2021 . 12 – Dicembre (dall’11 al 20 dicembre)

AGGIORNAMENTO IN CORSO

Non è una rassegna stampa, ma la mia personale raccolta di notizie, fatti, idee e persone che metto a disposizione  di quanti, determinati ma con il sorriso sulle labbra, ancora resistono e lottano per il pane e le rose


Manifestazione nazionale a Roma in Piazza del Popolo ore 9:30 con Pierpaolo Bombardieri, Segretario Generale UIL e Maurizio Landini, Segretario generale CGIL

11 dicembre: Lombardia. Ancora un morto sul lavoro, è il quarto da inizio mese
A Pavia un operaio di 55 anni è rimasto schiacciato da una lastra in un cantiere. Cgil, Cisl, Uil Lombardia: “Chiediamo risposte urgenti alle istituzioni e assunzione di responsabilità agli imprenditori”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/news/ancora_un_morto_sul_lavoro_e_il_quarto_da_inizio_mese-1724996/

11 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
I messaggi trasversali sull’elezione del Quirinale, le ferrovie aderiscono allo sciopero generale e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 11 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Giornata di messaggi trasversali sull’elezione del Quirinale: Salvini annuncia che sentirà tutti i leader di partito per un nome condiviso, mentre Enrico Letta è convinto che l’elezione del prossimo presidente sarà a larga maggioranza. I sindacati dei trasporti di Cgil e Uil hanno indetto lo stop nelle ferrovie dalla mezzanotte alle 21 del 16 dicembre, uno sciopero generale che arriva in un momento in cui la disumanizzazione del capitalismo, con umiliazione che si aggiunge al trauma dei licenziamenti, sempre più evidente anche nel nostro Paese. È morto Enrico Pieri, uno dei superstiti dell’eccidio nazifascista di S.Anna di Stazzema del 12 agosto 1944. Negli Stati Uniti potrebbe essere almeno 100 le persone decedute a causa dei numerosi tornado che si sono abbattuti dal Kentucky all’Arkansas. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-11-dicembre/

11 dicembre: Covid Italia, il bollettino dell’11 dicembre: 21.042 nuovi casi e 96 decessi
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 21.042 nuovi casi di positività al Covid, ieri erano stati 20.497. Sono invece 96 le vittime in un giorno, ieri erano state 118. Sono invece 565.077 i tamponi molecolari e antigenici effettuati, ieri erano stati 716.287. Il tasso di positività è al 3,7%, in aumento rispetto al 2,86% del giorno precedente. Sono 818 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 2 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, 76. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 6.539, 56 in più rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/11/news/covid_italia_il_bollettino_dell_11_dicembre_-329795835/

Il rischio di morire per un non vaccinato è 16,6 volte maggiore
Istituto Superiore Sanità: dopo cinque mesi la protezione vaccinale scende ma risale con terza dose
L’efficacia del vaccino scende dal 74% al 39%, con il booster tocca il 93% nella prevenzione della malattia grave
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/istituto-superiore-sanita-vaccino-terza-dose-protezione-f37ad895-bd7e-4649-8dfb-b967ca5ea9b2.html

Quarta ondata, la settimana decisiva. Ecco il piano per invertire la rotta
Viviana Daloiso – Avvenire

Tre i pilastri della strategia del governo: le vaccinazioni pediatriche; l’obbligo di vaccino per scuola, sanità e sicurezza; le terze dosi a tappeto
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/covid-pandemia-quarta-ondata-vaccinazioni


Adriano Sofri. Era molto bella la poesia civile della figura di Zaki abbracciato da Giulio Regeni sorridente che gli diceva: “Stavolta andrà tutto bene”. La sua autrice, Laika MCMLIV – è l’anno di nascita della Laika astronauta – che si definisce attacchina, ha attaccato nello stesso posto, vicino all’ambasciata egiziana, la nuova versione (…)
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10219634247782520&set=a.1156800755965

11 dicembre: La crepa nel muro
Maurizio Brotini – La Fionda
Il solo annuncio da parte di Cgil e Uil dello sciopero generale di 8 ore da farsi il 16 dicembre con manifestazioni a Roma, Milano, Bari, Palermo e Cagliari ha scatenato conservatori e reazionari di ogni risma
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/11/la-crepa-nel-muro/


11 dicembre: Nella giornata internazionale della montagna, oggi a Scerni (CH) ricordiamo il 26° anniversario della strategia unitaria per la tutela e la valorizzazione degli Appennini
FORUM DEGLI APPENNINI 2021, LA ROAD MAP DI LEGAMBIENTE PER RIDURRE IMPATTO CLIMATICO
Transumanza, infrastrutture verdi, economia circolare, comunità energetiche e green communities: la sfida della sostenibilità degli Appennini per contrastare la crisi climatica, il declino economico e lo spopolamento
continua in
Forum degli Appennini 2021, la road map di Legambiente per ridurre impatto climatico • Legambiente


11 dicembre: Erdogan non ha piu una Lira, la Turchia sprofonda nella crisi economica
Marta Ottaviani – Avvenire

L’unica risposta del governo è la svalutazione, ma i prezzi crescono e con loro scontento e povertà. Il presidente ha rimosso l’ennesimo ministro delle Finanze e attacca i social
continua in
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/erdogan-non-ha-piu-una-lira-turchia-crisi-economica-svalutazione

11 dicembre: In Birmania l’ultimo grido di battaglia è il silenzio
Martina Stefanoni – Radio Popolare
Sono le 4 del pomeriggio a Yangon, Birmania. In una strada deserta della città, nascosti dalle serrande abbassate dei negozi e dalle finestre semichiuse delle case, uno scroscio di applausi rompe un silenzio iniziato sei ore prima, alle 10 del mattino del 10 dicembre 2021. Nella giornata mondiale dei diritti umani, in Birmania è stato dichiarato il Silent Strike, lo sciopero silenzioso, per continuare la lotta contro il colpo di stato militare e per chiedere indietro tutti quei diritti che la giunta militare ha portato via ai birmani, da un giorno all’altro
continua in
https://www.radiopopolare.it/in-birmania-lultimo-grido-di-battaglia-e-il-silenzio/


11 dicembre: L’anarchismo come patologia in Cesare Lombroso
Francisco Soriano – Carmilla online
Nel 1894 Cesare Lombroso scrisse “Gli Anarchici”, un libro che delineava una teoria sulla psicopatologia degli aderenti al movimento. Fra rei per passione, isterici e individui con comportamenti deviati egli tracciò un quadro di tipologie delittuose che videro gli anarchici, nella società del tempo, come primi attori di crimini politici.
continua in
https://www.carmillaonline.com/2021/12/11/lanarchismo-come-patologia-in-cesare-lombroso/



11 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Bari – 11 dicembre 2021

11 dicembre: La pandemia delle disuguaglianze
Patrizia Pallara – Collettiva

Dalla piazza della manifestazione organizzata a Bari, il segretario generale Maurizio Landini spiega i motivi dello sciopero proclamato per il 16 dicembre da Cgil e Uil contro la manovra del governo: “Noi rappresentiamo il disagio e il malessere di lavoratori e pensionati, vogliamo essere ascoltati”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/news/la_pandemia_delle_disuguaglianze-1724802/

Bombardieri: “Lo Sciopero non è rivoluzione, ma è un diritto costituzionale”
Bombardieri conclude la manifestazione CGIL e UIL a Lamezia
Prosegue, nei territori regionali, la mobilitazione sindacale contro una manovra giudicata inadeguata e insoddisfacente. Oggi, il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, ha partecipato alla manifestazione organizzata a Lamezia Terme, da Cgil e Uil della Calabria. “Con la nostra mobilitazione – ha ricordato Bombardieri – vogliamo spiegare al Governo e alla politica che c’è bisogno di un Paese diverso. C’è una narrativa che tende a dire che tutto va bene, ma non è così: basta parlare con tanti giovani, disoccupati e anziani per capire che sono tanti i disagi e tante le diseguaglianze
continua in
https://www.uil.it/NewsSX.asp?ID_NEWS=2877&Provenienza=2
La mobilitazione della Uil
https://www.uil.it/

La disumanizzazione del capitalismo tra licenziamenti e umiliazione
Massimo Alberti – Radio Popolare

L’umiliazione oltre al danno. Licenziamenti via Whatsapp, Zoom, Teams, con i bodyguard, o facendo sparire la fabbrica da un giorno all’altro. Lavoratori trattati come numeri da imprenditori che non hanno nemmeno il coraggio di guardarli in faccia per dirgli che stanno togliendo loro lavoro e reddito
continua in
https://www.radiopopolare.it/la-disumanizzazione-del-capitalismo-tra-licenziamenti-e-umiliazione/

11 dicembre: Calabria. Cgil e Uil all’attacco su lavoro, fisco e pensioni. «Sud sparito dall’agenda di governo»
A Lamezia manifestazione dei due sindacati, alla presenza di Bombardieri. «Partiti scollati dalla realtà e dalle reali esigenze»
continua in
https://www.corrieredellacalabria.it/2021/12/11/lamezia-cgil-e-uil-allattacco-su-lavoro-fisco-e-pensioni-sud-sparito-dallagenda-di-governo/


VERSO LO SCIOPERO GENERALE

Sullo Sciopero Generale – “Benedetto sia il conflitto”
Marco Revelli – Volere la luna
“Benedetto sia il conflitto”. Questo dovrebbe essere il sospiro di sollievo di ogni italiano pensante, di fronte alla decisione di CGIL e UIL di proclamare lo Sciopero Generale. Perché questo può essere davvero l’unico modo per disperdere i miasmi tossici che si addensano su un Paese e su una società devastati da un malessere tanto profondo e diffuso quanto mascherato e taciuto. Il solo antidoto potenzialmente efficace contro quell’”onda di irrazionalità” denunciata dal Censis nel suo ultimo Rapporto, che colpisce tanto in alto (in un ceto politico perduto nel labirinto dei propri deliri quirinalizi) quanto in basso (in una popolazione impaurita e preda delle peggiori superstizioni nel tentativo di decifrare “il senso occulto di una realtà” che le si decompone intorno). Potremmo dire: tanto tra le “caste”, quanto nella “plebe”. 
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2021/12/11/sullo-sciopero-generale-lo-sciopero-generale-annucbenedetto-sia-il-conflitto/

