2022 . 02 – Febbraio (11 – 20 febbraio)

Precipitano nel vano ascensore, morto un operaio, ferito il collega

ANSA – Un operaio è morto e un altro è ricoverato in gravissime condizioni dopo essere precipitati all’interno del vano ascensore mentre installavano la cabina in un palazzo di Milano adiacente piazzale Loreto
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/02/11/precipiatano-nel-vano-ascensore-morto-un-operaio-ferito-il-collega_b6d9c5a2-26d6-4a7d-a0f4-59a7765eb039.html

Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Ci arriva la notizia e ci lascia senza fiato: un giovane pilota di Air Italy si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto. Si tratta di uno dei 1329 licenziati di Air Italy trascinati fino al licenziamento da anni di bugie, piani industriali finti, ammortizzatori e “bla bla” nocivi. Non conosciamo la sua vicenda individuale e non ci permettiamo in nessun modo di entrarvi. Ma conosciamo la sua vicenda collettiva.Stringersi, prendersi cura l’uno dell’altro, fonderci, unirci, diventa ogni giorno più importante. Unirci nella lotta per non essere mai più costretti a unirci al cordoglio. Mandiamo un abbraccio senza fiato alla famiglia di F., alle colleghe e colleghi di Air Italy e a tutta la nostra famiglia allargata dei lavoratori e lavoratrici del trasporto aereo

11 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

Il via libera alla riforma del CSM, le vincitrici del premio Wolf per la chimica e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 11 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità la riforma del CSM e dell’ordinamento giudiziario. In giornata, poi si è aperto un caso sulle parole del Ministro dell’Economia Franco sul Superbonus edilizio. Mentre oltre 100 Paesi chiedono di sospendere per tre anni i brevetti sui vaccini per il COVID, in Italia viene concessa un’ulteriore estensione temporale ad alcuni dei brevetti utilizzati da AstraZeneca, Pfizer e Moderna. Le scienziate statunitensi Carolyn Bertozzi e Bonnie Bassler hanno vinto il premio Wolf per la chimica. Non accadeva da 15 anni che il riconoscimento andasse a scienziate. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-11-febbraio/

Da Nord a Sud “catena del buio” dei Comuni italiani

L’ombra è calata su piazze, monumenti, edifici rappresentativi delle città italiane (video). I Comuni hanno deciso di spegnere gli “interruttori” per accendere invece l’attenzione sulla questione dei rincari delle bollette. La risposta dei sindaci è stata compatta alla campagna #Lucispente lanciata dal presidente di Anci, Antonio Decaro: un gesto simbolico per richiamare l’attenzione del governo.
continua in
https://www.anci.it/piazze-edifici-e-monumenti-al-buio-le-immagini-dai-comuni-di-tutta-italia/

Covid Italia, il bollettino dell’11 febbraio 2022: sono 67.152 i nuovi casi, 334 i morti

Anche oggi c’è un lieve calo di nuovi casi, che sono 67.152, mentre i decessi sono 9 in più (334). Sono 663.786 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso di positività è al 10,1%, in calo rispetto all’11,1% di ieri. Sono invece 1.265  i pazienti in terapia intensiva, 57 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 100. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 16.824, ovvero 530 in meno rispetto a ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/11/news/covid_italia_il_bollettino_dell_11_febbraio_2022_-337345271/

Brevetti, il regalo del governo a Big Pharma
Vittorio Agnoletto – Radio Popolare

Mentre oltre 100 Paesi, migliaia di associazioni, centinaia di premi Nobel e di ex capi di stato chiedono di sospendere per tre anni i brevetti sui vaccini per il COVID, in Italia viene concessa un’ulteriore estensione temporale ad alcuni dei brevetti utilizzati da AstraZeneca, Pfizer e Moderna
continua in
https://www.radiopopolare.it/brevetti-il-regalo-del-governo-a-big-pharma/

11 febbraio: Il ministro del manganello

Come ci si poteva attendere da un ministro “tecnico”, i rapporti della Digos sono stati presentati come verità assoluta, anche se smentiti da decine di riprese video visibili sui social
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/10/il-ministro-del-manganello-0146448

Genova: le condanne agli antifascisti fanno riflettere

Le sentenze di primo grado del processo intentato nei confronti di antifascisti e antifasciste genovesi per i fatti legati alla contestazione del comizio elettorale di CasaPound, svoltosi il 23 maggio del 2019, sono indice di un “clima” complessivo di torsione autoritaria
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/11/genova-le-condanne-agli-antifascisti-fanno-riflettere-0146485

Genova: Il presidio fuori dal tribunale 

Genova, una sentenza da tribunale speciale
Ercole Olmi – Popoff quotidiano

Come per Mimmo Lucano: pene moltiplicate rispetto alle richieste del pm. Il tribunale di Genova ha condannato 43 manifestanti antifascisti per i disordini scoppiati in piazza Corvetto il 23 maggio 2019 in occasione della manifestazione organizzata per protestare contro il comizio di Casapound. Quel giorno, nonostante i ripetuti appelli, fu autorizzato un comizio dichiaratamente fascista in pieno centro cittadino, le “forze dell’ordine”, oltre a mettere in campo un formidabile schieramento a difesa dei “fascisti del terzo millennio”, hanno rimpinzato di gas lacrimogeni centinaia di manifestanti antifascisti poi caricati violentemente. La vicenda avrebbe avuto l’onore delle prime pagine nazionali perché quattro celerini eccitatissimi pestarono a sangue – procurandogli diverse fratture, ferite e un trauma cranico – un giornalista di Repubblica, Stefano Origone, scambiandolo per un manifestante
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/02/10/genova-scontri-piazza-corvetto-condanne-per-gli-antifascisti/

Scontri di piazza Corvetto, dopo la condanna presidio antifascista al Ducale, gli avvocati: “Sentenza ingiusta, faremo appello”

Il presidio, organizzato da Genova Antifascista, ha preceduto il corteo diretto a piazzale Parenzo, dove è in corso la commemorazione del Giorno della Memoria, a cui prenderà parte anche Casapound
continua in
https://www.lavocedigenova.it/2022/02/10/leggi-notizia/argomenti/politica-6/articolo/scontri-di-piazza-corvetto-dopo-la-condanna-presidio-antifascista-al-ducale-gli-avvocati-sentenz.html

11 febbraio: Meglio il doppio turno. Ma la riforma elettorale non risolve la crisi della politica
Roberto Roscani – Strisciarossa

La discussione sulla riforma della legge elettorale parte male. Il primo motivo – a mio parere – è che se tutti riconosciamo che c’è una crisi della politica, o potremmo meglio dire una crisi delle forme della democrazia che è italiana ma non solo, partire dalla legge elettorale non credo sia il modo giusto di affrontarla. Non si rifà una casa cominciando dal tetto
continua in
https://www.strisciarossa.it/meglio-il-doppio-turno-ma-la-riforma-elettorale-non-risolve-la-crisi-della-politica/

Giustizia, bozza riforma: 3 anni senza toga per i candidati non eletti

I magistrati che si sono candidati in competizioni elettorali e non sono stati eletti, per tre anni non potranno svolgere funzioni giurisdizionali. La destinazione sarà individuata dai rispettivi organi di autogoverno. È quanto prevede la bozza di riforma del Csm e dell’ordinamento giudiziario che sta per essere esaminata dal Consiglio dei Ministri.
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/giustizia-bozza-riforma-3-anni-senza-toga-per-i-candidati-non-eletti/


Taurianova, un ennesimo campo-container per i braccianti. Come a Rosarno
Maurizio Alfano – Strisciarossa
L’ultimo incendio nella baraccopoli di San Ferdinando costruita dai bracciantimigranti impiegati da anni e sfruttati da sempre in condizioni di lavoro mediato dai caporali ed in assenza di idonee foresterie temporali alle quali rivolgersi nei picchi stagionali legati alle colture calabresi – ha solo per caso fortuna o fato scongiurato la morte per tanti di quei lavoratori costretti e ristretti a vivere in condizioni non disumane, ma animalesche
continua in
https://www.strisciarossa.it/taurianova-un-ennesimo-campo-container-per-i-braccianti-come-a-rosarno/


11 febbraio: La crisi ucraina e il «signorsì!» dell’Italia
Domenico Gallo – Volere la luna

Di fronte alla prospettiva del ritorno della guerra in Europa presagita dalla crescente pressione militare fra la NATO e la Russia sul fronte della crisi dell’Ucraina, stupisce il silenzio assordante dell’Italia, che appare completamente afona. La spiegazione ufficiale di questo silenzio ci è stata fornita l’8 febbraio attraverso le comunicazioni alle Commissioni esteri e difesa di Camera e Senato del ministro degli esteri Di Maio e del ministro della difesa Guerini. Adesso sappiamo perché non si sente la voce dell’Italia sul piano internazionale: perché non abbiamo niente da dire rispetto alla nuova guerra fredda che stiamo vivendo, salvo che noi siamo membri attivi di questo scenario e non abbiamo alcuna intenzione di dissociarci. Per dire «signorsì!», non c’è bisogno di alzare la voce, né di gridarlo sui tetti. Anche per questo la posizione espressa dal Governo italiano sulla crisi dell’Ucraina è passata completamente sotto silenzio nella stampa e nei media. Di fronte a tanta sprovvedutezza, l’impressione è quella dell’orchestra che suona sul Titanic
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/11/la-crisi-ucraina-e-il-signorsi-dellitalia/

11 febbraio: La campagna TERRORISTICA degli USA a mezzo stampa ormai dilaga in tutta Europa.
L’invasione russa dell’ Ukraina non è solo certa nelle date e nei punti di attacco, ma perfino nel numero dei morti che provocherà, dei milioni di profughi che vagheranno per l’Europa. Mancano solo i cosacchi che si abbeverano nelle fontane del Vaticano, poi le abbiamo sentite tutte. C’è da esserne certi: lo dicono i servizi segreti statunitensi. Gli stessi che erano sicuri dell’esistenza delle armi di distruzione di massa in Iraq e che hanno sterminato 500.000 persone senza trovarle. Gli stessi delle previsioni sull’avanzata dei Talebani in Afghanistan.Perfino il Presidente Ukraino invita alla moderazione rinunciando ai ricchi premi che riceverebbe per qualche migliaia di morti che potrebbero giustificare l’avanzata del fronte della NATO!!!!!Pochi i giornalisti che si interrogano sul perchè di questa follia, ormai disabituati a pensare prima ancora che ad investigare. Eppure è chiaro come la luce del sole. Il Presidente Cinese lo ha detto più volte, non per scherzo: il secolo scorso è stato il secolo degli USA, questo secolo dovrà dividerlo con altri soggetti. Senza aggiungere, per diplomazia: meglio capirlo con le buone che diversamente!!! Se lo capissimo anche noi europei, non sarebbe troppo tardi.Spero che Scholz, pressato in patria e da fuori, riesca a spiegare a Biden che la Germania ha già sbagliato una volta a buttarsi verso Est e che gli è andata bene se non è scomparsa dalla cartina geografica.

Franco di Giangirolamo sulla propria pagina Facebbok


Paola Furlan sulla propria pagina Facebook

Dieci anni fa, l’11 febbraio 2012 muore Guido Fanti, sindaco di Bologna dal 2 aprile 1966, quando succede a Giuseppe Dozza, al 29 luglio 1970, eletto primo presidente della Regione Emilia-Romagna. 
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=946257892690806&set=a.113499212633349

(Foto Angela Tromellini, 4 marzo 2008)


11 febbraio: È morto Mino Milani, grande firma del Corriere dei Piccoli

Personalità poliedrica, è stato uno dei protagonisti del fumetto Italiano tra gli anni Cinquanta e Settanta, contribuendo a sviluppare il genere del fumetto storico-pedagogico protagonista del Corriere dei Ragazzi e del Giornalino, oltre che a collaborare con autori come Hugo Pratt, Sergio Toppi, Grazia Nidasio e Attilio Micheluzzi, che esordì come fumettista su una sceneggiatura firmata proprio da Milani
continua in
https://www.fumettologica.it/2022/02/morto-mino-milani/?fbclid=IwAR0M3lI1npQmBEicuXl70XsLLL4-STthYXojeFeDy9m8zy-A6fEQf0HFPWc

11 febbraio: L’impresa dei pesci cinesi alla conquista dell’atollo polinesiano di Hao
Michele Emmer – Strisciarossa

“Mi leggerete tra un mese quando arriverà il portale inglese, alla partenza del quale mi avete salutato in modo così conveniente. Non vi ho reso giustizia. Sapete bene quanto me che è impossibile, a meno di non essere il più fine dei poeti, descrivere il fascino delle vostre isole!”. Chi scrive è George Simenon nel 1935 quando fu inviato nelle isole del Pacifico, nella Polinesia Francese, in particolare a Tahiti. Il volume che raccoglie i suoi articoli è stato pubblicato in italiano nel 2021 da Adelphi con il titolo “A margine dei meridiani
continua in
https://www.strisciarossa.it/limpresa-dei-pesci-cinesi-alla-conquista-dellatollo-polinesiano-di-hao/

11 febbraio: Sinicco e “Le ballate di Lagosta”, l’isola dove lo straniero è sempre amico
Matteo Fantuzzi – Strisciarossa

Lagosta è un’isola del Mare Adriatico situata nella Dalmazia meridionale vicino all’isola di Curzola e a Lissa. Il racconto di questa comunità e dell’umanità dei propri abitanti fa da sfondo ai temi della storia recente che non riguardano solo i popoli dell’ex-Jugoslavia ma che inevitabilmente fanno da ponte e confine per tutta la situazione europea, nella propria collocazione geografica tra Oriente e Occidente, nei profondi cambiamenti anche politici dell’ultimo secolo, ricordando uno dei grandissimi scrittori del Novecento, legatissimo all’Italia e di cui purtroppo sembra già perdersi la memoria: Predrag Matvejević
continua in
https://www.strisciarossa.it/sinicco-e-le-ballate-di-lagosta-lisola-dove-lo-straniero-e-sempre-amico/


GIANCARLO CAPALDO RILANCIA IL MISTERO DI EMANUELA ORLANDI. TRENTANOVE ANNI DOPO IL MISTERIOSO RAPIMENTO, IL ROMANZO “LA RAGAZZA SCOMPARSA”.

“Non poteva però sfuggirgli che, così facendo, avrebbe messo in pericolo la vita della moglie e del figlio. Perché l’ha fatto? Concludo, principe, consigliandole vivamente di lasciar perdere: chi tocca il Vaticano a volte muore, è accaduto perfino ai papi.”
continua in
https://www.laltraribalta.it/2022/02/11/giancarlo-capaldo-rilancia-il-mistero-di-emanuela-orlandi-trentanove-anni-dopo-il-misterioso-rapimento-il-romanzo-la-ragazza-scomparsa/?fbclid=IwAR30Nt9yVXx62M00k1ZHy6H18OoXeaFbYSDC4OEwRnStTnp3fbWmpIg1Ugs


11 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Assemblea organizzativa Cgil – Rimini 10-11-12 febbraio

Aprire una grande stagione dei diritti

L’intervento di Linda Laura Sabbadini all’assemblea organizzativa della Cgil: non basta contrastare le disuguaglianze, è necessario prevenirle. Ma in Italia le politiche sociali sono residuali. Vanno liberate le grandi potenzialità delle donne
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/11/video/aprire_una_grande_stagione_dei_diritti-1864284/

Lucio Caracciolo. Europa e Russia: la storia alle porte

Il contributo di Lucio Caracciolo all’assemblea organizzativa della Cgil: la tendenza globale al disordine, la sovranità “molto limitata” dell’Italia, le nuove vie per il gas russo e l’espansione verso Est della Nato. Un mondo accelerato
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2022/02/11/video/europa_e_russia_la_storia_alle_porte-1862256/

Lavoro, Sbarra: il nostro obiettivo resta un patto sociale

“Il Governo assicuri interventi e risorse adeguate per contrastare il caro bollette e per sostenere i redditi delle famiglie, lavoratori e pensionati. Questa è la vera priorità da affrontare con urgenza”. Lo ha detto oggi a Palermo il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, intervenuto al Congresso della Ust Cisl di Palermo e Trapani
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/148189-2/

Tim, sarà sciopero
Davide Colella e Roberta Lisi – Collettiva

Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil hanno proclamato per il 23 febbraio lo stop di tutte le aziende del gruppo. In gioco c’è il futuro dell’occupazione e lo sviluppo del Paese
continua
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/11/video/e_sciopero_-1862257/

Gli studenti incontrano Bianchi: “ministero indisponibile”

Dopo il presidio a Viale Trastevere, una delegazione è riuscita a incontrare il ministro. Gli studenti hanno chiesto un passo indietro del ministero per costruire un esame basato sul colloquio orale e l’elaborato, criticando l’esame di stato così impostato e chiedendo che il ministero apra un tavolo di confronto costante con le rappresentanze studentesche. La Rete degli Studenti Medi giudica l’incontro come fortemente deludente, in quanto il ministro non avrebbe dato nessuna disponibilità a modificare la prova, e critica il metodo utilizzato nella scelta della prova d’esame, convocando gli studenti solo dopo aver già deciso tutto e per comunicare tale decisione
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/11/news/gli_studenti_incontrano_bianchi_dopo_il_presidio_ministero_indisponibile_-1864515/

Vera Ristorazione, firmato il primo contratto integrativo

Siglato il primo contratto integrativo aziendale applicato ai circa mille dipendenti del gruppo Vera Ristorazione Srl (che raggruppa i marchi Ristò, CremAmore, Portello Caffe, Romantica, Illy, Odoroki) presente con 100 ristoranti, caffetterie, gelaterie e pizzerie in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo e Marche
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/11/news/vera_ristorazione_firmato_il_primo_contratto_integrativo-1864046/

