2021 . 12 – Dicembre (dal 21 al 31 dicembre)

Catalina Duarte, ballerina del Teatro Comunale di Santiago del Cile

21 dicembre: Una sinistra da andare a prendere alla fine del mondo
Marco Sferini – la Sinistra quotidiana

Europa e America del Sud dentro la globalizzazione liberista possono sembrare mondi vicini, eppure rimangono molto lontani quando si tratta di interpretarne i cambiamenti sociali e politici che si sono susseguiti durante i primi due anni della pandemia. Il Covid-19 ha sconvolto non solo i piani della struttura economica capitalista da continente a continente, non solo ha fatto fibrillare le borse e costretto grandi magnati a ridefinire le ragioni e le finalità produttive, occupando nuove fette di mercato, reinventandosi e ricercando sempre maggiori interventi pubblici a protezione degli interessi esclusivamente privati
continua in
Una sinistra da andare a prendere alla fine del mondo – la Sinistra quotidiana

21 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Il punto sulla pandemia, il nuovo stadio di Milano e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 21 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La pandemia va sempre più in fretta e il premier Draghi parla di “Massima cautela per la variante Omicron”. Da settimane il sistema di tracciamento è saltato. Le regioni frenano sui tamponi anche per i vaccinati prima degli eventi e i presidi sulle vacanze di Natale più lunghe. Record di contagi negli Stati Uniti, dove la variante Omicron sta diventando dominante. L’inchiesta sulle plusvalenze nel calcio si allarga, ora è coinvolta anche l’Inter. Milan e Inter hanno scelto il progetto per il nuovo stadio di Milano, mentre l’attuale San Siro dovrebbe essere demolito dopo le Olimpiadi invernali del 2026. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-21-dicembre/

21 dicembre: Quirinal Party 21/12/21, la mano tesa di Renzi a Salvini
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

Salvini era stato rimbalzato da tutti quando aveva tentato il suo primo “giro di consultazioni” per trovare un nome condiviso per l’elezione del Presidente della Repubblica. E così si era indebolito, anche nella competizione interna al centrodestra con Giorgia Meloni, la quale infatti ha rilanciato tirando fuori il nome di Letizia Moratti. E oggi chi dà una mano a Salvini, per consentirgli di risollevarsi? Renzi. Lo fa tramite Maria Elena Boschi che in una intervista dice a Salvini: “Lavoriamo insieme per il Quirinale”
continua in
Quirinal Party 21/12/21, la mano tesa di Renzi a Salvini – Radio Popolare

Covid Italia, il bollettino del 21 dicembre: 30.798 casi e 153 decessi. Tasso positività scende al 3,6%
Sono 30.798 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 16.213. Sono invece 153 le vittime in un giorno contro le 137 del giorno precedente. I nuovi positivi sono risultati da 851.865 tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore in Italia (ieri erano stati 337.222). Il tasso di positività è al 3,6%, in calo rispetto al 4,8% di ieri. Sono 1.012 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 25 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 96. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 8.381, ovvero 280 in più rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/21/news/covid_italia_il_bollettino_del_21_dicembre-331071232/

I numeri della pandemia
Covid: in Italia superata quota 30mila contagi, non accadeva da 13 mesi
Nelle 24 ore sono 30.798 i positivi al Covid e 153 le vittime, il dato più alto di questa ondata. Tasso di positività scende a 3,6%
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-dati-21-dicembre-2021-superata-soglia-30-mila-contagi-nelle-24-ore-afeb3866-578e-472c-9ac4-ffd896376425.html

Scholz: “Contagi aumenteranno in modo massiccio”. Stop disco e partite a porte chiuse in Germania
Nuove misure a partire dal 28 dicembre. “Non è più il tempo per grandi feste di Capodanno”, ha detto alla stampa il cancelliere tedesco. Restrizione ai contatti sociali anche per vaccinati e guariti, limite di incontri privati a massimo dieci persone
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-Germania-Schoilz-stop-discoteche-eventi-sportivi-a-porte-chiuse-acddd4ed-8ea8-4b5a-9553-8d8a810124b5.html

Agenzia europea del farmaco
Covid, Ema: “La situazione epidemiologica resta preoccupante”
“È chiaro che c’è un calo di efficacia dei vaccini contro la variante Omicron”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-Ema-situazione-epidemiologica-resta-preoccupante-17d640eb-db50-490e-ab54-67822b13245b.html

21 dicembre: Conferenza degli Ambasciatori alla Farnesina
Draghi: “Anni molto difficili ma l’Italia ha saputo reagire. Omicron ci obbliga a massima cautela”
“La pandemia e la crisi economica hanno colpito soprattutto i più deboli” dice il premier. “Con i vaccini abbiamo salvato vite e siamo ripartiti”. E ancora: “Il Pnrr non è il piano di rilancio di questo governo. È il piano di tutto il Paese”. Quindi l’auspicio che “venga fatta luce sul brutale assassinio dell’ambasciatore Luca Attanasio”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Draghi-anni-molto-difficili-ma-Italia-ha-saputo-reagire-covid-crisi-economica-pnrr-vaccini-f14c79bd-1016-45f0-b040-c247cbcdff64.html

Cosa c’è nella Manovra: cartelle, disturbi alimentari e case occupate, mobili, tavolini, Superbonus
La Manovra arriva nell’Aula del Senato, votato il mandato ai relatori
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Cosa-nella-Manovra-cartelle-disturbi-alimentari-case-occupate-mobili-tavolini-Superbonus-80123f8f-4fac-4c88-b9ad-aad70c9f6d46.html

21 dicembre: Delocalizzazioni. Approvato emendamento dettato da Confindustria, rigettato quello di Potere al Popolo
La Commissione Bilancio del Senato ha respinto l’emendamento del senatore Mantero di Potere al Popolo, scritto insieme a una rappresentanza dei lavoratori GKN e ad esperti di diritto, approvando invece quello Orlando-Todde, un emendamento letteralmente ritagliato sulle esigenze di Confindustria
continua in
Delocalizzazioni. Approvato emendamento dettato da Confindustria, rigettato quello di Potere al Popolo – Contropiano


Sciopero generale per quale Italia e quale Europa
La redazione di transform!Italia ha incontrato Fausto Bertinotti. La registrazione dell’incontro in
Sciopero generale per quale Italia e quale Europa – Transform! Italia (transform-italia.it)


21 dicembre: 30 miliardi per ballare il cancan mezz’ora prima!
Angelo Tartaglia – Volere la luna

Una grande notizia. Trenitalia con i suoi Frecciarossa 1000 ha inaugurato un collegamento con due corse al giorno di andata (e altrettante di ritorno) tra Milano e Parigi, passando per Torino. Il viaggio Torino Porta Susa – Parigi Gare de Lyon dura, al mattino, 6 ore e 11 minuti e, al pomeriggio, 5 ore e 44 minuti. Il treno, tra l’altro, raggiunge il centro di Lione nella stazione Lyon Part Dieu (non come il TGV che una sola volta al giorno, su tre, ferma a una ventina di chilometri dalla città, a Lyon Saint Exupéry) e lì, essendo veloce, sosta per una ventina di minuti (poco meno dura la sosta della corsa del mattino a Modane)
continua in
30 miliardi per ballare il cancan mezz’ora prima! (volerelaluna.it)

21 dicembre: Soldati sotto il vessillo del Cane a sei zampe
Sofia Basso – Sbilanciamoci

Un rapporto di Greenpeace ha svelato che nel 2021 circa due terzi della spesa italiana per le missioni militari sono destinati a operazioni a tutela di gas e petrolio, quasi 800 milioni di euro. Dalla Guinea alla Libia, al Mozambico. Così si aggrava la crisi climatica con risorse pubbliche
continua in
https://sbilanciamoci.info/soldati-sotto-il-vessillo-del-cane-a-sei-zampe/

21 dicembre: Gruppo Wagner in Mali: l’Europa teme l’influenza russa
Daniele Molteni – Il Caffè Geopolitico

La presenza del gruppo Wagner in Africa centrale e occidentale rappresenta una minaccia per gli interessi francesi ed europei. Grazie a report, foto e video l’identità e l’operatività è ormai chiara. Cosa significa il continuo dispiegamento di mercenari dal punto di vista della strategia di Mosca? Questa nuova presenza in Mali porterà a diversi equilibri nella regione?
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/935600/gruppo-wagner-in-mali-leuropa-teme-linfluenza-russa

21 dicembre: La nostalgia sovietica di Vladimir Putin
Pierre Haski –  L’Obs e Internazionale

Ben prima della dissoluzione dell’Unione Sovietica – trent’anni fa, il 25 dicembre 1991 – un consulente di Michail Gorbaciov si era rivolto in modo ironico agli occidentali: “Vi renderemo il peggiore dei servizi, vi lasceremo senza nemici”. In effetti, nel corso di quelle frenetiche giornate del dicembre 1991, la “minaccia” di veder sparire uno dei pilastri dell’equilibrio strategico del ventesimo secolo fece suonare l’allarme in occidente. Quando il presidente francese François Mitterrand chiamò Gorbaciov, racconta l’ex portavoce del Cremlino Andrej Gracev, “la sua voce solitamente imperturbabile era piena di emozione, tanto che fu Gorbaciov a consolarlo”

21 dicembre: Gli archivi nascosti del Pentagono rivelano i fallimenti negli attacchi aerei mortali
Azmat Kham – New York Times e Contropiano

Poco prima delle 3 del mattino del 19 luglio 2016, le forze delle operazioni speciali americane hanno bombardato quelle che credevano essere tre “aree di sosta” dell’ISIS alla periferia di Tokhar, un borgo lungo il fiume nel nord della Siria. Hanno riferito di 85 combattenti uccisi
continua in
Gli archivi nascosti del Pentagono rivelano i fallimenti negli attacchi aerei mortali – Contropiano

21 dicembre: I Pm indagano su 100 milioni di plusvalenze
Plusvalenze, blitz della Guardia di Finanza nella sede dell’Inter e della Lega Calcio
La FC Internazionale in un comunicato: “I bilanci della società sono redatti nel rispetto dei più rigorosi principi contabili”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Blitz-Gdf-nella-sede-dell-Inter-e-Lega-Calcio-100-milioni-di-plusvalenze-f280d165-a4db-433d-8427-849235170d46.html

21 dicembre: Adriano Sofri. Una notte, a Trieste, la cena inconsapevole con Ace Mermolja, poeta sublime*
Piccola Posta – Il Foglio

Venerdì sera, a Trieste. È appena finita la presentazione della versione italiana del libro “L’organizzazione antifascista Borba, 1927-1930”, dello storico triestino sloveno Milan Pahor, dedicato all’altro monumento di Basovizza davanti al quale i due presidenti si tennero per mano. L’edizione è la gloriosa ZTT-EST, l’editore è un poeta, Ace Mermolja. È un uomo grande, in forma, andiamo insieme verso una trattoria. Sono cauto, come chi cammina accanto a un poeta di cui non ha ancora letto le poesie. A un tratto mi chiede: “Sei asmatico?”.
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/21/news/una-notte-a-trieste-la-cena-inconsapevole-con-ace-mermolja-poeta-sublime-3483225/

21 dicembre: LETTERA APERTA DELLA MADRE DI JULIAN ASSANGE AL MONDO
La Bottega del Barbieri
di Christine Assange (lettera ripresa da pressenza.it)

Cinquant’anni fa, quando ho partorito per la prima volta come giovane madre, pensavo che non ci potesse essere dolore più grande, ma l’ho dimenticato presto quando ho tenuto tra le braccia il mio bellissimo bambino. L’ho chiamato Julian
continua in

https://www.labottegadelbarbieri.org/lettera-aperta-della-madre-di-julian-assange-al-mondo/


Filosofia e scienza
Vicenzo Costa – La Fionda

La pandemia ha fatto emergere un enorme problema nel rapporto tra i saperi, e in particolare tra filosofia e scienza. Da un lato sembra esservi una filosofia che pretende di saperne più degli scienziati, dall’altro una scienza che tende a considerare la filosofia come mero discorso ideologico, da usare (quando conviene, tipo ciliegina che abbellisce la torta) o da irridere, quando non conviene, quando dice qualcosa che stona. I meccanismi mediatici diventano poi terribili, stritolano, diventano violenti verso le persone, le idee e verso un intero settore disciplinare. 
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/21/filosofia-e-scienza/

Raffaello La scuola di Atene




21 dicembre: Il dubbio come fonte della democrazia costituente
Gennaro Imbriano – La Fionda
Si procederà per slogan, per “tesi”, sette per la precisione, molto secche e immediate.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/20/il-dubbio-come-fonte-della-democrazia-costituente/

Scienza e buona politica. Pietro Greco e il concetto di cittadinanza scientifica

Walter Tocci – Strisciarossa
Ho conosciuto Pietro Greco dagli scranni del Parlamento. Mi occupavo di politica dell’università e della ricerca e ho avuto il privilegio di poter contare sul suo contributo. Mi offriva proposte concrete, che subito facevo mie e riportavo nel dibattito parlamentare. Di solito venivano respinte, ma non ci perdevamo d’animo, né io né lui, e riprendevamo l’iniziativa insieme al movimento di ricercatori che in quei primi anni duemila si batteva contro gli scriteriati tagli ai fondi per la ricerca e la mortificazione di quella ricerca curiosity driven, di cui Pietro ha sottolineato sempre l’importanza. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/scienza-e-buona-politica-pietro-greco-e-il-concetto-di-cittadinanza-scientifica/

21 dicembre: Non salvate il “natale”
Gabriele Guzzi and L’Indispensabile – La Fionda

È ormai il secondo anno che sentiamo l’espressione: “bisogna salvare il natale”. La curva dei contagi cresce, quella delle ospedalizzazioni anche. Bisogna mettere in atto una strategia per evitare il peggio, migliorare la condizione sanitaria. Questo significa “salvare il natale”. Sembra, tutto sommato, un’espressione innocente, anche giustificata, e infatti è la seconda volta che giornalisti, politici, preti, cantanti, la utilizzano senza suscitare alcuna reazione. Se i contagi aumentano, bisogna correre a porre in salvo la dolce festività
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/21/non-salvate-il-natale/


21 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

La crisi sanitaria di oggi viene da lontano
Potere al Popolo
Per comprendere nonché rammentare maggiormente, ed in modo inequivocabile, quanto avviene nel nostro Paese e del perché il Governo Draghi e buona parte dei media dichiarano che si è giunti alla soglia dell’obbligatorietà del vaccino, necessita, in primo luogo, fare un salto indietro nel tempo
continua in
La crisi sanitaria di oggi viene da lontano – Contropiano

21 dicembre: Una trattativa per cambiare, ma sarà una vera riforma?
Paolo Andruccioli – Collettiva

Il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, commenta l’avvio della trattativa sul sistema previdenziale e la disponibilità del governo a discutere a tutto campo sulla base della piattaforma unitaria dei sindacati. Oggi la road map. Rimane critico il giudizio sulle scelte della Legge di bilancio
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/12/21/news/parte_la_trattativa_per_cambiare_ma_sara_una_vera_riforma_-1750424/

Lavoro, c’è l’intesa per gli statali
Funzioni centrali: firmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto. Riguarda 250mila lavoratori. Cgil: “Un risultato importante”. L’aspetto più innovativo: la disciplina del lavoro agile
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/21/news/lavoro_c_e_l_intesa_per_gli_statali-1750991/

Torino. Bisogna fermare la strage, basta morti sul lavoro
Dopo la tragedia di sabato in cui sono morti tre operai, oggi in piazza Castello il presidio indetto da Cgil Cisl Uil per denunciare, ancora una volta, la situazione intollerabile della mancanza di sicurezza
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/21/news/bisogna_fermare_la_strage_basta_morti_sul_lavoro-1751228/

ITA: Un’azienda pubblica che nasce già con i vecchi vizi
Unione sindacale di base
USB non sottoscrive il taglio dei diritti e dell’occupazione e lancia l’allarme sulla trasparenza
continua in
ITA: Un’azienda pubblica che nasce già con i vecchi vizi – Contropiano

Poste, la protesta dei somministrati
I 425 lavoratori di Adecco hanno scioperato e manifestato a Roma davanti alla sede in viale Europa. Chiedono la fine della precarietà. Dall’azienda di Stato nessuna risposta
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/21/gallery/poste_la_protesta_dei_somministrati-1750888/

Stop all’autonomia differenziata delle regioni. Oggi la manifestazione
Nonostante ogni evidenza, il Governo Draghi sta proseguendo sulla strada del regionalismo spinto, inserendo come collegato alla Legge di Bilancio un DDL per “l’attuazione dell’Autonomia Differenziata”, senza che ne sia noto – sempre che esista – il testo, impedendo alle cittadine e ai cittadini, alle forze sociali e politiche di conoscere un progetto che provocherebbe la frantumazione della Repubblica con conseguenze irreversibili sulla vita di tutte e tutti, nella situazione già molto grave in cui versano interi settori sociali
continua in
Stop all’autonomia differenziata delle regioni. Oggi la manifestazione – Contropiano

Studenti, la “Lupa” chiama a raccolta le scuole del paese
Lo stanno cominciando a chiamare la “Lupa”, trent’anni dopo la “Pantera”, il movimento studentesco che per ora ha agito soprattutto nella città di Roma, ma che i ragazzi e le ragazze della capitale puntano a espandere a tutto il territorio nazionale
continua in
Studenti, la “Lupa” chiama a raccolta le scuole del paese – Contropiano

Torino: Extinction Rebellion occupa l’ingresso del consiglio regionale
Attivisti di Extinction Rebellion hanno occupato l’ingresso del Consiglio Regionale del Piemonte per denunciare l’assenza di politiche regionali che abbiano l’obiettivo di contrastare la crisi climatica ed ecologica
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/torino-extinction-rebellion-occupa-lingresso-del-consiglio-regionale/

Lotte, alternativa di società, convergenza dei movimenti: Intervista a Dario Salvetti
Attac Italia
Intervista a Dario Salvetti (Collettivo di Fabbrica GKN Firenze)
continua in
https://www.attac-italia.org/lotte-alternativa-di-societa-convergenza-dei-movimenti-intervista-a-dario-salvetti/

22 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
L’autocandidatura di Draghi, bonus edilizio e truffe, la storia di Makbil e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 22 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Corsa al Colle, la mossa di Draghi spariglia tutto e mette in agitazione il centrodestra. Il premier si è, di fatto, candidato al Quirinale dicendo che in questo modo la maggioranza non si spaccherebbe e l’azione di governo potrebbe andare avanti anche se con qualcun altro a palazzo Chigi. “Abbiamo consegnato il Pnrr e creato le condizioni perché il lavoro continui, indipendentemente da chi ci sarà al governo”, le sue parole. Un colpo per Berlusconi, che cerca di stopparlo: “Deve restare a palazzo Chigi, almeno fino al 2023”. Intanto va avanti l’approvazione della finanziaria, ma con una frecciata ai partiti sul bonus edilizio del 110% sulle facciate. Nuovo balzo dei contagi e si prevedono nuove misure. Naufragio nell’Egeo, decine di persone sono date per disperse. E la storia di Makbil, un neonato di sedici giorni che ha trascorso metà della sua vita in mare, su una nave, quella di Sos Mediterranée. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
L’autocandidatura di Draghi, bonus edilizio e truffe, la storia di Makbil e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