Includere per superare le fragilità
Roberta Lisi – Collettiva

Tra le ragioni dello sciopero generale del 16 dicembre c’è il mancato varo della legge sulla non autosufficienza. Per Rossana Dettori la sfera dei diritti negati riguarda quasi la totalità di 3,5 milioni di donne e uomini non autosufficienti
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/news/includere_per_superare_le_fragilita_-1719230/

Uno sciopero per l’Italia vera
Cristian Sesena – Collettiva

Scenderemo in piazza per i tempi determinati, le lavoratrici part time, i pensionati, i giovani che andranno in pensione a 71 anni. Per chiunque non rientri nella narrazione dominante 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/news/uno_sciopero_per_l_italia_vera-1723960/ 


Sanac, uno sciopero per il lavoro
Davide Colella – Collettiva

Il 10 dicembre si sono fermati, e hanno manifestato a Roma, gli operai dell’azienda principale fornitrice di materiale refrattario per l’acciaieria ex Ilva, ora Acciaierie d’Italia. Futuro a rischio per 335 persone e le loro famiglie
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/video/sanac_uno_sciopero_per_il_lavoro-1724151/

Venezia. La Fiom porta il sindaco Brugnaro in tribunale
Duro scontro nell’ambito di una dura vertenza, che vede al centro più di 600 lavoratori della Speedline
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/11/news/la_fiom_porta_brugnaro_in_tribunale-1724989/

Il Rapporto è una pubblicazione annuale sui processi connessi alla globalizzazione e alle
ricadute economiche, sociali, geopolitici e ambientali.
E’ realizzato dalla Società INformazione Onlus, con la partecipazione della CGIL
e di altre associazioni
Vai al sito
https://www.dirittiglobali.it/19-rapporto-sui-diritti-globali-2021/


Milano 12 dicembre 1969, il giorno in cui perdemmo la verginità e ci trovammo improvvisamente adulti

I funerali

Attorno alle 16.30 di venerdì 12 dicembre 1969 un ordigno di elevata potenza esplose nel salone centrale della Banca Nazionale dell’Agricoltura, sede di Milano, in Piazza Fontana, dove coltivatori diretti e imprenditori agricoli erano convenuti dalla provincia. Gli effetti furono devastanti: il pavimento del salone fu squarciato e diciassette persone restarono uccise. Altre novanta circa furono ferite. Qualche minuto prima dell’esplosione, un altro ordigno venne rinvenuto nella sede della Banca Commerciale di Piazza della Scala sempre a Milano. Tra le 16.55 e le 17.30, altre tre esplosioni si verificarono a Roma: una, all’interno della Banca Nazionale del Lavoro di via San Basilio; altre due, sull’Altare della Patria di Piazza Venezia. 
continua in
https://www.vittimeterrorismo.it/vittime/la-strage-di-piazza-fontana/

Luca Billi. Verba Volant
Non sappiamo chi, in quella fredda notte di dicembre, aprì quella finestra del quarto piano della Questura di Milano
. Anzi lo sappiamo benissimo, come sappiamo benissimo chi ha messo la bomba alla filiale della Banca Nazionale dell’Agricoltura.
Proprio perché lo sappiamo, partecipo con sempre maggiore scoramento al ricordo di questi giorni di dicembre, degli anniversari della strage di piazza Fontana e dell’uccisione di Pinelli. Un po’ perché il tempo passa e quindi anch’io invecchio come quegli avvenimenti, che si perdono nella memoria delle persone. Ma soprattutto perché vedo, ogni anno di più, che “loro” hanno vinto. 
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=10226280909078138&set=gm.3016663095217972

12 dicembre 1969. La strage di Piazza Fontana
Ilaria Romeo – Collettiva
Alle 16 e 37 di quel venerdì un ordigno esplode nel salone centrale della Banca nazionale dell’agricoltura di Milano: muoiono 17 persone, 89 rimangono ferite. I responsabili sono i neofascisti di Ordine Nuovo
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/12/12/news/12_dicembre_1969_la_strage_di_piazza_fontana-1721081/

12 dicembre: Te lo ricordi Saverio?
[nota della redazione: Ogni anno il 12 dicembre è sempre più denso di significati e memorie. Dalla memoria della Strage di Piazza Fontana a quella dello sforzo collettivo per una controinchiesta che portò alla pubblicazione del volume La Strage di Stato, dall’indignazione per il lunghissimo e inconcludente lavoro della magistratura, per i depistaggi dell’apparato poliziesco e ideologico, per gli omicidi collaterali, da quello di Pino Pinelli, ferroviere anarchico buttato giù dal quarto piano della questura di Milano a quello, un anno dopo, di Saverio. Negli anni, il 12 dicembre ha segnato la ripresa di lotte contro la repressione e contro il fascismo. E quest’anno aggiungiamo il ricordo di Paola Staccioli, scrittrice e militante che ci ha lasciato quest’estate] 
Saverio Saltarelli, ucciso dalla polizia un anno dopo la strage di Piazza Fontana. [Paola Staccioli]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/12/12/saverio-saltarelli-ucciso-dalla-polizia-un-anno-dopo-la-strage-di-piazza-fontana/

Paolo Brogi. La responsabilità degli Affarti Riservati
12 dicembre, la bomba. E’ vero come ha scritto oggi Enrico Deaglio che si sa tutto e che non è successo niente. Per un evento terribile che ha condizionato l’Italia da allora in poi…
Diciassette morti dilaniati dall’ordigno esploso alle 16,37 di quel 12 dicembre del 1969 a cui tre giorni dopo si aggiungerà la diciottesima vittima, l’anarchico Pino Pinelli morto in seguito alla caduta dal quarto piano della Questura di Milano in cui da oltre tre giorni in un fermo illegale la polizia lo stava interrogando.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5009511515728101&set=a.101633209849314
Da leggere: Paolo Brogi Pinelli l’innocente che cadde giù


12 dicembre: Arriva il cinquantennale dell’omicidio Calabresi. E le prime fake news…
Il prossimo anno, il 17 maggio, saranno 50 anni dall’assassinio del commissario Luigi Calabresi: un anniversario che sicuramente verrà colto dall’editoria libraria.
Primo al traguardo è Aurelio Grimaldi, regista e scrittore, autore di Fango. L’omicidio Calabresi e la sinistra italiana, pubblicato in ottobre da Castelvecchi. Tolta una entusiastica recensione apparsa su “il Giornale”, finora il suo libro è passato del tutto sotto silenzio. Merita invece un’analisi puntuale, a beneficio dell’eventuale lettore: perché è stracolmo di falsificazioni
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2021/12/12/arriva-il-cinquantennale-dellomicidio-calabresi-e-le-prime-fake-news-0144723

“I fascisti non sono mica come i funghi, che nascono così, in una notte. No. I fascisti sono stati i padroni a seminarli, li hanno voluti, li hanno pagati. E coi fascisti i padroni hanno guadagnato sempre di più, al punto che non sapevano più dove metterli i soldi. Così hanno inventato la guerra. Ci hanno mandato in Africa, in Russia, in Grecia, in Albania, in Spagna! Ma chi paga siamo sempre noi! Chi paga: il proletariato, gli operai, i contadini, i poveri!”
Bernardo Bertolucci – Novecento

12 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
La proposta del governo sulle delocalizzazioni, le commemorazioni della strage di piazza Fontana e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di domenica 12 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Dopo 3 mesi di silenzio il governo sta facendo circolare sui media una proposta di legge sulle delocalizzazioni, forse un emendamento alla manovra. A Milano oggi le commemorazioni della strage di piazza Fontana, a 52 anni dalla bomba neofascista che inaugurò la strategia della tensione e uccise 17 persone. A Ravanusa, nell’agrigentino, si cercano sei persone ancora disperse sotto le macerie da ieri sera, quando un’esplosione ha distrutto quattro palazzine. Nella settimana che inizia domani sono previsti due appuntamenti importanti per la scuola e l’immunizzazione: vaccino obbligatorio per professori e personale Ata e vaccinazione dei bambini tra i 5 e gli 11 anni. La morte del 26enne tunisino Wissem Ben Abel Latif a Roma, ora oggetto di indagini da parte della Procura di Roma, ha riacceso le luci sull’orrore dei Centri di Permanenza e Rimpatrio in Italia. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-domenica-12-dicembre/


Esplosione a Ravanusa: 3 vittime, 2 sopravvissute. Si cercano 6 persone disperse
Coinvolti una decina di edifici. Da accertare le cause, probabile una fuga di gas. Per i Vigili del fuoco l’innesco è stato accidentale: un’autovettura, un ascensore o un elettrodomestico. Sindaco: “Non ci sono bimbi tra i dispersi”. Sibilia: “Corsa contro il tempo per ritrovare persone vive”. Musumeci: “Questa sciagura colpisce tutta la comunità siciliana”. Proseguono senza sosta le operazioni di ricerca dei dispersi che continueranno anche durante tutta la notte
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Esplosione-a-Ravanusa-gas-vittime-6b55992f-ecca-4ad1-9665-349860986c25.html


12 dicembre
Covid Italia, il bollettino del 12 dicembre: 19.215 nuovi casi e 66 decessi
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 19.215 nuovi casi e 66 decessi, leggermente in calo rispetto a ieri quando c’erano stati 21.092 casi e 96 morti. Secondo il bollettino quotidiano del ministero della Salute cresce però dello 0,1 per cento il tasso di positività, da 3,7 a 3,8 per cento, alla luce del numero dei tamponi fatti (501.815 contro i 565.077 di ieri)
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/12/news/covid_italia_il_bollettino_del_12_dicembre-329901141/

Coronavirus, in Italia 19.215 nuovi casi e 66 morti. Tasso di positività al 3,8%
Effettuati 501.815 tamponi. Aumentano ricoveri (+169) e terapie intensive (+11)
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-bollettino-ministero-della-salute-del-12-dicembre-2021-9ca86d05-c1c7-441b-bac3-1bfb3aeb7cf6.html

12 dicembre
Meloni: no a compromessi, al Quirinale vogliamo un patriota
“La pacchia è finita”, dice la leader di FdI, “dobbiamo entrare in una Repubblica presidenziale”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Quirinale-Meloni-no-a-compromessi-pacchia-finita-48cbfe4e-6c5a-4ab5-bb54-b8b17aa036c4.html

I fascisti hanno cominciato la loro marcia verso il potere attaccando Il parlamento. Ieri Giorgia Meloni ha definito il parlamento un “pantano” e ha proposto la fine della sua centralità con un patriota al Quirinale, eletto direttamente per plebiscito
Nadia Urbinati sulla propria pagina Facebook

