2021 . 10 – Ottobre

LAVORI IN CORSO

Non è una rassegna stampa, ma la mia personale raccolta di notizie, fatti, idee e persone per quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose

Capitalismo e resistenza nel XXI secolo: alcune considerazioni sulla vertenza GKN
Stefano Bartolini – Società iItaliana di Storia del Lavoro

Per prime le logiche dell’azienda, che ci dicono molto su come funziona il capitalismo finanziario del XXI secolo in relazione alla gestione di quelle attività produttive, come le fabbriche, che producono valore in una forma “solida”, come le merci. Il capitalismo finanziarizzato ha invece cambiato la natura prioritaria della creazione della “ricchezza”, che non passa più dalla produzione e vendita ma attraverso operazioni borsistiche e speculative che astraggono dalla fisicità della produzione. Come ha scritto l’esperta di finanza Anna Maria Romano, il primo, e sostanziale, tema rispetto alla GKN sta dunque nella proprietà e nelle sue logiche di funzionamento
continua in
Società Italiana di Storia del Lavoro: Al presente 31 (storialavoro.it)

1 ottobre
INCIDENTI SUL LAVORO. CEDE IL TETTO, MUORE OPERAIO NEL MILANESE

Inutile l’intervento dell’elisoccorso e dell’ambulanza che hanno potuto solo constatare il decesso sul posto
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/incidenti-lavoro-cede-tetto-muore-operaio-lavoro-0ee59ee7-4f01-48ec-996c-00d509e02a3b.html

1 ottobre: Le notizie di Radio Popolare

La frattura nei 5 Stelle dopo il voto per il Quirinale, la protesta degli studenti e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 1° ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Oggi, all’indomani della condanna in primo grado di Mimmo Lucano, centinaia di persone si sono ritrovate a Riace per esprimere solidarietà all’ex sindaco. Lo sciopero globale per il Clima ha coinvolto oggi anche Milano, con l’attivista svedese Greta Thunberg insieme a migliaia di giovani nel capoluogo lombardo. La storia di Vanessa Nakate, attivista ugandese di 24 anni che da oltre 3 anni si batte per la giustizia climatica per tutti, manifestando in Uganda e in giro per il mondo. Disney ha annunciato la sua prima docuserie italiana, quattro episodi incentrati sulla guerra contro la ‘ndrangheta portata avanti dal Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-1-ottobre/

1 ottobre
CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DI OGGI 1 OTTOBRE: 3.405 NUOVI CASI E 52 I MORTI. REZZA: “NO OBBLIGO DI TERZA DOSE PER MEDICI”
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/01/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_1_ottobre_-320255113/

LA PANDEMIA NEL MONDO
Coronavirus. In Russia ancora record di decessi, Australia verso la riapertura dei confini
Secondo i dati della Johns Hopkins University i contagi totali nel mondo hanno raggiunto quota 233.762.477. I decessi dall’inizio della pandemia sono 4.782.664
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus.-In-Russia-record-giornaliero-di-morti-Australia-verso-la-riapertura-dei-confini-495ec005-b883-4312-abc3-28cc897d965e.html

1 ottobre
UN CITTADINO ESEMPLARE
Donatella Di Cesare – Jacobin Italia
I giudici che hanno condannato Mimmo Lucano stanno sfidando tutti noi e il nostro senso di giustizia. Questa condanna è una ferita che va ben oltre il legalismo meschino e attacca la solidarietà. Per questo bisogna reagire
continua in
https://jacobinitalia.it/un-cittadino-esemplare/

1 ottobre
COME DANILO DOLCI
Gad Lerner sul Fatto Quotidiano dell’1 ottobre
La condanna di Mimmo Lucano a 13 anni e 2 mesi di reclusione non è solo accanimento feroce contro un uomo giusto, che mai ha tratto lucro alcuno dal modello di accoglienza sperimentato a Riace. E’ altresì un’offesa recata allo spirito della nostra Costituzione, come argomentò da par suo Piero Calamandrei dopo la condanna (ben più lieve) subita nel 1956 da Danilo Dolci, colpevole d’invasione di terre siciliane incolte. Se affianco il nome di Mimmo Lucano a quello di Danilo Dolci è perché entrambi incarnano il diritto/dovere della disobbedienza civile nonviolenta allorquando il sistema -e l’ottusità delle sue normative- impediscono l’attuarsi di un’azione finalizzata al bene pubblico, come prescritto dalla nostra Carta fondamentale. Equiparare ad “associazione a delinquere” la riconversione di un piccolo paese calabrese in vitale luogo di convivenza aperta ai migranti, è al tempo stesso un’aberrazione giuridica e un messaggio devastante. La prima verrà probabilmente mitigata nei successivi gradi di giudizio; ma la criminalizzazione della solidarietà rappresentata da questa condanna spropositata (più alta di molte inflitte a esponenti della ‘ndrangheta) è una ferita non rimarginabile inflitta a tutti coloro che praticano la solidarietà sociale. Mimmo Lucano ha riconosciuto di aver commesso violazioni amministrative, sanzionabili dalla Corte dei Conti, prive di risvolti penali, sempre e solo allo scopo di gestire situazioni d’emergenza. Senza mettersi un soldo in tasca. Si tratta di irregolarità che chiunque in Italia soccorre i migranti s’è trovato giocoforza a commettere, data la legislazione vigente. La sentenza di cui è vittima capovolge il senso comune della giustizia. Mimmo Lucano, come Gino Strada, ha scosso con il suo esempio le nostre cattive coscienze. Continueremo ad essergliene grati. Lo ha condannato uno Stato i cui funzionari di notte lo svegliavano per chiedergli di ospitare dei poveretti che non sapevano dove mandare

MIMMO LUCANO COLPEVOLE DI REATO DI UMANITÀ
Tonino Perna – Il Manifesto
La sentenza del tribunale di Locri, che condanna Mimmo Lucano alla pena di 13 anni e due mesi, lascia esterrefatti, indignati, increduli. Quella parte del nostro paese che ancora crede nella democrazia e nell’amministrazione della giustizia ne resta sconcertata
continua in
https://ilmanifesto.it/mimmo-lucano-colpevole-di-reato-di-umanita/

1 ottobre
MAURIZIO LANDINI: «LA CGIL SOLIDALE CON MIMMO LUCANO. È TEMPO DI CAMBIARE LEGGI SBAGLIATE COME LA BOSSI FINI»
“Come Cgil siamo rimasti increduli da questa sentenza”. Maurizio Landini è a Lamezia Terme per discutere di legalità e lavoro con il sostituto procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. Quando i giornalisti gli chiedono di commentare la sentenza di condanna dell’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano risponde: “Naturalmente le sentenze le dovremo leggere e capire, ma credo che il lavoro che il sindaco Lucano ha fatto in questi anni sul terreno dell’accoglienza e del rilancio del territorio sia un elemento di valore che rimane tutto”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/01/news/maurizio_landini_la_cgil_solidale_con_mimmo_lucano_e_tempo_di_cambiare_leggi_sbagliate_come_la_bossi_fini-1515291

1 ottobre
MILANO: YOUTH4CLIMATE. GRETA: “LA SPERANZA SIAMO NOI: ANOTHER WORLD IS POSSIBLE, WE ARE UNSTOPPABLE”
Greta sul palco: “La speranza siamo noi: another world is possible, we are unstoppable”. Lo sciopero per il clima chiude l’evento Youth4climate. Migliaia in piazza
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Youth4Climate-La-marcia-di-Greta-e-Vanessa-per-il-clima-bc96b553-4c84-4f43-9a9a-5fdd11851ce8.html

L’APPELLO PER L’AFRICA DELL’ATTIVISTA VANESSA NAKATE
Vanessa Nakate, 24 anni, attivista ugandese. Da oltre 3 anni si batte per la giustizia climatica per tutti, manifestando in Uganda e in giro per il mondo.
“Negli ultimi anni ho assistito sempre di più all’impatto della crisi climatica sul continente africano”, ha detto intervenendo alla Youth4Climate di Milano.
continua in
https://www.radiopopolare.it/lappello-per-lafrica-dellattivista-ugandese-vanessa-nakate/

1 ottobre
GENS GENTI LUPA. CONVERSAZIONE CON DAVIDE RAGNOLINI
Giulio Di Donato – La Fionda

Il nome di Thomas Hobbes (1588-1679) viene comunemente associato ad una visione realistica dei rapporti internazionali. Ma sulla base di quali presupposti è possibile affermare questo? E qual è la specificità della sua visione? In che modo Hobbes interpreta e giustifica il concetto di guerra e la nozione di ius gentium? E ancora: è possibile distinguere nel pensiero hobbesiano, sulla scorta di alcuni interpreti (Danilo Zolo e Hedley Bull su tutti), fra “stato naturale” degli individui e  “stato di natura” degli Stati, implicitamente attenuando nel secondo caso l’ipotesi conflittualista (cioè con Stati meno vulnerabili dei singoli individui e maggiormente disposti a cooperare con gli altri attori alla ricerca di vantaggi reciproci, sia pure nel contesto di significative asimmetrie di potere e di risorse), quindi prefigurando un modello di “anarchia cooperativa” o, per usare l’ossimoro proposto da Kenneth Waltz, di “ordine anarchico”?
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/01/gens-genti-lupa-conversazione-con-davide-ragnolini/

1 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

1 ottobre
IL LAVORO PARTE CIVILE
Confronto tra il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri.
continua e filmato in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/01/news/il_lavoro_parte_civile-1509913/

1 ottobre
INCHIESTA DI FANPAGE, EUROPARLAMENTARE CARLO FIDANZA SI AUTOSOSPENDE
Il filmato mostra uno scenario di presunti finanziamenti illeciti, riciclaggio di denaro, ma anche frasi razziste e inneggianti al fascismo. “Nesssun atteggiamento estremista ma mi autosospendo”, dice l’esponente di Fratelli d’Italia. Meloni chiede di visionare l’intero filmato. Accuse da M5S e Pd. La procura di Milano apre un’inchiesta
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Inchiesta-di-Fanpage-europarlamentare-Carlo-Fidanza-si-autosospende-97552a23-28e9-433f-a596-65d04def767f.html

2 ottobre
SPECIALE ELEZIONI
Nomi, cose, città e Camere del Lavoro

Stefano Milani – Collettiva
Una sede della Cgil è in tutte le province italiane. Aprire le porte in quei luoghi significa dare una mano concreta a chi ha più bisogno. Una missione che per il sindacato parte da molto lontano
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/02/news/nomi_cose_citta_e_camere_del_lavoro-1509170/

DOMANI E LUNEDÌ PIÙ DI 12 MILIONI DI ITALIANI AL VOTO IN 1.192 COMUNI
Si voterà anche alle elezioni suppletive per la Camera dei Deputati in due collegi uninominali: Siena e Roma – Primavalle.
L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci, che riguarda solo i 119 Comuni interessati dal voto con più di 15mila abitanti, si svolgerà domenica 17 e lunedì 18 ottobre
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/domani-e-lunedi-12-milioni-di-italiani-al-voto-in-1192-comuni-a8298a41-8b98-4a44-8066-44e07c99464c.html

2 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
DOMANI SI VOTA, IL “BARONE NERO” SPAZZA VIA LA DIFESA DI GIORGIA MELONI E LE ALTRE NOTIZIE DELLA GIORNATA
Il racconto della giornata di sabato 2 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Si è conclusa oggi a Milano con un lungo e colorato corteo la settimana dedicata alla giustizia climatica: per dare un futuro al pianeta bisogna cambiare la produzione. Quello dei politici resterà soltanto un “bla bla bla”? “Non facciano finta di non conoscermi, i voti neofascisti fanno gola” ha detto Roberto Jonghi Lavarini, il ‘barone nero’ protagonista dell’inchiesta di Fanpage sui legami della destra milanese con gruppi neofascisti ed estremisti. E il commento spazza via tutti i tentativi di Giorgia Meloni di prendere le distanze. Domani si vota. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/iassunto-della-giornata-notizie-sabato-2-ottobre/

2 ottobre
CORONAVIRUS ITALIA: IL BOLLETTINO DI OGGI 2 OTTOBRE: 3.312 CASI E 25 MORTI
Sono 355.896 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 293.469. Il tasso di positività è in calo allo 0,93%
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/02/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_2_ottobre_-320403328/

2 ottobre
LA DEMOCRAZIA RADICALE DI PIETRO INGRAO
Mattia Gambilonghi – Collettiva
Le masse, il potere, il socialismo nel pensiero del dirigente comunista. Un pensiero ricco e articolato, ma troppo spesso vittima di sottovalutazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/culture/2021/10/02/news/la_democrazia_radicale_di_pietro_ingrao-1512717/

2 ottobre
VIAGGIO A SPINACETO, NELLA PERIFERIA ROMANA CHE HA PERSO LA FIDUCIA
Luigi Ambrosio – Radio Popolare
Il barista parla con l’amico che gli dice “stanotte non ho dormito”: “è perché stai da tanto senza lavorare. Si perde la spinta ad alzarsi per fare cose”. L’amico annuisce, la testa bassa. Sul bancone i santini di un candidato di Forza Italia. Alla radio Volare, versione dei Gipsy Kings. A Spinaceto non ci sono aspettative per le elezioni. “Non solo qui ma in tutte le periferie, Raggi prese un sacco di voti ma non succede più” dice una donna che è uscita da un corso di Yoga nella palestra del Municipio. Perché? “Ma si guarda intorno”? E indica aree verdi che sono immondezzai e cassonetti che strabordano
continua in
https://www.radiopopolare.it/viaggio-a-spinaceto-nella-periferia-romana-senza-fiducia/

2 ottobre
IL PCI IN VENETO: FONTI E APPUNTI PER UNA RICERCA STORICA
Padova – Convegno a cura delle Fondazioni democratiche del Veneto e del CSEL
Il video dell’incontro
https://www.youtube.com/watch?v=ZT4vGIcuefE

2 ottobre
ROCK RINNEGATO
CARLO MASSARINI. IL DISCO CON CUI BENNATO HA PORTATO IL PUNK IN ITALIA
“I Buoni e i Cattivi” del 1973 è scarno e ruvido, suonato con tamburello e sfottò. In questo album il cantautore napoletano ha cantato l’Italia in una maniera in cui nessun altro l’ha raccontata: sbeffeggiando e un po’ nascondendosi come i bravi giullari dietro lo sberleffo, ma pungendo davvero, col tono della commedia. E proprio lui spiega a Linkiesta come nacquero quelle canzoni.
continua in
https://www.linkiesta.it/2021/10/bennato-edoardo-musica-buoni-cattivi/?fbclid=IwAR0f-xZrrhqFhIksNPqsyFgpOW4psSJdcXfqriSXK4E2i4tz-XuGVvBRzDQ

2 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

2 ottobre
BolognaReferendum il Comune: “Il 97 % dei dipendenti dice no alle discriminazioni sindacali”
E’ l’esito del referendum promosso dall’Sgb sulla possibilità di tornare ad indire assemblee ed essere presenti ad ogni tavolo di trattativa. Alla consultazione hanno partecipato 1.803 lavoratrici/ori dell’amministrazione, che in questo modo hanno “risposto con forza ed impegno contro una decisione ingiusta e discriminatoria”, dichiara il sindacato di base
continua in
https://zic.it/referendum-il-comune-il-97-dei-dipendenti-dice-no-alle-discriminazioni-sindacali

2 ottobre
SI È SPENTO A 98 ANNI CARLO VICHI, FONDATORE DELLA MIVAR, STORICO MARCHIO ITALIANO DI TELEVISORI.
AVEVA OFFERTO LA FABBRICA GRATIS PUR DI RIPORTARE LA PRODUZIONE DI TV IN ITALIA.
Nella mia vita ho incontrato e raccontato molte persone. Molte mi sono rimaste dentro e non sono andate più via. Questa mattina ho ricevuto una telefonata che mi ha addolorato e che riguardava proprio una di loro
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=2043440489137101&set=a.228244600656708

3 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
L’AEREO PRECIPITATO A SAN DONATO, IL VOTO DI BERLUSCONI, L’ANNIVERSARIO DI LAMPEDUSA E LE ALTRE NOTIZIE DELLA GIORNATA
Il racconto della giornata di domenica 3 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Incidente aereo a Milano: si è schiantato un aereo turistico su un edificio vuoto a pochi metri dalla metropolitana di San Donato. Sono morte tutte e otto le persone a bordo. Berlusconi torna alle urne e con una frase seppellisce il candidato del centrodestra a Milano Luca Bernardo: “Candidati scelti male”. Le urne restano aperte fino alle 23, e si vota anche domani. A Lampedusa le commemorazioni per la strage in cui annegarono 386 persone. Pandora Papers: migliaia di conti offshore sono stati smascherati da una nuova inchiesta globale del consorzio Icij. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-3-ottobre/

3 ottobre
CORONAVIRUS ITALIA, IL BOLLETTINO DI OGGI 3 OTTOBRE: 2.968 NUOVI CASI E 33 MORTI
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 2.968 nuovi casi e 33 morti a causa del coronavirus. Si legge nel bollettino quotidiano sulla diffusione del virus emanato dal ministero della Salute. I tamponi eseguiti sono stati 285.960, il tasso di positività è all’1,03%. Ieri i nuovi contagi erano 3.312, 25 i decessi
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/03/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_3_ottobre_-320562804/

3 ottobre
ELEZIONI COMUNALI: SEGGI CHIUSI ALLE 23, IN FORTE CALO L’AFFLUENZA. OGGI SEGGI APERTI DALLE 7 ALLE 15
L’affluenza alle ore 23 è del 41,65%, nelle precedenti era stata del 61,49%, ma si votava in un giorno solo. Occhi puntati su Roma, Milano, Torino, Napoli e sulla Regione Calabria. Si vota anche per le suppletive a Siena e a Roma-Primavalle
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/domani-e-lunedi-12-milioni-di-italiani-al-voto-in-1192-comuni-a8298a41-8b98-4a44-8066-44e07c99464c.html


“La fabbrica è stata la mia salvezza. Prima le maniglie, dove lavorava papà, poi i tubi: alle 6 del mattino li tiravo fuori dal forno e li caricavo sui camion. Finito il turno via in bici ad allenarmi: un paradiso, in confronto. A 17 anni ho detto a mio padre: scegli tra la tuta da operaio e quella da corridore. E lui: vai pure in bicicletta.
Ai meno 3 km dal traguardo della Roubaix, ho accarezzato il taschino dove tengo la foto scolorita di mio nonno e ho guardato il cielo. Mi veniva a prendere a scuola, mi portava in pista a Dalmine, con la pensione mi comprava barrette, gel, pezzi di ricambio. Sognava di vedermi professionista, se n’è andato in due settimane per un tumore. Spero di averlo ricambiato”

Sonny Colbrelli, vincitore della Parigi – Roubaix 2021


3 ottobre
«ISRAELE, ATTERRA A TEL AVIV IL PRIMO VOLO DELL’EGYPTAIR.
E’ la la prima volta di un aereo della compagnia di bandiera egiziana»
(Repubblica.it)


3 ottobre
MIGRANTI. STRAGE 3 OTTOBRE 2013, LAMPEDUSA RICORDA LE 368 VITTIME
Dal 2013 ad oggi sono state avviate diverse indagini per fare luce sull’organizzazione criminale che avrebbe gestito lo sbarco ma non si è arrivati a nulla. Intanto non si fermano gli sbarchi sull’isola
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/migranti-strage-3-ottobre-lampedusa-ricordo-vittime-0ac90280-80d6-4748-b903-483781d5502e.html



3 ottobre

“FACEBOOK ALLENTÒ IL CONTROLLO DELLE FAKE NEWS PER INTERESSE”
L’ex ingegnere di Facebook Frances Haugen parla di una scelta deliberata del colosso social: i messaggi di odio generano contatti e traffico
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/facebook-fake-news-haugen-d3860711-632a-4ca9-a521-3c6f9fa6f3cf.html

4 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
LE PRIME PROIEZIONI DELLE AMMINISTRATIVE E IL VOTO A ROMA, LE RIVELAZIONI DEI PANDORA PAPERS E LE ALTRE NOTIZIE DELLA GIORNATA
Il racconto della giornata di lunedì 4 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. I primi risultati delle amministrative dovrebbero soddisfare Mario Draghi, col suo governo che rafforza il proprio impianto moderato e progreno ai voti di Virginia Raggi e del Movimento Cinque Stelle. I “Pandora Papers” fotografano le ricchezze nascoste nei paradisi fiscali di 35 leader mondiali, migliaia di vip e miliardari del Pianeta, incluso il Re Abdullah di Giordania, la cui posizione diventa ancora più scomoda. L’ex dipendente di Facebook Frances Haugen ha svelato di essere la whistleblower di tutte le inchieste su Facebook che nelle ultime settimane sono state pubblicate dal Wall Street Journal. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-4-ottobre/

4 ottobre
DRAGHI E LA PACE SOCIALE SONO LE LORO “NECESSITA’”
Cristina Quintavalla – La Fionda
Nei toni tra il blu e il grigio, rivestito e reso presentabile da grandi sartorie e griffes, l’esercito confindustriale marcia unito e fa quadrato attorno al governo Draghi. “Noi imprese non esitiamo a dire che ci riconosciamo nell’esperienza e nell’operato del governo guidato dal presidente Draghi e che ci auguriamo continui a lungo nella sua attuale esperienza”.  Ancor più delle molte analisi  fatte per smascherare gli interessi di classe che “l’uomo della necessità” ha sempre rappresentato, la lunga reiterata standing ovation tributata al presidente del Consiglio ne ha riconosciuto i meriti maturati in campo nel suo lungo servizio di “salvatore” dei grandi interessi economico-finanziari ed ora più specificamente della patria confindustriale.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/04/draghi-e-la-pace-sociale-sono-le-loro-necessita/

4 ottobre
GIANETTI RUOTE: UNITI PER DIFENDERE IL LAVORO
Lavoratori e lavoratrici – in presidio da 75 giorni – hanno manifestato a Brescia contro i 152 licenziamenti. Re David, Fiom Cgil: non c’è alcun motivo per cui i due stabilimenti debbano chiudere, necessario l’intervento di governo e sistema delle imprese. Domani, 5 ottobre, udienza sull’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/04/news/gianetti_ruote_uniti_per_difendere_il_lavoro-1518812/

4 ottobre
ROMA. LA SAPIENZA IN PIAZZA PER MIMMO LUCANO
Molto partecipato il presidio di solidarietà per l’ex sindaco di Riace, dopo la condanna a 13 anni per la gestione dell’accoglienza. Le immagini
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/04/gallery/la_sapienza_per_mimmo_lucano-1520036/

Catania. Forte mobilitazione al fianco di Mimmo Lucano
Si è svolto a Catania, nei pressi della prefettura, un partecipato presidio di solidarietà con Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace condannato a oltre 17 anni di carcere perché il suo “modello Riace” dell’accoglienza è stato considerato frutto di pratiche delinquenziali
continua in
https://contropiano.org/regionali/sicilia/2021/10/04/catania-forte-mobilitazione-al-fianco-di-mimmo-lucano-0142697

4 ottobre
I PARADISI FISCALI DI VIP E GOVERNANTI: SVELATE LE CARTE DEI “PANDORA PAPERS”
La maxi inchiesta giornalistica internazionale che svela i tesori nascosti di centinaia di personalità di tutto il mondo
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/paradisi-fiscali-vip-governanti-pandora-papers-0ff44f08-8f15-4823-9a2d-f14600f36d5a.html

4 ottobre
Pubblicato il  Wu Ming
Non basta tornare a parlare di clima, conta il come torniamo a parlarne. Primi appunti (post-pandemia e dal Delta padano)
Il testo che segue è stato scritto nell’estate 2020, durante la prima “tregua” concessa dall’emergenza pandemica, e pubblicato nell’ottobre successivo come saggio introduttivo a  Quando qui sarà tornato il mare, romanzo «a mosaico» scritto dal gruppo Moira Dal Sito
continua in
https://www.wumingfoundation.com/giap/2021/10/clima-pericoli-sacrifici/

5 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
LA CAUTELA DI DRAGHI ALL’INDOMANI DEL VOTO, IL FINTO STRAPPO DI SALVINI E LE ALTRE NOTIZIE DELLA GIORNATA
Il racconto della giornata di martedì 5 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il giorno dopo la chiusura dei seggi è ufficiale che non ci saranno ballottaggi nemmeno nei nove municipi di Milano: il centrosinistra vince ovunque al primo turno. E Matteo Salvini, dopo i risultati ottenuti dalla Lega, prova a fare il duro con Mario Draghi perché non sa dove andare e ha due volte paura. Carlo Calenda, dopo il successo ottenuto a Roma, si sente il possibile leader in pectore dei centristi. E la sinistra? Praticamente scomparsa dalle istituzioni italiane. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-5-ottobre/

5 ottobre
ELEZIONI AMMINISTRATIVE: BASSA L’AFFLUENZA FINALE, APPENA IL 54,69% CONTRO IL 61,58% DEL 2016
Tutti i verdetti delle amministrative
Milano, Napoli, Bologna a centrosinistra. Ballottaggio a Roma, Torino e Trieste Crolla ovunque il Movimento 5 Stelle. Giù anche Lega e Fratelli di Italia. Il centrosinistra vince al primo turno a Milano con Sala, a Napoli con Manfredi e a Bologna con Lepore. A Roma è ballottaggio tra Michetti e Gualtieri; a Torino Lo Russo e Damilano, a Trieste Dipiazza e Russo.  Al centrodestra solo la Regione Calabria. Calenda supera Raggi “Nessun apparentamento, tradirei gli elettori”
continua in
http://www.rainews.it/

Tutti i risultati
https://dait.interno.gov.it/elezioni

Nota per la navigazione: dai link sopra riportati si accede alle pagine dei risultati delle diverse Circoscrizioni, delle singole provincie da qui ai singoli comuni.

EFFETTO DRAGHI: L’ASTENSIONE VINCE LE AMMINISTRATIVE
Paolo Cornetti – La Fionda
No, non sono i numeri del lotto e no, non stiamo dando improvvisamente i numeri. Sono i dati dell’astensione nelle più grandi città andate al voto questa domenica e questo lunedì, e il dato nazionale.

In ordine parliamo di Roma, Napoli, Torino e Bologna
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/05/effetto-draghi-lastensione-vince-le-amministrative/

5 ottobre
COM’È ANDATA A MILANO: I DATI, I NOMI E LE CONCLUSIONI DI QUESTE ELEZIONI
Claudia Jampaglia – Radio Popolare
Non ci saranno ballottaggi nemmeno nei nove municipi di Milano, non c’è più centro o periferia, il centrosinistra vince ovunque al primo turno. La destra non va a votare (mancano quasi 100mila voti rispetto a cinque anni fa e il doppio rispetto all’ultima Moratti) e la coalizione di Beppe Sala sbanca la città, prendendo più voti sia del primo turno che del ballottaggio di cinque anni fa, nonostante l’astensione storica sopra il 50%. Sono 25 i punti di distanza con il candidato della destra e il Pd 5 punti sopra Lega, fratelli d’Italia e Forza Italia messi insieme, chiudono il quadro di una sconfitta storica.
continua in
https://www.radiopopolare.it/come-andata-a-milano-i-dati-i-nomi-e-le-conclusioni-delle-elezioni/

5 ottobre
NADEF SENZA POLITICA ECONOMICA
Sono buoni i dati contenuti nella Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza (Nadef) Ma non basteranno i fondi del Pnrr per modernizzare il paese. Servirebbe investire di più nel funzionamento della macchina pubblica a cominciare dalla sanità. E una vera riforma fiscale
continua in
https://sbilanciamoci.info/nadef-senza-politica-economica/

5 ottobre
LA DISAFFEZIONE NON ESISTE
Claudio Bazzocchi sulla propria pagina Facebook
Suscita in me grande rabbia vedere i commentatori politici preoccupati per la scarsa affluenza. Mi fanno imbestialire i loro sermoncini sulla partecipazione e la democrazia
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10227365131699740&set=a.1104089608173

5 ottobre
PARTECIPARE PER CAMBIARE IL PAESE
La Cgil insieme a molte associazioni, enti e reti civici e sociali discuteranno di welfare, transizione ecologica e digitale. Appuntamento il 7 ottobre dalle 15:30 in piazza Vittorio a Roma. Diretta su Collettiva.it
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/05/news/partecipare_per_cambiare_il_paese-1514022/

5 ottobre
NOBEL A PARISI: ORA FINANZIAMO LA RICERCA
“Congratulazioni a Giorgio Parisi. La fisica, e tutta la ricerca italiana, ricevono oggi un’onorificenza di valore mondiale. Investire nella ricerca e nella conoscenza significa investire nel futuro”. Così la Cgil commenta a caldo il Nobel andato al professore della Sapienza Università di Roma e vicepresidente dell’Accademia dei Lincei, premiato per i suoi studi sui sistemi complessi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/culture/2021/10/05/news/nobel_a_parisi_finanziamo_la_ricerca_-1521299/

5 ottobre
IN CRASH I SOCIAL DI ZUCKERBERG
Facebook, Instagram e WhatsApp: malfunzionamento mondiale. Le scuse dell’azienda: problemi di rete
Dopo un blackout di oltre cinque ore in Europa e negli Stati Uniti Facebook, Instagram e Whatsapp hanno lentamente ripreso a funzionare. Si tratta della peggiore interruzione di servizio del colosso dei social media dal 2008
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/instagram-twitter-facebook-down-in-tutto-il-mondo-b3f044f4-25c1-4fc5-a231-43d865d71d32.html

5 ottobre
PENSIONI, È CORSA CONTRO IL TEMPO
Paolo Andruccioli e Davide Colella – Collettiva
Il governo studia proposte “tampone” sul dopo Quota 100 da inserire nella legge di Bilancio, in Parlamento spuntano 9 proposte di legge. Le valutazioni del segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli sulle conclusioni della Commissione sui lavori gravosi. Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico: importante un assegno di garanzia per i giovani
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/05/video/sulle_pensioni_e_corsa_contro_il_tempo-1519774/

5 ottobre
ONU, 5 MILIARDI DI PERSONE SENZA ACCESSO ALL’ACQUA NEL 2050
Sono state 3,6 miliardi le persone che hanno avuto un accesso inadeguato all’acqua per almeno un mese all’anno nel 2018 ed entro il 2050, si prevede che questa cifra salirà a oltre cinque miliardi. Lo stima l’Organizzazione mondiale della meteorologia (Omm), agenzia delle Nazioni Unite, nel rapporto sullo stato della crisi idrica nel mondo
continua in
https://www.ansa.it/ansa2030/notizie/infrastrutture_citta/2021/10/05/onu-5-miliardi-di-persone-senza-accesso-allacqua-nel-2050_2b02529a-e7e2-46cc-96c1-f5b896c48bcb.html?fbclid=IwAR2_GgoosueNJmGyShj7KsNEl36o4dRe-EpyPz97JSPRfZHccY0buZtm-pI

5 ottobre
NON C’È UN VUOTO DI RAPPRESENTANZA. C’È UN VUOTO DI POTERE
Gabriele Guzzi – La Fionda
Delle analisi che si stanno effettuando sul primo turno delle elezioni amministrative del 3-4 ottobre 2021, credo che se ne possano sintetizzare tre. La prima sostiene che sia una sconfitta dei cosiddetti partiti populisti, la seconda che il centrosinistra si sia risintonizzato con il Paese. Queste prime due posizioni convengono su un punto: la stranezza italiana del decennio 2011-2021 è rientrata, il sistema si va riconsolidando attorno ad un bipolarismo nuovo, in cui sono proprio i partiti più forti della destra, restii alla normalizzazione, a doversi ancora adeguare
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/05/non-ce-un-vuoto-di-rappresentanza-ce-un-vuoto-di-potere/

5 ottobre
PER DOVERE E PER AMORE. RESTARE, OLTRE LE CONTRAPPOSIZIONI.
Angelo BALDASSARRI, Luca BALDISSARA.
Risalire a Monte Sole. Memorie e prospettive ecclesiali.
Il 26 settembre 2021 è stato beatificato a Bologna, in San Petronio, Giovanni Fornasini: ventinovenne sacerdote diocesano caduto il 13 ottobre 1944 per mano nazista, ‘ultima’ delle vittime di quell’eccidio di Monte Sole un tempo impropriamente identificato come “strage di Marzabotto”. Un evento con il quale riceve sigillo ufficiale la “risalita a Monte Sole” compiuta nei decenni, non senza iniziali timori, silenzi e forse contraddizioni, dalla Chiesa di Bologna. Eppure è anche un evento di più ampia portata, segnato dalla presenza in basilica di laicissimi testimoni oculari di quei giorni – chiamati ad alzarsi, durante la celebrazione, in un gesto carico di significato anzitutto storico e comunitario –; è un evento che rinvia a fatti, spesso problematici, all’intersezione mai definitivamente conquistata tra storia e memoria, tra parole e silenzi, fatti e omissioni; e che si nutre di scelte che molto hanno a che fare con il vivere civile, con cosa è o dovrebbe essere ‘comunità’ anche in epoca di contrapposizioni feroci, con l’insopprimibile valore della persona al di là di ogni suo merito
continua in
http://www.circolidossetti.it/angelo-baldassarri-luca-baldissara-risalire-a-monte-sole/

5 ottobre
LA NOTTE ROSSA DI FONDAZIONE DUEMILA A BOLOGNA
Non è una festa de l’Unità, non è l’iniziativa di un partito, non è niente di tradizionale ma sta tutto nella tradizione della sinistra. A Bologna l’8, il 9 e il 10 ottobre sono all’insegna della “Notte Rossa”. L’edizione è la numero nove e riprende dopo la forzata sosta Covid. La location sarà la città, o meglio alcune di quelle parti diffusissime di città dove la sinistra ha presidiato il territorio con le Case del popolo e i circoli. Il tutto voluto e organizzato da Fondazione Duemila, ovvero quel che resta in termini di sedi e strutture non solo del Pci ma anche del Pds e dei Ds. Quel che c’è dopo i Ds no
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-notte-rossa-di-fondazione-duemila-dall8-al-10-ottobre-a-bologna/