22 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 22 dicembre: 36.293 nuovi casi, 146 morti
Nelle ultime 24 in Italia si sono registrati 36.293 nuovi casi di coronavirus su 779.303 tamponi, e 146 morti. Il tasso di positività sale così al 4,7% (+1%). Sono 1.010 i pazienti in terapia intensiva, 2 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 92. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 8.544, ovvero 163 in più rispetto a ieri
continua in
Covid Italia, il bollettino del 22 dicembre – la Repubblica

22 dicembre: Covid, il governo prepara la stretta contro la variante Omicron
Domattina la Cabina di regia, nel pomeriggio il Consiglio dei ministri. Alle 15 Draghi riunisce il governo sul Pnrr. Ipotesi Super green pass nei luoghi di lavoro
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/domattina-la-Cabina-di-regia-nel-pomeriggio-il-Consiglio-dei-ministri-cdbe8bd3-f443-4519-9dcf-4151f3d342d4.html

22 dicembre: Delta più Omicron: nella lotta contro il Covid resta fondamentale il vaccino
Cristiana Pulcinelli – Strisciarossa

Aspettando giovedì 23 dicembre, giorno in cui Mario Draghi ha convocato la cabina di regia sul Covid-19, le regioni e le città hanno cominciato a fare da sole per cercare di salvare le feste. Ad esempio, i sindaci di Roma, Milano, Bergamo, Bologna, Torino, Genova, Venezia, Padova e Lecce già nei giorni scorsi hanno deciso l’obbligo di mascherine all’aperto nelle strade del centro, quelle più affollate per lo shopping natalizio. A Napoli dal 23 dicembre al primo gennaio le piazze nelle zone pedonali più frequentate della città saranno chiuse o ad accessi controllati. Anche i presidenti delle regioni hanno cominciato a correre ai ripari per evitare le possibili conseguenze della quarta ondata. Nel Lazio, Zingaretti ha emanato un’ordinanza secondo cui dal 23 dicembre scatterà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto su tutto il territorio regionale. La stessa decisione era stata presa da Zaia per il Veneto già dal 18 dicembre. In Campania De Luca ha vietato feste di laurea, scolastiche e di compleanno al chiuso, oltre alle feste di piazza a Natale e Capodanno.
continua in
https://www.strisciarossa.it/delta-piu-omicron-nella-lotta-contro-il-covid-fondamentale-il-vaccino/

La situazione della pandemia
Covid, in Gran Bretagna superati i 100 mila casi nelle 24 ore
Al via la quarta dose booster in Israele e in Germania
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-oltre-100-mila-casi-in-gb-quarta-dose-in-israele-e-germania-francia-sospende-pillola-merck-5ad548c3-e4f4-4ca7-8543-cef6b672396d.html

Paxlovid
Covid, dalla FDA via libera alla pillola di Pfizer negli Usa
E’ il primo trattamento orale contro il coronavirus. Paxlovid riduce dell’89% i casi di ricovero per i pazienti che hanno ricevuto il farmaco entro tre giorni dai primi sintomi
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-Usa-FDA-via-libera-alla-pillola-di-Pfizer-Paxlovid-Nirmatrelvir-Ritonavir-2196d74e-21cb-40d9-a654-7e999e18e8e5.html

22 dicembre: Conferenza stampa di fine anno
Draghi: “Governo avanti indipendentemente da chi ci sarà. L’Italia ha tutto per tornare a crescere”
“ll mio destino personale non conta assolutamente niente, non ho particolari aspirazioni di un tipo o di un altro, sono un uomo e un nonno al servizio delle istituzioni” sottolinea il premier. E sui  vaccini dice: “Restano le strumento migliore di difesa. Invito tutti i cittadini a continuare a vaccinarsi e fare la terza dose, oggi è questa la priorità”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/governo-conferenza-stampa-di-fine-anno-del-premier-mario-draghi-segui-la-diretta-effc035e-c6b5-46b4-bca1-32ce48e6030d.html

Superbonus, ecobonus, sismabonus: pioggia di incentivi per la casa (confermati)
Superbonus, ecobonus e sismabonus, bonus facciate, idrico e per i mobili e infine un nuovo sconto per abbattere le barriere architettoniche. Nel 2022 restano quasi tutte le agevolazioni principali che hanno portato dopo la pandemia a un vero e proprio boom nel settore dell’edilizia. Un forte ridimensionamento arriva solo per i lavori sulle facciate, dove l’incentivo viene fortemente ridotto dal 90 al 60%
continua in
Superbonus, ecobonus, sismabonus: pioggia di incentivi per la casa (confermati) (avvenire.it)


22 dicembre: Contro il governo delle delocalizzazioni
Tommaso Chiti – Transform Italia

Mentre gli indicatori economici certificano un rimbalzo dell’economia italiana con una ripresa produttiva, confermata dal recente intervento della Presidente della Commissione UE, Von der Leyen; l’aritmetica algida dei dati non rispecchia il tipo di rilancio e soprattutto la redistribuzione di questa ricchezza
continua in
Contro il governo delle delocalizzazioni – Transform! Italia (transform-italia.it)


22 dicembre: Migranti. L’Oim: «In due giorni 163 morti al largo della Libia»
Sono 163 i migranti che “hanno perso la vita nell’ultimo fine settimana al largo della Libia”. Lo rende noto il portavoce dell’Oim per il Mediterraneo, Flavio di Giacomo. Di questi 102 dispersi al largo di Surman e 61 cadaveri recuperati al largo di Sabratha. Sono 1.508, spiega l’Organizzazione internazionale delle migrazioni, le persone morte nel 2021 lungo la rotta del Mediterraneo Centrale, “la più pericolosa nel mondo”
continua in
L’Oim: «In due giorni 163 morti al largo della Libia» (avvenire.it)

22 dicembre: Ue, Gentiloni: in arrivo minumum tax del 15% per le multinazionali
Tassazione per i gruppi con oltre 750 milioni di fatturato, in linea con l’accordo Ocse. Entrate per il bilancio Ue valutate tra 2,5-4 miliardi di euro l’anno
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ue-commissario-economia-paolo-gentilon-presenta-proposta-minimum-tax-al-15-per-cento-per-multinazionali-082cadb5-9927-4154-bed8-774ed489088f.html

La pandemia che la Commissione europea non vuole riconoscere: la povertà
Manon Aubry
, parlamentare europea de La France insoumise e co-presidentessa del gruppo GUE/NGL, punta il dito contro la Commissione europea, responsabile del crescente impoverimento economico e sociale e incapace di fornire risposte concrete per risolvere i problemi che le sue politiche di austerità, concorrenza e neoliberismo sfrenato hanno generato
continua in
La pandemia che la Commissione europea non vuole riconoscere: la povertà – Contropiano


Tutta la complessità del mondo
Roberto Rosso – Transform Italia

Il momento che attraversiamo ci offre una drammatica dimostrazione della complessità delle relazioni sociali economiche, naturali che caratterizzano il mondo in cui viviamo, della mancanza di un approccio equo, globale e partecipato a questa complessità, del rifiuto di affrontare questa complessità che richiederebbe da parte di tutti soggetti un senso del limite ed una condivisione delle responsabilità e delle conoscenze necessarie
continua in
Tutta la complessità del mondo – Transform! Italia (transform-italia.it)


22 dicembre: Milano, l’alba degli invisibili. Tra gli uomini soli in cerca di aiuto
Fulvio Fulvi – Avvenire

Pane Quotidiano, Caritas, Ordine di Malta sono tappe obbligate nel “pellegrinaggio” dei poveri: una giornata insieme agli ultimi (e ai volontari) della città
Disperati, rassegnati, soli con se stessi. I poveri di Milano sono un esercito silenzioso costituito da senza dimora, da uomini e donne che hanno perso il lavoro o non ce la fanno più a vivere con lo stipendio o la pensione. Invisibili le cui esistenze la pandemia ha reso ancora più pesanti. Li abbiamo incontrati al Refettorio della Caritas Ambrosiana di piazza Greco, in coda per ricevere prodotti alimentari ai banchi del Pane Quotidiano di viale Toscana, alla mensa dell’Opera San Francesco gestita dai Cappuccini di viale Piave. E di notte, accompagnati dall’Unità di strada del Cisom (Corpo Italiano di Soccorso del’Ordine di Malta) li abbiamo visti dormire dentro i sacchi a pelo negli angoli più bui delle periferie, nascosti negli androni dei palazzi del centro, sulle panchine dei parchi
continua in
Milano, l’alba degli invisibili. Tra gli uomini soli in cerca di aiuto (avvenire.it)

Ue apre la procedura d’infrazione contro la Polonia. Varsavia replica: attacco alla sovranità
Il commissario europeo alla Giustizia: fallito il tentativo di dialogo
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ue-apre-procedura-di-infrazione-contro-polonia-per-giurisprudenza-corte-costituzionale-e32d48f4-66b8-4385-9770-3658099e8a40.html

22 Dicembre: Germania: il fantasma dell’inflazione potrebbe far resuscitare l’austerity
Paolo Soldini – Strisciarossa
“Attention: un train peut en cacher un autre”: il cartello che si legge davanti ai passaggi a livello incustoditi in Francia potrebbe essere messo anche davanti al passaggio molto delicato di fronte al quale si trova lo spirito pubblico in Germania. C’è il treno dal quale i tedeschi debbono evitare di essere travolti aspettando che passi prima di attraversare i binari: l’epidemia. Ma dietro ce ne può essere un altro pronto, ai loro occhi, a farli a pezzi una volta scampati al primo: l’inflazione. 
continua in
https://www.strisciarossa.it/germania-il-fantasma-dellinflazione-potrebbe-far-resuscitare-lausterity/

22 dicembre: Perché il Governo svedese continua a cadere?
La frammentazione dello scenario politico, acuita dalla crescente sfiducia dell’elettorato verso i socialdemocratici, lo storico primo partito nell’ultimo decennio, ha reso la governabilità in Svezia sempre più precaria e incerta. Lo stallo parlamentare tra i due blocchi politici sinistra-destra (175 contro 174 seggi), il parlamentarismo negativo e il terzo polo sovranista sono le cause principali della continua caduta dei Governi nel corso del 2021La frammentazione dello scenario politico, acuita dalla crescente sfiducia dell’elettorato verso i socialdemocratici, lo storico primo partito nell’ultimo decennio, ha reso la governabilità in Svezia sempre più precaria e incerta. Lo stallo parlamentare tra i due blocchi politici sinistra-destra (175 contro 174 seggi), il parlamentarismo negativo e il terzo polo sovranista sono le cause principali della continua caduta dei Governi nel corso del 2021
continua in
Perché il governo svedese continua a cadere? | Il Caffè Geopolitico (ilcaffegeopolitico.net)

22 dicembre: Il “sovranismo di sinistra” si è rivelato un vicolo cieco, l’UE deve diventare terreno della ripresa del conflitto sociale
Franco Ferrari – Transform Italia
E’ opinione ormai largamente condivisa che l’Unione Europea stia attraversando un processo di cambiamento di cui però non sono per nulla chiari gli esiti. Al di là del percorso formale di riflessione avviato con la “Conferenza sull’avvenire dell’Europa” che dovrebbe completarsi nella primavera del 2022, è la pressione determinata dal contesto politico ed economico internazionale a mettere le classi dominanti di fronte alla necessità di trovare un nuovo assetto e di avviare politiche almeno parzialmente nuove
continua in
Il “sovranismo di sinistra” si è rivelato un vicolo cieco, l’UE deve diventare terreno della ripresa del conflitto sociale – Transform! Italia (transform-italia.it)

22 dicembre: Papa Francesco contro l’ergastolo, e un appello per i 9 italiani rifugiati a Parigi
Le dichiarazioni con le quali anche in questi giorni Papa Francesco ha preso posizione contro l’ergastolo, “perché deve restare una finestra di speranza”, consolidano l’esclusione di pene detentive senza possibilità di redenzione e scarcerazione dal magistero sociale dell’attuale Pontefice
continua in
Papa Francesco contro l’ergastolo, e un appello per i 9 italiani rifugiati a Parigi – Contropiano


L’ambientalismo senza giustizia sociale è giardinaggio
Roberto Musacchio – Transform Italia
continua in

L’ambientalismo senza giustizia sociale è giardinaggio – Transform! Italia (transform-italia.it)

Lo scatto, intitolato “Gli occhi speranzosi della ragazza che si guadagna da vivere tra la spazzatura”, ha fatto vincere al suo autore, il vietnamita ventenne Quoc Nguyen Linh Vinh, il titolo di Fotografo ambientalista dell’anno 2017


Nasce il Comitato Scientifico di Europa Verde, presidente Luca Mercalli
Europa Verde
 ha costituito un Comitato Scientifico a supporto delle proprie azioni e proposte sui temi della sostenibilità ambientale e della lotta ai cambiamenti climatici. Il Comitato, che affiancherà i co-Portavoce nazionali, Eleonora Evi e Angelo Bonelli, e la Direzione Nazionale, è presieduto dal climatologo Luca Mercalli
continua in
Nasce il Comitato Scientifico di Europa Verde, presidente Luca Mercalli

22 dicembre: Adriano Sofri. Così è annunciata la morte di Klaus Wagenbach, “vedova” di Kafka
Piccola Posta – Il Foglio

Di una vita lunga, tanto piena e tanto audace, la casa editrice da lui fondata ha scelto un elenco di connotati umani e civili. Molti di noi hanno frequentato la sua opera attraverso il grande amore per Franz Kafka
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/22/news/cosi-e-annunciata-la-morte-di-klaus-wagenbach-vedova-di-kafka-3486917/

Luca Billi – Verba Volant
Sono i giorni che precedono il Natale del 1940, Irving Berlin ha cinquantadue anni ed è già una leggenda. E’ l’autore di “God bless America”, che è ormai il “secondo” inno nazionale del paese. In quei giorni soggiorna in un resort di lusso di La Quinta, nella California del sud, un posto dove anche il suo amico Frank Capra si rifugia spesso per sfuggire dalla frenesia di Hollywood. Scrive le sue canzoni di notte. Quel fine settimana di dicembre vede gli aranci e le palme dalla finestra della sua suite e ha un’intuizione per un nuova canzone, ci lavora freneticamente e finalmente la consegna ai suoi collaboratori. Non so se sia vero, ma la leggenda dice che abbia commentato: “Non solo è la migliore canzone che io abbia mai scritto, è la migliore canzone che chiunque abbia mai scritto.”
continua in
(1) Verba volant | Facebook
Per saperne di più
i pensieri di Protagora…: Verba volant (738): bianco…


22 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Ita. Piovono pietre, ma non per i sindacalisti complici
Sergio Scorza – Contropiano
Secondo quanto risulta al Fatto, dopo aver rivisto in meglio le sue condizioni contrattuali e aver aderito al Contratto collettivo di categoria, la compagnia nata dalle ceneri della vecchia Alitalia si appresterebbe ad assumere una lunga lista di piloti e comandanti appartenenti soprattutto a #Cisl e #Uil ma anche a #Cgil#Ugl ed #Anpac
continua in
Ita. Piovono pietre, ma non per i sindacalisti complici – Contropiano

Poste, la protesta dei somministrati
I 425 lavoratori di Adecco hanno scioperato e manifestato a Roma davanti alla sede in viale Europa. Chiedono la fine della precarietà. Dall’azienda di Stato nessuna risposta
continua in
Poste, la protesta dei somministrati – Collettiva

22 dicembre: Le grandi manovre sul gas alimentano la “grande paura”
Stefano Porcari – Contropiano

I prezzi europei del gas restano altissimi dopo il record di ieri. I contratti Ttf olandesi, che servono da riferimento per il mercato dell’Ue, sono cresciuti di oltre il 20 per cento superando quota 182,5 euro per megawatt per le forniture di gas a gennaio
continua in
Le grandi manovre sul gas alimentano la “grande paura” – Contropiano

La posta in gioco sulle pensioni. Si ritorna all’Ottocento?
Sergio Cararo – Contropiano

Per fortuna sembra non esserci ancora identità di vedute nel confronto sulla previdenza tra governo e sindacati. Rimane la distanza sulle scelte da compiere per il 2023, una volta che si sarà esaurito l’esperimento di Quota 102 voluto da Draghi. L’ultima volta, era il 2012, nei confronti della controriforma Fornero furono fatte addirittura… tre ore di sciopero e “la Fornero” passò liscia come l’olio con qualche lacrima di circostanza
continua in
La posta in gioco sulle pensioni. Si ritorna all’Ottocento? – Contropiano

L’Eni e la transizione ecologica: l’allarme degli scienziati
Chiara Ferronato – Contropiano

Investire per limitare le emissioni di gas serra, CO2 in primis. Questo è il ritornello che soprattutto negli ultimi mesi si sente echeggiare da Bruxelles fino ai tavoli nazionali e regionali per la programmazione dei fondi del PNRR
continua in
L’Eni e la transizione ecologica: l’allarme degli scienziati – Contropiano

Tim, serve più trasparenza
Slc, Fistel e Uilcom chiedono un incontro ai vertici dell’azienda che però rimanda a gennaio. Col fiato sospeso oltre 40mila lavoratori
continua in
Tim, serve più trasparenza – Collettiva

22 dicembre: Espulsi dopo il voto contro la fiducia al governo Draghi
Il Consiglio di Garanzia dichiara nulla l’espulsione di 6 senatori dal gruppo del M5s del Senato
“Gli espulsi dal Movimento con questo provvedimento vengono reintegrati”, spiega Luigi Vitali, presidente del consiglio di garanzia che ha emesso la sentenza
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Senato-Consiglio-Garanzia-dichiara-nulla-espulsione-di-6-ex-M5s-99ec15dc-d3ae-43d9-b8b8-6d2594dc1083.html

Il Miur nel Lazio chiede sanzioni contro gli studenti che occupano le scuole
Gli studenti dell’OSA, hanno intercettato una circolare inviata dal direttore del Ufficio Scolastico Regionale (articolazione locale del Miur), nella quale si invitano i presidi a individuare e sanzionare gli studenti più attivi nella recente ondata di occupazioni delle scuole superiori a Roma
continua in
Il Miur nel Lazio chiede sanzioni contro gli studenti che occupano le scuole – Contropiano

Via l’amianto dalle scuole!
(…) un aspetto molto grave è rimasto ignorato: la presenza dell’amianto in una percentuale significativa di istituti. La situazione è stata riportata alla luce da una sentenza che si potrebbe definire storica del tribunale di Bologna, che ha condannato lo Stato a risarcire un milione di euro alla famiglia di un’insegnante, Olga D’Emilio, deceduta nel 2017 a causa di un mesotelioma contratto durante il suo servizio in una scuola media
continua in
Via l’amianto dalle scuole! – Contropiano


22 dicembre: L’emergenza e i morti di Covid. Che cosa c’è dietro un numero
Luca Billi – Allonsanfan

Qual è la soglia? Cento? Duecento? Mille? Quante persone possono morire in un giorno prima che scatti lo stato di emergenza? Quante persone devono morire in un giorno perché ciascuno di noi pensi che la situazione sta diventando davvero insostenibile? Ovviamente basta uno, se quell’uno è il nostro partner, uno dei nostri figli, o comunque una persona a cui vogliamo bene. 
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/12/22/soglia-numero-morti-emergenza-covid/?fbclid=IwAR3lxd9yYI_AIlFDw8CcxabMkF1RDWf24l2gntrhnCYRkYJVTf1a2Kee-Hg