Stellantis: Fiom, aprire il confronto nell’interesse del Paese

“Abbiamo appreso da alcune notizie stampa che anche il Copasir, (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) richiama il governo e il Parlamento affinché si intervenga sulla transizione del settore automotive ed in particolare sullo squilibrio tra Italia e Francia riguardo al sistema industriale dell’automotive a partire da Stellantis“.  Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma, segretario nazionale Fiom Cgil e responsabile automotive e Simone Marinelli, coordinatore nazionale automotive per la Fiom
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/11/news/stellantis_fiom_aprire_il_confronto_nell_interesse_del_paese-1864057/

Due proposte sul Superbonus

Celebre (Fillea regionale): “Da un lato, occorre subordinare la concessione dei bonus fiscali al rispetto del ccnl dell’edilizia come richiesto da tempo da lavoratori e imprese per garantire adeguati standard di sicurezza nei cantieri. Dall’altro, solo dopo tali verifiche su impresa e cantiere, si potrà riconoscere la possibilità di successive cessioni dei crediti solo a soggetti finanziari o grandi aziende fornitrici riconosciuti attraverso un Albo specifico”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/11/news/due_proposte_sul_superbonus-1863429/

Piana di Gioia Tauro, Cgil incontra prefetto su politiche abitative

Giovedì 10 febbraio, il prefetto Massimo Mariani ha convocato e incontrato, presso la Prefettura di Reggio Calabria, Celeste Logiacco (segretaria henerale Cgil Gioia Tauro) e Francesco Alì (Politiche abitative Cgil Calabria). L’incontro, richiesto dal sindacato, nasceva dalla volontà dei due sindacalisti di dare un seguito al recente “Consiglio territoriale sull’immigrazione”, convocato proprio dal Prefetto con l’obiettivo di monitorare il fenomeno del caporalato nella Piana di Gioia Tauro, affrontare il tema della messa in sicurezza dei migranti presenti sul territorio e quello del problema alloggiativo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/11/news/piana_di_gioia_tauro_cgil_incontra_prefetto_su_politiche_abitative-1864529/

Filt Cgil: ok interesse partner ma ruolo Stato è imprescindibile

“Apprezziamo che ci siano soggetti interessati al progetto industriale di Ita”. Ad affermarlo da Rimini, dove è in corso l’assemblea organizzativa della Cgil, è il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito, aggiungendo che “allo stesso tempo siamo molto interessati a sapere chi sono e che idee hanno per il futuro industriale della compagnia aerea nazionale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/11/news/ita_filt_cgil_bene_interesse_partner_ma_imprescindibile_ruolo_dello_stato-1864049/

Fiori group, rinnovato contratto aziendale

Dopo diversi mesi di negoziato, l’assemblea dei lavoratori ha approvato all’unanimità l’ipotesi di rinnovo del contratto aziendale della Fiori group spa di Finale Emilia, azienda storica del territorio che produce betoniere e autocaricanti per l’edilizia con 78 addetti. Il contratto verrà siglato in data odierna dai rappresentanti aziendali insieme alla Fiom Cgil e alla Rsu Fiom. L’accordo, che è stato rinnovato pur nelle restrizioni e difficoltà della fase pandemica, prevede un potenziamento delle relazioni industriali con incontri periodici delle parti due volte l’anno per confronti sull’andamento produttivo e occupazionale. E’ previsto un coinvolgimento strategico delle Rsu nelle scelte importanti dell’azienda
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/11/news/fiori_group_rinnovato_contratto_aziendale-1862523/

Covid Italia, il bollettino del 12 febbraio: 62.231 nuovi casi e 269 morti

Sono 62.231 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 67.152. Le vittime sono invece 269, mentre ieri erano state 334. I tamponi sono stati 587.645 tra antigenici e molecolari e il tasso di positività è salito al 10,6% (+0,5%)
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/12/news/covid_italia_il_bollettino_del_12_febbraio-337457222/

12 febbraio. Blinken: segnali di un’escalation in Ucraina da parte di Mosca, oggi Biden sente Putin

Soffiano venti di guerra e scatta l’allarme in tutto il mondo. Gli Stati Uniti hanno lanciato drammaticamente l’allarme sull’Ucraina, avvertendo che un’invasione russa potrebbe iniziare a breve, e hanno chiesto ai cittadini statunitensi di andarsene entro 48 ore. Un attacco da parte degli oltre 100.000 soldati russi, attualmente sistemati vicino all’Ucraina, “potrebbe verificarsi da un giorno all’altro“, ha detto ai giornalisti Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca a Washington
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/ucraina-30-navi-russe-nel-mar-nero-oggi-colloquio-telefonico-tra-biden-e-putin–7b3695af-b8b8-4f01-9b20-e9377d89a8f0.html

12 febbraio: La crisi ucraina: perché si rischia la guerra. Le cose da sapere
Francesco Palmas – Avvenire

Come si è arrivati alla crisi ucraina che minaccia di deflagrare in un nuovo scontro armato di grandi dimensioni? Quali sono gli interessi in campo? Le risposte dell’esperto
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/crisi-ucraina-cosa-c-e-da-sapere

Imperialismi e nazionalismi nella nuova guerra dell’Est
Marco Sferini – Sinistra quotidiana

Le contromisure diplomatiche sembrano essersi esaurite. I tempi della Guerra fredda paiono affacciarsi alle porte di una Europa alle prese con la coda della pandemia, nella riorganizzazione economico-finanziaria dei…
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/imperialismi-e-nazionalismi-nella-nuova-guerra-dellest/


12 febbraio: Parigi: proteste contro il pass vaccinale, 44 arresti

Tensione nella capitale, la polizia ha lanciato lacrimogeni. In serata la situazione verso la normalità
continua in
https://www.rainews.it/photogallery/2022/02/francia-protesta-contro-le-restrizioni-per-il-coronavirus-ispirata-a-quella-dei-camionisti-canadesi-f5a4f2e2-0b0a-43a3-b839-97b67abf7d26.html



La giornata per i bambini soldato. Neanche il Covid ha fermato la «guerra dei bambini»
Luciano Bertozzi – Avvenire

Nel mondo 250mila minori sono arruolati da eserciti e milizie. La Somalia è stato fra i Paesi più coinvolti con 1.700 casi. La pandemia ha accresciuto i reclutamenti in Colombia, Mali e Burkina
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/bimbi-soldato


Il principio di equità e l’emergenza abitativa da Covid-19
Antonio Semproni – La Fionda

Già in Atene i giudici, in mancanza di leggi applicabili al caso concreto, ricorrevano all’equità. L’equità non era comunque confinata a una funzione meramente suppletiva. Infatti, i retori che difendevano le parti del processo (in Grecia non c’è uno sviluppo della scienza giuridica tale da permettere di parlare di “avvocati”) potevano ricorrere, per sostenere le proprie rispettivi ragioni, ad argomenti basati sull’equità, giacché non esisteva in Atene una rigida gerarchia delle fonti del diritto: in altri termini, la legge scritta (atto da cui scaturisce il diritto che ha importanza preminente nella nostra società) non era necessariamente sovraordinata all’equità. Di conseguenza, i giudici ben potevano disapplicare la legge scritta per imporre l’equità[1]
continua in
https://www.lafionda.org/2022/02/11/il-principio-di-equita-e-lemergenza-abitativa-da-covid-19/

La città che QA non ha quasi inghiottito

QAnon ha cercato di conquistare una piccola città nel nord-ovest del Pacifico. Ecco come i cittadini l’hanno bloccata [Sasha Abramsky]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/02/12/la-citta-che-qanon-ha-quasi-inghiottito/


Nel pomeriggio di ieri è finalmente arrivata la buona notizia. Emilio Scalzo, storico attivista No Tav estradato e detenuto in Francia è stato scarcerato. Per ora dovrà restare comunque in Francia, con obbligo di dimora e firma settimanale
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/12/emilio-e-libero-forza-no-tav-0146515



Pechino 2022, la giornata social degli azzurri

Post e storie degli atleti italiani alle Olimpiadi invernali
continua in
https://www.rainews.it/photogallery/2022/02/pechino-2022-la-giornata-social-degli-azzurri-a4250448-555a-440e-a56d-8270471283b1.html

Nella foto Dorotea Wierer


12 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Landini: «Democrazia e partecipazione: il lavoro riparta da qui»
Davide Orecchio – Collettiva
Il segretario generale della Cgil conclude il dibattito dell’Assemblea organizzativa a Rimini
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/12/video/landini_democrazia_e_partecipazione_il_lavoro_riparta_da_qui_-1866122/

Assemblea organizzativa Cgil
Le conclusioni di Maurizio Landini

VIDEO INTEGRALE



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Il caro bollette colpisce. E noi, come voi, ci siamo nel mezzo. La cassa integrazione decurta i nostri salari già provati da anni di rinnovi contrattuali al ribasso. Una cassa integrazione totalmente evitabile considerando che avevamo ordini, commesse e una fabbrica nuova. Evitabile se solo lo Stato avesse deciso di difendere una fabbrica funzionante.
continua in
https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/photos/a.138582283148901/1661319627541818/



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

E quindi ieri sera a Bari è andata così. Abbiamo ascoltato con attenzione e a bocca aperta la storia di Michele, licenziato della Skf, la condizione dei lavoratori della Bosch, l’intervento di Campagne in lotta, degli studenti della Fgc e contro l’autonomia differenziata. Pulsava la voglia di intensificare l’azione di fronte ai cancelli delle fabbriche e di rimettere al centro la questione meridionale. Poi la sera abbiamo visitato la @excasermaliberatabari



CLAB – Camera del Lavoro Autorganizzata Bari

TUTTO MOLTO SEMPLICE: LA LOTTA CONTINUA!
Ieri, durante l’interessantissima e partecipata iniziativa col Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze abbiamo fatto una promessa: ci siamo impegnat* a continuare la lotta contro i #licenziamenti in terra di #Bari e a convogliare con tutte le nostre forze il 26 marzo a #Firenze. La nostra volontà politica è quella di creare un’assemblea di lavoratori e lavoratrici, fuori dalle logiche competitive intersindacali, capace di organizzarsi per la difesa dei propri diritti e l’ampliamento degli stessi. Per questo motivo invitiamo tutti e tutti gli\le interessat* ad un’assemblea il 16 febbraio ore 19:30, c\o v. Garrubba 176 a #BAri, col seguente odg:- Analisi della situazione della zona industriale e organizzazione delle prossime iniziative- organizzazione del bus per la manifestazione nazionale a FirenzeIL 26 MARZO TENETEVI LIBERE! #Insorgiamo


Droga chimica anti-fatica da Olanda a operai Prato, arrestato un pusher
ANSA – Spacciava droga sintetica nei pronto-moda della città e nelle sale scommesse: così un 51enne cinese è stato arrestato dopo una perquisizione nella sua abitazione che ha permesso di individuare circa un chilo e mezzo di chetamina e 1.222 pasticche di ecstasy.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/02/12/droga-chimica-anti-fatica-da-olanda-a-operai-prato-arresto_5c233d37-bb67-4fe5-b839-c2b21a94462d.html


Gianni Cuperlo sulla propria pagina Facebook

“Il giornale non dovrà avere alcuna indicazione di partito. Dovrà essere un giornale di sinistra. Io propongo come titolo l’Unità puro e semplice che sarà un significato per gli operai e avrà un significato più generale”, così Antonio Gramsci descrive il giornale che ha in mente (…)
continua in
https://www.facebook.com/giannicuperlo/photos/a.674803805977199/3433301360127416/



13 febbraio 1944 a Firenze viene sorpreso dai fascisti e ucciso il comandante dei GAP Alessandro Sinigaglia il “negro, ebreo, comunista”

Da https://www.facebook.com/Toscananovecento


13 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
L’Ucraina e l’Occidente si preparano alla guerra, la richiesta urgente di un porto sicuro per la Ocean Viking
Il racconto della giornata di domenica 13 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Stati Uniti ed Unione Europea preannunciano una risposta rapida all’invasione russa dell’Ucraina e la Polonia si prepara ad accogliere migliaia di profughi. Un’altra multinazionale, la Emerson di Rescaldina, ha annunciato che delocalizzerà le attività della storica fabbrica di produzioni valvole e regolatori entro l’anno. La nave Ocean Viking è in attesa di un porto sicuro per far sbarcare le 228 persone tratte in salvo in quattro operazioni di salvataggio tra ieri sera a oggi pomeriggio. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-13-febbraio/

Ambasciatore Yurash: “La Santa Sede disponibile a una mediazione in Ucraina”

Sul ruolo che il Vaticano sta giocando nella crisi, parla a RaiNews24 l’ambasciatore dell’Ucraina presso la Santa Sede, Andriy Yurash, che in questi giorni si trova a Kiev
l’intervista
https://www.rainews.it/video/2022/02/ambasciatore-yurash-la-santa-sede-disponibile-a-una-mediazione-in-ucraina-ac172888-55e3-4bbd-a495-52415d8cc5dc.html

Duemila gli italiani in Ucraina, ‘andate via’

ANSA – La Farnesina invita tutti gli italiani in Ucraina a rientrare “in via precauzionale”.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/12/duemila-gli-italiani-in-ucraina-andate-via_e3260174-fc44-4afd-8a0e-f6c87dab784f.html

Covid Italia, il bollettino del 13 febbraio 2022: 51.959 nuovi casi e 191 decessi

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 51.959 nuovi casi e 191 decessi che ieri erano state 269. Per trovare un numero di decessi giornaliero sotto i 200 bisogna risalire allo scorso 9 gennaio (157).  Sono 462.881 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 587.645. Il tasso di positività è all’11,2%, in lieve aumento rispetto allo 10,6% di ieri. Sono invece 1.190 i pazienti in terapia intensiva, 33 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 66. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 16.060, ovvero 250 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/13/news/covid_italia_il_bollettino_del_13_febbraio_2022_-337560001/

Il codice di gestione della pandemia

PREMESSA

ATTAC-Roma ha sentito la necessità di ricomporre, nei suoi tratti essenziali, il quadro della gestione della crisi sanitaria e sociale; le responsabilità, la subordinazione alle logiche del mercato, le conseguenza sulla tenuta democratica del paese. Lo fa con un documento di contro-narrazione aperto ed evolutivo.
Nel pieno del quarto ciclo di pandemia Covid 19, abbiamo appreso dal Presidente del Consiglio Draghi che nel nostro paese “gran parte dei problemi che abbiamo oggi dipende dal fatto che ci sono delle persone non vaccinate”.[1]
continua in
https://www.attac-italia.org/il-codice-di-gestione-della-pandemia/



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

E quindi a Taranto è andata così. Si conclude la tappa pugliese. 2000 km percorsi. Centinaia di partecipanti. Decine di vertenze conosciute tra cui oggi quella della Tessitura di Mottola. E non c’è resa, non c’è rassegnazione ma solo tanta rabbia che cresce dentro noi. #insorgiamo



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

E quindi a Lecce è andata così. Onorati che l’Insorgiamo tour sia capitato nel diciassettesimo compleanno dello Zei Spazio Sociale . E tra cori e canti, si respira ciò che il 26 marzo potrebbe essere. Coltiviamo lo spiraglio, prendiamoci cura dello spazio che si apre, facciamoci volontà e spingiamo. Spingiamo. #insorgiamo


13 febbraio: Mafia: arrestati il medico Giuseppe Guttadauro e il figlio

ANSA – Esponente di spicco di Cosa nostra, già in carcere 22 anni fa, gestiva maxitraffico di droga, frequentava il jet set romano e disprezzava i nuovi boss
continua in
https://www.ansa.it/sicilia/notizie/2022/02/13/mafia-arrestati-medico-giuseppe-guttadauro-e-il-figlio_41bf4059-8800-4f29-ae51-95e08efb52b7.html

Sul caso Valieva il Cio ribadisce: “Vogliamo una soluzione rapida”

“Bisogna pensare che una quindicenne si trova in questa situazione. Un caso da trattare con molta attenzione” ha detto Christophe Dubi, direttore esecutivo dei Giochi olimpici in seno al Comitato Olimpico Internazionale
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/pechino-2022-cio-ribadisce-su-caso-valieva-soluzione-rapida-15a2bb6a-74f9-4545-b1bd-c0e5cec23cf0.html

Pechino 2022, la giornata olimpica attraverso i social degli azzurri

Post, video e storie degli atleti della Nazionale italiana
continua in
https://www.rainews.it/photogallery/2022/02/pechino-2022-domenica-13-dicembre-la-giornata-social-degli-azzurri-75e123ef-5c24-46b5-a0d3-5116ed248a79.html



Luca Billi. Verba volant

La sera del 30 ottobre 1938 la Cbs interruppe un programma di musica da ballo per annunciare che degli extraterrestri erano sbarcati, con atteggiamento apertamente ostile, nel New Jersey. Ovviamente non erano arrivati gli omini verdi: si trattava della geniale trovata di un giovane autore, tal Orson Welles, che aveva adattato per la radio il romanzo “La guerra dei mondi” dello scrittore di fantascienza Herbert George Wells.

continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10226615377959651&set=gm.3059875800896701


Ancona. Muore a 16 anni durante stage in un incidente stradale

ANSA – Giuseppe Lenoci era a bordo di un furgoncino della ditta presso cui stava facendo uno stage. Il conducente, sbalzato fuori dall’auto, è in gravi condizioni. Bianchi: ‘Serve più sicurezza’
continua in
https://www.ansa.it/marche/notizie/2022/02/14/muore-a-16-anni-durante-stage-in-incidente-stradale_f0f29c61-a683-46ea-8b9d-6225255935ce.html


Un altro studente “in alternanza” morto a Fermo (Ancona)
Osa – Opposizione Studentesca Di Alternativa . Unione Sindacale Di Base

(…) Il 18 febbraio, in occasione della mobilitazione nazionale studentesca, porteremo la nostra rabbia in piazza in tutta Italia (…)
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/14/un-altro-studente-in-alternanza-morto-a-fermo-ancona-0146592


Benevento, muore operaio travolto dalle lamiere

E’ accaduto nella zona industriale di Puglianello, nel piazzale di una ditta che si occupa di verniciatura d’acciaio. L’uomo lavorava per una ditta di trasporti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/benevento_muore_operaio_travolto_dalle_lamiere-1869093/

Salute e sicurezza nel lavoro, quali  criticità da superare per interrompere la sequenza tragica di incidenti gravi e mortali sul lavoro

La sequenza tragica di incidenti mortali sul lavoro che si ripete da molti mesi, dalla ripresa delle attività dopo le fasi acute della pandemia, ha  destato allarme sociale e ha alimentato la richiesta da parte delle organizzazioni sindacali di provvedimenti urgenti
continua in
https://www.diario-prevenzione.it/?p=21200

14 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

I primi segnali di dialogo tra Russia e Occidente, la crescente tensione tra i partiti e le altre notizie della giornata
IIl racconto della giornata di lunedì 14 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Crisi ucraina, la tensione resta molto alta, ma la giornata di oggi è stata molto importante per quanto riguarda il fronte diplomatico. A meno di un mese dalla morte di Lorenzo Parrelli, un altro ragazzo è morto durante uno stage in azienda. Dopo le vicende del Quirinale, con l’impossibilità da parte della maggioranza di superare le proprie divisioni, le scosse proseguono all’interno dei partiti. Domani la corte costituzionale si pronuncerà sulla ammissibilità di otto referendum, tra cui quello sulla eutanasia. I finanziamenti internazionali all’Afghanistan sono stati sospesi e miliardi di dollari di beni del Paese sono stati congelati. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-di-lunedi-14-febbraio/


Salari e prezzi: come difenderci dal carovita?