6 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
IL PD PRENDE TEMPO IN VISTA DEL BALLOTTAGGIO A ROMA, I TRE INDAGATI PER LA MORTE DI LUANA D’ORAZIO E LE ALTRE NOTIZIE DELLA GIORNATA
Il racconto della giornata di mercoledì 6 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. A due settimane dal ballottaggio a Roma, il Partito Democratico non cambia strategia e non sceglie tra grillini e centristi. Nonostante la pandemia e la crisi economica che ha generato, i 400 uomini (e donne) più ricchi degli Stati Uniti hanno visto crescere le loro fortune di oltre il 40%, parola di Forbes. Sono state chiuse le indagini sulla morte di Luana D’Orazio, la 22enne di Pistoia deceduta nell’azienda tessile di Montemurlo (Prato) “Orditura Luana” il 3 maggio scorso. La Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche ha deciso di vietare ai minori di 18 anni la visione del film “La scuola cattolica” di Stefano Mordini. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-6-ottobre/

6 ottobre
CORONAVIRUS ITALIA, IL BOLLETTINO DI OGGI 6 OTTOBRE: 3.235 CASI E 39 DECESSI
Sono 415 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 18 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 24 (ieri erano 18). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.872, 96 meno di ieri.Il tasso positività sale a 1,1%, in calo ricoveri (-96) e intensive (-18). Ecco i dati regione per regione
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/06/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_6_ottobre_-321054661/

6 ottobre
Austria, Graz ha una sindaca comunista
Dal confine di Tarvisio a Graz ci sono appena 200 km. L’elezione di una sindaca comunista nella vicina città austriaca ha turbato parecchio un editorialista del Messaggero Veneto che ha dedicato alla vicenda un pezzo su questo blog per avvertire che, sì va bene, quei comunisti sono simpatici, ma, attenzione, “Il sorriso dei comunisti di Graz non deve ingannare, non sono la Caritas”: «No, i “compagni” di Elke Kahr, al di là del loro apparire simpatici, sono marxisti-leninisti ortodossi, che non hanno cambiato di una virgola la loro ideologia, nemmeno dopo la caduto del muro.
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/06/il-partito-comunista-ha-appena-vinto-le-elezioni-nella-seconda-citta-piu-grande-dellaustria/

6 ottobre
IL RAPPORTO SUGLI ABUSI SESSUALI DA PARTE DEL CLERO SCUOTE LA CHIESA FRANCESE
Martina Stefanoni – Collettiva
E’ stato pubblicato il rapporto sulle violenze sessuali all’interno della Chiesa cattolica in Francia. La cosa che colpisce di più sono i numeri e i racconti delle vittime. Negli ultimi 70 anni, più di 330 mila bambini e bambine hanno subito abusi da parte di sacerdoti e persone laiche legate alla Chiesa
continua in
https://www.radiopopolare.it/il-rapporto-sugli-abusi-sessuali-da-parte-del-clero-scuote-la-chiesa-francese/+

6 ottobre
Francia, otto candidati: la disintegrazione della sinistra
Così ci sono otto candidati a sinistra che dichiarano di voler sostituire Emmanuel Macron. La settimana scorsa, la sofferta vittoria di Yannick Jadot alle primarie ecologiste ha completato il quadro. Oltre al candidato di Europe Ecologie-Les Verts (EELV), Fabien Roussel (PCF), Jean-Luc Mélenchon (La France insoumise), Anne Hidalgo (PS) e Arnaud Montebourg (l’Engagement) sono sulla lista.
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/06/presidenziali-in-francia-otto-candidati-la-disintegrazione-della-sinistra/

6 ottobre
GIORGIO PARISI, IL NOBEL AL FISICO CHE AMA E VUOLE CAPIRE IL CAOS
Cristiana Pulcinelli – Strisciarossa
In una puntata del programma #Maestri in onda su Rai cultura qualche tempo fa, a Giorgio Parisi hanno chiesto di scegliere tra Batman e Joker, simboli rispettivamente di ordine e caos. Senza pensarci su nemmeno un secondo, Parisi ha scelto di interpretare il secondo. Senza un certo ordine noi esseri umani non potremmo vivere – ha detto – ma senza caos, senza un po’ di disordine e imprevedibilità, la vita sarebbe ugualmente insostenibile, con ogni giorno identico a quello che lo precede
continua in
https://www.strisciarossa.it/giorgio-parisi-il-nobel-al-fisico-che-ama-e-vuole-capire-il-caos/

GIORGIO PARISI, L’APPELLO DEL PREMIO NOBEL: “TANTI RICERCATORI ITALIANI VANNO ALL’ESTERO, SI INVESTA DI PIÙ”
Antonio Lamorte – Il Riformista
Da quando era bambina  Lorenza Parisi sentiva dire che il padre un giorno avrebbe vinto il Premio Nobel. E quel giorno è arrivato ieri: Giorgio Parisi è stato insignito del riconoscimento della Royal Swedish Academy. L’Accademia svedese ha premiato lo scienziato nato a Roma 73 anni fa “per la scoperta del legame tra il disordine e le fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala anatomica a quella planetaria”. E lui non ha ancora avuto tempo di leggere le 17 pagine di motivazioni
continua in
https://www.ilriformista.it/giorgio-parisi-lappello-del-premio-nobel-tanti-ricercatori-italiani-vanno-allestero-si-investa-di-piu-252342/?fbclid=IwAR1iMs1brsZzjpMUZoVfXBRtPua9XdcqTuCkJ3Cb8uoPcX2e4_BU8n6oMQQ

6 ottobre
Gli occhi dei satelliti puntati sulla crisi climatica
Jolanda Pisano  –  Scienza in Rete
I satelliti sono strumenti essenziali per monitorare il cambiamento climatico e quindi capire come intervenire per tutelare la Terra. Ne hanno parlato esperti della European Space Agency e dell’Agenzia Spaziale Italiana all’evento: “Il pianeta che cambia: uno sguardo dall’alto”, organizzato dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
continua in
https://www.scienzainrete.it/articolo/gli-occhi-dei-satelliti-puntati-sulla-crisi-climatica/jolanda-pisano/2021-10-06

6 ottobre
L’ESTRANEO CHE OSSERVA: IL CARCERE DI CESARE PAVESE
Ilaria Palomba – La Fionda
Come Harry per Hesse, così Stefano per Pavese rappresenta un alter ego. D’altronde anche i protagonisti di La luna e i falòPaesi tuoi, e di altri romanzi di Pavese presentano un forte parallelismo con l’autore. Il carcere è un romanzo breve o racconto lungo pubblicato nel ’49, dieci anni dopo la stesura. Viene qui narrata l’esperienza del confino, non si tratta solo di un esilio in un luogo distante ma anche di un esilio da sé stesso, che porta l’autore a descrivere Brancaleone, il paesino della Calabria in cui è confinato, come fatto di deserto e pareti invisibili; persino il suo mare rappresenterebbe una quarta parete, simile al carcere. Anche qui, come nel testo precedentemente analizzato (Il lupo della steppa di Hermann Hesse), ritroviamo il tema centrale su cui stiamo lavorando: la difficoltà del rapporto con gli altri e l’incomunicabilità.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/06/lestraneo-che-osserva-il-carcere-di-cesare-pavese/


ROSSANA, A VENEZIA UN ANNO DOPO
A Venezia, città a cui era molto legata, mercoledì 6 ottobre un convegno ricorda Rossana Rossanda ad un anno dalla scomparsa e in occasione della donazione all’Istituto veneziano della Resistenza della sua biblioteca
continua in
https://sbilanciamoci.info/rossana-a-venezia-un-anno-dopo/

Per Rossana Rossanda, non solo un amarcord, nella sua Venezia
https://ilmanifesto.it/per-rossana-rossanda-non-solo-un-amarcord-nella-sua-venezia/

6 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

6 ottobre
SINDACATO. UNA FIRMA STORICA CON AMAZON
Davide Colella – Collettiva
Malorgio, Filt Cgil: “I lavoratori di fronte all’azienda sono sempre deboli. L’iscrizione al sindacato significa costruire tutti insieme un nuovo benessere perché si deve pensare non solo alla propria situazione, ma anche a quella del collega che sta di fianco: prima o poi inciderà sul tuo stato e lo peggiorerà”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/06/video/un_fatto_storico_firma_protocollo_amazon_migliorare_condizioni_di_lavoro_stefano_malorgio_video-1511353/

Le informazioni sull’incontro di Napoli le trovate in 
https://www.facebook.com/photo/?fbid=6253677264674685&set=a.835027713206361



7 ottobre
GOVERNO: FACCIA A FACCIA DRAGHI – SALVINI DOPO LO STRAPPO DELLA LEGA SULLA DELEGA FISCALE
Draghi: “Il governo ha sempre mantenuto gli impegni presi”. Salvini: “Incontro molto utile”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/governo-draghi-riceve-salvini-strappo-lega-delega-fiscale-f34674d2-1c71-44a2-9345-d3b5a3640247.html

7 ottobre
I DATI SUL CORONAVIRUS IN ITALIA DI OGGI, GIOVEDÌ 7 OTTOBRE
Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 2.938 casi positivi da coronavirus e 41 morti a causa della COVID-19. Attualmente i ricoverati sono 3.227 (60 in meno di ieri), di cui 403 nei reparti di terapia intensiva (12 in meno di ieri) e 2.824 negli altri reparti (48 in meno di ieri). Sono stati analizzati 114.797 tamponi molecolari e 182.559 test rapidi antigenici. La percentuale di tamponi molecolari positivi è stata del 2,45 per cento, mentre quella dei test antigenici dello 0,07 per cento. Nella giornata di mercoledì i contagi registrati erano stati 3.230 e i morti 39
continua in
https://www.ilpost.it/2021/10/07/coronavirus-covid-19-italia-dati-contagi-morti-bollettino-oggi-giovedi-7-ottobre/

7 ottobre
CINEMA E TEATRI TORNANO AL 100%
Il governo approva all’unanimità le riaperture Discoteche 75% all’aperto e al 50% al chiuso. In vigore dall’11 ottobre. Inasprimento delle sanzioni nel caso in cui non vengano rispettati dai gestori i nuovi limiti
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cdm-draghi-convoca-governo-problemi-capienza-manifestazioni-discoteche-06e6a2f0-a62f-4828-bc23-3f8be215ef9d.html

7 ottobre
Come ti demolisco il Sistema sanitario nazionale
Gianluigi Trianni  –  Volere la luna
Nell’elenco dei provvedimenti collegati alla legge di bilancio contenuto nella Nota Aggiuntiva al Documento di Economia e Finanza 2021, approvata dal Governo il 29 settembre 2021, è inopinatamente comparso, introdotto in ultimo dalla solita manina, il disegno di legge contenente “Disposizioni per l’attuazione dell’autonomia differenziata di cui all’articolo 116, comma 3, Costituzione”.
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/10/07/come-ti-demolisco-il-sistema-sanitario-nazionale/

7 ottobre
DRAGHI A MERKEL: “DETERMINANTE NEL DISEGNARE FUTURO EUROPA”
La Cancelliera: “Draghi è stato garante dell’euro”. Stamane l’udienza con il Papa e nel pomeriggio di nuovo al fianco del Santo Padre per un incontro sulla pace organizzato dalla comunità di Sant’Egidio
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/draghi-incontra-merkel-stamane-udienza-della-cancelliera-con-il-papa-scambi-su-ue-e-clima-33e02004-6eb9-4319-8376-c5bde359128d.html

7 ottobre
PNRR, BOCCIATI IN BLOCCO I PRIMI 31 PROGETTI SICILIANI. L’ALLARME DELLE IMPRESE
La bocciatura dei progetti presentati dall’assessorato regionale alle Risorse agricole da parte del ministero per le Politiche agricole ha fatto esplodere il problema: basta il mancato rispetto di uno solo dei 23 criteri per essere esclusi. Intanto i 450 milioni in palio andranno a qualcun altro
continua in
https://www.ilsole24ore.com/art/pnrr-bocciati-blocco-primi-31-progetti-siciliani-l-allarme-imprese-AEY3CEo

7 ottobre
PARTECIPARE PER CAMBIARE IL PAESE
La Giornata della Partecipazione: così è stata titolata l’iniziativa pubblica nazionale per discutere insieme del futuro del Paese, che si svolgerà giovedì 7 ottobre 2021, nel Parco di Piazza Vittorio a Roma. La Cgil e molte associazioni, enti e reti civici e sociali discuteranno di welfare, transizione ecologica e digitale. La diretta a partire dalle 18 su Collettiva.it.
Per saperne di più:
https://bit.ly/3A71Kws

7 ottobre
Perché la promessa “riforma del fisco” del governo Draghi è pura cosmesi
Alessandro Volpi  –  Altreconomia
Nelle nove pagine della delega fiscale presentata dal governo manca una seria volontà di restituire progressività e giustizia al sistema fiscale italiano, assegnando un’imposizione maggiore a chi ha redditi più alti ed eliminando evidenti disparità di trattamento a vantaggio dei ricchi e delle rendite. L’analisi di Alessandro Volpi
continua in
https://altreconomia.it/perche-la-promessa-riforma-del-fisco-del-governo-draghi-e-pura-cosmesi/

7 ottobre
Il rap di Samuel, morto sul lavoro
Fabrizio Ricci  –  Collettiva

A cinque mesi dall’esplosione nella fabbrica di cannabis light a Gubbio esce la canzone di True Sam. I suoi amici se ne sono presi cura nel garage che hanno trasformato in studio di registrazione. “La nostra musica è anche politica, un antidoto contro l’isolamento”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/07/video/il_rap_di_samuel_morto_sul_lavoro-1523349/

7 ottobre
Patrizio Paolinelli. L’eredità dell’autunno caldo per il cambiamento della società
Da tempo non si leggono più libri veri scritti da esponenti politici. Laddove per libri veri si intendono testi di riflessione teorica e scritti senza l’intervento di ghostwriter. Riprende questa sana abitudine Paolo Ferrero con un volume intitolato “1969: quando gli operai hanno rovesciato il mondo. Sull’attualità dell’autunno caldo” (DeriveApprodi, Roma, 2019, pagg. 284, 14,00 euro)
continua in
https://www.jobsnews.it/2021/10/patrizio-paolinelli-leredita-dellautunno-caldo-per-il-cambiamento-della-societa/

7 ottobre
DICIASSETTE TESI SULLA COSTITUZIONE DI UN PARTITO
Leandro Cossu – La Fionda
Per chi si propone un cambiamento strutturale, le elezioni (parlamentari, regionali o amministrative) non sono un fine ma un mezzo. Per organizzarsi e radicarsi nel territorio, diffondere la propria visione del mondo, verificare un riscontro nelle classi di riferimento e, non ultimo, offrire una barricata istituzionale alle istanze sociali in un sistema che pur eticamente si rigetta
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/07/diciassette-tesi-sulla-costituzione-di-un-partito/

7 ottobre
Giorgio Parisi e la complessità dell’ordine
Emilia Margoni  –  Doppiozero
Nello studio della fisica classica il ricorso ad esempi conta su uno spettro limitato: la caduta di un grave, lo scontro tra palle sulla tavola da biliardo, la pallina da tennis che colpisce il muro. Al netto di una fantasia ridotta, che risponde in primo luogo al bisogno immediato di una scena di vita minima cui possano associarsi informazioni complicate, questi esempi raffigurano con efficacia le caratteristiche di un sistema semplice: date certe condizioni iniziali, il sistema composto da quell’unica entità evolve secondo una data traiettoria. La fisica è lo strumento che consente di predire quella traiettoria mediante equazioni differenziali. A tal fine, gli elementi richiesti sono la posizione e la velocità iniziali del sistema d’interesse, oltre alla risultante delle forze che su di esso si esercitano. Ma proprio nella vita minima insorgono problemi che la tentazione esemplificativa si concede il lusso di tralasciare: con quali altri elementi interagisce il grave durante la sua caduta? Come si modifica la traiettoria della palla da biliardo quando ne incontra un’altra e poi un’altra ancora? Come il materiale che compone il muro incide sulla dinamica della pallina da tennis che vi rimbalza contro?
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/giorgio-parisi-e-la-complessita-dellordine

MARIO DRAGHI, LA NATO E L’EUROPA

Il presidente del Consiglio italiano ha dichiarato ieri che che la Nato è “meno interessata che in passato all’Europa e ha spostato altrove la sua attenzione”… Ora, i Paesi attualmente aderenti alla Nato sono i seguenti: Albania, Belgio, Bulgaria, Canada, Croazia, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia del nord, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Stati Uniti, Turchia, Ungheria. Tranne Stati Uniti, Canada e Turchia (che pure per un pezzetto è europea) tutti gli altri Paesi – cioè la quasi totalità – sono europei. E dunque come fanno gli europei a non essere interessati all’Europa? O Draghi vuol dire che, in realtà, la Nato rappresenta e fa gli interessi degli Stati Uniti, e soltanto in subordine – molto in subordine – tiene in qualche limitato conto quelli degli “alleati”? Vuoi vedere che 72 anni dopo un presidente del Consiglio italiano riconosce implicitamente che che allora aveva ragione il liberale Vittorio Emanuele Orlando a denunciare l’adesione dell’Italia al Patto atlantico come dettata da “cupidigia di servilismo”? E c’è voluto tutto questo tempo a capire che la Nato è stata e resta uno strumento della politica di potenza statunitense? Una politica di potenza che oggi proietta la propria aggressività innanzitutto verso l’area indo-pacifica, e che dunque ricalibra in quella direzione le proprie priorità. Diamo il benvenuto nel mondo della realpolitik a tutti gli sconsolati orfani del vecchio atlantismo. Ma sconsigliamo loro di ricercare un’alternativa in un’ipotetica e velleitaria politica di potenza dell’Unione europea. Ne deriverebbero soltanto contraddizioni e guai crescenti

Severino Galante sulla propria pagina Facebook

7 ottobre
ADDIO AL FILOSOFO DELLA POLITICA SALVATORE VECA, AVEVA 77 ANNI
La Fondazione Feltrinelli di cui fu presidente: “Ha insegnato il diritto ai diritti, tracciando un segno nel pensiero politico e nella filosofia”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/morto-il-filosofo-salvatore-veca-ac977fc8-c03d-45b0-88a9-556ff8aa0a1b.html

7 ottobre nel ricordo di Pierangelo Bertoli (Sassuolo 5 novembre 1942 – Modena 7 ottobre 2002) e di Augusto Daolio (Novellara 18 febbraio 1947 – 7 ottobre 1992)

“Il prossimo fuoco sarà ravvivato da noi
nel posto nel tempo e nel modo fissato da noi
nessuno potrà soffocarlo diventerà immenso
mi sembra già di vederlo se solo ci penso
non vincono, non vinceranno, non hanno domani
la forza è nel puntello impugnato da oneste fortissime mani”
Pierangelo Bertoli

“… Errante produttore di sogni, illustre vagabondo, menestrello di protesta e nomade romantico. Anch’egli preso dalla voglia di andare contro il conformismo, senza adattarsi a luoghi comuni e tendenze del momento. Era l’Augusto dei primi anni Sessanta che, da timido ragazzino di sedici anni, lottava contro i pregiudizi; era l’Augusto degli ultimi anni che con una lunga barba bianca tentava ancora di nuotare controcorrente. Era l’Augusto di sempre”



8 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
La richiesta di un muro contro i migranti in UE, il mancato terremoto politico dopo l’inchiesta Lobby Nera e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 8 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Al vertici dei ministri degli interni dell’UE è arrivata una lettera firmata dai governi di 12 paesi che chiede di disporre dei soldi europei per costruire barriere fisiche contro i migranti. All’indomani della pubblicazione della seconda parte dell’inchiesta Lobby Nera di Fanpage, Giorgia Meloni e Matteo Salvini continuano a non prendono in modo chiaro le distanze dai candidati impresentabili. “Per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, che è una condizione preliminare per la democrazia e una pace duratura”, Maria Ressa e Dmitry Muratov sono i vincitori del Nobel per la Pace 2021. L’Organizzazione mondiale della Sanità ha approvato il primo vaccino per la prevenzione della malaria, malattia infettiva letale che ogni anno causa la morte di circa 400mila persone nel mondo. In Afghanistan, invece, l’Isis ha rivendicato l’attentato avvenuto oggi, il terzo da quando i Talebani hanno preso il potere. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-8-ottobre/

8 ottobre
L’Oms ha approvato il primo vaccino contro la malaria
L’Organizzazione mondiale della Sanità ha approvato il primo vaccino per la prevenzione della malaria, malattia infettiva letale che ogni anno causa la morte di circa 400mila persone nel mondo. Si chiama Mosquirix ed è prodotto dall’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline: ha effetto su tutte le malattie parassitarie. Nel caso della malaria agisce contrastando il Plasmodium falciparum, il più mortale e diffuso dei suoi cinque agenti patogeni. «Di malaria ogni anno muoiono nel mondo circa 260mila bambini sotto i cinque anni. Da almeno trent’anni si cerca un vaccino. Il progetto pilota è stato portato avanti su 800mila bambini in Ghana, Kenya e in Malawi: il Mosquirix è un vaccino che punta a uccidere il parassita malarico con più dosi» spiega Nicoletta Dentico giornalista ed esperta di salute global.
continua in
https://www.radiopopolare.it/loms-ha-approvato-il-primo-vaccino-contro-la-malaria/

8 ottobre
La lotta della Gkn paga, l’azienda fa retromarcia «Niente licenziamenti»
Passi avanti. Operai di Campi Bisenzio a Roma insieme ai lavoratori Alitalia. Al tavolo al Mise la svolta: sì alla Cig e possibile cessione pilotata
Stop a una nuova procedura di licenziamenti, primo sì agli ammortizzatori sociali che congelano i tempi della crisi e apertura all’ipotesi di cessione dell’attività all’interno di un «percorso istituzionale» che sarà gestito dalla viceministra Alessandra Todde, ieri affiancata anche dal presidente della Regione Toscana Giani
continua in
https://ilmanifesto.it/la-lotta-della-gkn-paga-lazienda-fa-retromarcia-niente-licenziamenti/

8 ottobre
Il Nobel per la Pace ai giornalisti Maria Ressa e Dimitry Muratov
Martina Stefanoni  –  Radio Popolare
C’è una lista, che viene compilata ogni anno da Reporters Sans Frontier, dei “Press freedom predators”, i predatori della libertà di stampa. Nella lista di quest’anno, c’è anche Rodrigo Duterte, il presidente delle Filippine. La sua è letteralmente una guerra aperta contro i giornalisti e tra i suoi bersagli preferiti c’è Maria Ressa e il suo sito d’informazione indipendente Rappler
continua in
https://www.radiopopolare.it/nobel-per-la-pace-maria-ressa-dimitry-muratov/

8 ottobre
Pandora Papers, non sono uno scandalo, sono un sistema
L’affare dei Pandora Papers mostra l’architettura economica, commerciale e legale globale dello sfruttamento
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/08/pandora-papers-non-sono-uno-scandalo-sono-un-sistema/

8 ottobre
Il progetto Buena Vista Social Club ha compiuto 25 anni. Intervista a Nick Gold, produttore di un disco senza tempo
Lo scorso 17 settembre, in occasione del 25° anniversario del disco che ha fatto scoprire al mondo intero artisti come Compay Segundo, Omara Portuondo, Ibrahim Ferrer, Rubén Gonzales, Eliades Ochoa e tanti altri… Fu pubblicato dall’etichetta discografica indipendente World Circuit Records, il cui direttore era (ed è) Nick Gold. La sua gestione ha come motto: “Penso che se ami qualcosa, c’è la possibilità che lo faccia anche qualcun altro”.
continua in
https://www.radiopopolare.it/25-anni-buena-vista-social-club-intervista-nick-gold/

8 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

8 ottobre
Abruzzo, c’è il bonus di 1000 euro per gli addetti degli appalti scolastici
finalmente, dopo mesi di attesa, è stato pubblicato sul sito della Regione Abruzzo il bando per la richiesta di un bonus di 1000 euro per le lavoratrici e i lavoratori che lavorano in appalto nei servizi delle mense e delle pulizie all’interno delle scuole statali, di ogni ordine e grado, della Regione Abruzzo. Un importante risultato fortemente voluto dalle organizzazioni sindacali e, in particolare, dalla Filcams Cgil, che per oltre un anno si sono battute per raggiungere questo risultato”. A scriverlo, in una nota, è il coordinatore regionale Filcams Cgil Abruzzo Molise, Lucio Cipollini
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/08/news/abruzzo_al_via_le_richieste_per_il_bonus_di_1000_euro_dedicato_agli_addetti_degli_appalti_scolastici-1529905/



9 ottobre
Attacco alla Cgil, oggi presidio a Corso Italia

Assaltata la sede nazionale di Roma da decine di partecipanti al corteo “No green pass”. Violenta irruzione nel palazzo, vandalizzato l’ingresso. In prima linea i leader di Forza Nuova

9 ottobre
Attacco alla Cgil, oggi presidio a Corso Italia

Assaltata la sede nazionale di Roma da decine di partecipanti al corteo “No green pass”. Violenta irruzione nel palazzo, vandalizzato l’ingresso. In prima linea i leader di Forza Nuova

120 Camere del Lavoro oggi aperte in tutta Italia

Ora e sempre resistenza
I militanti della Cgil cantano Bella Ciao dopo l’attacco fascista che ha devastato la sede nazionale del sindacato

Landini: «Un atto di squadrismo fascista»
Assalto alle sede della Cgil. “Nessuno pensi di far tornare il nostro Paese al ventennio fascista”, afferma il segretario generale. Per domani convocata d’urgenza l’assemblea generale della Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/09/news/landini_un_atto_di_squadrismo_fascista_-1532837/

Corso d’Italia, le immagini della devastazione
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/09/gallery/corso_d_italia_le_immagini_della_devastazione-1532756/

9 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Le manifestazioni no Green Pass, l’allarme tamponi delle regioni, il blackout totale in Libano e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 9 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Decine di migliaia di persone in tutta Italia hanno manifestano contro il Green pass. A Roma, guidati dai neofascisti di Forza Nuova, alcuni gruppi hanno sfondato la sede della CGIL; davanti a Palazzo Chigi la polizia ha dovuto aprire gli idranti per fermare i manifestanti. A pochi giorni dal 15 ottobre le regioni lanciano l’allarme, sarà necessario estendere la validità dei tamponi o si rischierà il caos. Il Libano è al buio, le ultime scorte di elettricità sono finite e tutto il Paese sta affrontando un blackout. Dopo solo due giorni dalla sospensione la Corte d’Appello ha riportato in vigore la legge anti aborto in Texas. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-09-ottobre-2021/

9 ottobre
Transizione ecologica: «follow the money»
Marco Bersani  –  Attac Italia
*articolo pubblicato per la Rubrica Nuova Finanza Pubblica su il manifesto del 9.10.2021
Qualcuno si sarà sicuramente stupito vedendo le attiviste e gli attivisti per la giustizia climatica e sociale occupare per due giorni Piazza Affari, sede della Borsa di Milano, durante i giorni della preCop26. Siamo infatti abituati a vedere mobilitazioni contro una centrale a carbone, o un gasdotto, o una fabbrica inquinante. E, per contro, la narrazione dominante, quando parla di riscaldamento globale, racconta una versione colpevolizzante, secondo la quale sarebbero i nostri comportamenti individuali, fra loro sommati, a produrre i danni che vediamo, costringendo a considerarci tutti sulla stessa barca. Per arrivare infine al ministro Cingolani, secondo cui la transizione ecologica è solo l’occasione per una riverniciatura verde e digitale del modello capitalistico
continua in
Transizione ecologica: «follow the money» – ATTAC Italia (attac-italia.org)



10 ottobre:
Oggi è in cammino la marcia per la pace Perugia – Assisi. Quanto mai attuale. Nel mondo ma anche sotto casa a difesa intransigente della pace civile e umana convivenza. I fascisti organizzati in manipoli si sono mossi a Roma fino a assaltare la sede della Cgil. Un atto che nell’immaginario sociale e storico potrebbe prefigurare e propendere verso una guerra civile. Per ora simbolica e in potenza. Ma in agguato. E, come già videro gli antichi greci, la stasis, la guerra civile appunto, è una delle peggiori sciagure che può arrivare fino alla distruzione della polis. In altri tempi il PCI avrebbe chiamato alla vigilanza democratica di massa. Ecco: anche oggi

Bruno Giorgini sulla propria pagina Facebook

10 ottobre
Ad Assisi, per la pace
Dal blog di Nico Piro, inviato della Rai in Afghanistan
Seppur a distanza, sono intervenuto all’evento organizzato da Articolo 21 il 9 ottobre ad Assisi, alla vigilia della Marcia della Pace, dal titolo “Cura e accuratezza nell’informazione: La cura della parola nei media come strumento per abbattere i muri tra popoli e culture e contrastare i discorsi di odio.”
Questo il mio intervento.
https://nicopiro.it/2021/10/10/11724/

10 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
L’ambiguità di Giorgia Meloni dopo le violenze a Roma, la Marcia per la pace Perugia-Assisi e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 10 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo gli scontri di ieri a Roma, e la solidarietà alla Cgil e ai sindacati arrivata da tutto l’arco costituzionale, Giorgia Meloni non ce la fa ancora ad affiancare fascismo a reato, nonostante la Costituzione. Beppe Sala ha presentato la nuova giunta: che cosa ci possiamo aspettare? Oggi la 60esima edizione della Marcia per la pace Perugia-Assisi è stata dedicata alla cura e al prendersi cura. Dopo le dimissioni di Sebastian Kurz, domani Alexander Schallenberg giurerà come nuovo cancelliere federale dell’Austria. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-09-ottobre-2021/

10 ottobreAssalto alla Cgil, arrestati i leader di Forza Nuova Castellino e Fiore. I sindacati: “Sciogliere formazioni neofasciste. Sabato 16 saremo in piazza”. Landini: “Offesa alla Costituzione nata dalla Resistenza”
Dodici in tutto gli arresti. Castellino, sorvegliato speciale, ha violato numerose prescrizioni. I segretari confederali: “E’ il momento di affermare e realizzare i principi e i valori della Costituzione. Invitiamo tutti i cittadini e le forze sane e democratiche del Paese a mobilitarsi”. Fiano (Pd): “Domani mozione urgente alla Camera per chiedere lo scioglimento di Forza Nuova e degli altri movimenti dichiaratamente fascisti”. Il M5s aderisce. Migliaia di persone al presidio in corso d’Italia davanti alla sede Cgil: si canta Bella Ciao
continua in
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/10/10/no-green-pass-arrestati-i-leader-di-forza-nuova-castellino-e-fiore-i-sindacati-sciogliere-organizzazioni-neofasciste-scendiamo-in-piazza-sabato-prossimo/6349354/

L’Italia abbraccia la Cgil
Ivana Marrone
Dopo l’assalto fascista alla sede di corso d’Italia, ecco la risposta: la grande affluenza all’assemblea generale del 10 ottobre. I volti, le persone, le bandiere al vento
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/video/cgil_assalto_solidarieta_assemblea_genere-1539726/

Nadia Urbinati. ASSALTO ALLA CGIL, NON POSSIAMO TOLLERARE QUESTO FASCISMO
L’assalto dei non-vax contro le forze dell’ordine e la sede della Cgil a Roma ha le caratteristiche di un’azione squadrista. I partecipanti hanno chiaramente dimostrato (e non è la prima volta) di voler usare la violenza come linguaggio politico – un ossimoro, perché la violenza non parla e non fa parlare, interrompe ogni comunicazione civile. E’ contro la politica
continua in
http://www.libertaegiustizia.it/2021/10/10/assalto-alla-cgil-non-possiamo-tollerare-questo-fascismo/?fbclid=IwAR2dtEdkyua1Oqytn4uNKsXTET3GOTsaR-hw8IKVu9FNOdHY_Jmj6iw_lDc

10 ottobre
Dagli assalti del Ventennio alle bombe: tutte le volte in cui i fascisti hanno attaccato la Cgil senza piegarla mai
Ilaria Romeo  –  Collettiva
Gli incendi, i saccheggi, le violenze delle camicie nere e i sindacalisti che sacrificarono la vita per la libertà di tutti, poi gli anni del dopoguerra e le bombe, nere pure quelle, contro la casa dei lavoratori e delle lavoratrici italiane, baluardo della democrazia nei tempi bui della nostra storia
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/10/news/dagli_assalti_del_ventennio_alle_bombe_tutte_le_volte_in_cui_i_fascisti_hanno_attaccato_la_cgil_senza_piegarla_mai-1533485/

10 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 10 ottobre: 2.278 casi e 27 decessi
I tamponi processati sono stati 270.044. Ieri erano stati 344.969. Il tasso di positività resta allo 0,8%. In calo ancora i ricoveri, che sono 2.651 (-41), e le terapie intensive, che sono 364 (-3). Continua a calare il totale degli attuali positivi al Covid in Italia: -494 il dato odierno, per un totale di 84.808 persone alle prese con il virus oggi. Di queste, 81.793 sono in isolamento domiciliare. In Italia dall’inizio dell’epidemia ci sono state 131.301 vittime e 4,7 milioni di casi.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/10/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_10_ottobre_casi_e_decessi-321635144/

10 ottobre
APPUNTI PER UNA NUOVA UNITÀ DEL SINDACALISMO CONFLITTUALE
Sergio Bellavita  –  Union
USB ha tenuto nei giorni scorsi una riunione aperta con l’obbiettivo di costruire un’alleanza contro il governo Draghi e le politiche che, presumibilmente, metterà in campo. Altre organizzazioni sindacali come Si Cobas sono impegnate nella costruzione di un fronte unico dichiaratamente anticapitalista. Altre ancora, come ADL Cobas, SialCobas e CLAP ragionano su forme di intersindacalità. Dopo anni di frantumazione pare che ci siano, sebbene ancora embrionali, segnali di ripensamento rispetto ad una rissosità esasperata e ad una concezione settaria ed autoreferenziale della propria organizzazione. Segnali che testimoniano una ritrovata consapevolezza dei limiti oggettivi e soggettivi di ogni organizzazione
continua in
APPUNTI PER UNA NUOVA UNITÀ DEL SINDACALISMO CONFLITTUALE – UNION-NET