23 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le nuove restrizioni anti-COVID decise dal governo, la svolta per la GKN di Firenze e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 23 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il Consiglio dei Ministri ha varato oggi un nuovo pacchetto di restrizioni che prova a mettere un freno alla diffusione del virus. Con l’elezione del Presidente della Repubblica sempre più vicina, oggi Silvio Berlusconi ha provato a blindare il centrodestra: “Parleremo con una voce sola”. È stata archiviata l’inchiesta su Carola Rackete per aver forzato il blocco navale italiano e portato in salvo a Lampedusa 214 naufraghi. La Procura di Roma, invece, ha chiesto la condanna degli otto carabinieri imputati nel processo sui presunti depistaggi dopo la morte di Stefano Cucchi. La GKN di Firenze ad una svolta: la fabbrica acquisita da un gruppo specializzato in reindustrializzazione, via i licenziamenti. Ma è presto per dire se sia una vittoria. Il nuovo adattamento di “West Side Story” firmato da Steven Spielberg è finalmente arrivato nei cinema. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
Le nuove restrizioni anti-COVID decise dal governo, la svolta per la GKN di Firenze e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

Covid Italia, il bollettino del 23 dicembre: 44.595 nuovi casi e 168 morti. E’ record di contagi
Sono 44.595 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore, record assoluto da quando quasi due anni fa è esplosa la pandemia. Ieri i casi erano stati 36.293. Il precedente record era stato registrato il 13 novembre del 2020, quando i casi individuati furono 40.902. I morti sono 168. Con 901.450 tamponi il tasso di positività sale al 4,9% (+0,3%)
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/23/news/covid_italia_il_bollettino_del_23_dicembre_-331324880/

Covid. Mai così tanti contagi giornalieri da inizio pandemia: oggi sono 44.595 con 168 decessi
Oggi il numero più alto dallo scoppio della pandemia. Il totale dei tamponi (tra molecolari e rapidi) è di 901.450 (ieri 779.303) con un rapporto positivi tamponi del 4,9% (rispetto al 4,7% di ieri). La regione con più casi odierni è la Lombardia (+12.913) seguito da Veneto (+5.023), Piemonte (+4.304), Campania (+3.599), Lazio (+3.006), Emilia Romagna (+2.860), Toscana (+2.780) e Sicilia (+2.078)
continua in
Covid. Mai così tanti contagi giornalieri da inizio pandemia: oggi sono 44.595 con 168 decessi – Quotidiano Sanità (quotidianosanita.it)

23 dicembre: Crollo gru, a Torino i funerali di Filippo Falotico: rose bianche per l’operaio morto a 20 anni
Susanna Picone – Fanpage
Oggi al Duomo di Torino i funerali di Filippo Falotico, il più giovane dei tre operai morti nel crollo della gru in via Genova. Roberto Peretto e Marco Pozzetti portati nei loro comuni in Lombardia
continua in
https://www.fanpage.it/attualita/crollo-gru-a-torino-i-funerali-di-filippo-falotico-rose-bianche-per-loperaio-morto-a-20-anni/
https://www.fanpage.it/

23 dicembre: Morti e dispersi sulla rotta dell’Egeo: «Quel barcone era diretto in Italia»
Antonio Maria Mira – Avvenire

Dramma dell’immigrazione nell’Egeo, sulla rotta dimenticata che dalla Turchia porta alle coste calabresi e pugliesi. Un barcone con a bordo una cinquantina di persone è affondato nella notte di martedì al largo delle coste di Folegandros, isola meridionale delle Cicladi. Tre i corpi recuperati dalla Guardia costiera greca, 12 le persone salvate, tra le quali una donna, decine i dispersi. In gran parte di nazionalità irachena. L’imbarcazione, malgrado il tempo pessimo, era partita dalla Turchia, diretta verso l’Italia. Una rotta gestita dai trafficanti turchi e che nel 2021 ha avuto numeri record. Dall’inizio dell’anno sulle coste calabresi ioniche sono arrivate circa 7mila persone, tre volte quelle del 2020. Più di 2mila invece gli approdi sulle coste pugliesi, in particolare il Salento, quasi il doppio del 2020. E i drammi si ripetono
continua in
Morti e dispersi sulla rotta dell’Egeo: «Quel barcone era diretto in Italia» (avvenire.it)

23 dicembre: Quirinal Party 23/12/23, Berlusconi stoppa Draghi
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

E’ durato 5 ore il trionfo di Draghi che ieri si è candidato di fatto al Quirinale durante la conferenza stampa di fine anno.
5 ore trascorse tra il momento in cui lui si è definito “nonno delle istituzioni” e il momento in cui il bisnonno Silvio ha fatto sapere che lo vede bene dove sta cioè a Palazzo Chigi.
continua in
Quirinal Party 23/12/23, Berlusconi stoppa Draghi – Radio Popolare

Obiettivo Quirinale. La mossa più abile di Draghi
Marco Sferini – la Sinistra quotidiana

Cos’è più pericoloso: un semi-presidenzialismo di diritto o di fatto, paventato o realizzato? La domanda vuole essere tutto tranne che retorica, perché il pericolo non è così bizzarramente e frivolamente confinato nel mondo delle ipotesi, ma si sta facendo strada proprio in questa fine di secondo anno della pandemia, con un governo di emergenza nazionale guidato da un ex banchiere internazionale, sostenitore a tutto spiano delle politiche che tutelano anzitutto i grandi patrimoni, l’alta finanza e il diritto di impresa sovraordinato all’interesse comune, al benessere sociale
continua in
Obiettivo Quirinale. La mossa più abile di Draghi – la Sinistra quotidiana


Fuori dall’ipocrisia
L’autocandidatura di Draghi al Quirinale è il punto più basso di caduta della democrazia di questo paese. C’entrano, e molto, le qualità dell’uomo, il suo curriculum, la sua traiettoria istituzionale. Un uomo a cavallo dell’establishment, impolitico (nella rappresentazione mediatica e per profilo personale), privo, per storia, di una qualunque rappresentatività popolare. Un precedente, quello dell’autocandidatura, che dice a tutti che la costituzione materiale di questo paese è ormai un’altra cosa dalla costituzione formale. E che il potere è ormai ben saldo nelle mani di elite finanziarie, economiche e (pseudo) imprenditoriali che hanno deciso di poter fare a meno, non solo della politica, ma di ogni parvenza di rappresentanza popolare. Queste cose dalle parti della sinistra bisognerebbe dirsele, ancor più se si volesse accompagnare con applausi questa più che probabile assunzione al soglio più alto della Repubblica via conferenza stampa. In fondo, il titolo di questo post è solo un auspicio, di quelli solitamente e puntualmente inascoltati

Giorgio Piccarreta sul proprio profilo Facebook


23 dicembre: Pnrr, una firma per il lavoro di qualità
Siglato il protocollo per la partecipazione e il confronto tra sindacati e governo. Soddisfazione del segretario generale della Cgil, Maurizio Landini: “Un risultato importante. Adesso è necessario aprire rapidamente i tavoli di confronto a tutti i livelli”
continua in
Pnrr, una firma per il lavoro di qualità – Collettiva

23 dicembre: Bilancio, Gualtieri suona da solo
Francesco Ruggeri – Popoff
Inaugura presepi, consegna nuovi bus ibridi, invita Totti al Campidoglio, pregusta il Giubileo, trova imprudente un Capodanno in piazza e giura che Roma tornerà «grandiosamente normale» e sicuramente avrà una vita frenetica e un mucchio di cose più serie da fare. Ma non trova il tempo di incontrare quel mondo del terzo settore e dell’associazionismo che tanto s’è indaffarato per far tornare un sindaco del Pd in Campidoglio. Perdipiù non trova il tempo per discutere con loro di bilancio. Si parla di Gualtieri, il sindaco. Così quel mondo ha saputo dai giornali che il primo Bilancio di previsione della nuova amministrazione capitolina avrà tempi di approvazione così ristretti che non si riuscirà neanche ad interloquire con i cittadini; perciò, alla faccia di almeno tre articoli dello Statuto, 38, 7 e 12 per gli amanti della ruota di Roma, tutti quei soggetti saranno esclusi dal confronto su uno dei principali strumenti di gestione di Roma. 
continua in
Bilancio, Gualtieri suona da solo – Popoff Quotidiano

23 dicembre: Adriano Sofri. La sfida incerta e sorprendente di Gabriel Boric parte da Punta Arenas
Piccola Posta – Il Foglio
Nella terra dove è nato il giovane presidente si è circondati da un’assenza recente e spaventosa. La memoria di un genocidio: quello del popolo Selknam, sterminato dai colonizzatori
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/23/news/la-sfida-incerta-e-sorprendente-di-gabriel-boric-parte-da-punta-arenas-3490347/

Il mestiere di vivere nel Paese dell’Hindukush
“Afghana” raccoglie alcune fotografie scattate tra l’estate del 2008 e il mese di novembre 2021 da Giuliano Battiston in Afghanistan. Nel Paese centroasiatico sono stati anni di duro conflitto, di vittime civili, di vite spezzate, di promesse non mantenute, risentimento, ingiustizia, frustrazione. Ma sono stati anche anni in cui la popolazione ha cercato di conquistarsi il diritto a una vita ordinaria: il lavoro, le amicizie, lo studio, il gioco, l’amore. Il racconto giornalistico sull’Afghanistan è stato condizionato dal “feticcio del conflitto”, l’idea che un Paese in guerra possa essere raccontato solo attraverso la lente dei combattimenti e della violenza. Con queste foto Battiston prova a raccontare la vita degli afghani e delle afghane dentro e oltre il conflitto
Per vedere gli scatti della mostra clicca qui

23 dicembre: E Fiore, da Poggioreale, congelò Forza Nuova
Ercole Olmi – Popoff
Vertici di Forza Nuova verso un processo per l’assalto alla Cgil e un’inchiesta li indaga a Bari per terrorismo. Così il conducator congela le attività di Fn
continua in
E Fiore, da Poggioreale, congelò Forza Nuova – Popoff Quotidiano

Enrico Zucca. Genova 2021: quelle torture impunite
Dopo più di venti anni, l’Italia assume, per il semestre di turno, la Presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, l’organo che ha fra i suoi compiti anche quello di assicurare l’esecuzione delle sentenze della Corte Europea dei Diritti Umani. Purtroppo, non può dirsi che si presenti come Stato modello in quel ruolo: proprio in questo volgere di anni si è, infatti, prodotta in reiterate violazioni del diritto a non essere sottoposti a tortura e a trattamenti inumani o degradanti, proclamato dall’art. 3 della CEDU, di cui quella Corte è garante. Questo già dice tanto dell’autorevolezza di uno Stato che calpesta uno dei pochi diritti garantiti dalla Convenzione in modo assoluto (cioè anche in circostanze eccezionali come la guerra o una minaccia alla vita della nazione) in quanto espressione del «valore di civiltà della democrazia occidentale», secondo le parole della stessa Corte di Strasburgo. Non solo, nonostante le sentenze di condanna subite abbiano evidenziato problemi strutturali, inducendo la Corte a dare indicazioni precise sulle urgenti riforme da adottare, l’Italia si è distinta per la sfacciata negligenza a conformarsi alle prescrizioni, quello che appunto si dovrebbe discutere nel Comitato dei Ministri
continua in
Genova 2021: quelle torture impunite (volerelaluna.it)

23 dicembre: Cosenza. C’è una biblioteca in carcere (per merito di un bambino)
Domenico Marino – Avvenire

Bico, 4 anni, e la mamma, Marta, hanno realizzato a Cosenza l’idea di portare volumi da tenere dietro le sbarre. La colletta di carta è destinata ai figli dei detenuti
continua in
C’è una biblioteca in carcere (per merito di un bambino) (avvenire.it)


23 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Cgil: impressionante il quadro delle vertenze aperte
Impressionante, per la Cgil, il numero dei casi di crisi industriale aperti presso il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise). Lo dimostra il quadro, ancora parziale, che emerge da una tabella – riportata in basso – stilata dall’Area Industria e Reti della Confederazione che torna a chiedere precise scelte del governo in materia.
continua in
Cgil: impressionante il quadro delle vertenze – Collettiva

Lavoratori sport, siglato il nuovo contratto
Siglati oggi (23 dicembre) a Palazzo H del Coni i tre contratti collettivi nazionali dei lavoratori e dei dirigenti di Sport e Salute e delle federazioni sportive nazionali. “Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Un importante risultato che dà risponde concrete ai bisogni delle lavoratrici e dei lavoratori”. Così Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Pa, Cisal/Fialp, Ugl e Usb commentano la firma dei contratti
continua in
Lavoratori sport, siglato il rinnovo – Collettiva

23 dicembre: Forze di Polizia, arriva il nuovo contratto
Previsti aumenti medi mensili lordi da 90 a 130 euro. Tissone, Silp Cgil – Uil Polizia: risultati apprezzabili anche sul piano normativo, ma c’è ancora tanto da fare. Massafra, Cgil: manca un pezzo importante, quello dei sindacati militari
continua in
Forze di Polizia, arriva il nuovo contratto – Collettiva

Elettrici, pronta la piattaforma per il rinnovo 2022-24
La richiesta nel triennio è di 195 euro. Fra le novità normative, forme concrete di partecipazione nelle aziende, la riduzione dell’orario di lavoro in favore della formazione; l’iscrizione per tutti i lavoratori alla previdenza complementare integrativa; il rafforzamento della sicurezza anche per le imprese in appalto
continua in
Elettrici, pronta la piattaforma per il rinnovo 2022-24 – Collettiva

Modena. Valvole Italia, un contratto storico
L’accordo raggiunto fra sindacati, Rsu e azienda, che ha portato alla sottoscrizione del primo integrativo, prevede un premio di risultato con cifre importanti e più diritti per il centinaio di addetti. Previste anche nuove assunzioni nel prossimo triennio
continua in
Valvole Italia, un contratto storico – Collettiva

Palermo. Lavoratori agricoli, il nuovo contratto provinciale
Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil: “I punti salienti del rinnovo sono un incremento del salario dell’1,7%, il rafforzamento del welfare, spazio all’innovazione nel settore e maggior contrasto allo sfruttamento del lavoro”
continua in
Agricoli, il nuovo contratto provinciale – Collettiva

Porti, «il ministero non rispetta gli impegni»
Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti : “Il costituendo fondo di accompagno all’esodo per i lavoratori portuali è stato cancellato dalla legge di bilancio, Un atto gravissimo e inconcepibile, oltreché inspiegabile e ingiustificabile, considerato che non avrebbe avuto oneri aggiuntivi a carico dello Stato. Ora riprogrammeremo lo sciopero del settore”
continua in
Porti, «il ministero non rispetta gli impegni» – Collettiva

Roma. Non chiudete l’Istituto sordi
Patrizia Pallara – Collettiva

Centro di eccellenza, offre servizi, consulenze, formazione, documentazione introvabili altrove. Eppure le sue sorti sono in bilico: da sei mesi non paga gli stipendi, e da due anni i contributi ai venti lavoratori precari che ne garantiscono il funzionamento. E oggi non ha le risorse per il riscaldamento né per i protocolli anti Covid
continua in
Non chiudete l’Istituto sordi di Roma – Collettiva

Reggio Emilia. Perseverance, il sindacato è parte civile
Cgil Emilia Romagna e Cdl Reggio Emilia: “Continua il nostro impegno di contrasto alle infiltrazioni mafiose. Con i soldi del Pnrr in arrivo va innalzato il livello di attenzione, a partire dalle istituzioni pubbliche”
continua in
Perseverance, il sindacato è parte civile – Collettiva



24 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Il secondo Natale col COVID tra tamponi e nuove restrizioni, cosa si rischia con la variante Omicron e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 24 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’Italia supera il tetto dei 50mila nuovi casi e va verso il suo secondo Natale col COVID. A Milano è record di contagi e i cittadini, impossibilitati a fare tamponi, fanno quello che possono e si arrangiano abbandonati da un sistema che in Lombardia per 10 giorni ha lasciato senza risposta le quotidiane richieste di aumentare i tamponi, coordinare e potenziare la rete. I dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo economico dicono di 69 aziende per cui è aperto un tavolo di crisi, da alcune vertenze ormai storiche ad altre aperte da poco. Questa mattina è entrata in porto a Pozzallo la nave Ong Sea Eye 4 con 214 naufraghi salvati in diversi interventi in mare, domani invece la Ocean Viking arriverà al porto di Trapani
continua in
Il secondo Natale col COVID tra tamponi e nuove restrizioni, cosa si rischia con la variante Omicron e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

24 dicembre: Vertenze sotto l’albero: i pacchi di Natale
Giorgio Sbordoni – Collettiva

I dati ufficiali del ministero dello Sviluppo economico parlano di 69 aziende per le quali si cerca una soluzione. Da Whirlpool alla ex Ilva, da Carrefour a Gkn, da Saga Coffee a Prysmian. Decine di migliaia le lavoratrici e i lavoratori che avranno poco da festeggiare e molto da perdere
continua in
Vertenze sotto l’albero: i pacchi di Natale – Collettiva

La repubblica di Confindustria
Massimo Alberti – Jacobin Italia

Chi rappresenta milioni di lavoratori e lavoratrici viene dipinto come corporativo, mentre l’associazione di qualche migliaio di imprenditori è considerata portatrice dell’interesse generale. Un paradosso con radici lontane
continua in
La repubblica di Confindustria – Jacobin Italia

24 dicembre: Il governo potrebbe mettere la fiducia anche a Montecitorio
Manovra, dopo il Senato il testo passa alla Camera per l’approvazione definitiva. Ecco le misure
L’esame in commissione Bilancio si svolgerà tra il 27 e il 28 dicembre giorno in cui avrà inizio anche la discussione generale in Aula. I lavori proseguiranno il 29, 30 ed eventualmente anche il 31 dicembre
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/manovra-dopo-il-senato-il-testo-passa-alla-camera-per-approvazione-definitiva-ecco-le-misure-17ed4484-714f-45c4-821a-b8310b8244b5.html

Manovra. Il testo del maxiemendamento del Governo. 
Cresce fondo sanitario, più soldi per vaccini e farmaci Covid, nuovi tetti per la farmaceutica e più contratti per specializzazioni mediche
Giovanni Enriquez – Quotidiano Sanità
Con la fiducia di ieri al Senato si chiude di fatto la partita della prima legge di Bilancio del Governo Draghi. Il passaggio alla Camera tra Natale e Capodanno sarà infatti una formalità con un secondo voto di fiducia scontato. Per la sanità il pacchetto è nutrito a partire dalla dote di finanziamento corrente che cresce di 2 miliardi l’anno per tre anni, cui si aggiungono altri 2 miliardi in conto capitale. Ma sono moltissime le norme di interesse per il settore: dalla proroga delle Usca alle indennità per il personale dei pronto soccorso. 
TESTORELAZIONE TECNICA
continua in
Manovra. Il testo del maxiemendamento del Governo. Cresce fondo sanitario, più soldi per vaccini e farmaci Covid, nuovi tetti per la farmaceutica e più contratti per specializzazioni mediche. Ecco tutte le misure  – Quotidiano Sanità (quotidianosanita.it)

24 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 24 dicembre: 50.559 nuovi casi su 929.775 tamponi. I morti sono 141
Nelle ultime 24 in Italia si registra un nuovo record di contagi da coronavirus: 50.559 nuovi casi su 929.775 tamponi. I morti sono 141 (136.386 totali). Il tasso di positività sale al 5,4% (+0,5%). Sono i dati diffusi dal ministero della Salute
continua in
Covid Italia, bollettino del 24 dicembre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