12 dicembre: Terra dei fuochi. Acerra non ci sta: «Subito una moratoria dei rifiuti»
Antonio Maria Mira – Avvenire
Il vescovo Di Donna sulla scelta della Regione di costruire un nuovo impianto: «Siamo una città martire. Bassolino e Berlusconi? Come Erode e Pilato». Il procuratore Fragliasso: «Cecità assoluta»
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/terra-dei-fuochi-acerra-non-ci-sta-subito-una-moratoria-dei-rifiuti

12 dicembre
Le perversioni semantiche dell’estrema destra
“Antifascisti” che vengono etichettati come fascisti: così l’estrema destra francese prova a staccare le parole dalle cose [Lucie Delaporte]
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/12/12/le-perversioni-semantiche-dellestrema-destra/

12 dicembre: John e George
Paco Ignacio Taibo II
Lo scrittore messicano Paco Ignacio Taibo II ricorda il collega anglo-irlandese John Le Carré, maestro delle spy story come «forma soave di cinismo» e «gioco di maschere e inganni»
continua in
https://jacobinitalia.it/john-e-george/


12 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

VERSO LO SCIOPERO GENERALE

12 dicembre: Giovani e Sud: non possiamo permetterci di lasciarli indietro
Martina Toti – Collettiva

Le misure previste dal governo Draghi non affrontano il tema delle diseguaglianze sociali che penalizzano le generazioni più precarie né affrontano la piaga dei divari territoriali. È anche per questo che Cgil e Uil hanno indetto lo sciopero generale. Intervista a Giuseppe Massafra, segretario nazionale Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/12/news/giovani_e_sud_non_possiamo_permetterci_di_lasciarli_indietro-1721899/


Luca Billi sulla propria pagina Facebook
Anche se la scienza ci dice che non è così, la tradizione vuole che questa sia la notte più lunga dell’anno. E siccome noi non dovremmo mai dimenticare di essere figli di contadini, anche se non crediamo più in santa Lucia, questa notte dobbiamo andare a letto pensando che sarà davvero la notte più lunga, ma sicuri che domattina, ancora una volta, sorgerà il sole. E lasciate un po’ di fieno per l’asinello


La disuguaglianza è una scelta politica
Coniare Rivolta

Il 7 dicembre scorso è stato rilasciato il World Inequality Reportper il 2022un rapporto che traccia il quadro della disuguaglianza di reddito e ricchezza a livello internazionale. La situazione che emerge è quella di un mondo caratterizzato da diseguaglianze feroci, sia tra Paesi che all’interno dei Paesi.
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/12/14/la-disuguaglianza-e-una-scelta-politica-0144839

13 dicembre: Lucia Goracci sequestrata, aggredita (e poi rilasciata) a Bucarest da una senatrice no vax. Usigrai: “Gravissimo. La Romania chieda scusa”
L’inviata Rai Lucia Goracci stava intervistando nel suo studio legale Diana Iovanovici Șoșoacă, parlamentare di estrema destra nota per le posizioni negazioniste sul Covid, quando l’esponente politica ha inizia a mostrare un atteggiamento aggressivo, invitando i giornalisti ad andarsene. “Poi, l’incredibile – racconta Goracci in un servizio per il Tg1 – con un balzo, ci si para davanti e ci chiude dentro. Il marito mi ha preso a pugni e siamo stati perquisiti dalla polizia”. Liberi otto ore dopo, quando ormai è mezzanotte, per l’intervento dell’ambasciata italiana”
continua in
https://www.articolo21.org/2021/12/linviata-rai-sequestrata-aggredita-e-poi-rilasciata-a-bucarest-da-una-senatrice-no-vax-usigrai-gravissimo-la-romania-chieda-scusa/

13 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
L’imminente proroga dello stato di emergenza, la legge sul suicidio assistito arriva alla Camera e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 13 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. A fine anno scadrà lo stato di emergenza e in questi giorni si inizia a discutere sul da farsi: Enrico Letta e Giuseppe Conte si sono schierati a favore di un prolungamento, mentre Salvini ha detto di voler aspettare e valutare l’andamento dei dati. Draghi punta a prolungarlo fino a marzo. I dati diffusi da Istat sul terzo trimestre dell’anno confermano la tendenza di una ripresa di occupazione basata su contratti precari. Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi ha bocciato la già troppo blanda legge sulle delocalizzazioni all’esame della maggioranza. La legge sul suicidio assistito è arrivata alla Camera, ma è stato poco più di un momento simbolico: sedie vuote, in molti danno per scontato l’affossamento della legge, come già avvenuto al ddl Zan. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-13-dicembre/

13 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 13 dicembre: 12.712 i nuovi casi e 98 i decessi. Tasso di positività al 4%
Nelle ultime 24 ore sono stati 12.712 i nuovi positivi ai test Covid individuati in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano 19.215. Sono invece 98 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 66. I nuovi positivi sono emersi dai 313.536 tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 contro i 501.815 del giorno precedente. Il tasso di positività è al 4%: ieri era al 3,8%. Sono invece 856 i pazienti in terapia intensiva, ovvero 27 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 60. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 6.951, con un balzo di 254 in più rispetto a ieri
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/13/news/covid_italia_il_bollettino_del_13_dicembre_-330035533/

13 dicembre: Covid: verso ok del governo alla proroga dello stato di emergenza fino al 31 marzo
Proroga di tre mesi, per traghettare l’Italia fuori dalla stagione più fredda. La decisione dovrà passare da un Consiglio dei ministri al momento non ancora in agenda, ma che potrebbe tenersi nelle prossime 24 ore
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-verso-ok-governo-proroga-stato-emergenza-marzo-31-d407fe70-29b4-47c8-be08-59dd906507f0.html

13 dicembre: Ravanusa, sette vittime e due dispersi. Controlli sulla rete del gas
A 36 ore dall’esplosione per una fuga di gas, si continua a scavare. Localizzata l’area dove “probabilmente” si trovano i due dispersi. Da un’indagine del 2014 emerge che la rete agrigentina del gas presentava situazioni di rischio. Italgas: “Irregolarità sanate laddove necessario”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/strage-Ravanusa-sette-vittime-e-due-dispersi.-Controlli-sulla-rete-del-gas-f3d14fea-2242-409b-a670-574f35ea5a4a.html

Ravanusa, territorio collassato, un disastro ampiamente annunciato
Asia Usb Sicilia

Il disastro di Ravanusa, con il suo carico di morte e rovine, è il prolungamento del carico di morte e rovine che ha colpito Catania e il resto della Sicilia durante le alluvioni di novembre. Un filo unico collega questi disastri: le pessime condizioni del territorio, il rischio idrogeologico, la mancanza di manutenzione, la cementificazione, i cittadini considerati utenti
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/13/ravanusa-territorio-collassato-un-disastro-ampiamente-annunciato-0144811


13 dicembre: Amazon, come arricchirsi manipolando il mercato
Michele Mezza
– Terzo Giornale/Fondazione per la Critica Sociale
La multa comminata dall’Authority italiana al gruppo monopolistico americano è solo un palliativo rispetto all’enorme condizionamento dei consumatori mediante l’uso spregiudicato degli algoritmi. C’è la possibilità di organizzare un conflitto intorno a questo tema?
continua in
https://www.terzogiornale.it/2021/12/13/amazon-come-arricchirsi-manipolando-il-mercato/


13 dicembre: La Serbia tra nuovi scandali e vecchi fantasmi
Christian Eccher – Il Caffè Geopolitico

L’opinione pubblica serba sembra essersi ormai abituata a ogni tipo di scandalo ed è diventata refrattaria alla rabbia e all’indignazione. Se non ci fossero state gli attivisti del Forum Sociale di Zrenjanin, alcune ONG e gli unici media indipendenti (il quotidiano Danas e le televisioni N1 e NovaS), lo sciopero dei lavoratori vietnamiti del 18 novembre scorso all’interno del cantiere della fabbrica Linglong di Zrenjanin sarebbe passato del tutto inosservato
continua in
La Serbia tra nuovi scandali e vecchi fantasmi | Il Caffè Geopolitico (ilcaffegeopolitico.net)


Luca Billi. Verba Volant
Riascoltate Lost in the Stars, scegliete la versione che preferite – a me piace molto questa di Barbara Hannigan, accompagnata al pianoforte da Simon Rattle – fatevi trascinare dalla poesia della musica di Weill, e ascoltate con attenzione le parole di Maxwell Anderson, perché questa è anche la “nostra” canzone, persi tra la pandemia e le guerre, in mezzo a una imminente catastrofe ambientale
continua in
https://www.facebook.com/groups/1524321907785439/?multi_permalinks=3018021065082175&notif_id=1639462721942848&notif_t=group_activity&ref=notif


13 dicembre: Corto Dorico Film Festival, i vincitori della sezione “Short on Rights” dedicata ai diritti umani
Near Our Border di Martina Troxler ha vinto il Premio Amnesty International Italia “Short On Rights – A Corto di Diritti”, la sezione internazionale della XVIII edizione di Corto Dorico Film Festival, in collaborazione con Amnesty International Italia e il gruppo Amnesty di Ancona, dedicata a cortometraggi che hanno come tema i diritti umani. Lo stesso documentario ha vinto anche il premio della giuria giovani, dedicato a Gianni Rufini.
Una menzione speciale è stata riconosciuta a God’s Daughter Dances di Sungbin Byun.
Novità di quest’anno il premio del pubblico, che è andato a Store Policy di Sarah Arnold.
continua in
Corto Dorico Film Festival, i vincitori della sezione “Short on Rights” dedicata ai diritti umani – Amnesty International Italia


Maurizio Acerbo. E’ morto a 96 anni Falco Accame, un grande italiano. Da ammiraglio a deputato socialista ha dedicato la sua vita a svelare i segreti di stato e a contrastare il complesso militare-industriale. Si è battuto per la pace e la Costituzione. Preferì la coerenza alla carriera. Dopo lo scontro con Craxi passò con Democrazia Proletaria. La biografia di tanti cinici politicanti non vale un quarto d’ora di Accame
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=2611031195707292&set=a.127618240715279