10 ottobre
Che cosa ci si può aspettare dalla nuova giunta Sala?
Alessandro Braga  –  Radio Popolare
Cinque anni fa, un minuto dopo l’elezione di Sala, qualcuno disse “è la giunta che conta”. Cinque anni dopo, e cinque giorni dopo la larghissima riconferma del sindaco, il tema resta. Primo punto: sarà in grado l’organo collegiale di controbilanciare lo strapotere di un primo cittadino legittimato in qualche modo dal voto popolare ad assumere un atteggiamento monocratico, quasi monarchico, nella gestione del potere? Un compito che dovrebbe spettare in primis al partito democratico, forte di un 33% alle urne, e che è riuscito a piazzare sei suoi esponenti, su dodici totali, nell’esecutivo, anche con deleghe importanti. Vedremo cosa farà. La parità di genere è stata rispettata, a partire dalla riconferma di Anna Scavuzzo come vice, con delega all’istruzione. Peccato che alle due giovani donne promosse in giunta siano stati invece affidati assessorati leggeri, una specie di contentino per un giovanilismo al femminile quasi obbligato dalle circostanza. Starà a loro dimostrare il contrario
continua in
https://www.radiopopolare.it/che-cosa-ci-si-puo-aspettare-dalla-nuova-giunta-sala/

10 ottobre
Multas per gentes. Itinerario poetico di Anna Santoliquido
Lorenzo Spurio  –  La Fionda
In maniera quasi parallela alla mia recente pubblicazione del saggio La ragazza di via Meridionale. Percorsi critici sulla poesia di Anna Santoliquido (Nemapress Edizioni, Roma/Alghero, 2021) giunge felicemente la notizia della pubblicazione di un nuovo saggio sulla fertile attività letteraria della poetessa lucana Anna Santoliquido. Difficile, dopo averlo attentamente letto, non dar seguito con un breve commento d’analisi di questa nuova opera che, assieme agli studi di Francesca Amendola, va ad aggiungersi alla consistente produzione letteraria di matrice critica su Anna Santoluquido.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/10/multas-per-gentes-itinerario-poetico-di-anna-santoliquido/

Capossela: ecco l’Eclissica, scienza immaginaria che studia le eccezioni
di Fausto Pellegrini
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Capossela-ecco-Eclissica-scienza-immaginaria-che-studia-le-eccezioni-24d173e2-26d7-4ff2-a8de-ea6e80d0b5e0.html

10 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

10 ottobre
Almaviva Palermo, per i lavoratori della commessa Alitalia sarà sciopero a oltranza dal giorno 11 al giorno 15 ottobre
Monta la preoccupazione e riprende la mobilitazione massiccia dei lavoratori Almaviva della commessa Alitalia. Le segreterie territoriali e le Rsu di Slc Cgil, Fistel Cisl,  Uilcom Uil e Ugl Tlc di Almaviva Palermo hanno proclamato uno sciopero a oltranza dei lavoratori del call center dall’11 al 15 ottobre, per l’intero turno lavorativo.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/09/news/almaviva_palermo_per_i_lavoratori_della_commessa_alitalia_e_sciopero_a_oltranza_dall_11_al_15_ottobre-1531195/




11 ottobre

A testa alta
Stefano Milani
L’odore del cloro, questa mattina, invade stanze e corridoi al piano terra di corso d’Italia. Un po’ fastidioso ma necessario per sanificare la puzza nauseabonda della furia fascista

continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/news/a_testa_alta-1536939

11 ottobre
Le notizie di Radio Popolare

La mozione parlamentare per sciogliere i gruppi neofascisti, le ambigue formule del centrodestra e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 11 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. 5 Stelle e LeU voteranno la mozione parlamentare presentata dal PD per lo scioglimento dei gruppi neofascisti, mentre il centrodestra da due giorni cerca le formule più ambigue pur di non riconoscere lo squadrismo violento e fascista di Forza Nuova. Il Parlamento Europeo ha denunciato come illegali l’arresto e la condanna del politico ruandese Paul Rusesabagina e ha esortato la UE a intensificare gli sforzi per garantire il suo rilascio. “Gli Invisibili in Movimento” del sindacalista Aboubakar Soumahoro hanno lanciato la loro proposta di reddito di base universale, una forma di sostegno già sperimentata in 52 città statunitensi e in alcune zone di Brasile, Corea del Sud, India e Scozia. Il Nobel per l’Economia 2021 è stato assegnato tre professori che si sono impegnati negli studi empirici: Joshua D. Angrist, Guido W. Imbens e David Card. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-11-ottobre/https://www.radiopopolare.it/riassunto-dellagiornata-notizie-sabato-09-ottobre-2021/

11 ottobre
Draghi nella sede della Cgil, abbraccio con Landini: “Visita non scontata”
ANSA – Dopo l’assalto di sabato scorso, il premier incontra il segretario. Bonomi: ferma condanna di Confindustria per l’attacco
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/10/11/draghi-in-visita-alla-sede-della-cgil-alle-12.15_74167da8-5fc9-42dc-837b-741633b78d57.html

Luci accese e porte aperte in tutte le Camere del Lavoro
Giorgio Sbordoni  –  Collettiva
Le luci delle sedi in tutta Italia, subito dopo l’agguato, si sono accese. Non c’è stato quasi neanche bisogno di avvisare le compagne e i compagni, di organizzarsi, perché, come è successo a Roma, chiunque senta la Cgil come casa sua, d’istinto, è corso a presidiare la sua Camera del Lavoro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/news/luci_accese_e_porte_aperte_in_tutte_le_camere_del_lavoro-1538673/

11 ottobre
Mozione per sciogliere Forza Nuova, scontro tra i partiti. Cosa prevede la Costituzione
Il presidente del Consiglio porta la solidarietà del governo alla Cgil e i partiti si scontrano sulla proposta di scioglimento di Forza Nuova, dopo la guerriglia tra manifestanti e Forze dell’ordine registrata a Roma sabato pomeriggio e l’assalto alla sede del sindacato di Corso d’Italia
continua in
https://gazzettadelsud.it/articoli/cronaca/2021/10/11/mozione-per-sciogliere-forza-nuova-sontro-tra-i-partiti-maloni-vogliono-fare-fuori-fratelli-ditalia-57fdd240-d246-4b04-a086-edcae6ea462b/

Forza Nuova e l’eterno derby con Casapound
Forza Nuova sempre più violenta per contendere l’egemonia a destra a Casapound. Fino all’assalto alla Cgil
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/11/forza-nuova-e-leterno-derby-con-casapound/

11 ottobre
Nobel per l’economia a Card, Angrist e Imbens
ANSA  –  L’Accademia reale svedese delle Scienze, che ha dato l’annuncio in video, in una nota spiega che il premio Nobel quest’anno si è concentrato sui rapporti di causa ed effetto nel mercato del lavoro, e sulle correlazioni fra eventi
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2021/10/11/attesa-per-lannuncio-del-nobel-per-leconomia_ca6d18a1-32b8-4fe7-ab54-8d1d1d7101db.html

E il salario minimo vinse il Nobel per l’Economia
Nobel per l’economia a tre ricercatori tra cui David Card che ha sbugiardato la teoria che il salario minimo danneggi l’occupazione
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/11/nobel-per-leconomia-2021-sconfessione-del-neoliberismo/

11 ottobre
Corrado Stajano. Autobiografia di una nazione
In un mondo ideale l’ultimo libro di Corrado Stajano, Sconfitti, il Saggiatore, sarebbe adottato in tutte le scuole superiori italiane. E suggerirei al comitato che sceglie i concorrenti allo Strega di prenderlo in seria considerazione per il prossimo anno: è un saggio, ma con la scrittura e l’impianto di un romanzo (di un’autobiografia) dove la sofferta testimonianza del declino di un paese che non è riuscito a diventare nazione si intreccia con le riflessioni e i commenti dell’autore: quasi un controcanto alla propria narrazione. Il montaggio abilissimo dei tempi, dal presente pandemico al passato postbellico, dal “miracolo” degli anni Sessanta e dalla sconfitta contadina del secondo dopoguerra a quella operaia del 1980  e al “neoterziario bottegaio” di oggi, cattura l’attenzione del lettore che ripercorre quasi cinematograficamente tutta la contemporanea storia italiana. Storia di cui non c’è molto da vantarsi
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/10/11/autobiografia-di-una-nazione/

11 ottobre
Immunizzati alla democrazia
da Carmilla
Un delirio d’impotenza – come una febbriciattola, un malessere, un tremore sottopelle. Tutti in fila, con gli occhi sui cellulari, ciondolando o scuotendo la testa: le badanti moldave, i ragazzini che non potevano più entrare in polisportiva, gli edili vestiti da cantiere, qualche poliziotto in borghese che ammicca ai colleghi di guardia; poi i facchini, gente degli stabilimenti, un pezzo di classe operaia riottosa che ha aspettato fino all’ultimo.
continua in
https://napolimonitor.it/immunizzati-alla-democrazia/

11 ottobre
Le parole del nostro tempo
Federica Villa  –  La Fionda
Credere, Obbedire, Combattere: era questo uno dei motti del fascismo, uno dei precetti di quel “catechismo” basato sul culto della forza, della Patria e dell’ordine che, almeno a parole, lo Stato italiano ripudia e condanna con forza dal dopoguerra.
Eppure questa triade, stampata a chiare lettere un po’ ovunque durante il ventennio – specialmente nelle scuole, a monito e insegnamento per le giovani menti – sembra informare inesorabilmente proprio il nostro tempo, come un mantra silenzioso e strisciante, invero non del tutto nuovo, né tanto meno sorprendente.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/11/le-parole-del-nostro-tempo/

11 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

11 ottobre
Come cambia la cooperazione alla sviluppo
Dalle Ong di solidarietà alle multinazionali dell’umanitario, quanto è cambiata la cooperazione allo sviluppo in Italia? Giovedì 14 ottobre un seminario online ricostruisce evoluzione e problemi del mondo della cooperazione internazionale
continua in
https://sbilanciamoci.info/come-cambia-la-cooperazione-alla-sviluppo/

11 ottobre
Finisce un’epoca: chiudono le Edizioni Dehoniane
Bologna. Le Edizioni dehoniane  (EDB) hanno chiesto il fallimento. L’atto formale di portare i registri contabili in tribunale è stato compiuto venerdì 8 ottobre. Si chiude una grande stagione e un prezioso servizio alla Chiesa, non solo italiana. La proprietà, la Provincia italiana settentrionale dei Sacerdoti del Sacro Cuore (dehoniani), lo ha fatto con dispiacere, ma con la consapevolezza di non essere più in grado di sostenere finanziariamente l’impresa
continua in
http://www.settimananews.it/chiesa/edizioni-dehoniane-chiudono/?fbclid=IwAR390yqhtXfpw8AC7vaT1FIwzcwJ5reLyTYxRYOBdkjSjlcwMtYlSqAJXYA

Questa decisione ha provocato la dura reazione del sindacato. In un comunicato si legge, tra l’altro: “La RSU, le OOSS, le lavoratrici ed i lavoratori esprimono indignazione per la grave e inspiegabile decisione aziendale di cessare le attività senza aver prima esplorato con le rappresentanze sindacali le possibili azioni da mettere in campo per proteggere la continuità aziendale.
La comunicazione alla stampa, avvenuta subito dopo un brevissimo incontro informativo già precedentemente programmato, prima che si tenesse l’assemblea per una compiuta comunicazione, ci lascia esterrefatti.
Ci troviamo di fronte ad una dimostrazione di palese assenza di rispetto nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori, nonché delle loro rappresentanze sindacali e ancor più gravi sono le dichiarazioni che rimanderebbero ad una responsabilità del sindacato”
Il comunicato è firmato da RSU Centro Editoriale Dehoniano, SLC CGIL Bologna e FISTEL CISL Emilia Romagna

11 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

11 ottobre
Sevel, grande questione nazionale
Marco Togna  –  Collettiva
Giulio Borrelli, ex direttore del Tg1 e primo cittadino di Atessa: “Qui c’è una qualità professionale che va mantenuta nell’interesse dell’Italia intera”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/video/-1519191/

11 ottobre
Anche GKN allo sciopero dei conflittuali
Oggi lo sciopero generale dei sindacati di base. Gkn: «unica data da qua alla possibile riapertura della procedura di licenziamento»
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/11/11-ottobre-anche-gkn-allo-sciopero-dei-conflittuali/

Gliwice, Polonia: il clone della Val di Sangro
Marco Togna  –  Collettiva
All’inizio del 2022 Stellantis avvierà la produzione nello stabilimento est-europeo, fabbricando gli stessi furgoni che ora si costruiscono nella Sevel di Atessa (Chieti), portandosi dietro anche le aziende dell’indotto. Una crisi annunciata per l’impianto italiano, denunciano delegati e dirigenti Fiom Cgil, chiedendo al governo di agire per evitare il disastro sociale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/video/-1521199/

Rieti. Kohler se ne va, 11 ottobre sciopero
La multinazionale annuncia il disimpegno dallo stabilimento Lombardini, 130 i lavoratori in ansia. Promesso un nuovo acquirente, ma per ora nessuna novità. Fiom, Fim e Uilm chiedono l’intervento del ministero dello Sviluppo economico
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/06/news/kohler_se_ne_va_11_ottobre_sciopero-1523358/

Perugia, la Cgil festeggia i suoi 125 anni
Più di un secolo di storia e un patrimonio comune per il futuro: la Camera del Lavoro di Perugia, nata nel 1896, celebra i suoi 125 anni e lo fa con un’iniziativa che si svolgerà presso la sala dei Notari di palazzo dei Priori a Perugia, lunedì 11 ottobre 2021, dalle ore 9.30
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/09/news/perugia_la_cgil_festeggia_i_suoi_125_anni-1531922/

11 ottobre
Reddito di base universale, la proposta degli invisibili in Movimento
Garantire a tutti la possibilità di scegliere come vivere la propria vita, perseguendo la felicità personale senza il vincolo di dover fare qualcosa per sopravvivere. Riuniti alla Casa della Carità, “Gli Invisibili in Movimento” del sindacalista Aboubakar Soumahoro discutono e lanciano la loro proposta di reddito di base universale, forma di sostegno già sperimentata in 52 città statunitensi e in alcune zone di Brasile, Corea del Sud, India, Scozia
continua in
https://www.radiopopolare.it/reddito-di-base-universale-la-proposta-degli-invisibili-in-movimento/


”Il 12 ottobre 1492 l’America scoprì il capitalismo. Cristoforo Colombo, finanziato dai re spagnoli e dai banchieri genovesi, portò la novità alle isole dei Caraibi.
Gli indios, vittime della più colossale spoliazione della storia universale, continuano a soffrire l’usurpazione degli ultimi avanzi delle loro terre e continuano a essere condannati alla negazione della loro identità “diversa”. Gli si continua a proibire di vivere a loro modo, si continua a negar loro il diritto di essere. Al principio il saccheggio e l’”altrocidio” furono perpetrati in nome del Dio del cielo. Adesso si compiono in nome del dio del Progresso”

Eduardo Galeano – LA CONQUISTA CHE NON SCOPRÌ L’AMERICA


12 ottobre
Le notizie di Radio Popolare

Tutto pronto (o quasi) per il Green Pass sul lavoro, la sentenza a sfavore dei licenziamenti alla Gianetti e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 12 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Cosa accadrebbe se da venerdì gli oltre 3 milioni di lavoratori non vaccinati smettessero di lavorare? Mario Draghi ha deciso di mantenere a pagamento i tamponi e il motivo è presto detto: alla lunga diventeranno un’arma per convincere i riottosi ad abbracciare la campagna vaccinale. Il tribunale del lavoro di Monza ha respinto il ricorso dei sindacati contro i 152 licenziamenti alla Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto. L’ong Alarm phone chiede soccorsi immediati per 70 persone in pericolo in acque internazionali tra Italia, Malta e Libia. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-12-ottobre/

Appello dell’ANPI per una grande partecipazione popolare alla manifestazione nazionale antifascista per il lavoro e la democrazia del 16 ottobre

continua in 
https://www.anpi.it/articoli/2585/appello-per-una-grande-partecipazione-popolare-alla-manifestazione-nazionale-antifascista-per-il-lavoro-e-la-democrazia-del-16-ottobre?fbclid=IwAR0wkaIu3EoxctPgaUotwebK6p30t8D7JrEALaFle9r-4HiEmgBgY_MJhqk

12 ottobre
Sciopero generale. Usb: un milione di partecipanti, 100mila in piazza. Disagi nei trasporti
La protesta, partita dal settore trasporti, ha coinvolto anche altri comparti, come quello scolastico. L’Unione sindacale di Base punta il dito contro “il governo Draghi fedele esecutore dei voleri di Confindustria e della UE”. A Piacenza bloccato centro Amazon. Alitalia cancella 127 voli
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sciopero-usb-un-mln-partecipanti-cento-mila-in-piazza-92a119b1-cd4b-4cad-9dde-5eea5c31dc36.html

I dati sul coronavirus in Italia di oggi, martedì 12 ottobre
Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 2.494 casi positivi da coronavirus e 49 morti a causa della COVID-19. Attualmente i ricoverati sono 3.035 (27 in meno di ieri), di cui 370 nei reparti di terapia intensiva (4 in meno di ieri) e 2.665 negli altri reparti (23 in meno di ieri). Sono stati analizzati 104.641 tamponi molecolari e 210.644 test rapidi antigenici. La percentuale di tamponi molecolari positivi è stata del 2,00 per cento, mentre quella dei test antigenici dello 0,18 per cento. Nella giornata di lunedì i contagi registrati erano stati 1.516 e i morti 34
continua in
https://www.ilpost.it/2021/10/12/coronavirus-covid-19-italia-dati-contagi-morti-bollettino-oggi-martedi-12-ottobre/

12 ottobre
In Italia l’85% della popolazione ha ricevuto la prima dose Covid, teatri e cinema al 100% della capienza. Speranza: “Possiamo permettercelo”
Si allentano ulteriormente le restrizioni. Via libera del Ministero della Salute alla terza dose di vaccino anti-Covid per gli over-60 e per tutti i soggetti fragili, dopo almeno 6 mesi dalla completa immunizzazione
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-teatri-cinema-100-della-capienza.-Speranza-Possiamo-permettercel-9e7d577a-087b-465b-bc92-55b2fa74433d.html

12 ottobre
Covid: Regioni Ue, allarme buco di 23 miliardi per gli enti locali in Italia
ANSA  –  L’impronta lasciata nel 2020 dalla pandemia sulle amministrazioni locali del nostro Paese – emerge dal rapporto – è pesante: strette tra le maggiori spese da sostenere per far fronte all’emergenza e le mancate entrate dovute alla crisi, la perdita registrata è in termini assoluta la più alta d’Europa dopo la Germania, dove Laender e città hanno segnato un rosso di quasi 112 miliardi
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/10/12/covid-regioni-ue-allarme-buco-di-23-miliardi-per-gli-enti-locali-in-italia-_a39dac53-3deb-4dbe-b37d-97fa398f3884.html

12 ottobre
G20, riunione straordinaria
Draghi: in Afghanistan è catastrofe umanitaria, mandato a Onu per agire “Emergenza gravissima, la situazione sta per precipitare”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/g20-draghi-afghanistan-catastrofe-umanitaria-mandato-onu-agire-c5913d52-0537-46d1-bb2c-0c1ad296b6b2.html

12 ottobre
Migranti: Unhcr, in Libia naufragio con 15 morti
ANSA  –  Secondo il più recente bollettino pubblicato ieri dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), sulla “rotta mediterranea centrale”, quella che dalla Libia porta all’Italia, quest’anno sono stati contati 474 morti e 689 dispersi a fronte dei 381 decessi e 597 persone scomparse dell’intero 2020. I migranti riportati in Libia fino al 9 ottobre sono stati 26.314, calcola ancora l’Oim ricordando che nei 12 mesi dell’anno scorso erano stati 11.891
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/10/12/-migranti-unhcr-in-libia-naufragio-con-15-morti_7146f303-4d86-4e9e-90f8-4a37eaae6f21.html

12 ottobre
Asia Centrale: il banco di prova di una futura diarchia russo-cinese?
Sofia Mischi – Caffè Geopolitico
Russia e Cina aspirano al posto degli USA e si vedono già favorite dell’attuale situazione in Asia Centrale. La loro collaborazione infatti assicura un controllo esteso sui Paesi alleati della regione, con una certa attenzione agli sviluppi in Afghanistan.
Continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/877392/asia-centrale-il-banco-di-prova-di-una-futura-diarchia-russo-cinese

12 ottobre
Una interessante inchiesta uscita su Patria Indipendente 

Il neofascismo e la tattica della quinta colonna

Alla tornata elettorale amministrativa imminente, l’estrema destra partecipa in quasi tutti i casi sottotono ma con modalità a cui prestare la massima attenzione. E spesso la presenza di alcuni candidati rivela lo stato della competizione sia tra FdI e Lega sia quella tutta interna al Carroccio
continua in
https://www.patriaindipendente.it/persone-e-luoghi/inchieste/il-neofascismo-e-la-tattica-della-quinta-colonna/

12 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

12 ottobre
Un seminario online della Scuola Normale Superiore fa il punto degli studi su ricchezza, ricchi e disuguaglianze in Italia, con dati originali, interviste a 30 ‘super-ricchi’, l’analisi degli effetti sul comportamento elettorale
continua in
https://sbilanciamoci.info/la-ricchezza-questa-sconosciuta/

12 ottobre
Sciogliere Forza Nuova è necessario, ma non sufficiente
Marco Sferini  –  Sinistra quotidiana
La battaglia per il consenso Salvini e Meloni la stanno giocando da tempo dentro quella destra italiana che è radicalmente cambiata da quando Forza Italia è diventata la socia di minoranza del vecchio tripartito erede del berlusconismo d’antan. Ma la novità di questi giorni è data da una contestualità di fatti che sono in parte frutto della volontà esplicita di alcuni settori del nostalgismo neofascista che permea le formazioni sovraniste presenti in Parlamento, ed in parte motu proprio di un elettorato esausto delle compromissioni della politica sempre al ribasso sulle questioni prettamente sociali
continua in
Sciogliere Forza Nuova è necessario, ma non sufficiente – la Sinistra quotidiana

12 ottobre
L’antifascismo e l’unità nazionale
Lorenzo Zamponi  –  Jacobin Italia
Il pericolo neofascista esiste, proprio per questo va preso sul serio. Ma chi vi si oppone non ha alcuna possibilità di successo se non mette al centro la vita concreata delle persone in paese impoverito dalla pandemia
continua in
https://jacobinitalia.it/lantifascismo-e-lunita-nazionale/

L’importanza di chiamarsi Mussolini
Rachele, nipote del Duce, gioca sulla forza del proprio cognome e gode della visibilità che esso produce. È l’ennesimo segnale della normalizzazione del fascismo avvenuta negli anni scorsi
continua in
https://jacobinitalia.it/limportanza-di-chiamarsi-mussolini/

12 ottobre
Mimmo Lucano. Tutte le anomalie di un’inchiesta
Annalisa Camilli  –  Il Manifesto in Rete
continua in
https://www.ilmanifestoinrete.it/2021/10/12/tutte-le-anomalie-di-uninchiesta/?fbclid=IwAR390yqhtXfpw8AC7vaT1FIwzcwJ5reLyTYxRYOBdkjSjlcwMtYlSqAJXYA

12 ottobre
Il fenomeno Squid Game
Alice Cucchetti  –  Radio Popolare
Squid Game ha già conquistato il Mondo! Nel febbraio 2020, poco prima che la pandemia cambiasse i connotati del mondo, la notte degli Oscar vedeva per la prima volta trionfare un film non in lingua inglese: il sudcoreano Parasite, del regista Bong Joon-ho. La storia era quella di una famiglia – padre, madre e due figli – sommersa dai debiti che tirava a campare in uno scantinato e che, mentendo sulle proprie competenze e sul proprio curriculum, riusciva a farsi assumere come servitù di una famiglia enormemente più abbiente e a “occuparne” la meravigliosa magione a più piani. Una storia di divario di classe in cui la lotta era solo per la sopravvivenza, e la denuncia desolante era quella di un’impossibile coscienza collettiva, e quindi di un altrettanto impossibile solidarietà tra ultimi
continua in
https://www.radiopopolare.it/il-fenomeno-squid-game/

12 ottobre
EMERGENCY – AFGHANISTAN 20
“Afghanistan20” è il nostro racconto di 20 anni di guerra, dalla parte delle vittime.Siamo testimoni diretti delle conseguenze della guerra e di quello che migliaia di afgani e afgane hanno vissuto in questi anni dolorosi e faticosi.
Nonostante siano cambiati fronti e tattiche, la guerra in Afghanistan ha sempre mantenuto una costante: le vittime civili
continua in
https://afghanistan20.emergency.it/it?utm_source=facebook-emergency&utm_medium=adv&fbclid=IwAR1rfSAPLjm5_FTKtFgfnLHap2-o2oTRPbhcvKB9Ofq1A20awar5tuL1QXM


13 ottobre
Le notizie di Radio Popolare

Il conto alla rovescia per il Green Pass sul lavoro, l’assalto di Salvini e Meloni e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 13 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. “Venerdì blocchiamo l’Italia” è la minaccia dei No Green Pass, che si danno appuntamento a Roma: la loro protesta si sta saldando con quella dei lavoratori del porto di Genova e soprattutto di Trieste. Tra problemi logistici e ordine pubblico, il governo si deve difendere anche dagli attacchi delle destre: i due leader sovranisti Meloni e Salvini reagiscono e soffiano sul fuoco delle proteste per destabilizzare il governo. Il sindacato ha voluto incontrare Draghi per il decreto sulla sicurezza sul lavoro: promesso da mesi, ancora non si vede nulla. E intanto la mattanza continua, con altre tre vittime solo oggi. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-13-ottobre/

13 ottobre
Dal 15 ottobre obbligo del Green pass nei luoghi di lavoro
Caos porti, si rischia venerdì nero. Draghi convoca i sindacati per domattina
Il Comitato dei lavoratori triestino: “Se non verrà ritirato l’obbligo del Green Pass nei luoghi di lavoro, si bloccheranno le attività del porto di Trieste”. Non solo per i lavoratori del porto, “ma per tutte le categorie di lavoratori”. La circolare del Viminale: “Mettere a disposizione del personale sprovvisto di Green pass test molecolari o antigenici rapidi gratuiti”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Green-pass-tensione-tra-i-portuali-rischio-blocco-a-Trieste-e-Genova-e7baa65f-0785-47f0-a93e-b19e72f6f177.html

G​reen pass, ecco il Dpcm per il rientro al lavoro dal 15/10.
Draghi firma Dpcm linee guida P.A. Senza certificato i lavoratori dovranno essere allontanati. Ogni giorno di mancato servizio è considerato assenza ingiustificata, in nessun caso è previsto il licenziamento
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Green-pass-bozza-Dpcm-b27d7004-ef37-4ce9-8b9c-d3d08189879b.html

13 ottobre
Ancora tre morti sul lavoro, due al Nord e una a Messina. Annunciati scioperi 
Sempre oggi, nel Lodigiano, un operaio è rimasto schiacciato da un macchinario ed è ricoverato in condizioni gravi
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/morti-bianche-tre-oggi-due-al-nord-una-a-messina-scioperi-560f80dd-baab-4c61-bf18-5fb84c95be44.html

13 ottobre
Matteo Renzi, un declino in car sharing
Andrea Aloi  –  Strisciarossa
E rieccolo. Già conferenziere ben retribuito all around the world, membro autorevole della Future Investment Initiative, la fondazione onnipotente del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, Matteo Renzi si è appena innestato nel CdA di Delimobil, grossa società di car sharing del nostro concittadino Vincenzo Trani che sta andando a mille in Russia (e poi vedremo perché). Renzi è di quei politici omnibus che nella prestazione lucrativa (a pagamento, insomma) riescono a provare piacere come le etère e le cortigiane più dissolute e affascinanti, lasciando immaginare una morbida, piaciona dissolutezza morale perfettamente al passo coi tempi
continua in
https://www.strisciarossa.it/renzi-un-declino-in-car-sharing/

13 ottobre
Strategie dell’odio in Europa, ora l’estrema destra ricorre all’«entrismo»
Sofia Cherici  –  Collettiva
Esther Lynch (Ces): “Da tempo abbiamo notato l’avanzamento di un gruppo estremamente coordinato che tenta di infiltrarsi tra lavoratori e organizzazioni sindacali per ribaltarne i valori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/10/13/news/strategie_d_odio_in_europa_ora_l_estrema_destra_ricorre_all_entrismo_sindacale-1542907/

13 ottobre
Salone del Libro
A Torino con un drappo rosso
La 33ma edizione del Salone del Libro ospiterà l’iniziativa lanciata dall’editore Round Robin, una manifestazione di partecipazione e solidarietà nei confronti della Cgil dopo le violenze dello scorso sabato
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/culture/2021/10/13/news/a_torino_con_un_drappo_rosso-1547127/

Alberto Bradanini: L’ Afganistan, un paese martoriato tra Oriente e Occidente

Le informazioni che giungono quotidianamente alla nostra attenzione su questo martoriato paese sono frammentate, spesso filtrate o manipolate. In un mondo ormai orwelliano le parole hanno perso il loro significato proprio. Pace, progresso e libertà si usano per descrivere guerra, distruzione e schiavitù. Occorre muoversi in punta di piedi. Oggi la conoscenza è ritenuta una facile acquisizione, mentre a uno sguardo attento non può sfuggire che siamo sudditi del regno della manipolazione, i cui pilastri sono costituiti da flash televisivi, articoli sotto dettatura, social network dominanti, inviati improvvisati. Davanti a una narrativa di segno unico, solo una minoranza tenta di uscire dal labirinto visitando biblioteche, librerie o qualche sito politicamente scorretto, sfidando il tedio ancor prima dell’inattendibilità
continua in
https://www.inchiestaonline.it/osservatorio-internazionale/alberto-bradanini-liafghanistan-un-paese-martoriato-tra-oriente-e-occidente/

13 ottobre
Impedire la saldatura tra neofascisti e mafiosi
Luciano Silvestri  –  Collettiva
La manifestazione di sabato 16 ottobre è importante per fare argine contro l’estrema destra, mettendo al centro il lavoro come risposta al malessere sociale.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/13/news/impedire_la_saldatura_tra_interessi_neo_fascisti_e_mafiosi-1545834/

Le voci dell’antifascismo
Tante persone hanno partecipato all’assemblea generale della Cgil, domenica 10 ottobre, per portare solidarietà al sindacato dopo l’attacco fascista. Dalle donne ai giovani, dai lavoratori agli studenti fino agli anziani: abbiamo raccolto le loro parole
il video
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/11/video/cgil_corso_italia_10_ottobre-1539373/


Assemblea generale Cgil
Ivana Marrone – Collettiva
Dopo l’assalto fascista alla sede di corso d’Italia, ecco la risposta: la grande affluenza all’assemblea generale del 10 ottobre. I volti, le persone, le bandiere al vento
L’Italia abbraccia la Cgil
Il video

https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/11/video/cgil_assalto_solidarieta_assemblea_genere-1539726/


Green pass e dintorni: le scelte della politica
Andrea Zhok  –  Gli Asini
La strategia che stiamo adottando nell’affrontare il Covid, fondata sulla “coercizione morbida” del Green Pass, è inaccettabile sul piano etico e irresponsabile su quello politico. Questo giudizio dipende da tre ordini di ragioni. In primo luogo ci troviamo nel mezzo di una campagna aggressivamente moralistica che ha lacerato il paese. Questa campagna è stata adottata come complemento alla “volontarietà” di sottoporsi alla vaccinazione. Il Green Pass è infatti un’operazione di persuasione obliqua, che si finge una misura per ridurre i contagi, ma che in effetti serve a spingere a vaccinarsi. Si tratta naturalmente di un segreto di Pulcinella
continua in
Green pass e dintorni: le scelte della politica – Gli Asini – Rivista (gliasinirivista.org)

13 ottobre
Una prova di civiltà
La Camera ha approvato la legge sulla parità salariale tra uomo e donna
AGI  –  Il testo è passato all’unanimità con 393 favorevoli e sarà ora esaminato dal Senato. Soddisfazione è stata espressa in maniera trasversale dal Partito democratico alla Lega
continua in
https://www.agi.it/politica/news/2021-10-13/camera-via-libera-legge-parita-salariale-14178198/

“Riempi il piatto vuoto”
Sabato 16 ottobre è la giornata mondiale dell’alimentazione e si celebra anche a Bologna con una iniziativa promossa da CEFA. Le Cucine popolari e le altre mense di solidarietà della città saranno le destinatarie dei prodotti raccolti nei “piatti vuoti” che si riuniranno in Piazza Maggiore la mattina per essere poi portati nel pomeriggio, dopo le 15,30, con carrelli messi a disposizione da Coop Alleanza 3.0, alle Cucine e alle altre mense.
continua in
http://www.civibo.it/

13 ottobre
I Pandora Papers e la distruzione del pianeta non sono delle perversioni del capitalismo. Sono il capitalismo
Alessandro Scassellati  –  Transform Italia  
Sfruttare le persone, sfruttare la terra, distruggere il Pianeta e mantenere segreta la gestione dei capitali accumulati è questo il modo normale in cui operano i capitalisti e il capitalismo. Comprendere questo richiede a tutti noi di riesaminare ciò che sappiamo o pensiamo di sapere su come è stato costruito il mondo attuale e di iniziare a incorporare questa comprensione nelle nostre discussioni quotidiane
continua in
https://transform-italia.it/i-paradise-papers-e-la-distruzione-del-pianeta-non-sono-delle-perversioni-del-capitalismo-sono-il-capitalismo/