La variante omicron domina la fine del 2021 e le altre notizie sul virus
Giovanna Chioini
Internazionale
La situazione in Italia e nel mondo
Nel mondo dall’inizio della pandemia sono stati registrati 278.154.574 contagi e 5.386.962 decessi collegati al covid-19. Secondo i dati raccolti da Our World in data il 57,3 per cento della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose di vaccino, ma dal quota scende all’8,3 per cento nei paesi meno ricchi
continua in
La variante omicron domina la fine del 2021 e le altre notizie sul virus – Giovanna Chioini – Internazionale

24 dicembre: A Milano vigilia in coda per fare un tampone. L’azienda sanitaria: “Pressione spaventosa”
Alla vigilia del Cenone sono le farmacie ad essere state prese d’assalto, più che i negozi per lo shopping natalizio
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-tamponi-Milano-vigilia-in-coda-per-tamponi-ATS-Bergamaschi-Moratti-Perugia-Roma-3db5e4dd-a449-40ed-b494-765409e75397.html

24 dicembre: Lombardia e Valle d’Aosta classificate ad alto rischio
Covid, Brusaferro: “Forte incremento casi in tutta Italia”. Non previsti cambi fascia per le Regioni
Restano 7 in giallo e 14 bianche. Ma Governatori valutano misure autonome
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-iss-incidenza-settimanale-in-salita-a-351-rt-stabile-a-1-e-13-236c1513-35ab-4d6b-b2f7-dbc3d64bdf53.html

24 dicembre: Cosa bolle in pentola per la salute?
Marco Caldiroli 
(Presidente di Medicina Democratica) – Attac Italia
La “sanità” è caratterizzata da strutture e ambiti definiti “politicamente” come altri aspetti del welfare (“produzione” di salute collettiva e individuale) e agisce (o non agisce), direttamente o indirettamente, sulla ampia gamma dei determinanti della salute (condizioni lavorative, di vita, ambientali). Le “pentole” in ebollizione sono diverse per contenuti e “livelli” ma anche per le direzioni
continua in
https://www.attac-italia.org/cosa-bolle-in-pentola-per-la-salute/


24 dicembre: Omicron: per una critica della gestione della crisi sanitaria
David Lusetti – La Fionda

Di seguito riporto un breve articolo che scrissi a Settembre di quest’anno, oggi con l’avanzare del contagio dovuto alla variante Omicron questi miei pensieri tornano drammaticamente attuali.
Ora come sappiamo il rischio più grande che corriamo è il presentarsi di una variante che diminuisca sensibilmente l’effetto del vaccino tale da riportarci “al momento 0” della pandemia
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/24/omicron-critica-alle-gestione-pandemica-da-parte-del-governo-italiano/




24 dicembre: Mario Draghi: la menzogna come metodo di governo
Matteo Masi – La Fionda
Come si suol dire: 3 indizi fanno una prova. E questi 3 indizi, sul fatto che il metodo di governo di Mario Draghi sia la menzogna, li abbiamo tutti
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/24/mario-draghi-la-menzogna-come-metodo-di-governo/



24 dicembre: Paolo Maddalena firma l’appello degli studenti: “la Costituzione lo vuole”
Riceviamo e pubblichiamo con grande piacere e sentito ringraziamento le “motivazioni” all’adesione di Paolo Maddalena, Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale, all’appello scritto dalle studentesse e dagli studenti romani dopo le gravissime dichiarazioni da parte del Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri
continua in
Paolo Maddalena firma l’appello degli studenti: “la Costituzione lo vuole” – Contropiano


24 dicembre: L’operaio a crepare, il borghese a sciare
Mario Gangarosssa – Contropiano

La rumorosa presenza dei no vax che ha ridotto tutto a una demenziale caciara reazionaria ha impedito finora una discussione e una critica severa sulla gestione criminale della crisi sanitaria
continua in
L’operaio a crepare, il borghese a sciare – Contropiano

24 dicembre: Il comunismo fiscale dei più ricchi
Chi l’ha detto che in Italia il comunismo non è mai stato realizzato? Basta guardare l’evoluzione dell’ultimo scaglione dell’imposta sui redditi per comprendere come i più ricchi con il passare del tempo hanno scelto di condividere la posizione fiscale di chi è un po’ meno ricco. Proviamo a spiegare con un po’ di storia.
Nel 1948 la Costituzione stabilisce che “il sistema tributario è informato a criteri di progressività” (art. 53). Il che significa che la percentuale di tasse da pagare sale con l’aumentare della capacità contributiva
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/il-comunismo-fiscale-dei-piu-ricchi/

24 dicembre: ITA: quando un’azienda pubblica applica il modello Schettino
Usb Trasporto aereo

Chissà perché, mentre leggiamo notizie sulle recenti assunzioni in ITA dopo gli accordi del 2 dicembre scorso, ci torna in mente il famoso “Vada a bordo, cazzo!” urlato dal comandante De Falco al capitano Schettino davanti all’isola del Giglio
continua in
ITA: quando un’azienda pubblica applica il modello Schettino – Contropiano

24 dicembre: Il modello Marchionne: un’agiografia targata Rai
Massimo Franchi – Contropiano
Una vera e propria agiografia, firmata servizio pubblico. Il documentario Sergio Marchionne andato in onda venerdì sera in prima serata su Rai3 – ora disponibile su RaiPlay – dura 112 minuti e riesce nell’impresa di non far parlare neanche un operaio in presa diretta
continua in
Il modello Marchionne: un’agiografia targata Rai – Contropiano

24 dicembre: Cosa dobbiamo imparare dalla tragedia di Ravanusa
Ugo Leone – Strisciarossa

Morti e distruzione fisica a Ravanusa nell’Agrigentino per lo scoppio delle condutture del gas. “Gas, la strage annunciata” titolava a tutta pagina La Repubblica del 13 dicembre 2021. Ormai sono poche le catastrofi che, dopo averne catalogato morti e danni materiali, non vengono definite “annunciate”.
continua in
Cosa dobbiamo imparare dalla tragedia di Ravanusa – Strisciarossa

24 dicembre: Quirinal Party 24/12/21 Salvini e Meloni rassicurano Berlusconi: sei il nostro candidato. Lui fa finta di crederci
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

Al bisnonno Silvio non si dice no. Non in faccia, perlomeno e così ieri al pranzo nella sua villa romana tutti i leader del centrodestra hanno ribadito a Berlusconi che sì, la coalizione è unita e il candidato al Quirinale è lui. Dopo il dessert Berlusconi, che stupido non è, ha rinviato tutto a gennaio
continua in
Quirinal Party 24/12/21 Salvini e Meloni rassicurano Berlusconi: sei il nostro candidato. Lui fa finta di crederci – Radio Popolare

24 dicembre: Libia: oggi si sarebbero dovute tenere le elezioni rinviate, per ora, di un mese  
Ieri il presidente del parlamento di Tobruk, Aguila Saleh, ha incontrato il Consigliere speciale dell’Onu per la Libia, Stephanie Williams
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/libia-elezioni-24-dicembre-2021-rinvio-analisi-situazione-f78f9cf5-ab61-4307-b4fe-e21d95476286.html

24 dicembre: La Borsa di Pechino si apre alle piccole e medie imprese
Nicol Betro – Il Caffè Geopolitico

La Borsa di Pechino è operativa dal 15 novembre scorso e si rivolge principalmente alle piccole e medie imprese. Tra le società quotate stanno emergendo dei piccoli giganti, ovvero aziende caratterizzate da un alto livello di innovazione
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/935994/la-borsa-di-pechino-si-apre-alle-piccole-e-medie-imprese

24 dicembre: I Beatles e l’arte del lavoro di squadra
The Economist/Internazionale
Paul strimpella la sua chitarra in uno studio di Londra. George sbadiglia e Ringo osserva fiaccamente. John è in ritardo, come sempre. All’improvviso, la magia. Una melodia comincia a prendere forma; George si unisce con la sua chitarra; Ringo comincia a battere un ritmo. Quando arriva John, ci si accorge con un fremito d’eccitazione che il nuovo singolo dei Beatles, Get back, è chiaramente riconoscibile
continua in
I Beatles e l’arte del lavoro di squadra – Internazionale

24 dicembre: «E noi come stronzi rimanemmo a guardare»
Ilaria Lani – Collettiva

L’ultima fatica di Pif ci fa ridere amaramente raccontando come gli algoritmi cambiano le nostre vite di lavoratori e cittadini. Il ruolo di Nidil Cgil nella realizzazione della pellicola
continua in
«E noi come stronzi rimanemmo a guardare» – Collettiva

Il racconto di Natale. Chiacchierando di fantasmi con Mr Dickens
Luca Billi – Allonsanfan

Il giovane straniero fa un mezzo inchino mentre gli porge il biglietto, che lo scrittore guarda distrattamente. Dickens pensa che non sarebbe stato necessario precisare quell’informazione: il suo accento è davvero terribile. Lo scrittore ha già notato quello straniero alla locanda del Cervo bianco. Ricorda che un altro paio di volte ha avuto l’impressione che volesse parlargli, ma poi si è sempre allontanato”
continua in
https://www.allonsanfan.it/2020/12/24/dickens-marx-canto-natale/?fbclid=IwAR3wn_yYDmWJJnZ3L7YdyEcm9Z68ADO69m1i497QlTeuAO-D6S1Pjc9Y0kM



Tomaso Montanari. Il Natale e la speranza: attendersi l’inatteso 
Confesso che, negli ultimi tempi, non di rado mi sorprendo a pensare che la principale ragione per cui deve esserci una vita oltre la vita è che tutta questa mostruosa ingiustizia non può averla vinta. Non se ne riesce a sostenere nemmeno la vista, e ogni sforzo per combatterla pare destinato al fallimento. Così, lo ha scritto Max Horkheimer, la teologia è «la speranza che, nonostante tutta questa ingiustizia che caratterizza il mondo, non possa avvenire che l’ingiustizia possa essere l’ultima parola». Una visione altissima, vertiginosa: ma che fa correre almeno due rischi. Il primo è di collocarsi senza tentennamenti tra i giusti: assolti, e anzi giudicanti. Il secondo è di perdere ogni fiducia, e dunque ogni impegno, nella lotta quotidiana per la giustizia sulla terra
continua in
Il Natale e la speranza: attendersi l’inatteso (volerelaluna.it)

Geminello Preterossi. Fuga dalla libertà
Non voglio parlare della Grande Mistificazione. Bugie, contraddizioni, opacità, presunte verità “scientifiche” spacciate per assoluti indiscutibili e poi rinnegate (facendo finta di niente) sono squadernate davanti a noi. Del resto, la neolingua del potere – e della pseudoscienza fattasi potere – è eloquente.  Chiunque abbia occhi per vedere non può non chiedersi perché stia accadendo tutto questo. Quali siano le cause di questa cieca e furente isteria fomentata dall’alto, nel seno dell’Occidente, e in particolar modo nel centro dell’Europa
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/24/fuga-dalla-liberta/

Andrea Bigalli. Al centro del Natale c’è la vita
Solitamente tendo a non attingere alla Rete e ai social per imbastire le mie riflessioni. Consideratelo un atteggiamento un po’ snobistico, pure pericoloso, ma se avversare i populismi porta a costruire una torre eburnea, meglio sporcarsi le mani anche con dosi moderate di fanghiglia mediatica. Infatti. Chi ha postato immagini dei bivacchi familiari di fronte ai muri e al filo spinato, lì per impedire un transito legittimo verso speranza e vita, affermando che queste sono le iconografie autentiche del Presepio in questo 2021, mi dà sicuramente da pensare
continua in
Al centro del Natale c’è la vita (volerelaluna.it)

Domenico Gallo. Buon Natale dal Cile
Mentre nubi sempre più minacciose oscurano il nostro orizzonte, mentre la pandemia, non piegata dalle vaccinazioni di massa ha ripreso vigore e tiene in ostaggio le Nazioni dell’Occidente, che, abbarbicate al proprio privilegio, non hanno voluto condividere i vaccini con il resto del mondo sospendendo i brevetti, mentre i venti di guerra hanno ripreso a soffiare furiosi lungo la linea di faglia del confronto fra la NATO e la Russia, finalmente un raggio di luce squarcia quest’orizzonte cupo e riapre la dimensione della speranza
continua in
Buon Natale dal Cile (volerelaluna.it)

Luca Billi. Verba Volant. E voi ci credete a Babbo Natale?
Qual è l’età giusta per dire ai nostri bambini che Babbo Natale non esiste?
 E che anzi quel vestito rosso è stato creato da un pubblicitario di un secolo fa, per ricordare il colore dell’etichetta di una famosa bevanda gassata? E che quel vecchio è l’immagine moderna di un santo che viene dalla Licia, le cui reliquie sono state una delle cause delle crociate?E noi, quando abbiamo saputo che Babbo Natale – o la Befana o santa Lucia o sant’Antonio o chiunque porti i regali ai bambini nella festa che da sempre si celebra intorno al solstizio d’inverno – non esiste?
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/12/24/babbo-natale-non-esiste-innocenza-ingiustizia/?fbclid=IwAR15m0fOMhTOd2qjpsvXWQGm6QSSpUvtVwe71NN5d2SzYf40Mc92z09_Oxw


“Servire Gesù nei poveri, no a disprezzo e indifferenza”
Messa della Notte di Natale, il Papa: “Dare dignità al lavoro, basta morti”
“Nel giorno della Vita ripetiamo: basta morti sul lavoro! E impegniamoci per questo”, ha detto Bergoglio nell’omelia della messa della Notte di Natale
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Messa-della-Notte-di-Natale-Papa-Francesco-Servire-Gesu-nei-poveri-no-a-disprezzo-e-indifferenza-Basta-morti-sul-lavoro-c16d5cec-8cdf-4cc1-b317-3568e5d482cc.html

25 dicembre: Covid, il bollettino di oggi 25 dicembre: 54.762 casi e 144 morti
Nelle ultime 24 ore in Italia quasi 55mila casi e 144 decessi: è nuovo record. Ieri i casi erano stati 50.559 con 929.775 tamponi, i morti 141. Oggi nuovo record di tamponi: 969.752. Tasso di positività al 5,6%, più 0,2% rispetto a ieri. Salgono anche i numeri di terapie intensive (+33) e ricoveri (+80). Questi ultimi ora raggiungono 8.892. Le terapie intensive sono a 1.071. Le persone attualmente positive hanno superato le 500mila, cioè quasi un italiano su 100. L’incremento nelle ultime 24 ore è stato di 39.792
continua in
Covid, il bollettino di oggi 25 dicembre: 54.762 casi e 144 morti – la Repubblica

Covid. In un unico decreto la proroga dello stato di emergenza al 31 marzo e le misure anti Omicron per le festività. Il testo in Gazzetta
Quotidiano Sanità

Pubblicato sulla Gazzetta del 24 dicembre e in vigore da oggi il decreto legge che unisce in un unico testo le misure varate dal Governo il 14 e il 23 dicembre scorsi. Stato emergenza fino al 31 marzo, Green Pass rafforzato anche per il caffè al bar e poi mascherine all’aperto, proroga prezzi calmierati per i test e vaccinazioni in farmacia per tutto il 2022. Stop a discoteche e alle feste di piazza. E dal 10 gennaio fino al 31 marzo, Green Pass rafforzato anche per palestre, piscine, musei, terme e centri benessere, sale giochi e centri culturali e sociali. 
IL TESTO IN GAZZETTA
Continua in
Covid. In un unico decreto la proroga dello stato di emergenza al 31 marzo e le misure anti Omicron per le festività. Il testo in Gazzetta – Quotidiano Sanità (quotidianosanita.it)

25 dicembre: Tragedia di Natale nell’Egeo, affonfano due barconi di migranti, 27 morti
ANSA – Salvate 63 persone. Ieri cinque sbarchi a Lampedusa. Scesi a Pozzallo i 214 a bordo della Sea Eye

E’ salito a 27 il bilancio dell’affondamento die due imbarcazioni con migranti a bordo nel Mar Egeo.I due incidenti si sono verificati a poche l’uno dall’altro. Nel primo erano morte 11 persone, nel secondo 16. Lo rende noto la guardia costiera greca. Si tratta del terzo incidente del genere da mercoledì. Le autorità hanno recuperato 16 corpi, tra cui 12 uomini, tre donne e un bambino, e sono riuscite a salvare 63 persone mentre la loro barca con a bordo 80 migranti affondava nei pressi dell’isola di Paros. Poche ore prima 11 corpi erano stati recuperati dopo l’affondamento di un’imbarcazione con un centinaio di migranti a bordo, arenata giovedì su un isolotto nel sud della Grecia. Circa 90 sopravvissuti, tra cui 52 uomini, 11 donne e 27 bambini, sono stati salvati ed evacuati ieri mattina da questo isolotto situato a nord dell’isola greca di Anticitera



Gkn passa di mano. I lavoratori: «Non si smobilita»
Checchino Antonini – Popoff

Qf Spa (Gruppo Borgomeo) comunica di aver acquisito il 100% di Gkn Driveline Firenze. «Fine del rischio licenziamenti. L’azienda ritira la messa in liquidazione. Viene ritirata l’impugnazione contro il ricorso vinto dai sindacati sulla vecchia procedura di licenziamento», afferma in una nota il nuovo padrone Francesco Borgomeo
continua in
Gkn passa di mano. I lavoratori: «Non si smobilita» – Popoff Quotidiano

Gkn a Borromeo, che ne pensano i lavoratori
Documento approvato dall’assemblea dei lavoratori Gkn #insorgiamo
continua in
Gkn a Borromeo, che ne pensano i lavoratori – Contropiano


25 dicembre: Cittadinanza italiana: un milione di senza diritti
Elena Ciccarello – Lavialibera

Sono ragazze e ragazzi nati o cresciuti in Italia che aspettano sia concesso loro il diritto di votare o di trascorrere un periodo di studio all’estero. Da dieci anni la riforma della legge è ostaggio di una politica incapace di superare pregiudizi e calcoli elettorali
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-761-cittadinanza_ius_soli_un_milione_di_senza_diritti

25 dicembre 1991, la bandiera rossa non sventola più sul Cremlino
Sergio Sergi – Strisciarossa

(…) Il “Gorby” acclamato nelle strade del mondo, invocato dai giovani berlinesi un mese prima della caduta del Muro, stava per entrare nelle case dei sovietici, da Minsk a Vladivostok, da Alma Ata a Taskent, da Kiev a Tblisi, da Leningrado a Baku, per annunciare il suo addio. E le parole più crude arrivarono presto. Guardò diritto alla lucetta rossa della telecamera e, con voce triste ma ferma, disse: “Ha vinto la disintegrazione dello Stato. Io non sono d’accordo. Vi parlo per l’ultima volta come presidente”. Poi, con amarezza: “I cittadini hanno perduto il loro Paese”
continua in
25 dicembre 1991, la bandiera rossa non sventola più sul Cremlino – Strisciarossa


Il Natale solidale della Comunità di Sant’Egidio
Le immagini dei Pranzi di Natale con i poveri 2021

Le immagini dei Pranzi di Natale con i poveri 2021 | COMUNITÀ DI SANT’EGIDIO (santegidio.org)

