2022 . 02 – Febbraio (01 – 10 febbraio)

LAVORI IN CORSO

Non è una rassegna stampa, ma la mia personale raccolta di notizie, fatti, idee e persone per quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose

Nella società vediamo quante volte si guardano gli altri dall’alto in basso per dominarli e sottometterli e non per aiutarli. Pensiamo solo a quelle impiegate che devono pagare col proprio corpo la stabilità lavorativa, perché il loro capo le guarda dall’alto in basso. Non c’è sguardo dall’alto in basso lecito all’infuori di quello in cui aiutiamo un fratello a rialzarsi, anche a costo di cadere noi. Un uomo può guardare un altro uomo dall’alto in basso solo quando lo aiuta a rialzarsi.

Papa Francesco

1 febbraio. Morti sul lavoro, tre decessi nell’arco di poche ore
Incidenti nel Mantovano e nel Frusinate. In provincia di Venezia un operaio è caduto da un’impalcatura
continua in
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/morti-sul-lavoro-tre-decessi-nell-arco-di-poche-ore_45103411-202202k.shtml

Nel 2021 sono stati 1221 i morti sul lavoro. «Una strage», il commento di Maurizio Landini. Tre le vittime in poche ore
A perdere la vita da questa mattina un agricoltore nel mantovano, schiacciato dal mezzo che stava guidando, e due operai: uno in provincia di Frosinone, colpito da una lastra, l’altro a Venezia, per una caduta dall’alto. Per il leader della Cgil è urgente “potenziare il sistema dei controlli”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/nel_2021_sono_stati_1221_i_morti_sul_lavoro_una_strage_il_commento_di_maurizio_landini_oggi_gia_tre_le_vittime_in_poche-1830888/

1 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
La frattura nei 5 Stelle dopo il voto per il Quirinale, la protesta degli studenti e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedì 1° febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La politica e gli strascichi dei veleni per l’elezione del Presidente della Repubblica, che investono soprattutto i 5 Stelle ed il centrodestra. Sul fronte del lavoro il 2021 si è chiuso nel segno del lavoro precario e anche sul fronte delle morti sul lavoro i numeri restano in linea con gli anni precedenti, ma il governo non percepisce l’urgenza di nuove misure. Anzi, nel decreto fiscale appena chiuso è stata ridotta la sanzione penale in caso di violazione delle leggi anti-infortunistiche. Anche i presidi si associano alle proteste degli studenti contro la reintroduzione degli scritti agli esami di maturità. A Reggio Emilia tre quindicenni sono accusati di stupro di gruppo ai danni di una compagna di scuola: il mese di gennaio si è concluso come era iniziato: con adolescenti accusati di violenza sessuale di gruppo su giovani donne. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-1-febbraio/

1 febbraio. Lega, dal Consiglio federale piena fiducia a Matteo Salvini
Dal Consiglio Federale della Lega arriva un messaggio di piena fiducia nei confronti del segretario Matteo Salvini, a cui viene anche dato il mandato di lavorare per creare, allargare e potenziare un’alleanza alternativa alla sinistra. A farlo sapere è la Lega, dopo la riunione in via Bellerio, a Milano
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/lega-dal-consiglio-federale-piena-fiducia-a-matteo-salvini-75b6cd1a-fdf6-4903-84e2-75abadcac612.html

1 febbraio: Il pericolo della spinta liberista per una repubblica presidenziale
Marco Sferini – La sinistra quotidiana
La progressiva uscita dal clima emergenziale di questi ultimi due anni pare proprio intersecarsi con una inversione di proporzionalità per quanto concerne la vita politica ed istituzionale del Paese. Mentre si vedono timide luci di speranza alla fine di un lunghissimo tunnel, nell’attesa di potersi togliere le mascherine all’aperto dall’11 febbraio, la seconda rata di investimenti data dal PNRR cala su una Italia che ha appena rieletto Sergio Mattarella al Quirinale ma le cui forze politiche (soprattutto di maggioranza) escono con le ossa completamente rotte dalla prova del Colle
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/il-pericolo-della-spinta-liberista-per-una-repubblica-presidenziale/

Mattarella e la fisarmonica anelastica
Pietro Salemi – La Fionda


Il 19 dicembre 1946, la Seconda Sottocommissione per la Costituzione, presieduta dal Presidente Umberto Terracini e incaricata dall’Assemblea Costituente di provvedere alla stesura della parte della Carta attinente l’organizzazione Costituzionale dello Stato e dei suoi organi, si occupò di trattare la carica di Presidente della Repubblica
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/01/mattarella-e-la-fisarmonica-anelastica/

1 febbraio: Il bis di Mattarella e il commissariamento della democrazia
Tomaso Montanari – Volere la luna

La rielezione di Sergio Mattarella non è stata affatto un colpo di scena inaspettato, l’estremo atto di responsabilità di un anziano leader riluttante, una scelta dei parlamentari contro l’incapacità (questa, sì, autentica) dei loro capi: è stato l’esito obbligato, e largamente previsto, di un processo iniziato con l’eliminazione del secondo governo Conte, e con l’affidamento forzoso dell’Italia a Mario Draghi.
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2022/02/01/il-bis-di-mattarella-e-il-commissariamento-della-democrazia/

Perché la rielezione del Presidente va vietata
Gaetano Azzariti – il manifesto/La sinistra quotidiana

La Costituzione è stata riposta nel cassetto. Non violata, semplicemente ignorata. L’esultanza di oggi si trasformerà in una condanna domani. La sordità al messaggio chiaramente rivolto alla nazione dal Capo dello Stato ha prodotto un esito paradossale, costringendo Mattarella a smentire se stesso per poter salvare la Repubblica
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/perche-la-rielezione-del-presidente-va-vietata/

La svolta del Pd sul proporzionale. Provenzano: “La legge elettorale ci può aiutare a ricostruire la politica”
Giovanna Vitale – la Repubblica

Il vicesegretario dei dem: “Sarebbe efficace una legge che spinga i partiti a puntare su se stessi, sul proprio profilo identitario”. E spiega: “Serve un’agenda sociale. Con l’inflazione si pone un tema che riguarda il lavoro e i redditi”
continua in
https://www.repubblica.it/politica/2022/02/01/news/legge_elettorale_pd_provenzano_proporzionale_governo_salari-335942584/

Provenzano, ombre e luci
Alfredo Morganti e Gian Franco Ferraris – nuovatlantide.org

Ho letto l’intervista di Provenzano a Repubblica. Il vice segretario del PD parte opponendosi all’idea che vi sia stata una sconfitta della politica, perché “la rielezione ha avuto per protagonista il Parlamento”. Ma poi il tono diventa più preoccupato (e credo più adeguato alla fase), così che Provenzano ammette che la (ri)elezione di Mattarella “indicava un’uscita di sicurezza dinanzi, questo sì, a un sistema politico destrutturato”. “Occorre ricostruire partiti veri”, occorre addirittura una “riforma della politica, tanto più necessaria dopo la riduzione del numero dei parlamentari”, perché “è in gioco il buon funzionamento della democrazia”. Serve, tra l’altro, “la modifica del sistema elettorale” in senso proporzionale, se l’obiettivo è davvero “la ricostruzione dei partiti”. “Una legge che spinga i partiti a puntare su se stessi, sul proprio profilo identitario”
continua in
https://www.nuovatlantide.org/provenzano-ombre-e-luci/

Ucraina: telefonata Draghi-Putin, impegno per soluzione crisi
ANSA – Al centro dei colloqui vi sono stati gli ultimi sviluppi della crisi ucraina e le relazioni bilaterali.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2022/02/01/ucraina-telefonata-draghi-putin-impegno-per-soluzione-crisi-_e17d853e-2ef3-49f2-b113-26cf379ceb50.html

Vedi anche Agenzia Tass
Putin e Draghi sottolineano la necessità delle mosse di Kiev per attuare gli accordi di Minsk – Cremlino
continua in
https://tass.com/politics/1396005

Covid Italia, il bollettino di oggi 1° febbraio: 133.142 casi e 427 morti
Oggi in Italia sono stati 133.142 i nuovi casi e 427 i morti. il numero totale dei tamponi eseguiti è 1.246.987, con un tasso di positività che scende al 10,7%, ieri erano stati 478.314. Sono invece 1.549 le terapie intensive, 35 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 107. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.873, ovvero 40 in meno rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia sono 11.116.422 gli italiani contagiati dal Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 2.476.514, in calo di 116.092 nelle ultime 24 ore mentre i morti sono 146.925. I dimessi e i guariti sono invece 8.492.983 con un incremento di 248.971 rispetto a ieri. Sono 248mila i guariti nelle ultime 24 ore
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/01/news/covid_italia_il_bollettino_di_oggi_primo_febbraio_-335989993/

1 febbraio. Sono “volati” due miliardi di euro per i tamponi. A carico delle famiglie
Stefano Porcari – Contropiano
Secondo una indagine condotta da mUp Research e Norstat su commissione di Facile.it, le famiglie italiane hanno speso di tasca propria oltre 2 miliardi di euro per sottoporsi ai tamponi. La ricerca è stata realizzata su un campione rappresentativo della popolazione nazionale adulta, da cui è emerso che da marzo 2020 ad oggi sono circa 26,8 milioni i maggiorenni che hanno fatto uno o più tamponi a pagamento, con una spesa media pro capite di circa 76 euro
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/02/01/sono-volati-due-miliardi-di-euro-per-i-tamponi-a-carico-delle-famiglie-0146158

Patrick Zaki, l’ennesimo rinvio: udienza rimandata al 6 aprile
La notizia del rinvio inquieta e rattrista. Speravamo tutti, Patrick in primo luogo, che oggi avrebbe riacquistato la sua libertà. Purtroppo non è stato così.
continua in
https://www.pressenza.com/it/2022/02/patrick-zaki-lennesimo-rinvio-udienza-rimandata-al-6-aprile/

Amnesty International. Patrick Zaki, l’ennesimo rinvio: udienza rimandata al 6 aprile
“La notizia del rinvio non è affatto piacevole. Apprendiamo questa decisione con grande rammarico perché speravamo tutti, Patrick in primis, che oggi avrebbe riacquistato la sua libertà. Purtroppo non è stato così”ha dichiarato Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.
continua in
https://www.amnesty.it/patrick-zaki-lennesimo-rinvio-udienza-rimandata-al-6-aprile/

1 febbraio: Sorpresa portoghese, socialisti alla riscossa
Goffredo Adinolfi – Sbilanciamoci
Come si è arrivati al trionfo del premier Costa, che dopo la crisi conquista la maggioranza assoluta e potrà con il suo terzo mandato gestire i fondi del Piano di ripresa e resilienza. Sconfitti gli ex-alleati: Bloco de Esquerda e comunisti. Recuperano le destre ma con i populisti di Chega sono divise. Da il manifesto.
continua in
https://sbilanciamoci.info/sorpresa-portoghese-socialisti-alla-riscossa/

Le fake news Usa “sull’invasione russa” spaventano più l’Ucraina che il mondo
Sergio Cararo – Contropiano
Gli appelli alla cautela e i danni provocati stanno diventando sempre più numerosi. Mentre gli Usa ripetono ossessivamente la loro versione di un’imminente invasione russa dell’Ucraina, affermando addirittura che i segnali sono cresciuti negli ultimi giorni, su questa superfake di guerra – o meglio di guerra ibrida – non ci sono solo le smentite di Mosca ma anche le suppliche del presidente dell’Ucraina Zelenski, tese a evitare di suscitare “panico” per la presenza di forze armate russe al confine
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/02/01/le-fake-news-usa-sullinvasione-russa-spaventano-piu-lucraina-che-il-mondo-0146164

1 febbraio: L’Ucraina, gli Stati Uniti e l’industria bellica
Elisabetta Grande – Volere la luna
Recentemente Tucker Carlson, popolarissimo conduttore del canale di destra Fox News e fiero sostenitore di Trump, nel dialogare con Mike Turner – il più importante repubblicano all’interno dello House Intelligence Committee, nonché uno dei 15 firmatari della lettera indirizzata a Joe Biden con cui si richiede un’immediata azione a sostegno dell’Ucraina contro la Russia – ha preso una netta posizione contro lo sbandierato necessario intervento militare degli Stati Uniti in Ucraina (https://www.mediaite.com/tv/tucker-carlson-mike-turner-argue-over-ukraine/). Perché mai dovremmo impegnare i nostri ragazzi in un’operazione di difesa di un territorio che la stragrande maggioranza degli americani neppure sa identificare su Google maps? Non ci è bastata la recente vergognosa ritirata dall’Afghanistan? Per quale ragione dovremmo stare dalla parte dell’Ucraina e non della Russia, giacché avere dalla propria parte la Russia significa avere un possibile alleato contro la vera minaccia per gli Stati Uniti, rappresentata dalla Cina?
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/01/lucraina-gli-stati-uniti-e-lindustria-bellica/


Birmania, a un anno dal colpo di stato la piazza sfida la giunta militare
Sara Milanese – Radio Popolare

Sono tornati a manifestare contro la giunta militare oggi i birmani; “la rivoluzione deve vincere” e “democrazia” gli slogan gridati per le strade. Le proteste palesi però sono state poche e poco partecipate, quella di oggi è stata soprattutto una giornata di scioperi silenziosi: i cittadini si sono fermati in strada, in piedi o seduti, facendo il saluto con tre dita in segno di resistenza. Commercianti ed esercenti hanno chiuso le attività; gli studenti a Yangon hanno dispiegato striscioni contro la dittatura. A rompere il silenzio solo l’applauso fragoroso, in segno di sfida nei confronti dei militari. Eppure tutte queste azioni sono rischiose: la giunta ha avvertito che queste azioni possono essere considerate reati contro l’autorità, e quindi essere punite col carcere. Secondo Amnesty International, in Birmania nell’ultimo anno oltre 1400 manifestanti sono stati uccisi, mentre 8.000 persone sono ancora in carcere.
continua in
https://www.radiopopolare.it/birmania-a-un-anno-dal-colpo-di-stato-la-piazza-sfida-la-giunta-militare/


1 febbraio: I risvolti geopolitici dei disordini in Kazakistan
Fabrizio Lombardi – Il Caffè Geopolitico
Le illusioni di stabilità del Kazakistan, alimentate con cura dalla propaganda di regime per oltre vent’anni, sono crollate nella prima settimana del 2022. Le iniziali proteste pacifiche, diffusesi in tutto il Paese, sono rapidamente degenerate in violenza a causa delle infiltrazioni, tra i manifestanti,  di bande criminali e individui violenti. 
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/940754/i-risvolti-geopolitici-dei-disordini-in-kazakistan


Fera: a Merano un violino per raccontare l’anima e la vita di un artista
Toni Jop – Strisciarossa
A Merano (Alto Adige/Südtirol), nel centro storico c’è un piccolo teatro annidato tra le mura che custodiscono il Kurhaus. Teatro bi-trilingue, da decenni, ora diretto da Johanna Porcheddu
continua in
https://www.strisciarossa.it/mattarella-bis-argina-la-sostituzione-della-politica-ma-adesso-il-pd-deve-accelerare/


1 febbraio. Essere genitori nei versi di Meozzi fuori da una comunità conservatrice
Gerardo Iandoli – Strisciarossa
Il 2021 ha registrato un calo notevole delle nuove nascite in Italia. Le condizioni di vita già precarie della gioventù della penisola sono state ulteriormente aggravate dalla pandemia. È già difficile ritagliarsi uno spazio di autonomia dal nido di origine, figuriamoci costruire un nuovo nucleo familiare: che cos’è l’immagine di un bimbo che corre per la casa, se non un lusso per molti giovani, che a stento riescono a portare la propria dignità in una camera in affitto, la sera, dopo una giornata di lavoro?
continua in
https://www.strisciarossa.it/essere-genitori-nei-versi-di-tommaso-meozzi-fuori-da-una-comunita-conservatrice/

UNA RICERCA STRAORDINARIA CHE HA VISTO RIUNITI RICERCATORI E SCIENZIATI DI TUTTO IL MONDO IN RISPOSTA A UN APPELLO LANCIATO DALL’UNIVERSITA’ DI BOLOGNA

Sulla Terra 73.000 specie alberi, 9.000 da scoprire

Pronto il catalogo, lo coordina Roberto Cazzolla Gatti dell’università di Bologna

ANSA – Sono 73.000 le specie di alberi nel mondo, delle quali oltre 9.000 sono ancora da scoprire: è quello che emerge dal più grande catalogo del mondo, che si arricchisce del 14% rispetto al precedente.
A guidare il lavoro che ha visto la partecipazione di 150 ricercatori di tutto il mondo e pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas) è stato l’italiano Roberto Cazzolla Gatti dell’università di Bologna
continua in
https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/terra_poli/2022/01/01/sulla-terra-73.000-specie-alberi-9.000-da-scoprire-_0af49ab7-0910-494a-8e59-f9ca470bca4e.html?fbclid=IwAR2UhqH8bycEEFuq_Sbez0gqU6uY_KrdbJjUOD-MdVyx7qaj1lw3yFAvWG0


Le Olimpiadi invernali di Pechino 2022 alla prova della sostenibilità
Thomas Fazi – La Fionda
Fin dai primi anni Duemila, le Olimpiadi hanno cominciato ad adottare il linguaggio della sostenibilità – economica, sociale, ambientale. Il primo passo in questa direzione è stata l’elaborazione da parte del Comitato olimpico internazionale (CIO), nel 2000, di un sistema (successivamente abbandonato) per misurare l’impatto dei Giochi olimpici sulle città ospitanti.
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/01/le-olimpiadi-invernali-di-pechino-2022-alla-prova-della-sostenibilita/


1 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Poco lavoro e tanto precariato
Fulvio Fammoni – Collettiva
La crescita occupazionale è molto più bassa di quella del Pil. Le imprese continuano ad assumere a termine: per limitare questo trend gli investimenti pubblici debbono puntare alla qualità dell’occupazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/poco_lavoro_e_tanto_precariato-1830539/

Il lavoro dell’emergenza
Roberta Lisi e Ivana Marrone – Collettiva
Da oltre vent’anni il soccorso è la sua vita, professionale e non solo. La pandemia lo ha reso ancora più difficile. E tutte e tutti erano impreparati. Ci vuole passione e capacità di fare squadra con i colleghi e le colleghe. A raccontarlo è Stefania Onorini, coordinatrice Unità operativa dell’Ares 118 del Lazio
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/02/01/video/il_lavoro_dell_emergenza-1828372/

Chiavari. Hi-Lex licenzia, lavoratori in corteo. Fiom: attivare ammortizzatori
Manifestazione dei 250 dipendenti della multinazionale giapponese contro i 22 esuberi. “È una crisi congiunturale”, dicono i metalmeccanici Cgil: “Vanno utlizzati gli strumenti a diposizione, come i contratti di solidarietà”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/hi-lex_licenzia_lavoratori_in_corteo_fiom_attivare_ammortizzatori-1830971/

Bilato (Inca): fondamentale contro la discriminazione la sentenza sul caso dei lavoratori reintegrati da Alitalia-Cai
Giorgio Sbordoni – Collettiva
Reintegrate dopo 5 anni si sono viste notificare dall’Inps una richiesta di restituzione dell’indennità di mobilità ricevuta per tutto il periodo, anche se la reintegra aveva comportato un risarcimento per mancata occupazione di soli 12 mesi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/bilato_inca_fondamentale_contro_la_discriminazione_la_sentenza_sul_caso_dei_lavoratori_reintegrati_da_alitalia-cai-1830710/

Belluno. Ex Acc-Wanbao: Fiom, urgente incontro al ministero
“Abbiamo appreso dalle agenzie stampa della proposta vincolante da parte della Lu-ve per l’acquisto del sito ex Acc di Mel. Una notizia importante sicuramente, ma che ci lascia una forte preoccupazione su quello che ne conseguirà sotto l’aspetto occupazionale”. Lo dichiarano oggi Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom e responsabile elettrodomestico, Stefano Bona, segretario della Fiom di Belluno e Silvia Spera, area politiche industriali per la Cgil nazionale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/ex_acc-wanbao_fiom_urgente_incontro_al_ministero-1831575/

Contratto scuola. Sinopoli, Flc: risorse ancora insufficienti
Isindacati hanno incontrato il ministro Bianchi per l’informativa relativa all’atto di indirizzo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro scaduto ormai da tre anni. “Un atto di indirizzo essenziale”, così lo definisce il segretario generale della Flc Cgil Francesco Sinopoli, “in cui è presente la maggior parte dei temi per noi fondamentali, molti dei quali però richiedono un investimento di risorse che, al momento, nell’atto di indirizzo non c’è”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/contratto_scuola_sinopoli_flc_risorse_ancora_insufficienti-1831474/

Bologna. Giorno e notte davanti al Tanari: “No ai licenziamenti, basta appalti”
Da ieri ripartito il presidio al parcheggio comunale, Usb ribadisce la richiesta dei “necessari provvedimenti a tutela del personale”. Il sindacato di base va anche all’attacco di Tper e Marconi Express per aver “disertato” una commissione in Comune sul People mover, mentre il comitato da sempre contrario alla monorotaia chiede l’apertura di un’istruttoria cittadina.16
continua in
https://zic.it/giorno-e-notte-davanti-al-tanari-no-ai-licenziamenti-basta-appalti/

Oristano. Sanità: Cgil, mancano medici e pediatri di base
“Riteniamo molto preoccupante e non più sostenibile la situazione che sta vivendo il territorio per la mancanza di medici di famiglia, guardie mediche e pediatri”. A dirlo è la Cgil Oristano, in merito alle mancate sostituzioni dei medici di base: “Le comunità hanno il diritto di avere il proprio medico e vedersi garantite le cure, oggi ancor di più, perché siamo aggrediti dalla pandemia”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/sanita_cgil_mancano_medici_e_pediatri_di_base-1830713/