13 ottobre
Pole position. Nazionalismi europei in punta di diritto
Tommaso Chiti  –  Transform Italia
Con la sentenza della Corte Costituzionale polacca sul primato del diritto nazionale rispetto a quello comunitario, si apre l’ennesima crisi europea in salsa sovranista.
La scorsa settimana infatti il supremo Tribunale di Varsavia ha sancito l’incompatibilità della Costituzione con gli articoli 2 e 19 del Trattato sull’Unione Europea, mettendo in discussione “il rispetto del diritto nell’interpretazione e nell’applicazione dei trattati” (art.19) e come corollario anche il fondamento dell’UE sullo stato di diritto
continua in
https://transform-italia.it/pole-position-nazionalismi-europei-in-punta-di-diritto/

13 ottobre
L’antifascismo nella UE di Maastricht
Roberto Musacchio  –  Transform Italia
Non stupisce che i fascisti rimasti più compiutamente tali tendano a forzare ulteriormente il gioco. E a mettersi in proprio. Accade in Italia, nella crisi pandemica. Ma ovunque in Europa. Con alti e bassi, ma con continuità. Calata la febbre in Germania, sale in Spagna e Polonia. Per altro la UE è più che permeabile. Non credo che si possano ripetere gli anni ’20 del ‘900 perché il dominio liberista è forte. Ma, permeabile lo è. Con le destre il PE ha votato la risoluzione revisionista che riscrive la seconda guerra mondiale e equipara nazismo e comunismo.
continua in
https://transform-italia.it/lantifascismo-nella-ue-di-maastricht/

13 ottobre
Il Tribunale ratifica i licenziamenti alla Gianetti
Diversamente da quello di Firenze, il  Tribunale di Monza ha respinto il ricorso contro i licenziamenti alla Gianetti di Ceriano Laghetto.
La sentenza, è stata depositata ieri e lasciando di stucco i lavoratori che speravano molto nell’intervento del Tribunale per bloccare un’operazione contestata da più parti soprattutto per le modalità. La speranza era che il Tribunale di Monza si esprimesse come qualche settimana fa si è espresso quello di Firenze sulla vicenda Gkn di Campi Bisenzio, per alcuni aspetti molto simile a quella di Gianetti Fad Wheels
continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2021/10/13/il-tribunale-ratifica-i-licenziamenti-alla-gianetti-0143015


Ricordato il segretario della Cgil
Luciano Lama, uomo del sindacato e delle istituzioni
Il 14 ottobre 2021 ricorre il centenario della nascita di Luciano Lama e la Cgil ha deciso di ricordarlo con diverse iniziative. Lama è stato uno dei più prestigiosi sindacalisti della Storia d’Italia e per ben 16 anni segretario generale della Cgil, un partigiano, un apprezzato uomo politico e “un fedele servitore delle istituzioni” come lo ricordò l’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/14/news/luciano_lama_uomo_del_sindacato_e_delle_istituzioni-1542914/


14 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
L’obbligo del Green Pass per lavorare tra dubbi e timori, il processo per l’omicidio Regeni e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 14 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Le prossime due settimane, ragionano a Palazzo Chigi in queste ore, saranno decisive per capire se le proteste annunciate contro il Green Pass nei luoghi di lavoro saranno un fuoco di paglia e se le vaccinazioni aumenteranno. Al momento, però, a salire è soltanto il numero dei tamponi effettuati, che potrebbero diventare 8 milioni a settimana. Si è aperto oggi il processo per il sequestro e l’omicidio di Giulio Regeni e la prima questione da valutare è legata all’assenza dei quattro imputati: rinvio o processo in contumacia? All’indomani della strage a Kongsberg, in Norvegia, le autorità norvegesi stanno trattando quanto accaduto come un caso di terrorismo islamico. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-14-ottobre/

14 ottobre
Incontro governo – sindacati
Buone notizie dal fronte sicurezza
Roberta Lisi e Davide Colella  –  Collettiva
“Importante e positivo”. Così Rossana Dettori, segretaria nazionale della Cgil, ha definito il confronto del 14 ottobre tra sindacati e governo. Un decreto conterrà i primi strumenti: sospensione delle aziende non in regola con il Testo unico, assunzione all’Inl, contrasto al lavoro irregolare. E poi rifinanziamento di altre 13 settimane della cassa Covid e della quarantena
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/15/news/buone_notizie_dal_fronte_sicurezza-1554104/


14 ottobre
The last waltz
Fiori per la hostess dopo l’ultimo volo di Alitalia, decollato da Cagliari e atterrato a Fiumicino. L’omaggio floreale fa calare il sipario sulla storia della compagnia dopo quasi 75 anni

Ita si chiamerà Alitalia: comprato il marchio dell’ex compagnia di bandiera per 90 milioni
Si chiude quindi la vicenda dello storico brand della ex compagnia di bandiera e Ita potrà apporlo sulla livrea dei suoi aerei che decolleranno ufficialmente da venerdì 15. Ita decollerà ufficialmente alle 6.20 col volo Milano Linate – Bari e avrà una forza lavoro di 2.800 persone, contro i 10.500 dipendenti della vecchia Alitalia. E proprio su questi numeri si è consumato uno scontro coi sindacati con scioperi, proteste e manifestazioni di piazza
continua in
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/10/14/ita-si-chiamera-alitalia-comprato-il-marchio-dellex-compagnia-di-bandiera-per-90-milioni/6355376/


14 ottobre
Omicidio Regeni, Corte d’Assise: nullo il decreto di giudizio, gli atti tornino al Gup
Accolta l’istanza della difesa: non sono assenti ma irreperibili. Il giudice dovrà utilizzare tutti gli strumenti, compresa una nuova rogatoria con l’Egitto, per rendere effettiva e non solo presunta la conoscenza agli imputati del procedimento a loro carico
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/omicidio-regeni-corte-assise-decreto-giudizio-nullo-atti-gup-5b3b2078-92bb-4336-81a2-59f006042bb9.html

Green pass: l’Italia rischia il blocco. No pass in piazza, è allerta
ANSA  –  Il prefetto avverte: “Sciopero non autorizzato, partecipare è reato”. L’Autorità di garanzia chiede la revoca. Ma per i promotori la mobilitazione è legittima: “Pronti a discutere solo se il governo fa slittare il pass al 30 ottobre”.
Tornano in piazza a Roma i no pass, sit in autorizzato ma al Circo Massimo
. Allarme infiltrati. Circolare della Polizia: “Rischi per strade, ferrovie e fabbriche”.  Allerta per possibili contrapposizioni con gruppi estremisti. Garantire le manifestazioni ma mantenere l’ordine pubblico
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/13/porti-e-tir-rischio-caos.-stretta-del-viminale-piu-prevenzione_4a1fdab7-cf9f-4ab0-9a1c-8e0b483d2605.html

14 ottobre
I dati del ministero della Salute
Coronavirus, 2.668 nuovi casi con 324.614 tamponi e 40 morti Il tasso di positività è allo 0,8%.
In calo ricoveri (-73) e intensive (-8). Vaccino: aggiornamento Italia, oltre 87 milioni dosi somministrate
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/dati-covid-bollettino-14-ottobre-2021-fbb16590-779a-4835-bf81-9882aa9e6b3f.html

14 ottobre
Il retrobottega del mercato
Vincenzo Scalia  –  Jacobin Italia
Il ricorso al diritto penale per governare i conflitti, molto evocato in questi anni, ha radici antiche: alla base c’è l’idea che il capitalismo consenta a chiunque la «scelta razionale» che conduce al massimo guadagno individuale
continua in
Il retrobottega del mercato – Jacobin Italia

14 ottobre
Il collasso dei Comuni prepara le privatizzazioni
Marco Bersani  –  Attac Italia
Lo avevamo detto in tempi non sospetti (Città e Comuni: quando ce li riprendiamo?) ora è certificato: uno degli effetti della pandemia è il collasso dei Comuni, ovvero degli enti di prossimità degli abitanti di ogni territorio. E’ in pieno svolgimento la 19a edizione della “Settimana europea delle Regioni e delle città”, evento annuale organizzato dal Comitato delle Regioni Ue a Bruxelles. Durante i lavori è stato presentato l’ultimo rapporto relativo all’impronta della pandemia sulle amministrazioni locali
continua in
Il collasso dei Comuni prepara le privatizzazioni – ATTAC Italia (attac-italia.org)

14 ottobre
Panificazione senza contratto, lunedì lavoratori in presidio
Il rinnovo manca da tre anni e coinvolge 80.000 addetti e 20.000 imprese. Sara Palazzoli (Flai): “Si tratta di una grave ingiustizia per i lavoratori che hanno garantito, anche nel periodo più duro della pandemia, il pane sulle tavole degli italiani”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/14/news/panificazione_senza_contratto_lunedi_lavoratori_in_presidio-1552743/


Videoracconto
Certe notti
Il video racconto di un turno di guardia davanti alla Cgil. Compagne e compagni tra mezzanotte e le sei di mattina del 13 ottobre ci hanno detto perché avevano deciso di esserci
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/14/video/certe_notti-1550986/


14  –  18 ottobre
Salone Internazionale del Libro di Torino
Ogni anno nella cornice del Lingotto Fiere si riunisce tutta la filiera del libro. Per gli editori il Salone è la più importante occasione di vendita e di presentazione delle novità editoriali. Per tutti i suoi lettori, il Salone è un luogo in cui incontrarsi, discutere, stare insieme, festeggiare. Per cinque giorni e cinque notti Torino apre le sue porte al mondo.
Informazioni Ospiti Eventi Programma
https://www.salonelibro.it/il-salone-del-libro.html

15 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
I presidi no Green Pass nei porti di Genova e Trieste, l’assassinio del deputato inglese David Amess e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 15 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La protesta contro il Green Pass non ha bloccato l’Italia. Nei porti di Trieste e Genova i marittimi hanno chiuso i varchi ma non c’è stato nessun problema nelle stazioni, nelle autostrade e nelle città. Forse il Covid se ne sta a poco a poco andando: i dati sul virus e sui casi gravi migliorano costantemente. Continua la tragedia dei morti sul lavoro. Oggi nel giro di poche ore un operaio è stato schiacciato da un muletto, un altro è stato travolto da una pala meccanica e un agricoltore è rimasto incastrato in un macchinario. In Inghilterra è stato ucciso una deputato conservatore durante un incontro con gli elettori. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-15-ottobre/

15 ottobre
Tutta Italia a Roma per dire #maipiufascismi
Giorgio Sbordoni  –  Collettiva
È tutto pronto per domani, quando un pezzo d’Italia si riverserà in Piazza San Giovanni a Roma, al grido #maipiufascismi. Pullman e treni sono prenotati, decine di migliaia di persone alle prime luci dell’alba, qualcuno pure a notte fonda, partiranno, insieme a migliaia e migliaia di persone che si stanno organizzando con i propri mezzi, alla volta di Roma
continua in
https://sentileranechecantano.net/wp-admin/post.php?post=2049&action=edit&classic-editor

15 ottobre
Tomaso Montanari. La via per la democrazia
L’attacco alla Cgil di sabato scorso è un episodio gravissimo e una pagina letteralmente nera della nostra storia. I fascisti sono tornati, e cento anni dopo assaltano gli stessi simboli: il sindacato, cuore della partecipazione democratica dei lavoratori alla costruzione dello Stato. Che è come dire la condizione stessa perché in Italia esista una democrazia costituzionale. Da tempo, in pochi denunciavamo il ritorno dei nuovi fascisti e la gravissima compromissione di grandi partiti politici con quella storia: che non è affatto finita
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/15/news/la_via_per_la_democrazia-1555800/

15 ottobre
La campagna elettorale dei peggiori
Christian Raimo  –  Jacobin Italia
Quando Bertolaso, Angeli e altri immaginifici commissari torneranno nell’oblio, o quando Michetti tornerà a essere al massimo un personaggio dell’etere, bisognerà ricordarsi che senza educazione all’antifascismo la qualità del dibattito politico diventa spregevole
continua in
La campagna elettorale dei peggiori – Jacobin Italia

15 ottobre
Piccolo dizionario dell’autunno incandescente
Marco Sferini  –  Sinistra Quotidiana
“A” come antifascismo
Per la serie: “Vedete soltanto i violenti neofascisti a Roma ma non vedete quelli della sinistra a Milano“, va in onda il primo episodio: “Il karma degli adoratori della fiamma tricolore“. Capitano tutte a loro in questi giorni: rigurgiti neofascisti che devastano la capitale, inchieste giornalistiche che sconquassano dalle fondamenta le certezze di due improbabili presidenti del consiglio…
continua in
Piccolo dizionario dell’autunno incandescente – la Sinistra quotidiana

15 ottobre
CHI SI È VACCINATO NON HA FATTO ALCUN SACRIFICIO
Claudio Bazzocchi sulla propria pagina Facebook
L’argomento per il quale i vaccinati avrebbero fatto una sorta di sacrificio che altri non vorrebbero fare, qualificandosi quindi come egoisti, rischia di volgersi paradossalmente a favore dei no-vax.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10227422906704079&set=a.1104089608173

15 ottobre
Due fatti e un conto
Andrea Romani  –  La Fionda
Il 15 ottobre segnerà un nuovo punto di svolta nel triste calendario della stupidità. Con l’avvio delle misure previste dal cd. decreto Green pass, infatti, l’Italia sarà l’unico paese al mondo a prevedere un certificato di questo tipo per entrare in ufficio e in fabbrica. Degno punto di arrivo di una classe dirigente indegna, accecata dalla sua cupidigia di servire e di rincorrere le ideologie più aberranti, il certificato verde rappresenta l’ultimo e più grave attacco alla dignità dei lavoratori. In tal senso, le manifestazioni di popolo delle ultime settimane, insieme alle mobilitazioni operaie di Firenze e di Trieste, confortano chi ancora non vuole rassegnarsi a calare la testa: all’offensiva reazionaria pare finalmente intravedersi una risposta, ancora spontanea e disorganica, ma di certo genuina, diretta espressione delle masse subalterne
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/15/due-fatti-e-un-conto/

15 ottobre
Comunisti, elezioni, unità: una riflessione
In un panorama politico sconfortante dove l’attacco alla classe subalterna è sempre più feroce e portato avanti da entrambe le facce del bipolarismo, è necessario e urgente impegnarsi concretamente per l’unità dei comunisti e offrire una speranza di cambiamento a tutti gli sfruttati e ai giovani privati del loro futuro
continua in
Comunisti, elezioni, unità: una riflessione – La Città Futura (lacittafutura.it)

15 ottobre
La sinistra divisa. Dibattito a distanza Rangeri – Acerbo
La nostra anima politica è parte della storia della sinistra. Di quella tradizionale – perché il manifesto nasce dopo espulsioni e radiazioni dal Pci – e di quella alternativa nata dopo il ‘68
continua in
La sinistra divisa. Dibattito a distanza Rangeri – Acerbo – la Sinistra quotidiana

15 ottobre
Le matrici «sconosciute» e la storia cancellata
«Non ne conosco la matrice». Con queste parole il capo del governo fascista Benito Mussolini commentò, tre giorni dopo i fatti, il rapimento e l’omicidio del deputato socialista Giacomo Matteotti
continua in
Le matrici «sconosciute» e la storia cancellata – la Sinistra quotidiana


Erri De Luca per Giulio Regeni
…non so immaginare il coraggio personale di chi svolge in solitudine un suo compito rischioso.
Penso a Giulio Regeni, sequestrato, torturato e ucciso alcuni anni fa in Egitto. Sapeva di essere seguito, spiato, intercettato dai reparti della sicurezza di Stato, mentre svolgeva le sue ricerche di studioso per conto di una università inglese che qui non merita di essere nominata…
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=1598132533862657&set=gm.10159779767788054

Roma piazza San Giovanni 16 ottobre 2021

Tutta Italia a Roma per dire #maipiufascismi

Un po’ primo maggio, un po’ 25 aprile
Stefano Milani  –  Collettiva
Finalmente è arrivato. L’appuntamento è in piazza San Giovanni a Roma, la piazza dei sindacati. Per una manifestazione antifascista e per il lavoro. La Capitale si è vestita a festa, sfoggiando una delle sue ottobrate di sole e cielo terso
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/16/news/un_po_primo_maggio_e_un_po_25_aprile-1556449/

IL LAVORO NON HA PAURA
https://www.collettiva.it/speciali/il-lavoro-non-ha-paura/

Speciale piazza San Giovanni
“Mai più fascismi”, gremita piazza San Giovanni per la manifestazione indetta dai sindacati Migliaia di persone colorano con le bandiere e gli slogan dei sindacati Piazza San Giovanni
Fotocronaca
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Manifestazione-dei-sindacati-primi-arrivi-a-piazza-San-Giovanni-a-Roma-e29b7889-b248-4689-8061-7f95b1cd7cf9.html

16 ottobre
Papa: in nome di Dio chiedo, date vaccini, condonate i debiti
ANSA – Il messaggio di Francesco all’incontro dei Movimenti Popolari: “Serve il salario universale e la riduzione della giornata lavorativa”
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2021/10/16/papa-in-nome-di-dio-chiedo-date-vaccini-condonate-i-debiti_2d82a911-f9aa-4839-80fe-0771f151e65f.html

16 ottobre
Il rapporto sulla povertà
Caritas: +44% di “nuovi poveri” nel 2020, crescono al Nord, colpa anche della pandemia
1,9 milioni di persone sostenute dall’ente della Cei nell’anno della pandemia, una media di 286 individui per ciascuno dei 6.780 servizi gestiti dallo stesso circuito delle Caritas diocesane e parrocchiali
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/rapporto-poverta-caritas-nuovi-poveri-crescono-al-nord-colpa-anche-della-pandemia-701d9dc4-337f-47c2-b8f6-8153b283c5ff.html

16 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
L’antifascismo riempie la piazza di Roma, i tanti impegni di Giorgetti lontano dal Ministero e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 16 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Oggi a Roma la manifestazione chiamata dalla Cgil dopo l’assalto squadrista di una settimana fa è andata oltre le aspettative del sindacato, ma anche oggi, di sabato, ci sono stati feriti e morti sul lavoro. Nella notte invece, dopo una lunga trattativa al Ministero dello Sviluppo Economico, Whirlpool ha confermato i licenziamenti per il sito di Napoli. Nel corso della trattativa, però, il titolare del Ministero Giorgetti si è collegato per qualche minuto: era a Varese per la chiusura della campagna elettorale a fianco di Salvini. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
L’antifascismo riempie la piazza di Roma, i tanti impegni di Giorgetti lontano dal Ministero e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

16 ottobre
Le trappole antisociali tra novax, nopass e sindacati di base
Marco Sferini  –  Sinistraquotidiana
Il biennio pandemico, tra gli altri infelici prodotti che ci ha sciorinato nella già sufficientemente tribolata condizione di sopravvivenza comune, ha dato adito alla crescita di una tendenza alla separazione draconiana, alla dicotomia severa, all’adombrarsi e arroccarsi su posizioni quasi dogmatiche. Tutto ciò, escludendo la possibilità che la coesistenza di fattori anche diversi possa continuare a verificarsi
continua in
Le trappole antisociali tra novax, nopass e sindacati di base – la Sinistra quotidiana


16 ottobre
«La verità sulla banda della Uno bianca è scolpita in sentenza»
Il Pm che ottenne la condanna dei criminali: «Presentando la digitalizzazione alla stampa qualcuno ha parlato di giornata storica. Io ritengo che storico sia stato il giorno in cui la Corte di Assise, accogliendo la mia ricostruzione dei fatti, riscrisse anni e anni di storia criminale di questa città. Digitalizzare gli atti servirà a non dimenticare. Chi avrà modo di analizzarli sarà però in grado di distinguere ciò che si poteva dimostrare processualmente dalle illazioni e dai teoremi»
di  Valter Giovannini, ex procuratore aggiunto della Repubblica
continua in
https://cantierebologna.com/2021/10/16/la-verita-sulla-banda-della-uno-bianca-e-scolpita-in-sentenza/


16 ottobre
Rider, lo sfruttamento è caporalato
Il reato è il caporalato. La condanna è la prima in Italia e non riguarda più l’agricoltura, ma l’economia delle piattaforme digitali specializzata nel consegnare pizze e altre merci a domicilio. Anche nell’«economia dei lavoretti» («gig economy») si sfruttano i lavoratori (i ciclofattorini, i rider) come i braccianti, soprattutto migranti, nella raccolta di pomodori nelle campagne di tutto il paese. Per questa ragione ieri, a Milano, la giudice dell’udienza preliminare Teresa De Pascale ha inflitto una pena di 3 anni e 8 mesi a Giuseppe Moltini, uno dei responsabili delle società di intermediazione coinvolte nell’inchiesta del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano
continua in
Rider, lo sfruttamento è caporalato – la Sinistra quotidiana

16 ottobre
Giornata mondiale dell’Alimentazione
Bologna. “Riempi il piatto vuoto”, Cefa porta sul Crescentone 5mila piatti per combattere la fame nel mondo

continua in
https://www.bolognatoday.it/cronaca/crescentone-pieno-di-piatti-cefa-onlus.html

16 ottobre
Clpt denuncia, in porto lavorano senza certificato
Trieste, il porto non si ferma. I portuali in sciopero: domani si torna al lavoro  Lo annuncia una nota del Coordinamento dei lavoratori. I sindacati: “Crediamo che debba riprendere quanto prima la piena operatività del porto”. D’Agostino: “Questa situazione non si può più tollerare”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Trieste-prosegue-protesta-porto-b0960443-6df6-44d3-b3f4-d61450e335fb.html

16 ottobre
Cariche a corteo no Green pass Milano, 10mila in piazza
ANSA  –  Momenti di tensione e cariche di alleggerimento per instradare il corteo ed evitare che raggiungesse obiettivi sensibili: per il tredicesimo sabato consecutivo, i manifestanti ‘No green pass’ milanesi si sono ritrovati in piazza Fontana per protestare contro l’obbligo del certificato verde, nonostante la mancanza di autorizzazioni. Ed erano tanti, ben 10mila, per le strade del capoluogo lombardo in una manifestazione che è durata ben 5 ore.
continua in
https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/10/16/green-pass-corteo-a-milano-verso-sede-della-rai_f432bf8a-cc3b-40f8-852d-a52b1d3012de.html

16 ottobre
La lezione di David Card
Il premio Nobel per l’economia è andato quest’anno allo studioso che ha dimostrato l’impatto positivo del salario minimo. I sui studi andrebbero considerati anche in Italia, dove il 12% dei lavoratori e delle lavoratrici è a rischio povertà
continua in
La lezione di David Card – Jacobin Italia


16 ottobre  –  14 novembre
Bologna. Festa Internazionale della Storia 2021 – XVIII edizione – Una storia da salvare
Nei suoi continui cambiamenti la storia ci affida eredità, esperienze e moniti che costituiscono le risorse su cui vivere il presente e progettare il futuro. Oggi che nuove inquietanti incognite incombono sull’umanità la consapevolezza sulle questioni da affrontare e sui beni da salvaguardare può costituire un antidoto ai rischi di estinzione della presenza umana sul nostro pianeta: una storia da salvare
continua in
https://site.unibo.it/festadellastoria/it


16 ottobre. Come stanno le donne in Afghanistan?
Rivedi la puntata del programma di Cusano Italia TV, #DireDonnaOggi dal titolo “L’europa di fronte la minaccia jihadista” (Parte 2). Come sempre Gianluca Scarlata alla conduzione e tanti ospiti in studio
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/922407/come-stanno-le-donne-in-afghanistan

17 ottobre
Ballottaggi, insediati i seggi. 65 Comuni al voto oggi e lunedì
ANSA  –  L’appuntamento elettorale coinvolgerà circa 5 milioni di elettori e interesserà anche 10 capoluoghi, tra cui Roma, Torino e Trieste. Si voterà per eleggere il sindaco, inoltre, a Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/16/ballottaggi-insediati-seggi-domani-e-lunedi-voto-per-65-comuni_99db4cbd-caed-4c9d-82c6-7a3c2d8fcaae.html

17 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
La posta in gioco delle amministrative, l’assalto alle farmacie per i Green Pass e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 17 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. È il giorno dei ballottaggi e la partita politica più importante si gioca a Torino e Roma, dove il PD cerca di riprendersi le due città. La risposta della piazza all’assalto squadrista alla CGIL c’è stata, ma ora il governo e la politica devono dare risposte concrete al popolo che scende in piazza per rivendicare i propri diritti con ferma determinazione. A Trieste, intanto, la protesta contro il Green Pass prosegue con un presidio al varco 4, coordinato dal movimento No Green Pass triestino. La pandemia ha creato in Italia un milione di poveri assoluti in più: lo dice il nuovo rapporto della Caritas presentato oggi in occasione della Giornata Mondiale della lotta alla povertà. Il film basato sulla storia vera di Oscar Camps, fondatore di Open Arms, ha debuttato alla Festa del Cinema di Roma. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-17-ottobre/

17 ottobre
Nuovo attacco Hacker alla Cgil
(…) Pochi tuttavia sono a conoscenza che la Cgil non aveva subito soltanto l’attacco fisico alla sede, ma era stata vittima anche di un attacco hacker ai siti dell’organizzazione sindacale. Dal sindacato questo attacco era stato definito come un’azione di cui fosse ben intuibile la matrice
continua in
Nuovo attacco Hacker alla Cgil, che lo definisce molto strutturato – I Fatti News

17 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 17 ottobre: 2.437 nuovi casi e 24 morti
Sono 2.437 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.983. Sono invece 24 le vittime in un giorno, 10 in più di ieri. Sono 381.051 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, in calo rispetto a ieri quando furono 472.535. Il tasso di positività è allo 0,6%, stabile rispetto a ieri. Sono 349 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 15 (ieri 12). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.386, rispetto a ieri sono 16 in più
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/17/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_17_ottobre-322570687/

17 ottobre
Portuali Trieste: “Dietrofront, la protesta continua”
ANSA  –  Lo annuncia una nota del Coordinamento dei lavoratori
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/16/portuali-triestevinta-battaglia-domani-si-torna-a-lavoro_71e6cccb-efa1-4742-b252-4a5054af33de.html

Si spacca il fronte dei portuali di Trieste: il portavoce Stefano Puzzer si dimette
DIRE  –  Prima l’annuncio dello stop del blocco al porto di Trieste. Poi lo scontro interno al movimento e infine le dimissioni. Il portavoce del Coordinamento lavoratori portuali Trieste (Clpt), Stefano Puzzer, ha comunicato tramite il proprio profilo Facebook la decisione di tirarsi fuori dall’organizzazione delle proteste per l’obbligo di green pass nello scalo del capoluogo friulano
continua in
https://www.dire.it/17-10-2021/677882-si-spacca-il-fronte-dei-portuali-di-trieste-il-portavoce-stefano-puzzer-si-dimette/

17 ottobre
A Milano la marcia (confusa) dei renitenti no green pass
Oreste Pivetta  –  Strisciarossa
Alcune migliaia di persone (diecimila si è letto nei siti online) sono sfilate dal pomeriggio a sera per le vie di Milano. Hanno tentato di raggiungere la prefettura, la polizia li ha dissuasi. Merito, probabilmente, di un paziente funzionario, che ha convinto i capintesta a cambiare strada. Lo si è sentito consigliare: “Andate a casa”. Il corteo ha deciso il dietrofront e ha scelto un altro bersaglio: la sede della Camera del lavoro, al grido: Landini babbeo. Fronteggiato dalla polizia ha cambiato di nuovo strada. Molti si sono dispersi in rivoli vari, recitando una sorta di tattica guerrigliera per disorientare il nemico. I più si sono ritrovati in piazza San Babila, poi in corso Venezia, quindi in corso Buenos Aires, direzione piazzale Loreto. Lo striscione steso davanti a tutti recitava: “Lavoratori contro green pass e obbligo vaccinale”. Terza riga, in grande: “Ora e sempre resistenza”. La confusione regna insieme con la protervia: non si possono rubare parole che appartengono ad una storia ben diversa
continua in
https://www.strisciarossa.it/a-milano-la-marcia-confusa-dei-renitenti-no-green-pass/

17 ottobre
A Corviale le elezioni non ci sono
Luigi Ambrosio  –  Radio Popolare
Roma. A Corviale le elezioni non ci sono. Nessuno al serpentone di un chilometro in cemento armato sembra sapere nemmeno dove stia il seggio elettorale. Neanche alla sede della Polizia Locale sanno spiegarlo
continua in
A Corviale le elezioni non ci sono – Radio Popolare

17 ottobre
Nell’Inferno del Capitale
David Harvey  –  Jacobin Italia
David Harvey sui debiti di Marx nei confronti di Dante (con una puntata su Shakespeare). E sul nodo fondamentale del rapporto tra liberazione dal lavoro e accettazione del progresso tecnologico
continua in
Nell’Inferno del Capitale – Jacobin Italia



Enrico Rossi. Mimmo Lucano mi ha spedito un messaggio contenente una riflessione di Vinicio Capossella
 che chiama in causa la politica, il mancato coraggio di fare scelte coerenti a difesa di un modello di accoglienza, quello di Riace, in modo da sostenerlo con leggi, strumenti e lotta politica.
continua in
https://www.facebook.com/enricorossipresidente/photos/a.10151581721281854/10157918392651854/


18 ottobre
I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI
Ballottaggi amministrative: a Roma vince Gualtieri. Lo Russo a Torino. A Trieste Dipiazza

Affluenza in calo al 43,93%, mai così bassa. Il centrosinistra vince a Roma, a Torino e in 6 dei 7 capoluoghi di provincia: Varese, Savona, Latina, Caserta, Isernia e Cosenza. A Trieste confermato Dipiazza, a Benevento Mastella. Gualtieri: “Grazie ai romani, ora rilanciare la città”. Letta: “Vittoria trionfale ma no a trionfalismi”. Meloni chiede un vertice del centrodestra in settimana
Continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Elezioni-amministrative-il-voto-a-Roma-Torino-e-Trieste-exit-poll-e-proiezioni-4f053d8b-1a03-4533-8d8c-ffa6dcf1a888.html

TUTTI I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI IN
https://elezioni.repubblica.it/2021/elezioni-comunali/
https://elezioni.repubblica.it/2021/elezioni-comunali/lazio/roma/
https://elezioni.repubblica.it/2021/elezioni-comunali/piemonte/torino/
https://elezioni.repubblica.it/2021/elezioni-comunali/friuli-venezia-giulia/trieste/

https://elezioni.interno.gov.it/

18 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Il successo del centrosinistra ai ballottaggi, la sconfitta di Meloni e Salvini e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 18 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il successo del centrosinistra al ballottaggio non si ferma soltanto a Roma e Torino, ma è esteso a quasi tutte le città al voto. Il Partito Democratico ha vinto a Roma nel centro ricco e affluente, non nelle borgate della povertà e dell’abbandono. L’ex commissario straordinario per l’emergenza COVID Domenico Arcuri è stato indagato dalla Procura di Roma per peculato e abuso d’ufficio. Non c’è prova di evidenti carenze di assistenza sugli ospiti, poi morti, del Pio Albergo Trivulzio: con questa motivazione i pubblici ministeri milanesi hanno chiesto l’archiviazione per le persone sotto accusa. Nel primo lunedì di certificato obbligatorio su tutti i luoghi di lavoro la protesta si è concentrata nei porti di Genova, Trieste e Ravenna. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-18-ottobre/

18 ottobre
Cadore, boscaiolo muore travolto da un tronco
La tragedia in Val Visdende: inutili i soccorsi, troppo gravi le ferite riportate da Mustapha Manneh
continua in
https://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2021/10/18/news/travolto-dal-tronco-muore-boscaiolo-1.40823647

18 ottobre
Porto di Trieste, dopo lo sgombero del varco 4 facinorosi all’attacco. “Non fanno parte del sit-in”
Varco 4 libero ma camion bloccati. Coordinamento portuali condanna uso lacrimogeni. Feriti tre agenti. “Cinquemila” in piazza Unità d’Italia. Nuove incursioni di gruppi violenti: “Non fanno parte del sit-in”. Il leader della protesta, Stefano Puzzer, ha annunciato: sabato 23 ottobre “vedremo il ministro Patuanelli”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sgombero-trieste-polizia-idranti-632a17ad-2408-4b7c-9f70-a0ebcebd75e4.html

La lotta dei portuali di Trieste è stata accolta da molti come una mobilitazione simbolo, perché sembrava potesse parlare alle lotte di tutto il paese impegnate contro le politiche del Governo Draghi. Questa lotta poteva essere davvero questo, ma è diventata altro.
Molti portuali triestini si sono uniti alla protesta cogliendo inizialmente questi aspetti ed a partire dal loro spirito di identità e solidarietà forti, hanno deciso in totale buona fede di difendere il diritto al lavoro dei propri colleghi, perché nessuno deve pagare per lavorare e per ottenere il tampone gratuito, obiettivo raggiunto subito
continua in
LE CARICHE DELLA POLIZIA, UNA LOTTA DIVENTATA DI RETROGUARDIA ED I PORTUALI SCARICATI COME UNA ZAVORRA DA CHI LI AVEVA SPINTI A LOTTARE. – UNION-NET

18 ottobre
Antonello Patta. Il neoliberismo non è finito, ma si rafforza: torna l’austerità
Scenari. Il Def non utilizza le risorse per investire in assunzioni indispensabili per scuola, sanità,
servizi pubblici, ricerca con ricadute positive su pil, entrate fiscali e riduzione del debito.
continua in
http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=48349

18 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 18 ottobre: 1.597 nuovi casi e 44 morti
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 1.597 nuovi casi e 44 morti da coronavirus. Ieri ci sono stati 2.437 nuovi casi e 24 morti. Sono i dati riportati nel bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del Covid-19. Sono 219.878 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 381.051. Il tasso di positività è allo 0,7%, pressocché stabile rispetto allo 0,6% di ieri.
continua in
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 18 ottobre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

18 ottobre 
Firenze. Altra aggressione a ferrovieri, 4 ore di sciopero
Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl ferrovieri, Slm Fast e Orsa Ferrovie hanno dato vita a un presidio in sotto la prefettura di Firenze per protestare contro le continue aggressioni di cui è oggetto il personale ferroviario a bordo dei treni. A 24 ore dalla protesta dei sindacati, un altro episodio di violenza si è verificato ai danni di un lavoratore finito al pronto soccorso di Empoli
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/22/news/altra_aggressione_a_ferrovieri_4_ore_di_sciopero-1583812/

18 ottobre
La “prosperità condivisa”? Sul sentiero di sviluppo cinese
Mentre si avvicina il suo terzo mandato, il presidente Xi riafferma che in Cina non c’è spazio per una “espansione disordinata del capitale”: il Partito rimarrà regolatore e decisore dello sviluppo della società. E avrà il controllo dei big data
continua in
https://sbilanciamoci.info/verso-la-prosperita-condivisa-note-sul-sentiero-di-sviluppo-cinese/

18 ottobre
Usa: morto Colin Powell, storico segretario di Stato con George W. Bush
Primo segretario di Stato afroamericano. Deceduto a 84 anni per complicazioni legate al Covid
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/usa-morto-colin-powell-segretario-george-bush-covid-7fb2460d-9986-4a68-b9b2-38d899e0c22e.html

18 ottobre
La Conferenza sulla Biodiversità in Cina e la retorica della “civilizzazione ecologica”
Sofia Belardinelli  –  MicroMega
La crisi di estinzione della biodiversità globale non è meno pericolosa e urgente della crisi climatica. Affrontare entrambe è un imperativo
continua in
https://www.micromega.net/retorica-civilizzazione-ecologica/

19 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
L’ambivalenza della Lega dopo la sconfitta, i portuali di Trieste scaricano i No Green Pass e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 19 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. A 24 ore dai risultati finali delle amministrative, il governo accelera su pensioni, tasse, e reddito di cittadinanza dando schiaffi agli sconfitti della maggioranza, Lega e Movimento 5 Stelle. E Matteo Salvini punta il dito contro il Ministro Lamorgese dopo gli scontri degli ultimi giorni. In Parlamento sono iniziate le audizioni sulla proposta di legge per istituire una procura nazionale per la sicurezza sul lavoro. I portuali di Trieste si sono dissociati dalle proteste dei No Green Pass dopo gli scontri di ieri seguiti allo sgombero del porto. Matteo Renzi è indagato dalla procura di Firenze per presunte irregolarità nei finanziamenti a Open, la fondazione nata per sostenere le iniziative politiche dell’ex premier. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
L’ambivalenza della Lega dopo la sconfitta, i portuali di Trieste scaricano i No Green Pass e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

19 ottobre
Ieri scaricati più di un milione di Green pass
ANSA  – Sono stati 1.049.384 i Green pass scaricati ieri dagli italiani, un record finora mai raggiunto, secondo i dati del portale ufficiale del governo. 914 mila sono stati scaricati dopo i tamponi fatti, mentre 130 mila in seguito a vaccinazioni.Proprio sul versante vaccini c’è da segnalare che ieri per la prima volta le terze dosi (49.660) sono stati più delle prime vaccinazioni, che si sono fermate a 44.376. Gli italiani completamente vaccinati ieri sono stati 89.078.

