2021 . 08 – Agosto

LAVORI IN CORSO

Non è una rassegna stampa, ma la mia personale raccolta di notizie, fatti, idee e persone che metto a disposizione  di quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose

” Forse la mia generazione doveva nascere solo per questo. Forse solo per questo verrà ricordata. Per aver accompagnato sulla soglia della storia quelli che nella storia non sono mai entrati. Quelli che la storia l’hanno sempre subita. Quelli che la storia non avevano degnato di uno sguardo. Quelli che i testi sacri della sinistra disprezzavano. Ci tenemmo per mano con le donne e gli uomini comprati e venduti, i carcerati, i rinchiusi nelle caserme, i senza casa i senza possibilità. Con loro formammo un ceto nuovo, che non c’era mai stato”
(Tano D’Amico)

Bobi e le ultime pagine di Calasso, un ritratto e un autoritratto
Luca Martini –  Allonsanfan
Forse, la sciatteria di buttare sul web e nei giornali una manciata di aneddoti qualsiasi è stata superata dall’indifferenza di un’estate arida, trascorsa con la testa altrove. Quasi che i lutti italiani di questi mesi – i lutti non causati da Covid – siano simbolicamente terminati ante vacanze con la scomparsa e la beatificazione di Raffaella Carrà.
Lei sì che ha rappresentato un’immagine dell’Italia, gli italiani li aveva toccati nel profondo, Roberto Calasso sembra di no. Sta di sbieco, l’uomo che aveva letto tutti i libri, in celebrazioni parche e un po’ loffie, sbiadite o scolastiche, quasi fatte per dovere. Forse è giusto così, Calasso era pure il diavolo come una volta dicevano in giro alcuni intellettuali organici e i protocomplottisti…
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/08/01/calasso-morte-bobi-meme-adelphi/



1 agosto:  Jacobs e Tamberi nella storia: oro nei 100 metri e nel salto in alto
I 20 minuti tra le 14.33 e le 14.53 del 1 agosto 2021 verranno ricordati come tra i più importanti della storia dello sport italiano alle Olimpiadi, sicuramente tra i più emozionanti. Due ori insperati, sofferti e bellissimi che mandando Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs nell’elenco dei più grandi sportivi del nostro Paese
continua in
https://www.radiopopolare.it/jacobs-e-tamberi-nella-storia-oro-nei-100-metri-e-nel-salto-in-alto/

Tamberi e Jacobs, delirio e leggenda a Tokyo 2020
Serata assurda e indimenticabile per l’atletica tricolore: prima l’impresa di “Gimbo” Tamberi, che centra il primo storico oro azzurro nell’alto, poi, un pugno di minuti dopo è Marcell Jacobs a trionfare (anche qui evento inedito per l’Italia) nei primi 100 metri Olimpici dopo l’era-Bolt
continua in
https://olympics.com/it/notizie/tamberi-e-jacobs-delirio-e-leggenda-azzurra-a-tokyo-2020

20 minuti incredeibili
https://www.youtube.com/watch?v=kXP5hBfl3A0

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 1 agosto: 5.321 nuovi casi e 5 morti. Tasso di positività al 3,17%.
Tornano sopra i 90mila gli attuali positivi in ItaliaSono 5.321 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 6.513. Sono invece 5 le vittime in un giorno (ieri erano state 16). Con 167.761 tamponi molecolari e antigenici effettuati, (ieri erano stati 264.860) il tasso di positività è del 3,17%, in netto aumento rispetto al 2,4% di ieri. E oggi tornano sopra i 90mila gli attuali positivi in Italia
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/01/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_primo_agosto-312565239/

1 agosto: Vittorio Agnoletto. L’UE GALLINA DALLE UOVA D’ORO PER BIG PHARMA. AUMENTANO I PREZZI DEI VACCINI
(Intervento di Vittorio Agnoletto al GR di Radio Popolare delle 19,30)
L’Unione Europea continua ad essere una gallina dalle uova d’oro, per le multinazionali farmaceutiche produttrici dei vaccini.
L’aumento dei prezzi è una conseguenza diretta dei contratti firmati dalla Commissione europea con Big Pharma, nei quali era riconosciuta la possibilità alle aziende di aumentare nel 2021 i costi precedentemente pattuiti
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10222080289209336&set=a.1017748157046

1 agosto: Se dire libertà assomiglia al “me ne frego”, salviamo la scuola con l’obbligo vaccinale
Franco Del Campo – Strisciarossa
Salvate la scuola italiana. La guerra mondiale contro il Covid-19, dopo tanti morti e sofferenze, rischia di fare anche una vittima istituzionale, con conseguenze catastrofiche. L’urlo silenzioso della nostra scuola dovrebbe rompere i timpani e invece si diluisce nella miriade di problemi che assillano il Governo e la nostra vita quotidiana. Ci vorrebbe, come per il soldato Ryan, dopo lo sbarco in Normandia nell’estate del 1944, un drappello di coraggiosi determinato a salvare, a tutti i costi, la nostra scuola dal rischio di ritrovarsi, subito dopo la riapertura in presenza a settembre, punto a capo, con la diffusione del virus nelle classi, quarantene, la famigerata “dad”, la didattica a distanza, che è un palliativo solo per una parte dei nostri studenti, mentre per tanti altri è una catastrofe educativa
continua in
https://www.strisciarossa.it/salviamo-la-scuola-con-lobbligo-vaccinale/

1 agosto: Sea Watch e Ocean Viking evitano una strage: salvati 400 migranti su un barcone alla deriva
Una strage evitata: durante un’operazione di salvataggio di 5 ore circa 400 persone sono state salvate e stanno ricevendo le prime cure sulla Sea Watch 3 e sulla Ocean Viking.
Lo fa sapere la Ong tedesca Sea Watch.
I migranti erano su un barcone alla deriva a largo della Tunisia non lontani dalla Libia
continua in
https://www.globalist.it/world/2021/08/01/sea-watch-e-ocean-viking-evitano-una-strage-salvati-400-migranti-su-un-barcone-alla-deriva-2085090.html


Nonostante i febbrili contatti delle ultime ore non è stato possibile individuare una soluzione che consentisse alla Gazzetta del Mezzogiorno di continuare le pubblicazioni
Cari lettori, arrivederci
Cari Lettori, quanto annunciato ieri è diventato purtroppo realtà. Nonostante i febbrili contatti delle ultime ore non è stato possibile individuare una soluzione che consentisse alla Gazzetta del Mezzogiorno di continuare le pubblicazioni. È per questo che trovate questa prima pagina così anomala. Scusateci, ma oggi riteniamo di essere noi – giornalisti e lavoratori della Gazzetta – la «notizia». Per questo «gridiamo» quel titolo che è insieme il segno di una sconfitta e il manifesto di una speranza. All’interno troverete due pagine in cui tentiamo di raccontare la complessa vicenda. Vogliamo che ciascuno si faccia un’idea sulle responsabilità di questa situazione che non è stata generata dal caso
continua in
https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/1318822/cari-lettori-arrivederci.html



1 agosto: Voghera: la lega, le armi e altro
di Matteo Callegari – Daniele Ferro

Articoli di Matteo Callegari e Daniele Ferro, una strana lettera e alcuni link sulle troppe armi che (leghisti o no) girano

Alcune cose che so su Voghera.
di Matteo Callegari
A Voghera, in queste ultime settimane, oltre all’omicidio di Youns El Boussettaoui, sono avvenute altre due cose che meritano di essere citate e che in qualche modo delimitano e definiscono il perimetro qualitativo entro il quale si muovono alcuni esponenti della Giunta di (centro)Destra della città. La prima più leggera; la seconda, se venisse dimostrata come incontrovertibilmente vera, molto molto più grave.
Proviamo ad andare con ordine
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/08/02/voghera-la-lega-le-armi-e-altro-0141149
A seguire La crisi di Voghera da centro industriale a feudo delle destre
di Daniele Ferro


1 agosto: LITIO IN CATAMARCA: PERICOLO PER LE LAGUNE ALTOANDINE
da La Bottega del Barbieri
Da dove viene il litio necessario per le batterie delle auto elettriche, dei tablet, degli smartphone e dei pc portatili? Chi guadagna dalla sua produzione e chi ne subisce l’impatto ambientale e sociale? Una testimonianza dall’Argentina raccolta da Nahuel Lag
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/litio-in-catamarca-un-pericolo-per-le-lagune-altoandine/

Meraviglie di evoluzione e scienza. La storia della vita in 25 fossili
Valerio Calzolaio – Strisciarossa
Pianeta terra. Gli ultimi miliardi di anni. La storia della vita è un racconto incredibilmente lungo e complesso. Nel 1859, quando Darwin pubblicò L’origine delle specie, l’assenza di reperti era un oggettivo punto debole della sua tesi, in particolare quella di fossili risalenti al tempo che precedeva il Cambriano (primo periodo dell’era paleozoica, circa 550 milioni di anni fa). Lui lo sapeva, ammetteva la mancanza di adeguati fossili di transizione a sostegno della sua teoria (sostanzialmente corretta), e ne era tormentato
continua inhttps://www.strisciarossa.it/meraviglie-dellevoluzione-e-della-scienza-la-storia-della-vita-in-25-fossili/

DOCUMENTO APPROVATO DALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA LUNEDÌ 1 AGOSTO 2021
Con lo sblocco dei licenziamenti e degli sfratti si approfondisce la crisi sociale. Mentre il governo Draghi continua a sviluppare un’agenda al servizio delle grandi imprese non propone risposte all’emergenza sociale acuita dalla pandemia né scelte volte a rilanciare il ruolo del pubblico.
In questo contesto il governo gode però di un sostegno corale dei media e rischia di uscire rafforzato anche dalle mobilitazione contro il cosiddetto “Green Pass” che vengono ampiamente amplificate dai media mentre parallelamente sono quasi sempre oscurate le lotte sociali e le critiche di sinistra e ambientaliste all’esecutivo. Il governo si sceglie anche il tipo di opposizione e di piazza che più gli conviene, quella che gli consente di assumere un ruolo paternalistico su cui costruire consenso
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/rifondazione-rilanciamo-la-campagna-nessun-profitto-sulla-pandemia/