13 dicembre: La notte della Repubblica
Giovanni Iozzoli – Carmilla online
A che punto della notte siamo? Nell’oscurità più nera e fredda, che precede l’alba livida? O solo nel mezzo di un buio fitto, denso, che pare eterno: il buio come nuovo presente, nuova forma delle cose
continua in
https://www.carmillaonline.com/2021/12/13/la-notte-della-repubblica/

13 dicembre: Convivere con l’assenza, i gesti che parlano della nostra umanità
Matteo Fantuzzi – Strisciarossa

C’è un giorno in cui ho più pensieri di altri ? / oppure un’ora della giornata ? // Con il tempo i pensieri sono attimi // ci passo quasi quasi la giornata / un pensiero, una giornata // trattenuto, continuamente sostenuto / difeso da quel che arriva, avviene / difendo il pensiero di te […]
continua in
https://www.strisciarossa.it/convivere-con-lassenza-i-gesti-minimi-che-parlano-della-nostra-umanita/


13 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Jesi, Ancona e le delocalizzazioni
Marta Collot portavoce di Potere al Popolo

Sabato sono stata a Jesi al presidio chiamato dai lavoratori della Caterpillar, che da un giorno all’altro sono stati licenziati perché la multinazionale americana ha deciso di chiudere lo stabilimento e delocalizzare la produzione
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/13/jesi-ancona-e-le-del
ocalizzazioni-0144789



Emilia-Romagna, Fp Cgil e Uil Fpl: il momento di difendere la sanità è adesso
Domani le due sigle sindacali hanno organizzato volantinaggi davanti agli ospedali della regione per dire no al ridimensionamento. “Se la Cisl Fp pensa di mobilitarsi tra più di un mese, noi riteniamo lo si debba fare adesso per ottenere sin da subito risposte certe”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/13/news/emilia-romagna_fp_cgil_e_uil_fpl_il_momento_di_difendere_la_sanita_e_adesso-1729706/

13 dicembre: Istat: nel 2020 produttività del lavoro in Italia +1,3%, al top in Europa
Germania +0,4%, Francia -1,1%, Spagna -2,8%. Media Ue -0,1%
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Istat-nel-2020-produttivita-lavoro-Italia-piu-1-e-3-percento-top-in-Europa-e702d931-8546-4aa9-980b-00c05f2e27d6.html

Scandicci. Sciopero territoriale contro i licenziamenti politici alla CSO
Contro il licenziamento dei due delegati sindacali Paolo e Andrea, USB ha proclamato per la giornata di lunedi lo sciopero generale di 8 ore in tutti i settori produttivi della Toscana non interessati dalla legge 146/90.
continua in
https://contropiano.org/news/lavoro-conflitto-news/2021/12/13/scandicci-sciopero-territoriale-contro-i-licenziamenti-politici-alla-cso-0144829

La polizia entra nelle scuole, caricati due studenti a Roma (aggiornamenti live)
Chiamiamo gli studenti di Roma e di tutta Italia alla lotta finché Ministero, Prefetto e Città Metropolitana non ci convocheranno per un incontro
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/13/la-polizia-entra-nelle-scuole-caricati-due-studenti-a-roma-aggiornamenti-live-0144816

Cgil Calabria, governo ha fatto scelte penalizzanti
“Il Paese si tiene unito se si iniziano a fare scelte che veramente possano garantire la giustizia sociale, l’uguaglianza, scelte che guardano alle persone che hanno bisogno, che non ce la fanno e sono rimaste indietro”.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/13/news/cgil_calabria_governo_ha_fatto_scelte_penalizzanti-1729597/

Palermo: Sispi: Fiom, si va nella giusta direzione
“Riteniamo positivo l’incontro di auspichiamo che il cammino di sviluppo già avviato dalla Sispi si concretizzi con imminenti atti politici e amministrativi”. A dirlo sono i segretari generali Fiom Cgil (Francesco Foti) e Fim Cisl (Antonio Nobile) di Palermo, commentando il vertice di sabato 11 dicembre con il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, l’assessore alle Partecipate Paolo Petralia Camassa e la direzione aziendale della Sispi: “Vigileremo affinché gli impegni assunti dall’amministrazione comunale e dall’azienda garantiscano prospettive di crescita, soprattutto in termini di sviluppo occupazionale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/13/news/sispi_fiom_si_va_nella_giusta_direzione-1729601/

La scuola dell’infanzia per il futuro della Valle d’Aosta
L’iniziativa a cura della Cgil regionale e dell’Associazione professionale Proteo Fare Sapere 
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/12/13/news/la_scuola_dell_infanzia_per_il_futuro_della_valle_d_aosta-1726286/

Roma. Convegno sull’assalto ai servizi pubblici e ai beni comuni
Accanto alla Legge di Bilancio il governo Draghi ha presentato il Disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021, che punta alla privatizzazione di tutto ciò che resta di pubblico nel Paese
continua in
https://contropiano.org/eventi/roma-convegno-sullassalto-ai-servizi-pubblici-e-ai-beni-comuni


Verso lo sciopero generale del 16 ottobre


14 dicembre: Fermiamo la strage
Caserta, ennesimo morto sul lavoro
Agiugno 2022, Mario Cantiello avrebbe compiuto 60 anni. È morto ieri, precipitando da un ponteggio in un cantiere a Capodrise (CE). In Campania salgono così a diciotto i morti in edilizia, mentre nella provincia di Caserta sono già venti i lavoratori che hanno perso la vita nei vari settori produttivi dall’inizio dell’anno.
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/caserta_ennesimo_morto_sul_lavoro-1734403/

Trento: per 30 minuti incastrata in un rullo per la lavorazione del pellame: ricoverata operaia di 22 anni
Incidente sul lavoro in una conceria di Vallarsa, in Trentino: gravi fratture per la giovane lavoratrice
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Per-30-minuti-incastrata-in-un-rullo-per-la-lavorazione-del-pellame-ricoverata-operaia-di-22-anni-64b11b66-3c07-49a6-b5be-51f2f4f4452a.html

14 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
La proroga dello stato di emergenza, l’accusa di Landini alla sinistra e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di martedì 14 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Il Consiglio dei Ministri ha prorogato lo stato d’emergenza che sarebbe scaduto tra due settimane, il 31 dicembre, ma ha deciso di non imporre l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in tutto il Paese. L’OMS, intanto, ha parlato di “tsunami di contagi” sia per Omicron sia per la variante Delta e ha invitato i governi a prendere delle contromisure senza aspettare. La sinistra italiana resta muta di fronte all’accusa lanciata da Landini: i partiti di sinistra non fanno il loro lavoro. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-martedi-14-dicembre/

14 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 14 dicembre: 20.677 nuovi casi e 120 decessi. Tasso di positività cala al 2,6%
In Italia nelle ultime 24 ore si sono registrati 20.677 nuovi casi di Covid su 776.363 tamponi molecolari e antigenici effettuati, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 313.536. Mentre le vittime sono state 120, quasi il doppio rispetto alle 66 del giorno precedente, il numero più alto dal 28 maggio scorso quando i decessi furono 126. Mentre è oggi in netto calo il tasso di positività, al 2,66%, ieri era superiore al 4%
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/14/news/covid_in_italia_il_bollettino_del_14_dicembre-330143290/

14 dicembre: Il Consiglio dei ministri proroga lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2022
“L’attuale contesto di rischio impone la prosecuzione delle iniziative di carattere straordinario e urgente intraprese al fine di fronteggiare adeguatamente possibili situazioni di pregiudizio per la collettività”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cdm-stato-emergenza-misure-stretta-mascherine-proroga-3ae51d74-4125-4993-95ff-5805dc4d4ed1.html

Ordinanza, obbligo del tampone per gli ingressi in Italia dai Paesi dell’Ue
Per non vaccinati prevista anche quarantena 5 giorni. Ue: l’Italia giustifichi la scelta
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Ordinanza-obbligo-del-tampone-per-gli-ingressi-in-Italia-dai-Paesi-dell-Ue-031186df-d764-409f-94d9-ec0a776efe20.html

14 dicembre: Tragedia di Ravanusa, trovato l’ultimo disperso: nove le vittime
L’inchiesta mira a fare chiarezza sulla sicurezza della rete del gas
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Ravanusa-Il-cordoglio-e-la-vicinanza-del-Papa-ddff6fd3-4355-4c11-ae8b-1caf6a426236.html

14 dicembre: Le fumate nere di Giorgia cercando il «patriota»
Quando Giorgia Meloni domenica ha evocato con stentorea retorica un «patriota» al Quirinale, subito è corso un brivido lungo la schiena. E il ricordo è andato subito alle immagini dell’inchiesta di Fanpage sulla lobby milanese del Barone Nero con tutto il corollario di saluti romani e amarcord della Birreria di Monaco
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/le-fumate-nere-di-giorgia-cercando-il-patriota/

14 dicembre: Aggressione a Lucia Goracci in Romania. Ora serve un intervento governativo e una dura condanna da parte della Rai
Barbara Scaramucci – Articolo 21
Quel che hanno fatto le rappresentanze italiane in Romania è il minimo che si potesse pretendere dai nostri diplomatici in un paese che facendo parte dell’Unione Europea è a tutti gli effetti un paese amico e alleato. Ma l’azione violenta, premeditata e gravissima subita dalla migliore inviata della Rai nei territori che vanno dall’est europa al medio oriente all’Afghanistan, perché Lucia Goracci è bravissima, merita una risposta forte da tutto il giornalismo italiano e dalle istituzioni. Si tenta di impedire con la violenza e addirittura col sequestro il normale esercizio del proprio lavoro e poi di ribaltare le responsabilità su di loro. 
continua in
https://www.articolo21.org/2021/12/aggressione-a-lucia-goracci-in-romania-ora-serve-un-intervento-governativo-e-una-dura-condanna-da-parte-della-rai/?cn-reloaded=1

14 dicembre: Aggressione a Lucia Goracci, Bucarest condanna aggressione. La giornalista: “Non pensavo potesse succedere in Romania”
I vertici Rai condannano il “brutale tentativo di intimidazione compiuto ai danni della giornalista e della troupe con la quale era al lavoro in Romania da parte di una parlamentare locale” e “ingiustificabile il trattenimento imposto dalla polizia”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Caso-Goracci-Di-Maio-chiede-chiarimenti-al-governo-rumeno-4149c78a-8e35-4fdb-afb8-79097d6a0d7e.html