Qualche giorno fa, sulle pagine della rubrica economica del Corriere della Sera, è apparso un articolo di Dario Di Vico che ci è utile per comprendere a quale tipo di retorica – e dunque di lotta politica – stanno andando incontro i lavoratori e le lavoratrici italiani. L’argomento, al centro del dibattito di questi giorni, è la vampata di inflazione, di cui abbiamo discusso in un recente contributo. Se si considera l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, quel parametro di riferimento del governo per la realizzazione delle politiche economiche, l’indice dei prezzi ha fatto registrare a gennaio 2022 una variazione tendenziale del +4,8% rispetto al gennaio 2021, un dato che non si vedeva da ann
continua in
https://coniarerivolta.org/2022/02/14/salari-e-prezzi-come-difenderci-dal-carovita/

Vita reale, bollette, inflazione
Luigi Pandolfi – Volere la luna

Mentre il Governo e i media mainstream continuano a celebrare – invero con minore enfasi – il recupero della nostra economia (il “rimbalzo” del 6,5% nel 2021 è stato di quasi due punti e mezzo sotto il tonfo dell’anno precedente e adesso l’Ue rivede al ribasso la crescita nel 2022, intorno al 4%), la vita reale, quella delle persone in carne e ossa, famiglie, lavoratori, subisce pesantemente gli effetti nefasti della tendenza rialzista dei prezzi
continua in
https://volerelaluna.it/commenti/2022/02/14/vita-reale-bollette-inflazione/


Il declino dell’antipolitica e l’incapacità della politica: ci aspetta un futuro tecnocratico?
Anna Loretoni – Strisciarossa

Vi ricordate il significato delle 5 stelle del Movimento fondato da Grillo? Nell’ultima versione le stelle stanno a rappresentare i 5 punti cardine intorni ai quali costruire una nuova società. Beni comuni, ecologia integrale, giustizia sociale, innovazione tecnologica ed economia eco-sociale di mercato. Un programma ambizioso ed ampiamente condivisibile, rafforzato dal suo ‘venire dal basso’ e dal mettere al primo posto ‘i problemi della gente’. E che infatti è stato capace di intercettare un ampio consenso tra elettori ed elettrici
continua in
https://www.strisciarossa.it/il-declino-dellantipolitica-e-lincapacita-della-politica-ci-aspetta-un-futuro-tecnocratico/

Alfiero Grandi. Energia e ambiente. La Costituzione non può essere una tigre di carta

(…) il parlamento italiano ha approvato a larga maggioranza in via definitiva (8 febbraio) la modifica degli articoli 9 e 41 della Costituzione per inserire tra i suoi principi fondamentali la tutela dell’ambiente, della biodiversità, degli ecosistemi (art. 9) prevedendo che l’iniziativa economica non possa svolgersi in modo da recare danno alla salute e all’ambiente e che la legge ha il compito di determinare programmi e controlli per indirizzare l’attività economica pubblica e privata a fini ambientali (art. 41) (…)
continua in
https://www.jobsnews.it/2022/02/alfiero-grandi-energia-e-ambiente-la-costituzione-non-puo-essere-una-tigre-di-carta/

14 febbraio: Meglio il doppio turno. Ma la riforma non risolve la crisi della politica
Roberto Roscani – Strisciarossa

La discussione sulla riforma della legge elettorale parte male. Il primo motivo – a mio parere – è che se tutti riconosciamo che c’è una crisi della politica, o potremmo meglio dire una crisi delle forme della democrazia che è italiana ma non solo, partire dalla legge elettorale non credo sia il modo giusto di affrontarla. Non si rifà una casa cominciando dal tetto
continua in
https://www.strisciarossa.it/meglio-il-doppio-turno-ma-la-riforma-elettorale-non-risolve-la-crisi-della-politica/

Covid in Italia, il bollettino del 14 febbraio 2022: 28.630 nuovi casi e 281 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 28.630 nuovi casi di coronavirus e 281 morti. Sono 283.891 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 462.881. Il tasso di positività è al 10%, in calo rispetto all’11,2% di ieri. Sono invece 1.173 i pazienti in terapia intensiva, 17 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 63. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 16.050, ovvero 10 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/14/news/covid_in_italia_il_bollettino_del_14_febbraio_2022-337637063/

Storie corali. Sessualità e adolescenza in pandemia
Nicoletta Landi – Atlante Treccani

Come stanno le ragazze e i ragazzi travolti da una pandemia che continua a plasmare, destabilizzare e modificare le loro vite? Come procedono le loro vicende affettive in un periodo storico fatto di limitazioni, paure e continui riassestamenti delle abitudini sociali e relazionali?
Sono domande che ci si è fatti e ci si continua a fare ormai da molti mesi, guidati dal timore che le esistenze degli adolescenti, travolte dalle misure volte a contenere la diffusione del Covid-19, ne risentano irrimediabilmente.
continua in
https://www.treccani.it/magazine/atlante/societa/Sessualita_adolescenza_pandemia.html?fbclid=IwAR2k4mWqClD8Jeon3_pqfD4NbG22hgXJakErnGCV-Kr8IfRLYySw8CCxcvE

14 febbraio: Russia-Ucraina, la guerra delle propagande e l’esempio della Finlandia
Paolo Soldini – Strisciarossa

Alle 8 di sera del 31 agosto 1939 un manipolo di soldati del Terzo Reich travestiti da polacchi assaltò la stazione radio della città di Gleiwitz (oggi Glewice) nella Slesia tedesca. Le armi erano caricate a salve ed era tutto finto, eccetto un certo numero di cadaveri di prigionieri slavi che le SS avevano prelevato dai campi di concentramento e ucciso per dare un tocco di macabro realismo alla messinscena. L’incidente di Gleiwitz era stato inscenato da Hitler per attribuire ai polacchi l’inizio delle ostilità della seconda guerra mondiale, che per i libri di storia cominciò, com’è noto, la mattina del giorno dopo, il 1° settembre.
continua in
https://www.strisciarossa.it/russia-ucraina-la-guerra-delle-propagande-e-lesempio-della-finlandia/

A Kiev la mostra per la pace promossa da Sant’Anna di Stazzema

L’allestimento all’Accademia nazionale nella capitale ucraina con i disegni dei bambini: “Mentre le ambasciate chiudono, noi portiamo il nostro messaggio contro la guerra”
continua in
https://iltirreno.gelocal.it/versilia/cronaca/2022/02/15/news/a-kiev-la-mostra-per-la-pace-promossa-da-sant-anna-di-stazzema-1.41227951?fbclid=IwAR0sf2g0HCFq_VgfA0OyTyslt0bufalTdqgdBme9THH-XKqczylkud3ENDo

COME IN UN FILM.

NON MI STUPIREI SE TRA QUALCHE TEMPO IL SOLITO WOODWARD O UN SUO EMULO CI RACCONTASSE COME TUTTA LA FACCENDA PUTIN-CHE-INVADE-L’UCRAINA SIA STATA GESTITA DA SPECIALISTI IN PLOT DI HOLLYWOOD.
LA COSA, DEL RESTO, E’ TRA LE RISORSE PIU’ VOLTE IMPIEGATE E RISALE AGLI OTTIMI RAPPORTI SEMPRE INTRATTENUTI DALLA PRESIDENZA ROOSVELT CON I MEDIA E IN PARTICOLARE CON I CINEMATOGRAFARI. RAPPORTI TRAPASSATI ALL’OSS E DA QUI GIUNTI FINO ALLA CIA.
CERTO, IN ORIGINE C’E’ L… Altro…

Crisi Ucraina. Donne, anziani e bambini: a Mariupol la Guardia Nazionale addestra i civili

Nel timore di un attacco russo, anche la popolazione civile si prepara a imbracciare le armi
il video
https://www.rainews.it/photogallery/2022/02/ucraina-donne-anziani-e-bambini-a-mariupol-la-guardia-nazionale-addestra-i-civili-503f094e-0bb7-4c43-9931-abed27a0d238.html

L’ennesimo schiaffo degli Stati Uniti al popolo dell’Afghanistan
Martina Stefanoni – Radio Popolare

Sei mesi fa i talebani erano alle porte di Kabul e in poche ore avrebbero ripreso definitivamente il controllo dell’Afghanistan. Due settimane dopo, l’ultimo militare degli Stati Uniti lasciava il Paese e con lui finiva definitivamente l’occupazione durata 20 anni e da quel momento l’Afghanistan è scivolato sempre più velocemente verso una crisi politica, sociale ed economica che ora è arrivata ad un punto di non ritorno
continua in
https://www.radiopopolare.it/lennesimo-schiaffo-degli-stati-uniti-al-popolo-dellafghanistan/


UN BEL GIORNO DA RICORDARE
Mostar, una delle città del mio cuore, fu liberata il 14 febbraio del 1945 dai partigiani jugoslavi. La canaglia nazista e ustaša fu cacciata dalla città.

Smrt fašizmu, sloboda narodu!
Morte al fascismo, libertà al popolo!

Claudio Bazzocchi sulla propria pagina Facebook



Mani pulite, trent’anni dopo
Alberto Vannucci – lavialibera.it

A 30 anni da Tangentopoli, la memoria collettiva su “Mani pulite” si divide: occasione mancata di una trasformazione civica contro una classe politica corrotta, oppure “golpe giudiziario” che ha cancellato partiti e leader che rappresentavano un presidio di democrazia. Di certo, nulla è più stato come prima
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-826-mani_pulite_tangentopoli_trenta_anni_corruzione



Imrali. L’isola carcere di Öcalan
Valerio Calzolaio – Volere la luna
Abdullah Öcalan, l’ultimo leader dell’ultimo movimento di liberazione anticoloniale del ventunesimo secolo, vive in completo isolamento da 23 anni nel carcere-lager dell’isola di Imrali, una Guantanamo europea. Non vede da anni i suoi avvocati, non vede i suoi famigliari, non ha contatti con l’esterno. Nonostante le condizioni indescrivibili del suo isolamento, non ha mai smesso di sperare in una soluzione pacifica per il Medio Oriente. In tutto questo, l’Europa e l’Occidente hanno mantenuto un colpevole silenzio connivente. Il 12 febbraio a Milano e a Roma due manifestazioni, organizzate dal Comitato “Il momento è arrivato: libertà per Öcalan” e dalle organizzazioni kurde in Italia, ne hanno chiesto la scarcerazione. 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/14/imrali-lisola-carcere-di-ocalan/


14 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la


Ecco cosa accadde con il decreto di San Valentino
Ilaria Romeo – Collettiva

L’accordo separato del 12 febbraio 1984 stabilisce un ulteriore taglio della scala mobile e segna una spaccatura all’interno del sindacato. Contro il decreto varato dal governo, il 14 febbraio, la Cgil scende in piazza con un milione di persone. La legge però entra in vigore, poco più tardi termina l’esperienza dell’unità sindacale e della Federazione unitaria
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/ecco_cosa_accadde_con_il_decreto_di_san_valentino-1868145/


Stabilità per chi si prende cura
Roberta Lisi e Ivana Morrone – Collettiva

Marcello Salvi è un operatore socio sanitario, lavora a Roma e si occupa di uomini e donne malati di Covid. Tra timori e responsabilità, da due anni non manca un giorno. Ma tra pochi mesi il suo contratto “precario” scadrà
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2022/02/14/video/stabilita_per_chi_si_prende_cura-1864058/

Il sindacalista col megafono, con lo smartphone e col sorriso
Stefano Milani – Collettiva

Il nuovo corso della comunicazione della Cgil nelle parole del direttore di Collettiva e di Futura durante l’assemblea organizzativa a Rimini: “Noi non dobbiamo essere il rumore di fondo. Noi dobbiamo essere la voce autorevole e riconoscibile di una grande organizzazione sindacale”
il video dell’intervento in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/14/video/il_sindacalista_col_megafono_con_lo_smartphone_e_col_sorriso-1868493/

Sindacati: ottimi risultati, ma pochi benefici per ex Caricento

“Apprendiamo in questi giorni dalla stampa che i risultati preliminari dell’esercizio 2021 del gruppo Credem evidenziano un utile netto consolidato pari a 352,4 milioni di euro, il miglior risultato della storia del gruppo”. A dirlo sono Fisac Cgil, Fabi, First Cisl e Unisin, ricordando come sarà per questo distribuito un dividendo agli azionisti in crescita del 50% rispetto all’esercizio precedente, per un ammontare complessivo di ben 100 milioni di euro che consentirà di avere un ritorno sul capitale del 10,9%, uno dei più alti nel settore
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/sindacati_ottimi_risultati_ma_pochi_benefici_per_ex_caricento-1868492/

Civitavecchia. Esuberi a PortMobility, tre giorni di sciopero

La società annuncia 26 licenziamenti, i lavoratori (dopo lo stop di venerdì 11) si fermano il 15 e il 18 febbraio. Fil Cgil: “Decisione unilaterale, vanno vagliate soluzioni alternative”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/esuberi_a_portmobility_tre_giorni_di_sciopero-1868496/

Como. Asf autolinee: sindacati, terza aggressione a personale

“Siamo molto preoccupati per le lavoratrici e i lavoratori di Asf Autolinee”: così Giovanni Riccardi (Filt Cgil), Ferruccio Saibene (Fit Cisl) e Dario Ripon (Uiltrasporti) in una lettera inviata al prefetto di Como per denunciare la terza aggressione in meno di tre settimane al personale (autisti e controllori) dei bus di Asf Autolinee e chiedere un incontro urgente
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/14/news/asf_autolinee_sindacati_terza_aggressione_a_personale-1868737/

Sicilia. Carceri senza sicurezza. Sindacati, pronti a sciopero della fame

“La politica delle parole e delle passerelle, senza nessuna iniziativa verso la polizia penitenziaria, ha fatto perdere il controllo dello Stato nelle carceri siciliane”. A dirlo sono i segretari regionali di Fp Cgil, Sappe, Osapp, UilPa Polizia Penitenziaria e Fns Cisl dell’isola: “È stato probabilmente facilissimo fare promesse invece di occuparsi seriamente delle carceri, considerato che giornalmente la polizia penitenziaria combatte una guerra tra aggressioni, violenze, morti, tentativi d’impiccagioni, salvataggi, rivenienti di droga, di telefonini. Oggi paurosamente affiora la minaccia dei droni, che potrebbero consentire l’introduzione di armi dentro le nostre fragili prigioni”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/14/news/carceri_senza_sicurezza_sindacati_pronti_a_sciopero_della_fame-1868975/

Milano, lavoratore banca aggredito in filiale durante controlli anticovid

“Questa mattina un nostro dirigente sindacale, mentre era impegnato nell’attività di accoglienza all’interno della filiale di banca presso cui lavora, è stato aggredito da un cliente nell’ambito dei normali controlli previsti dalla normativa corrente anticovid”. La denuncia è della Fisac Cgil Milano Lombardia.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/milano_lavoratore_banca_aggredito_in_filiale_durante_controlli_anticovid-1869294/


Usa. SuperBowl, la musica vince il razzismo
Angela Calvini – Avvenire

Le star dell’hip hop guidano la rivincita degli afroamericani nello show più seguito d’America. E il rapper bianco Eminem si inginocchia contro le violenze della polizia
continua in
https://www.avvenire.it/agora/pagine/superbowl-la-musica-vince-il-razzismo



San Valentino

Mi spiegate per quale bizzarria se il 14 febbraio 1929 gli uomini di Al Capone hanno ammazzato quelli di “Bugs” Moran, io oggi devo regalare i cioccolatini a mia moglie?
D’altra parte, nessuno è perfetto

Cit. Luca Billi sulla propria pagina Facebook



Quando uno studente muore
Daniela Barbaresi e Antonio Renga

Giuseppe Lenoci, 16 anni, impegnato nell’ambito di un corso di formazione professionale in una ditta di termoidraulica, ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto in provincia di Ancona, mentre raggiungeva il cantiere a bordo del furgone aziendale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/15/news/quando_uno_studente_muore-1871412/