1 agosto: Salario globale di classe, il segreto della crescita cinese
Pasquale Cicalese – Contropiano
Visto che i media italiani non fanno altro che parlare, rispetto alla Cina, di “poveri” miliardari perseguitati ed arrestati e repressione degli oligopoli privati, per la qual cosa noi proletari dovremmo piangere, proviamo ad allargare la prospettiva di analisi di questo Paese.
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/08/01/salario-globale-di-classe-il-segreto-della-crescita-cinese-0141128

Roma, l’omaggio a Libero De Rienzo del Cinema America. Elio Germano si commuove: “Era il Mozart degli attori”
I ragazzi del Cinema America, nel corso dell’iniziativa ‘Il Cinema in Piazza’ tenutasi a piazza San Cosimato a Trastevere, hanno proiettato “Sangue – La morte non esiste”, opera che ha segnato il debutto alla regia di De Rienzo. Presente anche il padre Fiore, che ha seguito commosso l’iniziativa e gli interventi dal palco di amici e colleghi che lo hanno ricordato. Tra questi anche Elio Germano che ha faticato a trattenere le lacrime nel corso del suo intervento. “Forse è la più grande marachella che ha combinato Picchio, penso che si stia facendo tante belle risate vedendoci tutti qua – ha detto – Era il Mozart degli attori, riconosciuto da tutti come il più grande”
continua in
https://video.repubblica.it/edizione/roma/roma-l-omaggio-a-libero-de-rienzo-del-cinema-america-elio-germano-si-commuove-era-il-mozart-degli-attori/393072/393783?fbclid=IwAR19m103d9xQPpWr8MDsfuRthEFnEz8LxfXvVjdFqsfptp7JUDkh4rQQNBw

1 agosto: Ci ha lasciati Paola Staccioli

Fondazione La Rossa Primavera
“Sono felice, felice per quanto abbiamo vissuto e lottato insieme, con le mie compagne, i miei compagni” Queste le ultime parole che ci ha lasciato Paola.
Abbiamo vissuto gli ultimi suoi momenti, con intensità, con una sofferenza mitigata dalla dolcezza dei nostri rapporti e di chi, proprio perché ama la vita la riconosce nella sua dimensione collettiva, sociale, che va oltre i nostri limiti personali. Quella sua attitudine profondamente umana, altruistica che la fa amare così tanto.
continua in
https://www.facebook.com/larossaprimavera/photos/a.1528568540530226/4088

Paola e quel brindisi alla vita
Care compagne e cari compagni, per chi vuole salutare Paola, la camera ardente sarà aperta presso il policlinico Campus bio-medico di Roma, dalle 8 alle 9 di martedì 3 agosto. Paola verrà poi portata nei locali dell’associazione Lignarius e della Fondazione “La Rossa Primavera”, in Via Mecenate 35 dove la ricorderemo tutti insieme, dalle 9,30 alle 11. (Vi preghiamo entrando nei locali di usare la mascherina e di rispettare le precauzioni anti Covid). Chi lo desidera, potrà poi accompagnarla fino al cimitero di Prima Porta. Per espresso desiderio di Paola, a settembre ci sarà una grande festa in suo ricordo.
Il messaggio rimbalza nel pomeriggio domenicale sui social, sui telefonini di migliaia di persone che in questi anni hanno conosciuto Paola Staccioli, attivista e scrittrice, il suo nome, tra l’altro, spicca tra quelli di chi fondò l’Osservatorio Repressione. Poche ore prima era stata sempre La Rossa Primavera, la fondazione di cui Staccioli era il perno, a ricordare le ultime parole: “Sono felice, felice per quanto abbiamo vissuto e lottato insieme, con le mie compagne, i miei compagni”.
Ecco il racconto
Paola e quel brindisi alla vita – Popoff Quotidiano

Guerra ibrida e neo-controrivoluzione contro Cuba
di Arnaldo Pérez Guerra *
Intervista a Fernando García Bielsa
Esiste una chiara guerra multidimensionale contro il popolo cubano. Questo include 60 anni di bloqueo spietato. Le recenti azioni promosse dal governo statunitense contro Cuba possono essere qualificate come parte della “guerra non convenzionale”
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/08/01/guerra-ibrida-e-neo-controrivoluzione-contro-cuba-0141122

* da Cubahora



2 agosto: Le notizie di Radio Popolare
Gli appelli della Sea Watch ignorati dall’Italia, la nuova arroganza dei datori di lavoro e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 2 agosto 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Mentre in Italia esultavamo per l’oro di Jacobs, New York Times, Washington Post e il Times di Londra hanno sollevato dubbi su un possibile effetto doping dietro la vittoria. Licenziati di sabato sera, con un semplice messaggio Whatsapp, a partire dal lunedì. È successo alla Logista, una multinazionale che lavora per conto dello Stato nella distribuzione dei prodotti del tabacco. Centinaia di migranti sono alla deriva su diverse imbarcazioni nel Mediterraneo centrale, ma l’Italia non risponde agli appelli delle ONG. Infine l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-2-agosto/


Bologna 2 agosto 1980 – 2 agosto 2021

Strage Bologna, Mattarella: “Non tutte le ombre sono state dissipate”
“La Repubblica ha saputo respingere la strategia di questi criminali, difendendo i principi di civiltà conquistati con la lotta di Liberazione” dichiara il Presidente della Repubblica in occasione del 41° anniversario della strage
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Strage-Bologna-Mattarella-Non-tutte-le-ombre-sono-state-dissipate-01e4468f-a4e4-4977-b6e0-3b8c480cf792.html

Strage del 2 agosto 1980: Merola consegna il Nettuno d’oro ai famigliari delle vittime
DIRE – Si apre con la consegna del Nettuno d’oro all’associazione dei familiari vittime del 2 agosto 1980 la commemorazione in Comune in ricordo della strage alla stazione di Bologna. L’onoreficenza è stata consegnata questa mattina dal sindaco Virginio Merola al presidente dell’associazione, Paolo Bolognesi. In questi 40 anni, sottolinea il sindaco, dall’associazione è venuto un “esempio operoso di impegno civico” per individuare responsabili e mandanti della strage. E proprio grazie a questo insistente lavoro da parte dei familiari delle vittime, che “non hanno mai desistito dal chiedere giustizia completa”, è in corso “un processo decisivo” sui mandanti, sottolinea Merola
continua in
https://www.dire.it/02-08-2021/658908-strage-del-2-agosto-1980-merola-consegna-il-nettuno-doro-ai-famigliari-delle-vittime/

Bologna. 2 agosto 1980: la strage degli innocenti
Ilaria Romeo – Collettiva

Il più grave atto terroristico dell’Italia del dopoguerra si consuma nella stazione ferroviaria del capoluogo emiliano: 85 morti, oltre duecento feriti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/08/02/news/2agosto_1980_la_strage_degli_innocenti-1349624/

Bolognesi: “I depistaggi iniziano nel momento in cui viene pianificata la strage”
Intervista a Paolo Bolognesi, Presidente dell’Associazione familiari delle vittime della strage di Bologna
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Bolognesi-depistaggi-iniziano-nel-momento-in-cui-viene-pianificata-la-strage-di-Bologna-9a351452-7f77-454b-953b-e6f1a7f3391c.html

Daniele Biacchessi. A 41 anni dalla strage di Bologna si processano i mandanti
Un paese che voleva solo andare al mare veniva colpito nel cuore dello snodo ferroviario del Paese, per mettere paura, per provocare reazioni autoritarie. 41 anni dopo a Bologna oggi si fa memoria con un corteo e le celebrazioni che prevedono l’orazione del Presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime Paolo Bolognesi, il fischio dei treni e il silenzio, e il discorso del ministro della Giustizia Marta Cartabia
continua inhttps://giornaleradio.fm/news/il-corsivo/28503-a-41-anni-dalla-strage-di-bologna-si-processano-i-mandanti.html

La spia che sovrastava Licio Gelli
Federico Gonzato – Cantiere Bologna
Nel 41mo anniversario della strage del 2 agosto 1980, Sergio Mattarella ha sottolineato come permangano numerose «zone d’ombra sugli ideatori dell’attentato». Su Quindici, rivista del Master di Giornalismo, si parla de La spia intoccabile, l’ultima fatica dello storico toscano Giacomo Pacini, che racconta la controversa figura di Federico Umberto D’Amato. Ex capo dell’Ufficio Affari riservati, morto nel ‘96, D’Amato è considerato, nel processo ai mandanti, uno degli organizzatori
continua in
https://cantierebologna.com/2021/08/04/la-spia-che-sovrastava-licio-gelli/



Luca Billi. 2 agosto
Maria e Angela stanno per arrivare in treno a Bologna. E’ la mattina del 2 agosto 2010. Vivono a Empoli. Maria ha 54 anni, lavora alla cassa di un grande supermercato; per alcuni anni, prima dell’incidente – lei lo continua a chiamare pudicamente così – ha lavorato in una fabbrica di confezioni, poi ha trovato questo lavoro, che le ha permesso di ottenere un part time e di stare più tempo con la figlia.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10225558228611578&set=gm.4350033165056998

Inaugurati i “sampietrini della memoria
“Strage di Bologna, chi erano le 85 vittime
I nomi e le storie di chi perse la vita in stazione il 2 agosto 1980
Ottantacinque ‘sampietrini’ della memoria per ricordare una ad una le 85 vittime della strage del 2 agosto 1980. Ispirati alle “pietre d’inciampo” dell’artista tedesco Gunter Demnig, gli 85 sampietrini stati installati lungo il percorso da piazza Nettuno alla stazione che ogni anno, in occasione dell’anniversario dell’attentato, familiari, istituzioni e tanti semplici cittadini percorrono in corteo per continuare a chiedere verità e giustizia. A disegnarli alcuni studenti del biennio di Decorazione per l’Architettura dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Ottantacinque le vite spezzate dalla bomba quel 2 agosto di quarantuno anni fa. Oltre 200 i feriti. Volti che Bologna non dimentica.
continua in
https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/strage-bologna-vittime-1.6638122

STEFANO MARIOTTI
OGNI ANNO IL 2 AGOSTO (DA 40 ANNI) L’ ASSOCIAZIONE FAMILIARI VITTIME DELLA STRAGE DELLA STAZIONE MANDA UN SEGNALE AGLI STRAGISTI (GLI ASSASSINI, I MANDANTI, COLORO CHE LI HANNO PROTETTI E LI PROTEGGONO NELLO STATO NEI MEDIA NEI PARTITI…)
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=10220268846652400&set=a.1386988155811