19 ottobre
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 19 ottobre: oggi in Italia 2.697 casi e 70 decessi
Sono 2.697 i nuovi casi Covid nelle 24 ore in Italia, rispetto ai 1.597 di ieri e soprattutto i 2.494 di martedì scorso. In aumento su base settimanale dunque, ma molto contenuto rispetto al vero e proprio boom di tamponi, legati all’obbligo di green pass: ieri sono stati 662.000, nuovo record assoluto, il doppio rispetto a martedi’ scorso e 450mila piu’ di ieri. Tanto che il tasso di positività crolla allo 0,4% (ieri era allo 0,7%). In aumento i decessi, 70 (ieri 44), per un totale di 131.655 vittime da inizio epidemia.
Ormai sembrano stabilizzarsi i ricoveri, con le terapie intensive che sono 3 in meno (ieri +9) con 27 ingressi del giorno e scendono a 355, mentre i ricoveri ordinari sono 5 in meno (ieri +42), 2.423 in tutto.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/19/news/coronavirus_in_italia_bollettino_di_oggi_19_ottobre-322931558/


19 ottobre
Giorgio Cremaschi. MA QUALE VITTORIA DI SINISTRA
Lo schieramento ed i candidati del PD hanno sbaragliato gli avversari di destra ed era nell’aria. Persino a Trieste il centro sinistra è stato sul punto di vincere.
La destra a trazione Salvini e Meloni perde ogni elezione importante, anche se i sondaggi la danno tutt’ora in maggioranza.
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=2679844228991845&set=a.1496618270647786


19 ottobre 
CONTRO TUTTI I FASCISMI OCCORRE RILANCIARE IL SINDACALISMO
Pierluigi Pennati
L’attacco al CGIL prima fisico e poi informatico, la manifestazione di solidarietà, prima del governo e poi di tutte le forze politiche in corteo fanno quasi pensare che fosse tutto organizzato, o forse no, in ogni caso un risultato è stato raggiunto: rilanciare sindacati ormai moribondi e sempre più complici delle controparti che stavano perdendo troppo terreno nei confronti del sindacalismo di base e della destra sempre più incalzante.
Non è un segreto che CGIL CISL e UIL da molti anni siano in ribasso, riducendo la loro presenza nel mondo del lavoro praticamente alla sola assistenza, sia essa fiscale o di patronato, mentre nella contrattazione emerge il quarto incomodo che disturba la serenità della loro concertazione, ovvero quella UGL portata agli altari dai governi di centro destra ed unico sindacato di destra nel panorama mondiale, ed i sindacati di base che sono i primi ad accorrere nei luoghi di lavoro estremi, ormai troppi, ed a difendere gli ormai indifendibili, ovvero quei lavoratori che per la loro inerzia sindacale sono vessati a norma di legge o, se si preferisce, in punta di diritto ormai smantellato da una giurisprudenza sfavorevole e senza contrasto
continua in
CONTRO TUTTI I FASCISMI OCCORRE RILANCIARE IL SINDACALISMO – UNION-NET

Gianni Cuperlo. Il giorno dopo. Per telegrammi (o quasi).

1. La vittoria è stata straordinaria anche perché sino a sei mesi fa imprevista. Merito di una linea tracciata in questi mesi senza ambiguità: campo largo, civico, inclusivo delle alleanze locali (e in futuro del campo nazionale), candidature radicate, programmi fondati su bisogni primari (casa, salute, lavoro, vivibilità, servizi).
2.
 La destra subisce una sconfitta pesantissima, ma non è scomparsa. Nel paese il suo consenso esiste e sarebbe un errore pensare che la spinta sovranista sia merce del passato.
3. Hanno sbagliato candidati, è vero, ma questo non spiega tutto. Perché perdono con profili civici (Milano, Torino, Napoli), con un esponente del sovranismo (Roma), con una destra tradizionale (Latina).
4. La verità è che quella destra ha preso contromano nella stagione più drammatica per il paese: flirtare coi No vax e i No green pass, stare con un piede al governo e uno fuori, chiedere la cacciata di questo o quel ministro sino alle ambiguità dei legami con esponenti e forze del neofascismo. A un’Italia che chiede di rialzarsi e ripartire Lega e Fratelli d’Italia non hanno più saputo parlare.
5. Ripeto una cosa già scritta dopo il primo turno: noi abbiamo più di una ragione per brindare, ma nessuna per ubriacarci. Il successo nettissimo di questo voto non equivale ad avere davanti una strada spianata in vista delle elezioni politiche del 2023. Bisogna consolidare l’alleanza larga di un centrosinistra competitivo e questo implica scuotere energie e coscienze nella convinzione che consegnare il paese alla destra vorrebbe dire affidarne le sorti a chi non esprime una cultura e una classe dirigente all’altezza di quella prova. Abbiamo seminato nel modo migliore, adesso guai ad abbandonare la cura del terreno (oggi, quanto a metafore, mi sento come Chance il Giardiniere).
6. L’astensione già alta al primo turno si è fatta altissima nei ballottaggi. Sbagliato consolarsi col fatto che si tratta sempre di un turno elettorale meno frequentato. Questo è vero, ma le dimensioni di questa astensione denunciano una crisi grave della rappresentanza e, con essa, della qualità della nostra democrazia.
7. Il tema si lega anche alla possibilità per la destra di recuperare quei milioni di voti che le sono mancati in questa occasione. Ma al di là dell’aspetto più immediatamente elettorale insisto nel dire che si tratta di una questione enorme per noi: una democrazia senza elettori (o con una partecipazione sensibilmente ridotta) è una democrazia fragile e in quanto tale più esposta ai pericoli di aggressione da parte della destra e di un populismo ben disposto a cavalcare il malcontento sociale. Una democrazia è solida se offre una rappresentanza capace di garantire risposte ai bisogni delle persone e qui si misurerà, da oggi, la nostra sfida per il buongoverno delle città.
8. Una parola sulla mia di città: ci abbiamo sperato sino all’ultimo. Francesco (Russo) ha condotto una rimonta pazzesca e ci siamo dovuti fermare all’ultimo miglio, anche meno. Un paio di migliaia di voti appena. Spiace, e tanto. Ma la consapevolezza è di avere seminato e molto (ancora quella metafora, abbiate pazienza). Mettiamola così: questa è stata l’ultima volta che Di Piazza ha vinto, e anche l’ultima volta che Francesco ha perso.
9. Roma volta pagina. Ieri sera la festa a Santi Apostoli era un po’ anche il momento liberatorio dopo le paure, le delusioni, lo sconcerto di questi anni. La capitale – ha detto bene il Sindaco – va ripulita, rilanciata, partendo dalla cura verso le persone e le più fragili tra quelle. Il successo è stato pieno e largo, praticamente in tutti i municipi, anche quelli dove da anni la sinistra faticava assai. Adesso si apre una stagione diversa e non possiamo deludere le attese che si sono innescate. Ma per una volta fatemi dire che non c’è una sola ragione perché la passione di questi mesi non si traduca in una Roma che riscopre per intero la sua bellezza.
10. Ve la ricordate la chiusa di “Città vecchia” di Saba? “Qui degli umili sento in compagnia / il mio pensiero farsi / più puro dove più turpe è la via”. Per una volta ce la siamo rammentata anche senza averla mai letta. E il risultato si è visto!

Pubblicato sulla propria pagina Facebook il 19 ottobre

19 ottobre
Perché la destra ha perso?
Luigi Ambrosio  –  Radio Popolare
Giorgia Meloni adesso è nei guai. E’ iniziato il processo dopo la sconfitta, soprattutto a Roma si inizia a dire: avete sbagliato il candidato. Il problema è che il candidato Enrico Michetti rappresentava perfettamente la destra italiana oggi: populista, aggressiva, incapace di stare limpidamente lontana dai mostri del passato, dal razzismo, dal fascismo, perfino dall’antisemitismo, come si è visto con certe battute non rinnegate. Pure Salvini è nei guai, pure lui ha “sbagliato candidato” a Milano e però anche a Milano Bernardo rappresentava esattamente il salvinismo: un contenitore vuoto di contenuti
continua in
https://www.radiopopolare.it/perche-la-destra-ha-perso/

Antonio Napoletano. UN CAMPETTO DI MEZZE TACCHE

I ballottaggi confermano, anzi accentuano, l’astensionismo. I nuovi consigli comunali e nuovi sindaci, soprattutto quelli delle grandi città dove il centrosinistra ‘largo’ ha vinto, partono con un deficit di rappresentatività che sarà difficile ignorare. Nell’astensionismo, non c’è solo lo sbandamento del moderatismo di centrodestra, quello che Forza Italia vorrebbe intestarsi, ma che non intercetta, se non in minima parte, c’è molto di più, al netto del calo fisiologico dei partecipanti al voto per i ballottaggi.
La crescita dell’astensionismo rimanda direttamente alla crisi strisciante del sistema politico e ai modi coi quali questa crisi si tenta di sciogliere, con la complicità di ciò che rimane della politica, più o meno organizzata, e con la perdurante incapacità a darsi visione e progetto per il futuro del Paese.
Il ‘campo largo’ è in realtà un campetto affollato di mezze tacche.
La ‘sobrietà’ di Draghi – come la definisce Polito sul “Corriere”- da sola non basta a risolvere la crisi. Né basta lo sforzo, tutto in chiave tecnocratica, volto a fare del Recovery la leva per ridisegnare il sistema e i suoi apparati in chiave efficiente. Qualcuno ci dovrà dire, prima o poi, se è possibile e sensato perseguire questi obiettivi nella passività di masse crescenti di cittadini.
Intanto, i vecchi nodi stanno per restringersi. Gentiloni s’appresta a riavviare la discussione tra i governi sulle regole e i controlli dei bilanci pubblici. C’è ancora il fiscal compact in ballo.
Aspetteremo la soluzione del rebus politico tedesco per avere una qualche discussione pubblica su quello che a noi conviene o dobbiamo aspettarci l’ennesimo allineamento dell’Italia a questa Unione rinsavita dopo la parentesi pandemica? Non si grida già all’inflazione incombente e, ovviamente, potenzialmente fuori controllo?
L’assalto alla Cgil, la risposta forte ma ritualizzata e senza una piattaforma controllabile per la genericità della protesta e della mobilitazione, avendo evitato di dare scadenze e circoscrivere responsabilità, ci dicono che non tutta l’energia possibile del sindacato è messa a frutto e che la crisi del sindacalismo confederale viaggia di conserva con quella politica.
Se basta un abbraccio a mettere, di fatto, le cose a posto allora è evidente che il sindacato non vede e non sente come impellente, decisivo per il proprio ruolo la perdita di contatto con le nuove e crescenti realtà del lavoro. Quelle stesse realtà, o parte consistente di queste, che così facilmente si sono pretestate a dare a quell’assalto una copertura di massa e che sono la protesta confusa e ritardata delle troppe battaglie non date.
Mentre continua l’illusione che prima o poi una vera concertazione si farà, la cosa peggiore che ci può capitare è la definitiva e ‘sobria’ deriva burocratico-ministeriale di tutto quel poco di organizzato che ancora residua
Pubblicato da Antonio Napoletano il 19 ottobre sulla propria pagina Facebook

19 ottobre
Migranti. Chiesta archiviazione per Mare Jonio: “Soccorrere non è mai reato”
Nello Scavo  –  Avvenire
La procura di Agrigento, dopo due anni di indagini, ha accertato anomalie legislative e interpretazioni forzate. Per salvare vite umane non serve alcuna certificazione
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/chiesta-archiviazione-per-mare-jonio-soccorrere-non-e-reato

19 ottobre
Green pass: azienda mette dipendenti non vaccinati in deposito
ANSA  –  “Discriminati perché in possesso del green pass da tampone e non da vaccino, certificazione divenuta obbligatoria il 15 ottobre scorso”. È quanto hanno denunciato alcuni dipendenti di un’azienda del Nord-Italia, realizzando un video all’interno del luogo di lavoro in cui sono stati relegati: “Un deposito di materiali industriali e d’ufficio dismessi, con scrivanie improvvisate in mezzo a rottami di varia natura e, soprattutto, in un ambiente non igienizzato, sporco e con escrementi di animali”
continua in
https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2021/10/19/green-pass-lazienda-mette-dipendenti-non-vaccinati-in-deposito-_038f129a-ee06-4472-bb43-5128d99ca907.html

19 ottobre
La grande lotta dei lavoratori di Elica
Simona Caleo  –  Collettiva
presidio davanti al ministero dello Sviluppo per difendere l’occupazione. Continua la mobilitazione degli addetti contro la delocalizzazione, affinché l’azienda resti in Italia. Ecco le loro voci
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/19/video/elica_video_protesta_vertenza-1571158/

19 ottobre
Stellantis, Sciopero alla Maserati di Grugliasco. Lazzi (Fiom Torino): «I lavoratori chiedono certezze»
Sciopero con assemblea oggi ai cancelli della Maserati di Grugliasco, provincia di Torino, per fare il punto della situazione sull’annunciata chiusura dello stabilimento. A darne notizia la Fiom. “I lavoratori, con questo sciopero – commenta il segretario generale delle tute blu della provincia, Edi Lazzi – hanno voluto mandare un segnale chiaro ad azienda, istituzioni locali e Governo sulla difficoltà che stanno attraversando da anni di cassa integrazione e che vedono l’apice con la chiusura della loro fabbrica. Sono consapevoli che con questa operazione si sta semplicemente trasferendo la cassa integrazione da un sito all’altro in quanto manca un piano che preveda nuove produzioni di autovetture, le uniche in grado di garantire l’azzeramento della cassa integrazione e la piena occupazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/19/news/stellantis_sciopero_alla_maserati_di_grugliasco_lazzi_fiom_torino_i_lavoratori_chiedono_certezze_-1569518/

19 ottobre
La rivolta dei rider: è sciopero delle consegne
Emanuele Di Nicola  –  Collettiva
Gestiti da un algoritmo, senza nessuna tutela, senza ferie né permessi, malattia né contributi. E con paghe da fame che rischiano di non coprire nemmeno le spese del carburante: questa è la vita dei rider, uno dei frammenti più fragili del mercato del lavoro nel nostro Paese. Alcuni di loro, però, hanno deciso di reagire: i rider Glovo di Ladispoli proclamano lo stato di agitazione con sciopero venerdì 22 ottobre per l’intero turno. Nel comune laziale non sono previste consegne
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/19/news/rider_ladispoli_sciopero_nidil-1569294/

19 ottobre
Disabili, Cgil: ingiusto eliminare assegno di invalidità per chi lavora
“Secondo quanto indicato dall’Istituto di previdenza, con il messaggio n.3495 del 14 ottobre 2021, lo svolgimento dell’attività lavorativa, a prescindere dal reddito che produce, costituisce di per sé una causa ostativa al diritto all’assegno di invalidità civile (287 euro circa). Una novità che rischia di essere dirompente tra le migliaia di famiglie che si trovano ad affrontare quotidianamente problemi di salute e di invalidità”. Ad affermarlo i responsabili politiche della previdenza e della disabilità Cgil nazionale Ezio Cigna e Nina Daita
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/19/news/disabili_cgil_ingiusto_eliminare_assegno_di_invalidita_per_chi_lavora-1571154/

19 ottobre
Intervista choc del padrone di Grafica Veneta, schiavista moderno. La condanna della Cgil
Aldo Marturano, segretario della Camera del Lavoro: “Fabio Franceschi non ha imparato nulla dall’inchiesta di questa estate che ha rivelato un gravissimo fenomeno di caporalato, di violenza e di sfruttamento”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/19/news/padova_intervista_choc_del_padrone_di_grafica_veneta_schiavista_moderno_la_condanna_della_cgil-1569954/

19 ottobre
Sulla fissione dell’immaginario collettivo
Francesco Prandel  –  La Fionda
Con il termine “fissione” si intende, comunemente, quel processo nel quale il nucleo di un atomo pesante si divide in due nuclei più leggeri, anche nel senso che – messi assieme – i due nuovi nuclei pesano meno del nucleo originario. Il resto, quello che manca per pareggiare i conti, l’ha calcolato Einstein con la sua formula più nota. Le energie sprigionate dalla fissione nucleare sono molto intense, il ché le rende pericolose
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/19/sulla-fissione-dellimmaginario-collettivo/

19 ottobre
Attacco alla conoscenza (con la scusa della libertà)
Éric Fassin e Caroline Ibos  –  Jacobin Italia
Politici e opinionisti mainstream hanno preso di mira i saperi critici. L’offensiva sulla cosiddetta «cancel culture» riguarda gli studi su genere, razza e classe. Si fa più rabbiosa ogni volta che la ricerca incrocia le pratiche di lotta
continua in
https://jacobinitalia.it/attacco-alla-conoscenza-con-la-scusa-della-liberta/

19 ottobre
Informazione tossica, colonialismo digitale e profitti mostruosi
Annamaria Testa  –  Internazionale
Ogni nostra decisione sul futuro, piccola o grande, riguardante i prossimi trenta minuti o i prossimi trent’anni, si basa su quello che noi sappiamo adesso.
E quello che noi adesso sappiamo, o crediamo di sapere, rispecchia l’assieme delle informazioni che, nel corso delle nostre vite e fino a questo momento, ci hanno raggiunto e colpito. E che, convincendoci della loro rilevanza, hanno incessantemente contribuito a formare, a modificare (o a deformare) la nostra visione di noi stessi e delle cose
continua in
https://www.internazionale.it/opinione/annamaria-testa/2021/10/19/informazione-notizie-false


19 ottobre
Un laboratorio senza tempo
Paolo Andruccioli  –  Davide Colella
Torniamo a parlare di Sociotechlab, il progetto avviato da alcuni mesi dallo Spi, il sindacato dei pensionati della Cgil in collaborazione con prestigiosi istituti di ricerca tecnologica italiani. L’analisi dei bisogni delle persone che superano la soglia della vecchiaia, per progettare ausili per i più fragili
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/19/video/un_laboratorio_senza_tempo-1541699/

vedi anche:
I bisogni degli anziani
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/19/news/i_bisogni_degli_anziani-1529654/

La salute alla soglia della vecchiaia
Cristina Basili  –  Collettiva
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/19/news/la_salute_alla_soglia_della_vecchiaia-1529657/


20 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Un altro rinvio per la plastic tax, il vertice del centrodestra, l’andamento della pandemia e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 20 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La lobby della plastica vince e dalla manovra economica scompare ancora una volta l’imposta per ridurre bottiglie e monouso. E i produttori esultano. Il centrodestra si ricompatta dopo la sconfitta delle amministrative, almeno in apparenza. La partita vera però è rimandata, e sarà quella del Viminale. L’effetto del green pass sui vaccini sembra già esaurito. Numeri alla mano, in tanti sono tornati a lavoro senza la certificazione verde. La Lettonia ha annunciato oggi un lockdown molto restrittivo, che durerà almeno un mese. Il paese baltico è il primo in Europa a vedersi costretto a misure di questo tipo davanti ad una nuova ondata molto violenta di casi di Covid 19: è uno dei paesi europei con il più basso tasso di vaccinati. Oggi la Siae ha annunciato di aver subito un attacco informatico che ha portato al furto di decine di migliaia di documenti. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-20-ottobre/

20 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 20 ottobre: 3.702 i nuovi positivi, 33 le vittime. Tasso positività allo 0,7%
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 3.702 nuovi positivi ai test Covid, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.697. Sono invece 33 le vittime in un giorno (ieri 70). Il tasso positività è allo 0,76%: 485.613 i tamponi molecolari e antigenici. Ieri erano stati 662mila.  Resta stabile il numero dei pazienti ricoverati nelle terapie intensive: sono 355. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 25. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.464, rispetto a ieri sono 41in più. Menre gli attualmente positivi sono 73.668, con un calo 878 nelle ultime 24 ore.
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 20 ottobre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

20 ottobre
Bilancio: il Consiglio dei Ministri approva il documento programmatico, manovra da 23 miliardi, pari all’1,2% del Pil
In via di trasmissione a Ue e Parlamento il Documento programmatico di bilancio atteso da Bruxelles già dal 15 ottobre. Oggi il premier Mario Draghi riferisce in Parlamento sul Consiglio europeo del 21 e 22 ottobre. La manovra sarà esaminata nel Consiglio dei ministri la prossima settimana
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cdm-cabina-regia-documento-programmatico-bilancio-3d2939be-afe3-47d5-8303-e8eda3103791.html

Giorgio CremaschiLA MANOVRA DRAGHI BONOMI
Coperto dalla distrazione di massa del greenpass, Draghi restaura tutto il massacro sociale della legge Fornero sulle pensioni.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=2680463455596589&set=a.1496618270647786


20 ottobre: Roma, assemblea della Flai
Le questioni delle donne ci riguardano tutti

Il segretario generale della Flai Cgil Giovanni Mininni spiega gli obiettivi dell’appuntamento in programma oggi a Roma. “Un’assemblea che non è solo un evento per onorare lo Statuto, ma un impegno per chiunque lavori nella nostra organizzazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/20/video/le_questioni_delle_donne_ci_riguardano_tutti-1568171/

«Partiamo da noi»: le immagini dell’assemblea della Flai
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/20/gallery/_partiamo_da_noi_le_immagini_dell_assemblea_della_flai-1572405/


20 ottobre
Brasile, un rapporto di una commissione parlamentare accusa Bolsonaro di omicidio plurimo
Nel mirino della commissione la gestione della pandemia nel suo paese che ha provocato oltre 600mila morti
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/commissione-parlamentare-accusa-bolsonaro-omicidio-per-gestione-covid-cb6626d6-36ba-4aa9-b4aa-ca24ed021114.html

20 ottobre
La salute del mondo chiede decisioni
Roberta Lisi  –  Collettiva
Su Collettiva la Conferenza nazionale organizzata dal Comitato italiano della Campagna europea “Nessun profitto sulla pandemia” per ottenere la sospensione dei brevetti sui vaccini anti Covid. Con Landini, Cgil, Bombardier, Uil e Ganga, Cisl
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/20/news/la_salute_del_mondo_chiede_decisioni-1570313/

20 ottobre
Quelle relazioni “particolari” tra fascisti italiani e ucraini
Una indagine della Procura di Napoli ha confermato le relazioni tra neofascisti italiani e quelli ucraini. Attraverso chat e piattaforme Telegram e WhatsApp, si addestravano in maniera costante e avevano rapporti con organizzazioni ucraine apertamente neo naziste come il famigerato Battaglione Azov
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/10/20/quelle-relazioni-particolari-tra-fascisti-italiani-e-ucraini-0143184

20 ottobre
Etiopia. Resa dei conti nel Tigrai e ogni giorno oltre 400 persone muoiono di fame
Paolo Lambruschi  –  Avvenire
I combattimenti sono sempre in più intensi nel Nord del Paese e l’area è isolata da quasi un anno. Impossibile fare arrivare gli aiuti umanitari
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/tigrai-etiopia-resa-dei-conti-gente-muore-di-fame

20 ottobre
Bologna capitale globale del digitale
Serse Soverini  –  Cantiere Bologna
Il Comune lancerà un progetto del tutto innovativo nel nostro paese, che prevede di stringere un accordo con gli istituti tecnici superiori (Its) per la formazione di specialisti in cyber-security. Per il governo digitale delle nostre istituzioni e la tutela informatica della privacy dei cittadini
continua in
https://cantierebologna.com/2021/10/20/bologna-capitale-globale-del-digitale/

20 ottobre
Industria automobilistica al collasso. Mancano le forniture e vendite ferme
Stefano Porcari  –  Contropiano
Un rapporto di Standard&Poor’s ha rivisto al ribasso le previsioni sul settore dell’automotive. Cinque mesi fa ipotizzava per quest’anno un rimbalzo tra l’8% e il 10%, mentre adesso l’aumento atteso oscilla tra il 2% e il 4%.
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/10/20/industria-automobilistica-al-collasso-mancano-le-forniture-e-vendite-ferme-0143182

20 ottobre
Salari, pensioni e occupazione alla mercé della speculazione
da USB Lavoro Privato
L’aumento dei prezzi degli idrocarburi sta avendo impatti sui prezzi al dettaglio: un pieno per autotrazione gpl è lievitato di circa 6 €, la benzina sulle autostrade ormai supera i 2 €, il metano per auto è schizzato a 1.9 € al chilo, mentre il gasolio su cui viaggia il grosso delle merci viene venduto tra gli 1.7 e i 2 € al litro (fonte MISE)
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/10/20/salari-pensioni-e-occupazione-alla-merce-della-speculazione-0143186


Franco Bifo Berardi. Qualche giorno fa, impressionato dalle cariche poliziesche al porto di Trieste scrissi di getto un post che infilai nell’odiato Facebook.
“C’è qualcosa di marcio…” dicevo, amleteggiando un po’.
Mezz’ora dopo mi sono pentito, pensando: ma chi me lo fa fare di andarmi a ficcare in questa diatriba tra paranoici no-vax e ipocondriaci pro vax?
Tornai allora nell’odiato facebook e tentai di cancellare il post.
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=10227431668552480&set=a.10201728329385065


20 ottobre
Attacco hacker al sito della Siae, chiesto un riscatto da tre milioni di euro in Bitcoin
La Società italiana degli autori e degli editori ha informato dell’attacco la polizia postale e il Garante della privacy
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Attacco-hacker-al-sito-della-Siae-sottratti-60-gigabyte-di-dati-chiesto-un-riscatto-in-Bitcoin-2df88593-e421-46ef-85c4-5bc251e676e1.html

20 ottobre
Vertenza Whirlpool
Napoli, presidio sindacati a Santa Lucia: Perdere posto lavoro qui non è come al nord
Una delegazione ha incontrato l’assessore regionale alle Attività produttive Antonio Marchiello il quale, ha assunto l’impegno di costruire, in sintonia con l’incontro previsto domani con Manfredi, un fronte istituzionale a supporto della vertenza nei confronti del governo nazionale
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/whirlpool-presidio-sindacati-davanti-sede-regione-perdere-posto-di-lavoro-qui-non-e-come-perderlo-a-milano-557b084f-3de8-4ed6-adf4-a91916c39e10.html

20 ottobre
Quota 102 e 104, una presa in giro. Cgil: il governo ci convochi
“La proposta Quota 102 e 104, se venisse confermata dal governo, costituirebbe una vera e propria presa in giro per i lavoratori. Con quei vincoli solo poche migliaia di persone nei prossimi anni potranno accedere alla pensione”. È quanto dichiara il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/20/news/quota_102_e_104_una_presa_in_giro_cgil_il_governo_ci_convochi-1574059/?fbclid=IwAR0sVatOlyS-6OQBeimsldUYEkFtx1GEBQf8iIlgrD5h9iyBDodaDi4Xui0

20 ottobre
Per un ecologismo del 99%
Nelle settimane scorse molti giovani sono scesi in piazza nel nome dell’ambiente e della lotta ai cambiamenti climatici. Non ci sfuggono i limiti di una certa narrazione, così come il rischio evidente che certi contenuti vengano strumentalizzati e messi al servizio delle logiche di un sistema in crisi che cerca nuovi canali per rilanciare e rilegittimare sé stesso sia sul fronte produzione-consumo che sul fronte ideologico. C’è pure negli slogan che si sono sentiti un richiamo sinistro alla logica dell’emergenza, puntualmente (chi ne dubitava?) ripreso e rilanciato da Draghi, leader per eccellenza dello stato di eccezione permanente: d’altronde ci appare ormai evidente come la tecnopolitica al governo si serva dell’emergenza come fonte costante di legittimazione.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/20/per-un-ecologismo-del-99/

Adriano Sofri.  Giallo in qualche pozzanghera

Ieri Gianni Cuperlo ha ricordato, commentando il voto triestino, la chiusa di “Città vecchia” di Saba: “Qui degli umili sento in compagnia / il mio pensiero farsi / più puro dove più turpe è la via”. Ho pensato al momento, nella vita, in cui si smette di imparare le cose a memoria, e si comincia a dimenticarle. Si va avanti di rendita, col gruzzolo che si riduce via via senza venir alimentato. Gran perdita, specialmente quando si faccia naufragio in un’isola deserta o in una folla rumorosa o in una galera. A Trieste, a Cavana, c’è un ristorante sulle cui pareti sono trascritti i versi di Saba. Ci vado volentieri quando sono solo (ogni tanto ci trovo Paolo Rossi, e sono contento). Chi è solo al ristorante, e non si dedica al telefonino, ha tempo, così mi siedo davanti alla parete coi versi iniziali di Città vecchia e li imparo a memoria. Ci metto molto di più di quanto ci metterei a cinque anni. E quando esco e torno al mio albergo me li vado ripassando, appropriati come sono al tragitto: “Spesso, per ritornare alla mia casa / prendo un’oscura via di città vecchia. / Giallo in qualche pozzanghera si specchia / qualche fanale, e affollata è la strada”. La prima strofa mi piace di più dei tre versi ultimi, che dicono in modo bello un luogo piuttosto comune. Eppure la prima strofa resiste alla memoria. Provate: bisogna abituarsi al “qualche” ripetuto, e quando vi siate abituati vi succede di ripetere anche “via” al posto di “strada”. “Strada” rimanda per assonanza a “casa”, senza cercare la rima. Ma viene da cambiare il primo verso, così: “Spesso, per ritornare a casa mia”, dunque “via”, oltre a raddoppiare la ripetizione, rimerebbe con “mia”. (Però “via” chiuderà l’ultimo verso, citato da Cuperlo). Provate, e vi succederà anche di sbagliare il primo “qualche” – “Giallo in qualche pozzanghera si specchia” – e di sostituirlo coi più facili “una” o “nelle” – “in una pozzanghera…”, “nelle pozzanghere”. Quante trappole tende la memoria indebolita. Eccone un’altra: “Giallo, qualche semaforo si specchia…”. Suona bene, no? Già, ma come continuare con la pozzanghera? Quando avrete ricostruito la quartina (attenzione: sul pannello del ristorante, per ragioni di spazio, la metrica è tradita, e i versi corrono su cinque righe) la ripeterete, come una canzone, sulla via del ritorno, e sarete in compagnia. Allora, di nuovo: “Spesso, per ritornare alla mia casa / prendo un’oscura via di città vecchia. / Giallo in qualche pozzanghera si specchia / qualche fanale, e affollata è la strada”.