14 dicembre: Altre minacce a Floriana Bulfon, rafforzate le misure di protezione
Graziella Di Mambro – Articolo 21
Minacciata più volte, autrice di reportage straordinari contro le mafie e sullo strapotere di alcuni segmenti dell’economia, un impegno che già è costato caro a Floriana Bulfon e alla quale adesso è stata rafforzata la protezione personale. La sua storia si aggiunge a quella di decine di giornalisti che in Italia e in Europa sono inseguiti, insultati, intimiditi, aggrediti ogni giorno nell’esercizio del loro lavoro
continua in
https://www.articolo21.org/2021/12/altra-minaccia-a-floriana-bulfon-rafforzate-le-misure-di-protezione/


14 dicembre: Undici big per “Una settimana in giallo”. Senza, ma con Camilleri
Valerio Calzolaio – Strisciarossa

Tempi e luoghi differenti ma consueti per “Una settimana in giallo” di Sellerio.
A Barcellona Delicado e Garzón affrontano la morte, probabilmente per avvelenamento, di Ismael Gómez Lahuerta, un bel 31enne; era sposato con Asunción del Corral Medina, una parrucchiera 53enne, madre della robusta 25enne Sara
continua in
https://www.strisciarossa.it/undici-big-per-una-settimana-in-giallo-senza-ma-con-camilleri/

14 dicembre: L’America Latina alla COP26, tra nuovi compromessi e vecchi problemi
Alessia Cappelletti – Il Caffè Geopolitico
Durante la conferenza mondiale sul cambiamento climatico, alcuni Paesi della regione latinoamericana hanno annunciato nuovi compromessi essenziali per salvaguardare l’ambiente, ma che portano svariati problemi con sé. 
continua in
L’America Latina alla COP26, tra nuovi compromessi e vecchi problemi | Il Caffè Geopolitico (ilcaffegeopolitico.net)


14 dicembre: San Giorgio e il Draghi (Adda venì San Giorgio)
Gianni Giovannelli – Effimera

È mia convinta opinione che sia improprio ricondurre nella categoria dello stato di eccezione il costante stravolgimento delle regole e del diritto positivo, ad opera del governo in carica e delle istituzioni pubbliche o private. Per quanto possa assumere caratteristiche di continuità prolungata, in contrasto con la pretesa temporaneità, uno stato di eccezione prevede comunque, per sua stessa definizione, la contestuale esistenza, almeno astratta, di un contrapposto  stato di diritto, sospeso o perfino abrogato, ma pur sempre reale. In assenza di un puntuale riferimento al sistema complessivo infranto viene meno anche la sua eccezione, per mancanza di regola
continua in
http://effimera.org/san-giorgio-e-il-draghi-adda-veni-san-giorgio-di-gianni-giovannelli/


14 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

VERSO LO SCIOPERO GENERALE

Insieme per la giustizia, le ragioni dello sciopero generale
Davide Colella – Collettiva

Fisco, pensioni, scuola, politiche industriali, delocalizzazioni, precarietà del lavoro, giovani, donne, non autosufficienza. Tanti buoni motivi per scendere in piazza il 16 dicembre. Parola dei segretari confederali della Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/13/video/insieme_per_la_giustizia_le_ragioni_dello_sciopero_generale-1725866/

Crescono i precari, scendono i salari. L’altra faccia della ripresa
Paolo Andruccioli – Collettiva

In uno studio della Fondazione Di Vittorio i dati aggiornati sulla reale natura dei contratti di lavoro. A ottobre record di precari: tre milioni e 67 mila. Scacchetti, Cgil: “Questi dati rafforzano le motivazioni dello sciopero generale”. Fammoni, Fdv: “Mancano ancora 200 mila posti di lavoro”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/crescono_i_precari_scendono_i_salari_l_altra_faccia_della_ripresa-1734843/

Taranto, operaie in cassa integrazione tornano in sede per recuperare gli effetti personali, ma l’azienda non c’è più
Davide Colella – Collettiva

Il fatto alla Tessile 2.0 di Martina Franca. Arrivate allo stabilimento – racconta in un video Giordano Fumarola, segretario della Filctem provinciale – trovano alcuni operai edili al lavoro, ma non trovano più i macchinari”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/taranto_operaie_in_cassa_integrazione_tornano_in_sede_per_recuperare_gli_effetti_personali_ma_l_azienda_non_c_e_piu_-1735235/

Giove (Cgil Emilia-Romagna): «con questa manovra si torna indietro»
Oltre 10 mila persone dall’Emilia-Romagna dirette a Milano e Roma per la mobilitazione nazionale di giovedì. “La manovra è un’occasione sprecata, i nostri pullman a disposizione di tutti”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/giove_cgil_emilia-romagna_con_questa_manovra_si_torna_indietro_-1735886/

La piazza di Milano
L’appello di Massimo Bonini, segretario generale della Cgil Milano
(video)
A Milano il concentramento è in Piazza Castello alle ore 9, nel corteo confluiscono le delegazioni di Lombardia, Piemonte, Liguria, Trento e Bolzano, Valle d’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia. Al comizio di Piazza Sempione all’Arco della Pace intervengono, tra gli altri, Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil e Ivana Veronese, segretaria confederale Uil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/video/la_piazza_di_milano-1735343/

La piazza di Roma
Parla Michele Azzola, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio (video)
Alla manifestazione di Roma, che si terrà a partire dalle ore 10 in Piazza del Popolo, confluiranno le delegazioni di Lazio, Campania, Toscana, Abruzzo, Molise, Umbria, Marche, Romagna. Sul palco, dopo gli interventi di sei lavoratori, alle ore 11.30 prenderanno la parola i segretari generali di Cgil e Uil, Maurizio Landini e PierPaolo Bombardieri

La piazza di Bari
Parla Gigia Bucci, segretaria generale della Cgil Bari (video)
A Bari la manifestazione si svolge in Piazza Libertà alle ore 10 con la partecipazione delle delegazioni di Puglia, Molise, Basilicata, Calabria. Previsti, tra gli altri, gli interventi di Gianna Fracassi, vice segretaria generale Cgil e Domenico Proietti, segretario confederale Uil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/video/la_piazza_di_bari-1735416/

La piazza di Palermo
Parla Mario Ridulfo, segretario generale della Cgil di Palermo
(video)
Alla manifestazione di Palermo, convocata alle 9.30 in Piazza Verdi, l’intervento per la segreteria confederale della Cgil è affidato a Emilio Miceli
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/video/la_piazza_di_palermo-1735421/

La piazza di Cagliari
Parla Carmelo Farci, segretario generale della Cgil Cagliari (video)
A Cagliari il concentramento è in Piazza dei Centomila dove interviene Roberto Ghiselli, segretario confederale Cgil
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/video/la_piazza_di_cagliari-1735412/

14 dicembre: JustEat, i rider aderiscono allo sciopero generale
Filt-Nidil Cgil: “Se non verremo ascoltati, ci mobiliteremo anche alla Vigilia di Natale”
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/juseat_i_rider_aderiscono_allo_sciopero_generale-1734944/

Le scelte di Trenitalia penalizzano la Puglia, 16 dicembre sciopero
Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt trasporti e Fast regionali hanno indetto una giornata di sciopero, dalle 21 di mercoledì 15 dicembre alle 20:59 di giovedì 16, “per impedire che gli impianti di manutenzione chiudano o vengano ridimensionati in funzione di scelte aziendali che non valorizzano il territorio e gli asset strategici, fiore all’occhiello nel panorama infrastrutturale”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/12/14/news/puglia_scelte_trenitalia_penalizzano_regione-1734188/

Cgil-Uil Sicilia, dal governo misure inadeguate
“Se il Paese è in difficoltà, la Sicilia sta affondando: i siciliani hanno tante ragioni in più per aderire allo sciopero generale del 16 dicembre”. A dirlo sono i segretari generali regionali di Cgil (Alfio Mannino) e Uil (Luisella Lionti), sottolineando “la situazione critica dell’isola, per cui la manovra del Governo Draghi rivela tutta la sua inadeguatezza. In Sicilia ci sono oggi 2 milioni 700 mila contribuenti, ma per oltre i due terzi di questi il taglio dell’Irpef non avrà alcuna ricaduta. Nessun beneficio arriverà paradossalmente per i redditi più bassi”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/cgil-uil_sicilia_dal_governo_misure_inadeguate-1734401/

Genova: Edili, rinnovato il contratto territoriale
Feneal Uil-Filca Cisl-Fillea Cgil provinciali: “Interessa 10.000 operai e 2.000 impiegati del settore, alle dipendenze delle oltre 2.000 imprese iscritte alla Cassa edile locale. Fra i capisaldi dell’accordo, massimo impegno sulla sicurezza del lavoro, istituzione del ‘pass elettronico di cantiere’, significativi miglioramenti economici in busta paga ai lavoratori, premialità per le imprese virtuose, incremento dell’offerta formativa”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/edili_rinnovato_il_contratto_territoriale-1735685/

Calabria. Sanità, prioritario intervenire sulle emergenze
Cgil regionale: “Aprire un confronto vero sulle riforme strutturali”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/12/14/news/sanita_prioritario_intervenire_sulle_emergenze-1734185/

Genova: Palazzo reale, personale Afav in stato d’agitazione
Fp Cgil-Fps Cisl provinciali: “La decisione è stata assunta dopo una partecipata assemblea sindacale, durante la quale è stata discussa la decisione unilaterale dell’amministrazione di revocare il turno notturno affidandolo a una ditta in appalto, decisione che riteniamo grave”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/palazzo_reale_personale_afav_in_stato_d_agitazione-1734611/

Acciaierie d’Italia: Fiom, ora negoziato sul piano industriale
“Sono state presentate le linee guida di un piano industriale che delineano un’ipotesi di percorso che traguarda i prossimi dieci anni, ancora molto lontane dal dettaglio degli investimenti, delle risorse e dei tempi necessari alla realizzazione del piano stesso”. Questo il commento della segretaria generale Fiom Cgil Francesca Re David e il segretario nazionale Fiom Cgil e responsabile siderurgia Gianni Venturi, all’incontro su Acciaierie d’Italia che si è tenuto lunedì 13 dicembre, alla presenza dei ministri Giorgetti (Sviluppo economico) e Orlando (Lavoro), del presidente e dell’amministratore delegato del gruppo siderurgico…
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/acciaierie_d_italia_fiom_ora_negoziato_sul_piano_industriale-1734180/