2 agosto: Aosta. Incidenti lavoro: cade da pilone seggiovia, morto operaio
ANSA – Un operaio di 30 anni, di nazionalità portoghese e domiciliato in Svizzera, è morto a seguito delle gravi ferite riportate nella caduta da un pilone della seggiovia nel comprensorio sciistico del Cervino. L’incidente è avvenuto alle 10,30 sulla seggiovia ‘Furggsattel’, in territorio elvetico, sopra Zermatt
continua in
https://www.ansa.it/valledaosta/notizie/2021/08/02/incidenti-lavoro-cade-da-pilone-seggiovia-morto-operaio_3f4d440d-1040-48f0-aa09-e9683ec3fab7.html


2 agosto: Ori nell’atletica: italiani di nuova specie?
Stefano Bartezzaghi – Doppiozero
Cento metri e salto in alto, maschili? Oro? Se ce l’avessero prospettato in anticipo non ci avremmo mai creduto. Siamo infatti avvezzi a una certa graduatoria di attendibilità, esito possibile dei retaggi tradizionali. Ci aspettiamo di poter vincere qui, non là. Certe corse, non altre; certi salti non altri. I cento metri piani maschili e il salto in alto maschile non parevano essere francamente alla nostra portata. Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi ci hanno messo di fronte al dato di fatto contrario e ci hanno lasciati sgomenti, ancor prima di disporci a esultare
continua in
https://www.doppiozero.com/materiali/ori-nellatletica-italiani-di-nuova-specie

Antonio La Torre difende Jacobs dalle insinuazioni della stampa anglosassone: “In atletica non si inventa nulla, altro che miglioramenti repentini”
Mentre in Italia esultavamo per l’oro di Marcell Jacobs, New York Times, Washington Post e il Times di Londra hanno sollevato dubbi su un possibile effetto doping dietro la vittoria. Da notare che si tratta di illazioni non supportate da prove o documenti: il Washington Post scrive: “Sarebbe ingiusto accusare Jacobs: a lui va dato il beneficio del dubbio, ma all’atletica no“
continua in
https://www.radiopopolare.it/antonio-la-torre-difende-marcell-jacobs-dalle-insinuazioni-della-stampa-anglosassone/

Il primo allenatore di Marcell Jacobs: il ricordo più bello? La campestre sotto la neve
Domenica 1 agosto Marcell Jacobs è entrato nella storia vincendo la medaglia d’oro nella finale olimpica dei 100 metri a Tokyo 2020. L’intervista di Martina Pagani ad Adriano Bertazzi, il primo allenatore di Marcell (che potete riascoltare nella puntata di prisma del 2 agosto 2021 )
continua in
https://www.radiopopolare.it/il-primo-allenatore-di-marcell-jacobs-il-ricordo-piu-bello-la-campestre-sotto-la-neve/


2 agosto: Zingaretti: attacco hacker senza precedenti, ancora in corso
“Sono stati bloccati quasi tutti i file del Centro elaborazione dati e di prenotazione dei vaccini. Il sistema è spento, non è possibile riaccenderlo per evitare di propagare ulteriormente il virus. Gli attacchi sono ancora in corso”. E’ il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in diretta tv a parlare dell’attacco hacker subito dai sistemi informatici regionali dalla mattinata di domenica 1° agosto. La crisi non è ancora superata: “Nella notte tra domenica e lunedì si è verificato un altro tentativo di attacco ai nostri server, che è stato sventato e non ha prodotto risultati”, ha aggiunto il presidente del Lazio
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/presidente-regione-lazio-diretta-tv-attacco-hacker-senza-precedenti-7997429a-0e26-468a-8e69-48b43a4e3219.html

2 agosto: Camera, doppia fiducia sulla riforma della giustizia
Via libera della Camera anche alla seconda fiducia posta dal governo sulla riforma del processo penale. I voti a favore sono 458, i contrari 46, un solo astenuto. Il governo ha posto due fiducie sul provvedimento: la prima fiducia è’ stata posta sulle prime norme contenute nel testo e immediatamente operative; la seconda fiducia, invece, è stata posta sulla seconda parte, che prevede una delega al governo e tra queste rientrano le nuove misure sulla improcedibilità e sul regime speciale per i processi di mafia, terrorismo, droga e violenza sessuale. Nella prima delle due fiducie poste dal governo sulla riforma del processo penale i voti a favore sono 462, i voti contrari 55 e 1 astenuto 
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/riforma-giustizia-camera-dichiarazioni-voto-fiducia-ddl-eb60788f-5716-4ec2-b21f-6df6cd787270.html

Una riforma della giustizia a misura d’uomo, d’ambiente e di animali
Marco Sferini  –  Sinistraquotidiana

Tra le tante insufficienze contenute nella riforma della giustizia, soprattutto penale, portata avanti dalla ministra Cartabia, ve ne è una particolarmente indisponente: i reati contro l’ambiente e contro gli animali non sono inseriti tra quelli più gravi.Eppure abbiamo visto in questi giorni quanti incendi dolosi sono scoppiati in Sardegna e in Sicilia: decine di migliaia di ettari di macchia mediterranea che vanno letteralmente in fumo; migliaia di animali rimasti uccisi, boschi devastati, colline annerite e rese brulle da mani criminali. Mani che meritano di essere equiparate a quelle di chi ammazza un proprio simile e lo fa con l’aggravante dell’associazione di stampo mafioso
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/una-riforma-della-giustizia-a-misura-duomo-dambiente-e-di-animali/

Domenico Gallo. Riforma della giustizia penale: un passo verso il caos
Il tema della giustizia penale, o meglio del controllo di legalità esercitato dall’Autorità giudiziaria riguardo alla violazione di quelle regole di convivenza che sono presidiate dal diritto penale, è sempre stato incandescente. Il conflitto fra giurisdizione e politica sempre immanente negli ordinamenti democratici fondati sulla divisione dei poteri, in Italia negli ultimi trent’anni ha assunto toni esasperati soprattutto dopo l’avvento al governo di un ceto politico coinvolto nel suo vertice in una serie di vicende corruttive, se non di fiancheggiamento alla mafia.
continua in
https://www.jobsnews.it/2021/08/domenico-gallo-riforma-della-giustizia-penale-un-passo-verso-il-caos/

2 agosto: Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 2 agosto: 3.190 nuovi casi e 23 decessi. Tasso di positività al 3,8%
Casi in discesa, come accade spesso dopo la domenica, ma decessi in aumento e ricoveri che continuano a crescere, superando di nuovo quota 2mila. I dati della pandemia in Italia dipingono un quadro ricco di chiaroscuri, con numeri che confermano la risalita, seppur lieve, della curva. Complice appunto la domenica, giorno che registra il maggior calo di tamponi, scendono i contagi nelle ultime 24 ore con 3.190 contagi a fronte dei 5.321 di ieri: il totale da inizio pandemia sale a 4.358.533
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/02/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_2_agosto_nuovi_casi_e_decessi_-_la_repubblica-312698739/

Sindacati a Draghi, il Green Pass non sia un’arma per licenziare
ANSA – I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombadieri a Palazzo Chigi hanno incontrato il premier Mario Draghi.
“Sul vaccino c’è un accordo sulla sicurezza sanitaria sottoscritto dalle parti sociali e inserito in un decreto e qualsiasi tentativo di modificarlo necessita di una legge”. Lo dice il segretario Uil Pierpaolo Bombardieri al termine dell’incontro tra i sindacati e Mario Draghi
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2021/08/02/covid-sindacati-convocati-alle-19-a-palazzo-chigi_3b62ecb9-4d09-49c4-9f03-17490eb90d1f.html

Landini: «Nulla in contrario sul green pass, ma non sia usato per discriminare»
“Non abbiamo nulla in contrario all’estensione del green pass, ma non può diventare uno strumento usato dalle imprese per discriminare e licenziare. Contemporaneamente, abbiamo ribadito che in ogni caso, anche se i lavoratori sono vaccinati e con il green pass, bisogna sempre mantenere tutte le norme di sicurezza previste dai protocolli in questo senso, il che vuol dire la mascherina, il distanziamento e vuol dire la sanificazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/02/news/landini_green_pass_cgil_discriminare-1351878/

Metamorfosi da controparti a terzi
Con l’intervista di oggi al Corriere della sera il segretario della CGIL Landini , ratifica, a proposito del Green pass, la natura del sindacato come tutore dell’individualità dei dipendenti, rispetto alle ambizioni della collettività dei lavoratori.
Rispetto al significato che la pandemia sta dando al contrasto fra tutele pubbliche comunitarie e garanzie singole e separate degli individui, già il fatto che la CGIL , mostrasse reticenze nello schierassi segnalava un cambio di scena , ora con le piazze e i media che rilanciano le resistenze libertarie e liberiste ad accettare una strategia comune di protezione contro il contagio , l’intervista di Landini apre la strada ad un negoziato sul Green pass ma toglie la CGIL dal campo Naturale di una cultura sociale del primato pubblico rispetto alla deriva privatistica. La frase chiave della sua intervista mi pare questa: non è possibile pensare a licenziamenti o demansionamenti, perché eventualmente un dipendente sceglie di non vaccinarsi»
continua in
https://www.facebook.com/hashtag/metamorfosi?__gid__=205838016187613

2 agosto: Governo: tolto il segreto di Stato sui documenti Gladio e P2
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha siglato oggi una direttiva che dispone la declassifica ed il versamento anticipato all’Archivio centrale dello Stato della documentazione concernente l’Organizzazione Gladio e la Loggia massonica P2. Lo rende noto palazzo Chigi. Si tratta di una iniziativa che va ad ampliare quanto già stabilito con una precedente Direttiva del 2014, con riferimento alla documentazione relativa agli eventi stragisti di Piazza Fontana a Milano (1969), di Gioia Tauro (1970), di Peteano (1972), della Questura di Milano (1973), di Piazza della Loggia a Brescia (1974), dell’Italicus (1974), di Ustica (1980), della Stazione di Bologna (1980), del Rapido 904 (1984) conservata negli archivi degli Organismi di intelligence e delle Amministrazioni centrali dello Stato
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/premier-draghi-protezione-civile-gladio-p2-segreto-stato-e8053f65-a784-41ea-83e3-a04f46b3bc71.html