Morte dello studente in alternanza, proteste in tutta Italia

La seconda tragica morte di un loro coetaneo mentre era impegnato in uno stage aziendale, avvenuta a Fermo nel marchigiano, ha scatenato la rabbia di un soggetto sociale in lotta da mesi e che ora ha conosciuto in poche settimane due prove di quello che va dicendo da anni: l’alternanza scuola-lavoro è un crimine e come tale va abolita, la formazione non può essere messa al servizio degli interessi privati dell’impresa.
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/15/morte-dello-studente-in-alternanza-proteste-in-tutta-italia-0146606


15 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

Il ritiro di parte delle truppe russe, il via libera alla riforma delle concessioni balneari e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 15 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Una parte dei soldati russi dispiegati alle frontiere ha iniziato il rientro presso le proprie basi. Oggi è andato a termine l’accordo sulle concessioni balneari: verranno chiuse le proroghe al 31 dicembre 2023, dopodiché potranno essere affidate solo con gare pubbliche. A Fermo è stato aperto un fascicolo per la morte di Giuseppe Lenoci, il 16enne rimasto ucciso in un incidente durante uno stage di un centro di formazione professionale. Sofia Goggia ha vinto l’argento nella discesa libera a soli 23 giorni dall’incidente che le aveva devastato il ginocchi. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-di-martedi-15-febbraio/

Bollette: maxi stangata in un anno +131% luce, +94% gas

“Pur con gli interventi straordinari da parte del Governo, nel primo trimestre 2022 sul primo trimestre 2021 si è registrato un aumento del 131% per il cliente domestico tipo di energia elettrica (da 20,06 a 46,03 centesimi di euro/kWh, tasse incluse) e del 94% per quello del gas naturale (da 70,66 a 137,32 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse)”
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2022/02/15/bollette-arera-nei-primi-3-mesi-2022-131-luce-94-gas_fbfd721f-f3da-4d53-a443-aeb28130356d.html

Obbligo dei bandi per le concessioni balneari: il governo cerca una difficile soluzione
Maurizio Melucci – Strisciarossa

Il 20 maggio 2010 la Corte Costituzionale boccia una legge della Regione Emilia Romagna che proroga per un massimo di 20 anni le concessioni di spiaggia a fronte di investimenti nello stabilimento balneare. La motivazione della Consulta: “E’ in contrasto con l’art. 49 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, in tema di libertà di stabilimento, favorendo i vecchi concessionari a scapito degli aspiranti nuovi”. La Corte Costituzionale non cita la direttiva servizi o Bolkestein ma i Trattati
continua in
https://www.strisciarossa.it/obbligo-dei-bandi-per-le-concessioni-balneari-il-governo-cerca-una-difficile-soluzione/

Edilizia, il bonus facciate batte l’eco-bonus alla gara delle truffe
Giovanni Benaglia – Strisciarossa

L’unica cosa certa che c’è nelle truffe riguardanti il superbonus è che il superbonus non c’entra niente. L’affermazione trova conferma nei numeri forniti dal direttore dell’Agenzia delle Entrate in sede di audizione parlamentare. Numeri che parlano chiarissimo e che lo vedono coinvolto nel 3% delle truffe complessive che riguardano i bonus fiscali. Ben altro lignaggio hanno, invece, i comportamenti illeciti che riguardano il bonus facciate, che primeggiano con il 46% delle truffe totali, seguito a ruota dall’eco-bonus con un onorevole 34% di casi.
continua in
https://www.strisciarossa.it/edilizia-il-bonus-facciate-batte-il-superbonus-alla-gara-delle-truffe/

15 febbraio: Consulta: “E’ inammissibile il referendum sull’eutanasia”

ANSA – Per la Corte costituzionale “non sarebbe preservata la vita umana, specie dei più deboli e vulnerabili”. Cappato: ‘brutta notizia, noi andiamo avanti’referendum sull’ eutanasia’
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/14/i-referendum-al-vaglio-della-consulta-da-eutanasia-a-cannabis_44187bbd-d556-492d-ac12-495411d73f29.html


Ucraina. Mosca: ritiro truppe dal confine. Scholz a Putin: vie diplomazia non esaurite

Stamani Mosca ha annunciato l’inizio del ritiro di truppe schierate ai confini con l’Ucraina, che avrebbero “completato” le manovre nell’area. Il ritiro “era pianificato”, ha detto il ministro degli Esteri Serghei Lavrov, e “non dipende dall’isteria occidentale”. Le notizie diffuse dall’Occidente su una invasione russa dell’Ucraina sono “terrorismo mediatico”, ha aggiunto
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/ucraina-mosca-ritira-truppe

Severino Galante sulla propria pagina Facebook
UCRAINA: UNO SPUNTO A MARGINE DELLA CRISI IN CORSO

Leggo in vari posta delle riflessioni sulla crisi ucraina che partono dalla seguente premessa: La Nato esisteva perché esisteva il patto di Varsavia”… Questa premessa è totalmente errata, e comporta un conseguente fraintendimento della storia europea (e mondiale) postbellica fino ad oggi. 
continua in
https://www.facebook.com/photo?fbid=7061230413949627&set=a.893105160762214

Crisi Ucraina: il “prezzo altissimo” che Biden minaccia a Putin nasconde un vuoto strategico
Massimo Cavallini – Strisciarossa

L’attacco è imminente, imminentissimo. E, quel che più conta, assolutamente certo. Delle cinque classiche congiunzioni interrogative che, di norma, introducono ogni oracolo – se, come, dove, quando e perché – solo le ultime quattro, ormai, concedono qualche margine alla speculazione. La Russia di Vladimir Putin attaccherà l’Ucraina. Lo farà presto, prestissimo, probabilmente prima che, tra qualche giorno appena, si chiudano i giochi olimpici di Pechino (…)
continua in
https://www.strisciarossa.it/crisi-ucraina-il-prezzo-altissimo-che-biden-minaccia-a-putin-nasconde-un-vuoto-strategico/

Usa, quelli a cui non va di fare la guerra a Mosca

Voci critiche nella politica Usa mentre la tensione è al massimo al confine tra Russia e Ucraina
Nella crisi ucraina, gli Stati Uniti accusano Mosca di condurre una guerra di disinformazione. Allo stesso tempo, è in corso una guerra d’informazione per rivelare le manovre del Cremlino che, secondo Washington, dovrebbero creare le condizioni per giustificare un’invasione russa. Un modo, sottolinea il New York Times, di “battere il maest-ro [Vladimir Putin – ndr] al suo stesso gioco”
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/02/15/usa-ucraina-russia-nato-finlandizzazione/

Crisi Ucraina, così il movimento per la pace sta provando a riorganizzarsi
Daniele Nalbone – Micro Mega

Da “grande assente” al necessario ritorno. Questo l’obiettivo del percorso che si sta costruendo per arrivare a una mobilitazione per la pace nella giornata di sabato 26 febbraio contro i venti di guerra che arrivano dall’Europa Orientale. Intervista ad Alessandro Marescotti di Peacelink.
continua in
https://www.micromega.net/guerra-ucraina-manifestazione-pace/



15 febbraio: L’Amministrazione Biden testa i “cani robot” contro i migranti al confine tra USA e Messico

Il Dipartimento di Sicurezza Nazionale (DHS) ha pubblicato un “articolo di approfondimento” sul proprio sito web il primo febbraio, confermando che l’Amministrazione Biden sta provando dei “cani robotici”, con quattro zampe e potenzialmente letali, al confine USA-Messico.
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/15/varie/lamministrazione-biden-testa-i-cani-robot-contro-i-migranti-al-confine-tra-usa-e-messico/


“Le guerre sono fatte da persone che si uccidono senza conoscersi…per gli interessi di persone che si conoscono ma che non si uccidono.”

Pablo Neruda

Covid Italia, il bollettino del 15 febbraio 2022: 70.852 nuovi casi e 388 decessi

Ancora in calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 70.852, contro i 28.630 di ieri (dato condizionato come sempre dai pochi tamponi del lunedì) ma soprattutto i 101.864 di martedì scorso: una riduzione su base settimanale del 30%. I tamponi processati sono 695.744, 412mila più di ieri, con il tasso di positività sostanzialmente stabile al 10,2% (ieri era al 10,1%)
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/15/news/covid_italia_il_bollettino_del_15_febbraio_2022-337829435/

Covid. Super green pass obbligatorio da oggi per i lavoratori over 50 (anche colf)

Scatta infatti l’obbligo del certificato verde rafforzato per tutti i lavoratori, del servizio pubblico e privato, con più di 50 anni. Il posto di lavoro si conserva fino al 15 giugno
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/green-pass-obbligatorio-50-anni-multe

Covid e analfabetismo. Riflessioni a cinque anni dalla morte di Tullio De Mauro
Alessandro Masi – Avvenire

Cinque anni fa, era il 5 gennaio del 2017, ci lasciava all’età di 85 anni Tullio De Mauro, uno dei più grandi linguisti e accademici italiani. Pochi i ricordi, meno che mai le intitolazioni di aule o vie. Figuriamoci, in un Paese in cui terrapiattisti, no-vax e negazionisti sono proporzionalmente in crescita con i femminicidi e i raid di babygang, c’era da aspettarselo. C’è di tutto e di più in questo tempo di pandemia, dove le conseguenze della clausura e del distanziamento fisico (e purtroppo, a forza di dirlo, anche sociale) stanno producendo, soprattutto tra i più giovani, effetti devastanti
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/il-covid-aggrava-lo-tsunami-del-doppio-analfabetismo

L’Inps risparmia per effetto della mortalità Covid
Cinzia Arena – Avvenire

Nel 2020 1,1 miliardi di spesa pensionistica in meno. In calo gli occupati e il rapporto attivi/pensionati. Spesa assistenziale in continuo aumento: supera i 144 miliardi
continua in
https://www.avvenire.it/economia/pagine/itinerari-previdenziali-nono-rapporto


(…) Esiste, nel nostro Paese, una trama territoriale importante. Una moltitudine di esperienze municipali capaci di progetto e conflitto. Un’energia locale preziosa, spesso ignorata dalla politica e dai media che contano. Una rete impegnata ogni giorno nella difesa delle proprie comunità e dei propri luoghi. Una mappa puntiforme di casematte che fanno persino fatica a riconoscersi tra di loro (…)
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=491616908991283&set=a.486962019456772



Istituto Storico Parri – Bologna Metropolitana

1992. L’anno che cambió l’Italia

Primo appuntamento della rassegna 1992-2022 capaci di Memoria. Un ciclo di incontri che ha l’obiettivo di analizzare il 1992 e la stagione delle stragi da diverse angolazioni: storica, giornalistica, giuridica e cinematografica. 
continua in
https://www.facebook.com/istitutoparri/photos/a.710336662377652/4743309649080313



Se ne è andato Paolo Pagani. Bologna sempre più povera, triste e provinciale

Bruno Giorgini sulla propria pagina Facebook

Vito. Fu una trattoria, un sogno, una fantasia. Con Paolo cantore del cibo e del convivio. Da Vito non mangiavi mai solo. A volte non sapevi con chi mangiavi. Neppure cosa. Con quei sapori forti che non ti mollavano nemmeno a notte fonda. E le infinite chiacchere a avvolgere l’intero mondo in fili colorati con l’impasto degli odori di cucina. Fu quello un tempo d’amore magico e furioso. Che si ricorda sempre e sempre e ancora sempre. Con mllle e mille altri amici che non conosci, eppur si muove. Come l’Universo. Paolo che fosti un po’ tutti noi.

Nella foto Paolo Pagani con il padre, il “mitico” Vito

Beppe Ramina sulla propria pagina Facebook

Sul finire degli anni Settanta, forse nel 1978, lessi un annuncio, presi appuntamento e trovai lavoro come cameriere di sala alla trattoria da Vito, in Cirenaica, prima periferia di Bologna. Avevo in curriculum alcune stagioni rivierasche e la sala, per quanto stipata di tavoli e sedie, non era di dimensioni tali da preoccupare.
Vito Pagani, con l’immancabile stuzzicadenti che danzava tra le labbra e lo sguardo ironico, era un galantuomo. A differenza di tanti colleghi risto… Altro…


Sono ancora aperte come un tempo le osterie di fuori porta, ma la gente che ci andava a bere fuori o dentro è tutta morta: qualcuno è andato per età, qualcuno perchè già dottoree insegue una maturità, si è sposato, fa carriera ed è una morte un po’ peggiore…

Francesco Guccini

Pechino 2022, Sofia Goggia: “Emozioni contrastanti, è un argento vivissimo”

15 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Calo demografico e lavoro: effetti «indesiderati»
Fulvio Fammoni Presidente Fondazione Di Vittorio

L’Istat ci dice che il tasso di occupazione in Italia è tornato al 59%. Ma il dato va interpretato correttamente: il risultato è influenzato dal fatto che diminuisce la popolazione in età da lavoro. In realtà, dunque, non c’è stato alcun recupero occupazionale. Servono interventi immediati
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/15/news/demografia_e_lavoro_effetti_indesiderati_-1872313/

Sbarra al Congresso della Ust Cisl di Bari: “Subito risorse adeguate a sostegno delle famiglie in difficoltà, lavoratori dipendenti, pensionati e imprese”

“Stiamo esercitando una forte pressione sociale sul governo in queste ultime ore perché c’è la necessità di liberare risorse finalizzate a sostenere le famiglie in difficoltà, lavoratori dipendenti, pensionati, le stesse imprese rispetto all’impennata dei costi dell’energia a questo rialzo pauroso dell’inflazione che erode il potere di acquisto di salari, stipendi, pensioni e mette le famiglie in una condizione di non poter consumare”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, a margine del congresso della Ust Cisl di Bari.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/welfare-sbarra-al-congresso-della-cisl-di-bari-subito-risorse-adeguate-a-sostegno-delle-famiglie-in-difficolta-lavoratori-dipendenti-pensionati-e-imprese/

Basilicata. Un piano contro il caporalato

Al via il progetto nazionale ‘Diagrammi’ della Flai Cgil per la prevenzione e il contrasto del lavoro irregolare e dello sfruttamento nel settore agricolo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/15/news/un_piano_contro_il_caporalato-1872781/


Stupro, un delitto contro la persona
Ilaria Romeo – Collettiva

Il 15 febbraio del 1996 entra in vigore la legge 66, “Norme contro la violenza sessuale”. Solo a partire da allora, in Italia, lo stupro non è più considerato un semplice delitto contro la moralità pubblica e il buon costume. Non solo, il concetto si estende a tutti gli atti sessuali compiuti senza consenso e si inaspriscono le pene. La violenza, purtroppo però, continua
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/15/news/-1869273/


Mozziconi, fumo e coltivazione del tabacco, quanto inquinano le sigarette?

Il programma dell’ONU per l’ambiente, insieme al Segretariato della convenzione quadro dell’OMS per la lotta al tabacco, ha lanciato una campagna per sensibilizzare e incoraggiare l’azione di contrasto alle microplastiche contenute nelle sigarette. Questo perché i mozziconi sono i rifiuti più scartati al mondo, con impatti diffusi e gravi sull’ambiente e sulla salute umana
continua in
https://www.radiopopolare.it/mozziconi-fumo-e-coltivazione-del-tabacco-quanto-inquinano-le-sigarette/


Usb: è l’ora della variante operaia: senza lavoratori non c’è vera ripresa. Appello per una grande mobilitazione il 22 aprile a Roma

continua in
https://www.usb.it/leggi-notizia/e-lora-della-variante-operaia-senza-lavoratori-non-ce-vera-ripresa-appello-per-una-grande-mobilitazione-il-22-aprile-a-roma-1403.html



“L’amica geniale”: l’Unità nella serie tv come grande giornale degli anni ’70
Onide Donati – Strisciarossa

La terza stagione della serie televisiva “L’amica geniale” ci proietta, fedele al terzo libro della quadrilogia di Elena Ferrante (autrice sempre avvolta nel mistero di un’identità indefinita), nei turbolenti anni Settanta. E nella bellissima seconda puntata andata in onda domenica 13 febbraio, usa una “chiave” estremamente appropriata per mettere a fuoco il conflitto sociale e intellettuale di quegli anni: il giornale l’Unità
continua in
https://www.strisciarossa.it/lamica-geniale-lunita-entra-nella-serie-tivu-come-grande-giornale-degli-anni-settanta/


Napoli e niente più!

Angelo D’Orsi sulla propria pagina Facebook

No alla guerra! o al coinvolgimento dell’Italia in una guerra che non ha ragioni!!

Di petizione in petizione. Stavolta, con il valoroso collega Raffaele D’Agataabbiamo steso questo testo, che speriamo possa servire a mobilitare un po’ di pubblica opinione, contro l’opzione bellica, nella nuova crisi ucraina, alla quale da Biden ai nostri pennivendoli de “La Repubblica”; “Corriere della Sera” e “Stampa”, stanno tutti allegramente spingendo. L’esercito degli “Armiamoci e partite” non molla mai. Vi invito a firmare e a diffondere la petizione. Come si dice: Facciamoci sentire!