Monza-Brianza, troppi incidenti e malattie sul lavoro
Fossati (Cgil): “Quattro morti e 7.315 infortuni nel 2021. E’ la fotografia scattata dall’ Inail. per il nostro territorio. Un report che conferma le nostre preoccupazioni. e non ci lascia tranquilli in quanto si conferma un andamento storico che denuncia le cattive modalità di lavoro con cui operiamo quotidianamente nei cantieri, nelle aziende, con i mezzi di trasporto”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/monza-brianza_troppi_incidenti_e_malattie_sul_lavoro-1830716/

Terni. Finarvedi acquisisce Ast. Fiom: ora confronto e rilancio
“L’acquisizione da parte del gruppo Finarvedi della maggioranza delle azioni di Ast può rappresentare un’opportunità di rilancio del settore degli acciai speciali e dell’intera siderurgia italiana”. A dirlo sono Francesca Re David (segretaria generale Fiom Cgil) e Gianni Venturi (segretario nazionale Fiom Cgil e responsabile siderurgia): “L’obiettivo di una cessione del sito ternano che ne preservasse l’integrità produttiva e l’integrazione con le controllate commerciali in Italia, Germania e Turchia, è stato conseguito con Thyssenkrupp che manterrà una quota del 15% in Ast”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/finarvedi_acquisisce_ast_fiom_ora_confronto_e_rilancio-1830351/

Lazio, accordo sul lavoro e sviluppo nel turismo
Il testo sottoscritto tra Regione e parti sociali. Al centro c’è un piano di intervento per la promozione e valorizzazione della qualità del lavoro nel settore. I sindacati: “È il punto cardine per costruire un nuovo turismo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/lazio_accordo_sul_lavoro_e_sviluppo_nel_turismo-1831572/

Matera. Coopbox, comprata per essere chiusa
Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil nazionali: “Un atto speculativo di vera e propria ‘pirateria’ industriale, un’operazione predatoria inaccettabile, perpetrata sulla pelle dei dipendenti, che le istituzioni non devono consentire e alla quale ci opporremo in tutte le sedi e in tutti i modi. Sono a rischio quaranta posti di lavoro. Siamo vicini ai lavoratori, da oggi in stato d’agitazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/coopbox_comprata_per_essere_chiusa-1831477/

Palermo. Lavoratori part time, l’ennesima beffa
Fp Cgil provinciale: “Irrisolto sia il problema dei 2.380 lavoratori che aspettavano il passaggio per tutti e subito a 36 ore sia quello dei servizi da erogare alla cittadinanza”. Permane lo stato di agitazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/lavoratori_part_time_l_ennesima_beffa-1830719/

Milano. Assicurazioni Verti, 3 febbraio sciopero e presidio
La Fisac Cgil di Milano segue con grande preoccupazione l’evoluzione della situazione che coinvolge i lavoratori e le lavoratrici di Verti, compagnia assicurativa del gruppo Mapfre, impegnati in una difficile vertenza, a seguito della dichiarazione di 325 esuberi su un totale di 600 dipendenti, con un piano di esternalizzazione dell’intera struttura di Contact center, oltre a una considerevole riduzione di tutti i reparti.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/01/news/assicurazioni_verti_3_febbraio_sciopero_e_presidio-1830538/




Addio a Monica Vitti, icona del cinema italiano
Barbara Sorrentini – Radio popolare

La notizia è arrivata poco dopo mezzogiorno con un tweet di Walter Veltroni:
“Roberto Russo, il suo compagno di tutti questi anni, mi chiede di comunicare che Monica Vitti non c’è più. Lo faccio con dolore, affetto, rimpianto”
continua in
https://www.radiopopolare.it/addio-a-monica-vitti-icona-del-cinema-italiano/

Addio immensa Monica Vitti, l’attrice libera che ha raccontato la società italiana
Alberto Crespi – Strisciarossa

Se l’aspettavano tutti, ormai da anni. Da più di vent’anni, verrebbe da dire dalla fine del secolo scorso, Monica Vitti era andata via. Una malattia maledetta l’aveva isolata dal mondo. Suo marito, Roberto Russo, ha difeso in questi anni la sua privacy con un amore e una costanza encomiabili. Ora che la notizia è arrivata, si affacciano i rimpianti: cosa avrebbe combinato, Monica Vitti, negli ultimi trent’anni di carriera? Come si sarebbe trovata, in un cinema – in un mondo – così diverso da quello in cui si era affermata? Domande che non avranno mai risposte.
continua in
https://www.strisciarossa.it/addio-immensa-monica-vitti-lattrice-libera-che-ha-raccontato-la-societa-italiana/

Silenzio. è morto il cinema!
Vincenzo Morvillo – Contropiano

(…) Nessuno, però, ha il coraggio di dire o scrivere una cosa semplice. A mio modesto avviso, lampante.
Le sue straordinarie capacità di interprete; di più, le sue adamantine qualità di attrice versatile – che è cosa ben diversa dall’interpretazione elementare di un ruolo – di attrice/pittrice/machina attoriale tale, per parafrasare Carmelo Bene, da divenire essa stessa il testo del film (…)
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2022/02/03/silenzio-e-morto-il-cinema-0146265

Elisabetta Salvini sulla propria pagina Facebook
«PERCHÉ SEI FEMMINISTA? PERCHÉ È ANCHE ORA»

Non era solo bella, non era solo bionda, non era solo ironica, non aveva solo la voce roca. Era tutto questo e immensamente di più. Unica
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=4972840012761884&set=a.330737456972186

La straordinaria anomalia di Monica
Luciana Castellina – il manifesto/La sinistra quotidiana

Non avrei potuto incontrare un’attrice così anomala come Monica Vitti che in un luogo assolutamente anomalo come la redazione del settimanale della Federazione giovanile comunista che ho poi diretto per molto tempo. Dovevano essere gli anni ’50, circa la metà, e Monica non era ancora diventata Monica Vitti. Cioè no, ho detto una stupidaggine: era già Monica Vitti, perché lo era già prima e poi lo è restata sempre. 
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/la-straordinaria-anomalia-di-monica/


Elena, Thomas e Lorenzo: non si può morire sul lavoro a vent’anni
In pochi giorni tre vittime poco meno che ventenni. A Reggio Emilia, Giovenanza e Udine il lutto diventa la ragione di lotta di un’intera generazione che rivendica il diritto a un futuro e a un lavoro sicuro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/02/news/elena_thomas_e_lorenzo_non_si_puo_morire_sul_lavoro_a_vent_anni-1833348/

2 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Il centrodestra sempre più a pezzi, l’addio a Monica Vitti e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 2 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Matteo Salvini è in mezzo a un guado: la malagestione dell’affaire Quirinale non ha fatto altro che aggravare la sua posizione, andando a sancire la definitiva fine della coalizione di centrodestra e la sua Lega rischia di rimanere senza un’identità chiara. E non va meglio a Giorgia Meloni, con Berlusconi che fa sul serio col suo progetto centrista e vede un nemico nella leader di Fratelli d’Italia. L’Istat, intanto, mette nero su bianco che il rincaro del 38,6% dei beni energetici – record storico – pesa su tutta la filiera produttiva e viene scaricato dalle imprese sul consumatore finale. Gas e nucleare sono fonti energetiche utili alla transizione ecologica dell’UE e possono avere, a determinate condizioni, l’etichetta UE per gli investimenti verdi. A cinque anni dagli accordi Libia-Italia-UE, la Guardia Costiera di Tripoli ha intercettato in mare e riportato in prigione circa 82.000 migranti. La notizia è arrivata poco dopo mezzogiorno con un tweet di Walter Veltroni: Monica Vitti non c’è più, se ne è andata nella sua città a meno di tre mesi da quando compì novant’anni. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-2-febbraio/

2 febbraio: Obiettivo centrista: Draghi premier anche nella prossima legislatura
Luigi Ambrosio – Radio Popolare
Giorgia Meloni sperimenta sulla propria pelle cosa vuol dire mettersi contro Berlusconi, dopo anni di alleanza. A Mediaset stanno iniziando a cancellare le ospitate degli esponenti di Fratelli d’Italia. E’ una ritorsione dopo che lei è andata su Rete 4 e ha attaccato Berlusconi. Ma è anche il segnale che Berlusconi fa sul serio nel suo progetto centrista. Sempre ha usato le televisioni come arma politica e stavolta il nemico è Meloni, da schiacciare e isolare a destra mentre in Parlamento cresce il consenso per una legge elettorale proporzionale
continua in
https://www.radiopopolare.it/obiettivo-centrista-draghi-premier-anche-nella-prossima-legislatura/

Sbarra, Draghi consolidi il metodo di confronto con il sindacato
“Penso che la rielezione del Presidente Mattarella, sia la migliore garanzia di unità, coesione sociale e responsabilità in una stagione complicata. Il Governo Draghi non potrà che trarne giovamento ma dovrà consolidare e scegliere fino in fondo il metodo del confronto costruttivo con il sindacato e di una concertazione finalizzata e negoziare un forte Patto Sociale per insieme la ricostruzione e la ripartenza del Paese”. È quanto sottolinea oggi il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, in una lunga intervista al quotidiano “Avvenire”.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/sbarra-draghi-consolidi-il-metodo-di-confronto-con-il-sindacato/

Pirani, noi rappresentiamo il disagio sociale ma la politica non ci ascolta
Il direttore de Il diario del lavoro, Massimo Mascini, intervista il segretario genreale della Uiltec, Paolo Pirani

Paolo Pirani

Covid Italia, il bollettino del 2 febbraio: 118.994 nuovi casi e 395 morti
Sono 118.994 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 133.142. Le vittime sono invece 395, mentre ieri erano state 427. In calo le terapie intensive occupate (-25) e i ricoveri (-323). I nuovi positivi sono emersi da 964.521 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore mentre il tasso di positività è al 12,3%. Ieri erano stati 1.246.987 i test fatti. Mentre il tasso di positività oggi è in aumento rispetto al 10,1% di ieri. Sono invece 1.524 i pazienti ricoverati nelle terapie intensive, 25 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 104. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.550, ovvero 323 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/02/news/covid_italia_il_bollettino_del_2_febbraio_-336138752/

2 febbraio. La fobia dei numeri ci impedisce persino di valutare una mascherina
Michele Emmer – Strisciarossa

Stiamo parlando dei numeri interi positivi (!), 1,2, 3…..Pochi numeri (per loro natura sono infiniti) possono mettere in crisi la nostra razionalità. Parlare di numeri non è appropriato, specialmente in televisione dove si deve andare veloci, dove si deve tenere vive le discussioni, i famosi talk show, non a caso chiamati show perché nulla hanno a che vedere con l’informazione e necessariamente con la razionalità e la probabilità di affermazioni veritiere (nei limiti umanamente possibili)
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-fobia-dei-numeri-ci-impedisce-persino-di-valutare-una-mascherina/

2 febbraio. Ricerca Ilo: la situazione delle parti sociali europee nel nuovo mondo del lavoro
Nel 2019 l’Ilo (Organizzazione Internazionale del Lavoro) e Commissione Europea hanno lanciato un progetto di ricerca per analizzare le risposte delle parti sociali e degli attori istituzionali dei paesi dell’Unione Europea, e di altri potenziali paesi membri della UE, per affrontare le sfide e le opportunità che si prospettano nel nuovo mondo del lavoro. Nel nostro giornale è possibile visionare sia il primo capitolo introduttivo della ricerca, che presenta anche i risultati di una survey sul ruolo delle istituzioni del dialogo sociale condotta dall’ILO tra le parti sociali dei 34 paesi interessati, sia il decimo capitolo, dedicato all’Italia, scritto dal nostro amico e membro dei comitato dei Garanti de Il diario del lavoro Lorenzo Bordogna, professore di Sociologia economica all’Università degli Studi di Milano. 
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/ricerca-ilo-la-situazione-delle-parti-sociali-europee-nel-nuovo-mondo-del-lavoro/

2 febbraio: Inflazione, Istat: nel paniere 2022 test Covid, Poke e psicoterapia
Effetto Covid-19 sulle abitudini di spesa delle famiglie italiane. L’impatto della pandemia ha condizionato profondamente le scelte d`acquisto e la struttura della spesa per consumi. Ecco, allora, che entrano nel paniere 2022: test sierologico, molecolare e rapido per Covid-19, Poke take away, Psicoterapia individuale, sedia da Pc, friggitrice ad aria, saturimetro o pulsossimetro, Streaming di contenuti musicali e tappetino da ginnastica. Lo ha reso noto l’Istat che, ogni anno, rivede l`elenco dei prodotti che compongono il paniere di riferimento per la rilevazione dei prezzi al consumo
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/inflazione-istat-nel-paniere-2022-test-covid-poke-e-psicoterapia/

Lavoro povero e salario minimo
Alberto Piccinini e Carlo Sorgi – Volere la luna

Il tema del salario minimo (SM) è in stretta connessione con quello della necessità di individuare un argine per affrontare il gravissimo problema sociale del lavoro povero
continua in
https://volerelaluna.it/lavoro/2022/02/02/lavoro-povero-e-salario-minimo/


Fame e guerre, ecco l’Africa delle diseguaglianze che creano migranti
Appello dell’Oxfam alla vigilia del summit dei leader dell’Unione Africana del 5 e del 6 febbraio sull’emergenza alimentare, in programma ad Addis Abeba
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/oxfam-fame-africa

Oxfam. IN AFRICA MUOIONO DI FAME 6 PERSONE AL MINUTO
In questo momento in Africa 1 persona su 5 – 282 milioni di abitanti – soffre di denutrizione e 93 milioni di persone in 36 paesi stanno rimanendo letteralmente senza cibo.
  I più colpiti sono donne e bambini. Nella regione sub-sahariana un bambino muore per fame ogni 30 secondi, 1 su 3 sotto i cinque anni soffre di denutrizione cronica, mentre 2 donne su 5 (in età fertile) soffrono di anemia per carenza di cibo. I prezzi dei beni alimentari in tutto il continente sono schizzati alle stelle, più alti del 30/40% rispetto al resto del mondo, in proporzione al PIL pro-capite
continua in
https://www.oxfamitalia.org/in-africa-6-vittime-al-minuto-per-fame/


Accordo Italia-Libia: cinque anni di violenze, abusi, sparizioni
Patrizia Pallara – Collettiva

Nell’anniversario del Memorandum d’intesa che affida ai guardacoste di Tripoli il pattugliamento del Mediterraneo, le Ong rilanciano la denuncia di violazione dei diritti umani: 82mila le persone catturate in mare e richiuse nell’inferno delle carceri, 20mila le sparizioni. Massafra, Cgil: “È una vergogna e uno scempio, bisogna cambiare le politiche migratorie”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/02/news/accordo_italia-libia_cinque_anni_di_violenze_abusi_sparizioni-1831566/

Un Paese in preda a violenza, caos e impunità
Orsola Casagrande e Sergio Segio – Collettiva

Dal 2014 il 90 per cento dei migranti arrivati in Italia è transitato dalla Libia, provenendo dagli Stati dell’Africa occidentale e del Corno d’Africa, da Siria e Bangladesh: qui i migranti sono trattenuti negli undici centri di detenzione controllati dal governo di accordo nazionale ma spesso gestiti da gruppi armati
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/02/news/un_paese_in_preda_a_violenza_caos_e_impunita_-1831569/

LIBIA, QUEL CHE RESTA
Sofia Chierici – Collettiva
Libia, quel che resta” è un audio reportage che, per dare voce alla Libia post-rivoluzionaria, raccoglie storie dalla città di Misurata. 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/12/27/longform/libia_quel_che_resta-1745098/#tab1

2 febbraio. Ucraina, è l’Unione europea che deve affrontare la sfida di Putin
Paolo Soldini – Strisciarossa

De-escalation. La difficile strada per ridurre le tensioni che la crisi tra Russia e Ucraina sta scaricando sull’Europa e sul mondo è al centro del carosello delle iniziative diplomatiche di queste ore ed è stata la parola magica pronunciata da Mario Draghi e Vladimir Putin nella loro telefonata di ieri. Evitare la guerra, ma anche tornare al massimo di normalità possibile per quanto riguarda le forniture di gas all’Europa, che sono in questo momento il vero oggetto di una contesa che va facendosi sempre più chiara, un contrasto di interessi non solo tra l’occidente e la Russia, ma anche all’interno dell’occidente, tra gli Stati Uniti e l’Europa. Il capo del Cremlino è stato, in materia, molto rassicurante, almeno per quanto riguarda l’Italia. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/ucraina-e-lunione-europea-che-deve-affrontare-la-sfida-di-putin/

L’Ucraina divide l’Europa. Verso nuove sanzioni antirusse?
Maurizio Vezzosi – La Fionda

Ormai da otto lunghi anni l’Ucraina è il principale serbatoio che alimenta la tensione permanente in seno allo spazio continentale, distanziando l’Europa occidentale dalla Federazione Russa. In larga misura deindustrializzata e ridotta al rango di paese più povero d’Europa l’Ucraina fa i conti con un conflitto da anni combattuto a bassa intensità nella parte orientale del paese: un conflitto che ha polarizzato l’Ucraina, trovandosi ciclicamente sopito e destinato, almeno in questa fase, a rimanere irrisolto. Come confermano le tensioni delle ultime settimane, i presupposti per una risoluzione del conflitto ucraino mancano pressoché in toto.
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/02/lucraina-divide-leuropa-verso-nuove-sanzioni-antirusse/

L’Ucraina tra Mosca e Washington
Philippe Alcoy – Jacobin Italia

La tensione tra Russia e Nato non dovrebbe spingersi fino ad un aperto conflitto militare ma non promette nulla di buono. Schierarsi con una delle due potenze sarebbe un errore analitico prima ancora che politico
continua in
https://jacobinitalia.it/lucraina-tra-mosca-e-washington/


Ankara. Denudati e al gelo: così si muore alle porte d’Europa
Lucia Capuzzi – Avvenire
La denuncia del ministro dell’Interno Soylu: li hanno rimandati indietro senza scarpe né vestiti. Erdogan attacca l’Ue: «Insensibile di fronte a chi fugge per salvarsi». 19 le vittime
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/12-profughi-morti-di-freddo-tra-turchia-e-siria


2 febbraio: Scuola, Sinopoli (Cgil): dal governo solo spot, era meglio il Conte bis
Emanuele Ghiani – Il Diario del Lavoro
Il diario del lavoro ha intervistato il segretario generale della Flc Cgil, Francesco Sinopoli, in merito alla situazione nella Scuola per quanto riguarda la gestione del contenimento del virus. Per Sinopoli, sono molti i nodi ancora irrisolti nella scuola, a partire dal sovraffollamento nelle classi e dalla mancanza di organico aggiuntivo. Per il segretario, la semplice infrastrutturazione non basta se non si interviene anche con un investimento strutturale.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/scuola-sinopoli-cgil-dal-governo-solo-spot-era-meglio-il-conte-bis/


Operazione “Foibe” tra storia e mito
Marco Sferini – La sinistra quotidiana

Nei vecchi atlanti storici, dove la cura per le carte era davvero certosina, i confini settentrionali ed orientale dell’Italia sono stati colorati ed evidenziati in modo tale da dare la percezione, nello scorrere del tempo e, quindi, delle tavole che riproducevano i mutamenti politici intervenuti nella Penisola, che la barriera naturale delle Alpi fosse l’unico, vero limite della Nazione
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/operazione-foibe-tra-storia-e-mito/?fbclid=IwAR1RaJlBiu55exOy7KTeq1WZwJ7xeUnEETaiEOPIcasFbPCzjCbjpxHfJhY

OPERAZIONE FOIBE TRA STORIA E MITO
CLAUDIA CERNIGOI
KAPPA VU EDIZIONI

Torino: Presidio contro la propaganda reazionaria sulle foibe della Regione Piemonte

A partire dal 2004, il 10 febbraio di ogni anno si tiene il Giorno del Ricordo, istituito allo scopo di ricordare le vicende che si svolsero in Istria sul finire del secondo conflitto mondiale.
In realtà, la data del 10 febbraio 1947 andrebbe ricordata per essere la data della firma del Trattato di Parigi, che sancì la sconfitta delle armate fasciste e naziste, che costò 50 milioni di morti fra la popolazione civile, fra cui 6 milioni di ebrei e 30 milioni di cittadini e cittadine dell’URSS
continua in
https://anticapitalista.org/2022/02/02/torino-presidio-contro-la-propaganda-reazionaria-sulle-foibe-della-regione-piemonte/#prettyPhoto


2 febbraio: Giornata mondiale delle zone umide, come tutelare la biodiversità
Pianificazione del territorio e coinvolgimento: una strategia per la tutela della biodiversità. In occasione della Giornata Mondiale delle Zone Umide che ricorre il 2 Febbraio Legambiente promuove un approfondimento sull’importanza di conservare gli ecosistemi acquatici e le aree umide, nella convinzione che le conoscenze scientifiche, l’impegno delle amministrazioni attraverso una pianificazione adeguata e sostenibile del territorio e il coinvolgimento dei cittadini e di chi fruisce di questi ambienti naturali siano gli strumenti necessari per la tutela di questi ecosistemi fragili e fondamentali per la nostra vita
https://www.lanuovaecologia.it/zone-umide-2022-legambiente/

Bologna. Dall’acqua pubblica allo stop al consumo di suolo: partono quattro leggi popolari
Rete emergenza climatica e ambientale Emilia-Romagna: “Vogliamo costruire una mobilitazione dal basso e da metà marzo andremo nelle piazze e nelle strade per raccogliere le firme. Vogliamo cambiare gli indirizzi predominanti, per innescare un nuovo meccanismo partecipativo che riveda il modello produttivo e sociale”.
continua in
https://zic.it/dallacqua-pubblica-allo-stop-al-consumo-di-suolo-partono-quattro-leggi-popolari/