Piemonte: European metals, i nuovi «padroni del vapore»
Fiom provinciale: “Prima dell’inizio di un’assemblea sindacale, un esponente aziendale è intervenuto sui lavoratori con tono intimidatorio al fine di dissuaderli dal prendere parte all’iniziativa indetta dalla Rsu. A scopo dissuasivo, i partecipanti sarebbero stati poi fotografati”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/european_metals_i_nuovi_padroni_del_vapore_-1735989/

A Roma in Piazza del Popolo ore 9:30 con Pierpaolo Bombardieri, Segretario Generale UIL e Maurizio Landini, Segretario generale CGIL. Altre manifestazioni a Milano, Bari, Palermo e Cagliari


Enrico Baj I funerali dell’anarchico Pinelli (foto Andrea Scuratti)

La pista anarchicaLa prima graphic novel dedicata a Giuseppe Pinelli, vittima della strategia della tensione
Ilaria Chiavacci – Linkiesta

Una graphic novel curata dalle sue figlie ricorda la storia del grande innocente accusato di essere il colpevole di Piazza Fontana, a cinquant’anni dalla sua morte misteriosa. Ce la racconta Silvia Pinelli
continua in
https://www.linkiesta.it/2021/12/anarchico-pinelli-graphic-novel/


Le figlie di Giuseppe Pinelli: “Ecco perché è importante continuare a testimoniare”
In occasione del 52esimo anniversario della morte di Giuseppe Pinelli, Lorenza Ghidini e Roberto Maggioni hanno intervistato le figlie, Claudia e Silvia
continua in
https://www.radiopopolare.it/le-figlie-di-giuseppe-pinelli-ecco-perche-e-importante-continuare-a-testimoniare/


15 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
La stretta dell’Italia contro la variante Omicron irrita l’UE, il via alla vaccinazione dei bambini e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di mercoledì 15 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. La variante Omicron del COVID continua a spaventare l’Europa e la decisione dell’Italia di chiedere un tampone negativo per chi entra nel Paese dall’estero è stata accolta con un po’ di irritazione dall’Unione Europea, ma anche la Grecia sta seguendo l’esempio italiano. Nel Lazio sono partite oggi le vaccinazioni dei bambini tra i 5 e gli 11 anni, mentre il governo ha scelto la linea della prudenza senza fissare un obiettivo numerico da raggiungere. Domani, intanto, l’Italia si ferma per 8 ore contro la legge di bilancio, giudicata iniqua e inadeguata, ma anche per chiedere risposte al disagio sociale, alla disuguaglianza e alla precarietà. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-mercoledi-15-dicembre/


VERSO LO SCIOPERO GENERALE

Landini: «Tutti in piazza per difendere il lavoro»
Ivana Marrone – Collettiva
Il segretario generale della Cgil invita ad aderire allo sciopero generale del 16 dicembre e a manifestare insieme alla Uil a Roma, Milano, Bari, Palermo e Cagliari
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/15/video/landini_tutti_in_piazza_per_difendere_il_lavoro_-1735985/

Sulla previdenza dal governo misure marginali e senza confronto
Paolo Andruccioli – Collettiva
Roberto Ghiselli, segretario confederale Cgil, spiega gli obiettivi che verranno rilanciati con lo sciopero generale: abbassare l’età del pensionamento, introdurre misure per sostenere la pensione delle donne e dei giovani, aumentare le risorse per far uscire prima chi svolge lavori gravosi
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/15/news/sulle_pensioni_dal_governo_solo_misure_marginali_senza_un_confronto-1729594/

Pierpaolo Bombardieri: GIOVEDÌ 16 DICEMBRE IN PIAZZA PER ACCENDERE I RIFLETTORI SULLE SOFFERENZE E SU CHI RIMANE INDIETRO
Ci rivolgiamo alle tante persone che in queste ultime settimane abbiamo incontrato sui luoghi di lavoro e nelle piazze o ci hanno scritto chiedendo aiuto. E ci rivolgiamo a tutto quel pezzo di società che non è indifferente al disagio e alle emarginazioni che vede ogni giorno con i propri occhi e a quanti credono che si possa costruire una prospettiva diversa per il nostro Paese
continua in
https://terzomillennio.uil.it/2021/12/10/sciopero-generale-basta-disuguaglianze/

CGIL E UIL, L’ULTIMA VOLTA INSIEME ERA CONTRO IL JOBS ACT
Era il 12 dicembre 2014 l’ultima volta che venne annunciato uno sciopero generale a cui aderirono solamente CGIL e UIL.
 I due sindacati scelsero di scendere in piazza contro il Jobs Act di Matteo Renzi. In quella circostanza, come oggi, la CISL decise di non aderire.
A capo delle rispettive organizzazioni sindacali c’erano altri leader e il momento storico era decisamente un altro.
Il Paese dopo la forte crisi che ha visto nascere il Governo tecnico di Monti, riprendeva la strada, seppur in salita. Il leader della “Leopolda” del PD prese delle scelte nell’ambito dei diritti del lavoro che CGIL e UIL non condividevano affatto
continua in
https://terzomillennio.uil.it/2021/12/13/cgil-e-uil-lultima-volta-insieme-era-contro-il-jobs-act/


Lo scioperante è un lavoratore che ha preso coscienza della sua condizione di sfruttato e deliberatamente affronta la lotta e sacrifici sempre maggiori, onde rivendicare i suoi diritti

Vasco Pratolini


Domani sciopero generale, coinvolti anche treni Fs ma non scuola e sanità
Domani migliaia di lavoratori incroceranno le braccia nelle principali città italiane per protestare contro la legge di bilancio voluta dal governo Draghi. Due le sigle compatte Cgil Uil, la Cisl non aderisce e protesterà sabato. “Bisogna aiutare chi sta peggio non chi sta meglio” l’appello di Landini. Cisl: “Si rispetti la verità dei fatti”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sciopero-domani-treni-fs-trasporti-72d99f79-965f-4353-b569-db69899d837c.html

Covid Italia, il bollettino del 15 dicembre: 23.195 casi e 129 morti. E’ il dato più alto della quarta ondata
Sono 23.195 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.  Mai così tanti dal primo aprile scorso, quando furono 23.649. Ieri, invece, erano stati 20.677. Sono invece 129 le vittime in un giorno, ieri erano state 120. Il dato più alto di questa quarta ondata
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/15/news/covid_italia_il_bollettino_del_15_dicembre-330255633/

15 dicembre: Draghi alla Camera: “Natale sicuro ma vaccinatevi, per Omicron cautela”
“Ci avviciniamo al Natale più preparati e più sicuri” perché “le persone positive al virus sono 297 mila. Dodici mesi fa erano 675 mila”. Ma “i cittadini mantengano la massima cautela”, si vaccinino e facciano la terza dose”. Omicron in Italia ha una incidenza, “più bassa, quasi la metà” che nel resto d’Europa “ma è comunque in crescita”. Così il premier Draghi nell’informativa alla Camera in vista del Consiglio Ue. Sui tamponi ai cittadini europei vaccinati che arrivano in ltalia “c’è poco da riflettere”, spiega
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Draghi-Camera-Consiglio-europeo-Omicron-vaccini-9630a5fa-661e-4fde-b733-198ea9e9fe59.html

15 dicembre: Adriano Sofri. “De senectute”, da Cicerone a Bobbio. Una lezione sulle candidate al Colle
Piccola Posta – Il Foglio

Molti ultraottuagenari tra gli uomini in corsa per il Quirinale, nemmeno una tra le donne. E la speranza di vita conta, visto che è di quasi cinque anni in più per le signore
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/15/news/-de-senectute-da-cicerone-a-bobbio-una-lezione-sulle-candidate-al-colle-3468380/

15 dicembre: Inflazione, Istat rivede al ribasso le stime: +3,7% a novembre
Si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività registri nel mese di novembre un aumento dello 0,6%
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Istat-lima-inflazione-al-ribasso-3.7-per-cento-a-novembre-f1bf0c4f-5cc2-48c9-a047-b758faa97ef5.html

15 dicembre: L’alleanza sociale oltre lo sciopero generale
Rachele Gonnelli – Sbilanciamoci
A due giorni dallo sciopero generale del 16, un incontro con Landini, Bindi, Marcon, Cogliati Dezza, Fridays for Future e Uds. Per riprendere il filo del confronto tra sindacato e associazioni. Per vere riforme. “E perché non si passi da un’emergenza sanitaria a una democratica”.
continua in
https://sbilanciamoci.info/lalleanza-sociale-oltre-lo-sciopero-generale/

15 dicembre: Carta di Roma, presentato Notizie ai Margini. Giulietti: “Rapporto sia centrale nelle istituzioni della categoria”
Il presidente della Fnsi alla Stampa estera in occasione dell’illustrazione dei dati contenuti nello studio. «Il problema del linguaggio dell’odio resta, anche se sotto traccia. Lavoriamo insieme per contrastare i muri della paura, le minacce ai cronisti, le fake news», ha osservato
continua in
https://www.articolo21.org/2021/12/carta-di-roma-presentato-notizie-ai-margini-giulietti-rapporto-sia-centrale-nelle-istituzioni-della-categoria/

15 dicembre: Affidare l’orientamento scolastico alle imprese?
Leonardo (Dino) Angelini – Volere la luna
Come recita nelle sue prime righe, La Carta di Genova – La scuola delle Regioni è un atto programmatico elaborato nell’ambito del Convegno Nazionale sulla Riforma dell’Orientamento svoltosi a Genova durante il Salone Orientamenti 2021 (4 dicembre). Il documento descrive gli indirizzi nazionali per la programmazione e l’attuazione di misure di orientamento nei confronti di percorsi di istruzione e formazione e al lavoro. Lo scopo è «offrire un quadro comune per le iniziative che verranno intraprese da tutti i soggetti che operano sui territori regionali garantendo coesione ed unitarietà nella definizione di obiettivi comuni». 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/12/15/affidare-lorientamento-scolastico-alle-imprese/

15 dicembre: I boss del Gargano: “Il mare è nostro”
Rosita Rijtano – la vialibera

L’inchiesta Omnia Nostra documenta gli affari illegali e legali del clan Romito-Lombardi-Ricucci-La Torre, ex alleato e poi rivale dei Li Bergolis: la prima batteria del Gargano condannata per mafia. Oltre la droga, in primis c’è il mercato ittico di Manfredonia, di cui era riuscito a conquistare il monopolio grazie a due società. A fare da prestanome anche il figlio di un agente di polizia di penitenziaria del carcere di Foggia
continua in
https://lavialibera.it/it-schede-793-omnia_nostra_mafia_garganica_mercato_ittico