Strage 2 agosto, desecretazione documenti. Familiari vittime: “Vogliamo vedere come… Non sia solo operazione di facciata”
Così il presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime della strage alla stazione, Paolo Bolognesi, commenta la direttiva per declassificare atti che riguardano l’organizzazione Gladio e la Loggia massonica P2
continua in
https://www.bolognatoday.it/cronaca/strage-2-agosto-desecretazione-documenti-familiari-vittime.html

Scrive sulla propria pagina Facebook Daniele Biacchessi: Quella di Draghi è una presunta declassificazione degli atti della P2 e Gladio.
Altro non è che uno spostamento di atti nell’Archivio di Stato.
Un magistrato, un ricercatore non va a chiedere di consultare il fascicolo relativo as esempio di piazza Fontana. Non funziona cosi. Va a chiedere un atto preciso con un numero di protocollo. E come fa a conoscere il numero di protocollo se non lo conosce nessuno in quanto secretato?
Una declassificazione che nei fatti ritorna classificata.
Il muro di gomma si trasforma ma sempre muro di gomma rimane. Prima di Draghi gli annunci vennero fatti da Renzi con la direttiva del 2014 per nulla attuata, e ancor prima da Prodi. Negli Stati Uniti invece a 25 anni precisi da un evento(11 settembre 1973 per il Cile e 24 marzo 1976 per l’Argentina), scatta in automatico la declassificazione degli atti con l’obbligo di pubblicarli e renderli visibili sul sito del Dipartimento di stato. Quindi 25 anni dopo Piazza Fontana, Brescia, Questura di Milano, Peteano, Italicus, Bologna. Avremmo già una verità definita
https://www.facebook.com/danielebiacchessi1

2 agosto: OMS: superati i 60 milioni di contagiati in Europa”
La fine non è ancora all’orizzonte” dichiara Dorit Nitzan, direttore delle emergenze di OMS-Europa, che chiede a tutti i Paesi “di continuare in tutti gli sforzi necessari per tutelare le persone più vulnerabili e quelle più a rischio. Perché la pandemia finisca dobbiamo rapidamente aumentare la vaccinazione anti-Covid in modo equo in tutti i Paesi supportando anche la produzione dei vaccini”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Oms-mix-vaccini-efficace-5e00953e-b3fd-41ae-93a4-70359c63d29b.html

Le catene globali del valore rischiano di imprigionare paesi, popoli e lavoratori
Luciano Vasapollo – Contropiano
Il grado in cui le esportazioni sono utilizzate da altri paesi per commerci successivi con l’estero può sembrare poco rilevante per i responsabili politici, in quanto il contributo del valore aggiunto interno al commercio non cambia, ma è comunque un utile indicatore della misura in cui le esportazioni sono integrate nelle reti produttive internazionali e utili per esplorare il legame tra commercio e investimenti. Ovvero è un dato che ci fa capire il valore prodotto da un paese
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/08/02/le-catene-globali-del-valore-rischiano-di-imprigionare-paesi-popoli-e-lavoratori-0141145

2 agosto
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Firmato il contratto dei tessili
Una firma per le donne, una firma contro lo sfruttamento
Davide Colella – Collettiva
Siglato il nuovo contratto nazionale del settore tessile-abbigliamento. Un accordo per valorizzare il Made in Italy e sconfiggere la crisi generata dalla pandemia. La cura? Più salario e più tutele
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/02/video/una_firma_per_le_donne_una_firma_contro_lo_sfruttamento-1341278/

GKN: respingere ogni tentativo di liquidare prima l’indotto di Campi Bisenzio
Unione Sindacale di Base
Mentre sta continuando con forza e determinazione la lotta della GKN in difesa dei posti di lavoro e dello stabilimento, l’Unione Sindacale di Base vuole soffermarsi sull’altrettanto grave situazione che sta coinvolgendo i lavoratori e le lavoratrici dell’indotto dello stabilimento di Campi Bisenzio.
Per USB continua ad essere necessario garantire, nell’ambito della vertenza GKN, lo stesso quadro e lo stesso profilo di iniziativa anche a tutela di questi posti di lavoro
continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2021/08/02/gkn-respingere-ogni-tentativo-di-liquidare-prima-lindotto-di-campi-bisenzio-0141147

Sittel, situazione sempre più drammatica
Slc Cgil Lecco: “Per spirito di appartenenza e attaccamento al lavoro, le maestranze vanno quotidianamente sui cantieri, ma si trovano nell’impossibilità di svolgere il cablaggio della fibra per mancanza di strumenti idonei, inclusi i mezzi di trasporto per assenza di carburante nei serbatoi. L’azienda è allo sbando totale e non ha versato nella sua interezza oltre cinque mensilità”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/02/news/sittel_situazione_sempre_piu_drammatica-1351850/

Lavoro o fascismo?
Emanuele Cornetta – La Fionda
“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.”
“La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”.
Sblocco dei licenziamenti, precarizzazione del lavoro in nome della flessibilità ‘attira imprese’, dumping salariale imposto da una concorrenza al ribasso internazionale ed interna all’UE, tasso di disoccupazione giovanile altissimo (al 33,7 %) ed aumento generale del tasso di disoccupazione (al 10,7 %) sono solo alcuni dei dati che rendono manifesta, non solo l’inefficacia delle disposizioni costituzionali su riportate, ma anche il fallimento di quel progetto politico emancipativo custodito nella Carta Repubblicana
continua in
https://www.lafionda.org/2021/08/02/lavoro-o-fascismo/

La tragica notte del Porrajmos
Piero Terracina ricorda perfettamente la notte in cui rom e sinti scomparvero da Birkenau: “Io non avevo ancora 16 anni ed arrivai a Birkenau; quello era un Vernichtunglager (campo di sterminio) dove non è che si poteva morire, si doveva morire. Erano tutti settori separati che si distinguevano per una lettera che era stata loro associata e dall’altro lato del nostro filo spinato c’era il settore che era conosciuto come lo Zigeunerlager ovvero il campo degli zingari[…]. In quel campo c’erano tantissimi bambini, molti di quei bambini certamente erano nati in quel recinto […]. La notte del 2 agosto 1944, ero rinchiuso ed era notte e la notte nel lager c’era il coprifuoco, però ho sentito tutto. In piena notte sentimmo urlare in tedesco e l’abbaiare dei cani, dettero l’ordine di aprire le baracche del campo degli zingari, da lì grida, pianti e qualche colpo di arma da fuoco.
continua in
https://www.figlidellashoah.org/pagina.asp?id=95

La Crimea della discordia: nuove tensioni tra NATO e Russia nel Mar Nero
Stefano Marras – Il Caffè Geopolitico
L’ennesimo incidente tra forze militari russe e britanniche nel Mar Nero ribadisce ancora una volta come le tensioni tra la Russia e la NATO rimangono alte. Interessi nazionali opposti e una complessa situazione geopolitica, aggravata da sfiducia reciproca, rendono difficile la conciliazione tra le due parti. Il Mar Nero si conferma uno dei teatri principali di questa rivalità
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/702801/2-la-crimea-della-discordia-nuove-tensioni-tra-nato-e-russia-nel-mar-nero

Chi lotta bene, pensa bene e parla bene
Lorenzo Alfano – Jacobin Italia
La storia, le caratteristiche e le prospettive di una lotta che sarà decisiva per le condizioni del lavoro nel nostro paese. Intervista collettiva ai lavoratori della Gkn in assemblea permamente dentro la fabbrica dal giorno del licenziamento
Questa intervista si è svolta lunedì 26 luglio. Nel frattempo, in data 30 luglio, i dipendenti della Gkn hanno ricevuto una seconda mail dall’azienda in cui gli si chiede di abbandonare lo stabilimento. I lavoratori considerano questa richiesta un’ulteriore provocazione e ci invitano a continuare a sostenerli quanto e più di prima.
continua in
https://jacobinitalia.it/chi-lotta-bene-pensa-bene-e-parla-bene/

Se n’è andato, a 98 anni, Giuseppe Dama (Bepi) partigiano, direttore (tra l’altro) di Frattocchie e soprattutto estensore puntuale e custode dei verbali degli Organismi dirigenti del PCI. Una simpatia acuta e cortese, una personalità unica, colta e profonda, sempre accanto alla moglie (deliziosa e intelligentissima) anche lei dirigente di rango Anita Pasquali scomparsa pochi anni fa. Ho persino condiviso, per un breve periodo la mia stanza con lui al primo piano di Botteghe Oscure. Tra i compiti di segreteria del CC c’era anche l’arte di “governo” dell’ordine degli iscritti a parlare. Che veniva esercitata con la moral suasion della rinuncia e con la “consegna” scritta. La sua fermezza ed il suo sorriso facevano accettare con meno dispiacere l’occasione perduta. Un abbraccio a Bepi, Maestro che sapeva raccontare ed ascoltare
Massimo Micucci sulla propria pagina Facebook

Chi lotta bene, pensa bene e parla bene
Lorenzo Alfano – Jacobin Italia
La storia, le caratteristiche e le prospettive di una lotta che sarà decisiva per le condizioni del lavoro nel nostro paese. Intervista collettiva ai lavoratori della Gkn in assemblea permamente dentro la fabbrica dal giorno del licenziamento
Questa intervista si è svolta lunedì 26 luglio. Nel frattempo, in data 30 luglio, i dipendenti della Gkn hanno ricevuto una seconda mail dall’azienda in cui gli si chiede di abbandonare lo stabilimento. I lavoratori considerano questa richiesta un’ulteriore provocazione e ci invitano a continuare a sostenerli quanto e più di prima.
continua in
https://jacobinitalia.it/chi-lotta-bene-pensa-bene-e-parla-bene/


Agosto-Settembre 2021
Sommario

https://gliasinirivista.org/rivista/agosto-settembre-90-91-2021/
I mondi del lavoro nella pan-sindemia
Valeria Piro

Come parlare di lavoro e delle sue trasformazioni a seguito della pan-sindemia da Covid 19? Varie possono essere le analisi che tentano di individuare le tendenze generali, mettere in fila i dati, rintracciare le questioni politicamente centrali del cosiddetto “mondo” del lavoro. Permettetemi, invece, di usare un’altra strategia narrativa: partire da alcune storie e da alcuni contesti lavorativi per entrare nel merito delle dinamiche che riguardano alcuni specifici “mondi” del lavoro.
continua in
I mondi del lavoro nella pan-sindemia – Gli Asini – Rivista (gliasinirivista.org)