Adriano Sofri. Imprese di Dumont D’Urville, protagonista della corsa al sud più estremo
Piccola Posta – Il Foglio

Arringò l’equipaggio alla sua odissea: “Io vi condurrò più arditamente e più lontano di quanto potete immaginare”. Mantenne la promessa. E in uno dei suoi tanti giri si portò a Parigi la Venere di Milo
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2022/02/02/news/imprese-di-dumont-d-urville-protagonista-della-corsa-al-sud-piu-estremo-3634484/


Claudio Grassi
LE COSE INTERESSANTI

Severino Galante, compagno che conosco fin dai primi anni 80 quando iniziammo “il lavorio” con Interstampa, prima contro lo snaturamento del PCI, poi contro il suo scioglimento, infine nella costruzione di Rifondazione, ha scritto un nuovo libro. Affronta quello che accadde in Rifondazione Comunista nel periodo 1996/98. 
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=1444188462662983&set=a.106440356437807


Messaggio di insediamento del Presidente Mattarella

Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Parlamento nel giorno del giuramento
https://www.quirinale.it/elementi/62272

3 febbraio
Le notizie di Radio Popolare
Il discorso d’insediamento di Sergio Mattarella, il rapporto “Mal’aria” di Legambiente e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di giovedì 3 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Nel suo discorso d’insediamento Mattarella ha richiamato la politica ai suoi doveri fondamentali: non solo tirare fuori il paese dalla crisi post-pandemica, ma rappresentare la volontà popolare, garantire la dignità di ogni persona, superare le disuguaglianze. Domani gli studenti torneranno a manifestare in diverse città tra cui Torino e Roma, dove la scorsa settimana ci sono state le violente cariche della polizia. La Procura di Modena ha chiuso le indagini sulla morte dell’operaia morta il 3 agosto scorso, in un macchinario che secondo l’accusa era stato volutamente manomesso. Su 102 capoluoghi di provincia in Italia, nessuno rispetta i valori limite dell’inquinamento atmosferico suggeriti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-3-febbraio/

3 febbraio: Mattarella, la lezione di democrazia del Capo dello Stato ai partiti e al Parlamento
Anna Bredice – Radio Popolare
“Sono stati giorni travagliati, ma non ho mai pensato di sottrarmi.” Sergio Mattarella spiega il suo stato d’animo in questi giorni, ma qui in Parlamento davanti a mille grandi elettori non ha per nulla il tono di chi accetta controvoglia il nuovo mandato. Rilancia anzi, presentando un programma di valori, che è una lezione di democrazia a un Parlamento, ai partiti e a un governo a cui sembra tirare le orecchie. Lo fa subito ricordando che se ha accettato è stato per non allungare una fase di stallo che non avrebbe fatto bene a chi sta soffrendo in questo momento, come dire voi che state applaudendo avete perso di vista quello che accade fuori.
continua in
https://www.radiopopolare.it/mattarella-la-lezione-di-democrazia-del-capo-dello-stato-ai-partiti-e-al-parlamento/

3 febbraio: IL TAVOLO DALLE GAMBE STORTE. PROSPETTIVE DEL DISSENSO
Guido Cappelli – Come don Chisciotte
La mancata elezione di Mario Draghi alla Presidenza della Repubblica rappresenta senza dubbio una (relativa) battuta d’arresto nel percorso che in Italia porta al dissolvimento per le vie di fatto della democrazia parlamentare e all’instaurazione di un presidenzialismo “muscolare”. L’attuale situazione di stallo non fa che differire il problema di fondo, quello di una classe politica in gran misura asservita alle logiche delle oligarchie cosmopolitiche occidentali, di cui, più a torto che a ragione, si sente parte, voltando ancora una volta le spalle al popolo italiano, semplicemente perché nel popolo italiano non crede. 
continua in
https://comedonchisciotte.org/il-tavolo-dalle-gambe-storte-prospettive-del-dissenso/

3 febbraio: Motus in fine velocior
Gianandrea Piccioli – Volere la luna

La crisi della democrazia rappresentativa, da noi e non solo, è evidente. E per rendersene conto non c’era bisogno del minuetto tra Capo del Governo e Capo dello Stato, con tutto il dovuto rispetto per entrambi, per il Capo dello Stato in particolare, diventato per alcuni giorni ostaggio della Gondrand. Nella crisi di gennaio ci sono stati momenti da Commedia dell’Arte, soprattutto tra i cosiddetti partiti e il tourbillon dei presunti candidati. Particolarmente gustosa la sequenza con Maria Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato. E il tutto è sembrato un grottesco remake del mitico film di Sergio Corbucci, Gli onorevoli (quello con Totò che col megafono esorta dalla finestra i condomini a votarlo: “Vota Antonio! Vota Antonio!”)
continua in
https://volerelaluna.it/cultura/2022/02/03/motus-in-fine-velocior/

Covid Italia, il bollettino del 3 febbraio: 112.691 nuovi casi e 414 morti
Ancora in calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 112.691, contro i 118.994 di ieri e soprattutto i 155.697 di giovedì scorso: una riduzione su base settimanale del 28%. Le vittime sono invece 414, mentre ieri erano state 395. Sono 915.337 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 964.521, quasi 50mila meno. Così il tasso di positività è al 12,3%, lo stesso di ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/03/news/covid_italia_il_bollettino_del_3_febbraio_-336267355/

Covid. Incidenza settimanale ancora in calo. Le Marche a rischio zona arancione
L’incidenza dovrebbe attestarsi intorno ai 1.362 casi per 100 mila abitanti rispetto ai 1.823 della scorsa settimana. Migliorano i dati di alcune zone in arancione come Sicilia, Abruzzo, Piemonte e Valle d’Aosta. Le Marche in controtendenza potrebbero passare in arancione
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=102048

Covid. Gimbe: “Contagi in calo ma scadenza Green pass rafforzato non può essere illimitata”
“Secondo le attuali evidenze scientifiche – conclude Cartabellotta – non è possibile definire una scadenza per il super green pass condizionata dall’efficacia del booster e nemmeno escludere la necessità di una quarta dose. Ma, in quanto strumento che limita le libertà personali, la certificazione verde non può avere durata illimitata. Ovvero, qualunque decisione politica dovrà essere rivalutata nel tempo in base all’emergere di nuove evidenze, ma bisogna comunque fissare una precisa scadenza”. 
LE TABELLE DEL RAPPORTO SETTIMANALE.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=102006


Perplessità su Belloni dopo il pranzo con Di Maio
Luigi Ambrosio – Radio Popolare
Il Copasir ha convocato Luigi Di Maio e Elisabetta Belloni per una audizione, mercoledì prossimo. Audizione già prevista, si precisa, ma l’attenzione non potrà non ricadere anche sul pranzo tra i due, quello che poi Di Maio ha pubblicizzato sui social con tanto di foto che gli può far gioco anche nella sua lotta politica contro Conte.
continua in
https://www.radiopopolare.it/perplessita-su-belloni-dopo-il-pranzo-con-di-maio/



Acqua, risparmio e lotta agli sprechi: occorre agire senza perdere tempo
Ugo Leone – Strisciarossa
Carlo Petrini su “La Stampa” del 31 gennaio ha lanciato un allarme (“Italia a secco”) sul rischio che, come avvertivano le Nazioni Unite l’anno scorso, la crisi idrica possa diventare come “la prossima pandemia mondiale per la quale non esistono vaccini”
continua in
https://www.strisciarossa.it/acqua-risparmio-e-lotta-agli-sprechi-occorre-agire-senza-perdere-tempo/



Mal d’aria di città
Emergenza smog: su 102 città italiane analizzate nessuna rispetta tutti i valori suggeriti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per PM10, PM2.5 e NO2. I dati nel nuovo report di Legambiente.

In Italia l’emergenza smog resta un problema cronico. Il 2021 è stato un anno nero, non solo per via della pandemia ancora in corso, ma anche e soprattutto per la qualità d’aria. Su 102 capoluoghi di provincia analizzati, nessuno è riuscito a rispettare tutti e tre i valori limite suggeriti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ossia una media annuale di 15 microgrammi per metro cubo (μg/mc) per il PM10, una media di 5 μg/mc per il PM2.5 e 10 μg/mc per l’N02. In particolare ben 17 sono le città con i valori più alti di polveri sottili, ovvero che superano i valori OMS per più del doppio con Alessandria che nel 2021 ha registrato una media annuale di PM10 pari a 33 µg/mc rispetto al limite OMS di 15 µg/mc; seguita da Milano con 32 µg/mc, Brescia, Lodi, Mantova, Modena e Torino con 31 µg/mc. 11 quelle più inquinate da PM2.5 che superano di oltre 4 volte i valori OMS con le criticità maggiori registrate a Cremona e Venezia (media annuale 24 µg/mc contro un valore OMS di 5 µg/mc) e ben 13 le città più inquinate da biossido di azoto – NO2 – ovvero che superano il limite per più di tre volte con Milano e Torino in forte sofferenza. Il capoluogo lombardo nel 2021 ha registrato una media annuale di 39 µg/mc contro un valore OMS di 10 µg/mc, mentre la città di Torino (37 µg/ mc)
continua in
https://www.legambiente.it/primo-piano/malaria-di-citta/


Ombre rosse no a Bergamin prescritto pesa Il Quirinale
Frank Cimini – giustiziami.it

Nel giorno in cui Sergio Mattarella giura per il suo secondo mandato la Cassazione ribaltando le decisioni dei giudici milanesi nega la prescrizione a Luigi Bergamin uno dei nove rifugiati politici a Parigi per i quali l’Italia ha chiesto l’estradizione. Era stato Mattarella il giorno del rientro di Battisti ad annunciare “e adesso gli altri”, E la Cassazione con una sentenza prettamente politica accogliendo la richiesta della procura decide che la condanna di Bergamin a 16 anni 11 mesi per concorso morale negli omicidi del maresciallo Santoro e dell’agente Campagna non è “scaduta”.
La dichiarazione di “delinquenza abituale” a carico di Bergamin dell’anno scorso ha influito sulla decisione della Cassazione. Secondo Giovanni Ceola difensore di Bergamin la scelta della Cassazione è di tipo politico e muta l’indirizzo giurisprudenziale. Il legale ipotizza il ricorso alla giustizia europea
continua in
http://www.giustiziami.it/gm/

3 febbraio: Raid Usa in Siria. Biden: «Ucciso il capo del Daesh». Fra i 13 morti, 4 bambini

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti, che cita testimoni e diffonde un video choc, uccise anche 3 donne nell’operazione delle forze speciali americane
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/siria-raid-usa-fa-strage-anche-2-bambini-uccisi

Vladimir Putin. Russia e Cina: una partnership strategica orientata al futuro

“Alla vigilia della mia prossima visita in Cina, sono lieto di rivolgermi direttamente al vasto pubblico cinese e straniero di Xinhua, la più grande agenzia di stampa del mondo…
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/03/russia-e-cina-una-partnership-strategica-orientata-al-futuro/

PALESTINA. Mustaqbaluna, un progetto di donne per le donne

La Young Women’s Christian Association (YWCA) di Gerico, in collaborazione con l’AVSI, organizzazione non profit, nata nel 1972, che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario in 38 Paesi, inclusa a Palestina da molti anni, ha dato vita al progetto Mustaqbaluna, nella Valle del Giordano, che ha coinvolto circa 13 tra organizzazioni, ONG e cooperative. In tre anni 791 persone tra le più vulnerabili sono state sostenute grazie all’avvio di micro imprese e al miglioramento delle competenze professionali
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/03/medioriente/mustaqbaluna-un-progetto-di-donne-per-le-donne/

3 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

L’inflazione schizza al 5,1% nell’Eurozona. In Italia siamo al 4,8%. I salari solo a 0,6%
Stefano Porcari – Contropiano

L’inflazione nell’Eurozona ha battuto un altro record e a gennaio è balzata al 5,1% su base annua e allo 0,3% su base mensile. Il dato è stato stimato in via preliminare da Eurostat e pubblicato ieri, risulta superiore anche alle previsioni degli economisti, che si aspettavano un calo del carovita dal 5% registrato a dicembre 2021 al 4,4%.  Eppure già a dicembre questa “fiammata dell’inflazione” era ben prevedibile
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/02/03/linflazione-schizza-al-51-nelleurozona-in-italia-siamo-al-48-i-salari-solo-a-06-0146253

La lezione islandese: lavorare meno a parità di salario funziona
Fabrizio Ricci – Collettiva
Dagný è un’avvocata del sindacato islandese Bsrb. Nel 2019 ha partecipato al negoziato che ha portato alla settimana corta in tutto il pubblico impiego. “Il ruolo delle organizzazioni sindacali è stato vitale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/03/video/la_lezione_islandese_lavorare_meno_a_parita_di_salario_funziona-1833214/

Se quattro giorni vi sembran pochi
Fabrizio Ricci – Collettiva
Nel mondo si fa sempre più strada l’idea di una settimana lavorativa corta, dal lunedì al giovedì, a parità di salario. Sono tanti gli esperimenti in atto in molti Paesi, anche europei, e i risultati in termini di produttività e benessere di chi lavora sono entusiasmanti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/03/news/se_quattro_giorni_vi_sembran_pochi-1833120/


Contro gli studenti, Pd e Lega due facce della stessa medaglia. Il 4 febbraio mobilitazione studentesca
Per il sottosegretario della Lega agli interni, Molteni, vice della Lamorgese, quelle della polizia nelle ultime manifestazione non sono state cariche ma “blocchi” della polizia per fermare gli studenti “provocatori”. Difende a spada tratta l’operato degli agenti (che sarebbero le vittime della vicenda…) e festeggia l’arrivo dei taser per la polizia, come se la polizia non avesse già abbastanza strumenti per reprimere noi studenti.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/03/contro-gli-studenti-pd-e-lega-due-facce-della-stessa-medaglia-il-4-febbraio-mobilitazione-studentesca-0146239


Scuola, la normalità non si impone
La cabina di regia riunita a Palazzo Chigi ha annunciato una drastica riduzione delle misure di sicurezza previste per la pandemia. Pistorino, Flc Cgil: i dati dei contagi e i morti non giustificano questa decisione. Semplificare non vuol dire ridurre le tutele
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/03/news/scuola-1834250/

Abolire l’alternanza scuola-lavoro
Luca Redolfi – Jacobin Italia
La vita di Lorenzo è stata spezzata dalla fame di profitto. E da uno stato che ha imposto a studentesse e studenti di sperimentare lo sfruttamento durante i loro percorsi formativi
continua in
https://jacobinitalia.it/abolire-lalternanza-scuola-lavoro/

“L’antisionismo non è antisemitismo”. La circolare del Miur è fuorviante
Risposta al ministro dell’Istruzione Patrizio Banchi e alla coordinatrice nazionale per la lotta contro l’antisemitismo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Milena Santerini, sulla circolare del novembre 2021: “Linee-guida sul contrasto all’antisemitismo”
continua in
https://contropiano.org/documenti/2022/02/03/lantisionismo-non-e-antisemitismo-la-circolare-del-miur-e-fuorviante-0146216

I forestali siciliani in lotta per difendere ambiente e lavoro
Martina Toti – Collettiva
Intervista al segretario generale della Flai Cgil Sicilia Tonino Russo che spiega le ragioni dell’iniziativa unitaria e del presidio permanente sotto la Regione Sicilia per una riforma del settore forestale che dia risposte adeguate al territorio e ai lavoratori
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/03/news/-1834349/

Bolzano, lavoratrice disabile licenziata durante la prova ottiene giustizia grazie alla Cgil
Giorgio Sbordoni – Collettiva

Per l’avvocato Arabella Martinelli, “una sentenza molto importante perché non accade spesso, rispetto ai numeri delle cause di merito, che sentenze sul patto di prova arrivino fino in Cassazione e per il tema sensibile”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/03/news/bolzano_lavoratrice_disabile_licenziata_durante_la_prova_ottiene_giustizia_grazie_alla_cgil-1833619/


Bologna. Attiviste/i in partenza per la Bosnia: “Supporto sanitario per la libertà di movimento”
L’obiettivo della campagna B.u.r.n. è raggiungere “le persone in movimento bloccate alla frontiera e respinte ogni giorno da Frontex e polizia croata”, spiega Ya Basta, che partecipa all’iniziativa insieme a No Name Kitchen e Laboratorio Salute Popolare: è possibile contribuire partecipando alla campagna di crowdfunding che accompagna il progetto.
continua in
https://zic.it/attiviste-i-in-partenza-per-la-bosnia-supporto-sanitario-per-la-liberta-di-movimento/



Beppe Ramina sulla propria pagina Facebook
Acquistati online, oggi sono arrivati libri di due amici e un’amica: Francesco Lepore Dianella Bardelli Federico Zappino che consiglio caldamente, così, sulla fiducia.
Vivo il godimento che anticipa la lettura, lo stesso di quando con mio fratello Roberto Ramina mettevamo da parte un po’ di paghetta e, finalmente, potevamo acquistare L’ultimo dei Mohicani, Capitani coraggiosi, I tre moschettieri all’edicola di Corso Garibaldi a Forlì
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10158543105322963&set=a.473179132962


Lissone, muore un operaio schiacciato da una piattaforma

Mentre i sindacati confederali tornano a chiedere più personale addetto ai controlli nei cantieri, durante la serata di ieri (3 febbraio) è deceduto un operaio 51enne, nuova vittima sul lavoro in Lombardia durante questo primo periodo del 2022. L’uomo è rimasto schiacciato da una piattaforma elevatrice che stava utilizzando durante un intervento di potatura nel giardino di un condominio a Lissone
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/04/news/lissone_muore_un_operaio_schiacciato_da_una_piattaforma-1839266/

4 febbraio
Le notizie di Radio Popolare
La protesta degli studenti, i lavori per la federazione moderata in vista delle elezioni e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 4 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Gli studenti di tutta Italia sono tornati in piazza oggi dopo le manifestazioni per ricordare Lorenzo Parelli che una settimana fa sono state caricate dalla polizia. La disgregazione del centrodestra sta portando alla creazione di nuove formazioni politiche che guardano al centro, ma per diventare il vero ago della bilancia serve un’altra legge elettorale di tipo proporzionale. Ha fatto di nuovo arrabbiare un po’ tutti il Ministro della Pubblica Istruzione Brunetta, che in un’intervista ha di nuovo usato frasi offensive verso chi lavora da remoto. I vigilanti privati hanno iniziato da qualche tempo a cacciare le associazioni di solidarietà che distribuiscono cibo alla stazione Termini di Roma, avvalendosi del supporto dell’esercito o delle forze dell’ordine. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-4-febbraio/

4 febbraio. Fratelli d’Italia esclusa dai programmi Mediaset: l’editto di Arcore dopo le parole “ingrate” di Giorgia Meloni verso Berlusconi
Dopo tre giorni di indiscrezioni su Dagospia e Repubblica, fonti confermano a Ilfattoquotidiano.it che, lo stop ai meloniani è stata una decisione che ambienti di Forza Italia hanno imposto all’azienda di proprietà della famiglia del fondatore. Tutti indicano la senatrice Licia Ronzulli come l’autrice della telefonata: “Dovete sentire qualcuno più in alto di me. Ma molto più in alto. – risponde lei – Io non ho fatto questa telefonata né mai nessuno mi ha chiesto di farla”
continua in
https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/04/fratelli-ditalia-esclusa-dai-programmi-mediaset-leditto-di-arcore-dopo-le-parole-ingrate-di-giorgia-meloni-verso-berlusconi/6481519/


Mattarella, la forza della dignità. Monito a Parlamento e partiti: riforme contro le disuguaglianze
Marcella Ciarnelli – Strisciarossa
“Non posso sottrarmi alla nuova chiamata, dobbiamo costruire l’Italia del dopo emergenza”. Dopo aver ribadito il concetto della prima ora, che lo ha portato ad accettare l’imprevisto secondo mandato nato dalle difficoltà apparse insormontabili ai rappresentanti di una politica prigioniera delle proprie incapacità, Sergio Mattarella, nell’aula di Montecitorio ha rivolto ai suoi grandi elettori un intenso discorso (qui il testo integrale). Ha spiegato con puntualità come intende il rinnovato incarico, parlando in realtà direttamente ai cittadini per rassicurarli 
continua in
https://www.strisciarossa.it/mattarella-la-forza-della-dignita-monito-a-parlamento-e-partiti-riforme-contro-poverta-e-disuguaglianze/

COSA DICE MATTARELLA? E COSA FA?
Umberto Franchi – La Bottega del Barbieri
IL DISCORSO DEL PRESIDENTE APPLAUDITO DA TUTTI
Sergio Matarella ha detto:
– Che le disuguaglianze sono un freno per la prospettiva di crescita… MA il governo di Draghi scelto da Mattarella ha destinato il 70% delle risorse del recovery plan alle imprese, niente a chi ha pensioni medie e basse, niente ai salari e ha fatto una riforma del fisco che dà molto a chi è ricco niente a chi è povero, aumentando così le disuguaglianze;
– Che vanno azzerati i morti sul lavoro e non devono più esserci tragedie come quella di Lorenzo Parelli… MA Draghi ha abolito il codice degli appalti con gare che possono essere fatte “alla massima convenienza” aumentando il rischio di infortuni sul lavoro; inoltre non ha cancellato la legge voluta dall’ex governo Berlusconi che ha depenalizzato i reati degli infortuni sul lavoro sostituendoli con una semplice multa
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/cosa-dice-mattarella-e-cosa-fa/

Senatrice Casellati, ora si dimetta
Sergio Sergi – Strisciarossa
Avendo ancora vivido il fermo immagine di lei che, sulla scalinata del palazzo di Giustizia di Milano, protestava, con gli altri suoi colleghi parlamentari, contro i magistrati che indagavano su Silvio Berlusconi, non pare plausibile che possa compiere un grande e bel gesto. Ci vuole stile per certe azioni. Una donna, per giunta, dovrebbe avere – si dice – più sensibilità per capirlo.
continua in
https://www.strisciarossa.it/senatrice-casellati-ora-si-dimetta/