No alla guerra! o al coinvolgimento dell’Italia in una guerra che non ha ragioni!!
https://www.change.org/p/no-alla-guerra-o-al-coinvolgimento-dell-italia-in-una-guerra-che-non-ha-ragioni?recruiter=587486306&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=psf_combo_share_initial&recruited_by_id=2d210230-669f-11e6-9bb6-7d81d1901141&utm_content=fht-32360658-it-it%3A3

Emilio Gabaglio, il sindacato senza frontiere

“Emilio Gabaglio. Il sindacato senza frontiere” è un libro di Elisabetta Scavo pubblicato da Futura editrice nella collana Storia e memoria. Ripercorre l’impegno del sindacalista che dal 1991 al 2003 ha guidato la Confederazione europea dei sindacati, una vita all’insegna del sindacalismo europeo e internazionale.
Il video della presentazione in
https://www.collettiva.it/copertine/culture/2022/02/15/news/emilio_gabaglio_il_sindacato_senza_frontiere-1872663/

CATERPILLAR: CONFERMATA LA PROCEDURA DI LICENZIAMENTO DI 186 LAVORATORI DEL SITO DI JESI

Nessun passo indietro da parte del gruppo Caterpillar: l’azienda ha rifiutato la richiesta di sospensione della procedura di licenziamento collettivo per i 186 dipendenti del sito di Jesi, in provincia di Ancona. Lo ha comunicato la segreteria tecnica della vice ministra allo Sviluppo, Alessandra Todde, specificando cle la posizione è stata formalizzata oggi nel corso del tavolo di confronto.
continua in
https://www.radiondadurto.org/2022/02/15/caterpillar-confermata-la-procedura-di-licenziamento-di-186-lavoratori-del-sito-di-jesi/?fbclid=IwAR08XsL_zSkn_-SKOM3Zm_jwNB5-XZPO66p18iH7PDfeeG5ZHlblUv5co4o

Venosa, lavoratori in stato d’agitazione

“Continuano ad esserci ritardi ingiustificabili nel relazionare sulla performance 2020 e su quella 2021, con l’ultima produttività erogata ai dipendenti risalente ormai all’anno 2018. A tal proposito, va segnalata una circostanza sulla performance 2019, cui i lavoratori sono stati esclusi d’imperio: l’approvazione degli obiettivi è avvenuta non a inizio anno, ma il 30 dicembre 2019, procedendo a formalizzare quanto deciso con atto unilaterale del 20 dicembre 2019, ovvero assegnare un’indennità di risultato di 19.909 euro alle posizioni organizzative e zero euro al restante personale dipendente.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/15/news/venosa_lavoratori_in_stato_d_agitazione-1872924/


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

L’Insorgiamo tour riparte. Come se non ci fosse un domani che poi un domani c’è sempre, ma se migliore o peggiore lo decidiamo oggi
Le tappe di Insorgiamo Tour https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/photos/a.138582283148901/1663601367313644/



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

L’Insorgiamo tour ci sta mettendo di fronte a una elettricità incredibile. A distanza di centinaia di chilometri da Firenze, si riuniscono assemblee piene di idee, di speranza, di riscatto. Così è stato a Jesi, Bologna, Bari, Lecce, Taranto. E nessuno finora in queste assemblee ha avuto dubbi: il 26 marzo Firenze sarà bellissima. E allora, Firenze, ora è il tuo turno. Sentitele addosso queste aspettative e questi occhi puntati di un pezzo del paese. Perché tu l’Insorgiamo tour ce l’hai in casa. E quindi giovedì 17 febbraio assemblea generale del gruppo supporto, alla Casa del Popolo “La Costituzione di Quinto Basso”, a Sesto Fiorentino (Fi).
Qua l’evento
https://www.facebook.com/events/259531632868699/
Sulla pagina @insorgiamoconilavoratorigkn il testo di preparazione della discussione della serata
Continuare a convergere, continuare a insorgere. #insorgiamo



LABSUD in collaborazione con Left e transform!Italia
continua in
https://transform-italia.it/la-riscossa-dei-vinti/


16 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

Le richieste di processo per il crollo di Ponte Morandi, i referendum sulla Giustizia e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 16 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo la bocciatura di ieri al quesito sull’eutanasia, oggi la Corte costituzionale ha bocciato il referendum sulla cannabis e dato il via libera a cinque dei sei referendum sulla Giustizia. Al processo per il crollo del ponte Morandi a Genova i pubblici ministeri hanno chiesto il rinvio a giudizio per 59 imputati e due società. Gli studenti si preparano a tornare in piazza venerdì al grido di “la scuola deve essere un luogo di formazione collettiva, non di educazione al precariato e a un non-futuro privo di prospettive”, mentre la politica continua a far finta di non capire il problema. Il viaggio di Massimo Alberti nei centri di formazione professionale tra pochi finanziamenti, pochi controlli, casi di vero e proprio sfruttamento, ma anche tanti ragazzi avviati al lavoro. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-16-febbraio/

Referendum, la Consulta boccia anche i quesiti su cannabis e responsabilità civile dei magistrati

In totale, ammessi 5 quesiti su 8: separazione delle carriere, legge Severino, limitazione della custodia cautelare, consiglieri togati del Csm, diritto di voto degli avvocati nelle valutazioni sui magistrati dei consigli giudiziari
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/referendum-bocciati-anche-cannabis-e-responsabilit-civile-dei-magistrati-b7f2168d-f114-49cd-89c1-c94dd1606e50.html

Viaggio nei centri di formazione professionale tra sforzo educativo e imprese “poco etiche”
Massimo Alberti – Radio Popolare

“La formazione non può essere un surrogato del lavoro, deve prevalere il rapporto educativo”, dice il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Ben arrivato. Studenti ed insegnanti lo gridano da tempo. E gli studenti stanno per tornare in piazza anche per ricordare i loro coetanei, Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci, morti durante uno stage mentre frequentavano dei centri di formazione professionale, finalizzati all’avviamento al lavoro e “ad imparare un mestiere”, dove già a 15 anni le ore in aula, in laboratorio ed in azienda sono equamente divise. E che rappresentano un tassello fondamentale del sistema scolastico italiano.
continua in
https://www.radiopopolare.it/centri-di-formazione-professionale/

Covid Italia, il bollettino del 16 febbraio 2022: 59,749 nuovi casi e 278 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 59,749 nuovi casi di coronavirus e 278 morti. Ieri i nuovi contagi sono stati 70.852, 388 i decessi. Sono i dati del ministero della Salute. Sono 555.080 i tamponi effettuati, ieri erano stati 695.744. Il tasso di positività è al 10,7%, stabile rispetto al 10,2% di ieri. Sono invece 1.073 i pazienti in terapia intensiva, 46 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 75. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 15.127 (15.602), ovvero 475 in meno rispetto a ieri.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/16/news/covid_italia_il_bollettino_del_16_febbraio-337991296/

Elly Schlein a Radio Popolare: “Le trasformazioni sociali vanno governate, altrimenti le subiranno i più fragili”

Questa mattina a Prisma, ai microfoni di Lorenza Ghidini e Alessandro Braga Elly Schlein ha presentato il suo libro “La nostra parte Per la giustizia sociale e ambientale, insieme”
continua in
https://www.radiopopolare.it/elly-schlein-a-radio-popolare-le-trasformazioni-sociali-vanno-governate-altrimenti-le-subiranno-i-piu-fragili/

Piani d’azione per un’economia che verrà
Riccardo Troisi
 (Ricercatore economista Presidente ReOrient. Osservatorio Fairwatch. Tra i fondatori comune-info.net)

chi sta subendo maggiormente la violenza di questa crisi sono le persone da tempo messe ai margini da un sistema economico basato sull’esclusione.  Precari, migranti, donne e giovani disoccupati subiscono e pagano in diverso modo il dilagare delle diseguaglianze economiche e sociali delle nostre comunità.
Nonostante questo è in corso una reazione, per lo più territoriale che sebbene sia fragile e disarticolata, sta provando a costruire un argine a questa “crisi sistemica” proponendo risposte concrete alle difficoltà quotidiane che stanno attraversando le nostre comunità
continua in
https://www.attac-italia.org/piani-dazione-per-uneconomia-che-verra/


Esplosione dei prezzi. Mettere l’economia al servizio dei bisogni e non degli speculatori

Intervento di Manon Aubry al Parlamento Europeo
Tutto costa di più a causa di aziende voraci come Total che trasformano i consumatori in vacche da mungere. Stringere la vite monetaria sarebbe un disastro: al contrario, bisogna ripensare il ruolo della Banca Centrale  affinché serva ai bisogni e non agli speculatori!


Crisi ecologica e manipolazione delle parole
Maurizio Pallante – Volere la luna

(…) così, con la rapidità di un prestigiatore che fa uscire un coniglio dal cappello, sono diventati sostenibili il nucleare, il metano, gli inceneritori, il ponte di Messina, le gallerie e i viadotti che stravolgono la morfologia di intere vallate per costruire linee ferroviarie ad alta velocità e autostrade che non ammortizzeranno mai i loro costi, l’abbattimento di edifici urbani con una valenza storico-simbolica per costruire grattacieli di lusso e centri commerciali ultramoderni, la gentrificazione anziché la rinaturalizzazione delle aree industriali dismesse nelle città (…)
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2022/02/16/crisi-ecologica-e-manipolazione-delle-parole/

Bollette salate: gli effetti di scelte liberiste asservite ai signori del fossile
Riccardo Rifici – Transform Italia

Proprio quando la Commissione europea vuole inserire il nucleare e il metano tra le voci considerate “green” nella cosiddetta Tassonomia (le regole che saranno adottate per favorire gli investimenti per raggiungere gli obiettivi sul clima fissati dalla UE per il 2030 e per il 2050), esplode la questione bollette energetiche in mezza Europa e in particolare in Italia
continua in
https://transform-italia.it/bollette-salate-gli-effetti-di-scelte-liberiste-asservite-ai-signori-del-fossile/


Il rossoverde non è un ornamento

transform! Italia propone questo testo rossoverde. Non un ornamento ma un doppio graffio di lotta.
La nostra idea è che l’alternativa rossoverde debba essere insostenibile per il capitalismo come il capitalismo è insostenibile per la vita.
Vi chiediamo di leggerlo e di sottoscriverlo. Ma vi chiediamo anche di commentarlo, di cambiarlo, insomma di farlo vivere insieme. Tutto ciò che ci regalerete lo pubblicheremo.
continua in
https://transform-italia.it/il-rossoverde-non-e-un-ornamento/


Spagna, il prezzo di un accordo
Nicola Tanno – Jacobin Italia

Lo stato spagnolo ha una nuova legge sul lavoro con indubbi avanzamenti sul piano dei diritti ma con molte contraddizioni. E rischia di separare le strategie di Pablo Iglesias da quelle della Ministra del lavoro di Unidas Podemos Yolanda Dìaz
continua in
https://jacobinitalia.it/spagna-il-prezzo-di-un-accordo/

La detenzione di Öcalan e le responsabilità dell’Italia
Roberto Lamacchia – Volere la luna

Il 12 febbraio ci sono state, a Milano e a Roma due manifestazioni organizzate dal Comitato “Il momento è arrivato: libertà per Öcalan” e dalle organizzazioni kurde in Italia. La richiesta, gridata a gran voce, è stata quella di scarcerare il leader kurdo. È noto a tutti che Öcalan è detenuto da 23 anni in condizioni di drammatico isolamento ma i più omettono di ricordare che all’inizio di quella carcerazione ci fu, anche, una sorta di tradimento dell’Italia (con Massimo D’Alema presidente del Consiglio), che preferì ignorare il diritto del leader del PKK a ottenere asilo politico (poi riconosciuto, seppur tardivamente, dal Tribunale di Roma), inducendolo a lasciare il nostro Paese. Per non dimenticare quella brutta pagina abbiamo chiesto una ricostruzione dei fatti a Roberto Lamacchia, presidente dell’Associazione Giuristi Democratici, allora costituitasi in giudizio per sostenere le ragioni di Öcalan. (la redazione)
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2022/02/16/la-detenzione-di-ocalan-e-le-responsabilita-dellitalia/

16 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Sbarra al Congresso Ust Cisl Bologna: “Il Governo intervenga subito su caro bollette, filiere in crisi e formazione”

“I dati macroeconomici diffusi in queste settimane ci parlano di una emergenza ancora rovente, amplificata da una drammatica impennata dei prezzi e dalla conseguente frenata delle stime di ripresa”. Lo ha detto oggi Luigi Sbarra, segretario generale Cisl, a margine del congresso della struttura confederale di Bologna. “In questo delicato frangente – ha aggiunto – dal Governo ci aspettiamo risposte immediate su tre fronti. Innanzitutto bisogna proteggere il potere d’acquisto delle fasce deboli,  lavoratori, pensionati, famiglie  dall’inflazione e dal caro-bollette, confermando per i prossimi mesi e consolidando con adeguate risorse  il Fondo istituito in manovra, realizzando una riforma fiscale che abbatta cuneo e abbassi i primi scaglioni Irpef e valutando l’introduzione di un bonus energia per i redditi sotto i 30mila euro.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/lavoro-sbarra-al-congresso-ust-cisl-bologna-il-governo-intervenga-subito-su-caro-bollette-filiere-in-crisi-e-formazione/

Cgil, Cisl e Uil: una settimana per fermare la strage sul lavoro

Dal 21 febbraio iniziative e assemblee. I delegati dialogano con lavoratori, stagisti e tirocinanti. “Non siamo più disposti a contare i morti, subito migliorare i controlli e garantire formazione specifica. Governo e imprese si assumano le loro responsabilità”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/16/news/cgil_cisl_e_uil_una_settimana_per_fermare_la_strage_sul_lavoro-1876811/

Molise. Operai forestali, verso la stabilizzazione

Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil regionali: “Coinvolgere tutte le forze politiche in una discussione seria sulla salvaguardia del territorio, sulla sua messa in sicurezza e sulla buona occupazione che ponga fine, una volta per tutte, al precariato lavorativo dei forestali molisani, unici in Italia a non avere ancora una regolarizzazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/16/news/operai_forestali_verso_la_stabilizzazione-1877770/

Cosenza. Dodici mesi in arretrato: gli operai del Consorzio di bonifica non ce la fanno più
Martina Toti – Collettiva

Stato di agitazione per i lavoratori che vengono pagati saltuariamente e che hanno ancora un anno di salario da riscuotere
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/16/news/dodici_mesi_in_arretrato_gli_operai_del_consorzio_di_bonifica_non_ce_la_fanno_piu_-1877972/

1992-2022: un’interpretazione meno superficiale di “mani pulite” e della fine della Prima Repubblica

Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

La volevamo chiamare “università operaia”, ma sapeva di accademico. L’abbiamo chiamata “convergenza culturale”. E ieri è cominciata. Allora prendi un po’ di metalmeccanici che in cassaintegrazione autorganizzano una discussione sul paleolitico, sul rapporto tra uomo preistorico e ambiente, sulle origini della tecnologia e delle strutture sociali. Un incontro possibile grazie ai contatti avuti con migliaia di solidali, tra cui ricercatori precari che prima hanno difeso e presidiato la fabbrica e ora ci aiutano a nutrirne testa, comprensione, prospettiva. Qualcuno guardando questi cassaintegrati, con diplomi tecnici in mano, appassionarsi della storia e del paleolitico potrebbe misurare la distanza con la società dell’alternanza scuola lavoro dove il processo è esattamente inverso. Qualcuno ci potrebbe vedere nuova classe dirigente e qualcuno addirittura nuova umanità. Ma noi in fondo siamo semplicemente un Collettivo di fabbrica. #insorgiamo



Onide Donati sulla propria pagina facebook

Oggi la casa museo dove visse Antonio Gramsci a Ghilarza ha ricevuto l’originale del certificato penale del fondatore de l’Unità e del Pci. Il documento era stato sottratto al macero da un funzionario del tribunale di Cagliari e Oristano, Mario Mura, che ne aveva compreso l’importanza storica e documentaria. 

continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10221014459093436&set=a.1273644963493



Da Bussoleno al carcere di Aix-Luynes sulle tracce di Emilio
Chiara Sasso – Volere la luna

«Dal piccolo paese di Bussoleno (valle di Susa) al carcere di Aix-Luynes ci sono di mezzo più di 300 km oltre alle montagne, al di là del confine tra Claviere e Monginevro. Un viaggio lungo una notte intera per arrivare all’appuntamento, primo colloquio con Emilio Scalzo che era stato fissato alle 7.30 di mattina del 12 gennaio. Era da 45 giorni che Marinella, la moglie aspettava questo colloquio». Inizia così il racconto di Gabriel postato sulla pagina di Facebook del nuovo “Comitato Emilio Libero” nato il 6 gennaio 2022, durante una partecipata assemblea fra mascherine e distanziamento. Si sentiva la necessità di avere uno strumento che racchiudesse le tante anime e iniziative per continuare a svolgere in modo ancora più incisivo un’azione forte per far conoscere e contrastare quella che si sta dimostrando una vera e propria persecuzione giudiziaria nei confronti di Emilio Scalzo (https://volerelaluna.it/migrazioni/2021/09/17/un-pericoloso-criminale/). Ancora una volta diventa fondamentale mantenere alta l’attenzione su quello che avviene nelle carceri.
continua in
https://volerelaluna.it/tav/2022/02/16/da-bussoleno-al-carcere-di-aix-luynes-sulle-tracce-di-emilio/


La strage infinita
Autista muore sul lavoro. Filt Cgil: è una strage

La vittima, 49 anni, si trovava in Svizzera per consegnare un container. Secondo la prima ricostruzione, nelle operazioni di scarico un muletto si è sganciato, travolgendo l’autotrasportatore. L’uomo è deceduto sul colpo, lascia moglie e figlia adolescente
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/17/news/autista_muore_sul_lavoro_il_cordoglio_della_filt-1879328/

17 febbraio: Le notizie di Radio Popolare
Il ritorno della guerra fredda nelle relazioni internazionali, le votazioni della Camera sul suicidio assistito e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 17 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo un paio di giorni di relativo ottimismo, le dichiarazioni di Russia e Stati Uniti sono tornate a farsi molto aggressive: in queste ore, attorno all’ucraina si sta giocando una partita a scacchi che ha fatto ripiombare l’Europa in un clima da guerra fredda. Hanno appena avuto inizio alla Camera le votazioni sul suicidio assistito. Domani gli studenti torneranno in piazza con cortei in 40 città. I dati dell’osservatorio sul precariato dell’Inps denunciano la tendenza di sostituzione dei contratti a tempo indeterminato con contratti a termine. Ieri si è chiusa la 72esima edizione della Berlinale. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-17-febbraio/

