia di Ancona, si doveva svolgere la presentazione del libro di Sara Reginella “Donbass, la guerra fantasma“. All’arrivo dell’autrice la sala dove doveva svolgersi l’iniziativa era occupata da numerosi ucraini di orientamento chiaramente nazionalista intenzionati ad impedire a Sara Reginella di parlare.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/04/10/senigallia-solidarieta-a-sara-reginella-0148314

No a una base militare a Coltano. Smilitarizziamo Pisa!
Potere al Popolo Pisa

Dalla stampa locale stanno emergendo ulteriori dettagli del progetto della maxi-base di Coltano, nel Parco di San Rossore, dove il CoMiPar (Comitato misto paritetico per la regolamentazione delle servitù militari Stato-Regione) ha intenzione di costruire una “nuova struttura funzionale” dedicata per il Gruppo intervento speciale (GIS) del 1° Reggimento Carabinieri paracadutisti Tuscania
continua in
https://contropiano.org/regionali/toscana/2022/04/10/no-a-una-base-militare-a-coltano-smilitarizziamo-pisa-0148309


Mercoledì 13 aprile presentazione de “Il sindacalista”, Roma Presso il Cnel, ore 17
E’ necessaria la prenotazione: info@fondazionesabattini.ti


Un meraviglioso viaggio nella storia di una canzone, che da inno dei partigiani è diventata protagonista nelle lotte delle nuove generazioni di tutto il mondo.

Il calendario delle proiezioni

continua in https://sentileranechecantano.net/wp-admin/post.php?post=14721&action=edit

error: Content is protected !!