Standing ovation per il Presidente Mattarella

L’applauso degli utili idioti
Giulio Cavalli – Left
È andata come doveva andare, con Mattarella nella sua versione bis che dopo il giuramento pronuncia il suo discorso al Parlamento e con uno stuolo di ipocriti che applaude festante, con la gioia di chi se l’è cavata grazie allo spessore del Presidente bis senza dover fare i conti con la mancanza di spessore proprio
continua in
https://left.it/2022/02/04/lapplauso-degli-utili-idioti/


Il Pd lancia l’agenda Mattarella ‘Il Parlamento ne discuta’

ANSA – Questa mattina le capogruppo del Pd alla Camera e al Senato, Debora Serracchiani e Simona Malpezzi, hanno scritto una lettera ai Presidenti delle Camere, avanzando la proposta di una specifica sessione di dibattito parlamentare sul seguito da dare al discorso con il quale ieri il Presidente della Repubblica ha accettato il suo secondo mandato per trasformare, sostiene il Pd, “gli applausi scroscianti in atti concreti”.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/04/pd-chiede-sessione-parlamento-su-agenda-mattarella_5a6f700b-fab4-4b26-8133-f1d292f835a1.html

Covid Italia, il bollettino del 4 febbraio: 99.522 casi e 433 decessi
Oggi in Italia i nuovi casi positivi sono stati 99.522 e 433 sono stati i decessi. In calo i ricoveri nelle terapie intensive (-17) e ricoveri in generale (-324). Sono stati 884.893 tamponi, con un tasso di positività che cala all’11,2%. Sotto quota 100mila i contagi. I guariti nelle ultime 24 ore sono 181mila.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/04/news/covid_italia_il_bollettino_del_4_febbraio_-336402065/


Ritorna lo scritto alla maturità e scatta la protesta degli studenti nelle piazze d’Italia: “Impensabile”

Oltre alla contestazione per il ritorno della prova scritta, gli studenti continuano la protesta per la morte di Lorenzo Parelli, il 18enne deceduto in fabbrica durante uno stage. Manifestazioni in tutta Italia.
continua in
https://www.globalist.it/news/2022/02/04/ritorna-lo-scritto-alla-maturita-e-scatta-la-protesta-degli-studenti-nelle-piazze-ditalia-impensabile/

Le manganellate agli studenti sono solo la punta dell’iceberg
Mauro Belcastro – Volere la luna

Ci sono due episodi che continuano a tormentarmi da qualche giorno. Mentre preparavo una lezione su Kierkegaard, ricevo il messaggio di un mio ex-studente che mi scrive: «Prof., stavolta abbiamo sbagliato: avremmo dovuto occupare…». Poi, a scuola, un brevissimo scambio con una collega: «Non c’eri ieri, come mai?». «Ero con gli studenti alla manifestazione per la morte di Lorenzo e a chiedere la fine del PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, ndr)». «Eh, quello non era un PCTO. Bisogna essere precisi con le parole…»
continua in
https://volerelaluna.it/opinioni/2022/02/04/le-manganellate-agli-studenti-sono-solo-la-punta-delliceberg/

I nuovi licei Ted, cavallo di Troia delle imprese
Marco Bersani – Volere la luna

La cifra del rovesciamento operato da quattro decenni di modello liberista è resa evidente dalla relazione tra scuola e lavoro. Negli anni ’70 del secolo scorso operai e studenti conquistavano le 150 ore per il diritto allo studio dei lavoratori, un monte ore retribuito e contrattualizzato per corsi di formazione e un titolo di studio. In questo modo, il mondo del lavoro si appropriava della scuola. Dal 2005 questo rapporto si è rovesciato: con l’introduzione dell’alternanza scuola-lavoro, questa volta sono gli studenti a entrare in azienda: manodopera gratuita per l’impresa, della quale vanno imparate regole, gerarchie e disciplinamento. Un rovesciamento di valori che nella morte da stage del giovanissimo Lorenzo rivela ferocia e cinismo. Un rapporto di potere ben evidenziato dalle cariche della polizia alle manifestazioni studentesche di questi giorni.
continua in
https://volerelaluna.it/rimbalzi/2022/02/04/i-nuovi-licei-ted-cavallo-di-troia-delle-imprese/

In bilico tra formazione e lavoro
Livio Ciappetta – Jacobin Italia

Le scuole devono svincolarsi del tutto dalla sfera della produzione, anche quelle con un indirizzo apertamente professionalizzante? Una riflessione da dentro, nei giorni della rabbia per la morte di Lorenzo Parelli
continua in
https://jacobinitalia.it/in-bilico-tra-formazione-e-lavoro/


4 febbraio. Maastricht 30 anni dopo: che cosa serve per rilanciare l’Europa
Appello firmato dai presidenti del Movimento europeo di Italia, Francia e Germania sul rilancio dell’Europa.
Noi, i Presidenti del Movimento europeo in Francia, Germania e Italia, lanciamo un appello affinché il trentesimo anniversario della firma del Trattato di Maastricht sia colta come una opportunità per misurare il lungo percorso che abbiamo compiuto insieme da allora. Le ambizioni della agenda europea della nuova coalizione in Germania, la presidenza francese del Consiglio dell’Unione europea, la firma del Trattato del Quirinale e la stabilità garantita in Italia dal tandem Mattarella-Draghi predispongono i nostri tre paesi a svolgere un ruolo motore per adattare la costruzione europea alla nuova situazione politica e geopolitica
continua in
https://www.strisciarossa.it/maastricht-30-anni-dopo-che-cosa-serve-per-rilanciare-leuropa/


Patrick Zaki, una storia egiziana

Lo presentiamo stasera a Milano alla Feltrinelli di piazza Duomo, ore 18,30.
Con gli autori Laura Cappon e Gianluca Costantini e con Riccardo Noury di Amnesty International
Giangiacomo Feltrinelli Editore

4 febbraio: Wahington. La Camera approva una legge per contenere l’influenza economica della Cina
La Camera Usa ha approvato una legge che prevede ampi investimenti nell’industria americana e nella ricerca scientifica, nonché modifiche della politica commerciale, per rendere più competitivi gli Stati Uniti sul piano internazionale e far fronte alla crescente influenza economica della Cina, diventata l’avversario numero uno di Washington. La legge, che ora deve essere votata al Senato, prevede anche 52 miliardi per i semiconduttori, essenziali per la produzione di auto e smartphone
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/usa-la-camera-approva-una-legge-per-una-maggiore-competitivit–37c36a69-370a-4f53-9cce-bbda15065e79.html


IL GIORNO DEL RICORDO

Severino Galante sulla propria pagina Facebook
In previsione del nuovo giro di giostra che ci sarà tra qualche giorno mi prendo in anticipo…

In seguito alla prima guerra mondiale lo Stato italiano – uno degli Stati vincitori – conquistò l’Istria (più alcune città e isole dalmate) sottraendola al dissolto impero austrungarico. Per i successivi ventisette anni l’Istria rimase territorio appartenente allo Stato Italiano. Il governo italiano vi esercitò una politica violenta, repressiva e snazionalizzatrice contro le popolazioni slave, maggioritarie nell’entroterra dell’Istria, che fu attuata da uno stuolo di funzionari civili e militari insediati in quel territorio con questo specifico compito. 
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=7004501452955857&set=a.893105160762214



Roberto Morgantini – Cucine Popolari

“Dai Zaki, ti aspettiamo a Bologna!”

4 febbraio: Sofri omaggia Grazia Barbiero
Lungo articolo sul Foglio dedicato al libro sui movimenti femministi e alternativi del Sudtirolo, pubblicato lo scorso anno dalla ex consigliera provinciale meranese.

In un ampio articolo apparso sul Foglio di oggi, che ripubblichiamo qui in basso, Adriano Sofri parla del libro della ex consigliera provinciale del PCI Grazia Barbiero, uscito l’anno scorso per i tipi di Raetia. Ne scrisse Maurizio Ferrandi in questo articolo. Di seguito l’articolo integrale di Sofri
continua in
https://www.salto.bz/it/article/04022022/sofri-omaggia-grazia-barbiero?fbclid=IwAR3928uwFxtuJjLhZ0dg9AA4cYsu4wIch_Ktmikn-w0gtsVNKYQCnmbDXxI


Zalone, il genio che ricicla le vecchie gag di Telenorba
Massimiliano Castellani – Avvenire
Caro megadirettore Coletta, preferiamo non sapere il quantum del cachet messo a disposizione da mamma Rai per il figliol prodigo Checco Zalone. Qualsiasi cifra sarebbe sempre troppo per il poco ascoltato e visto. Il ragazzo di Capurso ha fatto dell’avidità un cavallo di battaglia e giustamente avrà scucito il massimo, anche perché con una presentazione da premio Oscar, come quella che gli ha elargito il piccolo “dittatore artistico” Amadeus III, non poteva certo scendere di prezzo
continua in
https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/zalone-il-genioche-riciclale-vecchie-gagdi-telenorba


4 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Airaudo (Cgil Piemonte): «Per vincere la sfida che abbiamo davanti dobbiamo coniugare la migliore tradizione di solidarietà all’innovazione»
Giorgio Sbordoni – Collettiva

Il nuovo segretario generale della Cgil regionale parla di industria, società, giovani, sanità e sicurezza. Le priorità in agenda
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/04/news/airaudo_cgil_piemonte_per_vincere_la_sfida_che_abbiamo_davanti_dobbiamo_coniugare_la_migliore_tradizione_di_solidarieta_-1839558/


Maurizio Landini. Tempo e qualità per il lavoro del futuro
Pubblichiamo un estratto dall’introduzione a Fausto Durante, “Lavorare meno, vivere meglio”, Futura editrice, firmata dal segretario generale della Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/03/news/tempo_e_qualita_per_il_lavoro_del_futuro-1819343/


Brindisi, la manifestazione dei metalmeccanici contro i licenziamenti: «Servono risposte immediate»


continua in
https://www.quotidianodipuglia.it/foto/brindisi_la_manifestazione_dei_metalmeccanici_contro_i_licenziamenti_servono_risposte_immediate-6483266.html



Tim, parte la mobilitazione per salvare l’azienda
Roberta Lisi – Collettiva
Preoccupazione fortissima, è il sentimento più diffuso nell’attivo delle Rsu di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil e delle segreterie nazionali rispetto al destino dell’azienda. Deciso un primo pacchetto di otto ore di sciopero e assemblee nei luoghi di lavoro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/04/news/tim_parte_la_mobilitazione_per_salvare_l_azienda-1835021/

Siamo la ricchezza del gruppo Tim

Paola Conte è una lavoratrice e una Rsu. Da anni si batte per il lavoro dei colleghi, barcamenandosi tra smart working e attività sindacale a distanza. Riflette sul valore dell’azienda, sul pericolo che professionalità importanti vadano disperse. Al governo chiede un impegno concreto per evitare che la società venga smembrata o ceduta
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/04/video/siamo_la_ricchezza_del_gruppo_tim-1835114/




Come cambiano ruoli e competenze nell’epoca della trasformazione
Milena Vainieri – Collettiva
La pandemia ha accelerato la spinta al cambiamento in tutti i settori. Nella sanità i processi sono più spinti e vanno governati
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/02/04/news/come_cambiano_ruoli_e_competenze_nell_epoca_della_trasformazione-1824162/

Maddaloni, Logista annuncia la chiusura del magazzino. Cento persone a casa
Cento famiglie entreranno in crisi. Ferma condanna e opposizione dei sindacati: Sciopero a tempo indeterminato e assemblea permanente dei lavoratori
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/04/news/maddaloni_logista_annuncia_la_chiusura_del_magazzino_cento_persone_a_casa-1838455/

Sociotechlab, lo spazio della progettazione
Susanna Felicetti e Stefano Casini Benvenuti
Nuovi strumenti tecnologici, innovazione, sperimentazione sulle forme di utilizzo da parte dell’utente finale. Non solo formazione e produzione di prototipi nel progetto avviato dallo Spi in collaborazione con prestigiosi centri di eccellenza italiani. Un primo momento di verifica sulla raccolta dei dati si è tenuto il 17 gennaio
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/02/04/news/sociotechlab_lo_spazio_della_progettazione-1824159/

«Draghi salga sull’auto»
Paolo Andruccioli e Davide Colella – Collettiva
In Italia la rottamazione dei veicoli a scoppio entro il 2035 metterà a rischio oltre 73 mila posti di lavoro solo nel settore. Serve un intervento urgente del governo: i sindacati dei metalmeccanici insieme a Federmeccanica chiedono un Piano nazionale strategico per la transizione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/03/video/_draghi_salga_sull_auto_automotive-1835689/

Lo Csi (Centro Sportivo Italiano) sullo sciopero delle piscine, “preoccupazioni condivisibili e motivate. È ora di dare risposte”
“Così si chiude! Non possiamo andare più avanti, con queste tariffe insostenibili”. Le grida d’allarme arrivano dalle società sportive e da diversi comitati territoriali del Csi e riguarda l’aumento, nel primo mese del 2022, delle bollette del gas e dell’energia elettrica negli impianti sportivi ed in particolare nelle piscine. “Un coro unanime da Verbania a Bari, da Modena a Genova, da Roma a Milano; ad ogni latitudine della penisola”, si legge in un comunicato del Csi. “Il caro bollette, con aumenti oltre il 50%, interessa praticamente tutti: privati, associazioni, aziende e istituzioni. Se non è un altro lockdown, poco ci manca”, sottolineano da via della Conciliazione, sede storica della presidenza nazionale del Centro sportivo italiano.
continua in
https://www.agensir.it/quotidiano/2022/2/4/sport-csi-sullo-sciopero-delle-piscine-preoccupazioni-condivisibili-e-motivate-e-ora-di-dare-risposte/


Paolo Ferrero (a cura di)
“(…) Dovrei dire della vicenda editoriale “Immigrazione meridionale a Torino”, che fu il casino che fu, ma mi limiterò a ricordare cosa ne disse Einaudi nell’intervista con Severino Cesari. Secondo Einaudi si trattò di uno scontro dentro il cambiamento di un’epoca con le sue ripercussioni nella politica editoriale dello Struzzo (…)”

Goffredo Fofi da “Raniero Panzieri, l’iniziatore dell’altra sinistra”


Associazione Martiri Sant’Anna di Stazzema 12 Agosto 1944


Lasse Coop Sociale

Oggi è la #giornatadelcalzinospaiato! L’iniziativa è nata undici anni fa in una scuola primaria in provincia di Udine con lo scopo di sensibilizzare i più piccoli sull’autismo e su altre diversità. Un inno quindi alla diversità da un lato e anche alla speranza di superare la pandemia e ritrovarci al più presto, come un paio di calzini spaiati che si riabbracciano dopo essere stati divisi a lungo! #lassecoop

Giornata dei calzini spaiati

5 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Le spallate di Salvini al centrodestra, le prime medaglie per l’Italia alle Olimpiadi invernali e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di sabato 5  febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. A una settimana esatta dalla rielezione di Sergio Mattarella al Quirinale Salvini ha messo una pietra tombale sul centrodestra. Nel mezzogiorno solo una donna su tre ha un lavoro e il tasso di occupazione femminile è al 33%, 27 punti in meno del resto d’Italia. Dopo le manifestazioni di ieri inizia oggi a Roma l’assemblea nazionale degli studenti promossa dal coordinamento “la lupa”. L’Italia ha vinto le prime due medaglie alle Olimpiadi invernali di Pechino. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-5-febbraio/

Covid Italia, il bollettino del 5 febbraio: 93.157 casi e 375 decessi

Ancora in calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 93.157, contro i 99.522 di ieri e soprattutto i 137.147 di sabato scorso: una riduzione su base settimanale del 32%. Con 846.480 tamponi, quasi 40mila meno di ieri, ma un tasso di positività che cala dall’11,2% all’11%.
I decessi sono 375 (ieri 433): le vittime totali dall’inizio della pandemia sono 148.542.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/05/news/covid_italia_il_bollettino_del_5_febbraio_-336559885/

Sud: Confcommercio, l’occupazione femminile crolla al 33%

ANSA – Trenta punti indietro al resto dell’Italia e UE
Il tasso di occupazione delle donne nella fascia 15-64 anni al Sud “è precipitato al 33%” contro un tasso di occupazione del 59,2% al Centro-Nord e del 63% nell’Ue-27, ossia 30 punti indietro al resto dell’Italia e dell’Europa
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2022/02/05/sud-confcommercio-occupazione-donne-crolla-al-33_4a33b652-b249-4779-ab91-796276e7b4d0.html

Il rapporto del Centro Studi
https://www.confcommercio.it/documents/20126/3660224/Il+PNRR+per+un+nuovo+Mezzogiorno.pdf/87a45541-f2ae-16ae-327a-eb1a8350364e

Sanremo 2022: la serata delle cover e dei duetti. All’Ariston arriva Jovanotti

ANSA – Vola la serata delle cover di Sanremo 2022: (dalle 21.29 all’1.41) è stata seguita da 11 milioni 378 mila spettatori pari al 60.5%. di share.
La serata delle cover è stata vinta da Gianni Morandi con Jovanotti e il medley dei loro successi. Al secondo posto Mahmood e Blanco con Il cielo in un stanza e al terzo posto per Elisa con What a feeling. A votare è stata la terna di televoto, Demoscopica 1000 e sala stampa
continua in
https://www.ansa.it/sanremo_2022/notizie/2022/02/04/sanremo-2022-la-quarta-serata_7f80688b-275c-4ad8-8519-536d913109b2.html

Covid, Roma. Allo Spallanzani il primo caso curato in Italia con Paxlovid

ANSA – All’Istituto Spallanzani il primo paziente in Italia curato con la pillola antivirale Paxlovid. Si tratta di un uomo di 54 anni, con malattia cardiovascolare e Covid-19, sintomatico da 3 giorni. Lo rende noto l’Istituto Spallanzani. Il farmaco Paxlovid è composto da un antivirale, il Nirmatrelvir, da un farmaco potenziante, il Ritonavir. La cura è composta da tre compresse la mattina e 3 la sera, per 5 giorni.

Il Pd lancia l’agenda Mattarella ‘Il Parlamento ne discuta’

ANSA – Questa mattina le capogruppo del Pd alla Camera e al Senato, Debora Serracchiani e Simona Malpezzi, hanno scritto una lettera ai Presidenti delle Camere, avanzando la proposta di una specifica sessione di dibattito parlamentare sul seguito da dare al discorso con il quale ieri il Presidente della Repubblica ha accettato il suo secondo mandato per trasformare, sostiene il Pd, “gli applausi scroscianti in atti concreti”.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/04/pd-chiede-sessione-parlamento-su-agenda-mattarella_5a6f700b-fab4-4b26-8133-f1d292f835a1.html


Il Papa ai sindaci: investire in bellezza, educazione, legalità

Le raccomandazioni di Francesco ai sindaci dell’Associazione nazionale Comuni d’Italia (Anci), ricevuti in udienza
continua in
https://www.avvenire.it/papa/pagine/il-papa-ai-sindaci-investire-in-bellezza-educazione-legalita



Turoldo, trent’anni dalla scomparsa
Vito Mancuso

Il 6 febbraio di 30 anni fa scompariva una delle figure più carismatiche della Chiesa moderna, sempre dalla parte degli ultimi («meglio perdenti che perduti» diceva). L’ostracismo delle gerarchie ecclesiastiche e l’omaggio di Martini: «Abbiamo sbagliato».
continua in
https://www.vitomancuso.it/2022/02/05/turoldo-trentanni-dalla-scomparsa/


Itanglese mon amour
Olivier Durand

Su Facebook di recente si fa un gran parlare di itanglese, perlopiù in chiave critica, non di rado aggressiva o sarcastica. Per quanto mi riguarda, appartengo alla numerosa compagine di “nuovi italiani”: di lingua e cultura d’origine diversa ‒ nel mio caso francese ‒, naturalizzati chi prima chi dopo, integrati certamente ma conservando un cervello e un occhio stranieri. Qui parlerò come docente universitario di Dialettologia araba a La Sapienza da trentasette anni, con una formazione da linguista e da dialettologo. Aggiungo di essere cresciuto comunista e quindi antifascista convinto e militante
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/05/italnglese-mon-amour/


Il video della presentazione in

https://www.mast.org/bibbia-enzo-bianchi-dialoga-con-vito-mancuso


5 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Giovani e sindacato: falsi miti, addio

Daniele Lanni – Collettiva
Una campagna video della Ces, la Confederazione europea dei sindacati, smonta una serie di falsi miti sulle Unions, diffusi soprattutto tra le nuove generazioni, quelle che più hanno bisogno di tutele e azione collettiva.continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/05/news/giovani_e_sindacato_falsi_miti_addio-1834356/

Video uno «I sindacati non si occupano dei giovani»: falso
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/05/video/_i_sindacati_non_si_occupano_dei_giovani_falso-1834403/

video due «I sindacati non sono per tutti»: falso
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/05/video/_i_sindacati_non_sono_per_tutti_falso-1834394/

«I sindacati fanno parte del governo»: falso
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/05/video/_i_sindacati_sono_parte_del_governo_falso-1834398/

Allarme lavoro: 3mila posti a rischio a Bari e 50mila disoccupati. I sindacati scendono in piazza

Nella sola area metropolitana di Bari al momento si contano 50mila disoccupati. Ma ci sono anche 3mila posti di lavoro a rischio in 39 vertenze già aperte. E tutto ciò nonostante la Puglia registri un aumento del pil del 6,4%. «Qualcosa non torna, se all’aumento della produttività corrisponde un calo dell’occupazione, un aumento dei contratti precari, della cassa integrazione e del lavoro nero». In sindacati scendono in piazza, fornendo i numeri delle crisi del lavoro, per chiedere «alle istituzioni di governare la transizione mettendo al centro l’occupazione»
continua in
https://www.quotidianodipuglia.it/bari/bari_allarme_lavoro_3mila_posti_a_rischio_e_50mila_disoccupati_i_sindacati_in_piazza-6485031.html


L’ultima spiaggia per Ita

Tra i tanti dossier industriali che attendono da tempo una soluzione, da Atlantia a Tim fino all’automotive, ce n’è uno che sembra procedere verso un possibile approdo: su Ita, nata dalle ceneri di Alitalia, si sono accese luci di interesse da parte del gruppo MSC e di Lufthansa.
continua in
https://sbilanciamoci.info/lultima-spiaggia-per-ita/


Germania, aumentano i salari minimi

A partire da ottobre 2022 salgono a 12 euro l’ora. Dgb: misura attesa da almeno 8,5 milioni di persone, ora la riforma della contrattazione collettiva
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/04/news/germania_aumentano_i_salari_minimi-1838128/



Severino Galante Cronaca di una scissione – Dal Pci al Prc
Prefazione di Nichi Vendola

Adriano Olivetti, informato a Ivrea che rubavano libri in biblioteca, diceva tutto allegro: “Bene, bene”.