Hostess Alitalia protestano al Campidoglio e si spogliano: “Nude, senza lavoro né dignità”
Circa una trentina di hostess Alitalia si sono date appuntamento stamattina in piazza del Campidoglio per un flashmob dal forte significato simbolico. Rimaste senza niente, senza lavoro né prospettive, le lavoratrici hanno deciso di spogliarsi di tutto. Si sono tolte la divisa e in piazza hanno lasciato le scarpe, a testimonianza di una pesante assenza nelle loro vite
continua su
https://www.fanpage.it/roma/hostess-alitalia-protestano-al-campidoglio-e-si-spogliano-nude-senza-lavoro-ne-dignita/

21 ottobre
La strage senza fine

Operaio 22enne muore schiacciato da un camion
ANSA  –  Un operaio di 22 anni originario della Guinea Bissau è morto in un incidente sul lavoro avvenuto intorno all’una della scorsa notte all’Interporto di Bologna, il polo logistico che ha sede a Santa Maria in Duno di Bentivoglio
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/21/operaio-22enne-muore-schiacciato-da-un-camion_87e272fc-ab8f-4bc2-802b-4396b90742ce.html

Padova, muore dopo 3 giorni di agonia l’operaia tessile rimasta impigliata a un macchinario con il camice
L’agonia è durata tre giorni. Non ce l’ha fatta Luisa Scapin, 62 anni, l’operaia tessile dipendente della FilTessil di Sant’Anna Morosina, a San Giorgio in Bosco, provincia di Padova, che lunedì scorso (18 ottobre) era rimasta incastrata con il camice nel macchinario al quale stava lavorando. Questa volta, a differenza di Luana D’Orazio, la sua giovane collega di Montemurlo, provincia di Prato, che lo scorso aprile era morta sul colpo stritolata dai congegni, la vittima è sopravvissuta all’infortunio, ma il soffocamento provocato dalla stretta del camice le ha causato un arresto cardiaco in seguito al quale la donna è stata ricoverata in prognosi riservata e per 72 ore ha lottato per sopravvivere
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/21/news/padova_muore_dopo_3_giorni_di_agonia_l_operaia_tessile_rimasta_impigliata_a_un_macchinario_con_il_camice-1577050/?fbclid=IwAR1shpjEJpjCtw5bhwLCCeHAcaQLzR81M6BqTqafi0pD0bIG2ndSjcnFDHI

21 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
La morte di Yaya Yafa, il lavoro sempre più precario, l’ipotesi del “decennio d’oro” e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 21 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Aveva 22 anni, lavorava da tre giorni e aveva un contratto di una settimana. Vi raccontiamo la storia di Yaya Yafa, che riesce a tenere insieme tutto quello che non va nel mondo del lavoro. Intanto i numeri dicono che il fatturato delle imprese continua a salire, ma i posti sono sempre più precari. Il premier Draghi vola a Bruxelles e parla di crescita del Pil e dell’export italiano. Secondo l’analisi del Sole 24 Ore, per l’Italia è in arrivo un “decennio d’oro”. Ma sarà proprio così? Nel centrodestra volano (ancora) gli stracci. I vaccini da soli non bastano. Dopo il Regno Unito, il caso del Belgio: con l’abolizione dell’obbligo di mascherine e distanziamento nei posti chiusi c’è stata un’impennata dei casi. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-21-ottobre

21 ottobre
La questione sociale è solo sullo sfondo
Giulio Marcon  –  Sbilanciamoci
La bozza della finanziaria, o meglio il Documento programmatico di bilancio spedito a Bruxelles, una manovra da 23 miliardi, al 40% è dedicata alle tasse. Ma non affronta i nodi veri, né per quanto riguarda la legge Fornero né per ripianare le diseguaglianze economiche. E non completa il Pnrr
continua in
https://sbilanciamoci.info/la-questione-sociale-e-solo-sullo-sfondo/

21 ottobre
Crolla definitamente il teorema Minniti – Salvini
Migranti. Archiviazione anche per Sea Watch. Così si sfalda la dottrina anti Ong
Dopo la richiesta di archiviazione per Mare Jonio, arriva il definitivo proscioglimento anche per Sea Watch. Non bastasse, la Corte di cassazione ha bocciato, con una sentenza che farà giurisprudenza, la mancata concessione della protezione internazionale a un migrante che, secondo la corte, meritava di essere tutelato come chiunque sia sopravvissuto ai campi di prigionia in Libia
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/archiviazione-anche-per-sea-watch-cosi-si-sfalda-la-dottrina-anti-ong

21 ottobre
Trieste, gli organizzatori revocano il corteo no Green pass di domani
Il Coordinamento 15 ottobre aveva richiesto l’autorizzazione sia per lo svolgimento della manifestazione venerdì sia per l’occupazione di Piazza Unità d’Italia sabato 23, quando una rappresentanza dei “no Green pass” incontrerà il ministro Stefano Patuanelli
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/trieste-porto-corteo-green-pass-questura-c5423c2d-2703-41d6-a0ea-b6e2409bbc84.html

21 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 21 ottobre: 3.794 nuovi casi, 36 morti
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 3.794 nuovi casi di coronavirus e 36 morti, per un totale di per un totale di 131.724 vittime dall’inizio dell’epidemia. Ieri i nuovi casi erano stati 3.702, i decessi 33. I tamponi eseguiti sono stati 574.671 (circa 90mila più del giorno prima), il tasso di positività è allo 0,7%. Aumentano di una unità i ricoveri in terapia intensiva (356 totali), diminuiscono di 25 quelli nei reparti ordinari covid (2.439 totali). Questi sono i dati riportati come di consueto dal bollettino del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus in Italia
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 21 ottobre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

21 ottobre
Previdenza
Riforma urgente. Si mobilitano i sindacati dei pensionati
Convocati gli attivi unitari di Spi-Cgil, Fnp- Cisl, Uilp-Uil. per il 17 novembre. All’iniziativa parteciperanno anche i segretari di Cgil, Cisl, Uil Maurizio Landini, Luigi Sbarra, Pierpaolo Bombardieri”. Lo annuncia un comunicato unitario di Cgil, Cisl, Uil e Spi, Fnp, Uilp
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/21/news/riforma_urgente_si_mobilitano_i_sindacati_dei_pensionati-1577306/

21 ottobre
Amazon, in Veneto i lavoratori vincono contro l’arroganza dei padroni. Cancellati i trasferimenti dei driver
Mercoledì pomeriggio, Assoespressi ha comunicato alla Filt Cgil, alla Fit Cisl e alla Uiltrasporti del Veneto di aver definitivamente cancellato i trasferimenti dei driver da Vigonza a Vicenza e Dese. Nei prossimi giorni i lavoratori riceveranno una lettera in cui verrà ufficializzata questa decisione, per cui a nessuno di loro potrà essere imposto uno spostamento contro la sua volontà.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/21/news/amazon_in_veneto_i_lavoratori_vincono_contro_l_arroganza_dei_padroni_cancellati_i_trasferimenti_dei_driver-1577423/


21 ottobre
Il pianeta che speriamo
Taranto. Ambiente, lavoro, futuro: al via la Settimana Sociale dei cattolici
L’apertura dell’appuntamento con un messaggio del Papa. Riflettori puntati sul rapporto tra ecologia ed economia, tra ambiente e occupazione. Una degli elementi distintivi saranno le buone pratiche
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/ecologia


21 ottobre
Vent’anni dopo l’11 settembre. Guerre, repressione del dissenso e narrative religiose apocalittiche all’insegna della paura
Il 7 ottobre i primi bombardamenti sull’Afghanistan inaugurano un ciclo in cui la reazione politico-militare degli USA all’11/09 apre un ventennio nero di guerre, morti e securitarismo, avvelenando l’immaginario di una intera generazione con paure di altri catastrofici attacchi e la previsione di un mondo futuro basato sul paradigma ossessivamente paranoide della sicurezza: controlli invasivi, uomini armati ad ogni passo ed il sospetto di tradimento gettato su chiunque maturasse una forma di opposizione al governo in carica. Nella decade successiva il clima si sarebbe alleggerito con la presidenza Obama ma i fattori di continuità erano troppo forti. Tale ventennio si è davvero esaurito, come suggerisce il ritiro dall’Afghanistan a poca distanza dalla ricorrenza della caduta delle Torri Gemelle?
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/21/ventanni-dopo-l11-09-guerre-repressione-del-dissenso-e-narrative-religiose-apocalittiche-allinsegna-della-paura/


Dalla pagina Facebook di Nico Piro
Attenti alle balle, alle fake news anche quando suonano così bene da essere irresistibili. Nel mio quotidiano bollettino Twitter stamattina ho smentito notizia della povera pallavolista uccisa a Kabul, decapitata! Avrei potuto farlo ieri dopo che era apparsa sull’Indipendent in farsi ma non ritenevo potesse avere tanto spazio sulla stampa italiana che ha ormai ri-ri-dimenticato l’Afghanistan (quella straniera l’ha dimenticata). La tragedia resta uguale: la perdita di una giovane vita piena di sogni. La ragazza si è suicidata a Kabul dieci giorni prima dell’arrivo dei talebani. Il colpevole non è un talebano, il colpevole è la guerra, un colpevole più difficile da additare


21 ottobre
In compagnia della meraviglia
Sara De Simone intervista Giosetta Fioroni  –  Il Manifesto
Entrare nello studio di Giosetta Fioroni, in via San Francesco di Sales, a Roma, è come varcare la soglia di un altro mondo: dapprima sembra di essere in un teatro, due passi dopo ci si ritrova in un bosco, poi ancora in un piccolo e domestico salotto

Giosetta Fioroni, L’incubo, 1963, olio e smalti colorati su tela

Giosetta Fioroni presiede a tutte le metamorfosi del luogo con la sua specialissima presenza, e con le dita macchiate di vernice indica ora qui, ora lì verso le pareti-fondale del suo mondo: lune, stelle, cuori, casette – da molti anni soggetti preferiti della sua pittura – compaiono a un suo gesto, da dietro una grossa tela; alberi e piccole scale stilizzate – che conducono chissà dove – fanno capolino da uno scaffale; sguardi di donna nostalgici o allusivi occhieggiano da dietro un pilastro; spaventose gigantografie ammoniscono dal fondo bianco di una parete: è Giosetta Fioroni stessa, travestita da strega, nella celebre performance fotografica L’Altra Ego (2012) co-firmata con Marco Delogu
continua in
https://ilmanifesto.it/in-compagnia-della-meraviglia/

21 ottobre
Considerazioni (amare) sulla banalità del vivere in tempi di post-pandemia
Gerardo Iandoli  –  Strisciarossa
Il mondo desidera ripartire. Spesso, tutto ciò si trasforma in un’ansia di vita che produce movimenti frenetici, conati di divertimento o produttività che possono dare le vertigini, dopo tutto il tempo passato tra le mura domestiche. Si ritorna agli stessi ritmi di prima, come se la pandemia avesse provocato in noi una sorta di nostalgia di tempo accelerato che, di fatto, è stato la causa della diffusione della pandemia.
Il senso di un mondo affollato lo si ritrova anche nell’incipit del romanzo in versi Perciò veniamo bene nelle fotografie di Francesco Targhetta
continua in
Considerazioni (amare) sulla banalità del vivere in tempi di post-pandemia – Strisciarossa



22 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
I giovani credono più nel vaccino dei loro genitori, le sentenze in favore dei salvataggi nel Mediterraneo e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 22 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’86% della popolazione italiana sopra i 12 anni ha fatto almeno due dosi, mentre la fascia meno immunizzata al momento è quella che va dai 30 ai 60 anni. Salvare vite in mare non solo non è un reato, ma è anche un dovere. E mentre la politica e la pubblica opinione obiettano e strumentalizzano, nell’ultima settimana si registrano ben tre fatti giudiziari importanti che danno ragione a chi salva. Dopo aver dato forfait per la terza volta alla Corte d’Assise di Bologna, l’ex boss della banda della Magliana Maurizio Abbatino sarà obbligato a testimoniare il prossimo 3 novembre. Un anno fa veniva approvata la legge contro l’aborto in Polonia e in un anno più di 30mila donne sono andate all’estero per abortire o l’hanno fatto illegalmente. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
I giovani credono più nel vaccino dei loro genitori, le sentenze in favore dei salvataggi nel Mediterraneo e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

22 ottobre
Se gli operai ci insegnano i nostri diritti
Anita Fallani  –  Jacobin Italia
Dopo aver scoperto che gran parte di chi racconta la lotta della Gkn lavora in modo precario, il Collettivo di fabbrica ha convocato un’assemblea dentro le mura dello stabilimento rivolta ai e alle giornaliste
continua in
https://jacobinitalia.it/se-gli-operai-ci-insegnano-i-nostri-diritti/

22 ottobre
Le conclusioni del Consiglio Europeo: “Più sforzi per evitare esitazione vaccinale”
“C’è ancora da lavorare” per le conclusioni del Consiglio europeo, che continua per il secondo giorno a Bruxelles. Lo ha detto all’uscita dall’hotel in cui ha pernottato, in risposta ad alcuni giornalisti che lo attendevano, il presidente del Consiglio Mario Draghi, prima di recarsi all’Europa building, la sede del vertice Ue. I leader dei Ventisette discuteranno di immigrazione e della transizione digitale
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Le-conclusioni-del-Consiglio-Europeo-Piu-sforzi-per-evitare-esitazione-vaccinale-5457f33b-7020-4f5c-8bbb-8dbc1060a6d2.html

La conferenza stampa del presidente del Consiglio Draghi dopo il vertice Ue: “Agire subito sull’energia”. Migranti, no ai muri. Quota 100 va superata
La riunione dei leader dei Ventisette. Energia, migrazioni e Polonia temi principali. Il premier sulle pensioni: quota 100 non verrà rinnovata, va superata con gradualità
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Consiglio-Europeo-draghi-energia-polonia-immigrazione-temi-conferenza-stampa-66753d83-dc86-450d-b91a-8117f85fd289.html

22 ottobre
L’economia globale vista dalla Cornovaglia
Il “Consenso della Cornovaglia” (dal luogo del G7 di giugno) potrebbe prendere il posto del fallimentare “Consenso di Washington” come paradigma per le politiche economiche internazionali. E’ la tesi del rapporto del G7 “Global Economic Resilience: Building Forward Better”. Banco di prova, la Cop26
continua in
https://sbilanciamoci.info/leconomia-globale-vista-dalla-cornovaglia/

22 ottobre
Landini: basta interventi spot. Serve una riforma seria delle pensioni
Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, è intervenuto questa mattina in radio durante la trasmissione Radio Anch’io (Rai Radio1): “E’ arrivato il momento di fare una riforma vera che pensi soprattutto ai giovani e al lavoro delle donne
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/22/news/landini_basta_interventi_spot_serve_una_riforma_seria_delle_pensioni-1581774/


22 ottobre
Reddito di cittadinanza: soldi sprecati o ben spesi?
Paolo Andruccioli  –  Collettiva
In vista delle scelte della legge di bilancio si inasprisce lo scontro nella maggioranza. Cresce il partito di chi vorrebbe abolire il provvedimento. Una parte, invece, è per riformare la legge del 2019
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/22/news/reddito_di_cittadinanza_soldi_sprecati_o_ben_spesi_la_maggioranza_si_spacca-1577756/

Appunti su un convegno in tema di Reddito di cittadinanza
Umberto Carabelli e Alessandro Bellavista  –  Collettiva
l fascicolo n. 3/2021 della Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale, in corso di pubblicazione anche online nel sito dell’Ediesse/Futura, si presenta ai lettori con un tema di grande attualità: Reddito di cittadinanza e mercato del lavoro. Il titolo rispecchia perfettamente il taglio che i curatori hanno voluto dare al loro progetto, rispettando in toto la caratteristica fondamentale di questo istituto, introdotto in Italia nel 2019, e cioè la sua plurifunzionalità, in quanto volto a fronteggiare lo stato di bisogno di singoli e famiglie afflitti da povertà, ma anche a sostenere, anzi a “forzare”, l’inserimento o reinserimento lavorativo di coloro, tra i beneficiari, che siano abili al lavoro ma non siano occupati. L’interessante elaborazione concettuale sottesa al progetto del tema emerge, d’altronde, con evidenza dalla struttura stessa data ad esso dai curatori, ben descritta nell’Introduzione da loro predisposta e pubblicata nella nostra precedente newsletter (n. 8-9/2021), come saggio della sezione Argomento del mese
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/22/news/appunti_su_un_convegno_in_tema_di_reddito_di_cittadinanza-1574065/

La Diretta del convegno
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/22/live/reddito_di_cittadinanza_linee_guida_per_una_riforma_possibile-1581543/


22 ottobre
Coronavirus, 3.882 nuovi casi e 39 morti da ieri in Italia.
Tasso di positività a 0,8% In calo i pazienti in terapia intensiva (-13), in lieve crescita i ricoveri ordinari (+4)

continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-cf7dd43f-9201-4a73-bf90-41681fa53567.html

22 ottobre
Berlusconi s’allinea ai sovranisti e la destra si unisce sul maggioritario
Per il paese sarebbe un danno
Paolo Branca  –  Strisciarossa
Al netto della propaganda (“Siamo uniti e compatti””) e delle false lusinghe al limite della circonvenzione d’incapace (Berlusconi al Quirinale!), la vera svolta del centrodestra dopo il vertice dei tre leader riguarda l’eterna questione della legge elettorale. Davanti a una timida ripresa della discussione sul proporzionale, Salvini, Meloni e Berlusconi oppongono una netta chiusura e rilanciano anzi su un sistema ancor più maggioritario rispetto all’attuale Rosatellum, che assegna un quarto dei seggi alle coalizioni
continua in
Berlusconi s’allinea ai sovranisti e la destra si unisce sul maggioritario Per il paese sarebbe un danno – Strisciarossa

Chianciano Terme (Si). Si apre l’XI congresso nazionale di Rifondazione Comunista.
I lavori si apriranno con la relazione del segretario nazionale Maurizio Acerbo e la lettura del messaggio inviato dal regista Ken Loach.
Seguiranno gli interventi degli ospiti italiani e internazionali, di partiti della sinistra radicale, sindacati, movimenti, associazionismo. Intervengono tra gli altri Luigi De Magistris, il Presidente nazionale dell’ANPI Gianfranco Pagliarulo, il presidente nazionale dell’ARCI Daniele Lorenzi, Mimmo Lucano, Marta Fana, Francesca Fornario, il parlamentare europeo Marc Botenga, l’ex-presidente dell’Ecuador che diede asilo a Julian Assange Raphael Correa, l’ambasciatore di Cuba Josè Carlos Rodriguez Ruiz, il presidente della Sinistra Europea Heinz Bierbaum, rappresentanti palestinesi, curdi, dell’America Latina
Notizie, documenti e interventi in
https://www.rifondazionecomunista.org/xi/

22 ottobre
Speciale XI Congresso nazionale di Rifondazione Comunista
Le radici e le ali di Rifondazione: l’evoluzione che non c’è
Marco Sferini  –  La sinistra quotidiana
Un partito stanco e malato Inizia oggi l’XI Congresso nazionale di Rifondazione Comunista. Un partito ormai sconosciuto alla maggior parte della popolazione italiana e che, nonostante compia 30 anni…
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/le-radici-e-le-ali-di-rifondazione-levoluzione-che-non-ce/

22 ottobre
Somministrazione, salvi oltre 100mila dipendenti Agenzie per il Lavoro
Il Governo ha accolto le nostre richieste”. Felsa Cisl, NIdiL Cgil e Uiltemp esprimono soddisfazione per la approvazione nel decreto legge 146/2021 della norma che, modificando la legge di conversione del decreto dell’agosto 2020, permette la continuità occupazionale per circa 100mila lavoratori e lavoratrici somministrati a tempo indeterminato. Si evita così il rischio turn over tra i lavoratori e si consente di attivare percorsi di conversione a tempo indeterminato a favore della stabilità dell’occupazione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/22/news/somministrazione_passa_l_emendamento_che_salva_oltre_100mila_dipendenti_delle_agenzie_per_il_lavoro-1584027/

22 ottobre
Smart working nella Pubblica Amministrazione: ecco le linee guida di Brunetta Il ministro: “Il lavoro agile diventa strutturato”. Vietati computer e connessioni privati. Positivi i commenti di Cgil, Cisl e Uil, ma alcuni sindacati obiettano: “Lo schema delle linee guida presenta fortissime criticità”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/smart-working-pa-Brunetta-linee-guida-sindacati-Aran-Flp-Cse-Cgil-Cisl-Uil-dceec961-c63a-4c8f-b539-cdb9b34659e7.html

22 ottobre
Protesta di tutte le sigle sindacali
Sciopero nazionale taxi, manifestazione a Roma. Adesione dell’80%
La mobilitazione per una regolamentazione delle app e contro l’abusivismo nel settore. Per i sindacati l’adesione allo sciopero ha superato l’80% in tutto il Paese
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Sciopero-nazionale-taxi-manifestazione-a-Roma-7ee332ff-d80f-46c4-9af5-95160aa56e25.html

22 ottobre
Stefano Cucchi ucciso per mano dello Stato
Ilaria Romeo  –  Collettiva
Quando esalò l’ultimo respiro aveva 31 anni. Era stato arrestato una settimana prima. Il 22 ottobre del 2009, quando smise di respirare, era ridotto pelle e ossa: trentasette chili di ragazzo, coperti da lividi, ecchimosi e fratture sul volto, all’addome, al torace
continua in
Stefano Cucchi ucciso per mano dello Stato – Collettiva

Stefano Cucchi doveva andare in ospedale e non in carcere. Credo che nel nostro lavoro serva più attenzione alle persone piuttosto che alle carte. Dietro le carte c’è la vita delle persone. Quanta violenza siamo disposti a nascondere ai nostri occhi da parte dello Stato senza farci problemi di coscienza? Quanto è giustificabile l’uso della forza in certe condizioni?

Dalla requisitoria del Pg di Roma Roberto Cavallone nel processo d’appello ter per la morte di Stefano Cucchi

22 ottobre
L’altra faccia del femminicidio
Marina Mastroluca  –  Strisciarossa
“L’ho copàda”, l’ho uccisa. Fermo vicino al cadavere, fumando una sigaretta, ha aspettato che lo arrestassero i carabinieri. “L’avevo detto e l’ho fatto”, Enzo Galesi ha ammesso tutto, ha ammesso che le martellate con cui ha ucciso l’ex compagna Elena Casanova, tutta quella violenza era perché “c’erano dei sentimenti”, prima di ritrattare. “E’ stato un raptus”, ha detto, già prefigurando una possibile strategia difensiva. Il raptus, si sa, annebbia la mente, ti spinge a fare quello che non faresti a mente fredda. Un raptus è difficile da prevedere, da intercettare prima che accada. Un po’ come accade per i lupi solitari della galassia terrorista. Spuntano dal nulla e quando li vedi è troppo tardi
continua in
https://www.strisciarossa.it/laltra-faccia-del-femminicidio/

22 ottobre
Cina e G20: ora Xi guarda più a casa sua
opinione comune che in occasione della crisi finanziaria internazionale del 2008 la Cina abbia svolto un ruolo decisivo nel sostenere la ripartenza dell’economia globale, grazie a uno stimolo economico di 4mila miliardi di Renminbi (Rmb) che ha alimentato la domanda internazionale. A tredici anni di distanza e a margine di un’altra crisi globale Pechino si trova, tuttavia, a gestire il prezzo delle misure adottate allora. L’esempio più eclatante è quello di Evergrande, società attiva nel settore immobiliare, che è ancora in bilico tra fallimento e salvataggio dopo essere salita alla ribalta delle cronache per non aver onorato alcuni pagamenti tra agosto e settembre.
continua in
https://www.ispionline.it/it/pubblicazione/cina-e-g20-ora-xi-guarda-piu-casa-sua-32081

 

22 ottobre
Democrazia sociale, conflitto e sovranità nazionale
Alessandro Somma  –  La Fionda
Secondo una lettura diffusa, nonostante lo Stato sociale favorisca una certa redistribuzione della ricchezza, la sua ragion d’essere risiede nella volontà di neutralizzare il conflitto attraverso una sorta di accordo: la rinuncia alla lotta politica in cambio di una inclusione nell’ordine proprietario nella misura necessaria e sufficiente a produrre pacificazione sociale. La lettura non è certo infondata, dal momento che trae spunto dall’origine storica dello Stato sociale nel Vecchio continente, ovvero dalla creazione del primo sistema moderno di sicurezza sociale nella Prussia di Bismarck. Questi aveva tentato di affrontare il conflitto sociale reprimendo il movimento operaio attraverso una legge “contro le aspirazioni socialmente pericolose della Socialdemocrazia” (del 22 ottobre 1878), che tuttavia si rivelò fallimentare: incrementò invece di ridurre lo scontro politico.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/22/democrazia-sociale-conflitto-e-sovranita-nazionale/

22 ottobre
Alessandro Barbero e certe strane sensazioni
Simone Luciani  –  La Fionda
È stato piuttosto ingenuo, Alessandro Barbero. È stato ingenuo a pensare che in un’intervista a La Stampa in occasione dell’apertura di un ciclo di lezioni, esprimere la sua posizione sul rapporto tra donne e potere (peraltro discutibilissima, a parere di chi scrive) potesse non destare un vespaio di polemiche. È stato ingenuo a pensare che quelle stesse posizioni espresse, pare, nel disinteresse più o meno generale qualche tempo fa, potessero avere la stessa sorte e non sollevare un polverone che da più parti ha fatto gridare allo scandalo. Grida infine sfociate in dissociazioni politiche, e perfino in richieste di esclusione del professore dalle collaborazioni presenti e future con la Rai (e pazienza se priviamo il folto pubblico di contributi culturali di alto livello)
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/22/alessandro-barbero-e-certe-strane-sensazioni/

22 ottobre
Una lobby di Paesi inquinatori cerca di manipolare i dati sul clima
«Una fuga di documenti rivela che alcune nazioni stanno facendo pressioni per cambiare un rapporto chiave sul clima» titolava ieri mattina Bbc News. A dieci giorni dall’avvio della Conferenza Onu sul clima, la Cop26 di Glasgow, Greenpeace UK ha offerto un gigantesco scoop ai giornalisti della principale emittente pubblica del mondo, passando loro oltre 32.000 osservazioni presentate da governi ma anche da aziende e da altre parti interessate al team di scienziati che compilano il rapporto delle Nazioni unite progettato per riunire le migliori prove scientifiche su come affrontare il cambiamento climatico
continua in
Una lobby di Paesi inquinatori cerca di manipolare i dati sul clima – (remocontro.it)

 

22 ottobre
Festa del libro medievale e antico di Saluzzo
La Festa del libro medievale e antico di Saluzzo è la nuova manifestazione libraria per adulti e ragazzi dedicata alla cultura e storia medioevale, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo e dalla Città di Saluzzo, in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino
continua in
https://www.salonelibro.it/news/dal-salone-mobile/festa-del-libro-medievale-e-antico-di-saluzzo-%E2%80%9Cle-donne,-i-cavallier,-l%E2%80%99arme,-gli-amori%E2%80%9D.html
Informazioni e Programma
https://www.salonelibro.it/home/home-articolo/festa-del-libro-medievale-e-antico-di-saluzzo.html



23 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Un altro sabato di proteste contro il Green Pass, gli ambasciatori espulsi dalla Turchia e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 23 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. A Milano la protesta del sabato contro il Green Pass ha portato ancora in strada migliaia di persone. Almeno 10 mila secondo una prima stima, per la quattordicesima manifestazione milanese contro il Green Pass. Oggi la Cgil ha pubblicato uno studio che in sostanza dice che la proposta del Governo per superare la legge Fornero è inutile. Crescono i casi di COVID-19 tra gli operatori sanitari: questa settimana sono stati 371 rispetto ai 306 della settimana precedente. Lo rileva il report di sorveglianza pubblicato dall’Istituto Superiore di Sanità. Il presidente Turco, Erdogan, ha annunciato l’espulsione dal Paese di 10 ambasciatori occidentali. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-23-ottobre/

23 ottobre
Coronavirus, 3.908 nuovi casi con 491.574 tamponi e 39 morti Indice di positività stabile a 0,8%
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-bollettino-dati-23-ottobre-2021-a5d92b02-12f0-42cc-8e34-32c3c6ac08ef.html

23 ottobre
“No Green pass” a Roma e Trieste, torna in piazza la protesta nell’ultimo sabato prima del G20
I no pass tornano a Roma in zona Circo Massimo. Trieste ancora al centro della protesta
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/No-Green-pass-torna-in-piazza-la-protesta-ultimo-sabato-prima-del-G20-a194ee6f-3756-4a67-aeed-db411d007f6e.html

23 ottobre
Quota 102 è già un flop prima di partire: solo 10 mila in pensione
La Cgil lancia un’analisi sugli effetti reali di eventuali nuove “quote” dopo Quota 100. Secondo il segretario confederale Roberto Ghiselli “la proposta di quota 102 e 104, se venisse confermata dal governo, costituirebbe una misura inutile, che non darebbe alcuna risposta”. Per il segretario generale Maurizio Landini è arrivato il momento di una riforma strutturale e organica
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/10/23/news/quota_102_e_gia_un_flop_prima_di_partire_solo_10_mila_in_pensione-1584444/

23 ottobre
Decreto fiscale: novità, non tutte positive
Roberta Lisi  –  Collettiva
Finalmente in Gazzetta ufficiale il testo: oltre a provvedimenti su tasse e tributi contiene le norme su lavoro, ammortizzatori sociali, salute e sicurezza. Un primo commento della Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2021/10/23/news/novita_non_tutte_positive-1584834

23 ottobre
Forza Italia travolta dalla crisi mentre Berlusconi pensa al Quirinale e la coalizione di destra si disgrega
Marcella Ciarnelli  –  Strisciarossa
E’ diventata vecchia nel giro di un giorno la fotografia della ritrovata identità di pensieri e di posizioni dei tre leader del centrodestra usciti più o meno acciaccati dalla tornata elettorale amministrativa. I sorrisi e gli abbracci, i baci sulle guance, rilasciati ad uso d’obbiettivo nei viali della villa sull’Appia Antica che fu di Zeffirelli, tra i sorrisi compiacenti della corte e lo scodinzolare dei Dudù delle Dudine di nuova generazione, sono scomparsi un minuto dopo che le auto blu hanno girato l’angolo
continua in
Forza Italia travolta dalla crisi mentre Berlusconi pensa al Quirinale e la coalizione di destra si disgrega – Strisciarossa

23 ottobre
Brunetta: via sovranismo, serve coalizione per Draghi
Intervento del ministro della Pubblica amministrazione
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/brunetta-via-sovranismo-serve-coalizione-per-Draghi-83e5ebcb-7622-4619-8c78-34a7ec6ed200.html

23 ottobre
Giorgio Cremaschi. ODIO GLI INDIFFERENTI
Ci sono i NoVax, ma anche i NOTAV. Ci sono i fascisti, ma anche i comunisti. Oppure, con lo stesso significato, non ci sono più fascisti e comunisti. E alla fine: c’è stato Auschwitz, ma ci sono state anche le Foibe.
Quante volte oggi sentiamo riproporre questo equilibrio delle condanne come misura dell’autentica affidabilità democratica.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=2682882048688063&set=a.1496618270647786

23 ottobre
Fan token: il mercato del nulla
In un vecchio film di Totò del 1950, Totò sceicco, a un certo punto il principe della risata si trova assetato in un deserto; improvvisamente ecco presentarglisi un venditore di limonata; Totò paga e fa per bere la limonata… ma si scopre che era invece un miraggio e non ha alcuna limonata in mano; eppure, il “miraggio ladro” aveva preso le 50 lire per pagare la limonata!
continua in
https://coniarerivolta.org/2021/10/23/fan-token-il-mercato-del-nulla/

23 ottobre
A Twitter piace la destra
L’algoritmo va verso destra. Lo ha reso noto Twitter, ammettendo che sulla sua piattaforma social vengono amplificati più i contenuti di politici o di organi di informazione di destra rispetto ai contenuti di fonti di sinistra.
Il social network guidato da Jack Dorsey ha pubblicato sul proprio sito i risultati di una ricerca interna sul proprio sistema informatico di base – tra machine learning e algoritmi. L’obiettivo della ricerca era quello di capire come questi meccanismi impattassero realmente sulla conversazione online, e quindi poi anche su quella offline
continua in
https://www.radiopopolare.it/a-twitter-piace-la-destra/

23 ottobre
Galatina, nella notte disegnata una svastica sulla porta della Cgil. Fragassi: «Non ci fermeranno»
Un altro vile atto di matrice nazifascista compiuto nella notte per intimorire il sindacato. La risposta: “Le nostre Camere del Lavoro continueranno ad essere presidio di legalità, democrazia e sostegno ai lavoratori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/23/news/galatina_nella_notte_disegnata_una_svastica_sulla_porta_della_cgil_fragassi_non_ci_fermeranno_-1584735/

23 ottobre
Attacco alla base americana di al Tanf, in Siria, e l’israeliano Bennet da Putin
Mercoledì sera la base militare americana di al Tanf, nel sud-est della Siria, è stata colpita in un attacco con i droni, secondo le prime ricostruzioni. Nessun ferito e pochi danni (nella foto di copertina il militare Usa carica un mortaio), ma forte segnale politico più che militare.
Intanto a Sochi il presidente russo Vladimir Putin con il premier israeliano Naftali Bennett, certamente a parlare di Siria e Iran, ma non soltanto
continua in
Attacco alla base americana di al Tanf, in Siria, e l’israeliano Bennet da Putin – (remocontro.it)


23 ottobre
Un’umanità in marcia nel nome di Stefano Cucchi
Davide Colella  –  Collettiva
Anche quest’anno si corre a Roma la Staffetta dei diritti, iniziativa in nome del giovane geometra ucciso per mano dello Stato e diventato un simbolo di lotta per i diritti umani, civili e sociali. Partenza alle 14 dalla targa che lo ricorda nel parco degli Acquedotti per raggiungere piazza Montecitorio. Convinta adesione di Cgil, Fiom e Funzione pubblica Cgil di Roma e Lazio
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/23/video/un_umanita_in_marcia_nel_nome_di_stefano_cucchi-1583829/



La fine del mondo (per come lo conosciamo)
Michael Stipe, ex frontman dei Rem, parla con Jacobin del suo incontro con Mandela, di cosa significhi provenire da Athens in Georgia come i B52’s , del rapporto tra arte e impegno politico
continua in
https://jacobinitalia.it/la-fine-del-mondo-per-come-lo-conosciamo/



24 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Il dibattito sull’allungamento dell’età pensionabile, le trattative interrotte per salvare MPS e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 24 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La morte del muratore 70enne di Modena sul posto di lavoro mette in luce come tante persone in età avanzata siano ancora costrette a lavorare mentre il dibattito sull’allungamento dell’età pensionabile è in corso. Le trattative tra il MEF e Unicredit per il salvataggio del Monte dei Paschi di Siena si sono interrotte. Dopo 36 ore dalla prima segnalazione di Alarm Phone è stata la nave GeoBarents di Medici Senza Frontiere a salvare 71 naufraghi su un’imbarcazione alla deriva nel Mediterraneo a sud di Malta. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-23-ottobre/