Dopo il naufragio: Alcune note sull’attivismo dei lavoratori in Cina oggi
Ivan Franceschini – gli asini

Da ormai quindici anni seguo l’evoluzione dell’attivismo dei lavoratori in Cina. In questo periodo, i termini (ma forse sarebbe meglio dire gli ‘umori’) della conversazione sono radicalmente cambiati. Dalla rassegnazione degli anni Duemila, quando i lavoratori cinesi erano descritti soprattutto come vittime passive della globalizzazione, si è passati all’ottimismo dei primi anni del decennio scorso, quando diverse mobilitazioni operaie d’alto profilo hanno alimentato l’idea che i lavoratori cinesi, giovani migranti dalle aree rurali in primis, si stessero ‘risvegliando’. Sotto l’amministrazione di Xi Jinping, questa euforia ha lasciato spazio a una quieta disperazione. Mentre il Partito-Stato che riaffermava il proprio controllo sui media nuovi e tradizionali, lanciava un’ondata di arresti tra attivisti del lavoro, e rallentava drasticamente le sperimentazioni legislative in materia lavoristica, lo spazio per l’attivismo operaio in Cina si è drasticamente ridotto.
continua in
Dopo il naufragio: Alcune note sull’attivismo dei lavoratori in Cina oggi – Gli Asini – Rivista (gliasinirivista.org)

Istituzioni pubbliche e tecnoburocraiza: dentro o fuori?
Luigi Monti – gli asini
Nel suo intervento al celebre convegno sulla “Dialettica della liberazione”, sconcertando probabilmente molti dei giovani arrabbiati, hipster e radicali che nel 1967 si erano dati appuntamento a Londra nella speranza che lui, Laing, Cooper, Marcuse, Bateson, Ginsberg e altri guru del movimento controculturale indicassero la via per la “rivoluzione”, Paul Goodman concluse il suo intervento con un inaspettato elogio delle professioni. Fare bene il proprio mestiere – di insegnante, ingegnere, assistente sociale, psicologo, medico, operatore o funzionario pubblico, artigiano o imprenditore – questa la tesi del filosofo americano, porta inevitabilmente a scontrarsi con squilibri, conflitti, oppressioni che sono sempre, anche, di matrice politica: “… quando la società funziona male, e oggi tutte le società più importanti funzionano male, essere un ‘professionista autentico’, o tentare di esserlo, è un fatto in sé stesso rivoluzionario. Esso induce immediatamente in conflitto un’istituzione, e poiché esse sono strettamente collegate l’una all’altra, il conflitto di una si tramuta in contraddizione generale”
continua in
Istituzioni pubbliche e tecnoburocraiza: dentro o fuori? – Gli Asini – Rivista (gliasinirivista.org)


3 agostoIncidenti sul lavoro
Tragedia a Camposanto (Mo), la vittima aveva 40 anni. Lascia una bimba di 4 anniIncidenti sul lavoro, muore incastrata in macchinario
ANSA – Si chiamava Laila El Harim la 40enne deceduta questa mattina in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno dell’azienda Bombonette di Camposanto, nel Modenese. In Italia da diversi anni, era originaria del Marocco. Residente nella Bassa Modenese, lascia una figlia di quattro anni e il compagno
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/08/03/incidenti-sul-lavoro-muore-incastrata-in-macchinario_ef098fc0-fec1-4491-abfd-1bdc274eaa59.html

Adriano Sofri. Laila El Harim
Un bel viso di giovane donna per illustrare una notizia terribile, come per un’altra notizia già sentita, un altro bel viso già visto: Laila El Harim, 41 anni, ha perso la vita restando incastrata nel macchinario, nella fabbrica in provincia di Modena in cui era stata assunta di recente, e ne era stata felice.
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/08/03/news/laila-el-harim-e-quella-cornice-surreale-all-ennesima-morte-bianca-2747939/

Incidenti lavoro: feriti due operai nel Pordenonese, gravi
ANSA – Due gravi incidenti sul lavoro, distinti tra loro, si sono verificati questa mattina, nell’arco di pochi minuti, in due aziende di Sacile (Pordenone). Nel primo caso, in una ditta che opera nel settore del legno, un uomo di 63 anni del posto è rimasto folgorato durante le operazioni di pulizia di una cabina elettrica.
continua in
https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2021/08/03/incidenti-lavoro-feriti-due-operai-nel-pordenonese-gravi_28922d9b-7007-442f-8f6f-0438a7173045.html

Idraulico morto folgorato nell’Alessandrino
ANSA – Un idraulico di 63 anni è morto folgorato in una abitazione di Castelletto Merli, nell’Alessandrino. Secondo una prima ricostruzione, lavorava in una abitazione per una perdita d’acqua quando avrebbe toccato con il trapano un cavo elettrico
continua in
https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2021/08/03/incidenti-lavoroidraulico-morto-folgorato-nellalessandrino_f81f4ff0-1d70-4116-8cfc-e47d88bf8564.html


3 agosto: Le notizie di Radio Popolare
L’accordo del centrodestra sul calendario politico, il quinto oro per l’Italia e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 3 agosto 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Sono tre i morti sul lavoro di oggi. Un’operaia di quarant’anni, un idraulico di 63 e un imprenditore di 66. Giorgia Meloni ha accettato il calendario politico proposto da Silvio Berlusconi: elezioni politiche nel 2023. L’Onu ha chiesto un’indagine rigorosa sulla morte del dissidente bielorusso Vitaly Shishov, 26 anni, trovato impiccato in un parco di Kiev. Quinto oro oggi per l’Italia a Tokyo 2020: lo ha conquistato la coppia mista Tita-Banti nella vela. Infine l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-3-agosto/

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 3 agosto: 4.845 nuovi casi e 27 decessi. Indice di positività al 2,3%
Sono 4.845 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.190. Sono invece 27 le vittime in un giorno (ieri erano state 23). Con 209.719 i tamponi molecolari e antigenicieffettuati nelle ultime 24 ore in Italia (ieri erano stati 83.223) il tasso di positività è del 2,3%, in calo rispetto al 3,8% di ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/03/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_3_agosto_nuovi_casi_e_decessi_-_la_repubblica-312799978/

Chi c’è dietro all’attacco informatico alla Regione Lazio
Nella notte di sabato 31 luglio un attacco informatico ha paralizzato il sistema sanitario della Regione Lazio. Ai microfoni di Radio Popolare Roberto Maggioni intervista Corrado Giustozi, docente, divulgatore scientifico ed esperto di sicurezza informatica. L’intervista integrale può essere riascoltata nel podcast della puntata di Prisma di martedì 3 agosto 2021
continua in
https://www.radiopopolare.it/attacco-hacker-alla-regione-lazio-non-e-terrorismo-ma-pura-criminalita/

Se il “semestre bianco” diventa uno spauracchio nero
Marco Sferini – Sinistra quotidiana
Nella corso della lunga vita della nostra Repubblica, è accaduto più volte che quelle garanzie costituzionali, scritte per tutelare tanto la libertà tanto del singolo parlamentare quanto quella delle Camere stesse, abbiano subito una sorta di mutazione, finendo per somigliare al loro esatto contrario: degli indebiti privilegi
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/se-il-semestre-bianco-diventa-uno-spauracchio-nero/

Gianni Cuperlo. Renzi e il Reddito di cittadinanza
“No, non è stato uno di quei lapsus che possono sfuggire e bene ha fatto il direttore di questo giornale a riprenderlo. Perché l’uscita del leader di Italia Viva contro il reddito di cittadinanza nelle motivazioni usate riflette una visione di società. Il punto è che, con apprezzabile sincerità, Renzi esprime dei concetti sbagliati e soprattutto che non appartengono alla sinistra. Quindi basta accordarsi sulla coerenza tra quanto si dice e ciò che si è.
Ora, quali motivi separano quelle parole da una sinistra che, per quanto acciaccata, non potrebbe condividerle?
continua in
https://sites.google.com/site/sentileranechecantano/magazzino-2021/gianni-cuperlo-renzi-e-il-reddito-di-cittadinanza

Papeete, sequestro da 500mila euro per evasione fiscale
Guai per lo stabilimento balneare caro a Matteo Salvini: per il Papeete beach arriva un decreto di sequestro da 500mila euro complessivi nell’ambito dell’inchiesta della Guardia di Finanza sulla Mib Service, società ravennate specializzata in consulenze nel settore ristorazione e intrattenimento. Le società destinatarie sono la Papeete srl, per 384.676 euro, e la Villapapeete srl, per 147.142. Entrambe riferite a Rossella Casanova, sorella di Massimo, europarlamentare della Lega. Il decreto è stato emesso a Ravenna dal Gip Corrado Schiaretti, su richiesta della Procura
continua in
https://www.tpi.it/cronaca/papeete-sequestro-evasione-fiscale-20210803813767/

Italia in fiamme: gli incendi vanno prevenuti, non spenti
Ugo Leone – Strisciarossa
“La strage del clima” titolava “la Repubblica” in prima pagina il 16 luglio dando, notizia dell’ondata di maltempo che stava devastando Germania e Belgio e riferendo che secondo gli esperti si trattava di “eventi estremi causati dal riscaldamento globale”. Quello discusso, tra l’altro, dal G20 a Napoli di cui pure “Strisciarossa” ha dato notizia.
continua in
https://www.strisciarossa.it/italia-in-fiamme-gli-incendi-vanno-prevenuti-non-spenti/

Procuratrice Ny: Cuomo ha molestato diverse donne
(ANSA) – WASHINGTON, 03 AGO – Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha molestato sessualmente diverse donne e si è vendicato di un dipendente che aveva provato a denunciare la situazione. Lo ha dichiarato la procuratrice generale dello stato di New York, Letitia James dopo che Cuomo giorni fa è stato interrogato per ben undici ore dagli investigatori. (ANSA)

«Accoglienza, la Cgil c’è»
Giuseppe Massafra: “Sono diverse le esperienze sul territorio in cui il sindacato fa rete con il terzo settore per stimolare le istituzioni ad essere più coraggiose. Sui temi dell’immigrazione il nostro ruolo è quel di sempre; combattere per i diritti universali delle persone e difendere i più fragili”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/08/03/video/_accoglienza_la_cgil_c_e_-134019