Adriano Sofri sulla propria pagina Facebook

Bologna incontra il collettivo lavoratori e lavoratrici GKN

“Abbiamo ricevuto tante visite solidali da Bologna. Ora ci muoviamo noi. Per ascoltare innanzitutto, perché questa lotta è fondata sull’ascolto. Per raccontare sei mesi di assemblea permanente, per non smobilitare, per chiedervi di tenervi liberi a marzo.
Riprende quindi l’Insorgiamo tour. Ringraziamo tutti gli spazi e coloro che ci hanno dato disponibilità.
Come sempre, chiediamo a tutti coloro che sono interessati a discutere con noi di convergere in una unica assemblea.
#insorgiamo”

Collettivo dei lavoratori e lavoratrici GKN, Firenze



La Nato e le stragi in Italia: non è un romanzo
Davide Conti – il manifesto

Leggere la storia. Da Piazza Fontana a Piazza della Loggia e alla stazione di Bologna: tanti gli elementi storici emersi di connessione tra gruppi neofascisti e ufficiali dell’Alleanza atlantica
continua in
https://ilmanifesto.it/la-nato-e-le-stragi-in-italia-non-e-un-romanzo/?fbclid=IwAR0NRUYpxX_qcj3fftleeGxjDa9RaxbB0Qk-hCEnYEFYP4TKZ4431y0eEx0

Bologna, 2 agosto 1980, i soccorritori tra le maceria della strage alla stazione  ©Ansa


Ravenna: operaio cade da impalcatura e muore, un indagato

L’incidente risale alle 15 circa di venerdì scorso, ma la notizia si è diffusa solo nelle ultime ore
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/ravenna-operaio-cade-da-impalcatura-e-muore-un-indagato-5b69fb9f-1817-446d-93c9-0fa73576a6dd.html

6 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Le nuove regole per le quarantene a scuola, le possibilità di una soluzione diplomatica in Ucraina e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedì 1° febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La politica e gli strascichi dei veleni per l’elezione del Presidente della Repubblica, che investono soprattutto i 5 Stelle ed il centrodestra. Sul fronte del lavoro il 2021 si è chiuso nel segno del lavoro precario e anche sul fronte delle morti sul lavoro i numeri restano in linea con gli anni precedenti, ma il governo non percepisce l’urgenza di nuove misure. Anzi, nel decreto fiscale appena chiuso è stata ridotta la sanzione penale in caso di violazione delle leggi anti-infortunistiche. Anche i presidi si associano alle proteste degli studenti contro la reintroduzione degli scritti agli esami di maturità. A Reggio Emilia tre quindicenni sono accusati di stupro di gruppo ai danni di una compagna di scuola: il mese di gennaio si è concluso come era iniziato: con adolescenti accusati di violenza sessuale di gruppo su giovani donne. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-6-febbraio/


Papa Francesco da Fazio: “La mondanità spirituale è il peggiore dei mali per la Chiesa”

“La guerra è un controsenso della creazione. Nella Bibbia Dio crea uomo e donna. Ma poi arriva una guerra tra fratelli, uno cattivo contro un innocente, per invidia, e poi una guerra culturale. Subito vengono le guerre. È un antisenso della creazione, la guerra è sempre distruzione. Fare una famiglia, portare avanti la società è costruire, la guerra è distruggere”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/papa-francesco-ospite-di-fabio-fazio-a-che-tempo-che-fa-la-diretta-87705c2e-9411-4833-b666-3010081d93ea.html

L’INTERVISTA DA FAZIO
Il Papa: “Il migrante va accolto e integrato nella società”

Il Papa: “Nel clericalismo l’ideologia prende il posto del Vangelo”

Il Papa: “Stiamo uccidendo la Madre Terra”

Il Papa: “Da bambino volevo fare il macellaio”

Il Papa da Fazio: in Libia ci sono lager, Ue trovi accordo sui migranti

ANSA – ‘Toccare è farsi carico degli altri così fanno i medici. Insieme agli infermieri durante la pandemia’
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/06/papa-da-fazio-in-libia-ci-sono-lager-ue-trovi-accordo-sui-migranti_d03b7988-ff08-4b24-a062-fcdc3585437b.html


Covid, il bollettino di oggi 6 febbraio: 77.029 nuovi casi e 229 morti

Ancora in calo, oggi, il numero dei contagi e i decessi: sono 7.029 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in Italia contro i 93.157 di ieri a fronte di un numero minore di tamponi. I decessi sono stati 229 che portano il totale da inizio pandemia a 148.771; in calo anche i ricoverati (18.498, -117) ma le terapie intensive registrano un +20 (1.431). Sono stati in totale 686.544 i tamponi processati, con un tasso di positività stabile all’11%. Dall’inizio della pandemia sono
11.621.736 gli italiani contagiati dal Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 2.073.248, in calo di 55.295 nelle ultime 24 ore. I dimessi e i guariti sono invece 9.399.717 con un incremento di 134.009 rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/06/news/covid_il_bollettino_di_oggi_6_febbraio-336704184/

Scuole e contagi, ecco le nuove regole in vigore

Quarantene ridotte a cinque giorni, maggiore uso della mascherine ffp2, didattica a distanza solo per alunni e studenti senza Green pass rafforzato
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/scuole-e-contagi-ecco-le-nuove-regole-in-vigore-82b7fbfd-168b-4364-9982-011e2b198f02.html

Roma. Vietato dare cibo ai senza tetto nella stazione Termini, volontari identificati

ANSA – La stazione Termini di Roma è uno dei punti di attrazione per tutti coloro che sono in difficoltà e si trovano a dormire in strada, dai senza tetto più longevi a chi si trova momentaneamente in difficoltà
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/02/04/vietato-dare-cibo-ai-senza-tetto-nella-stazione-termini-volontari-identificati_75d6981a-d16c-4453-9661-cdbbd1d71c40.html

Ater: abbattere la ‘a’ di azienda. L’edilizia pubblica non è un’impresa

La nomina  di un Top Manager dell’economia italiana, senza alcuna esperienza pregressa in materia di Edilizia Pubblica, prosegue ed accelera quel processo di “aziendalizzazione” dell’ente che gestisce la quota maggiore di case popolari della Capitale. Questo, di pari passo con la progressiva dismissione del Patrimonio (abitativo e non), in nome del Bilancio
continua in
https://contropiano.org/regionali/lazio/2022/02/06/ater-abbattere-la-a-di-azienda-ledilizia-pubblica-non-e-unimpresa-0146338

PROFILATI & CONTENTI?
Antonio Napoletano sulla propria pagina Facebook

Le recenti notizie di un improvvisa perdita per decine di miliardi di dollari, in poco più di mezzora, del titolo Meta, la nuova etichetta di casa Zuckerberg , dicono le cronache, sarebbe da imputare a un sensibile abbandono della piattaforma da parte di milioni di ‘amici’.Nella rete di Meta, dunque, siamo rimasti solo in due miliardi di ‘profilandi’. La perdita, per l’insaziabile bulimia finanziaria, sarebbe grave perchè stare in cima significa unicamente non doversi fermare mai nel macinare mercato e profitti. Tanto più che il relativo girare a vuoto della potente macchina per fare soldi, come continua a fare e a essere nonostante tutto Meta, dimostrerebbe ai suscettibili e volatili investitori l’incombente ‘maturità’ della articolata piattaforma social che pur controllando e centralizzando Fb; Whatsapp e Istangram non riesce a contenere il dinamismo inclusivo dei nuovi arrivati, Tok Tok
continua in
https://www.facebook.com/antonio.napoletano.3956/posts/2066110446888183?notif_id=1644197807139116&notif_t=close_friend_activity&ref=notif

Mito, tempo e relazione
Sandro Vero – Contropiano

I miti di cui si avvale il capitalismo contemporaneo fondano un mondo in cui l’allineamento perfetto fra meccanismi economici, valori culturali ed etici, comportamenti ed atteggiamenti individuali, non ha bisogno di continue messe a punto, si svolge con costante e inesorabile continuità, si basa su poche ma efficienti regole fondamentali di funzionamento
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2022/02/06/mito-tempo-e-relazione-0146270

Sanremo: boom per la finale, 13,3 milioni e 65%. E’ il risultato più alto dal 2000

ANSA – Amadeus batte se stesso anche nella serata finale del festival. La puntata, che ha incoronato vincitori Mahmood & Blanco con Brividi, ha ottenuto su Rai1 (dalle 21.22 all’1.48) 13 milioni 380 mila telespettatori pari al 64.9%. L’anno scorso l’ultima serata del festival aveva fatto segnare in media 9 milioni 970 mila telespettatori con il 54.4% di share. La prima parte della serata finale del festival (dalle 21.22 alle 23.54) ha raccolto 15 milioni 660 mila spettatori pari al 62.1% di share; la seconda (dalle 23.58 all’1.48) 10 milioni 153 mila con il 72.1%
continua in
https://www.ansa.it/sanremo_2022/notizie/2022/02/06/sanremo-2022-amadeus-ascolti-mahmood-blanco_9be376d3-3680-495b-8945-58e5b4577b05.html

Ferilli evoca la leggerezza di Calvino: planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore

Un non monologo quello di Sabrina, che rivendica anche il diritto delle donne a essere riconosciute per le loro storie personali
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/ferilli-la-cosa-migliore-che-puo-accompagnare-noi-donne–la-nostra-storia-e-poi-cita-calvino-ce2cf2a6-94cc-44c1-a956-9d3375ef7886.html


Salò? No, Regione Piemonte 2022!

La regione Piemonte celebra la cosiddetta giornata del ricordo con manifesti vergognosi in stile Repubblica di Salò. Sanguinosi, orrendi, feroci. E’ una giunta di destra erede di quella storia. Il giorno del ricordo voluto dai fascisti e post fascisti è nelle loro intenzioni l’alternativa del 25 aprile e della Giornata della memoria della shoah
Vindice Lecis sulla propria pagina Facebook
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5147443861953616&set=a.1353719824659391


6 febbraio: Pechino 2022, terza medaglia per l’Italia, Dominik Fischnaller bronzo nello slittino

Questa medaglia la dedico a mio cugino Kevin – ha commentato subito dopo la gara, in riferimento all’altro atleta italiano bloccato dal covid -. E’ stata una settimana veramente difficile quando lo hanno trovato positivo, ho avuto paura come tutta la squadra. Mi è mancato averlo al mio fianco durante la gara perché con lui posso parlare e mi capisce più di tutti”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/pechino-2022-dominik-fischnaller-bronzo-nello-slittinoterza-medaglia-italia-6ef53449-88d3-47a0-bfb9-4c619ae4b708.html

Pechino 2022, la giornata raccontata attraverso i social degli azzurri

C’è un altro modo per seguire i Giochi, ed è con lo sguardo sui profili social degli atleti della nazionale italiana
continua in
https://www.rainews.it/photogallery/2022/02/pechino-2022-la-giornata-raccontata-dai-social-degli-atleti-azzurri-b2235105-e26f-4dd5-8d15-218e2e38a53f.html

Fare rumore sulla silenziosa crisi dell’analfabetismo nel mondo
Vijay Prashad* – Contropiano

Le Nazioni Unite scrivono che “più di 1,5 miliardi di studenti e giovani in tutto il mondo sono stati colpiti dalla chiusura di scuole e università a causa della pandemia del COVID-19”. Almeno 1 miliardo di bambini in età scolare rischiano di rimanere indietro negli studi
continua in
https://contropiano.org/interventi/2022/02/06/fare-rumore-sulla-silenziosa-crisi-dellanalfabetismo-nel-mondo-0146329


La vita è
Dalla pagina Facebook di Marco Revelli
https://www.facebook.com/Lavitaoriginalfanpage/photos/a.673446419447453/4644343789024343/

Ho sentito mia mamma chiedere ai vicini il sale. Ma noi avevamo sale in casa. Le ho chiesto perché chiedesse del sale ai vicini. “Perché i nostri vicini non hanno molti soldi e spesso ci chiedono qualcosa. Ogni tanto anch’io chiedo loro qualcosa di piccolo e non costoso, in modo tale che sentano che anche noi abbiamo bisogno di loro. Così si sentiranno più a loro agio e sarà per loro più semplice continuare a chiederci tutto quello di cui hanno bisogno”

Autore Sconosciuto


7 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Il caos nel Movimento 5 Stelle, l’incontro tra Putin e Macron e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di lunedì 7 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il tribunale di Napoli ha sospeso le due delibere con cui lo scorso agosto il Movimento 5 Stelle ha modificato il nuovo statuto e nominato Giuseppe Conte come presidente. Il vento forte che questa mattina si è abbattuto sulla pianura padana ha causato molti danni e 4 feriti. La Ministra La Morgese e il capo della polizia Lamberto Giannini hanno annunciato l’arrivo di 460 agenti delle forze di polizia a Milano. In queste ore è in corso a Mosca un incontro tra Vladimir Putin ed Emmanuel Macron. Arianna Fontana ha vinto la sua decima medaglia olimpica, il primo oro azzurro alle Olimpiadi invernali di Pechino. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-7-febbraio/

M5S, Giuseppe Conte decade da presidente: “La mia leadership non dipende dalle carte bollate”

L’ex premier reagisce dopo che il tribunale civile di Napoli ha accolto il reclamo di un gruppo di attivisti del movimento
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/m5s-giuseppe-conte-decade-da-presidente-la-mia-leadership-non-dipende-dalle-carte-bollate-e13ef949-b280-48c4-84ff-7ee10f6858b5.html

7 febbraio: Tensioni nelle piazze, Lamorgese: “C’è stato un cortocircuito alle manifestazioni”

La titolare dell’interno risponde alle domande sugli scontri di Milano del 28 Gennaio: “Bisogna ricostruire un rapporto corretto nella società e con i ragazzi, aprendo una linea di dialogo”. No a codici identificativi per gli agenti impiegati
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/proteste-per-il-morto-in-stage-lamorgese-c-stato-cortocircuito-a-manifestazioni-3c66b041-65a5-4e7c-a2bd-d648367ee20b.html

Cronaca di un massacro annunciato (a proposito delle dichiarazioni del ministro)

Una negoziante urla al poliziotto chiedendogli di smettere di picchiare quei ragazzi che stanno solo protestando pacificamente

(…) Gli studenti medi, scesi in corteo quel venerdì di fine gennaio, sono stati caricati, ovunque: nelle stesse ore e con modalità analoghe, si sono verificate durissime cariche a freddo delle polizia contro i cortei studenteschi a Milano, a Roma e a Napoli (…)
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/07/cronaca-di-un-massacro-annunciato-0146360

Morti di skills. Il lavoro è repressione
Osservatorio Repressione

Di fronte all’ennesima morte sul lavoro ci saremmo aspettati fiumi di retorica stucchevole, eppure, dopo la morte di Lorenzo Parelli, gli studenti scesi in strada hanno adottato una posizione inamovibile, e dalla significativa impronta politica: l’impianto scuola-mondo del lavoro è da rimuovere. A questo messaggio la polizia ha risposto forte e chiaro: nulla oggi potrà essere messo in discussione
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/07/morti-di-skills-il-lavoro-e-repressione-0146343


Pacchetto tapering
Ludovico Vicino – La Fionda

Ci siamo quasi. Stando alle dichiarazioni della Lagarde, marzo 2022 sarà il mese che sancirà la fine del PEPP, il programma di acquisto di titoli pubblici e privati lanciato dalla BCE per fronteggiare la crisi economica causata dall’epidemia. Per qualche altro mese, fino alla fine dell’estate, il programma ordinario di quantitative easing dovrebbe espandersi per garantire il riacquisto di tutti i titoli in scadenza, dopodiché i rubinetti si chiuderanno e verrà ripristinato a tempo indeterminato il ritmo di venti miliardi di euro di acquisti mensili. Che, considerata la mole delle economie dell’Unione Europea, sono bruscolini
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/07/pacchetto-tapering/



7 febbraio: I trent’anni di Maastricht che hanno distrutto l’Italia
Thomas Fazi – La Fionda

Gianni De Michelis e Guido Carli firmano il Trattato di Maastricht

Oggi ricorrono i trent’anni esatti dalla firma del Trattato di Maastricht, ma non c’è nulla da festeggiare
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/07/i-trentanni-di-maastricht-che-hanno-distrutto-litalia/

Trenta anni fa l’Italia firmava il Trattato di Maastricht. L’inizio della fine
Sergio Cararo – Contropiano

Cinque giorni prima della firma del Trattato, il 2 febbraio, Cossiga aveva sciolto le Camere e si sarebbe andati ad elezioni anticipate ad aprile
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/08/trenta-anni-fa-litalia-firmava-il-trattato-di-maastricht-linizio-della-fine-0146388


Ucraina, Macron: “Lavorare per evitare un’escalation”. Putin: “Incontro concreto e utile”

Il capo dell’Eliseo: “Rivedere l’atto delle relazioni Nato-Russia del 1997. Convergenze tra Parigi e Mosca”. Il presidente russo: “Kiev vuole il fallimento degli accordi di Minsk. Se l’Ucraina entra nella Nato l’Europa sarà trascinata nel conflitto”
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/crisi-mosca-kiev-macron-lavorare-per-evitare-unescalation-putin-incontro-concreto-e-utile–c5f046ec-10de-40e0-88cc-aa2804fb8cf1.html

L’invasione inventata. I mass media strumento delle guerre ibride

Due giorni fa la prestigiosa agenzia statunitense Bloomberg ha pubblicato una notizia nella quale annunciava l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina. La notizia chiaramente era falsa e dopo 24 minuti è stata costretta a toglierla.
Ciò che risulta evidente è che la notizia pubblicata dalla Bloomberg era un coccodrillo già preconfezionato per annunciare quello che sarebbe il desiderio della Casa Bianca: un conflitto in Europa con la Russia per indebolire sia Russia che la Ue
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/07/linvasione-inventata-i-mass-media-strumento-delle-guerre-ibride-0146363


In Afghanistan riaprono le università e spariscono le attiviste
Giuliano BattistonLettera 22

Dopo mesi di chiusura, alcune università pubbliche vengono riaperte, anche per le studentesse. Ma rimane ignota la sorta di alcune attiviste
continua in
https://www.lettera22.it/in-afghanistan-riaprono-le-universita-e-spariscono-le-attiviste/


Giorgio Cremaschi. Socialismo o barbarie, secondo Papa Francesco

“L’accoglienza ai migranti è un obbligo morale e sociale anche per le guerre infami da cui essi fuggono e quello che l’Europa fa contro di essi è criminale. Le parole del Papa contro i lager dove i migranti sono rinchiusi per conto della Unione Europea, quelle parole, sono le nostre”
continua in
https://contropiano.org/interventi/2022/02/07/socialismo-o-barbarie-secondo-papa-francesco-0146358



7 febbraio: Sorvegliati speciali
Eddi Marcucci e Franco Palazzi – Jacobin
Italia

Una discussione su giustizialismo, repressione del dissenso, cultura forcaiola. Per capire come il neoliberalismo ci ponga tutti e tutte sotto controllo
continua in
https://jacobinitalia.it/sorvegliati-speciali/

Delocalizzare i penitenziari e deportare i detenuti: accade in Danimarca

L’accordo siglato a Pristina il 20 dicembre 2021 dal Regno di Danimarca e dalla Repubblica del Kosovo ha ampliato l’utilizzazione della delocalizzazione da industriale a penitenziaria, applicandola direttamente al carcere e, per ovvia conseguenza, ai carcerati ivi reclusi. In base al testo sottoscritto dai due governi, 300 detenuti in esecuzione della pena loro inflitta dai giudici danesi e che oggi sono nelle prigioni del Paese scandinavo, verranno trasferiti (ma il termine più appropriato dovrebbe essere: deportati) in una prigione situata a oltre duemila chilometri da Copenhagen: le prigioni vengono dunque trattate come se fossero fabbriche di lavatrici o di ricambi per auto da produrre lontano, purché a un costo minore di quello che viene sostenuto nel Paese di condanna: e le persone ristrette come rifiuti di cui disfarsi. 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/07/delocalizzare-i-penitenziari-e-deportare-i-detenuti-accade-in-danimarca/


Lo smart working nel settore dell’informazione e della comunicazione
Matteo Gaddi – Volere la luna