Nella foto il pranzo all’interno della Basilica di Santa Maria in Trastevere


26 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
L’epicentro della nuova ondata è ancora la Lombardia, una storia di riscatto da Rosarno e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 26 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Su dieci italiani che fanno un tampone, più di uno risulta positivo. La nuova ondata dovuta alla variante Omicron potrebbe durare settimane. Va in scena un’altra Caporetto della sanità lombarda: il sistema regionale di tracciamento è in tilt e anche stamattina ci sono state lunghe file di persone in attesa di tampone davanti alle poche farmacie aperte. Il punto tamponi di via Pace, quello del Policlinico, è chiuso così come quelli di altri ospedali. E il sito della Regione non dà nessuna informazione.  Ventotto morti al largo della Libia, nel Mediterraneo ci sono nelle ultime ore diverse segnalazioni per le imbarcazioni alla deriva. E’ morto Desmond Tutu, l’arcivescovo anglicano compagno di Nelson Mandela nella lotta all’apartheid in Sudafrica. Il Pil aumenta, ma pure il precariato e le aziende chiudono: i posti di lavoro non sono ancora tornati ai livelli pre pandemia. Vi raccontiamo una storia di riscatto da Rosarno, dove si raccolgono arance e clementine che si trovano sulle tavole in questi giorni. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
L’epicentro della nuova ondata è ancora la Lombardia, una storia di riscatto da Rosarno e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 26 dicembre: 24.883 nuovi casi e 81 morti
Sono 24.883 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri i casi erano stati 54.762, il massimo dall’inizio della pandemia. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 81, mentre ieri erano state 144
continua in
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 26 dicembre – la Repubblica

26 dicembre: La Lombardia non ha imparato niente dal disastro della primavera 2020
Diana Santini – Radio Popolare

L’epicentro di questa nuova ondata di Covid-19, che cresce al ritmo di contagio della variante Omicron è, due anni dopo Codogno, ancora la Lombardia
continua in
La Lombardia non ha imparato niente dal disastro della primavera 2020 (radiopopolare.it)

26 dicembre: Addio a Desmond Tutu: dall’apartheid al Nobel, primo arcivescovo anglicano nero di Città del Capo
Nel 1984 ricevette il premio Nobel per le iniziative politiche intraprese per abbattere le differenze tra bianchi e neri. In un telegramma il cordoglio del Papa
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Addio-Desmond-Tutu-apartheid-al-Nobel-primo-arcivescovo-anglicano-nero-di-citta-del-Capo-c7045445-a8ed-432d-a75f-39b957742ed7.html

26 dicembre: La Sea Watch salva 96 persone
Migranti: dal Mediterraneo all’Egeo in centinaia tentano il viaggio della speranza
Dall’Egeo al canale di Sicilia alla Libia: in centinaia tentano di raggiungere l’Europa. Sulla costa occidentale della Libia trovati i corpi senza vita di 28 migranti
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/migranti-imbarcazioni-guardia-costiera-naufragi-morte-4073c10f-e580-4290-bd93-49886c030f46.html

Sbarcati a Crotone 490 migranti
Sommati ai 3 sbarchi di sabato, sono diventati 5 in tutto gli arrivi nelle ultime 24 ore sulle coste calabresi. Secondo la Croce Rossa i migranti erano “particolarmente provati, disidratati e stremati”. Solo 1 persona al momento è positiva al Covid
continua in
Sbarcati a Crotone 490 migranti (rainews.it)

26 dicembre: Pnrr, Giorgetti: 400 milioni all’imprenditoria femminile
Per il ministro dello Sviluppo Economico necessita “Sostegno alle competenze delle donne per progetti innovativi e l’avvio di nuove attività”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/PNRR-Giorgetti-Mise-400-milioni-imprenditoria-femminile-Italia-Bonetti-Pari-Opportunita-c765e4a9-ee55-4504-aa11-7cceaa19cc5e.html

26 dicembre: L’agricoltura contadina alla sfida della convergenza
Fabrizio Garbarino e Antonio Onorati
 (Associazione Rurale Italiana)Attac Italia
Nel 2021 il concetto di sovranità alimentare ha festeggiato il suo venticinquesimo compleanno. Si iniziò a parlarne in Messico già nel 1995 ma la questione emerse con chiarezza nel novembre 1996, quando i movimenti contadini, le associazioni, le ONG si riunirono a Roma nel Forum della società civile per il diritto al cibo, in parallelo al summit mondiale dei capi di stato sull’alimentazione tenuto presso la FAO. Da allora la sovranità alimentare è diventata un caposaldo nell’agenda delle rivendicazioni de La Via Campesina e delle centinaia di organizzazioni che la compongono, facendo di essa e del suo tessuto di oltre 200 milioni di contadini il più grande movimento sociale del pianeta
continua in
https://www.attac-italia.org/lagricoltura-contadina-alla-sfida-della-convergenza/

26 dicembre: Francia(e UE) in difficoltà in Mali e nel Sahel
Andrea Mencarelli – Contropiano

Il presidente francese Emmanuel Macron è stato costretto ad annullare il suo viaggio a Bamako, in Mali, previsto per lo scorso 20 dicembre, formalmente come misura precauzionale di fronte alla quinta ondata di Covid-19.
Qui, avrebbe dovuto passare il Natale con le truppe francesi dell’operazione Barkhane ancora presenti in loco, in particolare nella base militare di Gao, nel nord-est del paese
continua in
Francia(e UE) in difficoltà in Mali e nel Sahel – Contropiano

26 dicembre: I taleban vietano alle donne di viaggiare da sole. E nei taxi solo velate
Oltre i 72 chilometri dovranno essere accompagnate da un uomo della famiglia. E in auto non si può ascoltare musica, controlli con posti di blocco creati per le strade di Kabul
continua in
I taleban vietano alle donne di viaggiare da sole. E nei taxi solo velate (avvenire.it)


26 dicembre: Nella resistenza di Burqa c’è tutta la Palestina
Bassam Saleh – Contropiano

Burqa, è un piccolo villaggio palestinese situato a nord di Nablus, nella Cisgiordania occupata nella guerra del 1967.
Oggi questo villaggio insieme a tutti i villaggi di tre regioni, Nablus, Jenin e Tulkarem, rappresentano la Resistenza popolare palestinese, come Betna, KufrKaddum, Neelin, Belin, e tutti i territori occupati
continua in
Nella resistenza di Burqa c’è tutta la Palestina – Contropiano

Escalation di Israele nel Golan. Nuovi insediamenti coloniali nelle terre siriane occupate
Il primo ministro israeliano, Naftali Bennett, ha annunciato l’intenzione di raddoppiare la popolazione ebraica che vive nelle alture del Golan, territorio siriano fino al 1967 poi occupato da Israele nella Guerra dei Sei Giorni e successivamente annesso
continua in
Escalation di Israele nel Golan. Nuovi insediamenti coloniali nelle terre siriane occupate – Contropiano


26 dicembre: “Nucleare di quarta generazione? Non esiste. Includerlo nel piano Green della Ue è un suicidio”
Luisiana Gaita – Il Fatto Quotidiano e Contropiano

Includere il nucleare nella Tassonomia verde dell’Ue è un suicidio”. La decisione ufficiale della Commissione Ue è attesa entro la metà di gennaio, anche se è stato già anticipato che si includerà l’energia atomica.
Per Angelo Tartaglia, ingegnere nucleare e professore emerito di Fisica presso il Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia del Politecnico di Torino, quella dell’atomo non è energia “pulita e sicura”, come dicono i sostenitori della ‘quarta generazione’. E neppure è “inesauribile”
continua in
“Nucleare di quarta generazione? Non esiste. Includerlo nel piano Green della Ue è un suicidio” – Contropiano


IL 2021 SUL SITO DI INTERNAZIONALE
Dai vaccini allo smart working, dai documentari ai fumetti di Zerocalcare, passando per gli approfondimenti sulla pandemia, il lavoro, la scuola e il femminismo: i migliori articoli e video del 2021, scelti tra i più letti sul sito di Internazionale. Buona lettura!
continua in
Gli articoli di Internazionale più letti nel 2021 – Internazionale



Morto in carcere a Torino dopo aver perso 25 chili, aperta un’inchiesta. La Garante dei detenuti: “Sembrava Stefano Cucchi”
Il giovane sosteneva di non riuscire a mangiare, gli agenti pensavano simulasse, ma aveva un’infezione polmonare
Era entrato in carcere che pesava 80 chili ma ne aveva persi 30 in sei mesi e nel dicembre 2019  improvvisamente era morto, a 28 anni, nonostante un ricovero d’urgenza, che però è risultato tardivo. Il caso di Antonio Raddi era stato segnalato dalla garante dei detenuti di Torino, Monica Gallo, e ora i familiari stanno provando a far riaprire il caso e nei prossimi giorni si discuterà davanti al giudice l’opposizione all’archiviazione
continua in
https://torino.repubblica.it/cronaca/2021/12/27/news/morto_in_carcere_dopo_aver_perso_25_chili_aperta_un_inchiesta_a_torino-331770989/


27 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le nuove regole per la quarantena, le code infinite per i tamponi e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 27 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’aumento esponenziale dei contagi porta sempre più persone in quarantena e il governo vuole accorciare i tempi: l’obbiettivo è non svuotare le aziende, evitando di riempire gli ospedali. A Milano i medici di base denunciano i tempi lunghi per testare chi ha i sintomi. E fuori dalle farmacie tornano le code in tutte le città delle Lombardia. La task force della regione – riunita da oggi – ha annunciato che i nuovi centri per i tamponi apriranno solo nei prossimi giorni. In Gran Bretagna si registrano ancora oltre 100mila contagi, il governo per ora esclude nuove restrizioni. In Francia il consiglio dei ministri ha deciso poco fa un nuovo pacchetto di misure. Intanto ci sono proteste alla Camera per il poco tempo concesso per la discussione sulla manovra economica. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
Le nuove regole per la quarantena, le code infinite per i tamponi e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 27 dicembre: 30.810 nuovi contagi, 142 i decessi
Sono 30.810 i nuovi contagi registrati in Italia nelle ultime 24 ore, con 343mila tamponi. Sono 142 invece i decessi.  I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati sono stati 343.968 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 217.052. Il tasso di positività, pertanto, scende all’8,9%, rispetto all’11,5% di ieri. Sono 1.126 (ieri erano 1.089) i pazienti in terapia intensiva in Italia, 37 in più del giorno precedente nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 100. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 9.723 (ieri erano 9.220), ovvero 503 in più. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono Lombardia (5.065), Piemonte (4.611) e Emilia-Romagna (3.482)
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 27 dicembre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

Covid, l’ora del caos
Dante Barontini – Contropiano

In qualche modo era previsto. Se affronti una pandemia globale con una strategia demenziale – “convivere con il virus” – il punto in cui si perde il controllo del sistema non è mai troppo lontano.
In tutto il mondo occidentale si accavallano notizie simili, dati in crescita per i contagi e i morti, anche se questi ultimi in numero minore, rispetto a un anno fa, grazie alle campagne di vaccinazione
continua in
Covid, l’ora del caos – Contropiano

27 dicembre: Uscire dalla pandemia: 10 spunti per guardare avanti
Gianni Tognoni – Volere la luna


In un mondo globale con un’autocoscienza di onnipotenza e di crescita programmabile secondo modelli lineari di un neo-colonialismo economico e culturale, l’irruzione di una pandemia infettiva, con sapore antico, si è tradotta in un’esperienza di impotenza-ignoranza rispetto a qualcosa che si temeva da sempre ma a cui non si voleva credere: un attacco terroristico alle Torri Gemelle della scienza e dell’economia. 
continua in
Uscire dalla pandemia: 10 spunti per guardare avanti (volerelaluna.it)

27 dicembre: Quirinal Party 27/12/21 Bossi ha parlato, la Lega è divisa sull’elezione del Presidente della Repubblica
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

Torna in scena a sorpresa il Bossi.
E alla sua maniera dice a Salvini di stare attento a come si comporta.
“Parlerò con Giorgetti che mi aggiornerà sulla situazione – ha detto Bossi – ma mi sembra che Draghi e Berlusconi non ce la possano fare per il Quirinale. Per me alla fine eleggono Casini”
continua in
Quirinal Party 27/12/21 Bossi ha parlato, la Lega è divisa sull’elezione del Presidente della Repubblica (radiopopolare.it)

Il trasloco più importante d’Italia
Sandro Marucci – Articolo 21

Un drone a perpendicolo su quel chilometro di centro storico battuto dai romani potrebbe riprendere una scena inconsueta: una fila di scatoloni che dal portone del Quirinale escono in due rivoli lungo il Colle più famoso d’Italia. Il primo diretto ad un palazzo della Roma dei Papi, verso il Pantheon, l’altro verso la Roma più verde, fra villa Ada e villa Borghese, per finire in una palazzina moderna la cui ubicazione è top secret
continua in
Il trasloco più importante d’Italia – Articolo21


27 dicembre: Comunicazione deviante come modello per le speculazioni capitalistiche
Luciano Vasapollo – Contropiano

Nell’attuale fase di competizione capitalistica globale, c’è una propensione a sottoporre l’intera realtà – in tutte le dimensioni e i campi dell’umano, a partire da quello economico – alla logica del business, del profitto creando potere ideologico dominante
continua in
Comunicazione deviante come modello per le speculazioni capitalistiche – Contropiano


27 dicembre: Sabato l’addio a Desmond Tutu, l’ultimo padre del Sudafrica
Con l’arcivescovo anglicano, morto ieri mattina a 90 anni, scompare l’ultimo dei grandi vecchi che hanno vissuto la stagione che ha cambiato il Paese: da bianco e afrikaner alla Rainbow Nation
continua in
Sabato l’addio a Desmond Tutu, l’ultimo padre del Sudafrica (avvenire.it)

27 dicembre: Natale di sangue, strage di cristiani nel Myanmar
Stefano Vecchia – Avvenire

I militari hanno massacrato e bruciato decine di civili nello Stato a maggioranza cristiana del Kayah: donne e bimbi tra i 38 morti. Spariti 2 volontari di Save the Children, Rinviata la sentenza per Suu Kyi
continua in
Natale di sangue, strage di cristiani nel Myanmar (avvenire.it)

27 dicembre: Portogallo, come la corruzione può danneggiare una democrazia
Mattia Fossati – Il Caffè Geopolitico

La corruzione sta degradando la democrazia portoghese. Lo certifica l’ultimo report dell’IDEA: l’alto costo delle opere pubbliche, la legislazione farraginosa e le ultime inchieste della magistratura mostrano un Paese malato di tangenti
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/934371/portogallo-come-la-corruzione-puo-danneggiare-una-democrazia



28 dicembre. Roma: Ancora una vittima sul lavoro. È un edile caduto da un’impalcatura
Il 2021 si conferma un anno tragico per il mondo del lavoro. Superata la soglia delle 1300 vittime. L’ultima a Roma ed è, ancora una volta, un operaio edile, caduto da un’impalcatura. L’incidente è avvenuto oggi (28 dicembre) in via Merulana, poco prima delle 10 del mattino, Inutili i soccorsi dei colleghi. Già iniziate le indagini per capire la dinamica dei fatti, Intanto nella capitale è l’ennesima morte sul lavoro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/28/news/ancora_una_vittima_sul_lavoro_e_un_edile_caduto_da_un_impalcatura-17571
59/

28 dicembre: Dati Inail. Oltre mille morti sul lavoro anche quest’anno. «Ecco cosa va cambiato»
Paolo Ferrario – Avvenire

La ripresa delle attività economiche stia determinando una recrudescenza degli incidenti. La denuncia dell’ex ministro Damiano: «Crescita senza controllo di imprese improvvisate»
continua in
Oltre mille morti sul lavoro anche quest’anno. «Ecco cosa va cambiato» (avvenire.it)

28 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Come va la pandemia, continuano le morti nel Mediterraneo, la battaglia di Memorial per i diritti umani e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 28 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’Italia va a lunghi passi verso i centomila contagi quotidiani, una settimana fa erano trentamila. L’epicentro della pandemia resta sempre la Lombardia. Domani arriva il parere del Comitato tecnico scientifico sulla durata della quarantena. Intanto a Milano non ci sono quasi più tamponi. Un operaio di 50 anni, di cui non è stato diffuso il nome, è morto oggi a Roma, precipitando da un ponteggio. La Geo Barents, la nave umanitaria di Medici senza frontiere, è stata autorizzata a fare rotta su Augusta, nel Siracusano. Resta invece in attesa di un porto la SeaWatch 3. Almeno 200 persone sono morte in mare nell’ultima settimana, secondo un testimone uno dei naufragi sarebbe stato causato dallo speronamento di una navetta della guardia costiera libica. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
Come va la pandemia, continuano le morti nel Mediterraneo, la battaglia di Memorial per i diritti umani e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

28 dicembre: Marco Revelli. Draghi da una presidenza all’altra, il marasma prossimo venturo
il manifesto e La Sinistra Quotidiana

Il combinato disposto tra la tanto commentata conferenza stampa del Presidente del Consiglio Draghi e le reazioni dei partiti politici della sua maggioranza la dicono lunga sul drammatico marasma istituzionale che si rischia a inizio 2022. E anche sullo spesso strato di ipocrisia che ha avvolto sia le parole dell’uno che quelle degli altri. A Mario Draghi, evidentemente, in tutte quelle due ore e passa di speach tacitiano, interessava lanciare un unico e chiaro messaggio
continua in
Draghi da una presidenza all’altra, il marasma prossimo venturo – la Sinistra quotidiana

28 dicembre: Gkn: la lotta ha pagato, ora servono garanzie su lavoro e diritti
Dopo l’acquisto da parte dell’imprenditore Francesco Borgomeo, in programma un vertice al ministero dello Sviluppo Economico sul futuro della fabbrica di Campi Bisenzio
continua in
Gkn: la lotta ha pagato, ora servono garanzie su lavoro e diritti – Collettiva

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 28 dicembre: 78.313 nuovi casi e 202 morti. Record tamponi: più di un milione
Sono 78.313 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore con il record mai registrato di tamponi: 1.034.677. Il tasso di positività scende al 7,6. Ieri i casi erano stati 30.810. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 202 mentre ieri erano state 142.
Aumentano pure i ricoveri nei reparti ordinari (+366) e nelle terapie intensive (+19).
Boom di contagi in Lombardia che sfiora i 30 mila nuovi positivi. Come Lazio e Piemonte, anche la Lombardia incrementa dell’1% la soglia di occupazione dei reparti passando rispettivamente al 15%, al 18% e al 16%. Le tre Regioni avevano già superato le soglie di allerta, secondo il monitoraggio di Agenas
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 28 dicembre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

28 dicembre: Contagi, il giorno dei record: boom di nuovi casi in Italia, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti
La Danimarca ha il più alto tasso di incidenza al mondo. In Finlandia da oggi ingressi dall’estero solo per vaccinati o guariti. In Spagna 215mila contagi da giovedì, incidenza mai così alta
continua in
Contagi, il giorno dei record: boom di nuovi casi in Italia, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti (rainews.it)

Domani 29 dicembre, sciopero dei giornalisti Rai
Daniele Macheda – Articolo 21

Il 29 dicembre le giornaliste e i giornalisti della Rai, delle testate delle reti, saranno in sciopero. Restano i tagli lineari all’informazione di servizio pubblico, decisi dal vertice aziendale, senza un piano industriale, senza un progetto e senza alcun confronto
continua in
29 dicembre sciopero dei giornalisti Rai – Articolo21