15 dicembre: Una “Transizione” immaginata da pochi, per pochi
Enrico Mariutti – Contropiano

Secondo le favolette narrate dai “grandi della Terra” – al G20 e al Cop26 di Glasgow, nonché da buona parte dell’ambientalismo per nulla critico nei confronti del capitalismo – per realizzare la “transizione ecologica” basterebbero un bel po’ di investimenti, qualche tecnologia green e tanta, tantissima, iniziativa privata sostenuta dal debito degli Stati (che per questo dovrebbero definitivamente cancellare ogni forma di welfare interno, se ancora ne hanno)
continua in
https://contropiano.org/news/ambiente-news/2021/12/15/una-transizione-immaginata-da-pochi-per-pochi-0144856

Non è tutto gas quello che puzza, a partire dalla Germania
Fabrizio Poggi – Contropiano

La Bielorussia importa gas russo a 127 dollari per 1.000 mc; la Serbia ha rinnovato meno di un mese fa l’accordo con Mosca che le permette di acquistare il gas al prezzo di 270 dollari. Qual è la situazione nell’Europa che “non cede ai ricatti di Mosca”?
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/12/15/non-e-tutto-gas-quello-che-puzza-a-partire-dalla-germania-0144877

15 dicembre: Verso le elezioni presidenziali francesi: il candidato dei Repubblicani
Luca Rosati – Il Caffè Geopolitico
Dopo due mesi di campagna elettorale interna il centrodestra francese ha scelto il candidato per la corsa all’Eliseo. Si tratta di Valérie Pécresse, 54 anni, attuale Presidente della Regione Île-de-France, già Ministra dell’Istruzione dal 2007 al 2011 e Ministra del Budget e dei Conti pubblici dal 2011 al 2012.
continua in
Verso le elezioni presidenziali francesi: il candidato dei repubblicani (ilcaffegeopolitico.net)

Afghanistan: prima dell’arrivo dei talebani ripetuti crimini di guerra e bagni di sangue senza sosta
Amnesty International
Secondo un rapporto diffuso oggi da Amnesty International, prima della presa del potere dei talebani in Afghanistan le forze di sicurezza afgane, l’esercito statunitense e gli stessi talebani si sono resi responsabili di attacchi che hanno causato enormi sofferenze alla popolazione civile
continua in
Afghanistan: prima dell’arrivo dei talebani ripetuti crimini di guerra e bagni di sangue senza sosta – Amnesty International Italia

15 dicembre: Riccardo Ehrman, il giornalista italiano che scrisse un pezzo di storia a Berlino
Paolo Soldini – Strisciarossa

Sentivamo tutti di vivere un momento in cui la Storia si metteva a correre. Ma quella sera di fine ottobre – o forse eravamo già all’inizio del fatidico novembre – tutto sembrava tranquillo, almeno in quel quartiere di BerlinoRiccardo Ehrman viveva in un falansterio realsocialista sulla Karl-Liebknecht-Strasse, la grande arteria che proseguiva, verso Alexanderplatz, il bel viale Unter den Linden, ma che non era per niente bello. Era buio perché le luci del centro storico arrivavano appena e faceva freddo. Riccardo mi aveva invitato a cena (“non una cena di lavoro: vieni ad assaggiare la cucina di mia moglie”) e io, come un cretino, mi ero perso. Avevo dimenticato metà delle indicazioni che lui mi aveva dato per raggiungere il suo appartamento: il tale blocco, al tale piano, il corridoio che va a destra (o a sinistra?). Niente, non avevo preso appunti e quel poco che ricordavo non mi aiutava.
Continua un
https://www.strisciarossa.it/riccardo-ehrman-il-giornalista-italiano-che-scrisse-un-pezzo-di-storia-a-berlino/

La lunga notte del capitale: Leopardi, la natura e il senso ultimo della lotta di classe
Sandro Moiso – Carmilla online

L’intervento seguente è dedicato a Emilio Scalzo, militante No Tav, e al coraggio e alla dignità con cui affronta una persecuzione poliziesca e giudiziaria che da sola basterebbe a dimostrare l’illusorietà di ogni promessa di giustizia e rispetto dei diritti in una società il cui ordinamento è rivolto soltanto all’accumulazione del capitale
continua in
https://www.carmillaonline.com/2021/12/15/leopardi-la-natura-il-capitale-e-la-lotta-di-classe/

15 dicembre: Guido Viale. A che punto è la notte?
A che punto è la notte? Due notizie, comparse su pagine diverse dei giornali dell’11.12, ma tra loro connesse, ce lo fanno capire. Una serie di uragani ha investito il Kentucky e quattro Stati adiacenti, con venti a 350 km l’ora, polverizzando una fabbrica con dentro i suoi operai e devastando diverse città, mentre a pochi Stati di distanza (Nord e Sud Dakota) la siccità costringeva gli allevatori, principale “industria” dell’area, a svendere il bestiame per mancanza di acqua e scarsità di foraggio. Lo stesso giorno, in Italia, Confindustria, sindacati e associazioni varie di categoria si opponevano a fissare al 2035 (data indicata dalla COP26 di Glasgow, ma non sottoscritta dall’Italia) la cessazione di produzione e vendita – non certo della circolazione – delle auto a combustione. “Troppo presto!”, gridano: se proprio si deve fare, ci occorre “molto più tempo”. Ma che cosa lega queste due notizie?
continua in
https://www.guidoviale.it/a-che-punto-e-la-notte/

15 dicembre: Come funziona Cohabitat, l’edilizia convenzionata di Lambrate
Luca Parena – Radio Popolare

Se si parte dal centro di Milano, per raggiungere Lambrate con i mezzi pubblici, conviene prendere la linea 54 e mettersi comodi. Il confine immaginario con Rubattino, periferia est della città, arriva quasi al capolinea. Scendendo dall’autobus in via Pitteri, dall’altra parte della strada si notano facilmente due grandi palazzi. Il rivestimento azzurro che domina sulle facciate, la pavimentazione di nuova posa per terra rendono il complesso di Cohabitat subito riconoscibile. È un progetto di abitare cooperativo promosso da Consorzio Cooperative Lavoratori e da Delta Ecopolis. Nel vuoto lasciato dal passato industriale del quartiere, cerca di andare in controtendenza rispetto ai piani immobiliari privati che spingono i prezzi in alto fin dove trovano acquirenti
continua in
https://www.radiopopolare.it/come-funziona-cohabitat-ledilizia-convenzionata-di-lambrate/


15 dicembre: COS’È OGGI LA CGIL? ESISTE UN PROCESSO DI RINNOVAMENTO?
Umberto Franchi – La Bottega del Barbieri
Nella storia della nostra Italia, c’è stato un periodo chiamato «il ’68», che è durato circa 15 anni, in cui la sinistra sociale, sindacale e politica ha svolto grandi battaglie in materia di sicurezza sociale, lavoro, diritti
continua in
https://www.labottegadelbarbieri.org/cose-oggi-la-cgil-esiste-un-processo-di-rinnovamento/

L’alleanza sociale oltre lo sciopero generale
Rachele Gonnelli – Sbilanciamoci

Alla vigilia dello sciopero generale del 16, un incontro con Landini, Bindi, Marcon, Cogliati Dezza, Fridays for Future e Uds. Per riprendere il filo del confronto tra sindacato e associazioni. Per vere riforme. “E perché non si passi da un’emergenza sanitaria a una democratica”
continua in
https://sbilanciamoci.info/lalleanza-sociale-oltre-lo-sciopero-generale/


Raccontare la vecchiaia e la morte con leggerezza. A teatro si può
Monica Triglia – Alonsanfan

«A invecchiare non ti insegna nessuno». Sul palco del Teatro Oscar di Milano Daniela Cristofori quasi lo urla a Giacomo Poretti. Sono moglie e marito nella vita (e si nota dalla complicità). Lo sono anche nello spettacolo Funeral Home che affronta il tabù della morte. E lo fa con leggerezza, intelligenza e con coraggio. Perché se «a invecchiare non ti insegna nessuno» lo stesso vale per l’accettare di dover morire
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/12/15/funeral-home-poretti-albero-lombezzi/

15 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Rialziamo insieme la testa! VERSO LO SCIOPERO GENERALE! Contro delocalizzazioni, licenziamenti, precarietà!

15 dicembre: Acciaierie di Piombino, ora è scontro aperto. Tutti contro Jindal
Aggrappati all’acciaio. Verso la proroga della cigs per i 1.500 addetti diretti dello stabilimento. Ma dopo l’ennesima riunione inconcludente, operai, sindacati metalmeccanici e amministrazione comunale dicono basta: “Trovare una alternativa al gruppo indiano, perché Jsw tiene in ostaggio il futuro dei piombinesi, usandolo come merce di scambio”
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/acciaierie-di-piombino-ora-e-scontro-aperto-tutti-contro-jindal/

Alle Canarie sulla rotta dei migranti. Il racconto di Mirca, di Torino
Tania Paolino – Strisciarossa

“La bellissima costa di Tenerife è disseminata di baracche costruite con materiale di recupero, con gli aiuti degli abitanti dei paesini. Servono da riparo ai nuovi arrivati, ma alcune diventano case definitive in mancanza di meglio”. Ce lo racconta Mirca, di “Torino per Moria“, al ritorno dal suo viaggio alle Canarie, dove si è recata per portare sostegno ai migranti provenienti in prevalenza da Nigeria, Guinea, Gambia, Senegal
continua in
https://www.strisciarossa.it/alle-canarie-sulla-rotta-dei-migranti-il-racconto-di-mirca-di-torino/

Edili, la Fillea Cgil chiede un atto di giustizia, ridurre da 36 a 30 gli anni di contributi per accedere all’Ape Sociale
Daniela Pistis – Collettiva
Anche in Sardegna la Fillea ha rivolto un appello alla presidente della Commissione Lavoro della Camera Romina Mura, affinché sostenga un emendamento che modifichi i requisiti attuali
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/15/news/edili_la_fillea_cgil_chiede_un_atto_di_giustizia_ridurre_da_36_a_30_gli_anni_di_contributi_per_accedere_all_ape_sociale-1736311/