I dati qui analizzati sono frutto di un’inchiesta della Fiom di Milano, unitamente alla Fondazione Claudio Sabattini e alla cattedra di diritto del lavoro della facoltà di giurisprudenza della Università degli studi di Milano Statale, svolta mediante la somministrazione di un questionario ai lavoratori e alle lavoratrici delle principali imprese di ICT (Tecnologie dell’informazione e della comunicazione) della provincia di Milano. L’inchiesta è stata realizzata per comprendere le conseguenze sulle condizioni di lavoratori e lavoratrici determinate dalla loro collocazione in lavoro agile e si è svolta nel periodo dicembre 2020 – marzo 2021. Hanno risposto in maniera completa al questionario 3.152 lavoratrici e lavoratori, di cui ben l’83,03% non iscritto a nessun sindacato
continua in
https://volerelaluna.it/lavoro/2022/02/07/lo-smart-working-nel-settore-dellinformazione-e-della-comunicazione/


Gianni Cuperlo.
Sostituzione nazionale ma non genocidio: ecco che cosa sono state davvero le foibe

Stamane vi chiedo (quasi) l’impossibile, e lo so. Il 10 febbraio, come ogni anno, si celebrerà il “Giorno del ricordo”. Non so quanto ne sappiate, ho deciso di scriverne, di provare a raccontare (spiegare sarebbe un atto di presunzione). L’articolo pubblicato da “Domani” e che trovate qui sotto è molto più che lungo. Leggetelo se il tema, quella storia, in un modo o nell’altro vi interroga. Per me è stata una fatica scriverlo, ma sono felice di averci provato. Se ci saranno l… Altro…

Esodo

7 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Assemblea d’organizzazione Cgil – Rimini 10-11-12 febbraio
Il lavoro crea il futuro

Giovedì 10 febbraio al via a Rimini l’assemblea d’organizzazione della Cgil. Un lungo percorso di partecipazione e condivisione, iniziato nel settembre dello scorso anno, che ha visto lo svolgimento di 1.517 assemblee. Ampliare i luoghi della partecipazione, rafforzare la rappresentanza, sperimentare nuove forme di contrattazione: questi gli obiettivi essenziali
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/07/news/il_lavoro_crea_il_futuro-1838359/


7 febbraio: Alternanza, che fare ora?
Stefano Iucci – Collettiva

A pochi giorni dalla tragica morte di Lorenzo Parelli nel suo ultimo giorno di stage in azienda, abbiamo chiamato a ragionare sul rapporto problematico tra scuola e lavoro Gianna Fracassi, vicesegretaria generale della Cgil, Francesco Sinopoli, segretario generale della Flc e Tommaso Biancuzzi, coordinatore della Rete degli studenti medi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/07/video/alternanza_che_fare_ora_-1838353/

Scuola, giusto protestare, ma il problema non è l’esame di maturità
Bianca Di Giovanni – Strisciarossa

Va da sé che è giusto completare un ciclo di studi, e quindi ottenere un diploma, affrontando verifiche efficaci e complete, scritte e orali. Tanto più se queste prove vengono in parte proposte dagli stessi insegnanti che hanno seguito la classe durante l’anno, tenendo conto quindi degli ostacoli affrontati con le ondate pandemiche. Se davvero si crede nel valore dello studio, nella dignità della scuola pubblica e dei titoli che essa riconosce, è difficile derogare a questo principio
continua in
https://www.strisciarossa.it/gli-studenti-hanno-ragione-a-protestare-ma-il-problema-non-e-lesame-di-maturita/

Roma. In piazza contro la città del decoro e della repressione

(…) alcuni giorni fa i vigilantes insieme all’esercito hanno di fatto impedito ai volontari di portare da mangiare alle persone senza fissa dimora, o ancora altri esempi simili si sono verificati quando le forze dell’ordine li hanno allontanati senza alcun motivo valido. In questo modo si vietano e criminalizzano le attività di soccorso e di mutuo aiuto in questa città (…)
continua in
https://contropiano.org/regionali/lazio/2022/02/07/roma-in-piazza-contro-la-citta-del-decoro-e-della-repressione-0146375

Cosenza. Interrogazione di Potere al Popolo al Senato sulle misure di sorveglianza contro gli attivisti
Potere al Popolo

Il Senatore Matteo Mantero di potere al popolo ha depositato un’interrogazione parlamentare in difesa delle compagne e dei compagni di Cosenza, impegnati in mille battaglie, da quelle per il diritto alla casa a quelle contro ogni discriminazione, passando per la militanza nel sindacalismo di base
continua in
https://contropiano.org/regionali/calabria/2022/02/07/cosenza-interrogazione-di-potere-al-popolo-al-senato-sulle-misure-di-sorveglianza-contro-gli-attivisti-0146373

Air France-Klm, sindacati: sciopero di 4 ore il 25 febbraio

“In attesa di ulteriori sviluppi dopo gli incontri presso le ambasciate francese e olandese, proclamato per il prossimo 25 febbraio lo sciopero di 4 ore dei lavoratori impiegati in Italia della compagnia Air France-Klm”. A riferirlo sono Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo a seguito “della procedura di licenziamento collettivo per 48 addetti impiegati dalla compagnia franco-olandese nei principali aeroporti del nostro Paese su 182 totali”
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/air-france-klm-sindacati-sciopero-di-4-ore-il-25-febbraio/


Giorgio Cremaschi. Le Olimpiadi della propaganda di guerra

Immaginiamo se nel 1936 alle Olimpiadi nella Berlino nazista, sotto gli occhi compiaciuti di Hitler, l’ultimo tedoforo, quello che accende il braciere olimpico, fosse stato un ebreo.
Ecco, ho fatto questa riflessione quando ho visto sui nostri mass media che l’ultima tedofora alle Olimpiadi di Pechino è stata un’atleta uigura. Cioè parte di quel popolo di origine turca e di religione musulmana che vive nel nord ovest della Cina e che, secondo una campagna occidentale, sarebbe sottoposto al genocidio, anzi addirittura all’Olocausto
continua in
https://contropiano.org/interventi/2022/02/06/le-olimpiadi-della-propaganda-di-guerra-0146323



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Pronti e via. Dalla sera alla mattina, al liceo Erriques di Livorno. Chi parla all’assemblea qualche mese fa era alla catena di montaggio e forse mai avrebbe immaginato nemmeno di prendere la parola in qualche assemblea interna. E’ questo il cambiamento reale quando nuove generazioni e nuove persone si affacciano sulla scena.A settembre avevamo detto due cose: sciopero generale e risvegliare il movimento studentesco perchè non esiste cambiamento senza un forte movimento giovanile.Ed eccoci qua, in questo strano febbraio, con una data nazionale studentesca convocata il 18 febbraio e le scuole che entrano, o rientrano in agitazione. E noi ad ascoltare, ad apprendere, alla pari.Qualcosa sta accadendo. Sta a tutti noi coltivare questo “qualcosa”. Noi non ne conosciamo ancora la portata e le possibilità. Lo mettiamo a verifica tutti insieme il 26 marzo.#insorgiamo



PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IL LAVORO OPERAIO DIGITALIZZATO”

Lunedì 7 febbraio ci sarà la prima presentazione pubblica del libro “Il lavoro operaio digitalizzato. Inchiesta nell’industria metalmeccanica bolognese.” edito da “Il Mulino”, in uscita in questi giorni.
Si tratta di un libro ricco di spunti, stimolante, frutto di un attenta ricerca realizzata dalla Fondazione Claudio Sabattini, che ci aiuta a comprendere i grandi cambiamenti del mondo del lavoro legati alla digitalizzazione
CONTINUA IN
https://www.diario-prevenzione.it/?p=21144&fbclid=IwAR1K6bjEGSsklMViBD_VxYkD5HO6DMZv5Ly8ewiH3k4cZURPS4VNi7G4TV4



Auguroni Vasco!

“Ti immagini se fosse sempre domenica, tu fossi sempre libera e se MIA madre fosse meno nevrotica…”


Elisabetta Salvini sulla propria pagina Facebook
https://www.facebook.com/photo/?fbid=4989768267735725&set=a.330737456972186


8 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
La tutela dell’ambiente entra in Costituzione, Beppe Grillo è tornato a capo del M5S e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di martedì 8 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi è entrata a far parte della Costituzione italiana. Beppe Grillo ha chiesto a tutti i dirigenti del Movimento 5 Stelle di rimanere in silenzio per evitare di peggiorare una situazione resa molto delicata dalla sentenza del tribunale di Napoli e dagli scontri tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio. Il caos dentro i 5 stelle potrebbe avere serie ripercussioni sul rapporto con il PD e il dibattito sulla futura legge elettorale. ll Comune di Torino si è costituito in giudizio contro la decisione del Tribunale che ha negato il doppio cognome al figlio di due mamme. Oggi si è conclusa la due giorni diplomatica del presidente francese Macron. È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino è nella cinquina per il Miglior Film Straniero alla 94esima Notte degli Oscar. L’italia ha vinto l’oro nel curling misto alle olimpiadi invernali di pechino. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-8-febbraio/

Conte sospeso. Il M5S senza vertice ritorna al passato§
Giuliano Santoro – il manifesto/la sinistra quotidiana

«Facciano pure», aveva detto Giuseppe Conte a chi gli chiedeva cosa ne pensasse della volontà di alcuni iscritti al Movimento 5 Stelle di ricorrere al tribunale di Napoli contro il nuovo statuto e la sua elezione a presidente del nuovo corso grillino. Così è stato, ma la sicumera con la quale l’azione legale era stata liquidata evidentemente non aveva ragion d’essere
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/conte-sospeso-il-m5s-senza-vertice-ritorna-al-passato/

Conte, dietro la caduta non i suoi errori ma un tribunale
Paolo Branca – Strisciarossa

Piove sul bagnato in casa 5 Stelle. Ma nuvole scure si addensano anche sotto il cielo della politica. Accade infatti che un tribunale di Napoli abbia sospeso le due delibere con cui nei mesi scorsi era stato modificato lo statuto pentastellato per eleggere Giuseppe Conte presidente del Movimento. I giudici hanno accolto in via cautelare il ricorso di alcuni attivisti, ravvisando “gravi vizi” nella votazione: in particolare sarebbe stato impedito il voto a circa un terzo degli iscritti, col conseguente mancato raggiungimento del quorum
continua in
https://www.strisciarossa.it/m5s-decade-conte-non-per-i-suoi-errori-ma-per-scelta-di-un-tribunale/

8 febbraio: Contro il Mattarella-Bis: intervista a Raphael Raduzzi

Intervista a Raphael Raduzzi, deputato di Alternativa, componente parlamentare nata dopo la nascita del governo Draghi per opera di un gruppo di fuoriusciti del Movimento 5 Stelle. Raphael racconta alcuni retroscena sulle giornate legate all’elezione del Presidente della Repubblica e fa il punto sulle prospettive politiche e sulle possibilità di un’opzione “terzo polo”
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/08/contro-mattarella-bis-intervista-a-raphael-raduzzi/

Covid Italia, il bollettino di oggi 8 febbraio 2022: 101.864 nuovi casi e 415 morti

Sono 101.864 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 41.247 di ieri, per un totale di 11.765.767 dall’inizio dell’epidemia. Si registrano 415 decessi, contro i 326 di ieri, per un totale di 149.512 sempre dall’inizio dell’epidemia. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/08/news/covid_italia_il_bollettino_di_oggi_8_febbraio_2022_-336939072/

ASPETTANDO L’AGENZIA DELLE ENTRATE
Filoteo Nicolini – nuovatlantide.org

“Quello che ci caratterizza come esseri umani è osservare e pensare. Nel concretarsi di una conoscenza il pensare ha certamente la parte principale mentre l’osservazione cronologicamente precede il pensiero. Per mezzo di essa abbiamo le informazioni rilevanti, i dati, gli studi. Se l’osservazione viene ostacolata, guidata, filtrata, se in una parola vengono diffuse solo certe notizie e non altre, e si tace censurando studi ed approcci diversi, abbiamo diritto di sollevare dubbi proprio perché è il nostro pensare che ne viene impedito, ovvero la nostra libertà”
continua in
https://www.nuovatlantide.org/aspettando-lagenzia-delle-entrate/

8 febbraio: Riforma elettorale, stereotipi e vecchi merletti
Antonio Floridia – Strisciarossa

Dopo la rielezione di Mattarella, la questione del sistema elettorale è tornata all’ordine del giorno: ma, in molti casi, la confusione e l’approssimazione regnano sovrane. “Proporzionale” o “maggioritario”? In realtà, queste due etichette, senza altre specificazioni, dicono poco o nulla. Molti commentatori si muovono seguendo degli stereotipi oramai stucchevoli: ad esempio, che il “ritorno al proporzionale” significherebbe tornare alla “palude” centrista, affidando la scelta del governo ai maneggi post-elettorali, e tenendo all’oscuro gli elettori; o che, di converso, il “maggioritario” assegnerebbe agli elettori il “potere” di scegliere chi governa, o spingerebbe al “bipolarismo”. Tutte sciocchezze, se mi è consentito usare un linguaggio franco
continua in
https://www.strisciarossa.it/riforma-elettorale-stereotipi-e-vecchi-merletti/

Un sistema appiattito sul presente e senza futuro
Alessandra Algostino – Volere la luna

Lo status quo prosegue il suo corso. Ripercorrendo le cronache dei giorni scorsi sull’elezione del Presidente della Repubblica e sul dibattito intorno alla legge elettorale, colpiscono due elementi: l’appiattimento del tempo sul presente e l’irrilevanza del senso del limite.
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/08/un-sistema-appiattito-sul-presente-e-senza-futuro/


La ripresa e l’ennesima mazzata ai salari
Coniare Rivolta

Nella settimana in cui i riflettori dei media sono stati puntati esclusivamente sulla rielezione alla Presidenza della Repubblica di Mattarella, che di fatto comporta il congelamento del quadro politico esistente e la perfetta continuità del Governo Draghi, l’ISTAT ha pubblicato i dati sulla ripresa economica italiana
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2022/02/08/la-ripresa-e-lennesima-mazzata-ai-salari-0146407


Adriano Sofri. Fretta e furia, nomi raccapriccianti per l’operato della giustizia
Piccola Posta – Il Foglio

Il Papa ha invocato il diritto di tutti al perdono. Qui si aspetta il giudizio del tribunale francese per l’estradizione di uno dei latitanti ex terroristi: una magistrata di Milano lo aveva dichiarato “delinquente abituale”, uno che non commette reati da 44 anni. Qualcuno l’ha anche lodata per la rapidità
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2022/02/08/news/fretta-e-furia-nomi-raccapriccianti-per-l-operato-della-giustizia-3660031/


La solitudine di Marinella nel mare dell’indifferenza moderna
Marco Sferini – La sinistra quotidiana

E’ stata del vento la colpa, altrimenti nessuno si sarebbe accorto che Marinella, una pensionata di 70 anni, era morta da sola nella sua casa alla periferia di Como da più di due anni. L’hanno trovata i Vigili del fuoco, chiamati dai vicini perché gli alberi del giardino erano ormai una minaccia per le abitazioni, sferzati, piegati pericolosamente proprio verso i balconi e le finestre delle case
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/la-solitudine-di-marinella-nel-mare-dellindifferenza-moderna/


8 febbraio: L’europrivacy affonda Facebook, il colosso Usa incalzato dai cinesi
Maurizio Boldrini – Strisciarossa

Quando il segnale arriva dalla borsa con cadute così evidenti (il titolo è crollato la scorsa settimana del 25 %) vuol dire che la frittata è fatta. Per Zuckerberg e la sua creatura Facebook sono guai seri.  A nulla è valsa l’operazione di cambiar nome (Meta) nel tentativo di rilanciare il proprio ruolo nel sistema delle piattaforme social. Ciò che sta accadendo è l’amaro frutto della sua natura di monopolista, fornitore di questo originale servizio.  A nulla è valso il relativo silenzio con il quale è stata trattata la vicenda, oscurata un po’ in Italia dal clamore festaiolo di Sanremo. La tempesta, però, non è passata
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-privacy-alleuropea-affonda-facebook-il-colosso-usa-cede-terreno-ai-cinesi/

L’accordo russo-cinese sul gas
Fabrizio Poggi – Contropiano

È dal 2019, in base a un contratto trentennale stipulato nel 2014, che la russa “Gazprom” esporta gas in Cina attraverso il gasdotto “Sila Sibiri” (Forza della Siberia); ora, l’accordo siglato con la CNPC (China National Petroleum Corporation), prevede che si arrivi gradualmente a un volume di 38-44 miliardi mc annui. “Gazprom” ha discusso con la parte cinese anche la fornitura di gas attraverso “Sila Sibiri-2” che, una volta collegato al gasdotto “Unione Oriente” in Mongolia (la realizzazione potrebbe prendere il via nel 2024 e concludersi nel 2027-2028), sarà in grado di fornire 50 mld mc l’anno
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/02/08/laccordo-russo-cinese-sul-gas-0146403

Amnesty International condanna l’apartheid israeliana come crudele sistema di oppressione

Amnesty International, che conta 10 milioni di membri e sostenitori in tutto il mondo, ha appena confermato che il regime di Israele contro l’intero popolo palestinese costituisce il crimine contro l’umanità di apartheid. Accogliamo con grande favore la pubblicazione del rapporto di Amnesty International, dal titolo “L’apartheid israeliano contro i palestinesi: un crudele sistema di oppressione e crimine contro l’umanità”
continua in
https://www.bdsitalia.org/index.php/la-campagna-bds/comunicati/2705-rapporto-ai-apartheid


Gli effetti collaterali del sistema e i sogni spezzati
Mauro Armanino – Contropiano

Per l’Alto Commissariato per i Rifigiati, lo stesso anno, i migranti morti cercando di raggiungere l’Europa dalle isole Canarie, dal Mediterraneo centrale e orientale, sono stati stimati a oltre 2.500. Le ferite nello spirito e nella carne dei popoli, delle famiglie e della civiltà sono molte di più dei morti
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/02/08/gli-effetti-collaterali-del-sistema-e-i-sogni-spezzati-0146398


8 febbraio: L’alternativa alla società del mercato e del controllo
Giuseppe Lorenzetti – La Fionda

Ogni giorno che passa siamo più “controllati”. Il green pass, ovvero uno strumento totalmente antidemocratico e anticostituzionale (oltre che palesemente inutile), che subordina i nostri diritti inalienabili all’esercizio di un comportamento “virtuoso” (ovvero obbediente), non è altro che la massima espressione di un processo che affonda le sue radici molti anni fa
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/08/lalternativa-alla-societa-del-profitto-e-del-controllo/

8 febbraio: L’europrivacy affonda Facebook, il colosso Usa incalzato dai cinesi
Piero Bevilacqua – Strisciarossa

A osservare il dibattito corrente, le dichiarazioni pubbliche, le prese di posizioni di leader e governanti sul riscaldamento climatico che ci minaccia, un dato appare drammaticamente evidente: questi uomini appartengono a un’altra epoca, la loro cultura è tutta rinchiusa nella dimensione “antropocentrica” dei millenni scorsi, quella che ha portato la Terra alla condizione attuale, destinata a trascinarci in una catena di catastrofi di portata imprevedibile
continua in
https://www.strisciarossa.it/e-il-capitalismo-che-manda-a-rotoli-il-pianeta-terra/


“Ennio”, l’omaggio a un grande
che ha composto l’inno degli italiani

Alberto Crespi – Strisciarossa

“Documentario”. Sembra incredibile, ma è ancora una parola pericolosa. C’è una generazione, diciamo dai 60 in su, che quando la sente pronunciare va con la memoria ai documentari di Walt Disney sulla natura o a quei noiosissimi “intervalli” che venivano proiettati al cinema tra uno spettacolo e l’altro. Chi è più giovane, magari, pensa al National Geographic. Tutta roba per cui non “si va” al cinema, anzi. È in corso da anni una battaglia, anche nella critica, per far passare il concetto che il documentario – o “cinema del reale”, come è assai più fico dire – è cinema a tutti gli effetti, e che i grandi documentari possono essere emozionanti come film. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/ennio-omaggio-a-un-grande-che-ha-composto-inno-degli-italiani/

Ennio (2022): Trailer del Film su Ennio Morricone, diretto da Giuseppe Tornatore

8 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Da non credere. La Pfizer licenzia 210 lavoratori a Catania

Nonostante la sua posizione di leader nel mercato farmaceutico, nonostante i 51 miliardi che ha guadagnato in un solo anno e che continua a guadagnare dai vaccini contro il Covid, il 3 febbraio scorso la Pfizer ha annunciato 130 licenziamenti e 80 mancati rinnovi nel suo stabilimento di Catania!
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/08/da-non-credere-la-pfizer-licenzia-210-lavoratori-a-catania-0146385

L’ITALIA DEL CAPORALATO URBANO
inchiesta di Carlo Ruggiero per Collettiva

Lo sfruttamento del lavoro dilaga. L’eclissi delle tutele lo spinge fuori dai campi del Meridione e oggi s’annida al Nord, nelle periferie delle metropoli. Edilizia, logistica e terziario i settori più colpiti. Il ruolo decisivo dei subappalti e delle piattaforme, la regia sapiente di un esercito di colletti bianchi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/08/longform/la_citt_dei_caporali-1833303/#tab1

«Un tumore per la nostra società»
Carlo Ruggiero – Collettiva

Intervista al direttore dell’Ispettorato nazionale del lavoro Giordano: “I settori maggiormente interessati sono l’edilizia, che in questo periodo è particolarmente attiva, la logistica e i servizi alla persona. Ma come in agricoltura è incentrato sull’idea che bisogna abbassare il costo del lavoro a discapito dei diritti”
vai all’intervista
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/08/video/un_tumore_per_la_nostra_societa-1833327/

«Lo sfruttamento è figlio del lavoro povero»

L’economista Raitano: “Il caporalato urbano si diffonde sopratutto nel sistema degli appalti e nella somministrazione, ha effetti deleteri sulla produttività e avvita aziende e l’intera economia in una spirale di mancato sviluppo”
vai all’intervista
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/08/video/lo_sfruttamento_figlio_del_lavoro_povero-1833333/