28 dicembre: Migranti, la nave Geo Barents di Msf è in rada nel porto di Augusta con a bordo 558 naufraghi
A bordo ci sono anche 145 minori, di cui l’80 per cento non accompagnati, e 3 donne incinte. Sei bimbi hanno meno di 4 anni. Finisce così l’attesa per i naufraghi soccorsi nei giorni scorsi nel Mediterraneo centrale. Molti hanno ustioni da carburante, infezioni respiratorie e ferite legate alle violenze subite
continua in
Migranti, la nave Geo Barents di Msf è in rada nel porto di Augusta con a bordo 558 naufraghi (rainews.it)

Alex Zanotelli. In migliaia a Tripoli chiedono libertà e giustizia
Dal 1° ottobre più di 300 donne e diverse migliaia di uomini stanno resistendo in un presidio permanente davanti alla sede dell’UNHCR di Tripoli.
Alcune evase ai lager libici, altre sfuggite alla cattura, hanno deciso di non nascondersi più: la speranza di una salvezza individuale da quell’inferno ha lasciato il posto alla “lotta collettiva fino alla morte”
continua in
In migliaia a Tripoli. Chiedono libertà e giustizia – Articolo21

28 dicembre: La cavalcata liberista tra democrazie e nuovi autoritarismi
Marco Sferini – la Sinistra quotidiana

C’è un paradosso su cui si reggono le più alte istituzioni di tanti Stati: per governare e, quindi, gestire le crisi strutturali del capitalismo, servono donne e uomini che sappiano bene dove intervenire quando il sistema entra in cortocircuito. Intervenire, in questi casi, prende tutto il significato di utilizzare beni e fondi comuni per interessi strettamente privati
continua in
La cavalcata liberista tra democrazie e nuovi autoritarismi – la Sinistra quotidiana

28 dicembre: Cantieri di morte
In Campania il 2021 si chiude con il tragico bilancio di 18 vittime solo nel settore dell’edilizia. Le storie di Giovanni, Tommaso e Domenico raccontano come la prevenzione e la sicurezza possono evitare questa strage
continua in
Cantieri di morte – Colle\ttiva

28 dicembre: Bilancio inesorabile della pandemia: 10mila lavoratori dipendenti in meno, salari in netto calo
La Cgil regionale elabora i dati Inps e il quadro che emerge non lascia dubbi: il lavoro paga un prezzo altissimo. A essere penalizzati sono soprattutto donne e giovani
continua in
Bilancio inesorabile della pandemia: 10mila lavoratori dipendenti in meno, salari in netto calo – Collettiva


Bologna, Passante approvato nella notte, insorgono gli ambientalisti
Il Consiglio comunale di Bologna poco dopo l’una di stanotte ha approvato l’ultima delibera che dà il via libera al potenziamento dell’asse tangenziale-autostrada. A causare il ritardo l’ostruzionismo dell’opposizione. La delibera è passata con i voti di tutte le forze di maggioranza a eccezione dei Verdi
continua in
Passante approvato nella notte, insorgono le/gli ambientalisti – Zic.it | Zeroincondott★


28 dicembre: Tra container e immondizia
Maurizio Mannucci – Collettiva
I 22 parallelepipedi resistono dal gennaio 2010, dopo la rivolta dei migranti contro lo sfruttamento e le violenze della ‘ndrangheta. Il campo doveva essere temporaneo, invece c’è ancora. Tra spazzatura, galline e degrado assoluto, vivono centinaia di braccianti impiegati nei campi della Piana
continua in
Calabria – Collettiva

28 dicembre: Afghanistan, il giro di vite dei talebani contro le donne con la patente
Andrea Aloi – Strisciarossa

Ben accessoriate, burka di serie, guida facile e senza sorprese. Unico neo l’autonomia, di appena 72 chilometri. Purtroppo le donne afghane non possono ricaricarsi plug-in e devono limitarsi – in mancanza del wali, il tutore, cioè un uomo della famiglia che le accompagni – a viaggiare da sole entro un raggio di 45 miglia al massimo, come testualmente raccomandato da un dicastero del nuovo governo degli studenti coranici che già  a partire dal nome dà qualche brividino: ministero della Promozione della Virtù e della Prevenzione del Vizio. Per un ottimista a tutti i costi sembrerebbe quasi un passo avanti, da zero a settantadue chilometri in pochi secoli. Virtù e Vizio, universi quanto mai cangianti, labili, discutibili e che però la lettura iperislamica dei talebani ingabbia in criteri comportamentali, ai nostri occhi, surreali, oltre che profondamente, dolorosamente lesivi della libertà delle donne
continua in
Afghanistan, il giro di vite dei talebani contro le donne con la patente – Strisciarossa

28 dicembre: Il sistema di credito sociale cinese
Francesca Nasi – Pandora Rivista

Il sistema di credito sociale (社会信用体系, Shèhuì xìnyòng tǐxì) può essere definito come un insieme di progetti per assegnare punteggi e classificare cittadini, aziende e organizzazioni sulla base del loro comportamento. Lo scopo è quello di monitorare, valutare e indirizzare gli atteggiamenti dei soggetti attraverso meccanismi di punizione e ricompensa. Tra le varie tecnologie che compongono il complesso sistema di sorveglianza cinese, il sistema di credito sociale appare sicuramente come una delle più inquietanti, soprattutto a un occhio occidentale. 
continua in
https://www.pandorarivista.it/articoli/il-sistema-di-credito-sociale-cinese/

28 dicembre: Dispacci dalla terra di nessuno
Paolo Fracella – Jacobin Italia

Nella foresta al confine tra Polonia e Bielorussia, al freddo e senza diritti, si ammassano migliaia di persone. Sono siriani, iracheni, curdi e yemeniti. Sono vittime dell’ennesimo conflitto geopolitico
continua in
Dispacci dalla terra di nessuno – Jacobin Italia

28 dicembre: «Infanga l’Urss»: così la Corte suprema russa chiude la ong Memorial
Il giudice Alla Nazarova ha ordinato la chiusura del Memorial International, la struttura centrale dell’organizzazione, accusata di agire come “agente straniero”. La legislazione sugli “agenti stranieri” bolla le organizzazioni che ricevono fondi dall’estero e le loro azioni sono ritenute contrarie agli interessi della Russia.I pubblici ministeri hanno anche accusato Memorial International di denigrare la memoria dell’Unione Sovietica e delle sue vittorie e di aver riabilitato i “criminali nazisti”. Durante l’udienza di oggi un pubblico ministero ha affermato che Memorial “crea una falsa immagine dell’Urss come stato terrorista e denigra la memoria della Seconda guerra mondiale”
continua in
«Infanga l’Urss»: così la Corte suprema russa chiude la ong Memorial (avvenire.it)

28 dicembre: Adriano Sofri. Panettoni ai detenuti, di cose piccolissime il carcere tira ogni tanto un respiro
Piccola Posta – Il Foglio

Sono stati consegnati nel penitenziario Don Bosco di Pisa, una tradizione che ha superato i vent’anni, inaugurata da volontari presso il carcere e rappresentanti politici
continua in
Panettoni ai detenuti, di cose piccolissime il carcere tira ogni tanto un respiro | Il Foglio

28 dicembre: La raccolta postuma di Domenico Carrara
L’esistenza umana è una fortuna, ma la vita è un temporale
Gerardo Iandoli – Strisciarossa

Sono quasi due anni di lotta contro la pandemia. Due anni in cui è riapparsa, sotto le luci accecanti del vitalismo consumistico, la consapevolezza della caducità della vita. Nonostante tutta la nostra tecnica, continuiamo a essere mortali
continua in
L’esistenza umana è una fortuna ma la vita è un temporale – Strisciarossa

Giorgio Cremaschi. Dopo 30 anni la storia è ripartita… e anche la bandiera rossa
Esattamente trenta anni fa Boris Eltstin ed i vari capi differenti repubbliche, tutti ex dirigenti del Partito Comunista, decretavano la fine dell’Unione Sovietica. Fu un vero e proprio golpe, organizzato a seguito del fallimento di quello da operetta di nostalgici brezneviani alcuni mesi prima
continua in
https://contropiano.org/interventi/2021/12/28/dopo-30-anni-la-storia-e-ripartita-e-anche-la-bandiera-rossa-0145221



29 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Stasera il Governo decide sulle quarantene, cosa capita a Milano, il teatrino di Salvini e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 29 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Aumentano i contagi, ma resta stabile il numero delle vittime: l’80 per cento delle persone portate in ospedale in gravi condizioni sono No vax. Questa sera si riunisce il Consiglio dei ministri per decidere sulla nuova durata delle quarantene. L’Oms lancia l’allarme: “Con lo tsunami Omicron gli ospedali sono a rischio collasso e la pressione sul personale sanitario già stremato sarà enorme”. In Italia nel 2021 resta stabile il numero di omicidi, tranne nel caso la vittima sia una donna: quest’anno le vittime di femminicidio sono 116. E sono in forte aumento anche le minacce ai giornalisti, più del 21 per cento rispetto al 2020, nella maggioranza dei casi avvengono sui social network. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
Stasera il Governo decide sulle quarantene, cosa capita a Milano, il teatrino di Salvini e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

29 dicembre: Covid, Consiglio dei Ministri: niente quarantena per i vaccinati
Vale per gli immunizzati da meno di quattro mesi e per chi ha dose booster. Estensione del Super green pass per trasporti a lunga percorrenza, fiere e impianti sci. Prezzi calmierati per le mascherine Ffp2
continua in
Covid, Consiglio dei Ministri: niente quarantena per i vaccinati (rainews.it)

Quirinal Party 29.12.21 – Omicron è la bomba che può cambiare il gioco del Quirinale
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

I maghi del pallottoliere, i professionisti della conta dei voti, in queste ore stanno impazzendo.
Mai come stavolta la corsa al Quirinale è diventata imprevedibile. Troppe varianti: la variante B come Berlusconi, la variante D come Draghi, la variante R come Renzi. E adesso arriva la variante delle varianti. La Omicron. Sì proprio lei, quella vera, quella del COVID
continua in
Quirinal Party 29/12/21. Omicron è la bomba che può cambiare il gioco del Quirinale – Radio Popolare

Covid Italia, il bollettino del 29 dicembre: 98.020 i nuovi casi e 136 i decessi
Cresce ancora il numero dei nuovi positivi nel nostro Paese e oggi sfiora i 100mila casi. In Italia nelle ultime 24 ore si sono registrati, infatti, 98.020 nuovi contagiati e 136 decessi. Sono 1.029.429 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.034.677. Il tasso di positività sale al 9,5%, rispetto al 7,57% di ieri. Sono 1.185 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 40 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 126. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.578, ovvero 489 in più. E aumenta anche il numero dei pazienti ricoverati con sintomi: nelle ultime 24 ore sono 10.578, ovvero +489 rispetto al giorno precedente e crescono anche le intensive, con 40 nuovi ricoverati oggi, che portano il totale dei pazienti più gravi a 1185
continua in
Covid Italia, bollettino del 29 dicembre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

Covid, Trenord: 12% di assenze, soppresse 100 corse al giorno
Oltre 1.800 le corse programmate nelle settimane di festività che gli italiani non useranno a causa dei contagi e delle quarantene in cui si trova il personale ferroviario
continua in
Covid, Trenord: 12% di assenze, soppresse 100 corse al giorno (rainews.it)

La richiesta dei presidi: “Tamponi agli studenti prima del rientro in classe”
Agenzia DIRE – No al prolungamento delle vacanze natalizie purchè, in vista del rientro in classe, sia previsto uno screening per gli studenti. La richiesta dei presidi arriva da tutta Italia, mentre continua a salire il numero dei contagi soprattutto tra i giovani sotto gli 11 anni (solo il 6,36 % della popolazione 5-11 ha effettuato almeno una dose di vaccino). “I dati sono preoccupanti. Nell’ultima settimana nel mio istituto i contagi sono passati da una media di 1-2 casi a circa 46 casi- racconta all’agenzia Dire Domenico Squillace, dirigente scolastico del liceo ‘Volta’ di Milano- ma la scuola è un luogo sicuro. Gli studenti si contagiano fuori: la scuola è l’unico posto in cui i ragazzi sono obbligati a stare con la mascherina”
continua in
La richiesta dei presidi: “Tamponi agli studenti prima del rientro in classe” – DIRE.it

29 dicembre: Con Draghi al Quirinale torna la monarchia
Natale Cuccurese – Transform Italia

Passato anche questo Natale l’orizzonte degli eventi non sembra particolarmente incoraggiante, visto che l’ormai imminente approvazione della Legge di Bilancio si basa sui soli voti di fiducia, senza nessuna discussione parlamentare e senza nemmeno che i parlamentari abbiano potuto prendere visione in tempi congrui dei vari articoli e discuterne. Con addirittura un collegato, quello sul via libera all’Autonomia differenziata, che al momento è formato solo dal titolo, con il testo che verrà aggiunto solo successivamente, evidentemente dopo decisioni prese nelle segrete stanze, in base alle alchimie spartitorie e agli equilibri di governo, anche in vista della elezione del nuovo Presidente della Repubblica. 
continua in
https://transform-italia.it/con-draghi-al-quirinale-torna-la-monarchia/

29 dicembre: Terremotati espropriati, spazio al resort
Mario Di Vito – il manifesto

Tutti espropriati, serve spazio per un resort. È in questi giorni che gli abitanti di Rubbiano, frazione di Montefortino in provincia di Fermo, stanno ricevendo gli avvisi che hanno seguito l’ordinanza comunale del 23 dicembre: «Procedimento per l’approvazione del progetto definitivo con l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e dichiarazione di pubblica utilità». In pratica, abitazioni, terreni, cantine, garage, legnaie, pollai, stalle, orti e giardini verranno presi in consegna per portare a termine un progetto da 7 milioni di euro per lo «sviluppo dell’offerta ricettiva» e la «valorizzazione delle Gole dell’Infernaccio», uno dei luoghi più suggestivi dell’Appennino umbro-marchigiano. Gli interessati hanno 30 giorni per presentare le proprie osservazioni
continua in
Terremotati espropriati, spazio al resort | il manifesto


29 dicembre: EMERGENZA CLIMA. 2021 ANNO DA CODICE ROSSO PER L’ITALIA
Il 2021 anno da codice rosso per il clima in Italia. Nella Penisola registrati 187 fenomeni meteorologici che hanno provocato danni nei territori con nove vittime. Il bilancio dell’Osservatorio CittàClima.
Sicilia, Lombardia, Lazio, Campania, Veneto e Sardegna le regioni più colpite. Roma, Napoli, Catania, Palermo e Milano le città con i maggiori danni
continua in
Emergenza clima. 2021 anno da codice rosso per l’Italia • Legambiente


29 dicembre: Europaverde. D’accordo con Cingolani: deve dimettersi
Il Ministro Cingolani, in un’intervista tra le innumerevoli che ha rilasciato da quando è ministro, annuncia che la sua missione al Ministero della Transizione Ecologica è terminata. Per la prima volta siamo d’accordo con lui su un punto che, benché ci spingano motivi diametralmente opposti, non modifica il risultato: non può più fare il ministro della Transizione Ecologica
continua in
D’accordo con Cingolani: deve dimettersi – Europa Verde

29 dicembre: Ground zero. L’Artico, il cambiamento climatico e la geopolitica delle risorse
Alberto Prina Cerai – Pandora Rivista

Per secoli l’Artico è apparso, nell’immaginario comune, come una regione remota, aspra, insidiosa e lontana dal percorso della modernità che si è progressivamente ramificata in tutti i continenti del globo (con l’eccezione dell’Antartide in cui vige un regime riconosciuto di “congelamento” delle aspirazioni sovrane degli Stati) [1]. Tuttavia, quelle condizioni climatiche che avevano tenuto lontana la bramosia della civiltà industriale e capitalistica oggi si stanno gradualmente modificando, giacché l’Artico si prepara ad entrare nell’Antropocene con tutte le conseguenze che ciò comporterà
continua in
https://www.pandorarivista.it/articoli/ground-zero-l-artico-il-cambiamento-climatico-e-la-geopolitica-delle-risorse/


Blockchain e NFT: nuovi paradigmi economici e trasformazioni sociali
Pietro Bottazzi – La Fionda

Una data cruciale per comprendere le trasformazioni attuali è quella della crisi finanziaria del 2008. Lì sono nate le prime criptovalute prodotte per “estrazione” da un algoritmo, inventate per contrastare il potere assoluto della finanza responsabile della crisi e fondato sull’inganno fiduciario perpetrato ai danni delle persone. La tecnologia blockchain, l’invenzione che sta alla base di tutte le criptovalute, è un registro  condiviso  che permette a queste valute virtuali di esistere e, soprattutto, di essere accettate  indipendentemente dall’emissione e dal  controllo di autorità centrali.  L’idea che la sorregge è che la fiducia possa scaturire liberamente tra le persone senza bisogno di intermediari evitando così l’esposizione a pericoli di manipolazione, appropriazione, monopoli e falllimenti.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/29/blockchain-e-nft-nuovi-paradigmi-economici-e-trasformazioni-sociali/



Rider ed economia digitale: organizzare il lavoro al tempo delle piattaforme. Intervista a Riccardo Mancuso
Giacomo Bottos – Pandora Rivista

Negli ultimi anni le mobilitazioni dei rider sono state in grado di ottenere uno spazio rilevante nel dibattito pubblico, non solo per quanto riguarda il lavoro dei ciclofattorini. L’attenzione che hanno saputo generare ha infatti coinvolto, più in generale, anche altre forme di lavoro legate alla gig economy e alle piattaforme, mettendo in luce la necessità di regolamentare queste nuove forme economiche. Per approfondire le mobilitazioni dei rider nel recente passato e per provare a cogliere alcuni elementi dello sviluppo futuro delle loro rivendicazioni, abbiamo intervistato Riccardo Mancuso, delegato FILT CGIL e rappresentante del coordinamento nazionale “RiderXiDiritti”. Mancuso segue da tempo le esperienze di organizzazione dei rider ed è stato tra gli esponenti di “Riders Union
continua in
https://www.pandorarivista.it/articoli/rider-ed-economia-digitale-organizzare-il-lavoro-al-tempo-delle-piattaforme-intervista-a-riccardo-mancuso/

29 dicembre: Brevi note sul diritto alla disconnessione nel lavoro agile: lo stato dell’arte
Pasquale Dui – Il Diario del Lavoro

Il dibattito sul diritto alla disconnessione è più che mai attuale, da un lato, in previsione del ritorno alla situazione normale post-pandemia (per quanto sia possibile allo stato delle ultime vicende) e, dall’altro lato, in ragione del bisogno – universamente sentito – di arrivare ad una qualche forma di regolamentazione
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/brevi-note-sul-diritto-alla-disconnessione-nel-lavoro-agile-lo-stato-dellarte/


29 dicembre: L’attualità di Lucio Magri
Ugo Onelli – Transform Italia

Son passati dieci anni ed un mese e per non fare un torto a Lucio Magri non si deve fare un burocratico, sterile ricordo ma bisogna riaprire ancora una volta, con ostinazione,  una riflessione per proseguire un percorso che sembra smarrito
continua in
https://transform-italia.it/lattualita-di-lucio-magri/