Legge su fine vita avanti alla Camera: respinti gli emendamenti soppressivi di Forza Italia e Lega

In precedenza l’Aula della Camera aveva approvato la mozione di maggioranza, con l’astensione di Coraggio Italia, sull’applicazione della direttiva Bolkestein riguardante le concessioni demaniali: 366 sì, 42 no e 22 astenuti
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/fine-vita-la-camera-respinge-gli-emendamenti-soppressivi-presentati-da-fi-e-lega-1d3db079-aecf-4d55-ba2e-942b63d1f912.html

Su cannabis ed eutanasia, le bocciature rischiano di svilire la partecipazione popolare

E meno male che non bisognava stare a guardare il “pelo nell’uovo” nell’ottica di “consentire, il più possibile, il voto popolare”. Questo aveva auspicato il presidente della Corte costituzionale Giuliano Amato alla vigilia dei lavori. Invece, alla fine, la Consulta ha bocciato i quesiti referendari per i quali erano state raccolte oltre 500mila firme, quelli sull’eutanasia e sulla cannabis, accogliendo soltanto cinque dei sei quesiti sulla giustizia, quelli proposti da cinque consigli regionali, vista la difficoltà dei Radicali e della Lega di ottenere sottoscrizioni necessarie.
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-845-bocciature_referendum_cannabis_eutanasia_partecipazione_popolare

Covid Italia, il bollettino del 17 febbraio: 57.890 nuovi casi e 320 morti

Sono 538.131i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 555.080. Il tasso di positività è al 10,7%, stabile rispetto a ieri. Sono invece 1.037 i pazienti in terapia intensiva, 36 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 71. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 14.562, ovvero 565 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/17/news/covid_italia_il_bollettino_del_17_febbraio_2022-338098923/

Il Covid e l’informazione
Fabio Balocco – Volere la luna

Cominciano a circolare anche sui media meno governativi (pochi, visto che al governo c’è una ammucchiata…) degli articoli che squarciano il velo di omertà – voluta o meno – relativa alla politica contro la pandemia. Uno degli articoli conforta una sensazione che io stesso ho sempre avuto da ambientalista, non già da virologo, e cioè che nel calcolo dei decessi dall’inizio della diffusione del Covid venisse calcolata tutta una serie di morti che col Covid c’entravano assai poco. Sono quelle che chiamo/si chiamano morti “con Covid” e non già morti “per Covid”
continua in
https://volerelaluna.it/societa/2022/02/17/il-covid-e-linformazione/

17 febbraio: Guerra di nervi sul confine tra Russia e Ucraina. Attenzione al Donbass

Le immagini satellitari del confine russo-ucraino sui movimenti delle truppe russe – con Mosca che parla di ritiro e Washington che lo nega – non provengono da fonti ufficiali ma dal satellite di una azienda privata statunitense la Maxar Technologies. La stessa agenzia Reuters non se la sente di confermare in modo indipendente quanto rilevato da questa azienda privata
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2022/02/17/guerra-di-nervi-sul-confine-tra-russia-e-ucraina-attenzione-al-donbass-0146668

RUSSIA-UCRAINA. L’Italia torna Sabauda ed è pronta alla “deterrenza” anti-Russia
Antonio Mazzeo – pagineesteri.it

Una maledizione che ricorre in tutta la storia d’Italia, anzi da prima che si completasse il processo unitario come nel caso della spedizione sabauda in Crimea contro lo zar di Russia nel 1855. Il partecipare immancabilmente agli appuntamenti bellici internazionali sulla scia della superpotenza di turno: prima l’impero britannico, poi la Triplice Intesa, poi ancora la Germania nazista, infine gli Stati Uniti d’America e la Nato. Non è bastata la vergognosa debacle in terra afgana per fare i conti con la storia e provare ad acquisire un po’ di autonomia politica-diplomatica e militare dall’Alleanza Atlantica. Ecco allora che con l’escalation della crisi Ucraina-Russia, alle soglie di una guerra che potrebbe anche essere mondiale e nucleare, l’Italia si dice pronta a fare la sua parte agli ordini di Joe Biden e Jens Stoltenberg
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/17/in-evidenza/russia-ucraina-litalia-torna-sabauda-ed-e-pronta-alla-deterrenza-anti-russia/

IL LUTTO PER LA GUERRA MANCATA
Raniero La Valle

Domenica scorsa “la Repubblica” ha annunciato con un lungo articolo a pag. 3 che l’altro ieri, martedì, la Russia avrebbe invaso l’Ucraina, e quindi mercoledì o ieri sarebbe scoppiata la terza guerra mondiale, in quanto Biden e gli alleati occidentali erano uniti per “far pagare alla Russia il prezzo più alto che abbia mai visto finora”.
Forse è bene ricordare che tra i prezzi più alti finora pagati dalla Russia ci sono stati Napoleone alle por… Altro…


Gad Lerner sulla propria pagina Facebook

PERCHE’ L’UCRAINA RESTA UN BUCO NERO DELLA CATTIVA COSCIENZA EUROPEA

Vi propongo questa mia ricostruzione del passato che pesa sull’attuale crisi ucraina, uscita su Il Fatto Quotidiano 

Nessun soldato occidentale morirà per Kiev e il primo a saperlo era Putin, memore della ritirata disonorevole della Nato da Kabul, neanche sei mesi fa. La messinscena di un’alleanza atlantica ricompattata contro il nemico russo non può risultare credibile dopo la figuraccia afghana che ha svelato al mondo quanto poco valgano ormai le promesse e la capacità dissuasiva della Nato. Su tale convinzione Putin ha basato il suo minaccioso azzardo.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=506279014189193&set=a.212320126918418


PARLAMENTO: NASCONO LE COMPONENTI “MANIFESTA” ED “EUROPA VERDE – VERDI EUROPEI”

Alla Camera dei Deputati è nata “ManifestA”, una nuova componente del gruppo misto formata da 4 deputate ex M5S, a cui Rifondazione e Potere al Popolo (già in Senato con Matteo Mantero) hanno concesso i loro simboli.
continua in
https://www.radiondadurto.org/2022/02/17/parlamento-nascono-le-componenti-manifesta-ed-europa-verde-verdi-europei/

Nasce “Manifesta”, una sinistra radicalmente non compatibile

Il gruppo delle 4 parlamentari ha scelto di chiamarsi ManifestA, un invito tanto ad esprimersi, a riappropriarsi dei territori rimasti vuoti della democrazia e della partecipazione, quanto ad evidenziarne il carattere ad oggi totalmente femminile della composizione. Nasce in opposizione al governo Draghi e intende essere il punto di partenza “di un dialogo aperto con tutte le realtà che si definiscono di sinistra e che catalizzano istanze sinora ignorate dalle forze in parlamento”, affermano. Non si tratta di una scelta maturata in pochi giorni
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/nasce-manifesta-una-sinistra-radicalmente-non-compatibile/

Gli studenti entrano in Parlamento. Per ora con una conferenza stampa

“La prima rivendicazione è diventata perciò abolizione pura e semplice dell’alternanza scuola-lavoro, in quanto ormai chiaramente solo un modo per garantire manodopera gratis alle imprese. Non c’ infatti nulla da “monetizzare”, né da “rivedere”…
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/17/gli-studenti-entrano-in-parlamento-per-ora-con-una-conferenza-stampa-0146676

In difesa del pensiero critico, per la ricerca di nuove strade
Marco Sansoè – Volere la luna

Quando il pensiero razionale si fa ideologia può diventare dogmatico e intollerante. Il pensiero razionale è pensiero critico. Il pensiero critico induce al dubbio, non si trincera, non aggredisce, perché non produce certezze
continua in
https://volerelaluna.it/che-fare/2022/02/17/in-difesa-del-pensiero-critico-per-la-ricerca-di-nuove-strade/


ARCHEOLOGIA E POLITICA. Susiya, quando gli scavi mirano all’espropriazione

“Nasser è seduto davanti a casa sua, mentre sorseggia un tè ancora fumante, in compagnia del suo figlio più grande: osservano le case bianche, in stile occidentale, sulla collina a poche centinaia di metri, dove sorge la colonia israeliana di Susiya. Le prime pecore stanno uscendo dall’ovile, raggiungono quell’appezzamento di terra che divide il villaggio dalla colonia, mentre occhi esperti dei pastori osservano l’orizzonte, per controllare che nessun colono li stia osservando”
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/17/cultura/archeologia-e-politica-susiya-quando-gli-scavi-mirano-allespropriazione/


17 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Laureati/e al DAMS, Letterati/e, filologi/ghe e papirologi/ghe i nuovi ispettori del lavoro ?

Dalla lettura dell’Atto che istituisce il Concorso per l’assunzione di 1200 nuovi “ispettori tecnici” all’art.2 si prevede l’ammissione con una generica laurea anche triennale e la prova sarà un quiz con 32 quesiti a risposta multipla… 
continua in
https://www.diario-prevenzione.it/?p=21216

Veneto. Sulla governance nessuna risposta

Un dialogo faticoso quello tra Regione e sindacati sul Pnrr. Il Protocollo nazionale non è ancora stato recepito
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/17/news/sulla_governance_nessuna_risposta-1878200/

Puglia. Firmato il Protocollo regionale

La Regione, in accordo con le parti sociali, ha approvato il testo che definisce le regole di governo del Pnrr e istituisce i tavoli di confronto
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/economia/2022/02/17/news/firmato_il_protocollo_regionale-1878196/

GENOVA: LO SCIOPERO DEI SI COBAS ALLA BRT OTTIENE IL REINTEGRO DEL LAVORATORE LICENZIATO

Sciopero e picchetto vittorioso del sindacato Si Cobas, tra la sera di mercoledì 16 e la mattina di giovedì 17 febbraio, alla Bartolini di Genova. Lo sciopero dei lavoratori genovesi del colosso della logistica ha bloccato i magazzini per una notte intera per chiedere il reintegro di un loro compagno, licenziato in conseguenza di un cambio di appalto.
continua in
https://www.radiondadurto.org/2022/02/17/genova-lo-sciopero-dei-si-cobas-alla-brt-ottiene-il-reintegro-del-lavoratore-licenziato/

Padova, Grafica Veneta. Fiom e Cgil: raggiunto un accordo per 11 lavoratori che si erano affidati a noi

“Fin dall’inizio, vale a dire da questa estate quando esplose il caso, ci siamo subito resi conto che nonsarebbe stato semplice riuscire a portare a casa un risultato che rendesse giustizia ai lavoratori caduti vittima di sfruttamento. Esserci riusciti è quindi fonte di soddisfazione e di questo non possiamo non ringraziare l’avvocato Marco Paggi, assieme al suo Studio Legale, e l’avvocata Dora Rizzardo e l’avvocato Giancarlo Moro, entrambi dello Studio Legale Moro. Sono davvero riusciti a ottenere il massimo che si poteva ottenere in una situazione molto difficile e complicata”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/17/news/padova_grafica_veneta_fiom_e_cgil_raggiunto_un_accordo_per_11_lavoratori_che_si_erano_affidati_al_sindacato-1879210/

Bari, la vertenza Bosch rischia di essere una vera bomba sociale. I sindacati chiedono di ritirare i licenziamenti

Il 27 gennaio scorso, durante l’incontro in sede regionale, alla presenza delle associazioni di categoria Fim Fiom e Uilm e Ugl Metalmeccanici, provinciali e nazionali, la Bosch ha annunciato che, da qui ai prossimi anni, per il sito di Bari sono previsti 700 esuberi su una platea di 1700 dipendenti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/16/news/bari_la_vertenza_bosch_rischia_di_essere_una_vera_bomba_sociale_i_sindacati_chiedono_di_ritirare_i_licenziamenti-1876632/

Civitavecchia. Esuberi a PortMobility, tre giorni di sciopero

La società annuncia 26 licenziamenti, i lavoratori (dopo lo stop di venerdì 11) si fermano il 15 e il 18 febbraio. Fil Cgil: “Decisione unilaterale, vanno vagliate soluzioni alternative”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/14/news/esuberi_a_portmobility_tre_giorni_di_sciopero-1868496/

Melfi. Stellantis, oltre al danno anche la beffa

Fiom Basilicata: “Dopo la variazione all’organizzazione del lavoro, passata da 15 a 17 turni, per poi arrivare a 20, il gruppo ha comunicato un nuovo stop alla produzione, dal 18 al 21 febbraio”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/17/news/stellantis_oltre_al_danno_anche_la_beffa-1878776/


E’ necessario sempre guardare a come sono trattati “gli ultimi” perché domani anche tu verrai trattato così.
continua in
https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/photos/a.138582283148901/1664867660520348

Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze
Onore e onere. L’onore di ricevere la tessera onoraria di Articolo 21 . L’onere di riceverlo con questa motivazione: “per la tenacia con cui continuano a lottare per essere liberi di cambiare, per la loro voglia di convergere e insorgere”. Abbiamo parlato della condizione comune di precarietà, cassa integrazione, mancanza di classe dirigente che accomuna una fabbrica a una redazione giornalistica.Quasi ci imbarazza questo onore e quasi ci piega questo onere. Ma, che fatica che ti chiedo, sì continuiamo a convergere e insorgere. Per questo stasera alle h 20.30 assemblea generale del supporto al Circolo Arci – La Costituzione di Quinto Basso (Sesto Fiorentino) e il 26 marzo, Firenze, pronti e liberi per convergere e insorgere. #insorgiamo

Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

L’Insorgiamo tour più importante è esattamente dove ti trovi. Firenze, assemblea generale di supporto. Da quel 9 luglio sempre stretti. E pronti a spingere. #insorgiamo

FIRENZE: ASSEMBLEA GENERALE , INSORGIAMO VERSO IL 26 MARZO

Sono passati 7 mesi dal 9 luglio, quando il fondo di investimento Melrose decideva di chiudere lo stabilimento GKN di Campi Bisenzio, per ragioni puramente speculative. Da allora si è aperta una pagina importante di lotta che ha visto nei 500 lavoratori e lavoratrici della GKN e nel loro Collettivo di Fabbrica il motore principale, e nel tessuto sociale e politico del territorio circostante un esercito invincibile.
In questi 7 mesi non abbiamo solo ottenuto un accordo che sancisce il ritiro dei licenziamenti. Abbiamo imparato a tenere una fabbrica e a fonderla indissolubilmente con la città che la circondava ma non la vedeva, a scrivere leggi contro le delocalizzazioni, a legare mobilità sostenibile, transizione ecologica e salvaguardia del tessuto produttivo, a confrontarci con gli oppressi di un paese intero.
In una parola, abbiamo imparato a essere maggioranza sociale.
continua in
https://www.facebook.com/events/259531632868699/


A scuola di lotta di classe
Giuliano Granato – Jacobin Italia

La vicenda Gkn mostra che solo trasformando la maggioranza sociale in maggioranza politica si può scegliere cosa vogliamo produrre, come farlo e in che modo distribuirlo
continua in
https://jacobinitalia.it/a-scuola-di-lotta-di-classe/

Roma 17 febbraio 1977

Luciano Lama contestato a la Sapienza: il coraggio e il dovere di esserci
Ilaria Romeo – Collettiva

Sono le 8 del mattino. All’università La Sapienza di Roma i volti sono tesi. Quelli degli studenti e quelli degli operai, quelli del movimento e quelli del sindacato. Le aule sono occupate da poco più di due settimane, lavoratori e docenti devono mostrare i documenti al servizio d’ordine studentesco per poter entrare. Il Pci e la Cgil tentano il dialogo impossibile. Dal palco allestito in fretta il segretario della Cgil dice: “Noi non pensiamo di poter agire senza di voi e tanto meno pensiamo di poter agire contro di voi”. Non basta. Pochi minuti e viene giù tutto, insieme ai sassi e alla violenza, si spezza il legame che, neppure dieci anni prima, aveva fatto del ’68 e dell’Autunno caldo un biennio di conquiste sociali
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/17/news/luciano_lama_a_la_sapienza-1876434/

17 febbraio. La “cacciata” di Lama dall’università. Spartiacque e intuizione “sull’oggi”
Cambiare Rotta e Sergio Cararo – Contropiano

In occasione del quarantacinquesimo anniversario della “cacciata di Lama” dalla Sapienza, avvenuta il 17 febbraio del 1977, volevamo proporre un’intervista ad un militante della Rete dei Comunisti, Sergio Cararo, che all’epoca dei fatti si trovava (con l’Organizzazione Proletaria Romana) proprio in mezzo a quegli studenti che stavano esprimendo forti forme di contestazione. Quel momento si è rivelato uno spartiacque per il movimento studentesco rivoluzionario dell’epoca ed ha quindi ancora molto da insegnarci rispetto alle scelte e alle prospettive del presente
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2022/02/17/17-febbraio-la-cacciata-di-lama-dalluniversita-spartiacque-e-intuizione-sulloggi-0146670?fbclid=IwAR3YHLlcJaz6PcMzrCEc6pOAzIEiU1EScl4coVafrylWQs_Fmg3_1dQmG-Y


Noi come Oblómov ci meritiamo un’altra vita
Luca Billi – Allonsanfan

Se ci chiedessero di descrivere Il’ja Il’ič Oblómov con un solo aggettivo, naturalmente useremmo pigro. Non senza ragione: credo sia l’unico personaggio della letteratura occidentale che, pur non essendo malato, compare più disteso che in piedi. Eppure sarebbe riduttivo raccontare così il personaggio di Gončaròv: Oblómov non è pigro – come talvolta capita a noi – lui ha deciso di essere pigro
continua in
https://www.allonsanfan.it/2022/02/17/goncarov-oblomov-pigrizia-ribellione/?fbclid=IwAR1slgGMBjOObuXIjN5BWQ45Aj62ZzLghaQGaKiMJUjPKmVR2zu-dmZXbi4



È morto Fausto Cigliano, monumento della canzone napoletana: “Addio maestro, eri l’ultimo dei grandi”

È morto, “l’ultimo maestro della musica napoletana” come lo stanno definendo in tanti in queste ore, Fausto Cigliano. Aveva 85 anni – li aveva compiuti due giorni fa. È morto a Roma, la scorsa notte, dove viveva da tempo e dov’era stato ricoverato al Policlinico Gemelli in seguito ad alcuni problemi ai reni di cui soffriva da tempo. 
continua in
https://www.ilriformista.it/e-morto-fausto-cigliano-monumento-della-canzone-napoletana-addio-maestro-eri-lultimo-dei-grandi-280726/?refresh_ce

Carlo Loiodice sulla propria pagina Facebook

Di Fausto Cigliano, morto oggi a 85 anni, si può dire che, pur non essendo mai stato una vera star, ha impersonato la qualità di una voce calda e misurata e di una riconoscibile eleganza nell’uso della chitarra. Napoletano di nascita, è stato anche uno dei migliori interpreti della canzone partenopea, secondo solo a Roberto Murolo, probabilmente. Nel 1970 a città del Messico si tennero i mondiali di calcio. Memorabile fu la partita Italia-Germania, vinta da noi per 4 a 3: una partita al cardiopalma! Nell’occasione Fausto Cigliano fu capace di scrivere una canzone geniale, la cui musica è una bossa nova e il cui testo è costituito dai nomi di tutti e 22 i giocatori, quelli che giocarono l’intera partita e quelli che rimasero in panchina… “Con Zof”.