La Costituzione nella fine dei tempi. Quale bilanciamento fra diritti e strategia sanitaria?
Alessandro Volpi – La Fionda
L’introduzione del Green Pass per l’accesso a certi spazi pubblici, servizi e lavoro sta sollevando un grande dibattito che arriva ai fondamentali del nostro stesso ordinamento costituzionale, sia in senso strettamente giuridico, sia più in generale come principi che reggono il nostro ordine politico. Ultimamente il dibattito nel mondo intellettuale si è concentrato su una lettera di due filosofi italiani Giorgio Agamben e Massimo Cacciari, i quali sostengono che il Green Pass sia fondamentalmente una misura che discrimina una categoria – i non vaccinati – e quindi che si colloca al di fuori della garanzia dei diritti fondamentali.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/08/03/la-costituzione-nella-fine-dei-tempi-quale-bilanciamento-fra-diritti-e-strategia-sanitaria/

Quaderno Croato: l’importanza di essere protagonisti del proprio destino
Matteo Fantuzzi – Strisciarossa
Sebenico // Si sosta bene sulle terrazze di Sebenico / ci si orienta e si dimenticano / le microbe proteste della fatalità / e si fa musica all’aperto a sera seduti sul prato / all’angolo di un piccolo museo dove incontriamo Tito. // Avvistiamo poche tane di pescatori / che distillano grappe luminescenti / e il resto delle mogli in prospettiva / le immaginiamo tutte dentro mura bianche / di lenzuola stese al sole e acredine ai cancelli / le immaginiamo senza disperazione / senza lutti di fratelli in file di foto di ventenni anni novanta. // In questo momento so esattamente chi sei / non è affatto necessaria una misurazione approfondita / so cosa pensi e quanto mi somigli nei turbamenti / perché per sempre saremo bambini / sotto i bombardamenti di Baghdad / siamo ancora ragazzini tra le granate di Mostar
continua in
https://www.strisciarossa.it/quaderno-croato-limportanza-di-essere-protagonisti-del-proprio-destino/

Greenpeace: donazioni a qualsiasi prezzo?
Un’ex dipendente del call center fornitore di Greenpeace in Francia denuncia le condizioni di lavoro e i metodi invasivi
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/08/03/greenpeace-donazioni-a-qualsiasi-prezzo/

Per una politica del desiderio collettivo
Irene Doda – Jacobin Italia
Quelli che, come Matteo Renzi, insistono sul ruolo educativo dei sacrifici temono il potenziale trasformativo di un movimento che si contrapponga all’organizzazione sociale lavorista e iperliberista
continua in
https://jacobinitalia.it/per-una-politica-del-desiderio-collettivo/

Ornella Favero. Ridurre i danni prodotti dal carcere, spezzare la catena della cattiva comunicazione
Ho avuto di recente un’esperienza difficile di malattia e di ospedale, e la voglio raccontare. Prima di tutto per un motivo “futile”, che è la consapevolezza di come funziona quel passaparola tra detenuti, e spesso anche operatori, che fa circolare le “notizie” nei luoghi di privazione della libertà e che viene definito spesso “radio carcere”. Essendo il carcere un luogo ancora poco trasparente, al suo interno si sviluppa di frequente una capacità, amplificata rispetto al mondo “libero”, di stravolgere tante notizie che arrivano dall’esterno. Ecco, su di me preferisco essere io a darle, le notizie, e a cominciare così a spezzare la CATENA DELLA CATTIVA INFORMAZIONE.
Dunque, gli antefatti.
continua in
http://www.ristretti.org/index.php?option=com_content&view=article&id=102682:ridurre-i-danni-prodotti-dal-carcere-spezzare-la-catena-della-cattiva-comunicazione&catid=220:le-notizie-di-ristretti&Itemid=1

Fuori Festival – Il festival diffuso dell’Emilia-Romagna
Non solo appuntamenti musicali e artistici nelle città ma anche “Fuori”, nei boschi, in prossimità dei laghi, sui crinali e gli argini dei fiumi, esaltando così le peculiarità paesaggistiche e culinarie del territorio. Tutto questo è “Fuori – Il Festival diffuso dell’Emilia-Romagna”, iniziativa, promossa dalla Regione e organizzata dalla rete di Comuni, Associazioni, Pro loco ed enti locali e territoriali
continua in
Fuori Festival – Il festival diffuso dell’Emilia-Romagna | Radio Città Fujiko (radiocittafujiko.it)
Il programma completo
http://fuorifestival.emiliaromagnacreativa.it/


Ci lascia un grande giornalista, un impegno costante per raccontare il lavoro, il sindacato, il movimento operaio e i suoi protagonisti

Ilaria Romeo. Addio a Bruno Ugolini, maestro, compagno e amico
Ci ha lasciato Bruno Ugolini, un compagno, un grande giornalista, un amico. Figlio dello scrittore per l’infanzia Gherardo Ugolini, Bruno nasce a Brescia il 23 giugno del 1935. Dopo aver lavorato per alcuni anni presso la Casa Editrice La Scuola di Brescia, come correttore di bozze e come redattore per alcune riviste (Carta Penna e Calamaio, La madre, Scuola Italiana Moderna) dall’inizio degli anni Sessanta diventa corrispondente de l’Unità e direttore del settimanale del Pci La Verità del quale era stato collaboratore sotto lo pseudonimo di Gavroche
continua in
https://www.collettiva.it/speciali/bruno-ugolini/2021/08/03/news/addio_a_bruno_ugolini_giornalista_operaio_compagno_e_amico-1353329/

Ciao, Bruno Ugolini: grande giornalista dell’Unità, il ragazzino che voleva cambiare il mondo
Massimo Cavallini  –  Strisciarossa

Bruno è partito. Sapevo che l’avrebbe fatto. Lo sapevo perché me l’aveva detto lui, molti mesi fa, annunciandomi l’inizio d’una battaglia che era consapevole sarebbe stata la sua ultima, ma che, egualmente, voleva combattere fino in fondo. E fino in fondo l’ha combattuta, a suo modo vincendola. Perché se ne è andato, ne sono sicuro, senza rimpianti e senza paura. Sono momenti strani, quelli dell’addio. Momenti in cui capisci tante cose, tutte chiarissime eppure tutte difficili da scrivere.
continua in
https://www.strisciarossa.it/ciao-bruno-grande-giornalista-dellunita-ragazzino-che-voleva-cambiare-il-mondo/



È morto lo scrittore Antonio Pennacchi, interprete di un territorio socialmente e politicamente contraddittorio
(Radio Popolare)

Tra Storia e libertà di pensiero: ci lascia Antonio Pennacchi, la voce che ha raccontato Latina
Ilaria Ferri – Latina Today
Nel pomeriggio del 3 agosto 2021 ci ha lasciato all’improvviso Antonio Pennacchi, scrittore, pensatore, operaio, uomo impegnato politicamente, insofferente a imposizioni e beghe di partito, uomo di cultura.
E se col suo modo di fare schietto, le sue chiacchiere, le sue idee, le sue letture conquistava tutti in città, i latinensi comprendono bene che con lui se ne è andata una voce alta e autorevole che ha saputo raccontare Latina, la sua storia, la sua controversa posizione di città di fondazione
continua in
https://www.latinatoday.it/eventi/cultura/antonio-pennacchi-latina.html

Antonio Pennacchi fasciocomunista? No, scrittore e operaio che aveva capito la storia d’Italia
Maurizio Stefanini – Il Foglio
Una email inedita: “Speriamo di riposare anche noi in pace, quando sarà l’ora”. Le sue pose e il suo tono disincantato e strafottente. La storia di uno scrittore che ha saputo esplorare e raccontare anche le contraddittorie radici del fascismo. Se ne è andato a 71 anni
continua in
https://www.ilfoglio.it/cultura/2021/08/03/news/antonio-pennacchi-fasciocomunista-no-scrittore-e-operaio-che-aveva-capito-la-storia-d-italia-2749789/

Adriano Sofri. Antipatia per “Il fasciocomunista”, ma Pennacchi si legge come Guareschi
No alla tesi sulla coincidenza generazionale fra rossi e neri all’origine del ’68. Ma lo scrittore era, una volta che lo si vedesse in faccia, simpatico senza riserve. Come quell’antefatto, non travolto dalle macchinazioni della storia pubblica
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/08/04/news/antipatia-per-il-fasciocomunista-ma-pennacchi-si-legge-come-guareschi-2751042/

Gianni Cuperlo. Antonio Pennacchi (1950-2021)
Era un uomo particolare e geniale, figlio del suo tempo e assieme parte di qualcosa che avrebbe dovuto essere. Quando Nanni Moretti scosse la piazza denunciando l’élite di quella sinistra, si organizzò un incontro del mondo intellettuale e non solo. Venne anche lui. Mi disse che era il solo lì dentro che aveva qualcosa da dire e me lo disse col tono di chi ne era convinto, potrei aggiungere giustamente. Prese la parola dopo Gianni Vattimo e la chiusa fu semplicemente memorabile. Poi mi è accaduto di sentirlo in alcuni altri momenti, ma è stato assai di rado. Però stasera vorrei dire solo che ha scritto un romanzo unico e da amare. Un abbraccio grande e affettuoso a Laura
https://www.facebook.com/giannicuperlo/photos/a.674803805977199/2832385240219034/


3 agosto
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Giorgetti, Mirafiori soddisfa requisiti per fabbrica Intel
“Mirafiori soddisfa tutti requisiti” per ospitare una fabbrica di Intel. Lo afferma il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti dopo l’incontro con il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, la sindaca di Torino Chiara Appendino e il vicepresidente del Senato Anna Rossomando.
continua in
https://www.ansa.it/piemonte/notizie/2021/08/03/giorgetti-mirafiori-soddisfa-requisiti-per-fabbrica-intel_3012dc76-326a-4c8e-8fea-4341189eb0ac.html

RdC: studio Cisl, in Basificata nessun assunto tramite i Cpi
ANSA – La Basilicata è “tra le dieci regioni che non hanno proceduto all’assunzione di neanche una unità tra i percettori del reddito di cittadinanza tramite i Centri per l’impiego”: è il “dato più eclatante” che emerge da un’analisi del Centro studi della Cisl lucana “Pensiero futuro” dedicato al reddito di cittadinanza che, secondo gli studiosi, “nel mezzogiorno rischia di degenerare in un mero sussidio a perdere”.
continua in
https://www.ansa.it/basilicata/notizie/2021/08/03/rdc-studio-cisl-in-basificata-nessun-assunto-tramite-i-cpi_556cc048-1cab-4889-923e-d97fa1897b44.html