Caporalato, fuori dai campi

I dati dell’Ispettorato nazionale del lavoro dimostrano che lo sfruttamento del lavoro non è più relegato all’agricoltura nel Meridione, ma si diffonde nelle città e nel centro-nord del Paese. Soprattutto in edilizia, logistica e terziario. Proprio i settori attualmente in maggiore ripresa
vai alla scheda
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/08/video/caporalato_fuori_dai_campi-1833337/

Ex Whirlpool Napoli: sindacati, serve intervento urgente sulla cessione

Nell’incontro convocato oggi dal ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza ex Whirlpool, il consorzio Sistema Campania ci ha fatto sapere che purtroppo il processo di acquisizione dello stabilimento di Napoli non è ancora concluso e che è stata prorogata la due diligence. Secondo il consorzio mancherebbe la documentazione edilizia e ambientale, inoltre resterebbe da definire la questione del rifacimento del tetto. Lo affermano Fim, Fiom e Uilm nazionali in una nota
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/08/news/ex_whirlpool_napoli_sindacati_serve_intervento_urgente_sulla_cessione-1852470/

«Almaviva lascia l’Italia». A rischio 2.500 posti di lavoro

Avevamo lasciato Almaviva nelle aule dei tribunali a difendersi dalle accuse di aver illegittimamente compiuto il più grande licenziamento collettivo degli ultimi 35 anni: i 1.666 lavoratori di Roma a fine 2016.
La ritroviamo anni dopo accusata dai sindacati confederali di voler lasciare l’Italia, almeno nel settore call center
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/almaviva-lascia-litalia-a-rischio-2-500-posti-di-lavoro/

L’odissea degli stagionali
Simona Caleo

Sfruttati, malpagati e abbandonati. Lavorano troppe ore, guadagnano salari inadeguati e hanno una Naspi irrisoria: lavoratrici e lavoratori raccontano la fatica di vivere senza garanzie. Ecco le loro parole
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/08/news/l_odissea_degli_stagionali-1851560/

Pensioni anticipate per infermieri e assistenti sociosanitari
Paolo Andruccioli
Collettiva

Cgil, Cisl, Uil in audizione oggi (8 febbraio) al Senato per le proposte sull’inserimento delle professioni sanitarie nella lista dei lavori usuranti. La Cgil chiede un quadro organico di riferimento da inserire nella riforma complessiva della legge Fornero
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/02/08/news/pensioni_anticipate_per_infermieri_e_assistenti_sociosanitari-1851767/

Sirti: Fiom Cgil, riassunti quattro lavoratori

“Il Tribunale di Milano, con sentenza del 3 febbraio scorso ha condannato la Sirti Energia a riassumere con contratto a tempo indeterminato i quattro lavoratori a cui l’azienda, durante la fase della pandemia, non aveva rinnovato i contratti a termine, a nostro parere in quanto questi lavoratori erano iscritti alla Fiom e avevano rivendicato, attraverso il sindacato, i propri diritti, quali l’indennità di mensa, lo straordinario e la trasferta”. A dirlo sono Barbara Tibaldi (segretaria nazionale Fiom e responsabile del settore installazioni d’impianti) e Rosita Galdiero (coordinatrice gruppo Sirti per Fiom nazionale)
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/diritti/2022/02/08/news/sirti_fiom_riassunti_quattro_lavoratori-1851557/

Brodolini: Fp Cgil, impedito a un delegato il rientro al lavoro

“Oggi (martedì 08 febbraio) il nostro delegato sindacale Orlando Aceto della coop G. Brodolini, al rientro dal suo infortunio causato dagli eccessivi carichi di lavoro, mentre era impegnato nella raccolta carta del comune di Calderara di Reno (circa 2.000 pattumelle) con un solo operatore invece dei due previsti, ha trovato il responsabile del cantiere di Mascarino di Castello d’Argile che gli ha impedito di prendere servizio e gli ha intimato di non parlare con i colleghi”. Inizia così il comunicato di denuncia firmato da Fausto Fava della Fp Cgil di Bologna
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/08/news/fp_cgil_bologna_a_un_delegato_brodolini_e_stato_impedito_di_rientrare_al_lavoro-1851870/

Aggrediti due ispettori del lavoro. Fp Cgil: servono risorse

“Nei giorni scorsi l’ennesima aggressione ai danni di due ispettori del lavoro. Stavolta l’episodio è avvenuto a Milano, nei confronti di due ispettrici, fatte oggetto di pesanti minacce e a cui è stato impedito l’accesso in un’azienda. A loro va la nostra piena solidarietà”. A dirlo è la Fp Cgil: “Prendiamo atto delle parole di solidarietà espresse anche dal mondo politico per quanto accaduto, ma crediamo che queste non siano più sufficienti: occorre passare dalle parole ai fatti, prevedendo finalmente risorse economiche stabili in favore delle lavoratrici e dei lavoratori dell’Ispettorato nazionale del lavoro”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/08/news/aggrediti_due_ispettori_del_lavoro_fp_cgil_servono_risorse-1849690/

Vertenza Coopbox, Filctem Cgil: il Mise ci convochi urgentemente

“La lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della Coopbox non si ferma a Ferrandina. Le prime iniziative di solidarietà sono state infatti messe in campo anche nell’altro stabilimento nazionale della Coopbox di Bibbiano (Reggio Emilia), con assemblee e uno sciopero di un’ora per turno, domani 9 febbraio” Così il segretario nazionale della Filctem Cgil, Ugo Cherubini.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/vertenza-coopbox-filctem-cgil-il-mise-ci-convochi-urgentemente/

Basilicata: Arresti a Ruoti; Cgil, da tempo denunciamo sfruttamento

“Gli arresti di oggi relativi alle vicende che hanno interessato il Comune di Ruoti e non solo, allargandosi all’imprenditorialità lucana e alle funzioni di chi opera nelle pubbliche amministrazioni, attesta come ormai il malaffare sia entrato nella gestione della cosa pubblica in Basilicata, infettata anche dalle modalità di appalto e sub appalto delle multinazionali e non solo”. È quanto afferma il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/08/news/arresti_a_ruoti_summa_cgil_basilicata_da_tempo_denunciamo_nell_indotto_di_melfi_lo_sfruttamento_dei_lavoratori_-1851766/

9 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Lo stabilimento di Pfizer a Catania rischia la chiusura, l’allarme tedesco sulle riserve di gas e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 9 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La Ministra degli Interni Lamorgese è intervenuta in Senato per un’informativa sulle manifestazioni studentesche e sugli scontri avvenuti nelle scorse settimane. Nonostante i miliardi di utile grazie ai vaccini, Pfizer taglia oltre 200 posti di lavoro dello stabilimento di Catania, che potrebbe addirittura essere chiuso. La protesta dei camionisti No Vax del Canada si allarga e secondo i mass media canadesi dietro al blocco di Ottawa ci sono diverse organizzazioni non solo no vax, ma anche anti governative e di estrema destra. La Germania ha lanciato l’allarme sul calo preoccupante delle riserve di gas, coi livelli di stoccaggio al 35% mentre nel 2020 erano oltre l’80%. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-9-febbraio/

Riforma costituzionale approvata in sordina

Una #riformacostituzionale passata in punta di piedi, quella che finalmente inserisce l’ambiente nell’#articolo9 della Costituzione. E che prevede la necessità che l’iniziativa economica privata non contrasti con la tutela dell’ambiente. È un passaggio importante. Grazie al quale speriamo di non dover essere più costretti a scegliere tra lavoro e tutela dell’ambiente e con questo della salute. Come nel caso #Ilva.Un primo rammarico, perché la formulazione dell’articolo è almeno discutibile.Un secondo rammarico, perché poteva essere l’occasione per un espresso richiamo anche alla tutela dello #sport.

Andrea Pertici sulla propria pagina Facebook

Tutela dell’ambiente, passare dalla Costituzione ai fatti
Simona Fabiani – Collettiva

Le modifiche storiche degli articoli 9 e 41 della Carta, approvate in via definitiva dalla Camera, introducono principi decisivi anche per le future generazioni e richiedono uno scatto di coerenza del governo, che invece sta andando in direzione opposta. Ma per la Cgil è adesso il momento di cambiare modello di sviluppo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/ambiente/2022/02/09/news/tutela_dell_ambiente_passare_dalla_costituzione_ai_fatti-1855268/

9 febbraio: Conte a pezzi, Grillo redivivo, Casaleggio risorto e tra i 5 stelle muore la politica
Toni Jop – Strisciarossa

Tempi durissimi per Conte. Ma non poteva non sapere che la rosa della visibilità, del potere porta le sue spine, oltre al piacere per una sorte di prima qualità. Intanto, però, sta incassando, così
sembra, con una certa difficoltà. E’ al centro di un ciclone che fino a pochi giorni fa nessuno immaginava. E ora pare di assistere ad una scena piuttosto crudele: una forza politica che un tempo non lontano ha chiesto aiuto ad “uno”, e lo ha avuto, ora sta tentando di ricostruirsi sacrificando quell’uno” sull’altare della rinascita
continua in
https://www.strisciarossa.it/conte-a-pezzi-grillo-redivivo-casaleggio-risorto-ma-tra-i-5-stelle-e-morta-la-politica/

Covid Italia, il bollettino del 9 febbraio 2022: 81.367 nuovi casi e 384 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 81.367 nuovi casi di coronavirus e 384 morti, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i nuovi contagi erano stati 101.864, le vittime 415. L’Italia registra 149.896 decessi legati al covid dall’inizio della pandemia, il numero più alto in Europa, dopo il Regno Unito, e l’ottavo nel mondo. Sono 731.284 i tamponi molecolari e antigenici. Ieri erano stati 999.095. Il tasso di positività è al 11,1%, in aumento rispetto a ieri quando era al 10,2%
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/09/news/covid_italia_il_bollettino_del_9_febbraio-337016414/

Sicurezza vaccini anti Covid. Il rapporto Aifa: “Su 108,5 milioni di somministrazioni gli eventi gravi sono lo 0,02%. Dei 758 decessi segnalati solo 22 sono correlabili. Per la dose booster meno eventi avversi e al momento nessun problema sicurezza fascia 5-11 anni”

Pubblicato oggi il rapporto annuale sulla sicurezza dei vaccini anti Covid che copre il periodo che va dal dicembre 2020 a dicembre 2021. Nel rapporto evidenziati i dati delle segnalazioni di eventi avversi provenienti dalla rete di farmacovigilanza italiana. In tutto segnalati 117.920 sospetti eventi avversi pari a 109 segnalazioni ogni 100mila dosi somministrate. Di queste l’83,7%  è riferita a eventi non gravi e il 16,2% a eventi avversi gravi. L’analisi sugli eventi con esito fatale ha rilevato che dei 758 decessi segnalati solo 22 sono correlabili con la vaccinazione di cui 10 dovuti a fallimento vaccinale. 
IL RAPPORTO.
continua in
https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=102186


Chi c’è dietro la protesta fuori controllo dei camionisti no vax in Canada

Secondo i mass media canadesi, dietro al blocco di Ottawa ci sono diverse organizzazioni non solo no vax, ma anche anti governative e di estrema destra. James Bauder è infatti un complottista del movimento QAnon e ha definito il COVID “la più grande truffa politica nella storia”. 
continua in
https://www.radiopopolare.it/chi-ce-dietro-la-protesta-fuori-controllo-dei-camionisti-no-vax-in-canada/


9 febbraio: Giornata Malato. Papa Francesco: “In alcuni Paesi le cure sono ancora lusso, lo attesta la scarsità di vaccini contro il Covid”

Messaggio del Papa in occasione della XXX Giornata Mondiale del Malato, che si celebra l’11 febbraio. Agli operatori operatori sanitari Bergoglio dice: “Il vostro servizio accanto ai malati, svolto con amore e competenza, trascende i limiti della professione per diventare una missione (…). Siate consapevoli della grande dignità della vostra professione, come pure della responsabilità che essa comporta”. 
IL MESSAGGIO
continua in
https://www.quotidianosanita.it/cronache/articolo.php?articolo_id=102203

9 febbraio. Emergenza pandemica e crisi dello Stato di diritto? Intervista al giurista Vincenzo Musacchio
Lucia De Sanctis e Lizbeth Kane Palmer – nuovatlantide.org

Vincenzo Musacchio, giurista e associato al Rutgers Institute on Anti-Corruption Studies (RIACS) di Newark (USA). Ricercatore dell’Alta Scuola di Studi Strategici sulla Criminalità Organizzata del Royal United Services Institute di Londra. Nella sua carriera è stato allievo di Giuliano Vassalli, amico e collaboratore di Antonino Caponnetto, magistrato italiano conosciuto per aver guidato il Pool antimafia con Falcone e Borsellino nella seconda metà degli anni ’80
continua in
https://www.nuovatlantide.org/emergenza-pandemica-e-crisi-dello-stato-di-diritto-intervista-al-giurista-vincenzo-musacchio/?fbclid=IwAR054H_zVyh_643Dt9xbta8MNibvge83C-n8LT0Q8vOdyJx01HJlCBJq64A

9 febbraio. La chat shock: “Fategli fare la fine di Cucchi”

Le frasi shock sono contenute in alcune chat intercorse tra i carabinieri e depositate nel processo a carico di Fabio Manganaro, il militare dell’Arma finito sotto processo per la vicenda del bendaggio di Gabriele Natale Hjorth, accusato assieme a Finnegan Lee Elder dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/02/09/la-chat-shock-fategli-fare-la-fine-di-cucchi_16f5f7f4-b50f-4a66-93d5-56486a316fbb.html

Gianni Cuperlo. Nicolaus Fest è un europarlamentare tedesco
Sino a qualche settimana fa ignoto alle cronache, almeno alle nostre latitudini, salvo conquistare una sua notorietà a causa di un tweet successivo di poche ore alla morte di David Sassoli.In poche parole immorali questo rappresentante in Europa del partito di estrema destra AFD (Alternative Für Deutschland) manifestava il suo compiacimento per quella assurda e dolorosa tragedia.Ieri è stato promosso capodelegazione di quel partito nel Parlamento di Strasburgo, quello che David ha presieduto negli ultimi anni della sua vita.
Vorrei completare la prima frase. Nicolaus Fest è un indegno europarlamentare tedesco

Gianni Cuperlo sulla propria pagina Facebook

Fuori onda tra il presidente della regione Lombardia Fontana e il sindaco di Milano Sala

Nadia Urbinati sulla propria pagina Facebook
Un assaggio dell’etica sottesa all’autonomia differenziata. Lega e PD al nord, una faccia, una razza.



Le strozzature: cause e implicazioni macroeconomiche
Daniel Rees[1] e Phurichai Rungcharoenkitkul[2] – La Fionda

Mentre la ripresa globale prende piede, la domanda di materie prime chiave, input intermedi e servizi logistici ha superato l’offerta disponibile, portando ad un aumento e una volatilità dei prezzi e ritardi nelle consegne. Le discrepanze che ne risultano hanno messo sotto pressione le catene di approvvigionamento, causando strozzature che si verificano quando la domanda di un input di produzione a monte supera improvvisamente e in modo significativo la quantità massima che può essere prodotta e consegnata. Le attuali strozzature si sono protratte più a lungo del previsto, hanno pesato sulla crescita della produzione ed hanno contribuito a far aumentare l’inflazione globale. Il presente Bollettino delinea i settori soggetti a strozzature, ne indaga le cause e ne valuta le implicazioni macroeconomiche
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/09/le-strozzature-cause-e-implicazioni-macroeconomiche/



Appello per una Costituente di Sinistra: intervista ad Angelo d’Orsi
Alessio Pracanica – Antimafia2000

La storia della sinistra italiana è costellata da una lunga escalation di separazioni più o meno consensuali, divergenze parallele, brusche divisioni, fratture insanabili e frazionamenti sub-atomici. Considerato che tutto ebbe inizio, centouno anni fa, con una scissione, si viaggia nel solco di una consolidata tradizione.
Con un piccolo, ma necessario distinguo
continua in
https://www.antimafiaduemila.com/home/opinioni/236-societa/87983-appello-per-una-costituente-di-sinistra-intervista-ad-angelo-d-orsi.html?fbclid=IwAR1wwHsZr1q7pxSSaq__XGVXRyc4iaGRZpIKPIFLvhY-hdKQDhXNKbejAf4


9 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Sbarra al congresso dell’Ust Cisl Magna Grecia: “Sosteniamo il Paese sulla strada della crescita, del lavoro e dello sviluppo”

“Ci sono le condizioni per dare un impulso forte nonostante questa fiammata inflattiva, l’aumento del costo dell’energia e la mancanza di materie prime, che stanno rallentando la crescita. Ecco perché pensiamo che vada rafforzato e consolidato il dialogo e il confronto. E la ragione per cui la Cisl chiede in questa fase responsabilità e pragmatismo. Basta con le tensioni, con le contrapposizioni. Dobbiamo aiutare insieme il Paese a incamminarsi sul sentiero della crescita, dello sviluppo e del lavoro”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, a Feroleto Antico, nel Catanzarese, a margine del congresso dell’Ust Cisl Magna Grecia. 
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/lavoro-sbarra-al-congresso-dellust-cisl-magna-grecia-sosteniamo-il-paese-sulla-strada-della-crescita-del-lavoro-e-dello-sviluppo/

Pfizer taglia oltre 200 posti di lavoro a Catania
Massimo Alberti – Radio Popolare

Sembra uno scherzo, ma non fa per niente ridere. Grazie alle commesse pubbliche per i vaccini, dal 2021 Pfizer, che domina il mercato europeo e statunitense in una situazione di quasi monopolio, ha rivisto almeno 3 volte al rialzo i suoi conti. Il 2021 ha quasi triplicato i profitti, portandoli da 1,6 a 3,9 miliardi di euro, e raddoppiato i ricavi a 81,2 miliardi
continua in
https://www.radiopopolare.it/pfizer-taglia-oltre-200-posti-di-lavoro-a-catania/

Firenze. Hugo Boss chiude e licenzia: è sciopero

Sciopero oggi (mercoledì 9 febbraio) a Scandicci (Firenze) dei lavoratori di Hugo Boss. La protesta, organizzata da Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, prevede anche un presidio (a partire dalle ore 10) davanti all’azienda (in via de’ Cadolingi 2/4). A motivare la mobilitazione, il licenziamento collettivo (21 lavoratori più un contratto a termine in scadenza) e la dismissione del sito di Scandicci. I sindacati ritengono questa scelta ”illogica e irricevibile” e hanno proclamato lo stato di agitazione
https://www.facebook.com/carlo.amabile1/posts/10223043681414388?comment_id=10223057757686286&notif_id=1644402354624540&notif_t=feed_comment&ref=notif

Palermo. Teatro Biondo: Cgil-Slc, forte preoccupazione per futuro

“L’attuale condizione in cui versa il Teatro Biondo Stabile di Palermo non può che suscitare apprensione nei lavoratori e in chiunque abbia a cuore le sorti di una istituzione culturale tra le più importanti del Paese”. A dirlo sono il segretario Slc Cgil Palermo Marcello Cardella e il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo: “Il mancato versamento della quota societaria da parte del Comune per l’anno 2021 crea di fatto un buco nel bilancio che mette in discussione il futuro dell’ente e ha già costretto il Teatro alla rinuncia della stagione estiva e a un profondo ridimensionamento del programma artistico”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/09/news/teatro_biondo_cgil-slc_forte_preoccupazione_per_futuro-1853383/

Bari, la lotta paga. All’Hotel Palace accordo firmato per 12 mesi di Cigs
Simona Caleo – Collettiva

Importante passo avanti per i 42 dipendenti della struttura. Per Antonio Miccoli, segretario della Filcams provinciale, un risultato certamente positivo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/09/news/bari_la_lotta_paga_all_hotel_palace_accordo_firmato_per_12_mesi_di_cigs-1855066/

Finale Emilia (Modena). Fiori group, il nuovo contratto aziendale

Fiom-Rsu: “La precarietà all’interno del gruppo non potrà superare il 15% degli occupati ed è stato individuato un percorso di stabilizzazione di tutto il personale precario”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/news/fiori_group_il_nuovo_contratto_aziendale-1856092/

Lombardia. Ups licenzia, il sindacato non ci sta
Patrizia Pallara – Collettiva

L’azienda di spedizioni che in piena pandemia ha generato un fatturato eccezionale mette alla porta 138 lavoratori per esternalizzare i servizi. Morini, Filt: “Assemblee subito per costruire un’opposizione efficace”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/09/news/ups_licenzia_il_sindacato_non_ci_sta-1853912/

‘Andai perché ci si crede’
Il testamento dell’anarchico Serantini

Convegno “Fascismo e antifascismo delle origini – A cento anni dai fatti della Serra”



9 febbraio 1963: le donne conquistano il diritto di diventare magistrate
Ilaria Romeo – Collettiva

Letizia De Martino

Ci vorranno quindici anni dopo l’entrata in vigore della Costituzione e ben 16 concorsi per uditore giudiziario, con un totale di 3127 vincitori, dai quali le donne erano state indebitamente escluse, per avere l’affermazione del principio di uguaglianza fra i sessi nell’accesso in magistratura
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/diritti/2022/02/09/news/9_febbraio_1963_le_donne_conquistano_il_diritto_di_diventare_magistrate-1851971/



Gianni Cuperlo. Sulla giornata del ricordo

Stamane vi chiedo (quasi) l’impossibile, e lo so. Il 10 febbraio, come ogni anno, si celebrerà il “Giorno del ricordo”. Non so quanto ne sappiate, ho deciso di scriverne, di provare a raccontare (spiegare sarebbe un atto di presunzione). L’articolo pubblicato da “Domani” e che trovate qui sotto è molto più che lungo. Leggetelo se il tema, quella storia, in un modo o nell’altro vi interroga. Per me è stata una fatica scriverlo, ma sono felice di averci provato. Se ci saranno l… Altro…