Pechino 2022, la giornata social degli azzurri

Dopo le giornate ai Giochi, ora cominciano i rientri a casa. Video, post, storie degli atleti italiani
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/pechino-2022-la-giornata-social-degli-azzurri-6c193533-52e5-464c-9d8d-0d8188eb2549.html


Trent’anni di Mani Pulite
Radio Popolare

In occasione dei 30 anni da Mani Pulite è andato in onda a Prisma un lungo speciale con audio dell’epoca e ospiti in diretta: l’ex magistrato del pool Gherardo Colombo, Frank Cimini cronista di giudiziaria, Sandra Bonsanti giornalista e scrittrice
continua in
https://www.radiopopolare.it/podcast/clip-di-gio-17-02-22-delle-1620/


Venerdì nero: due morti sul lavoro

Due vittime in poche ore: un operaio a Cervia, precipitato nel vuoto a causa del cedimento del braccio meccanico di una gru; un pescatore a Monasterace, rimasto incastrato nelle gomene d’acciaio che trascinano le reti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/21/news/venerdi_nero_muoiono_un_operaio_e_un_pescatore-1887560/

18 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

Il Ddl sulle bollette e i bonus edilizi, gli studenti in piazza in tutta Italia e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di venerdì 18 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il governo investe altri 6 miliardi di euro nelle misure per limitare il peso dei rincari delle bollette: via libera del CdM al Ddl sulle bollette a quello sui bonus edilizi. Gli studenti e le studentesse di tutta Italia sono scesi in piazza, arrabbiati contro un governo, una politica, un sistema da cui si sentono ignorati, o peggio che li reprime quando cercano di alzare la voce. A Torino si allarga l’inchiesta sulle violenze all’interno del centro di detenzione per immigrati dove nel maggio scorso è morto un cittadino guineiano, il 23enne Moussa Balde. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-18-febbraio/

Non solo bollette: il governo approva un pacchetto di sostegni tra i 7 e gli 8 miliardi

Terminato il Consiglio dei ministri: destinati fondi a famiglie, imprese, enti locali, sport. Accelerazione sulle rinnovabili ma c’è anche anche uno stanziamento da 800 milioni per l’industria automobilistica
continua in
https://www.rainews.it/articoli/2022/02/non-solo-bollette-il-governo-verso-un-pacchetto-di-sostegni-da-8-miliardi-154303a4-8f88-4350-b2cd-f5c8d4159d06.html

Eni moltiplica i profitti grazie ai prezzi del gas. E li reinveste nel fossile
Duccio Facchini – Altrecononomia

Nell’ultimo trimestre 2021 la multinazionale degli idrocarburi ha visto crescere gli utili del 53% (pari a 3,8 miliardi di euro). Il balzo dei prezzi del gas ha fatto la differenza. Ma gli investimenti tecnici sono destinati in gran parte allo sviluppo di giacimenti. “Eni è intrappolata nel fossile e al governo va bene così”, denuncia ReCommon
continua in
Eni moltiplica i profitti grazie ai prezzi del gas. E li reinveste nel fossile (altreconomia.it)

Concorrenza anche sulle spiagge: a bando le concessioni dal 2024
Enrico Rotelli – Striciarossa

Il loro mestiere ha in sé qualcosa di geniale: quale mago del marketing si inventerebbe di vendere “ombra”?! E per decenni li ricordiamo come i principi del bagnasciuga: loro, i bagnini, gli uomini più corteggiati dalle donne nonostante l’inguardabile canotta. E corteggiati dalla politica del dopo Bolkestein (direttiva dell’Unione Europea 2006/123/CE sui servizi del mercato europeo), finché la sentenza del Consiglio di stato prima e il governo Draghi poi hanno posto finalmente un limite al loro regno. Le oltre 12.600 concessioni balneari sul litorale – poca spesa annuale secondo l’Antitrust poiché gran parte delle quali versa meno di 2500 euro allo Stato, ma molta resa imprenditoriale – andranno all’asta dal 2024
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-concorrenza-si-abbatte-sui-big-del-bagnasciuga-a-bando-le-concessioni-dal-2024/

Il debito, l’arma di Draghi per strozzare le città
Marco Bersani – Popoff

Sono in dirittura d’arrivo gli accordi tra Governo e alcune città metropolitane, che presentano un disavanzo pro-capite superiore a 700 euro. Stiamo parlando di Napoli (2303 euro), Palermo (1483 euro), Reggio Calabria (991 euro) e Torino (908 euro). A queste città, una norma della Legge di Bilancio 2021 riconosce per il periodo 2022-2042 un contributo complessivo di 2,67 miliardi, finalizzato al ripiano del disavanzo e all’ammortamento dei debiti finanziari
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2022/02/18/il-debito-larma-di-draghi-per-strozzare-le-citta/

Oggi nuova mobilitazione degli studenti. “Gli unici infiltrati nella scuola sono i privati”

Alla vigilia dello sciopero e della mobilitazione nazionale degli studenti di oggi, si è svolta, una conferenza stampa di OSA insieme agli Studenti Autorganizzati Campani. La conferenza dal titolo “Gli unici ‘infiltrati’ sono i privati e lo sfruttamento nella scuola pubblica italiana”, si è tenuta alla sala stampa della Camera dei Deputati in risposta alle dichiarazioni del ministro degli Interni Lamorgese sulle violente cariche sulle mobilitazioni studentesche
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2022/02/18/oggi-nuova-mobilitazione-degli-studenti-gli-unici-infiltrati-nella-scuola-sono-i-privati-0146672

Covid Italia, il bollettino del 18 febbraio: 53.662 nuovi casi e 314 morti. Terapie intensive sotto quota mille

Nelle ultime 24 in Italia si sono registrati 53.662 nuovi casi di coronavirus e 314 morti. Ieri i contagi erano stati 57.890 e 320 i decessi. Sono i dati diramati dal ministero della Salute. Scendono sotto quota mille le terapie intensive, dopo il continuo calo delle ultime settimane: sono 987, in diminuzione di 50 rispetto a ieri. Sono 510.283 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 538.131. Il tasso di positività è al 10,5%, sostanzialmente stabile rispetto al 10,7% di ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 13.948, ovvero 614 in meno rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/18/news/covid_italia_il_bollettino_del_18_febbraio_nuovi_casi_e_morti-338243809/

18 febbraio: Sulle orme di Almirante: controllare la scuola e la cultura
Tomaso Montanari – Volere la luna

Esiste in Italia un museo del fascismo, che esalta addirittura le truppe naziste, la Repubblica di Salò e il colonialismo italiano? Un museo riconosciuto dal Ministero della Cultura, patrocinato dagli enti locali? Tra i ‘luoghi’ della cultura, il sito del ministero di Dario Franceschini celebra e invita a visitare questo capolavoro: il Museo sacrario reggimento ‘Giovani Fascisti’ – Africa settentrionale 1940/1943, a Ponti sul Mincio, in provincia di Mantova. Un residuo del Ventennio? Macché, la costruzione di un irriducibile gerarca repubblichino (Fulvio Balisti), che dal 1960 «raccoglie e conserva i cimeli del reggimento e della campagna in Africa Settentrionale», con tanto di sala dedicata all’Africa Korps di Hitler, e con «“l’erta del ricordo”, che raccoglie i cippi dei reparti dimenticati, primo fra tutti quello delle nostre fedeli truppe Coloniali e quelle della Repubblica Sociale Italiana: il sacrificio della vita per l’Italia non conosce distinzioni politiche» (anche il sito del museo merita un’occhiata: https://piccolacaprera.it/giovani-fascisti/). 
continua in
https://volerelaluna.it/allarmi-son-fascisti/2022/02/18/sulle-orme-di-almirante-controllare-la-scuola-e-la-cultura/


Claudio Bazzocchi sulla propria pagina Facebook

CIVILTÀ
Quando sono in ballo i diritti civili, si parla sempre di civiltà, come a dire che da una parte ci sono i bigotti, gli oscurantisti – insomma quelli contro la civiltà – e dall’altra i civili, gli illuminati
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10228172214676310&set=a.1104089608173


Ungheria e Polonia, il nostro governo tradisce la battaglia di Sassoli
Sergio Sergi – Strisciarossa

David Sassoli ne aveva fatto un punto d’onore nel suo impegno di presidente del Parlamento europeo. Una battaglia di principio in difesa dello Stato di diritto e per una utilizzazione rigorosa delle risorse del Next Generation EU. Si era speso molto nello scontro che ha visto in campo, da un lato il Parlamento ed il Consiglio e, dall’altro, i governi di Ungheria e Polonia che mal avevano digerito il Regolamento che condiziona il versamento dei fondi europei per la ripresa e la resilienza post-Covid al rispetto dei diritti fondamentali. Ce l’aveva, Sassoli, con Mateusz Morawiecki, premier della Polonia e Viktor Orbán, premier dell’Ungheria, che avevano bloccato, con lo strumento del veto, il bilancio pluriennale dell’Unione in segno di protesta per il varo del Regolamento (dicembre 2020). Diceva Sassoli: “Non riusciranno con il veto a bloccare lo Stato di diritto. I veti sono sempre un errore e bloccano la democrazia”. Questa sua tenace battaglia mercoledì 16 febbraio è stata coronata da successo perché la Corte di Giustizia europea, con sede a Lussemburgo, con una storica sentenza, ha dato torto a Ungheria e Polonia: non potranno pretendere le risorse Ue se non cambierà il loro approccio nell’osservanza delle regole dello Stato di diritto (giustizia, informazione e così via)
continua in
https://www.strisciarossa.it/ungheria-e-polonia-il-nostro-governo-tradisce-la-battaglia-di-sassoli/

Vi stanno imbrogliando, ci stanno truffando
Luca Giunti – Volere la luna

cari amministratori della Val Susa,

le ragioni che da trent’anni sostengono l’opposizione al raddoppio della ferrovia esistente tra Torino e Lione possono essere riassunte in quattro macro-capitoli: è inutile, devasta l’ambiente, costa tantissimo, è truffaldino. Forse poi ce n’è un’altra coperta: è guerrafondaio. Lo sappiamo bene, lo abbiamo ripetuto in tantissime occasioni. Perché ricordarlo ancora una volta? Perché negli ultimi due anni non solo queste argomentazioni non sono state smentite ma, anzi, hanno avuto nuove, ripetute e autorevoli conferme. Ne elenco alcune tra le più significative
continua in
https://volerelaluna.it/tav/2022/02/18/vi-stanno-imbrogliando-ci-stanno-truffando/

La guerra a tutti i costi è la “Caporetto” dei mass media
Sergio Cararo – Contropiano

Questa mattina è addirittura il New York Times a scrivere che “Il presidente Biden e i suoi principali collaboratori riconoscono che stanno mettendo a rischio la credibilità americana mentre rinnovano costantemente l’allarme che alla Russia mancano solo ‘alcuni giorni’ per innescare una guerra non provocata in Europa, che potrebbe uccidere decine di migliaia di ucraini nella sua fase di inizio e far ripiombare il mondo in qualcosa che ricorda la Guerra Fredda
continua in
https://contropiano.org/editoriale/2022/02/18/la-guerra-a-tutti-i-costi-e-la-caporetto-dei-mass-media-0146724


Messico. I guardiani dell’acqua e le fabbriche di carne
Giovanna Gasparello – pagineesteri.it

In un territorio completamente privo di corsi d’acqua superficiale, i cenotes sono stati storicamente l’unica fonte di approvvigionamento d’acqua dolce per il consumo umano e per uso agricolo. La loro caratteristica liminale, che unisce la superficie terrestre con l’inframondo, e l’elemento acquatico che, sorgendo dal ventre della terra, rappresenta la fertilità e la vita stessa, fanno sì che i cenotes siano considerati luoghi sacri nella cultura maya antica ed in quella attuale
continua in
https://pagineesteri.it/2022/02/18/mondo/messico-i-guardiani-dellacqua-e-le-fabbriche-di-carne/


Lo stato del capitale
Stefano Valerio – Jacobin Italia

Anche se spesso vengono descritti come poli opposti, nell’epoca del capitalismo maturo stato e mercato si configurano come terreni complementari di sostegno all’accumulazione di capitale, mettendo a rischio la democrazia liberale
continua in
https://jacobinitalia.it/lo-stato-del-capitale/


Il Dalla ‘segreto’, grande mostra a Bologna dal 4 marzo al Museo archeologico

Foto, locandine e tantissimi altri materiali che testimoniano la vita artistica di Lucio Dalla, dalla musica al teatro, dal cinema alla televisione. Apre il 4 marzo prossimo, compleanno del cantautore, la grande mostra del Museo civico archeologico intitolata “Lucio Dalla. Anche se il tempo passa”, che sarà visibile fino al 17 luglio. Una kermesse che a dieci anni dalla morte prende in esame tutta la vita di Dalla, con testimonianze inedite e una sezione tutta dedicata al suo rapporto con Bologna.
continua in
https://www.dire.it/18-02-2022/708787-il-dalla-segreto-grande-mostra-a-bologna-dal-4-marzo-al-museo-archeologico/


18 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Sbarra al Congresso Ust Cisl Milano: “Servono misure strutturali su lavoro e famiglie, fisco, energia, sostegno settori energivori e automotive”

“Aspettiamo di conoscere oggi le misure che il Governo metterà in campo per contrastare il caro prezzi e l’aumento dei costi dell’energia. L’auspicio è che tra le forze politiche ci sia reale consapevolezza della posta in gioco”. Lo ha detto oggi a Milano il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, nel corso del suo intervento al Congresso della Cisl di Milano. 
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/lavoro-sbarra-al-congresso-ust-cisl-milano-metropoli-affiancare-una-forte-transizione-sociale-a-quella-digitale-ed-ecologica-del-paese/

Autostrade, 30 minuti di stop nei cantieri per ricordare i morti sul lavoro

Uno stop di 30 minuti in tutti i cantieri per ricordare gli incidenti, i morti sul lavoro e l’importanza della sicurezza. Il gruppo Autostrade per l’Italia ha celebrato così il primo anniversario della Giornata della sicurezza, istituita un anno fa dalla società per potenziare la consapevolezza sul tema. Le maestranze che operano negli oltre 300 cantieri di potenziamento della rete e i quasi 4000 dipendenti che lavorano a presidio della viabilità, hanno dedicato mezzora della loro attività a una riflessione «sulle buone regole del lavorare in sicurezza». Si legge nella nota del gruppo che il gesto simbolico nasce per sottolineare «l’imprescindibilità della tutela della propria salute e di quella dei colleghi sui luoghi di lavoro»
continua in
https://www.corriere.it/economia/lavoro/22_febbraio_18/autostrade-30-minuti-stop-cantieri-ricordare-morti-lavoro-70f474f2-90d7-11ec-9e8a-badec6e7adb8.shtml

Alternanza, a volte funziona
Roberta Lisi – Collettiva

Due territori difficili, la piana di Gioia Tauro e la provincia di Catania. Due dirigenti scolastici raccontano della fatica, delle difficoltà, ma anche dell’opportunità che la Pcto può rappresentare
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/18/news/alternanza_a_volte_funziona-1879196/

L’alternanza e l’abbandono
Emiliano Sbaraglia – Collettiva

La morte di due ragazzi in pochi giorni accende i riflettori sul rapporto tra scuola e lavoro. Ma non si deve dimenticare che ancora molti studenti e studentesse italiani smettono di frequentare le aule troppo presto
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/18/news/l_alternanza_e_l_abbandono-1877655/

Aumenta il tetto del contante. Cgil: regalo a evasori

Approvato un emendamento che riporta a 2 mila euro la soglia massima di denaro cash. “Ridurre la possibilità di tracciare le transazioni è un grave errore”, dicono Confederazione e Fisac: “Così si contraddicono le iniziative per incentivare l’uso della moneta elettronica”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2022/02/18/news/aumenta_il_tetto_del_contante_cgil_regalo_a_evasori-1882138/