Stagionali, condizioni di lavoro inaccettabili
Cgil e Filcams: “La carenza di stagionali nel settore è un problema che il Covid ha acuito. Ma è dovuto al fatto che tantissimi giovani lavorano anche dodici ore al giorno, spesso non regolarizzati, e con paghe bassissime. Per questo, sono fondamentali maggiori controlli da parte dell’Ispettorato del lavoro”. Giovedì 5 agosto iniziativa del sindacato di strada con il Camper dei diritti lungo le spiagge
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/02/news/stagionali_condizioni_di_lavoro_inaccettabili-1350885/

Slc Cgil: la vita di chi lavora non è un costo da comprimere
Giulia Guida: “La nostra organizzazione denuncia da anni l’assottigliamento delle misure atte a garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/04/news/la_vita_di_chi_lavora_non_e_un_costo_da_comprimere-1356613/

Casalgrande padana, rinnovato l’integrativo
Filctem Cgil e Femca Cisl Reggio Emilia: “La riapertura del tavolo della trattativa da parte dell’azienda è avvenuta a seguito della nostra iniziativa di sciopero di otto ore della settimana scorsa, che ha visto una grandissima partecipazione delle maestranze”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/05/news/casalgrande_padana_rinnovato_l_integrativo-1359708/

Siena. Bottega verde, salvi negozio e dipendenti
Si è conclusa positivamente con un accordo la vertenza tra la Filcams Cgil di Siena e la nota catena di cosmetici che aveva annunciato la chiusura dello storico punto vendita di Pienza. Decisiva la dura battaglia sindacale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/03/news/bottega_verde_salvi_negozio_e_dipendenti-1354983/


4 agosto 1974. La strage dell’Italicus
Agosto. Improvviso si sente
un odore di brace.
Qualcosa che brucia nel sangue
e non ti lascia in pace,
un pugno di rabbia che ha il suono tremendo
di un vecchio boato:
qualcosa che urla, che esplode,
qualcosa che crolla. Un treno è saltato

(Claudio Lolli – “Agosto”, 1976)

La strage
A seguito della caduta della linea elettrica e dell’azionamento del segnale di allarme, il convoglio si arrestava e solo per forza di inerzia andava a fermarsi vicino alla stazione. La vettura in cui è avvenuto lo scoppio che è rimasta completamente distrutta dall’incendio apparteneva alle ferrovie della Repubblica federale tedesca ed era diretta a Monaco di Baviera.
(«Il Resto del Carlino», 5 agosto 1974).
Nella notte di domenica 4 agosto 1974, all’1,25, un potente ordigno collocato sull’espresso Roma-Brennero, l’Italicus, esplose nel secondo scompartimento della quinta carrozza mentre il treno usciva per inerzia dalla galleria e si fermava nei pressi della piccola stazione di S. Benedetto Val di Sambro. Lo scoppio dell’ordigno causò una strage: 12 persone restarono uccise e 44 ferite
continua in
http://mappedimemoria.it/stragi/italicus/la-strage/

4 agosto 1974
Italicus
 di Giampaolo Bernagozzi
https://www.youtube.com/watch?v=OnXDmNZMQfg


Tokio 2020, nemmeno un minuto per le vittime di Hiroshima
Checchino Antonini – Popoff Quotidiano
Hiroshima protesta con il Cio per la mancata commemorazione dell’anniversario. La minaccia atomica oggi e l’ambiguità di Italia e Nato
continua in
Tokio 2020, nemmeno un minuto per le vittime di Hiroshima – Popoff Quotidiano

4 agosto: Le notizie di Radio Popolare
I dubbi sul Green Pass a scuola, l’appello dell’OMS a vaccinare anche nei Paesi poveri e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 4 agosto 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo gli ultimi incidenti mortali sul lavoro, i sindacati si stanno attivando per promuovere manifestazioni per chiedere maggiori controlli e maggior sicurezza. L’OMS ha rivolto un appello a posticipare la terza dose del vaccino almeno fino alla fine di settembre e aiutare i Paesi più poveri con la somministrazione delle dosi.
L’assalto a Romelu Lukaku da parte del Chelsea può andare a buon fine: Steven Zhang farà fatica a rifiutare la montagna di soldi che il club londinese può mettere sul tavolo. È morto a 77 anni lo scrittore Antonio Pennacchi, interprete di un territorio socialmente e politicamente contraddittorio. Infine l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia

continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-4-agosto/

Dalla Gkn a Logista: tutti i fronti aperti del governo sui licenziamenti
Roberto Ciccarelli – Il Manifesto
Dopo lo sblocco dei licenziamenti. Draghi: un tavolo con i sindacati «tra fine agosto e settembre». Ma è emergenza. Dagli ammortizzatori sociali fino alle politiche della prevenzione sul lavoro: lo stallo dell’esecutivo
continua in
https://ilmanifesto.it/dalla-gkn-a-logista-tutti-i-fronti-aperti-del-governo-sui-licenziamenti/

Trieste. Green pass, rimuovere obbligo per lavoratori
Colombo (Filt Cgil): “Siamo venuti a conoscenza che un’azienda, operante come terminalista nel porto ha comunicato in maniera assolutamente arbitraria ai propri dipendenti che, dal 15 settembre, l’ingresso al lavoro è consentito solo a chi sia munito di certificato verde. È una decisione irresponsabile che condanniamo fortemente perché discriminatoria e perché il Governo non ha ancora deciso in merito”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/04/news/green_pass_rimuovere_obbligo_per_lavoratori-1356628/

Gianni Cuperlo. Licenziamenti Logista
“Da lunedì 2 agosto lei sarà dispensato dall’attività lavorativa. Cordiali saluti”.
Questo era il messaggio recapitato alcuni giorni fa ai lavoratori di Logista via WhatsApp.
L’azienda è controllata da una multinazionale spagnola e distribuisce tabacco nell’area del Nord-Est.
L’azione di ristrutturazione (sic) doveva investire un centinaio complessivo di famiglie (65 lavoratori di Logistic Time, azienda destinataria di un appalto, e 15 dipendenti a tempo indeterminato di Logista)
continua in
https://sites.google.com/site/sentileranechecantano/magazzino-2021/gianni-cuperlo-licenziamenti-logista

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 4 agosto: 6.596 nuovi casi e 21 vittime. Tasso di positività al 3,1%
Sono 6.596 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.845. Sono invece 21 le vittime in un giorno (ieri erano state 27). Tasso di positività al 3,1%, con 215.748 tamponi molecolari e antigenici effettuati ( ieri erano stati 209.719, con un tasso di positività 2,3%)
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/08/04/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_4_agosto_nuovi_casi_e_decessi_-_la_repubblica-312906623/

Covid: superati i 200 milioni di casi nel mondo
(ANSA) – l mondo ha superato i 200 milioni di casi totali di coronavirus, secondo il conteggio della Johns Hopkins University: 200.014.602, per la precisione. I decessi sono invece 4.252.873, mentre le dosi di vaccino somministrate sono oltre 4 miliardi e 228 milioni, secondo la stessa fonte

Daniele Biacchessi – Giornale Radio
Un attacco hacker contro il cuore del sistema di vaccinazione
Quello avvenuto contro la Regione Lazio è uno degli attacchi hacker più gravi mai avvenuti in Italia. Colpisce il cuore del sistema di vaccinazione del Paese in una Regione che ha fatto della prenotazione una vera e propria eccellenza. Agli hub di Roma si sono vaccinate le maggiori autorità dello Stato, tra cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il premier Mario Draghi. Non stupisce dunque l’attenzione degli investigatori che muovono le indagini con il pool dei magistrati antiterrorismo e quelli che si occupano di reati informatici come accesso abusivo a sistema informatico e tentata estorsione. Ieri, ai microfoni dell’Attimo fuggente del nostro Luca Telese, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha spiegato che gli attacchi hacker ai sistemi informativi sono stati tutti respinti ma continuano.
continua in
https://giornaleradio.fm/news/il-corsivo/28658-un-attacco-hacker-contro-il-cuore-del-sistema-di-vaccinazione.html

Claudio Bazzocchi. QUELLA DELLA PAURA ALIMENTATA DAI POTERI FORTI TRAMITE IL VIRUS È UNA CATEGORIA FUORI TEMPO
Può darsi che io sia un ingenuo, che non capisca troppo bene le cose, ma davvero non riesco a capire la narrazione – di destra e anche di pezzi di sinistra – per cui i governi in tutto il mondo userebbero la pandemia per terrorizzare i cittadini e assoggettarli così tramite la paura
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10227008903154249&set=a.1104089608173

Campagna vaccinale e principio di precauzione
Francesco Prandel – La Fionda
La storia della tecnica è costellata di disastri che potevano essere evitati. Dal Titanic al DDT, da Chernobyl alla Exxon Valdez, da Bhopal a Fukushima, tanto per citarne alcuni tra i più tristemente noti. All’origine dei disastri potrebbe esserci ciò che gli antichi greci chiamavano hybris, la tracotanza intesa come empietà, presunzione, arroganza, superbia, prevaricazione. Il comune denominatore dei disastri appena menzionati è forse l’eccesso di sicurezza – o, se vogliamo, il difetto di prudenza – dovuto all’ignoranza dei nostri limiti.
continua in
https://www.lafionda.org/2021/08/04/campagna-vaccinale-e-principio-di-precauzione/

Come perpetuare l’emergenza sanitaria
Francesca Marcellan – Volere la luna
Tutto è cominciato il 1° marzo 2021, data di un’impegnativa per visita pneumologica e spirometria (per asma cronica) prescritta dal mio medico, con priorità “entro due mesi”. Chiamo il CUP della mia città, Padova (nell’efficientissimo Veneto), per la prenotazione e mi dicono che è impossibile effettuarla entro quel lasso di tempo perché non ci sono posti disponibili e che sarò ricontattata appena possibile. Passano alcuni mesi e il 2 agosto mi arriva la comunicazione via mail che la mia visita è fissata per il 9 agosto
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/08/04/come-perpetuare-lemergenza-sanitaria/