Severino Galante.
PROMEMORIA PER CHI DOMANI CELEBRA IL GIORNO DEL RICORDO

Mi permetto di suggerire ai celebranti il seguente schema fattuale
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=7031400703599265&set=a.893105160762214



Claudio Bazzocchi. QUEL VERGOGNOSO SCAMBIO TRA LA SHOAH E LE FOIBE
Il degrado della classe dirigente italiana negli ultimi trent’anni si evince anche dall’istituzione della giornata del ricordo. La destra volle una sua data solenne, un giorno in cui pareggiare i conti con i comunisti.

continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10228127779605461&set=a.1104089608173

Lodovico Vico Zanetti sulla propria pagina Facebook
Giornata del ricordo
E così, anche oggi, si racconterà una storia parziale e di parte. Nessuno, in Italia, in una commemorazione pubblica, dirà una parola su Lojze Bratuž musicista reo di aver cantato in sloveno in chiesa, ucciso dai fascisti, che gli fecero bere kerosene. Nessuno parlerà dei morti nei campi di Arbe o di Gonars. o delle migliaia di vittime innocenti nelle centinaia di paesi bruciati dagli italiani in camicia nera. Nessuno dirà che in Macedonia le SS mandarono un cablo, agli italiani, dicendo di darsi una calmata. Nessuno dirà nulla dei martiri, slavi e italiani, che morirono dalla parte giusta, da partigiani, contro i fascisti. Anche oggi, la giornata dell’amnesia. Con due pesi e due misure. La storia si racconta tutta, altrimenti si fa negazionismo

Nella foto Lojze Bratuž

Giorno del Ricordo, quando le idee sono poche. E confuse
Valerio Strinati – Patria Indipendente

La storia e la memoria del dramma al confine orientale tra paragoni sconcertanti, dimenticanze, scivoloni (di un capo dipartimento del ministero dell’Istruzione, subito corretti dal titolare del dicastero) e incontrovertibili false verità della politica sovranista e nostalgica (che calpesta il dolore e ravviva solo l’odio)
continua in
https://www.patriaindipendente.it/persone-e-luoghi/anniversari/giorno-del-ricordo-quando-le-idee-sono-poche-e-confuse/


10 febbraio – Giorno del ricordo

10 febbraio: Il giorno dell’oblio
Eric Gobetti – Doppiozero

Il Giorno del Ricordo è stato celebrato per la prima volta il 10 febbraio 2005, grazie alla legge n. 92 approvata a larga maggioranza il 30 marzo 2004. In quell’occasione il parlamento italiano ha stabilito di commemorare “le vittime delle foibe, dell’esodo (…) e della più complessa vicenda del confine orientale”. In questo modo i rappresentati politici dello stato italiano avevano deciso di evidenziare uno dei tanti fenomeni di violenza contro individui inermi che hanno caratterizzato la Seconda guerra mondiale. Molte di quelle vicende erano rimaste in ombra per tutto il dopoguerra, e alcune non hanno acquisito rilevanza nell’immaginario pubblico nemmeno oggi, nonostante la loro importanza storica e numerica. Penso ad esempio ai 600.000 Internati militari in Germania (IMI), alle decine di migliaia di innocenti vittime dei bombardamenti alleati, ai caduti italiani nella Resistenza in Jugoslavia: circa 10.000, il doppio delle vittime delle foibe. Perché dunque il parlamento italiano ha scelto, con una legge dello Stato, di commemorare proprio questa vicenda (con la stessa rilevanza data alla deportazione nazista, celebrata il 27 gennaio, Giorno della Memoria) fra tante altre più significative storicamente e più rilevanti numericamente?
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/il-giorno-delloblio

10 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Il 31 marzo scade lo stato di emergenza, le proteste dei sindaci contro il costo dell’energia e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di giovedì 10 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il 31 marzo scade lo stato di emergenza, da quella data le regole sui comportamenti e le restrizioni di libertà individuali verranno via via attenuate. Secondo la commissione di Bruxelles quest’anno l’inflazione sarà del 3,9% nell’intera Unione e del 3,8 in Italia. Stasera migliaia di Comuni spegneranno le luci dei monumenti per protestare contro il costo dell’energia e chiedere al governo un intervento adeguato. In occasione del Giorno del ricordo una circolare del ministero dell’istruzione ha paragonato le vittime delle foibe a quelle della Shoah. Il prefetto di Parigi ha vietato la manifestazione che i convogli della libertà avevano annunciato per venerdì sera, all’arrivo nella capitale. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-10-febbraio/

Covid Italia, il bollettino del 10 febbraio 2022: 75.861 nuovi casi e 325 morti

Ieri c’erano stati 81.367 contagi e i decessi 384. Costante all’11,1% il tasso di positività. Il numero dei morti supera i 150mila (150.221) dall’inizio della pandemia. Calano ancora i ricoveri. Ministri Salute Ue: “E’ troppo presto considerare il Covid-19 un virus endemico, siamo ancora in pandemia”
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/10/news/covid_italia_il_bollettino_del_10_febbraio_2022_nuovi_casi_e_morti-337194807/

Stop alle mascherine all’aperto e via libera alle discoteche: cambiano le regole

Non siamo ancora fuori dall’emergenza Covid, e c’è ancora bisogno di cautela e prevenzione. Ma il ritorno alla normalità, seppur lento, sembra cominciato. E ora compie un deciso passo in avanti.  E’ stata infatti pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale l’ordinanza, firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che dispone la fine dell’obbligo delle mascherine all’aperto, a partire da venerdì 11 febbraio, ma bisognerà portarle con sé ed indossarle in caso di affollamenti. Rimane, comunque, l’obbligo fino al 31 marzo di indossare le mascherine nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/mascherine-allaperto-e-discoteche-da-domani-cambiano-le-regole-d2ff08c2-8bf9-4049-9c23-f207416bbeee.html

Gianni Cuperlo sulla decapitazione giudiziaria della leadership del Movimento 5 Stelle

(…) Domanda: che un tribunale possa sospendere le delibere assunte da una organizzazione rappresentata nelle istituzioni azzerandone il vertice è sintomo di una spregiudicatezza dei giudici o di una debolezza della politica? (…)

——————————————-
Buona giornata e un abbraccio…

Altro…

10 febbraio: Cambia l’esame di maturità: 50 punti assegnati al percorso scolastico, 50 all’esame di stato

Gli esami di maturità quest’anno iniziano il 22 giugno
L’ordinanza è stata trasmessa ai Presidenti di Camera e Senato per l’acquisizione del parere da parte delle Commissioni parlamentari. Insoddisfatti gli studenti che chiedevano un peso maggiore per il percorso scolastico, domani saranno in piazza
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/cambia-lesame-di-maturit-50-punti-assegnati-al-percorso-scolastico-50-per-lesame-di-stato-86c8f249-86fd-442c-b790-236e4e706ac3.html

Foibe, Bianchi: “Ogni dramma ha la sua unicità. Si rischia di generare altro dolore”

Ogni dramma ha la sua unicità, va ricordato nella sua specificità e non va confrontato con altri, con il rischio di generare altro dolore”.
Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in merito alla nota amministrativa emanata del Dipartimento per l’Istruzione in occasione del “Giorno del Ricordo”. Il ministro ha telefonato alla presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Noemi Di Segni, e al presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, Gianfranco Pagliarulo, ricordando che il ministro e il ministero sono da sempre fortemente impegnati, e continueranno a esserlo, nella memoria della Shoah. 
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/ministro-bianchi–ogni-dramma-ha-la-sua-unicit-si-rischia-di-generare-altro-dolore-ac55fa58-01a5-4362-9ff7-d0a99d1dc37c.html

Il testo completo della circolare
https://www.rainews.it/dl/doc/1644503535529_circolareministerialegiornodelricordofebbraio.pdf

10 febbraio: La Presidente della BCE inciampa e rimette al centro del palco i rischi di ridenominazione per l’Euro
Fabrizio Russo – La Fionda

Mentre il pubblico che segue le vicende finanziarie e la stampa sono focalizzata sugli eventi (perdite) del mercato azionario, improvvisamente a ciel sereno è apparso e si è imposto all’attenzione un tema ben più destabilizzante in termini di rischi (specie per i sistemi bancari, in primis il nostro): le tensioni derivanti dal cambio di tono delle politiche monetarie si stanno diffondendo agli spread sovrani europei periferici (…)
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/10/la-presidente-della-bce-inciampa-e-rimette-al-centro-del-palco-i-rischi-di-ridenominazione-per-leuro/

GRECIA-TURCHIA. Gli interessi economici prevalgono sulle tensioni politiche, per ora
Valeria Cagnazzo – pagineesteri.it

Senza scarpe e senza vestiti. Sono stati trovati così i corpi di almeno dodici migranti morti di freddo nel villaggio di Pasakoy in Turchia, lungo il confine con la Grecia, il 2 febbraio scorso. Il ministro dell’Interno turco Suleyman Soylu ha subito scagliato le sue accuse contro un’Unione europea “debole e disumana”, e in particolare contro la Grecia, responsabile delle morti per congelamento lungo il confine a causa dei respingimenti operati dalla sua polizia di frontiera. Critiche che la Grecia ha rispedito al mittente, contestando l’inefficacia delle misure di controllo della Turchia sulle partenze clandestine verso il confine greco. Non è la prima volta che i due Paesi si scontrano negli ultimi anni: la questione dei migranti è un terreno scivoloso sul quale i toni delle reciproche diplomazie non esitano a infiammarsi ciclicamente. Le divergenze politiche, tuttavia, tra le quali la gestione dei flussi migratori è solo quella più drammaticamente attuale, non hanno impedito alle due potenze di riaffermare le proprie intese economiche.
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/09/mediterraneo/grecia-turchia-gli-interessi-economici-prevalgono-sulle-tensioni-politiche-per-ora/

10 febbraio: Libération: Luc Montagnier è morto, ci sono le prove

Il premio Nobel per la medicina e virologo Luc Montagnier è morto martedì all’ospedale americano di Neuilly.
Il certificato di morte è stato depositato presso il municipio secondo le informazioni della sezione “Checknews”. A mettere fine al ‘giallo’ durato oltre due giorni è il quotidiano Libération, uno dei più autorevoli media francesi, che pubblica fact-checking nelle sezioni Desintox e CheckNews di Libération
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/liberation-luc-montagnier-morto-ci-sono-le-prove-4c6a16af-e62c-4bf7-8252-3142de793475.html

10 febbraio: Pechino 2022, l’Italia trionfa nel curling

Constantini e Mosaner entrano nella storia degli sport invernali azzurri conquistando la prima medaglia in assoluto per il curling italiano alle Olimpiadi
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/pechino-2022-litalia-trionfa-nel-curling-5944f5a1-356d-47bb-a62f-0e76b52b3409.html

10 febbraio: Pechino 2022, la “scopa” d’oro di Constantini e Mosaner entra nel Museo olimpico

La Fondazione olimpica ha chiesto ai due azzurri di donare un oggetto che ricordasse il loro successo al Museo a Cinque Cerchi di Losanna così da ispirare le giovani generazioni e promuovere lo spirito olimpico.
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/pechino-2022-la-scopa-doro-di-constantini-e-mosaner-entra-nel-museo-olimpico-curling-da12df9b-af44-4b20-b5f0-7c85a5d4e0c5.html

La neve artificiale alle Olimpiadi è made in Italy: a Pechino di “invernali” restano le discipline

I cannoni sparano la neve artificiale sulle piste da snowboard a Zhangjiakou (Getty Images)

Basta voltarsi verso le colline o le montagne vicine alle piste per capire che la neve non è neve. O meglio non è lo scenario che si potrebbe immaginare parlando con qualcuno di Olimpiadi invernali. Nulla di nuovo per gli atleti che ogni quattro anni si spostano in capo al mondo per affermarsi nella propria disciplina. La mancanza di una risorsa essenziale, l’incognita neve, oramai non scoraggia nemmeno gli organizzatori né il Paese ospitante, che pur di accogliere l’evento internazionale farebbero l’impossibile
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/la-neve-artificiale-made-in-italy-alle-olimpiadi-di-pechino-2022-di-invernali-restano-soltanto-le-discipline-b19cf47b-f448-4f01-bd5b-94cfeab59e3f.html

10 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Assemblea organizzativa Cgil – Rimini 10-11-12 febbraio

Landini: «Parliamo al Paese per essere protagonisti del cambiamento»
Emanuele Di Nicola – Collettiva

Davanti ad oltre mille delegati, il segretario generale della Cgil apre l’assemblea di Rimini: “Affrontiamo la sfida della trasformazione. Costruiamo un nuovo modello sindacale per rappresentare tutti i lavoratori. Al governo e alle imprese diciamo basta precarietà”
di seguito la relazione introduttiva di Maurizio Landini
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/video/landini_parliamo_al_paese_per_essere_protagonisti_del_cambiamento_-1857934/

Il lavoro crea il futuro. La prima giornata
Il video integrale della sessione pomeridiana che ha aperto l’Assemblea organizzativa della Cgil al Palacongressi di Rimini

Altri interventi in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/video/confederali_con_lo_sguardo_al_futuro-1859562/

Pronti ad un percorso di unità
Piepaolo Bombardieri Uil

https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/video/pronti_ad_un_percorso_di_unita_-1859305/

2019-2022, il racconto del lavoro
Ivana Marrone – Collettiva

Dai giorni del XVIII Congresso di Bari all’Assemblea organizzativa di Rimini, cronistoria per immagini della storia recente della Cgil in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/video/2019-2022_il_racconto_del_lavoro-1857227/

Storia di un’assemblea
Ilaria Romeo – Collettiva

Dalla prima conferenza di organizzazione della Cgil del dicembre 1954 a quella in programma in questi giorni a Rimini, un lungo percorso tutto dedicato a diritti e lavoro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/news/storia_di_un_assemblea-1855978/


Sbarra: “Sistema economico in grande sofferenza, il Governo apra una vera fase di confronto”

“Chiediamo al Governo di aprire una vera fase di confronto per discutere di politica dei redditi e di come governare questa fiammata inflazionistica che taglia i redditi delle famiglie italiane”. Così il leader della Cisl, Luigi Sbarra a margine del III congresso provinciale della Cisl Palermo Trapani in corso a Isola delle Femmine (Palermo), ricordando che “dovremo fronteggiare ancora per molti mesi una crisi che si annuncia lunga e pesante soprattutto per famiglie, lavoratori dipendenti, pensionati e anche per il sistema delle imprese.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/in-evidenza/lavoro-sbarra-sistema-economico-in-grande-sofferenza-il-governo-apra-una-vera-fase-di-confronto/

Roma, Attacco alla sede della Cgil in viale Irpinia

Il sindacato condanna il vile atto fascista e la strumentalizzazione “vergognosa della vicenda di Lorenzo Parelli”, lo studente morto durante l’ultimo giorno di alternanza scuola lavoro a Udine
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/news/roma_attacco_alla_sede_della_cgil_in_viale_irpinia-1857445/

Genova. Leonardo, salvo il comparto automazione
Viviana Carreddu – Collettiva

Ci sono voluti mesi di mobilitazione dei lavoratori e 40 ore di sciopero per convincere l’azienda a non cedere una business unit importante e strategica. Fiom Cgil: “Adesso gli investimenti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/news/leonardo_salvo_il_comparto_automazione-1857827/


CLAB – Camera del Lavoro Autorganizzata Bari

ASSEMBLEA PUBBLICA COL COLLETTIVO DI FABBRICA DELLA GKN

Padova, Valvitalia comunica la chiusura dello stabilimento di Due Carrare

L’8 febbraio scorso, durante un incontro tra la Direzione Aziendale di Valvitalia, assistita da Assolombarda, e la Rsu di stabilimento, insieme ai sindacati del territorio, i vertici hanno comunicato l’intenzione di avviare una procedura di trasferimento collettivo di tutto il personale (a oggi 85 tra operai, impiegati e dirigenti) dello stabilimento di Due Carrare, provincia di Padova, presso lo stabilimento di Rivanazzano, provincia di Pavia, a partire dal primo aprile prossimo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/10/news/padova_valvitalia_comunica_la_chiusura_dello_stabilimento_di_due_carrare-1856111/

Marche, pochi asili nido e costi alti. Cgil: una vera e propria emergenza

Nelle Marche solo a un bambino su quattro viene garantito il diritto di frequentare un asilo nido. Una situazione che rappresenta una vera e propria emergenza. Secondo gli ultimi dati dell’Istat elaborati dalla Cgil, nella regione ci sono 29.447 bambini e bambine da 0 a 2 anni, a fronte dei quali i posti disponibili in asili nido, micro nidi o sezioni primavera, pubblici o privati sono solo 8.697. Ciò significa che appena il 27,7%, ovvero poco più di un bambino su quattro, può usufruirne mentre ben 20.750 bambini e bambine sono esclusi dal circuito dei nidi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/09/news/marche_pochi_asili_nido_e_costi_alti_cgil_una_vera_e_propria_emergenza-1854435/

Baker Hughes-Nuovo Pignone, sindacati: esclusi dal confronto sugli investimenti

“Sono passati più di due mesi da quando abbiamo chiesto alla Regione Toscana di convocare un incontro urgente – sottolineano i sindacati di categoria Fim, Fiom e Uilm – per discutere dell’utilizzo dei fondi derivanti dal Pnrr relativamente alle modalità in cui potrebbe beneficiarne Baker Hughes-Nuovo Pignone. Ieri, durante un incontro in azienda, abbiamo appreso che lo scorso 31 gennaio la dirigenza ha incontrato e informato la Regione circa i progetti industriali per la transizione energetica che partiranno a fronte dei finanziamenti non solo europei, ma pure regionali”
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/baker-hughes-nuovo-pignone-sindacati-esclusi-dal-confronto-sugli-investimenti/

“Nessuno tocchi S. Francesco”. Il no dei frati al Forum Acqua

Emilio Molinari e Associazione Laudato si’ contro l’inganno di un Forum Mondiale sull’Acqua che il governo vorrebbe portare ad Assisi – indetto non dall’Onu o da qualche altro organismo sovranazionale, ma dal Consiglio Mondiale dell’Acqua, una lobby di aziende multinazionali che fanno dell’acqua una merce
Daniela Padoan sulla propria pagina Facebook
https://www.facebook.com/daniela.padoan.7


Unione sindacale di base

Roma ospiterà dal 6 all’8 maggio 2022 il 18° congresso della Federazione Sindacale Mondiale, organizzato da USB
continua in
https://www.facebook.com/unionesindacaledibase/photos/a.400057483381285/4733219540065036/



Severino Galante sulla propria pagina Facebook
IL GIORNO DEL RICORDO: GERMANIA E ITALIA

Alla fine del 1946 nelle quattro zone di occupazione in cui i vinciatori della seconda guerra mondiale avevano diviso la Germania sconfitta erano censiti poco meno di 10 MILIONI di tedeschi espulsi da Paesi europei nei quali erano storicamente presenti come minoranze nazionali. 
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=7036288306443838&set=a.893105160762214

Nella foto: rifugiati tedeschi nella Prussia



“Il tempo rimasto”: un film sulla densità della vita.
Intervista a Daniele Gaglianone

Il regista torinese Daniele Gaglianone ha fatto un film strano, dove la malinconia è il guscio che serra molti stati dell’anima. Ha fatto un film sui vecchi e li ha fatti parlare, una storia dietro l’altra che poi intersecano o divergono, vanno avanti e indietro, un labirinto di emozioni. Ricchi, poveri, contadini, aristocratici: le vite incredibili di un mondo che vive qui, ma è lontanissimo. Durante il film uno si domanda, tra le altre cose: ma io avrò questi ricordi da raccontare ai nipoti e ai figli quando sarò vecchio? 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/10/il-tempo-rimasto-un-film-sulla-densita-della-vita-intervista-a-daniele-gaglianone/ 



LA COLLEZIONE MAST
“Un alfabeto visivo dell’industria, del lavoro e della tecnologia” (Bologna, 10 febbraio – 22 maggio 2022)

Nei primi anni 2000 la Fondazione MAST ha creato il suo spazio dedicato alla fotografia dell’industria e del lavoro con l’acquisizione di immagini da case d’asta, privati, gallerie d’arte, fotografi e artisti. Il patrimonio della Fondazione, che già conteneva un fondo che raccoglieva filmati, negativi su vetro e su pellicola, fotografie, album, cataloghi che negli stabilimenti del gruppo Coesia venivano prodotti fin dai primi del Novecento, si è così arricchito ed è andato oltre ai parametri di materiale promozionale e documentaristico delle imprese del Gruppo industriale. Attualmente la collezione conta più di 6000 immagini e video di celebri artisti e maestri dell’obiettivo, oltre ad una vasta selezione di album fotografici con migliaia di immagini, che come avveniva solitamente nell’area industriale, sono prodotte da autori sconosciuti o dagli stessi tecnici dell’impresa che operavano per hobby, ma non per questo meno rappresentative del mondo del lavoro (…) 
continua in
https://www.mast.org/the-mast-collection



Il Monumento equiparato (espropriato!)

Ad Arcore (MB) il sindaco (FdI) rinomina l’opera dedicata alla Resistenza per commemorare la Giornata del Ricordo tra accostamenti espliciti delle vittime della Shoah e del nazifascismo con quelle delle foibe. 

Al revisionismo non c’è mai fine, sembrerebbe. Non solo se c’è chi vorrebbe riscrivere la storia, piegandola a suo favore, ora c’è anche chi si è spinto oltre “espropriando” un monumento ai caduti della Resistenza. Ė accaduto il 10 febbraio ad Arcore –Brianza, Lombardia – dove il sindaco Maurizio Bono, primo cittadino da pochi mesi, nonostante sostenga di non avere alcuna tessera di partito non nasconde di aver ricevuto l’imprimatur da Fratelli d’Italia nelle persone di Federico Romani e Daniela Santanchè
continua in
https://www.patriaindipendente.it/servizi/il-monumento-equiparato/


error: Content is protected !!