Les Copains Bologna al capolinea. L’azienda è in liquidazione

In crisi il marchio fondato da Mario Bandiera e di proprietà di Super Srl La Filctem: “Qui sono a rischio decine di posti di lavoro”. L’ad: “Atto dovuto”
continua in
https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/les-copains-liquidazione-1.7379302

19 febbraio: Le notizie di Radio Popolare

L’appello di Zelensky ai paesi europei, il dibattito sul salario minimo e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 19 febbraio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Alla conferenza sulla sicurezza di Monaco il presidente ucraino Zelensky ha chiesto un intervento deciso dei paesi della Nato ed europei. Dopo essere stato buttato fuori dall’elenco delle riforme del PNRR, marginalizzato in ambito politico con la legge ferma in parlamento, il dibattito sul salario minimo sembra riaffiorare. il Parlamento europeo ha bocciato l’emendamento in cui si vietano tirocini e stage non pagati; Forza Italia, Lega, Italia Viva e Azione di Calenda sono sono tra i partiti che hanno votato contro. Oggi si è tenuto il primo congresso di Azione, il partito fondato dall’ex ministro Carlo Calenda. La tempesta Eunice sta creando problemi in Europa e da lunedì è previsto il suo arrivo in Italia. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-19-febbraio/

Trabocchetti e imprevisti dell’avventura draghiana nel 2022
Marco Sferini – La sinistra quotidiana

Le maggioranze di governo iniziano ad assomigliare molto poco ai loro governi quando si creano tante piccole discrepanze, a cominciare dai voti sul decreto “milleproroghe“, sugli agguati che si susseguono in Parlamento nonostante in Consiglio dei Ministri tutto sia stato approvato sotto l’ombrello rassicurante dell’unanimità
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/trabocchetti-e-imprevisti-dellavventura-draghiana-nel-2022/

I partiti si compattano sul governo, Letta loda Draghi

ANSA – Draghi ha fatto bene: ci sono temi negoziabili da quelli non negoziabili e su questi va bene mettere la fiducia”. Così il leader del Pd, Enrico Letta, lasciando il congresso di Azione. “Mario Draghi ha fatto bene” a strigliare i partiti. “Lo invito a essere determinato”
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/02/19/letta-strigliata-ai-partiti-draghi-ha-fatto-bene_a380c2ad-8ba0-4fff-8d4c-74ddac7a9db7.html

IL CARO GAS “FA BENE” AD ENI

Il Consiglio Dei Ministri ha varato, venerdì 18 febbraio,  all’unanimità i decreti contro il caro-bollette e per scongiurare frodi sui bonus edilizi, a cominciare dal Superbonus. Si tratta di un pacchetto di interventi di circa 7,5 miliardi la maggior parte di questi, 5,8 miliardi, destinati a limitare gli effetti dei rincari di gas ed elettricità. A indicare le cifre il Ministro dell’Economia Franco. “1,8 miliardi di interventi sugli oneri di sistema sono per le famiglie” – ha detto – oltre a “circa 400 milioni di interventi sull’Iva” e ai 2,6-2,7 miliardi di intervento sul bonus sociale. Alla imprese energivore andranno invece i restanti 2,9 miliardi a cui si aggiungono circa 700 milioni per regioni, servizio sanitario e servizi degli enti locali. “Ministri bravi, un governo bellissimo” ha commentato Draghi cercando di riportare serenità in un clima sempre più teso con maggioranza e partiti che solo due giorni fa aveva visto l’esecutivo andare sotto il Commissione Bilancio alla Camera per ben 4 volte
continua in
IL CARO GAS “FA BENE” AD ENI – Radio Onda d`Urto (radiondadurto.org)

Dalla crisi dell’antipolitica non si esce con la tecnocrazia La sinistra deve rilanciare la politica
Marcello Mustè – Strisciarossa

Come altri opinionisti, Anna Loretoni su strisciarossa ha parlato di «implosione», «più che di crisi», del M5S (leggi qui l’articolo). «Implosione» significa, se intendo bene, che un movimento di notevole peso, il quale detiene la maggioranza relativa nelle aule parlamentari, non incontra solo una crisi temporanea o passeggera, ma un processo di disgregazione difficilmente evitabile, destinato a produrre un generale riposizionamento di tutti i soggetti politici.
continua in
https://www.strisciarossa.it/dalla-crisi-dellantipolitica-non-si-esce-con-la-tecnocrazia-la-sinistra-deve-rilanciare-la-politica/

Covid Italia, il bollettino del 19 febbraio 2022: 50.534 casi e 252 morti

Nelle ultime 24 ore sono stati accertati  50.534 nuovi casi di Covid e 252 decessi. I contagi sono in calo rispetto a ieri, ma anche rispetto ai 62.231 di sabato scorso. I tamponi processati sono 492.045 (ieri 510.253) con il tasso di positività che scende dal 10,5% al 10,3%. Sono 953 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 34 in meno rispetto a ieri. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 13.387, ovvero 561 in meno rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono ancora in calo (meno 34.344): scendono a 1.369.778
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/19/news/covid_italia_il_bollettino_del_19_febbraio_2022-338364773/

Arrestato in Slovenia l’ex Nar Fabrizio Dante, era latitante

DIRE – Colpevole dell’agguato in cui perse la vita l’agente scelto della Polizia di Stato Giovanni Di Leonardo e rimase ferito l’agente Pierluigi Turriziani
continua in
https://www.dire.it/19-02-2022/709086-arrestato-in-slovenia-lex-nar-fabrizio-dante-era-latitante/

Salari reali

L’inflazione che abbiamo oggi non tocca tutti ma solamente le fasce più deboli della società. In questo modo si rischia un altro aumento delle diseguaglianze che sono già pesanti. E poi abbiamo anche perso l’abitudine di pensare al fatto che si stanno abbassando i salari reali. Le imprese dicono che ci sarà un aumento degli stipendi nominali, ma sarà più basso del tasso di inflazione. Il potere d’acquisto diminuirà facendo calare la domanda, mentre i profitti aumenteranno.

Jean Paul Fitoussi

19 febbraio
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Sbarra al Congresso della Ust Cisl di Napoli: “Una città e un territorio che rappresentano oggi il simbolo della sfida per un nuovo modello di sviluppo, equo e sostenibile”

“Napoli, con le sue tante vocazioni sociali e produttive, con il suo importante tessuto industriale, agroalimentare, con le sue potenzialità turistiche, logistiche e commerciali, rimane l’emblema delle disparità sociali e territoriali del nostro paese”. Lo ha detto oggi a Napoli il Segretario Generale della Cisl Luigi Sbarra concludendo il Congresso della Cisl di Napoli.
continua in
https://www.cisl.it/notizie/primo-piano/sud-sbarra-al-congresso-della-ust-cisl-di-napoli-una-citta-e-un-territorio-che-rappresentano-oggi-il-simbolo-della-sfida-per-un-nuovo-modello-di-sviluppo-equo-e-sostenibile/

Dove va la sanità lombarda?

Intervento della Dott.ssa Susanna Cantoni
Martedì 25 gennaio 2022 ore 18.00
Iniziativa pubblica a cura del Movimento culturale per la difesa e il miglioramento del Servizio Sanitario Nazionale (SSN)
Dove va la sanità lombarda?
continua in
https://www.diario-prevenzione.it/?p=21220
Il testo dell’intervento
https://www.diario-prevenzione.it/doc_22/Cantoni%20Casa%20Cultura%2025-1-2022%20.pdf

Saga Coffee, raggiunta ipotesi di accordo. E aziende Cna pronte ad assorbire 10 esuberi

DIRE – I contenuti dell’intesa sono stati accolti “con grande soddisfazione” dall’assemblea che si è riunita davanti ai cancelli, riferisce Primo Sacchetti della Fiom-Cgil di Bologna
continua in
https://www.dire.it/19-02-2022/709107-saga-coffee-raggiunta-ipotesi-di-accordo-e-aziende-cna-pronte-ad-assorbire-10-esuberi/

Parma, attacco alla sede della Cgil in Via Confalonieri: atti vandalici e scritte firmate No Vax

Sui muri della struttura scritte ingiuriose, svastiche, offese al sindacato, frasi contro il vaccino anticovid e il green pass
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/19/news/parma_attacco_alla_sede_della_cgil_in_via_confalonieri_atti_vandalici_e_scritte_firmate_no_vax-1883596/

Amazzonia, l’oro estratto illegalmente: “Venduto a un’azienda italiana”
Umberto Verdat – Strisciarossa

Nel sud della provincia amazzonica di Pará c’è una riserva indigena del popolo Kayapó. Secondo un articolo pubblicato da Repórter Brasil , ora si è scoperto che l’oro estratto illegalmente da minatori che agiscono sotto la protezione, se non l’incentivo, del governo nazionale avrebbe alimentato la produzione di uno dei principali produttori europei di metalli preziosi, la società italiana Chimet S.p.a (Chimica Metallurgica Toscana)
continua in
https://www.strisciarossa.it/amazzonia-oro-estratto-illegalmente-venduto-a-azienda-italiana/

Roma. Chiudono i grandi hotel: 300 licenziamenti, turismo in crisi

Prima lo Sheraton, poi il Majestic e il Cicerone, adesso l’Ambasciatori Palace di via Veneto. Tra dei più prestigiosi hotel della Capitale hanno avviato le procedure di licenziamento per almeno 300 tra lavoratrici e lavoratori
continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2022/02/19/roma-chiudono-i-grandi-hotel-300-licenziamenti-turismo-in-crisi-0146687


Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Abbiamo saputo ieri di quanto stava accadendo al Slc Cgil Cartonificio Fiorentino . Ancora una volta state toccando la nostra famiglia allargata. Le forme e i tempi di una mobilitazione li decidono giustamente i lavoratori e le lavoratrici interessati. Noi possiamo solo dire di essere a disposizione. E’ un patto di mutuo soccorso che attraversa questa nostra piana
continua in
https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/photos/a.138582283148901/1666164650390649/



Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze

Presidio a Firenze si fronte all’Inail. Il 26 marzo ci mobiliteremo anche per questo: perché i morti sul lavoro sono figli dello sfruttamento.Per questo. Per altro. Per tutto. #insorgiamo

Comunicato stampa. (Firenze, 19 febbraio 2022) I dati appena pubblicati dall’INAIL sugli incidenti sul lavoro nel 2021 sono preoccupanti: le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’istituto tra gennaio e dicembre 2021 sono state 555.236 (+0,2 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020), 1221 delle quali con esito mortale. Per questo il Collettivo di Fabbrica ex Gkn è sceso in piazza oggi davanti alla sede regionale INAIL in via delle Porte Nuove al presidio organizzato dal coordinamento Ogni Giorno è il Primo Maggio.Secondo Roberto Spera, delegato RSU ex Gkn “ogni anno in Italia una media di 3 persone al giorno muoiono lavorando e dimostra che la sicurezza sul lavoro ormai è un’emergenza nazionale. La progressiva precarizzazione ha ulteriormente aggravato la situazione. È il momento di cambiare rotta, rimettendo al centro i diritti. Per questo il 26 marzo saremo in piazza a Firenze, assieme a movimenti sociali, associazioni, vertenze per dimostrare che esiste una reale e concreta alternativa di società”


Basilicata. Eipli: l’assessore alle Infrastrutture incontra sindacati e lavoratori

Nel pomeriggio di ieri (18 febbraio) i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa, insieme a una rappresentanza dei lavoratori, ha incontrato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata, Donatella Merra, per discutere della grave crisi in cui da anni versa l’Ente per lo sviluppo dell’irrigazione e la trasformazione fondiaria Puglia, Lucania e Irpinia, ente che, pur essendo in liquidazione da un decennio, continua gestire otto dighe che garantiscono l’acqua a campi, imprese e famiglie
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/19/news/vertenza_eipli_l_assessore_lucano_alle_infrastrutture_merra_incontra_sindacati_e_lavoratori-1884824/

Farmacie speciali, sette anni senza rinnovo. Al via la mobilitazione

Sono duemila gli addetti coinvolti. Dopo l’ennesimo incontro senza risposte, Filcams, Fisascat e Uiltucs hanno dichiarato lo stato di agitazione con la previsione di una giornata di sciopero da effettuarsi a livello regionale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/19/news/farmacie_speciali_7_anni_senza_rinnovo_del_contratto_al_via_la_mobilitazione-1883822/

Pfizer Catania, prima l’accordo con i sindacati per congelare 7 giorni la vertenza, poi la mail ai lavoratori per convincerli a trasferirsi ad Ascoli

La direzione Risorse umane della Pfizer invia ai 130 lavoratori catanesi a rischio di licenziamento una mail che invita al trasferimento ad Ascoli Piceno. I sindacati di categoria: “C’è un accordo di sospensione delle procedure di licenziamento. Perplessità e disappunto”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/02/19/news/pfizer_catania_prima_l_accordo_con_i_sindacati_per_congelare_7_giorni_la_vertenza_poi_la_mail_ai_lavoratori_per_convincerl-1883938/

“Leonora addio”, un film libero: Paolo Taviani tra poesia e mistero
Alberto Crespi – Strisciarossa

Quando, nell’aprile del 2018, ci trovammo a render conto della scomparsa di Vittorio Taviani esprimemmo l’auspicio, anzi la certezza, che il cinema “dei fratelli Taviani” sarebbe continuato. Conoscevamo, e conosciamo, bene il carattere indomito di Paolo, che aveva appena portato a termine il progetto comune Una questione privata (2017) da solo, perché Vittorio era impossibilitato ad affiancarlo sul set. E sapevamo, da Paolo stesso, che c’era un’idea nel cassetto: un ritorno nel mondo di Luigi Pirandello, autore caro ai Taviani dai tempi di Kaos (1984, uno dei loro film più belli) e di Tu ridi (1998)
continua in
https://www.strisciarossa.it/leonora-addio-un-film-libero-paolo-taviani-tra-poesia-e-mistero/

Papa: medici e infermieri eroi, un grazie grande

ANSA – Il Papa all’Angelus ha ricordato che oggi è la Giornata nazionale del personale sanitario
continua in
https://www.ansa.it/oltretevere/notizie/2022/02/20/papa-medici-e-infermieri-eroi-un-grazie-grande_27a4ced7-7230-4bc7-9e5b-96cfce174485.html

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 20 febbraio: oggi in Italia 42.081 casi e 141 decessi

Ancora in calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 42.081, contro i 50.534 di ieri ma soprattutto i 51.959 di domenica scorsa. I tamponi processati sono 372.776 (ieri 492.045) con il tasso di positività che sale di un punto, dal 10,3 all’11,3%. I decessi sono 141 (ieri 252): le vittime totali dall’inizio della pandemia sono 152.989. Calano ancora i ricoveri: le terapie intensive sono 19 in meno (ieri -34) con 52 ingressi del giorno e scendono complessivamente a 934. I ricoveri ordinari sono 103 in meno (ieri -561), 13.284 in tutto. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2022/02/20/news/coronavirus_italia_il_bollettino_di_oggi_20_febbraio-338500737/

La questione dei salari non è più rimandabile
Unione sindacale di base

Lettera aperta al ministro Orlando

continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2022/02/20/la-questione-dei-salari-non-e-piu-rimandabile-0146779

La «propaganda italianità» che cambiò il volto di Trieste
Marinella Salvi – il manifesto

Alla fine della Seconda guerra mondiale trenta milioni di persone lasciano le loro terre d’origine come conseguenza della riscrittura dei confini nazionali in Europa, basti pensare ai dieci milioni di tedeschi costretti da un giorno all’altro ad abbandonare le loro case; tra i tanti, almeno 250.000 lasciano l’Istria e la Dalmazia. Non è una fuga improvvisa ma un esodo che comincia nel 1941, per sfuggire alla guerra e ai bombardamenti alleati (Zara è semidistrutta) e dura fino ai primi anni ’60 toccando tante diverse destinazioni, dall’Italia ai Paesi d’oltreoceano.
continua in
https://ilmanifesto.it/la-propaganda-italianita-che-cambio-il-volto-di-trieste/?fbclid=IwAR1vPLhvWAIs67pGj3pF6P5DU4GPMBxc9OiDrBPnMQn_gjTsf1zs72gHHr0


“Communisme à l’italienne”: un film su Guido Fanti
Paolo Soglia – Cantiere Bologna

Sarà un documentario per un personaggio quasi dimenticato eppure alla guida negli anni ‘60 del visionario progetto che disegnò la Bologna del 2000. Il futuro sindaco seppe cogliere la sfida che in piena Guerra Fredda don Dossetti aveva lanciato al Pci. Aprì al dialogo col mondo cattolico e lanciò, già nel ‘59 e sotto gli occhi di Togliatti, l’idea della rinuncia a «ogni falsa e illusoria prospettiva rivoluzionaria». Un’eresia. Ma non fu espulso. Innescando così la via emiliana al socialismo
continua in
https://cantierebologna.com/2022/02/20/communisme-a-litalienne-un-film-su-guido-fanti/?fbclid=IwAR1eiwoKsGTr3R91ZKgBOhW_6CwWhQGmHRHYD6uBB6y-p97LxxDuLfsgNds


Europa Basta affari con le colonie
Chiara Cruciati – Volere la luna

Europa. Parte oggi la raccolta di un milione di firme per chiedere alla Commissione un quadro normativo sul commercio con i territori occupati. Dagli insediamenti israeliani a quelli marocchini: l’Ice promossa da oltre cento organizzazioni è diretta a tutti i casi di colonizzazione nel mondo
Basta affari con le colonie, è tempo di regolamentare le transazioni commerciali dell’Europa con entità basate su territori illegalmente occupati secondo il diritto internazionale. Ovvero di impedire l’ingresso nei mercati dell’Unione dei prodotti provenienti da colonie, ovunque si trovino
continua in
https://volerelaluna.it/materiali/2022/02/20/europa-basta-affari-con-le-colonie/

error: Content is protected !!