29 dicembre: Un anno fa ci lasciava Livia Giustolisi, il ricordo del Comune di Fivizzano e della Giuria del Premio Franco Giustolisi
Il Comune di Fivizzano (Massa Carrara) e la Giuria del Premio Giustolisi, intitolato alla memoria di Franco Giustolisi,  il 28 dicembre 2021, hanno ricordato Livia Giustolisi,  a un anno dalla sua scomparsa, in un incontro in collegamento via Zoom e in diretta sulla pagina Facebook del Premio Giustolisi.
Livia Giustolisi nel nome di papà Franco, uno dei più importanti giornalisti d’inchiesta italiani, ha tenacemente voluto, organizzato e difeso il Premio Franco Giustolisi “ Giustizia e Verità “ per ricordare l’attività di suo padre e per continuare a onorare memoria, giustizia e verità nel campo del giornalismo d’inchiesta del nostro Paese
continua in
Un anno fa ci lasciava Livia Giustolisi, il ricordo del Comune di Fivizzano e della Giuria del Premio Franco Giustolisi – Articolo21



A Roma nasce il Forum cittadino per il riutilizzo sociale dei beni confiscati
Ylenia Sina – la vialibera

Il sogno della Capitale di un Forum cittadino per il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie è realtà. Fermo dal 2018 con la giunta Raggi, il progetto è stato sbloccato dall’attuale amministrazione Gualtieri. Un passo decisivo, dicono le associazioni coinvolte, considerato che a Roma il 45 per cento degli immobili confiscati è ancora inutilizzato
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-803-roma_forum_riutilizzo_sociale_beni_confiscati_mafie



29 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Boom quarantene, Coldiretti: “A rischio le forniture alimentari”
Agenzia DIRE
– Con l’avanzare dei contagi e la crescita esponenziale degli italiani in isolamento o in quarantena sono a rischio anche le forniture alimentari del Paese garantite da quasi 4 milioni di persone che dai campi alle stalle, dalle industrie dalla botteghe fino alle catene delle distribuzione fino ad ora non hanno mai smesso di lavorare durante la pandemia. È quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’ipotesi di quarantena breve per non bloccare le filiere strategiche del Paese come quella alimentare.
continua in
Boom quarantene, Coldiretti: “A rischio le forniture alimentari” – DIRE.it

Padova. Vittoria del Patronato Inca contro l’Inps: riconosciuto il diritto all’indennità di disoccupazione ad una studentessa-lavoratrice
La storia parte da lontano, almeno dal 2012, da quando una giovane ragazza ucraina mette piede sul suolo italiano per motivi di studio, essendosi iscritta all’Università di Udine
continua in
Vittoria del Patronato Inca contro l’Inps: riconosciuto il diritto all’indennità di disoccupazione ad una studentessa-lavoratrice – Collettiva

Bologna. Alla Palletways assunti direttamente 150 lavoratori degli appalti logistica
Giulia Gentile – Collettiva

“Per anni abbiamo contestato una serie infinita di errori contributivi e retributivi di ogni genere – racconta Susanna Sandri, Filt Cgil provinciale – dalla mancata applicazione del contratto collettivo nazionale al mancato versamento dei contributi e agli errori in busta paga”. Finché il sindacato non ha chiesto alla multinazionale uno scatto di responsabilità
continua in
Alla Palletways di Bologna grazie alla Cgil assunti direttamente 150 lavoratori degli appalti logistica – Collettiva

 “ Dopo un raccolto ne viene un altro, bisogna andare avanti ”

IL GIORNO DOPO RESTANO LE DONNE
Non se ne parla mai abbastanza delle donne di Casa Cervi ed è un gran peccato. Eppure sono loro quelle che sono rimaste dopo che il 25 novembre del 1943 i sette figli e il padre Alcide sono stati arrestati. Loro che insieme ai bambini erano riuscite a mettersi in salvo dalle famiglie vicine, lasciando a malincuore gli uomini ad affrontare i fascisti. Loro che torneranno senza nemmeno saper immaginare cosa avrebbero dovuto aspettarsi dal futuro, dopo quell’alba tragica e piovigginosa. Il 25 novembre la prima a tornare ai Campirossi è Margherita, moglie di Antenore, e lo fa con un groppo al cuore, cercando di gestire una paura che non si può tenere a bada e che per questo va lasciata libera di sfogarsi, di uscire, di sapere. È la paura di trovare il suo Antenore e gli altri uomini della famiglia morti lungo la strada e di non sapere come fare ad affrontare quel che la vita le sta riservando. Il percorso verso casa è invece stranamente deserto. In giro non c’è nessuno, solo le bestie che stanno scappando dalla stalla in fiamme. Mentre in cucina trova le altre bestie che gozzovigliano davanti al fuoco acceso, lo stesso dove poco prima avevano fatto arrostire i cotechini, dopo che i Cervi erano stati catturati e portati via. Trova i fascisti, Margherita, che mangiano il pane che lei e le altre donne avevano fatto il giorno prima e bevono dai bottiglioni di vino, frutto del lavoro dei suoi uomini. Di Antenore e i suoi fratelli non c’è più traccia. Solo il fumo della stalla e la cagnara dei fascisti che mangiano e bevono come se stessero festeggiando una sadica e ferina vittoria. Prima di andarsene poi i fascisti hanno anche rubato tutto quello che potevano prendere dalle stanze da letto, per ritornare il giorno dopo e finire ciò che avevano iniziato. Persino la latta dello strutto si volevano portare via. Quella che Genoveffa usava per friggere un po’ di polenta per i bambini e le bambine di casa. E io me la figuro Genoveffa, con le sue mani ruvide e callose, il fazzoletto in testa e il grembiule sul ventre intenta a friggere e chissà … forse su quella polenta bollente usava metterci anche un poco di zucchero, per provare ad addolcire la vita delle sue nipotine e dei suoi nipotini, ché lei se lo sentiva che da quel giorno sarebbero rimasti senza i loro papà. Già, perché una madre lo sa, se lo sente quello che sta per succedere e Genoveffa sapeva tutto, ancor prima degli altri. E non a caso una delle fotografie che ritrae tutta la famiglia insieme l’aveva voluta fare proprio lei, poco dopo lo scoppio della guerra in Africa, perché si sentivano dire tante brutte cose. E perché, con la guerra e il fascismo, non si sa mai cosa sarebbe potuto accadere a quella sua bella famiglia.Le donne. Le donne sono rimaste anche dopo il 28 dicembre. Oltre a Genoveffa destinata, suo malgrado, a diventare lo stereotipo di tutte le madri di guerra, ci sono le sue due figlie Rina e Diomira e le sue quattro nuore: Margherita moglie di Antenore, Jolanda moglie di Gelindo, Irnes moglie di Agostino e Verina compagna di Aldo. E ci sono anche dieci bambini di cui la più grande, Maria, aveva solo 9 anni. Restano le donne a portare il peso del lavoro dei Campirossi e quello assai più gravoso della perdita, della sofferenza. Restano a crescere i figli, a custodire una vita che va avanti, a costruire il museo, a conservare la memoria. Loro che sapevano quello che ancora Alcide non poteva sapere e che riusciranno a tenere in piedi una famiglia che apparentemente aveva perso tutto. Restano dopo i tanti incendi, che continueranno anche a guerra finita. Restano a dire che chi è dalla parte giusta non deve scappare, ma deve invece continuare ad andare avanti a testa alta, sebbene con il cuore lacerato. Restano a ricordare che i morti non sono tutti uguali perché c’è chi è morto per difendere i lavoratori e chi per difendere i padroni e la differenza è tanta. Lo dovremmo ricordare sempre, anche noi.Nel 1934 a Casa Cervi nacque Maria, la primogenita di Antenore. Il suo papà la portò a far battezzare e volle che venissero suonate anche per lei le campane, esattamente come si usava fare quando nascevano i figli maschi, perché pensava che le donne dovessero avere i medesimi diritti. Erano così i Cervi. Convinti che si dovesse lottare per costruire un mondo nel quale le campane suonassero a festa per la nascita di una figlia femmina così come per quella di un figlio maschio. Un mondo di pace, equità e libertà. Un mondo nel quale anche ai contadini era permesso sognare e portare in giro il mondo sul trattore. I Cervi non sono riusciti a vedere quel mondo, ma le loro donne sì, perché hanno saputo continuare quel che gli uomini avevano iniziato.Il giorno dopo sono rimaste le donne a costruire quell’avvenire che i Cervi avevano osato sognare. E credo che il nostro grazie vada anche a quelle donne, senza le quali, niente di ciò che oggi conosciamo sarebbe stato possibile
Elisabetta Salvini sulla propria pagina Facebook
https://www.facebook.com/elisabetta.salvini.7

29 dicembre: Liliana Segre: «L’eroismo umile di mamma Giuseppina Panzica»
A Como nascose e salvò centinaia di ebrei e perseguitati politici, aiutandoli a fuggire in Svizzera. Ora un libro di Severino e Grienti ne narra la vicenda. La prefazione di Liliana Segre
continua in
https://www.avvenire.it/agora/pagine/leroismo-umile-di-giuseppina

Il pericoloso “patriottismo” di Giorgia Meloni
Gianfranco Pagliarulo – Volere la luna

L’enfasi e la retorica da un lato e l’accurata rimozione dall’altro sembrano alle volte la cifra di tanta parte della politica italiana. A proposito di rimozione è semplicemente stupefacente il grande silenzio sulle dichiarazioni di Giorgia Meloni a proposito del Parlamento, della repubblica presidenziale con l’elezione del capo dello Stato a suffragio universale e diretto, dell’Assemblea costituente. Intendiamoci: Matteo Salvini e Silvio Berlusconi hanno immediatamente ed entusiasticamente aderito alle proposte della leader di Fratelli d’Italia; ma, per il resto, silenzio
continua in
Il pericoloso “patriottismo” di Giorgia Meloni (volerelaluna.it)


I tre studenti che guidarono lo sciopero delle università cilene dieci anni fa: Camila Vallejo, Giorgio Jackson e Gabriel Boric.
Oggi uno di loro è diventato Presidente del Cile


30 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le nuove regole per la quarantena dei vaccinati, la pressione sugli ospedali italiani e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 30 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il governo ha approvato l’allargamento del Super Green Pass a partire dal 10 gennaio, mentre tra poche ore scatta l’eliminazione della quarantena per chi entra a contatto con una persona positiva ma ha fatto tre dosi di vaccino o ne ha avute due da meno di 4 mesi. La Camera ha approvato la legge di bilancio con 355 sì e 45 no ed è così arrivato l’ok definitivo per il testo che introduce anche la contestata riforma dell’Irpef. Il 1° gennaio 2022 arriva nei cinema italiani l’atteso 4 capitolo della saga di Matrix. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
Le nuove regole per la quarantena dei vaccinati, la pressione sugli ospedali italiani e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

30 dicembre: Finanziaria. Via libera finale alla manovra da 32 miliardi. Ecco cosa prevede
Legge di bilancio all’ultimo step. Ieri sera la Camera ha votato la fiducia sul provvedimento (414 sì, 47 no e un astenuto, Vittorio Sgarbi) e stamattina c’è stato il via libera definitivo, sempre da parte della Camera, con 355 favorevoli, 45 contrari. Il
provvedimento è legge
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/e-legge-la-manovra-da-32-miliardi-ecco-cosa-prevede

SALTA IL TETTO AI SUPER STIPENDI DEGLI ALTI BUROCRATI MENTRE VA IN SCENA L’ATTACCO FINALE AI SERVIZI PUBBLICI
Sergio Scorza sulla propria pagina Facebook
A marzo, l’accordo tra il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta( il demolition man della P.A.) e CGIL, CISL e UIL sulla Pubblica Amministrazione che punta dritto all’aziendalizzazione del servizio pubblico ed alla mera colpevolizzazione del dipendenti pubblici italiani, i meno pagati d’Europa. Ad ottobre, il flop del “Concorso Coesione per l’assunzione di 2.800 tecnici specializzati(precari) nelle amministrazioni del Mezzogiorno”, il primo a seguire la formula demenziale del ministro della Pubblica amministrazione (…)
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=1153845138773934&set=a.124721745019617

30 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 30 dicembre: 126.888 nuovi casi e 156 morti
Record di positivi oggi in Italia dove sono 126.888 i nuovi casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri i casi erano stati 98.020. Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 156 , mentre ieri erano state 136. Sono 1.150.352  i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24: ieri erano stati 1.029.429. Il tasso di positività è al 11,03%, in aumento rispetto al 9,5% di ieri. Sono 1.226 (ieri 1.185) i pazienti in terapia intensiva in Italia, 41 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 134. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.866 (ieri 10.578), 288 in più rispetto a ieri. Sono 779.463 gli attualmente positivi al Covid: 104.598 in più rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 5.981.428 e i morti 137.247. I dimessi e i guariti sono invece 5.064.718, con un incremento di 22.246 rispetto a ieri
continua in
Covid Italia, il bollettino del 30 dicembre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

30 dicembre: Quirinal Party 30/12/21. L’autocandidatura di Berlusconi è il problema più grande per chi cerca un nome condiviso per il Quirinale
Luigi Ambrosio – Radio Popolare
Anche Mattarella domani nel suo discorso di fine anno, che è anche un discorso di fine mandato, probabilmente farà appello all’unità più ampia possibile.
Per superare la pandemia certo. Ma anche per eleggere il suo successore. Il problema è che ci sono troppi ego, troppe ambizioni personali, troppi che giocano la loro partita di potere. Il più grande, ipertrofico ego che volteggia come uno spettro è quello di Berlusconi.
Glielo stanno dicendo in tanti che se si fa da parte la situazione si sblocca. Oggi lo ripetono Letta e i grillini. Il problema è che sono tutti avversari politici
continua in
Quirinal Party 30/12/21. L’autocandidatura di Berlusconi è il problema più grande per chi cerca un nome condiviso per il Quirinale (radiopopolare.it)

30 dicembre: 2021. L’anno primo del Parlamento veramente dimezzato
Marco Sferini – La Sinistra Quotidiana

C’è un retrogusto di acido neocesarismo bonapartista nel modo in cui il governo di Mario Draghi tratta le prerogative del Parlamento in questa fine d’anno. Se è vero che la Legge di bilancio è un po’ sempre (almeno negli ultimi lustri) stata trattata come una norma cui le Camere devono apporre solo la loro corale firma e niente più, è però altrettanto vero che si è ridotto anche quel tempo di discussione, divenuta purtroppo una mera formalità, cui seguivano i maxiemendamenti dell’esecutivo prima e le richieste di fiducia oggi
continua in
2021. L’anno primo del Parlamento veramente dimezzato – la Sinistra quotidiana


Il Mulino – Speciale Quirinale 2022
Edmondo Berselli. TUTTI I POTERI DEL PRESIDENTE
Tra i più acuti osservatori della «Repubblica dei partiti», nel momento della sua implosione Berselli scrisse questo articolo che ripercorreva le diverse presidenze, da De Nicola a Cossiga. Un pezzo da rileggere oggi, alla vigilia di un voto delicatissimo
continua in
https://www.rivistailmulino.it/a/tutti-i-poteri-del-presidente

Federico Furlan. DA PALAZZO CHIGI ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA? UN GROVIGLIO ISTITUZIONALE
Si fa strada l’ipotesi che ad essere eletto prossimo capo dello Stato possa essere Mario Draghi. Ma come districare la matassa istituzionale provocata dall’elezione del presidente del Consiglio alla presidenza della Repubblica?
continua in
https://www.rivistailmulino.it/a/da-palazzo-chigi-alla-presidenza-della-repubblica-un-groviglio-istituzionale


30 dicembre: Sea-Watch 3, invece del porto arrivano latte in polvere e pannolini
Giansandro Merli – il manifesto

A bordo 440 persone. Sette le richieste di Place of safety (Pos) per sbarcare. La Geo Barents ad Augusta: per oltre 200 persone l’ennesima notte sulla nave
continua in
https://ilmanifesto.it/sea-watch-3-invece-del-porto-arrivano-latte-in-polvere-e-pannolini/

30 dicembre: Il nucleare “verde” e l’energia di transizione
Salvatore Palidda – La Fionda

La Commissione europea si appresta a classificare il nucleare come energia verde. Parallelamente definirà il gas “energia di transizione”, a seguito dei negoziati con la Francia e la Germania
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/30/il-nucleare-verde-e-lenergia-di-transizione/

30 dicembre: Nucleare Auf Wiedersehen! Riflessioni sull‘addio al nucleare della Germania
Giorgio Ferrari – Pressenza

Fra un anno esatto a partire da oggi la Germania metterà fuori servizio gli ultimi tre reattori nucleari ancora in funzione: Isar 2, Emsland e Neckarwestheim 2, ma già da questo 31 dicembre 2021 saranno spenti quelli di Gundremmingen C, Grohnde e Brokdorf. Per la gran parte dell’opinione pubblica è probabile che questi nomi non stiano ad indicare niente di più che dei punti su una carta geografica, piccole località come tante altre in Europa a cui è toccato in sorte di ospitare un impianto nucleare; ma per quelli che hanno la mia età e che nei primi anni settanta si battevano contro il nucleare, i nomi di Grohnde e Brokdorf richiamano momenti indimenticabili. 
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/nucleare-auf-wiedersehen-riflessioni-sulladdio-al-nucleare-della-germania/

30 dicembre: Adriano Sofri. Auguri a Massimo Toschi, nuovo presidente del Movimento Shalom
Piccola Posta – Il Foglio
In Toscana è stato assessore a “Cooperazione internazionale, perdono e riconciliazione dei popoli” oltre che ai diritti dei disabili: può suonare magniloquente e retorico, ma lui faceva sul serio
continua in
Auguri a Massimo Toschi, nuovo presidente del Movimento Shalom | Il Foglio

30 dicembre: E’ morta a 86 anni. Il figlio scomparso da 40 anni: “Mi farei 30 anni per lui”
Pupetta Maresca, storia di Madame camorra: l’omicidio per vendicare il marito, il parto in carcere e la sfida a Cutolo
Ciro Cuozzo – Il Riformista

Dall’omicidio per vendicare il marito, quando aveva appena 20 anni, al parto nel carcere di Poggioreale pochi mesi dopo. Dal cinema alla relazione con il boss dei due mondi, Umberto Ammaturo,  alla scomparsa del figlio per lupara bianca alla sfida a Raffaele Cutolo e al suo esercito mentre gestiva dei negozi di abbigliamento a Napoli.
continua in
https://www.ilriformista.it/pupetta-maresca-storia-di-madame-camorra-lomicidio-per-vendicare-il-marito-il-parto-in-carcere-e-la-sfida-a-cutolo-270112/?refresh_ce

30 dicembre: È un pericolo per la stabilità europea lo spostamento a est della NATO
Paolo Soldini – Strisciarossa

Mario Draghi lo aveva denunciato nell’ottobre scorso, al termine d’una visita in Slovenia. Lo ha ripetuto nel corso della conferenza stampa di fine anno: la NATO sembra disinteressarsi un po’ troppo dell’Europa e sposta la sua “area d’interessi” in altre zone del mondo. L’Indo-Pacifico, ha precisato a Roma. Il senso dell’osservazione del capo del governo italiano è chiara, anche se – a proposito di spostamenti –  contiene uno spostamento semantico dovuto, forse, a uno scrupolo diplomatico: chi ha delocalizzato la propria area di influenza non è tanto l’Alleanza atlantica, che con le vicende di laggiù statutariamente non ha nulla a che vedere come segnala l’aggettivo che accompagna il nome, ma sono gli Stati Uniti e, al più, la Gran Bretagna
continua in
È un pericolo per la stabilità europea lo spostamento a est della NATO – Strisciarossa