24 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 24 ottobre: 3.725 casi e 24 morti
Sono 403.715 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 491.574. Il tasso di positività è allo 0,9%, in aumento rispetto allo 0,8% di ieri. Sono 341 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 3 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 18 (ieri 20). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.473, rispetto a ieri 18 in più
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 24 ottobre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

24 ottobre
L’abitudine alla superficialità e l’invisibilità della lotta possibile
Marco Sferini  –  La sinistra quotidiana
I filosofi che interpretano il mondo, magari lo vorrebbero anche un po’ cambiare. Ma se ne trovano sempre meno in giro e si leggono sempre meno opere in cui si passi dallo stato contemplativo a quello dell’azione pratica, che traduca coerentemente in fatti concreti una elaborazione concettuale, anche una analisi descrittiva dei fenomeni che determinano quei mutamenti che sono inarrestabili e irreversibili
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/labitudine-alla-superficialita-e-linvisibilita-della-lotta-possibile/


Una giornata di festa e di lotta
Roberta Lisi  –  Collettiva
si celebra la prima Giornata nazionale dello spettacolo. Un appuntamento salutato con favore dalla Slc Cgil. Importante, sottolinea Di Marco, ricordare le condizioni difficili che ancora vivono lavoratrici e lavoratori del settore e battersi per l’approvazione della riforma
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/24/video/una_giornata_di_festa_e_di_lotta-1584944/

24 ottobre: Sindacato Generale di Base
MOZIONE FINALE ASSEMBLEA 24 OTTOBRE 2021
Domenica 24 ottobre si è tenuta a Roma l’assemblea nazionale del sindacalismo di base e conflittuale che ha condiviso la valutazione positiva dello sciopero generale indetto unitariamente lo scorso 11 ottobre. L’assemblea ha espresso una forte soddisfazione per l’esito della mobilitazione unitaria che ha prodotto iniziative e manifestazioni in moltissime città, ha coinvolto un gran numero di settori e categorie, è riuscita ad aggregare altre forze e movimenti in una giornata di lotta sui temi del lavoro e ha fermato la circolazione delle merci in alcuni gangli vitali del paese. Per un giorno il paese ha dovuto prendere atto che c’è una parte del mondo del lavoro che non è disposta a chinare la testa di fronte ai piani del governo Draghi ed è pronta a dare battaglia
continua in
https://www.sindacatosgb.it/mozione-finale-assemblea-24-ottobre-2021/



25 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
I dubbi sulla nuova manovra finanziaria, la sentenza per il ritorno in Italia di Eitan Biran e le altre notizie della giornata

l racconto della giornata di lunedì 25 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La nuova manovra dovrebbe essere varata entro giovedì e il governo ha scelto di rinunciare a nuove entrate: niente patrimoniali, tasse di successione o riforma del catasto. Eitan Biran, il piccolo sopravvissuto del Mottarone, deve tornare in Italia. Lo ha stabilito la giudice del Tribunale della famiglia di Tel Aviv, ma i nonni del bimbo hanno già annunciato ricorso. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
I dubbi sulla nuova manovra finanziaria, la sentenza per il ritorno in Italia di Eitan Biran e le altre notizie della giornata (radiopopolare.it)

25 ottobre
Alta tensione tra Lega e Pd sulle pensioni Manovra, Draghi convoca i sindacati per domani pomeriggio
Il premier riceve Salvini a Palazzo Chigi per parlare di fisco e pensioni
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/pensioni-alta-tensione-lega-pd-manovra-giovedi-23ccaa1c-0e4c-41d0-bd7b-ba51c6cabacd.html

25 ottobre
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi: 2.535 nuovi casi, 30 decessi
Sono 2.535 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore in Italia , secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.725. Sono invece 30 le vittime in un giorno (ieri 24). Sono 222.385 i tamponi molecolari e antigenici effettuati . Ieri erano stati 403.715. Il tasso di positività è all’1,1%, in aumento rispetto allo 0,9% di ieri. Sono 338 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 16 (ieri 18). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.579, rispetto a ieri sono 106 in più.
continua in
Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 25 ottobre: aggiornamento sui casi positivi, i ricoverati e i guariti – la Repubblica

25 ottobre
Salari minimi, l’Europa ci prova
Sofia Cherici
Il dibattito e le prospettive della direttiva Ue. Obiettivo: garantire redditi più equi attraverso la contrattazione collettiva o una soglia minima legale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/10/25/news/salari_minimi_l_europa_ci_prova-1578084/

25 ottobre
Richard Gere e la “caccia di visibilità” con il processo Open Arms
Barbara Sorrentini  –  Radio Popolare
Le star di Hollywood, più di quelle italiane, sono più attive nelle proteste anti-governative, si pensi agli schieramenti contro Trump da guidati da Maryl Streep e George Clooney, i discorsi agli Oscar dei Black Lives Matter o l’arresto settimanale di Jane Fonda in cappottino rosso alle manifestazioni per l’ambiente. Quindi ben venga Richard Gere in Italia a testimoniare per Open Arms, che per ora esce vincitrice del premio del pubblico alla Festa di Roma nel film “Mediterraneo” dedicato al suo fondatore Oscar Camps
continua in
Richard Gere e la “caccia di visibilità” con il processo Open Arms – Radio Popolare


25 ottobre
Conversazione con Andrea Zhok. L’epidemia d’odio, la tecnica e la cultura nell’epoca del Green Pass

“Il decisionismo del governo su una questione delicatissima come questo “certificato di piena cittadinanza” ha prodotto una spaccatura drammatica, una vera e propria epidemia d’odio, da cui temo non ci rimetteremo per anni” 
continua in
https://www.chartasporca.it/conversazione-con-andrea-zhok-lepidemia-dodio-la-tecnica-e-la-cultura-nellepoca-del-green-pass/


Al via l’osservatorio per la sicurezza in edilizia
L’accordo, firmato da ministero delle infrastrutture, stazioni appaltanti pubbliche e sindacati, prevede nelle grandi opere un rafforzamento delle attività per il pieno rispetto delle intese già sottoscritte, con particolare attenzione a nuova occupazione e migliori standard per la salute
continua in
Al via l’osservatorio per la sicurezza in edilizia – Collettiva

25 ottobre
Società Frutticoltori Trento, addette obbligate a lavorare gratis per punizione
A seguito di un errore su un lotto di merce, la direzione aziendale impone alle dipendenti di timbrare l’uscita e tornare a lavoro senza retribuzione. Per Flai e Fai, un comportamento gravissimo, che va contro lo Statuto dei lavoratori
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/25/news/societa_frutticoltori_trento_addette_obbligate_a_lavorare_gratis_per_punizione-1589375/

25 ottobre
Sudan, un golpe annunciato
I militari del Sudan sciolgono il governo di transizione e dichiarano lo stato di emergenza, poche ore dopo aver arrestato il premier Abdallah Hamdok e altri leader civili.
continua in
https://www.ispionline.it/it/pubblicazione/sudan-un-golpe-annunciato-32106

25 ottobre
Caso Eitan, Tribunale israeliano: “Il bambino deve rientrare in Italia”
Decisione in favore della famiglia italiana del piccolo. Il nonno materno Shmuel Peleg, che dovrà pagare le spese processuali, annuncia ricorso
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/israele-tribunale-decide-eitan-biran-deve-rientrare-in-italia-fd0abf0b-6a78-4ff1-83b9-28ba2bf1a04e.html

25 ottobre
Erdogan fa marcia indietro e non espelle i 10 ambasciatori. Ma “siano più cauti”
Sembra essersi risolta la crisi diplomatica innescata dall’annuncio del presidente turco Recep Tayyp Erdogan di voler espellere dieci ambasciatori occidentali dopo la loro richiesta di scarcerare il difensore dei diritti umani Osman Kavala
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/erdogan-turchia-marcia-indietro-non-espelle-ambasciatori-siano-piu-cauti-284dbf5b-a74f-4d5d-b9f1-c97a3f1a3170.html


25 ottobre
Bologna si Attiva in festa
Sabato 25 settembre 2021 dalle 10 alle 20 a DumBO un’intera giornata di laboratori, installazioni, giochi, talk e performance e un momento di condivisione fra i diversi percorsi che nel mese di settembre hanno inaugurato gli spazi di Bologna Attiva, grazie ai progetti selezionati dal bando Bologna si Attiva.
continua in
http://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/45-uncategorised/2731-bologna-si-attiva-in-festa


25 ottobre
Il trionfo della Psichiatria
Giuseppe Nicola Palomba  –  La Fionda
“Nel momento in cui l’uomo perde l’occasione di vedersi, di accettarsi nella propria fattità attraverso l’oggettivazione datagli dalla presenza dell’altro, perde la possibilità di uscire dalla molteplicità per porsi in opposizione; perde dunque la reciprocità dell’incontro con l’altro che invade il suo spazio senza trovare più barriere né resistenze. L’intervallo si chiude o si dilata, le ordinate strutture del Dasein si spogliano: l’uomo perde la propria alterità lasciandosi scegliere dall’altro.”
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/25/il-trionfo-della-psichiatria/



26 ottobre
Il mistero buffo della scalata di Berlusconi al Quirinale
Andrea Aloi  –  Strisciarossa
La damnatio memoriae dei romani antichi rappresentava il tentativo più efficace per eradicare un politico lestofante o in disgrazia fino all’eternità: non punito solo dalla legge ma pure dalla memoria dei cittadini. Per Berlusconi la damnatio memoriae si è trasformata (ad personam, ci mancherebbe) da condanna della memoria del reprobo in condanna della memoria stessa, quindi in invito pubblico alla smemoratezza.
continua in
https://www.strisciarossa.it/il-mistero-buffo-della-scalata-di-berlusconi-al-quirinale/

26 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Le ultime e cruciali ore per il Ddl Zan, Catania colpita da un violento nubifragio e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 26 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’intervista dello chef Alessandro Borghese ha riaperto il dibattito in Italia sui sui giovani che rifiutano gli orari massacranti e gli stipendi sottopagati che offre la ristorazione. Ad un anno dall’approvazione alla Camera e dopo numerosi rinvii, il DDL Zan contro l’omotransfobia arriva domani al Senato, ma il rischio che il testo finisca su un binario morto non è così remoto. Con l’85% di popolazione vaccinata, in Italia si inizia a discutere della possibilità di estendere a tutti anche la terza dose. Dopo la sentenza del gennaio scorso, si apre domani a Londra il processo d’appello per l’estradizione del fondatore di Wikileaks Julian Assange negli Stati Uniti. Il colpo di stato in Sudan non è stato un fulmine a ciel sereno. Gli eventi delle ultime settimane avevano segnalato una situazione piuttosto critica: ecco cosa sta succedendo. L’Italia ha deciso di candidare “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino agli Oscar 2022. L’annuncio ufficiale sarà il 6 febbraio del 2022 e la cerimonia il 27 marzo. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-26-ottobre/

26 ottobre
Strade come torrenti, allagata piazza Duomo Maltempo. Forte nubifragio nel Catanese. Un uomo muore travolto dall’acqua
Decine le richieste di intervento da parte di famiglie che sono rimaste isolate e numerosi gli automobilisti soccorsi dalla Protezione civile regionale. Straripa il fiume Simeto. Scuole chiuse a Catania e Messina. Draghi: vicinanza alle popolazioni colpite continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/catania-nubifragio-maltempo-strade-come-torrenti-muore-giovane-travolta-acqua-b978c37c-9bd3-430d-9f4a-4a3d972f0847.html

Giorgio Cremaschi. SOLIDARIETÀ AI CATANESI MA BASTA LACRIME DI COCCODRILLO

La tempesta di acqua e vento in Sicilia e in particolare su Catania è stata chiamata “ciclone mediterraneo”. Una definizione che non esisteva anni fa e che da sola chiarisce la direzione dalla catastrofe climatica. Si va sempre più velocemente verso uno sconvolgimento non solo della natura e dell’ambiente, ma delle nostre vite.
Di fronte all’accelerazione del disastro il bla bla bla dei politici si ripeterà al prossimo G20 a Roma e alla conferenza Cop 26 di Glasgow. Perché fino a che il profitto dominerà le nostre vite e l’economia sarà sottoposta alla dittatura della crescita degli affari, potremo solo aspettare e subire i colpi della progressiva ribellione della natura. La questione ecologica e quella sociale sono due facce della stesso fallimento di quel capitalismo liberista che invece Draghi , la UE ed il potere finanziario vorrebbero rilanciare. Ci vogliono scelte radicalmente diverse su salute e ambiente, ci vuole una vera pianificazione pubblica del risanamento ambientale, ci vogliono piccole opere per risanare il territorio e le città, al posto delle grandi opere mangiasoldi. Rappresentate in Sicilia dalla follia del Ponte sulle Stretto, che tutti noi dovremmo immaginare mentre si scatena un ciclone mediterraneo.
La solidarietà alle popolazioni colpite è vera solo se si accompagna all’impegno e alla lotta per cambiare la società. E non domani o dopo, ma ora. Altrimenti sono solo insopportabili lacrime di coccodrillo che si aggiungono alla pioggia. 

https://www.facebook.com/photo/?fbid=2685041505138784&set=a.1496618270647786

 26 ottobre
Bologna, sciopero generale di Cgil, Cisl e Uil per la morte Yaya Yafa, l’interinale 22enne deceduto al terzo giorno di lavoro
Le confederazioni provinciali hanno proclamato due ore di stop con assemblee e presidi di fronte ai cancelli delle aziende. Dalle 14 alle 17 ci sarà anche un sit-in davanti alla sede dell’Inail. Previsti momenti di protesta, tra gli altri, alla Ilip di Bazzano, alla Granarolo e alla Segafredo di pianoro e alla Coind di castel Maggiore
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/26/news/bologna_sciopero_generale_di_cgil_cisl_e_uil_per_la_morte_yaya_yafa_l_interinale_22enne_deceduto_al_terzo_giorno_di_lavoro-1593127/

26 ottobre
Ddl bilancio: Draghi incontra i sindacati sulla manovra 2022
La riunione è stata convocata dal presidente del Consiglio, in vista dell’arrivo della manovra in Consiglio dei ministri, giovedì probabilmente
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ddl-bilancio-draghi-incontra-sindacati-c41f3965-6a86-4391-ac01-3f3371f10689.html

26 ottobre
Il Monte dei Paschi di Siena e le amnesie della sinistra
Rinaldo Gianola
Il neodeputato di Siena, nonché segretario del Pd, Enrico Letta propone per il futuro della famosa banca locale, il Monte dei Paschi, di trovare soluzioni che “salvaguardino l’occupazione, il marchio, l’unità della banca e il ruolo di Siena”. Sempre a sinistra, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ringrazia il governo per aver interrotto la trattativa per il passaggio del Monte dei Paschi a Unicredit e dichiara: “MPS ce la può fare senza essere incorporata da un’altra banca”. Adesso un bel brindisi, coraggio.
continua in
https://www.strisciarossa.it/il-monte-dei-paschi-di-siena-e-le-amnesie-della-sinistra/

Marco Sferini. La vera sinistra non può sostenere Draghi
Vorrei che qualche beneamato sostenitore della sinistrosità del PD e di altre formazioni, anche populiste, presenti nella grande maggioranza di unità nazionale del governo Draghi, mi sollecitasse caparbiamente nell’accorgermi di ciò che non vedo: dove stia il progressismo nel ritornare alla Legge Fornero; dove stia la difesa dei diritti dei lavoratori nel lasciare alla Lega la protesta dal tavolo di Palazzo Chigi alle piazze sulle ipotesi di pensionamento con quota 102 prima e quota 104 poi…
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/la-vera-sinistra-non-puo-sostenere-draghi/

26 ottobre
Il paradosso dell’irregolarità
Carlo Ruggiero  –  Collettiva
Per la prima volta in Italia si registra una diminuzione della presenza straniera, che non compensa più un saldo demografico in picchiata da almeno sei anni. Eppure gli sbarchi aumentano, i Cas si riempiono e le domande di asilo sono sempre più respinte. Un circolo vizioso che produce irregolari. Massafra, Cgil: “Superare il peccato originale della Bossi-Fini”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/26/video/il_paradosso_dell_irregolarita_-1572724/

26 ottobre
I dati sulla pandemia in Italia Coronavirus, 4.054 nuovi casi e 48 decessi nelle ultime 24 ore. Tasso di positività allo 0,6%
Ancora in salita i contagi e le vittime, cala invece l’indice di positività. In crescita anche i ricoveri nei reparti ordinari (+25) e i pazienti in terapia intensiva (+3)
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-dati-26-ottobre-4.054-nuovi-casi-e-48-decessi-nelle-ultime-24-ore-b9e4f69c-93f6-44f4-962f-cf29e52e8e87.html

26 ottobre
Maestri di resistenza
I risultati del 31° dossier statistico immigrazione di Idos: i migranti durante la pandemia sono diventati ancora più poveri, sfruttati ed emarginati. Eppure hanno continuato a pagare tasse e contributi, a fare figli, e a inviare rimesse alle famiglie
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/26/news/maestri_di_resistenza-1575919/

26 ottobre
Lotta al terrorismo: il ruolo chiave dell’Italia
Lorenzo Fruganti  –  ISPI
n uno scenario internazionale caratterizzato dal moltiplicarsi di crisi e di situazioni di instabilità, il fenomeno del terrorismo di matrice islamica continua a rappresentare una delle minacce principali per la pace e la sicurezza. E questo rende sempre più complesso il lavoro delle forze armate e dei servizi di intelligence, in un periodo storico in cui il Mediterraneo allargato resta un’area estremamente calda.
continua in
https://www.ispionline.it/it/pubblicazione/lotta-al-terrorismo-il-ruolo-chiave-dellitalia-32111

Nadia Urbinati: Il Centrodestra difende Forza Nuova dallo scioglimento con una logica liberticida

E’ una scena al Senato un esercizio contro la presente costituzione con la “Centro-destra alla mozione di scioglimento di Forza Nuova da tutte le altre forze politiche. Frutto dell’accordo tra Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, il testo chiede al legislatore di agire contro tutte “le forze eversive” non solo contro i fascisti di Forza Nuova. Nel testo si legge che “restrizione e controllo” nei confronti di “movimenti sovversivi” è “nondimeno importante e coerente” al “carattere liberale e democratico del nostro sistema”. Aggiunge: “non è nello spirito del nostro ordinamento costituzionale consentire l’adozione di misure di restrizione delle libertà fondamentali, tanto più di quelle di natura politica, senza una attenta ponderazione della pluralità di interessi in gioco”
continua in
https://www.inchiestaonline.it/politica/nadia-urbinati-il-centrodestra-difene-frza-nuova-dallo-scioglimento/

26 ottobre
Julian Assange rischia ancora l’estradizione negli USA: al via il processo d’appello
Martina Stefanoni  –  Radio Popolare
Le condizioni psicologiche di Jiulian Assange sono tali da rendere pericolosa una sua estradizione negli Stati Uniti d’America”. Con queste parole, pronunciate a inizio anno da Vanessa Baraitser, giudice del Tribunale penale di Londra, si era concluso il processo per l’estradizione del fondatore di Wikileaks negli Stati Uniti, dove è accusato di spionaggio
continua in
https://www.radiopopolare.it/julian-assange-rischia-ancora-lestradizione-negli-usa/

26 ottobre
Nell’Afghanistan dei talebani, quale futuro per la Durand Line?
Desiree Di Marco – Il Caffè Geopolitico
Mentre l’Afghanistan, giorno dopo giorno, cade sotto il giogo dei talebani, la Durand Line — la linea di confine con il Pakistan — sembra essere diventato un luogo ancora più pericoloso in cui criminalità e terrorismo si mischiano a un pericoloso “nazionalismo talebano”
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/917858/nellafghanistan-dei-talebani-quale-futuro-per-la-durand-line

Il portale del sindacato di Corso Italia torna dopo due settimane di stop forzato e lo fa con tante novità e un unico obiettivo: diventare il punto di aggregazione di tutto il mondo del quadrato rosso
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/26/news/nuova_grafica_piu_contenuti_e_maggiore_sicurezza_ecco_cgil_it-1586419/

26 ottobre
Blitz antimafia a Latina: 33 misure cautelari al clan di Silvio
La polizia, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, ha eseguito 33 misure cautelari, nei confronti di persone legate a vario titolo al clan Di Silvio di Latina
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Blitz-antimafia-a-Latina-33-misure-cautelari-al-Clan-di-Silvio-a084bb0d-f635-4121-b67e-60ac52dcd637.html

26 ottobre
Cambiamento climatico: Total sa tutto dal 1971
Una ricerca rivela il negazionismo climatico e la narrativa greenwashing del colosso petrolifero francese Total [Mickaël Correia]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/26/cambiamento-climatico-total-sa-tutto-dal-1971/

26 ottobre
Che fare?
Non pensare a un partito. Semplicemente, riprendere a respirare
Gianandrea Piccioli  –  Volere la Luna
Penso, e l’ho scritto anche in qualche articolo, che l’unica strada, ma sarebbe più corretto dire “viottolo”, che abbiamo davanti a noi sia quella di fare rete. Cioè avere contatti e mandarsi segnali con altri gruppi e altre esperienze. Non per fare un partito o un movimento, che sarebbe non realistico e, in ogni caso, destinato alla sconfitta, ma per conoscersi, aiutarsi, verificare ciò che si ha o si può mettere in comune, costruire le premesse per eventuali scambi. Creare, per quanto sia possibile, le condizioni per una sensibilità diffusa, per renderci consapevoli che il tempo stringe.
continua in
https://volerelaluna.it/che-fare/2021/10/26/non-pensare-a-un-partito-semplicemente-riprendere-a-respirare/

26  ottobre
Allerta Covid in Cina: Lanzhou in lockdown. Vaccini per i bambini da 3 anni
Dopo quella di Wuhan, intanto, anche la maratona di Pechino del 31 ottobre, dove erano attesi circa 30.000 partecipanti, è stata rinviata fino a nuovo avviso
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/allarme-covid-cina-lockdown-Lanzhou-vaccino-per-bambini-dai-3-anni-c013e9fc-a2bb-4082-9cb0-1dfafe7b1bd0.html

26 ottobre
Yemen: Il 60% dei bambini lascia le scuole attaccate. 1 su 5 rischia violenze e la vita
Sono 460 le scuole colpite dal fuoco incrociato, nella guerra civile per il controllo dei pozzi di petrolio. 400mila il numero della dispersione scolastica
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Yemen-Il-60-per-cento-dei-bambini-non-va-a-scuola-1-su-5-rischia-violenze-e-la-vita-d3d31499-6c9e-4e95-a352-37b25445c70f.html


Milano. Parrocchie, monasteri e carceri: i luoghi del Festival della Missione
Dalle carceri ai monasteri, dalle scuole alle parrocchie. Fino alle Colonne di San Lorenzo. Sono molteplici, i luoghi toccati dal Festival della Missione – che si terrà a Milano dal 29 settembre al 2 ottobre 2022 – e dal percorso del Prefestival che fino all’agosto prossimo ne anticiperà i temi, con iniziative in diverse regioni d’Italia. E sono molteplici le storie, i volti, i nomi chiamati a dare voce al mondo della missione. E ai mondi in cui la missione porta il messaggio del Vangelo. Ecco: «Sono le storie il focus del Festival. Perché i concetti sono disincarnati e dividono, mentre sono le storie a fare la vita», spiega Lucia Capuzzi, inviata di Avvenire e direttrice artistica della manifestazione promossa dalla Fondazione Missio e dalla Cimi (Conferenza degli Istituti missionari in Italia) con la diocesi di Milano
continua in
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/fra-parrocchie-monasteri-e-carceri-il-percorso-verso-il-festival-della-missione

Tutto quello che volete conoscere del Festival lo trovate nel sito ufficiale
https://www.festivaldellamissione.it/


27 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Il Ddl Zan affossato da 154 senatori, la tregua dal maltempo a Catania e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 27 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il Ddl Zan è stato bloccato in Senato: 154 senatori hanno votato a favore della cosiddetta “tagliola” chiesta da Lega e Fratelli d’Italia in una votazione a scrutinio segreto che ha visto i sostenitori del testo fermarsi a 131. Ai microfoni di Radio Popolare il commento di chi, come Luca Paladini e Gabriele Piazzoni, si erano battuti per l’approvazione del testo contro l’omotransfobia. A Catania in queste ultime ore la pioggia ha dato una tregua alla città, ma la situazione potrebbe tornare critica a partire da domani. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-27-ottobre/

27 ottobre
Ddl Zan, il cardinale Bassetti: necessario un dialogo aperto e non pregiudiziale
La presidenza della Cei aveva espresso perplessità sul testo con due note. «Anche la voce dei cattolici può contribuire»
Oggi, a voto segreto, il Senato ha approvato la richiesta di non passare al voto degli articoli del ddl Zan. Di conseguenza è stato rimanda in Commissione, dove non potrà essere rimessa in pista prima che passino sei mesi, il controverso testo che si propone di combattere omofobia e omotransfobia e che ha però sollevato le perplessità di molti giuristi per la definizione di “identità di genere”, per il rischio di configurare un reato di opinione e per la norma che introduce il “gender” nelle scuole statali e paritarie, anche quelle confessionali. Di seguito il commento del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/nota-cardinale-bassetti-presidente-cei-bocciatura-legge-zan-senato

27 ottobre
Labour 20, ripartire dal lavoro
Davide Orecchio  –  Collettiva
Le richieste dei sindacati ai grandi della Terra. Un’occasione di confronto tra più di cento personalità italiane e internazionali: dirigenti delle organizzazioni dei lavoratori, ministri, decisori e analisti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/10/27/news/labour_20_ripartire_dal_lavoro-1594833/

Susanna Camusso. L20, la sfida del lavoro giusto
Bisogna ribadire, in vista del G20 di ottobre, le scelte necessarie per affrontare la transizione climatica e digitale con piena sostenibilità sociale, implementando i servizi pubblici e rafforzando la democrazia
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/10/27/news/l20_la_sfida_del_lavoro_giusto-1594267/

27 ottobre
Voi G20 noi il futuro
Il 30 e 31 Ottobre si riuniranno a Roma governi del G20, i 20 Paesi del mondo che vantano di rappresentare i due terzi del commercio, l’80% del PIL mondiale, ma anche il 75% delle emissioni di gas serra globali.
In altre parole: gli stessi poteri, le stesse ricette, gli stessi interessi, la stessa ingiustizia che ci hanno portato nella crisi e nella pandemia.
Come accade ad ogni edizione, i rappresentati di soli 20 Paesi continueranno a decidere le sorti del mondo intero, guidati dai consigli delle grandi multinazionali e silenziando le richieste della società civile, sistematicamente esclusa dalle discussioni.
continua in
https://transform-italia.it/voi-g20-noi-il-futuro/

27 ottobre
La legge contro l’omotransfobia
Il Senato blocca il Ddl Zan e approva la ‘tagliola’ con 154 sì e 131 no
La norma si infrange contro il muro alzato da Lega e FdI Salvini: “Sconfitta l’arroganza Pd-M5s”. Vito lascia gli incarichi in Forza Italia: “Coerente con le mie idee”.
Letta: con i loro inguacchi vogliono fermare il futuro
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ddl-zan-senato-approva-tagliola-con-154-si-131-contrari-1fe24693-dbf1-47c2-bc3e-00fd2b1a52f6.html

27 ottobre
Il Cdm approva il Dl sul Recovery Plan. In corso cabina di regia sulla Manovra
Potrebbe arrivare domani in Cdm il ddl sulla concorrenza. Proposta una stretta sul reddito di cittadinanza: riuzione dell’assegno già a partire dalla seconda proposta di lavoro rifiutata
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Palazzo-Chigi-Cdm-su-Recovery-cabina-di-regia-sulla-Manovra-54caa303-7f65-47a5-a039-4d1af2c2c13a.html

27 ottobre
Maltempo a Catania, il prefetto chiede l’intervento dell’Esercito
Il Sindaco di Catania: “Ci aspettano giorni difficili”. L’Ue pronta a fornire assistenza. Geologi: “Riprogettare sviluppo territorio”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/maltempo-notte-di-tregua-a-catania-timore-per-medicane-vertice-in-prefettura-con-curcio-1954c54b-6218-4383-8bee-b0081251ec83.html

27 ottobre
Inquinamento da plastica: Coca-Cola batte tutti
Checchino Antonini  –  Popoff
Seguono i “soliti noti”: Pepsi, Nestlé, Procter & Gamble, Mondelēz, Philip Morris, Danone, Mars e Colgate. Il Brand Audit 2021
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/27/inquinamento-da-plastica-coca-cola-batte-tutti/

27 ottobre
Y: L’ultimo uomo, la serie tv vittima della pandemia
Alice Cucchetti  –  Radio Popolare
La serialità televisiva ci ha regalato una grande varietà di distopie, ovvero di racconti ambientati in un futuro prossimo in cui qualcosa è andato orribilmente storto. Si potrebbero chiamare, anche, anti-utopie, e sono il sottofilone fantascientifico che più apertamente utilizza un’ambientazione futura per criticare il presente.
continua in
https://www.radiopopolare.it/y-lultimo-uomo-la-serie-tv-vittima-della-pandemia/

27 ottobre
Piccoli morti di fame a Kabul. Una strage senza bombe uccide otto bimbi e la pietà
Marina Corradi  –  Avvenire
Erano otto fratellini, dagli otto anni ai diciotto mesi, nati uno in fila all’altro come accadeva cento anni fa nelle nostre campagne. Attorno, Kabul: l’arrivo dei taleban, gli arresti, le fughe, le vendette. Il padre e la madre di quegli otto, un giorno, non sono tornati. Morto il padre, della madre malata di cuore e ricoverata non si conosce il destino, affermano un parlamentare afghano e Save the Children, che denunciano come gli otto fratelli siano morti di fame. Li hanno trovati in casa, rannicchiati a terra, abbracciati. Chi ha rimosso i corpi li ha pietosamente coperti con un telo: ma – ed è la foto che compare su web e giornali – dal telo spuntano due paia di scarpe da ginnastica, un paio rosa, un paio azzurro.
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/una-strage-senza-bombe-uccide-otto-bimbi-e-la-piet

27 ottobre
Il discorso di Jeffrey Sachs al summit delle Nazioni Unite sul cibo
kriticaeconolica.com  Pubblichiamo la traduzione italiana del discorso che Jeffrey Sachs ha tenuto al Food Systems Pre-Summit delle Nazioni Unite il 27 luglio 2021
continua in
https://www.kriticaeconomica.com/jeffrey-sachs-pre-summit-food-system-nazioni-unite/



28 ottobre
La prima manovra finanziaria dell’era Draghi, l’allerta rossa per l’arrivo del ciclone mediterraneo e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 28 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il Consiglio dei Ministri ha approvato la manovra finanziaria, la prima legge di bilancio dell’era Draghi. All’indomani dell’affossamento al Senato del ddl Zan, oggi la comunità LGBTQ+ e tutto il mondo dei diritti civili ha iniziato a mobilitarsi con una grande manifestazione all’Arco della Pace. E sempre a Milano è prevista stasera la manifestazione spettacolo in supporto dei cinque attrezzisti messi alla porta dalla multinazionale Fremantle che produce X Factor. È allerta rossa in gran parte del Sud del Paese per l’arrivo del ciclone mediterraneo Medicane, che dovrebbe toccare terra nel corso della notte. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia e nel Mondo
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-28-ottobre/

28 ottobre
Cdm approva la Manovra. Draghi: “Legge espansiva che accompagna la crescita, sarà ben oltre il 6%”
“Soddisfatti, lavoro veramente notevole e condiviso” afferma il premier nella conferenza stampa che illustra le misure della legge di bilancio. In 3 anni taglio delle tasse per 40 miliardi, 24 a cuneo fiscale. Sulle pensioni, l’obiettivo è il pieno ritorno al contributivo
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Manovra-ok-Cdm-Draghi-Legge-espansiva-che-accompagna-la-crescita-3827a0c1-01bd-4ccb-9973-ad1e5a3fa4d0.html

28 ottobre
Manovra, la Fiom proclama otto ore di sciopero
La decisione è stata presa dall’assemblea generale dei meccanici della Cgil: “Urgente la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/28/news/la_fiom_proclama_otto_ore_di_sciopero-1599729/

28 ottobre
Giorgio Cremaschi. LA TEORIA FALSA E REAZIONARIA PER TAGLIARE LE PENSIONI
Rispondendo a Marta Collot , che a Di Martedì su La7 aveva ricordato il massacro sociale della legge che porta il suo nome, Elsa Fornero ha affermato che l’età della pensione aumenta perché i giovani che lavorano sono pochi e precari. Così ha mostrato ancora una volta di odiarli i giovani, ai quali nel passato aveva dedicato l’aggettivo “choosy”, schizzinosi, perché non sempre pronti a lavorare sessanta ore a settimana per tre euro all’ora.
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=2685872688388999&set=a.1496618270647786

28 ottobre
Fracassi: «Non è una manovra per giovani»
Roberta Lisi  –  Collettiva
Su fisco, previdenza, donne e precarietà, la finanziaria che va delineandosi non risponde ai bisogni del Paese. Per la vicesegretaria Cgil si gioca allo scaricabarile per non assumersi la responsabilità di scelte passate e presenti: “Noi non ci stiamo, Draghi ci ascolti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2021/10/28/news/fracassi_non_e_una_manovra_per_giovani_-1597771/

28 ottobre
MOZIONE FINALE DEL SINDACALISMO DI BASE E CONFLITTUALE DOPO LO SCIOPERO GENERALE DELL’11 OTTOBRE: DARE CONTINUITÀ AL PERCORSO UNITARIO
N.d.R.: con un comunicato stampa emesso ieri 27 ottobre 2021, i sindacati di base conflittuali che hanno organizzato unitariamente lo sciopero generale dell’11 ottobre scorso dichiarano la loro determinazione a continuare insieme verso un percorso di unità, se sono rose, dunque, fioriranno ed Union, che non può che essere felice della scelta, si augura il compimento di una vera unità di intenti ed azione a beneficio dei lavoratori italiani e dei diritti ormai sempre più negati
continua in
https://www.union-net.it/mozione-finale-del-sindacalismo-di-base-e-conflittuale-dopo-lo-sciopero-generale-dell11-ottobre-dare-continuita-al-percorso-unitario/