Vaccinare i sommersi
Stefano Galieni – Trasform Italia
Mentre infuriano polemiche, spesso sterili, fra fautori e detrattori del cosiddetto green pass, poco o nulla si sta muovendo per affrontare i disagi derivanti da un sistema sanitario che potrebbe ritrovarsi, in autunno, a dover affrontare nuove ondate pandemiche senza essersi profondamente modificato. Il vaccino ad oggi ha reso di certo meno catastrofico il bilancio delle vittime e del numero di persone che sono dovute transitare nei reparti di terapia intensiva ma la profilassi vaccinale è stata realmente garantita a tutte/i? E quando ancora infuriano le polemiche sul rendere o meno obbligatorio il vaccino, tema su cui dovrebbe essere chiamato a pronunciarsi il parlamento e non confindustria, permangono fasce intere di popolazione il cui tasso di vaccinazione è più basso rispetto alla media nazionale. Migranti e senza fissa dimora e tante altre tipologie di persone a cui risulta meno facile l’accesso ai servizi sanitari sono la dimostrazione concreta di quanto anche in questo campo esista un diritto alla salute non effettivamente garantito. Sarebbe utile che invece di parlare di obbligo vaccinale si affrontasse, a partire dal dovere delle istituzioni e del SSN di garantire il vaccino rapidamente e per ragioni di salute pubblica. Il tema non ha soltanto dimensioni italiane.
continua in
https://transform-italia.it/vaccinare-i-sommersi/

Mitologia europea e agiografia di Mario Draghi
Eugenio Pavarani – La Fionda
Come altri, egli è orgoglioso, competitivo, partecipe dei valori aristocratici dell’onore e della pubblica stima ma è sua specifica prerogativa la capacità di piegare quei valori alle esigenze del momento: “Saremo giusti domani, oggi dobbiamo essere scaltri” si narra che abbia detto
continua in
https://www.lafionda.org/2021/08/04/mitologia-europea-e-agiografia-di-mario-draghi/

Un G20 di retorica e opportunismo
Ferdinando Pezzopane e Giorgio De Girolamo – Jacobin Italia
l consesso sull’ambiente dei ricchi del mondo ha confermato la sua distanza dalle necessità reali e dalle rivendicazioni sociali. Un bilancio del vertice napoletano
continua in
https://jacobinitalia.it/un-g20-di-retorica-e-opportunismo/


“Io sono la prima Atalanta”. Una storia antica come nuova nei giorni di Tokyo 2020
La storia è dedicata a Simone Biles, di cui è famosa la dichiarazione: “I’m not the next Usain Bolt or Michael Phelps. I’m the first Simone Biles”
Luca Billi – Allonsanfan
Nessun mortale corre più veloce di Atalanta, nessun mortale scaglia il giavellotto più lontano di lei, nessun mortale ha il suo coraggio e la sua abilità nelle battute di caccia. Quando qualcuno le vuole fare un complimento, immancabilmente le dice che sa cacciare e combattere come un uomo. E lei si arrabbia, perché ad Atalanta non interessa essere come un uomo: vuole essere una donna, una donna libera di decidere della propria vita
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/08/04/atalanta-mito-olimpiadi-biles/?fbclid=IwAR1Ktcb2ugqJv5xPDV-cxOKqgE9PLyjBLT7tukFzGLCs_KzUsuFVgo9b4A4

A Tokyo 2020 il corpo degli atleti si fa politico
Florencia Di Stefano-Abichain – Radio Popolare
Storicamente i Giochi Olimpici sono il palcoscenico ideale per lanciare messaggi sociali e politici in mondovisione: la sensazione però è quella che Tokyo 2020 sia l’edizione prediletta per trattare su vari livelli i temi cari in particolare a millennial e a Gen Z: la questione di genere, i diritti LGBTQIA+, la salute mentale.
Dalla campionessa di ginnastica artistica statunitense Simone Biles e la tennista giapponese nonché tedofora Naomi Osaka, che con la sola forza della vulnerabilità puntano i riflettori sull’assenza di tutele dell’equilibrio mentale degli atleti alle gemelle Charlotte e Laura Tremble, duo di nuoto sincronizzato francese, che si qualificano per la finale con una coreografia che affronta il tema della violenza sulle donne e dei femminicidi; all’oro olimpico di tuffi Tom Daley, che spazza via anni di maschilismo tossico e stereotipi di genere mettendosi a lavorare a maglia sugli spalti per sostenere un progetto di beneficenza e scaricare lo stress; agli spadisti statunitensi Jake Hoyle, Curtis McDowald e Yeisser Ramirez che nella gara d’esordio salgono in pedana con le mascherine rosa per protestare contro la presenza in squadra del compagno Alan Hadzic, permessa dal Comitato Olimpico nonostante sia indagato per violenza sessuale; alla velocista bielorussa Krystina Timanovskaya che ha chiesto e ottenuto asilo politico in Polonia poiché stava per essere riportata nel suo paese contro la sua volontà, dopo avere criticato la sua federazione alle Olimpiadi
continua in
https://www.radiopopolare.it/a-tokyo-2020-il-corpo-degli-atleti-si-fa-politico/


Poveri meridionali!
Natale Cuccurese – Trasform Italia
Le politiche dei Governi dell’ultimo ventennio, che ha visto cieca obbedienza ad ogni ordine di Bruxelles, privatizzazioni a pioggia, modifica del Titolo V, politiche ultra liberiste, pareggio di bilancio ecc., hanno prodotto, anno dopo anno, i loro frutti avvelenati, fra cui un aumento sempre maggiore della povertà assoluta della popolazione oggi arrivata al record di 5,6 milioni di cittadini, in larga maggioranza nel Mezzogiorno, la macroarea più povera di tutto il continente, con Sicilia e Campania ai primi due posti per rischio povertà della classifica Eurostat, seguite da Calabria, Puglia, Basilicata e Molise
continua in
https://transform-italia.it/poveri-meridionali/

Pennacchi, l’operaio che si fece scrittore, lo scrittore che restò sempre operaio
Roberto Roscani – Strisciarossa
Non ricordo che stagione fosse. Ricordo però che Antonio si presentò all’Unità col suo berretto alla Lenin e la sciarpa rossa: sarebbero diventati i suoi marchi di fabbrica, come le sue battute e le risate aperte e un po’ stridule. Lui era curiosissimo del giornale (all’epoca eravamo a via Due Macelli, oggi non c’è più nulla a parte la facciata, dietro la quale si affaccia la Rinascente) e gli piaceva raccontare. Era venuto per essere intervistato dopo l’uscita del suo “Mammut”, il romanzo d’esordio più rifiutato della storia e pubblicato poi da Donzelli. Lui se ne faceva quasi un vanto, raccontando del viaggio con la Fiat 127 a Milano carica di fotocopie del romanzo da consegnare agli editori.
continua in
https://www.strisciarossa.it/pennacchi-loperaio-che-volle-farsi-scrittore-lo-scrittore-che-si-senti-sempre-operaio/

La sinistra in Sud Tirolo: con le donne e per la costruzione d’una vera comunità
Paolo Soldini – Strisciarossa
In questo libro l’autrice, Grazia Barbiero, parla poco di sé. Ma modestia e discrezione, nel suo racconto, sono un limite perché la sua biografia, pura e semplice, potrebbe essere invece essa stessa la materia viva, spessa, della storia che ci narra. Una storia che nei suoi “Scenari in movimento” è fatta di nomi di persone, di riunioni appassionate, di manifestazioni, di amicizie, di scontri dialettici, di costruzione di comunità e comunanze, di cultura e d’arte, di militanza laica, di puntigliosi (e sacrosanti) richiami alla inevitabile necessità della politica
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-sinistra-e-il-sud-tirolo-dalla-parte-delle-donne-e-della-costruzione-duna-vera-comunita/

Trentino. «Licenziato per rappresaglia»
Sarà reintegrato grazie alla decisione del Tribunale un operaio di una ditta del comparto carni che opera nella Piana Rotaliana, nel Trentino. Il commento della Flai Cgil locale: “Lo avevano accusato ingiustamente di aver minacciato il superiore con il coltello; unica ‘colpa’ chiedere il rispetto del contratto ed essersi rivolto al sindacato. È emerso uno spaccato allarmante delle condizioni di lavoro nel settore”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/08/04/news/azienda_condannata_per_licenziamento_ritorsivo_e_discriminatorio-1356622/

Brasile: Bolsonaro indagato per attacchi a sistema elettorale
(ANSA) – Un giudice della Corte suprema del Brasile ha ordinato oggi l’apertura di un’inchiesta contro il presidente Jair Bolsonaro per le affermazioni non provate del capo dello Stato secondo il quale il sistema di voto elettronico porta a frodi elettorali. La decisione del giudice, Alexandre de Moraes, arriva dopo che Bolsonaro ha moltiplicato i suoi attacchi negli ultimi tempi contro il sistema elettorale, affermando che il prossimo anno non si potranno svolgere le elezioni presidenziali se tale sistema non sarà modificato. L’accusa nei confronti del presidente è di “abuso di potere politico ed economico”


Dopo 5 mesi di trattative e con oltre 2 milioni di ore di sciopero, il 5 agosto del 1971 la Fiat e i sindacati metalmeccanici firmarono un complesso accordo integrativo aziendale di ben 84 cartelle destinato a regolamentare le relazioni industriali per alcuni decenni

Adriano Serafino. 50 anni dopo: l’accordo che cambiò le relazioni sindacali alla Fiat
continua in

50 anni dopo: l’accordo che cambiò le relazioni sindacali alla Fiat (volerelaluna.it)

Vedi anche
Cesare Cosi. La gestione degli accordi 5 agosto 1971 e dell’11 luglio 1975
continua in
http://www.mirafiori-accordielotte.org/1969-75/contrattazione/la-gestione-dellaccordo-5-agosto-1971/



CASA DEI PENSIERI 2021

Il direttore della Casa dei Pensieri Davide Ferrari, illustra il programma della prossima edizione che sarà dedicata ad Emilio Pasquini

“Libertà va cercando”

Casadeipensieri 2021Diretta da Davide Ferrari

Nel settimo centenario della morte di Dante Alighieri, Casadeipensieri giunge alla trentunesima edizione. E’ una delle rassegne più longeve e forse più attese dell’estate culturale italiana. Studiosi di valore internazionale hanno contribuito a farla crescere. Così il prof. Emilio Pasquini cui è dedicata questa edizione
Di seguito il programma
http://casadeipensieri2000.blogspot.com/?fbclid=IwAR1ftZpLvVd1c1RxjotniJdqTv5Ob6PXtRoX6LX6MbOWwNttErb0z9jvUH0


error: Content is protected !!