30 dicembre: Droni militari: una breve panoramica
Stefano Marras – Il Caffè Geopolitico

Lo sviluppo e l’impiego dei droni militari in operazioni di combattimento rappresenta sicuramente una delle innovazioni più importanti nel campo della difesa. Capacità operative, potenziali sviluppi futuri e il ruolo dell’Europa.
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/937032/droni-militari-una-breve-panoramica


Riflessioni eretiche sulle politiche pandemiche: TIA (There Is Alternative)
e il grande Leviatano



Riccardo Barenghi. Cronaca del futuro
Sarà un anno indimenticabile, il 2022. Un anno da raccontare a figli e nipoti, di quelli che “io c’ero”. Ma siccome siamo appena all’inizio, possiamo solo prevedere quel che sarà, senza alcun ottimismo fuori luogo, ma con un sano realismo, che spesso sfocia nel pessimismo più nero. Con la speranza che non vada così.  E la speranza, come si sa, è sempre l’ultima a morire
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/cronaca-del-futuro/


30 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

GKN. Borgomeo subentra, serve un accordo che dia garanzie
Usb

Nel tavolo convocato ieri al Ministero dello Sviluppo Economico, Francesco Borgomeo ha presentato alle istituzioni e alle organizzazioni sindacali quello che sarà il percorso che avrà come obiettivo cedere l’azienda a un soggetto industriale credibile e abbia le caratteristiche adatte per effettuare una vera riconversione industriale dello stabilimento
continua in
GKN. Borgomeo subentra, serve un accordo che dia garanzie – Contropiano

30 dicembre: Fim-Cisl, ancora 107 tavoli di crisi nel settore metalmeccanico
Il Diario del Lavoro

Sono 107 i casi di crisi del settore metalmeccanico. Nel dettaglio, attualmente al Ministero dello Sviluppo Economico si contano 51 tavoli nazionali, a cui si sommano altri 56 tavoli di crisi regionali. In totale si parla di 54 mila 712 lavoratori coinvolti. A questi poi si aggiungono tutta una serie di aziende per le quali non sono aperti tavoli regionali o ministeriali, in genere si tratta di piccole e medie imprese intorno ai 15/20 dipendenti e che sono quelle che stanno maggiormente accusando la crisi. E’ quanto rileva il report della Fim Cisl sulle vertenze del settore metalmeccanico per il secondo semestre del 2021
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/fim-cisl-ancora-107-tavoli-di-crisi-nel-settore-metalmeccanico/

Manovra, Sbarra: migliorata grazie al sindacato
“È una Legge di bilancio notevolmente migliorata quella approvata oggi in via definitiva dalla Camera dei deputati. Una Manovra partita a ottobre con ampie zone d`ombra, e arrivata al traguardo molto diversa, espansiva e con importanti elementi redistributivi. Raccogliamo i frutti di un`azione sindacale responsabile, che ha puntato a riallacciare e consolidare il confronto con il Governo per rafforzare il profilo sociale del provvedimento”. Lo afferma in una nota Luigi Sbarra, segretario generale della Cisl. 
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/manovra-sbarra-migliorata-grazie-al-sindacato/

Pesaro Urbino, lotta al Covid: per Spi e Cgil vaccinazione diritto fondamentale. Il caso di Patricio e Cecilia Vidal
La più grande campagna vaccinale che si ricordi, quella contro il Covid, è stata ed è tuttora fondamentale contro questa terribile pandemia. Il lavoro concreto del sindacato
continua in
Pesaro Urbino, lotta al Covid: per Spi e Cgil vaccinazione diritto fondamentale. Il caso di Patricio e Cecilia Vidal – Collettiva

Marche. Pnrr e sanità, arrivati i primi 182 milioni. I sindacati: la Regione cosa fa?
Preoccupazione di Cgil, Cisl e Uil: “Immobilismo, silenzio e ritardo sconcertanti, visto che entro il 28 di febbraio 2022 si dovrà presentare al ministero i suoi progetti”
continua in
Pnrr e sanità, arrivati i primi 182 milioni. I sindacati: la Regione cosa fa? – Collettiva

Palermo. Aggressione a un rider, colpito da una bottiglia di vetro alla testa. Il sindacato: “Tuteliamoli. Non sono lavoratori di serie B”
È accaduto nel quartiere Cep dove il lavoratore è stato colpito dalle stesse persone che avevano ordinato la consegna e non volevano pagare. 
continua in
Aggressione a un rider, colpito da una bottiglia di vetro alla testa. Il sindacato: “Tuteliamoli. Non sono lavoratori di serie B” – Collettiva


Capodanno 2022: l’elenco delle vecchie cose che non vogliamo buttare
Luca Billi – Allonsanfan

Visto che passeremo insieme la notte di san Silvestro, ho proposto alle amiche e agli amici di Allonsanfàn un piccolo gioco di società. Solitamente a fine anno si buttano le cose vecchie. Ci sono delle cose “vecchie” che io invece voglio assolutamente conservare, anche se in questi anni ci hanno detto che ormai dovremmo gettarle. Io vi dico le mie, alcune – vedrete – personalissime, e altre che probabilmente abbiamo in comune. Voi, se volete, dite le vostre. E faremo l’elenco delle cose da conservare di questo blog in forma di magazine e, ovviamente, viceversa
continua in
Capodanno ’22: l’elenco delle vecchie cose che non vogliamo buttare (allonsanfan.it)


Quirinal Party 31/12/21. L’ultimo discorso alla Nazione di Mattarella. L’ultimo?
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

Ci aspettiamo un richiamo alla responsabilità e all’unità degli italiani.
Per rispondere alla pandemia che non passa. Per tenere duro in questo tempo difficile, dopo tanto dolore e sacrifici. Ma sarà un messaggio, vedremo quanto tra le righe, anche ai politici che hanno spesso dato prova di essere meno responsabili dei cittadini. L’unità e la responsabilità servono anche per eleggere il nuovo Capo dello Stato e Mattarella non vorrebbe essere rimpianto. Nel senso che responsabilità significa eleggere un successore all’altezza
continua in
Quirinal Party 31/12/21. L’ultimo discorso alla Nazione di Mattarella. L’ultimo? (radiopopolare.it)

Messaggio di Fine Anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Palazzo del Quirinale, 31/12/2021

Care concittadine, cari concittadini,
ho sempre vissuto questo tradizionale appuntamento di fine anno con molto coinvolgimento e anche con un po’ di emozione

continua in
https://www.quirinale.it/elementi/61822

Il video
https://www.quirinale.it/elementi/61820

Il chiarissimo No di Mattarella a Berlusconi e a Meloni
Luigi Ambrosio – Radio Popolare

Il chiarissimo No di Mattarella a Berlusconi e a Meloni. Il chiarissimo rimprovero ai no vax e a chi li corteggia politicamente. Il chiarissimo “sveglia!” alla classe politica che deve scegliere il suo successore.
In piedi, in posa informale, a dire “allora io vado”. Ma con nessuna intenzione di togliersi di mezzo silenziosamente. Sergio Mattarella nel suo ultimo discorso alla Nazione ha spiegato chiarissimamente che non chiunque può arrivare a prenderne il posto
continua in
Il chiarissimo No di Mattarella a Berlusconi e a Meloni – Radio Popolare


31 dicembre: Perché Draghi non può andare al Quirinale
Francesco Pallante – Volere la luna
continua in
Perché Draghi non può andare al Quirinale (volerelaluna.it)

Quale presidente della Repubblica nel nuovo anno?
Francesco Gallo – Volere la luna

«L’anno vecchio è finito, ormai / ma qualcosa ancora qui non va…». Ogni volta a Capodanno ritornano d’attualità i versi dell’Anno che verrà, ma è sempre più difficile nutrire la speranza che ci sarà la trasformazione annunciata da Lucio Dalla. Non solo perché non sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno e i preti non potranno sposarsi, neanche a una certa età, ma soprattutto perché il ritorno della pandemia, malgrado i vaccini, con numeri mai visti, ci annuncia che l’emergenza sanitaria non è mai passata e con essa, a cascata, tutti gli altri problemi economici e sociali
continua in
Quale presidente della Repubblica nel nuovo anno? (volerelaluna.it)

31 dicembre: Tomaso Montanari. Un anno da Draghi

«Un’ampia privatizzazione è una grande, direi straordinaria, decisione politica che scuote le fondamenta dell’ordine socio-economico, riscrive confini tra pubblico e privato che non sono stati messi in discussione per quasi 50 anni, induce un ampio processo di deregolamentazione, indebolisce un sistema economico in cui sussidi alle famiglie e alle imprese hanno ancora un ruolo importante. […] Consideriamo questo processo di privatizzazione accompagnata da deregolamentazione inevitabile, perché innescata dall’aumento dell’integrazione europea: l’Italia può promuoverla da sé, oppure essere obbligata dalla legislazione europea. Noi preferiamo la prima strada». Era il 2 giugno 1992, e l’allora Direttore generale del Tesoro Mario Draghi celebrava la festa della Repubblica parlando così a bordo del panfilo Britannia, di proprietà della regina Elisabetta (https://volerelaluna.it/controcanto/2020/03/29/draghi-lupi-faine-e-sciacalli/)
continua in
Un anno da Draghi (volerelaluna.it)


Volere la Luna e l’anno che verrà

Livio Pepino – Volere la luna

Neppure nel 2022 raggiungeremo la luna. Le premesse sono – se possibile – ancora peggiori di quelle di un anno fa. Per limitarsi al nostro Paese, la pandemia, nonostante i vaccini, corre come non mai; la povertà e la diseguaglianza aumentano (il Covid non ha colpito allo stesso modo, ma ha reso i ricchi più ricchi e i poveri più poveri); il lavoro manca ed è sempre meno tutelato; i poveri sono considerati degli scarti e si continua a respingere in mare bambini, donne e uomini condannandoli a morire o a subire violenze e torture; la politica ha anche formalmente decretato la propria incapacità e inconcludenza eludendo ogni richiesta di partecipazione e rappresentanza effettiva (sino a dimenticare le promesse di riforma elettorale in senso proporzionale) e affidando il governo al massimo esponente del sistema bancario (quello che ci ha portati nella situazione attuale) coadiuvato da un generale in tuta mimetica che evoca, almeno nell’immagine, esperienze autoritarie; la sinistra parlamentare si avviluppa nella sua crisi e si distingue dalla destra quasi solo per la sua collocazione nelle Camere; anche fuori dal Parlamento c’è, a sinistra, davvero poco. Lo abbiamo detto e scritto più volte
continua in
Volere la Luna e l’anno che verrà


Covid, il bollettino del 31 dicembre: 144.243 nuovi casi e 155 i morti
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 144.243 nuovi casi e 155 decessi. Ieri erano risultate positive 126.888 persone, con un tasso di positività all’11,03%, e i morti erano stati 156. Sono 1.224.025 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.150.352. Il tasso di positività è all’11,78%, stabile rispetto all’11,03% di ieri. Sono 1.260 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 34 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 119. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 11.150, 284 in più rispetto a ieri
continua in
Covid, il bollettino del 31 dicembre: 144.243 nuovi casi e 155 i morti – la Repubblica

Covid. Dalle quarantene all’isolamento ecco tutte le nuove regole. La circolare del Ministero
Pubblicato il documento che chiarisce le nuove misure del decreto legge varato dal Governo e pubblicato in Gazzetta ufficiale e che sono in vigore da oggi. “Terza dose riporta efficacia vaccini contro Omicron  a livelli comparabili a quelli contro la variante Delta conferendo una buona protezione nei confronti della malattia grave”. LA CIRCOLARE
continua in
http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=101229

Medici di famiglia. La proposta di Regioni e Ministero per la nuova convenzione: 38 ore settimanali di cui 20 a studio, 6 nella Casa di Comunità e 12 nel Distretto; resta rapporto fiduciario e 30% retribuzione sui risultati
Luciano Fassari – quotidianosanità.it
noltre, gli studi dovranno essere collegati in rete e saranno incentivate le aggregazioni tra professionisti secondo il modello delle AFT. L’apertura dello studio è fissata in 5 giorni a settimana nella fascia oraria 8-20, con due fasce mattutine e due pomeridiane. Lo studio dovrà essere aperto preferibilmente dal lunedì al venerdì ed obbligatoriamente il lunedì. E i tirocini dei giovani mmg dovranno essere svolti anche nelle Case della Comunità con remunerazione aggiuntiva rispetto alle borse.  IL DOCUMENTO
continua in
http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=101228

31 dicembre: Le quarantene del nuovo anno e le altre notizie sul virus
Giovanna Cioini – Internazionale

Nel mondo dall’inizio della pandemia sono stati contati 286.571.791 casi di contagio e 5.431.860 decessi dovuti al sars-cov-2 e alla malattia del covid-19. In base ai calcoli di Our world in data, il 31 dicembre 2021 risulta vaccinato il 58,2 per cento della popolazione con almeno una dose; la quota scende a un drammatico 8,5 per cento per la popolazione dei paesi più poveri. Come ricordano l’Organizzazione mondiale della sanità – “nel 2022 dovremo mettere a frutto le nostre esperienze per promuovere la salute per tutti e portare a termine la pandemia” – e la People’s vaccine alliance, i paesi poveri pagano lo scotto delle forti disuguaglianze con i paesi ricchi nell’acquisto, la produzione, la produzione e la fornitura dei farmaci. 
continua in
Le nuove norme sulla quarantena per contagiati e contatti con positivi – Giovanna Chioini – Internazionale

31 dicembre: Meno tasse per i più ricchi. Le sorprese di una riforma fiscale alla rovescia
Paolo Andruccioli – Collettiva
Un documento curato dalla Fp e dalla Cgil nazionale svela le false verità che sono state usate per sostenere le scelte del governo Draghi e attaccare lo sciopero generale. “Hanno torturato i dati, ma lavoratori e pensionati capiranno l’inganno”
continua in
Meno tasse per i più ricchi. Le sorprese di una riforma fiscale alla rovescia – Collettiva

Aria di privatizzazione: salta il tetto ai superstipendi degli alti burocrati
Sergio Scorza e Giorgio Cremaschi

A marzo, l’accordo tra il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta (il demolition man della P.A.) e CGIL, CISL e UIL sulla Pubblica Amministrazione che punta dritto all’aziendalizzazione del servizio pubblico ed alla mera colpevolizzazione del dipendenti pubblici italiani, i meno pagati d’Europa
continua in
Aria di privatizzazione: salta il tetto ai superstipendi degli alti burocrati – Contropiano

Draghi affossa l’estensione del congedo di paternità
Da alcuni mesi gli organi di stampa e diversi esponenti del governo Draghi, tra cui la stessa Ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti (Italia Viva), lo davano per cosa fatta: la durata del congedo di paternità obbligatorio, ossia i giorni pagati concessi ai neopadri per stare a casa entro i primi 5 mesi dalla nascita dei figli, sarebbe stata notevolmente estesa, passando dagli attuali 10 a 90 giorni
continua in
Draghi affossa l’estensione del congedo di paternità – Contropiano

31 dicembre: Le “fonti” del direttore de La Repubblica
Wikileaks Italian questa mattina ha pubblicato un tweet in cui fornisce un file estremamente significativo, anche se riferito al 2006. L’attuale direttore di Repubblica Maurizio Molinari, allora editorialista de La Stampa, acquisiva informazioni dalla società di intelligence privata statunitense Stratfor, ritenuto vicino alla CIA
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/31/le-fonti-del-direttore-de-la-repubblica-0145324

31 dicembre: Sergi Raventós: “Di fronte alla povertà è necessario proporre il Reddito di Base”
“Il Reddito di Base non è la soluzione a tutti i problemi di questa società, ma può mettere fine alla povertà da un punto di vista economico e può aiutare le persone ad avere più libertà per pianificare la propria vita, fare altre cose che non comportino necessariamente un lavoro sempre più precario e una vita condannata a mendicare, a elemosinare sussidi e contratti.”
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/sergi-raventos-di-fronte-alla-poverta-e-necessario-proporre-il-reddito-di-base/

Adriano Sofri. Discutiamo degli effetti dell’ora legale sul sonno, e del binge watching che diciamo?
Piccola Posta – Il Foglio
I produttori di serie ormai conoscono bene i metodi per non farci staccare dallo schermo. E in fondo non sono poi così diversi dai romanzi a puntate ottocenteschi
continua in
Discutiamo degli effetti dell’ora legale sul sonno, e del binge watching che diciamo? | Il Foglio

31 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

31 dicembre: Terremotati, senza casa, ma dovete pagare il mutuo…
Mario Di Vito – Contropiano

Accade che segreteria del Mef ha stralciato l’emendamento che prorogava lo stop al pagamento dei mutui sulle case terremotate.
In pratica, chi cinque anni fa si è ritrovato la propria abitazione distrutta dovrà tornare, ogni mese, a pagare alla propria banca una rata di debito contratto per quelle che ormai sono soltanto macerie. È l’ennesimo capitolo di una legge di bilancio che pare la storia di Robin Hood al contrario: togliere ai poveri per dare ai ricchi
continua in
Terremotati, senza casa, ma dovete pagare il mutuo… – Contropiano

31 dicembre: Bologna. People Mover: quella del Pd è una giunta al servizio della speculazione
Poco più di un mese fa il “nuovo” sindaco sbraitava ai quattro venti e a tutti i mezzi di comunicazione che al People Mover non avrebbe più dato un euro e, se necessario, avrebbe impugnato il contratto.
Ora, la Marconi Express annuncia che da Gennaio aumenterà il costo del biglietto spiegando che “le nuove tariffe sono previste dalla convenzione e approvate dal Comune di Bologna.”
continua in
People Mover: quella del Pd è una giunta al servizio della speculazione – Contropiano

31 dicembre: La Bosch licenzia a Bari. 620 lavoratori a rischio
La multinazionale tedesca Bosch ha fatto sapere che ha intenzione di procedere con il licenziamento di 620 lavoratori dello stabilimento di Bari.
La Bosch  produce componenti per automobili ed ha deciso di tagliare migliaia di posti di lavoro, in Italia ma anche in Germania. Il sindacato IG Metall ha affermato che sarebbero circa 3.000 i lavoratori che potrebbero essere licenziati negli stabilimenti di Monaco e Arnstadt
continua in
La Bosch licenzia a Bari. 620 lavoratori a rischio – Contropiano

Il 2021 attraverso gli editoriali di Contropiano
Dall’assalto a Capitol Hill alla pandemia, dal governo Draghi allo sciopero generale, dalla fuga occidentale dal’Afghanistan alle discussioni su scienza, vaccini e green pass, dal volto feroce dell’Unione Europea al vertice del G20, gli snodi più rilevanti del 2021 analizzati dagli editoriali pubblicati da Contropiano. Buona lettura, buona memoria e buon anno a tutte e tutti
continua in
Il 2021 attraverso gli editoriali di Contropiano – Contropiano


Messaggio di Fine Anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Palazzo del Quirinale, 31/12/2021

Care concittadine, cari concittadini,

ho sempre vissuto questo tradizionale appuntamento di fine anno con molto coinvolgimento e anche con un po’ di emozione
continua in
https://www.quirinale.it/elementi/61822

Il video
https://www.quirinale.it/elementi/61820



error: Content is protected !!