28 ottobre
Ddl Zan: in tanti a Milano contro la stop
ANSA  –  Manifestanti, vergogna per chi ha riso al Senato
Erano in tanti, alcune migliaia, all’Arco della Pace di Milano, a protestare contro la bocciatura, da parte del Senato, del Ddl Zan contro l’omofobia.
Sono anche state accese migliaia di luci nel presidio promosso dai Sentinelli di Milano, da Arcigay, dal Coordinamento Arcobaleno e altri.
In molti hanno quindi aderito chiedendo che “i senatori si prendano la responsabilità di quanto è successo”. “La manifestazione – è stato detto – rappresenta la scollatura tra la gente e la politica”. “Vergogna”, è stato scandito più volte verso coloro che “hanno riso di fronte alla negazione dei diritti civili”

28 ottobre
Maltempo: in attesa del ‘Medicane’ Catania deserta si barrica
Il picco del “ciclone mediterraneo” o “Medicane” è atteso per domani. Si temono nuovi danni e forti disagi soprattutto lungo la costa orientale. Trovato il corpo della donna dispersa a Scordia, le vittime accertate sono 3
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Maltempo-burrasca-forza-sette-su-Stretto-di-Sicilia.-isola-un-ciclone-tropicale-09ff202a-b4fc-47af-babb-63e013e4379c.html

Emergenza maltempo Catania, De Caudo (Cgil): «clima che cambia, mancata manutenzione e cementificazione stanno tropicalizzando la Sicilia»
Giorgio Sbordoni  –  Collettiva
Ieri il nubifragio ha lasciato la città e la provincia sott’acqua. La Cgil si è attivata fin da subito per dare un aiuto concreto, ma il pericolo, mentre si contano i danni, non è ancora passato. Intervista al segretario generale della Camera del Lavoro etnea
continua in 
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/27/news/emergenza_maltempo_catania_de_caudo_cgil_clima_che_cambia_mancata_manutenzione_e_cementificazione_stanno_tropicalizzan-1596498/

28 ottobre
Medicane, il nuovo mostro che il riscaldamento globale ci porta in casa
Ugo Leone  –  Strisciarossa
Gli ultimi giorni di un ottobre che presto verrà registrato fra i più caldi del secolo si connotano anche con una novità. Una novità meteorologica che si è presentata col nome abbastanza nuovo di ciclone mediterraneo. Un fenomeno meteorologico che per le caratteristiche (un ciclone) e per l’area interessata (il Mediterraneo) viene indicato con una parola che va ad arricchire il nostro vocabolario: medicane. Nome che deriva da MEDIterranean hurriCANE, cioè uragano del Mediterraneo.
continua in
https://www.strisciarossa.it/medicane-il-nuovo-mostro-che-il-riscaldamento-globale-ci-porta-in-casa/

28 ottobre
I grandi a Roma per il G20: week end blindato, 5.300 unità di rinforzo vigileranno sul territorio
Nell’area del centro congressi La Nuvola è prevista l’istituzione di una zona di massima sicurezza. Ripristinati i controlli alle frontiere nazionali
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Vertice-G20-Roma-5300-unita-di-rinforzo-per-la-sicurezza-cb4880b1-7f27-4ca6-b913-ee418c556a3b.html

28 ottobre
E noi come stiamo? Tuttə a Roma contro Draghi e il G20
Checchino Antonini  –  Popoff Quotidiano
Crescono le adesioni al corteo del 30 ottobre mentre il governo Draghi blinda la città per “proteggere” il suo G20
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/10/28/no-g20-appello-e-info-per-manifestare/

28 ottobre
Diritti umani, diritto disumano
Luigi Ferrajoli  –  Volere la Luna
La nostra civiltà giuridica e politica rischia di naufragare in un mare di vergogna. La vergogna consiste anzitutto nelle innumerevoli violazioni del diritto internazionale e dei diritti fondamentali stabiliti nella nostra Costituzione e nella Carta europea dei diritti in tema di libertà personale, di diritto d’asilo, di divieto di respingimenti collettivi e di dovere di soccorso in mare. Ma c’è un’altra vergogna, forse ancor più grave perché in grado di minare le basi sociali della nostra democrazia.
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/10/28/diritti-umani-diritto-disumano/

Squid

Adriano Sofri. Mi ha detto: “Non puoi fare a meno di vedere Squid Game: saresti tagliato fuori”. L’ho ignorata. Essere tagliato fuori è un po’ come tagliar fuori, un ideale di vita.
Poi mi ha detto: “Non sai che cosa perdi: è una rappresentazione cruda, brutale, della lotta di classe. Come al Colosseo, gli schiavi per debiti si uccidono fra loro”. Fossi scemo, a guardare una cosa così.
Alla fine mi ha detto: “Davvero non l’hai ancora visto? Ma lo sai che i bambini lo guardano, e anche le bambine, e poi lo mettono in scena per gioco nella ricreazione?” Allora l’ho guardato, perché ho avuto paura per i bambini.
Ora ho paura dei bambini, e anche delle bambine

28 ottobre
Bitcoin: un’utopia libertaria o uno strumento nelle mani della finanza globale?
Pietro Bottazzi  –  La Fionda
E’ notizia recente che lo stato di El Salvador ha legittimato l’utilizzo del bitcoin sul territorio nazionale come mezzo di pagamento – accanto alla valuta ufficiale che è il dollaro statunitense -, primo stato al mondo ad aver reso legale la criptomoneta nel proprio sistema economico e finanziario[1]. Già da tempo nei paesi che si distinguono per una scarsa diffusione di infrastrutture bancarie, o in cui vi è poca o nessuna possibilità di accesso al credito, le persone utilizzano le valute digitali come surrogato delle monete ufficiali per  le necessità quotidiane.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/28/bitcoin-unutopia-libertaria-o-uno-strumento-nelle-mani-della-finanza-globale/

28 ottobre
Chi è il generale che ha guidato il golpe in Sudan?
Martina Stefanoni  –  Radio Popolare
Abdel Fattah al-Burhan è il generale dell’esercito sudanese che ha guidato il golpe dei giorni scorsi e che ora è a capo della nuova giunta militare. Fino al 2019, era poco conosciuto, non era mai apparso in pubblico e aveva sempre mantenuto un basso profilo. Nel 2019, è uscito allo scoperto e ha preso parte al golpe contro il dittatore Omar al-Bashir, sulla scia delle proteste popolari scoppiate contro il suo regime. Al tempo era solo uno dei generali, ma il giorno dopo il colpo di stato è stato scelto per guidare il governo transitorio.
continua in
https://www.radiopopolare.it/chi-e-il-generale-che-ha-guidato-il-golpe-in-sudan/


28 – 30 ottobre Torino. 10a edizione del premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo
Ispirati dal romanzo di Louis- Ferdinand Céline, gli organizzatori hanno scelto come tema “Al termine della notte. La transizione nel XXI secolo”. Le domande alle quali si cercherà una risposta sono “Siamo finalmente giunti al termine della notte? Quale transizione sta attraversando il nostro secolo? E quale notte sta vivendo il giornalismo investigativo in Italia?”.  A rispondere saranno 53 speaker: giornalisti, esperti, comunicatori, accademici, rappresentanti della società civile del nostro Paese
Informazioni e programma in
https://www.premiorobertomorrione.it/news/al-termine-della-notte-le-giornate-di-premiazione-tornano-a-torino/


Tutti insieme per My Favorite Things
Luca Billi – Allonsanfan

Chi ha scritto My Favorite Things? John Coltrane, diranno subito i miei piccoli lettori. No, avete sbagliato. Ma state tranquilli, non siete gli unici ad aver fatto questo errore, ricordando di aver ascoltato questo bellissimo pezzo suonato dal sassofono del geniale jazzista americano. Lui stesso una volta ha detto: “Molti pensano, sbagliando, che My Favorite Things sia una mia composizione; vorrei tanto averla scritta io, ma è di Rodgers e Hammerstein”
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/10/28/my-favorite-things-tutti-insieme-coltrane-andrews/?fbclid=IwAR1aobv8nVpbJq7HGwQPf5Yu7eHBQ0HPtLlvjfTh4bD9tkKzbGmT3Or0GJ8



29 ottobre
Incidenti sul lavoro: due operai morti, uno nella Reggia di Caserta, l’altro nel Cuneese
Incidente nella Reggia di Caserta, vittima un 49enne regolarmente assunto. L’altra vittima a Bagnolo Piemonte, precipitata da un traliccio
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/incidenti-lavoro-operai-morti-caserta-cuneese-750665b9-808c-4b20-90ea-12ff329b807f.html

29 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
I dubbi di Letta dopo la sconfitta in Senato, la prima assemblea sindacale retribuita dei rider e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 29 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il segretario del PD Enrico Letta sta ancora facendo i conti con la sconfitta in Senato sul Ddl Zan, mentre quello che sta per iniziare si preannuncia un fine settimana di grandi manifestazioni per i diritti civili. Oggi in piazza del Cannone a Milano si è tenuta la prima e storica assemblea sindacale retribuita di ciclofattorini di JustEat. Domani, invece, i segretari di Cgil, Cisl e Uil si riuniranno per decidere come reagire alla manovra economica presentata dal governo e che sarà esaminata dal Parlamento. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-29-ottobre/

29 ottobre
Roma blindata per il G20 Biden a Draghi: “Lavoro straordinario”. Lungo colloquio con Papa Francesco
Biden: “Stai facendo un lavoro straordinario qui! Abbiamo bisogno di mostrare che le democrazie possono funzionare e che possiamo produrre un nuovo modello economico.Tu lo stai facendo”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Il-Presidente-Usa-Joe-Biden-Vaticano-incontra-Papa-Francesco-409d647f-9cac-41b3-acef-271f0f7e916f.html


29 ottobre
Labour 20
Un messaggio forte e chiaro
Dalla due giorni di confronto, a Roma, il movimento sindacale internazionale esce rafforzato nelle sue richieste al G20: un piano globale di vaccinazione contro il Covid-19, un modello di sviluppo più giusto che investa in occupazione di qualità e rispettosa del clima
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/10/29/video/labour_20_un_messaggio_forte_e_chiaro-1599835/

29 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
I dubbi di Letta dopo la sconfitta in Senato, la prima assemblea sindacale retribuita dei rider e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di venerdì 29 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il segretario del PD Enrico Letta sta ancora facendo i conti con la sconfitta in Senato sul Ddl Zan, mentre quello che sta per iniziare si preannuncia un fine settimana di grandi manifestazioni per i diritti civili. Oggi in piazza del Cannone a Milano si è tenuta la prima e storica assemblea sindacale retribuita di ciclofattorini di JustEat. Domani, invece, i segretari di Cgil, Cisl e Uil si riuniranno per decidere come reagire alla manovra economica presentata dal governo e che sarà esaminata dal Parlamento. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-28-ottobre/

29 ottobre
In Sicilia arriva Apollo, allagamenti e città isolate. Musumeci: “Restate a casa”
Augusta isolata, la Provincia di Siracusa “Colpita in pieno”. Aeronautica: miglioramento domani in tarda mattinata. Apollo da Siracusa verso Catania
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Maltemp-allarme-rosso-per-il-sud-del-Paese-dopo-che-le-inondazioni-improvvise-hanno-colpito-la-Sicilia-1ddeb654-2e5f-47de-80bb-7f12f638a24a.html

29 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 29 ottobre: 5.335 nuovi positivi e 33 le vittime. Tasso di positività all’1,1%
Nelle ultime 24 ore si sono registrati in Italia sono 5.335 i nuovi positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. In aumento rispetto a ieri, quando erano stati 4.866. Sono invece 33 le vittime in un giorno, 17 in meno rispetto al giorno precedente. Il numero dei nuovi positivi è emerso da 474.778 i tamponi molecolari e antigenici. Il tasso di positività è all’1,1%, in aumento rispetto allo 0,85% di ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/29/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_29_ottobre-324254409/

29 ottobre
Tassazione globale, clima e vaccini
G20 Salute e Finanza: ok unanime dei ministri su vaccinazioni globali
Speranza: impegno 40% vaccinati mondiali nel 2021, 70% entro la metà 2022. Gentiloni: cercare collaborazione tra chi si occupa di bilanci pubblici e sanità
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/G20-salute-e-finanza-covid-vaccinazioni-globali-Speranza-db900da3-3730-4a72-aecb-6628c45403f3.html

29 ottobre
La necessaria risposta “di classe” alla manovra del governo
Marco Sferini  –  La Sinistra Quotidiana
La scrittura delle manovre di bilancio dello Stato è un esercizio piuttosto tecnico dove la politica esercita il suo ruolo di comprimario con la dettatura che le fa il regime economico. Se si prende in mano qualunque testo che tenta di semplificare l’elencazione delle misure che il governo sta approntando nel breve e medio termine, sostenute da 30 miliardi di euro (di cui 23 e passa finanziati dal debito pubblico), si potrà assistere ad uno sciorinamento di cifre che lì per lì paiono asettiche e che invece determinano dei salti di qualità e di squalificazione notevoli a seconda del ceto sociale cui si appartiene
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/la-necessaria-risposta-di-classe-alla-manovra-del-governo/

29 ottobre
Dove va l’economia globale
Fabrizio Russo  –  La Fionda
Non faccio parte della massa che crede nella transitorietà dell’inflazione. I privati stanno allocando tutti i loro capitali in settori dove i players, principalmente “software-centrici”, in rapida crescita stanno “cannibalizzando” le aziende concorrenti nel mondo”. (n.d.r.: Pensiamo, ad esempio, all’impatto che ha esercitato ed esercita Amazon sulle strutture distributive regionali o nazionali e sui piccoli esercizi commerciali, che divengono spesso obsoleti ed incapaci di rimanere sul mercato). Ha quindi proseguito: “Il punto è che il problema non è solo investire capitali in aziende che “effettivamente” producono e realizzano cose o forniscono altri tipi di servizi che le persone trovano meno interessanti, anche solo per una questione di prezzo: il punto è che, anche grazie a questo fenomeno di cannibalizzazione, ora ci stiamo trovando di fronte alla carenza di prodotti e servizi se questi hub software-centrici di distribuzione non riescono a tenere il passo! Il fenomeno non è da poco e rappresenta uno dei driver attuali dell’inflazione “across the board
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/29/leconomia-globale-ha-bisogno-di-tassi-di-interesse-piu-elevati/

29 ottobre
Indagine sulla diffusione della pandemia 007 Usa: “Il Coronavirus non è stato diffuso come arma batteriologica”
Era stato il presidente Usa, Joe Biden, a chiedere un’indagine internazionale seria sulle origini del Covid e ad istruire l’intelligence Usa per raccogliere il massimo di informazioni disponibili su quel che accadde veramente alla fine del 2019 in Cina –
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/007-usa-coronavirus-arma-batteriologica-diffuso-0ba29afd-51eb-43cf-b00c-e0676619c811.html

29 ottobre
Brancaccio: “Il ddl Zan affossato anche dal liberismo, che Letta finge di non vedere”
Daniele Nalbone  –  MicroMega
L’economista Emiliano Brancaccio critica il segretario del Pd, per il quale “il liberismo in Italia non c’è mai stato”. Ma i dati indicano che l’Italia è stata un “laboratorio del liberismo”, che ha fatto danni non solo all’economia ma anche al tessuto sociale e culturale, creando così “un terreno favorevole alla propaganda oscurantista delle destre reazionarie”. Se il ddl Zan è stato affossato, dipende anche dal fatto che “un intero ceto politico ‘progressista’ si rifiuta di fare i conti con gli effetti liberticidi del liberismo”
continua in
https://www.micromega.net/intervista-brancaccio-letta-ddl-zan/

29 ottobre
La Galassia Netflix e le trasformazioni nel mondo del lavoro
Alessandro Alfieri  –  La Fionda
Il successo delle nuove series è testimoniato dal ruolo cardine da esse assunto nell’immaginario: i referenti più efficaci e più influenti nella ridefinizione continua delle categorie di riferimento, dei criteri di strutturazione del comportamento, dei principi di relazionalità intersoggettiva, si sono repentinamente spostati dall’immaginario cinematografico a quello seriale.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/10/29/la-galassia-netflix-e-le-trasformazioni-nel-mondo-del-lavoro/

29 ottobre
Landini a Piacenza per i 130 anni di Cgil. “La manovra deve creare lavoro stabile”
Nella sala più bella della città, a Palazzo Gotico, nel rispetto delle normative anti Covid, la Cgil di Piacenza, prima Camera del Lavoro italiana nata nel 1891, ha celebrato i 130 anni in presenza del segretario generale Maurizio Landini.
La centralità del lavoro, le pensioni, le donne, i giovani, il disagio sociale: tanti i temi di attualità. Landini è stato intervistato dal direttore di Sky Tg 24 Giuseppe De Bellis
continua in
https://www.liberta.it/luoghi/piacenza/2021/10/29/landini-a-piacenza-per-i-130-anni-di-cgil-la-manovra-deve-creare-lavoro-stabile/


29 ottobre
Paola Furlan. Il 29 ottobre 1927 nasce Nazario Sauro Onofri, partigiano, giornalista, scrittore, storico, autore di numerose pubblicazioni sulla Lotta di Liberazione, il movimento socialista e il sindacato, i giornali e la stampa bolognese. Il padre Gino è partigiano aderente al Partito d’Azione, inquadrato nell’8a Brigata Masia Giustizia e Libertà come la madre Candia che falsifica in casa i documenti per gli ebrei e la Resistenza
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=887191738597422&set=a.113499212633349


29 ottobre
Mostra fotografica Closer @Bologna Attiva
Dal 30 ottobre al 13 novembre 2021, negli spazi di Bologna Attiva, presso DumBO, sarà visitabile la doppia mostra Closer @Bologna Attiva con le foto di Margherita Caprilli e Giulio Di Meo. Il 30 ottobre alle ore 16 è previsto un incontro inaugurale con gli autori e una visita guidata dell’allestimento
continua in
http://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/45-uncategorised/2744-mostra-fotografica-closer-bologna-attiva

Il divario digitale delle persone anziane a Bologna
Gianluigi Bovini – Pandora rivista

Studiare, lavorare, curarsi e più in generale partecipare alla vita economica, sociale e culturale: durante la pandemia, che segna le nostre vite da oltre un anno e mezzo, queste attività fondamentali sono proseguite in molti casi solo grazie a un massiccio ricorso alle tecnologie digitali che hanno sostituito o integrato l’incontro in presenza con la comunicazione a distanza
continua in
https://www.pandorarivista.it/articoli/il-divario-digitale-delle-persone-anziane-a-bologna/


29 ottobre
Lucca Comics tra assenze e ritorni
Pietro Scarnera  –  Doppiozero
A riveder le stelle”. È all’insegna del celebre verso dantesco che Lucca Comics&Games si prepara a tornare “in presenza” nel centro storico della città toscana. Dopo un’edizione 2020 tutta virtuale, i padiglioni dedicati a fumetto, giochi, musica e cinema animeranno le vie di Lucca dal 29 ottobre al 1° novembre. Sarà tuttavia un’edizione caratterizzata dalle assenze. Tra gli stand degli editori di fumetti mancheranno i due nomi più importanti: Sergio Bonelli Editore (casa di Tex e Dylan Dog) e Panini Comics (che pubblica tutti gli eroi Marvel, oltre a molti altri titoli) hanno infatti deciso di non partecipare a nessuna fiera in questa seconda parte del 2021, valutando ancora rischiosa l’attuale situazione sanitaria. Il festival ha comunque preso alcune precauzioni: il tetto massimo di presenze è fissato a 20 mila al giorno, si potrà entrare solo se muniti di biglietto e green pass e al chiuso si porteranno le mascherine. C’è anche un decalogo che spiega le regole di questa edizione così particolare
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/lucca-comics-tra-assenze-e-ritorni


30 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
Al via il G20 a Roma, i sindacati contro la Manovra di Draghi e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 30 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il G20 di Roma si apre con tante promesse e un passo indietro sul clima. Nella bozza di accordo mancano impegni concreti sulla riduzione delle emissioni inquinanti. Sui vaccini l’intenzione è quella di immunizzare il 70% del mondo entro il prossimo anno. Confermata, invece, la tassa minima sulle grandi Corporation. Per le strade di Roma sfila l’alternativa al G20: movimenti, associazioni, studenti e operai hanno manifestato per chiedere risposte urgenti ai leader mondiali. I sindacati hanno deciso di dare il via a una serie di iniziative a livello regionale con assemblee sui luoghi di lavoro e manifestazioni locali contro la Manovra. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-30-ottobre-2021/

30 ottobre
Riforme oggi, e austerità dietro l’angolo
coniarerivolta.org

Anche stavolta, il tempo poteva essere galantuomo, ma non lo è stato. Mentre assistiamo ad un decisivo cambio di passo nel percorso di riforme in chiave neoliberista, le ultime notizie sul fronte dell’entità del sostegno pubblico all’economia non lasciano particolari dubbi su quale sarà l’atteggiamento dell’esecutivo Draghi in tema di politiche di bilancio per i prossimi anni. Come nostro solito, procediamo per gradi e cerchiamo di comprendere cosa sta accadendo in questi mesi concitati del primo, si spera, post-pandemia
continua in
https://coniarerivolta.org/2021/10/30/riforme-oggi-e-austerita-dietro-langolo/

30 ottobre
I Grandi della Terra a Roma su clima e lotta alla pandemia G20: sì alla tassa minima globale, strada in salita per l’intesa sul clima
Il premier accoglie i leader del G20 alla Nuvola all’Eur: “La pandemia ci ha diviso, ma anche il nazionalismo e il protezionismo”, dice. Sostegno ampio alla tassazione minima globale. Biden: “Aiuterà le persone”. Putin chiede il riconoscimento del vaccino Sputnik. Foto allargata con medici, infermieri e operatori sanitari. Mattarella: multilateralismo è sola risposta alle sfide
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/G20-a-Roma-Via-al-summit-con-Biden-Draghi-e-gli-altri-leader-su-clima-e-lotta-alla-pandemia-1a1cb8cb-c86d-4cf0-9f8a-753d025aa3ee.html

30 ottobre
G20, sabato di cortei a Roma: sfilano sindacati, lavoratori, ambientalisti e studenti
Protesta da Piazzale Ostiense alla Bocca della Verità. “Voi la malattia, noi la cura” tra i tanti striscioni. Gli studenti per il clima: “Fuori è un caldo innaturale”. Sit-in in piazza San Giovanni “contro Draghi e i potenti”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/G20-sabato-di-cortei-a-Roma-sindacati-lavoratori-ambientalisti-e-studenti-89829408-9685-4c33-a625-067008dd3bf5.html

30 ottobre
Non più soltanto una lotta ecologista…
Marco Sferini  –  La Sinistra Quotidiana
La lotta è giusta, perché muove da una presa di coscienza altrettanto nobile e doverosa. La lotta è ritmo, scandito dagli slogan dei giovani studenti, è corteo, è manifestazione, è striscioni e cartelloni su cui campeggiano bellissimi inni alla rivolta sociale: “No alla scuola dei padroni
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/non-piu-soltanto-una-lotta-ecologista/

30 ottobre
Bonomi: crescita Pil importante ma è un rimbalzo. Sbarra: decisa mobilitazione
“La strada da fare è ancora lunga” dice il presidente di Confindustria. Si tornerà ai livelli pre-Covid nel 2022. Sulla manovra il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, precisa: “Poche luci e molte ombre”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Bonomi-Confindustria-Pil-Unindustria-Calabria-Sbarra-Cisl-mobilitazione-unitaria-Roberto-Occhiuto-05b62b26-a7d3-40f4-bbfb-c5de0d7ac21d.html

30 ottobre
Cambiare la Legge di stabilità: Cgil, Cisl e Uil avviano la mobilitazione
I sindacati rilanciano le proposte in tema di fisco, pensioni e lavoro. “La manovra va cambiata sulla base delle piattaforme unitarie presentate a Palazzo Chigi”. Al via assemblee nei luoghi di lavoro e manifestazioni regionali. Non si esclude un’iniziativa nazionale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/30/news/cambiare_la_legge_di_stabilita_cgil_cisl_uil_avviano_la_mobilitazione-1603877/

30 ottobre
Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 30 ottobre: 4.878 nuovi casi e 37 morti. Iss: 1 caso su 4 under 20
Nelle ultime 24 ore in Italia si registrano 4.878 nuovi casi di coronavirus e 37 morti, per un totale di per un totale di 132.074 da inizio epidemia. Ieri i nuovi contagi in Italia erano stati 5.335 e 33 le vittime. Sono i dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del covid 19 in Italia. I tamponi eseguiti sono stati 477.352 (tremila più di ieri), con un indice di positività all’1%.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/10/30/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_30_ottobre_-324356891/

30 ottobre
Consumo di suolo, cementificazione, smaltimento delle acque: la Sicilia è all’anno zero
Giovanni Pistorio  –  Collettiva
Su Collettiva l’analisi del segretario generale della Fillea Cgil regionale che invita tutti ad avere più coraggio, per fare le cose che servono ma anche per denunciare le mancanze e le responsabilità
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/30/news/consumo_di_suolo_cementificazione_smaltimento_delle_acque_la_sicilia_e_all_anno_zero-1603698/

30 ottobre
Afghanistan. Pechino guida la possibile integrazione regionale
Giacomo Marchetti  –  Contropiano
Al reiterato impasse delle cancellerie occidentali sull’Afghanistan, certificato dal vertice fallimentare del G20 svoltosi alcune settimane fa a Roma e voluto fortemente da Draghi, corrisponde una progressione evidente della diplomazia che non ha più i propri perni a Washington od in qualche capitale della “Vecchia Europa”
continua in 
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/10/30/afghanistan-pechino-guida-la-possibile-integrazione-regionale-0143500

30 ottobre
Bologna. L’urlo Lgbtqia riempie piazza Maggiore: “Vogliamo moltopiùdiZan!”
Dopo il corteo notturno di pochi giorni fa, nato come risposta immediata allo stop del Senato sul disegno di legge contro l’omotransfobia, a Bologna torna a levarsi l’urlo “moltopiùdiZan”. Oggi in migliaia hanno infatti partecipato ad una nuova manifestazione promossa da Rivolta Pride con concentramento in piazza Maggiore. “Il 27 ottobre siamo stat* testimoni dell’affossamento della Legge Zan
continua in
https://zic.it/lurlo-lgbtqia-riempie-piazza-maggiore-vogliamo-moltopiudizan/

30 ottobre
No green pass, quindicesimo sabato di proteste da Milano a Firenze
A Milano, giornalista di La7 aggredito da un manifestante: “Dovete andarvene”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/No-green-pass-manifestazioni-a-Milano-Trieste-e-Pisa-fe22a11f-7243-432a-8cc2-560b8032ce9f.html

30 ottobre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

30 ottobre
Pam Panorama, la voce dei lavoratori: «Non ce la facciamo più»
L’azienda decide di tagliare le ore di pulizie svolte dalle ditte in appalto, per chiederle ai propri dipendenti. Le condizioni sono sempre più drammatiche. Ecco i loro racconti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/10/30/news/pam_panorama_la_voce_dei_lavoratori_non_ce_la_facciamo_piu_-1602581/

30 ottobre
I mestieri del cinema rischiano i titoli di coda
Emanuele De Nicola  –  Collettiva
Sono attrezzisti, elettricisti, operatori, tecnici, sarti. Garantiscono il funzionamento di un set: senza di loro i film non ci sarebbero. Eppure in Italia stanno sparendo. Parla il direttore del premio Pellicola d’oro, Enzo De Camillis: “Non c’è più formazione, rilanciamola subito oppure ce li perdiamo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/culture/2021/10/30/news/i_lavori_del_cinema_a_rischio_sparizione-1597292/

30 ottobre
Fitel, Spadaro eletto nuovo presidente
Voto unanime dopo la due giorni di congresso della Federazione italiana tempo libero. “Siamo pronti a ripartire dopo un periodo difficile”. Succede a Loreno Coli
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/10/30/video/fitel_spadaro_eletto_nuovo_presidente-1603787/

30 ottobre
Undici spari contro Tullio e Giuseppe, disarmati e in fuga: “Uccisi intenzionalmente”. Palumbo rischia l’ergastolo
Il decreto di fermo di Palumbo, l’autotrasportatore che ha ucciso i giovani Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro a Ercolano, fornisce elementi agghiaccianti. Furono 11 i proiettili esplosi contro i due, disarmati e senza alcuna intenzione offensiva e per giunta anche in fuga. Secondo la Procura di Napoli è una “condotta intenzionale”. L’uomo con questi capi d’accusa rischia l’ergastolo
continua in
https://www.fanpage.it/napoli/ercolano-tullio-giuseppe-decreto-fermo/https://www.fanpage.it/


Siamo venuti a reclamare una piazza unica per le vertenze, per i movimenti, per le fabbriche, per le scuole, per i precari, per i disoccupati di questo Paese. Siamo venuti a dire che la via per realizzare questa unità sarebbe lo sciopero generale e generalizzato. Siamo venuti con la consapevolezza delle difficoltà, dell’apatia, dell’energia, della fatica, dell’allegria. Siamo venuti sapendo che Gkn si salva solo così. E quindi siamo venuti serenamente a metterci tutto. #insorgiamo

https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/photos/pcb.1590698851270563/1590698124603969/


31 ottobre
Le notizie di Radio Popolare
l “mumble mumble” del G20 a Roma, le terze dosi di vaccino, ancora no green pass e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di domenica 31 ottobre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Per i potenti della terra, l’emergenza ambientale non è un’emergenza. Nella bozza di intesa finale sul clima al vertice del G20 di Roma si prevede uno stanziamento di 100 miliardi per il clima ai Paesi a basso reddito e l’accordo sul limite della temperatura a 1,5° e non a 2. Dal G20 solo promesse: Draghi parla di “passi avanti”, ma ammette che i termini dell’accordo sono vaghi. Ora il testimone passa alla Cop26 di Glasgow, dove si capirà se le parole si trasformeranno in fatti concreti. Anche sui vaccini ai paesi poveri prevale la delusione: la promessa del 70% della popolazione mondiale vaccinata entro l’anno prossimo resta una dichiarazione d’intenti. Intanto il ministro Speranza spinge sulla terza dose di vaccini e dal mondo della scuola arriva la richiesta di organizzare il richiamo degli insegnanti. I manifestanti no green pass a Novara si sono travestiti da deportati. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-31-ottobre-2021/

31 ottobre
Il G20 si impegna sul tetto di 1,5 gradi, ma senza date
ANSA  –  Si chiude il G20 di Roma. C’è l’impegno a mantenere il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi, il riconoscimento che è scientificamente dimostrata la necessità di intervenire, ma dalla bozza finale del G20 di Roma scompare la deadline del 2050 per un mondo a zero emissioni sostituita da un più generico “entro o attorno” metà secolo
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/speciali/editoriali/2021/10/30/g20-seconda-giornata-vertice-a-centro-il-dossier-clima_54168a95-cbe4-469c-8daf-9d4fa20124f1.html

31 ottobre
Piccoli passi avanti contro l’emergenza climatica
G20, Draghi: “Tetto a 1,5°C è stato un successo, c’è l’impegno di tutti i Paesi”
“Accordo raggiunto grazie al lavoro degli sherpa”. “Senza cooperazione non andiamo da nessuna parte”. “C’è stata maggiore disponibilità di Cina e India su obiettivi clima”. Inizia la Cop26 a Glasgow. Boris Johnson: “se fallisce, fallisce il pianeta”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/g20-draghi-conferenza-stampa-successo-roma-nuvola-016774f0-3b54-4b5d-a576-c33bd60f2397.html

Il G20 si scorda dell’Afghanistan
Emanuele Giordana – Lettera 22
Il mondo nel suo complesso, nonostante l’ennesimo allarme Onu su una catastrofe imminente – sembra voler dimenticare rapidamente quella parentesi durata vent’anni e costata – solo a noi – circa 9 miliardi per il 95% devoluti alla spesa militare. Europa e Stati Uniti, gli attori della ventennale avventura, si muovono del resto in ordine sparso
continua in
https://www.lettera22.it/il-g20-si-scorda-dellafghanistan/

31 ottobre
La conferenza delle Nazioni Unite
Glasgow: al via la Cop26. Sharma: “È l’ultima chance per target 1,5 gradi”
Durante la pandemia “i cambiamenti climatici non sono andati in vacanza. Tutti i valori hanno oltrepassato i limiti, sono nella zona rossa”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cop-26-glasgow-7f32006d-e71b-421a-b90e-d42772b5ab44.html

31 ottobre
Riforme oggi, e austerità dietro l’angolo
Coniare Rivolta  https://coniarerivolta.org/
Anche stavolta, il tempo poteva essere galantuomo, ma non lo è stato. Mentre assistiamo ad un decisivo cambio di passo nel percorso di riforme in chiave neoliberista, le ultime notizie sul fronte dell’entità del sostegno pubblico all’economia non lasciano particolari dubbi su quale sarà l’atteggiamento dell’esecutivo Draghi in tema di politiche di bilancio per i prossimi anni
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/10/31/riforme-oggi-e-austerita-dietro-langolo-0143519

31 ottobre
Quegli undici colpi di pistola in una notte fredda e buia
Marco Sferini  –  La Sinistra Quotidiana
Le armi non mi piacciono. Non mi sono mai piaciute, fin da bambino. Allora ero meno pingue rispetto all’oggi: un bel frugolone pacioccoso e, strano ma vero…, persino biondo. Un bel vedere, insomma, per chi amava il Tenerone di Drive In e voleva sbatuffolarmi un po’ con qualche ganassino sulle guance (sarebbero quei gesti con due dita che si fanno – forse si facevano… – per coccolare i piccoli, per sfrugolarli e farli sorridere). Così, quando era carnevale, io mi vestivo da tutto tranne che da soldato, armigero o difensore dell’umanità con un fucile o una pistola in mano
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/quegli-undici-colpi-di-pistola-in-una-notte-fredda-e-buia/

error: Content is protected !!