15 dicembre: PREMIO ALL’INNOVAZIONE AMICA DELL’AMBIENTE 2021: RICONOSCIMENTI A SEI ECCELLENZE ITALIANE
Dal sistema di monitoraggio del benessere animale negli allevamenti alle pareti verdi “respiranti” al chiuso, dall’ecopelle ottenuta da arance e cactus alla tenda-rifugio ecosostenibile, i progetti vincitori del concorso promosso da Legambiente
continua in
Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2021: riconoscimenti a sei eccellenze italiane • Legambiente


15 dicembre: La casa rasa al suolo dall’Unione Europea
Dante Barontini – Guido Salerno Aletta – Contropiano
C’è chi ancora non comprende che il “trasferimento di sovranità” dagli Stati nazionali – e dalle democrazie, in cui questa sovranità appartiene al popolo – all’Unione Europea è un trasferimento di potere “ai mercati”. O, più precisamente, a quella fetta numericamente piuttosto sottile  che è bene chiamare borghesia europea
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/12/15/la-casa-rasa-al-suolo-dallunione-europea-0144894



Il futuro afgano nell’agenda dell’Italia
Una sintesi dell’affollato e intenso incontro ieri a Trento sui destini del Paese asiatico. Organizzato da 46mo Parallelo e Afgana. Presente la Viceministra Sereni
Centocinquanta milioni milioni di euro in aiuti umanitari all’Afghanistan utilizzandoli come leva per spingere i Talebani a rispettare i diritti. L’apertura di una sede europea a Kabul, lo spostamento della Cooperazione italiana a Islamabad, il dibattito su come negoziare col nuovo esecutivo di Kabul – un governo senza donne e non inclusivo – ma senza riconoscerlo (…)
continua in
Il futuro afgano nell’agenda dellItalia – Lettera22


Sviluppo nella legalità, San Cipirello si mobilita per rilanciare la valle dello Jato
Vito Lo Monaco – Articolo 21
Dal 1991 al mese di ottobre 2021 le amministrazioni di 363 enti locali(356 comuni e 7 aziende sanitarie) sono state sciolte per infiltrazioni mafiose. Il numero maggiore degli enti sciolti si trova nelle quattro Regioni del Meridione (Sicilia, Campania, Calabria. Puglia)con gli insediamenti storici di Cosa nostra, Camorra, ‘Ndrangheta, Sacra corona unita; il radicamento delle mafie è documentato anche in cinque Regioni del Centro-Nord (Lazio, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Valle d’Aosta)
continua in
https://www.articolo21.org/2021/12/sviluppo-nella-legalita-san-cipirello-si-mobilita-per-rilanciare-la-valle-dello-jato/

A Roma in Piazza del Popolo ore 9:30 con Pierpaolo Bombardieri, Segretario Generale UIL e Maurizio Landini, Segretario generale CGIL. Altre manifestazioni a Milano, Bari, Palermo e Cagliari

Aderendo alle motivazioni dello sciopero generale, gli aggiornamenti odierni saranno online dal pomeriggio

«Sciopero generale contro una pandemia salariale e sociale senza precedenti»

Roma in Piazza del Popolo ore 9:30 con Pierpaolo Bombardieri, Segretario Generale UIL e Maurizio Landini, Segretario generale CGIL.
Le Altre manifestazioni a Milano, Bari, Palermo e Cagliari

La protesta. Sciopero generale di Cgil e Uil di 8 ore contro la legge di bilancio del governo Draghi: «Insieme per la giustizia». Manifestazioni a Roma, Milano, Bari, Palermo e Cagliari. Esonerate la sanità pubblica e privata, le Rsa in prima fila nell’emergenza Covid
Roberto Ciccarelli – il manifesto
«Insieme per la giustizia». Questo è lo slogan scelto per lo sciopero generale di otto ore indetto oggi da Cgil e Uil contro la legge di bilancio del governo Draghi. Cinque sono le piazze convocate da Nord a Sud: a Roma a Piazza del Popolo con Maurizio Landini e Pier Paolo Bombardieri, e le iniziative interregionali previste a Bari, Cagliari, Milano e Palermo. Dallo sciopero sono esonerati i settori dell’igiene ambientale, gli sportelli delle Poste, la sanità pubblica e privata, le Rsa in prima fila nell’emergenza pandemica da Covid. Chi non potrà astenersi dal lavoro è stato invitato a portare un segno di riconoscimento in solidarietà con lo sciopero
continua in
https://ilmanifesto.it/sciopero-generale-contro-una-pandemia-salariale-e-sociale-senza-precedenti/

Aderendo alle motivazioni dello sciopero generale, gli aggiornamenti odierni saranno online dal pomeriggio

Patrioti

16 dicembre: Il Paese reale riparte dal lavoro

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini conclude la manifestazione romana di Piazza del Popolo, nel giorno dello sciopero generale: “Da questa piazza diciamo che è l’ora di cambiare. Serve occupazione stabile e sicura, bisogna superare la precarietà. Manovra sbagliata, sul fisco premia i ricchi. La mobilitazione continua”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/16/news/il_paese_reale_riparte_dal_lavoro-1741862/

La piazza di Milano
Appuntamento questa mattina in Piazza Castello alle ore 9, al corteo le delegazioni di Lombardia, Piemonte, Liguria, Trento e Bolzano, Valle d’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia. Poi comizio in Piazza Sempione all’Arco della Pace con lavoratrici e lavoratori, Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil e Ivana Veronese, segretaria confederale Uil
Gli interventi, le foto, le testimonianze in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/16/news/la_piazza_di_milano-1739240/

La piazza di Bari
La manifestazione per lo sciopero generale si svolge oggi in Piazza Libertà. L’appuntamento è per le ore 10. In piazza le delegazioni della Puglia, del Molise, della Basilicata e della Calabria. Previsti, tra gli altri, gli interventi sul palco di Gianna Fracassi, vice segretaria generale Cgil e Domenico Proietti, segretario confederale Uil. Prima di loro parlano sette delegati
Gli interventi, le foto, le testimonianze in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/15/news/la_manifestazione_del_16-1739665/

La piazza di Palermo
Lavoratori e lavoratrici arrivati da tutta la Sicilia per lo sciopero indetto da Cgil e Uil per chiedere equità e giustizia sociale. Dal palco, tra gli altri, gli interventi della segretaria nazionale Uil Tiziana Bocchi e del segretario nazionale Cgil Emilio Miceli
Gli interventi, le foto, le testimonianze in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/16/news/la_piazza_di_palermo-1739249/

La piazza di Cagliari
Lavoratori, delegati, pensionati e giovani da tutta la Sardegna questa mattina in piazza dei Centomila per lo sciopero generale di otto ore indetto da Cgil e Uil. Qui le ragioni della mobilitazione sono ancora più forti perché l’isola soffre per la mancanza di lavoro, di infrastrutture e per l’isolamento. Conclude il segretario confederale Roberto Ghiselli
Gli interventi, le foto, le testimonianze in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/16/news/la_piazza_di_cagliari-1739809/


Intellettuali a sostegno di Cgil e Uil
In una lettera di solidarietà alle due Confederazioni pubblicata su Micromega si criticano “scelte del governo che non sanano gli squilibri a danno dei lavoratori e dei meno abbienti che si sono accumulati a causa delle politiche perseguite da oltre vent’anni”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/14/news/uno_sciopero_che_non_si_poteva_non_fare_un_gruppo_di_intellettuali_a_sostegno_di_cgil_e_uil-1736615/


16 dicembre: C’è sciopero e sciopero, c’è sindacato e sindacato
Alla grandissima partecipazione allo sciopero generale di tutto il sindacalismo di base e conflittuale dell’11 ottobre, promosso su una piattaforma definita e combattiva, hanno fatto seguito altri scioperi di categoria, promossi da diverse organizzazioni sindacali i cui risultati sono decisamente interessanti da analizzare
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/16/sciopero-e-sciopero-sindacato-e-sindacato-0144916

16 dicembre: Monza-Brianza: Adidas taglierà 95 posti di lavoro in tre anni
Cgil Lombardia-Cgil e Filcams territoriali: “Esprimiamo fortissime preoccupazioni per le prospettive future, la perdita di competenze e la riduzione dei livelli occupazionali”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/16/news/adidas_taglia_95_posti_di_lavoro_in_tre_anni-1743372/

16 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Decine di migliaia in piazza per lo sciopero generale, la distanza dei partiti dalla mobilitazione dei lavoratori e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di giovedì 16 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Operai, pensionati, precari, rimasti senza rappresentanza, impoveriti da 30 anni di politiche regressive, insieme nel primo sciopero generale dal 2014. L’imbarazzo dei partiti davanti alle decine di migliaia di lavoratori nelle piazze. Altri due operai morti sul lavoro. Draghi al Consiglio Europeo rivendica la scelta dei tamponi alle frontiere anche per i cittadini europei vaccinati. L’addio a Jacopo Compagnoni, fratello della campionessa di sci travolto da una valanga. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-giovedi-16-dicembre/

16 dicembre: Le tante ragioni d’uno sciopero che la politica (anche a sinistra) non ha voluto capire
Oreste Pivetta – Strisciarossa

Lo sciopero non gode buona fama. La notizia dello sciopero generale indetto dalla Cgil e dalla Uil sparisce o finisce in fondo, tradotto in problemi d’orario “per chi utilizza i mezzi pubblici”. Ecco: bus tram metrò a rischio.  Il Corriere  si interroga in un articolo  del suo editorialista Dario Di Vico sulla compatibilità nell’età contemporanea di un’arma di lotta come lo sciopero, polemizzando contro una serie di “intellettuali di sinistra”, propensi ad affidargli “il valore di un rilancio e di una nuova centralità del conflitto”, a considerarlo  “ossigeno per la democrazia” rispetto al rischio del “soffocamento della dialettica sociale”. Il titolo: “Il nuovo disagio ignorato” promette tutto o niente, l’incoraggiamento a Landini come l’interpretazione di un sondaggio del Censis
continua in
https://www.strisciarossa.it/le-ragioni-duno-sciopero-che-la-politica-anche-a-sinistra-non-vuole-capire/

16 dicembre: Gkn se ne va senza licenziare. Ma operai ancora senza garanzie
Delocalizzazioni. Dal nuovo incontro al Mise la conferma che la multinazionale dell’automotive lascia a fine anno, affidando lo stabilimento all’advisor Borgomeo. “Ma prima di arrivare a una soluzione industriale – osserva la Fiom Cgil – la questione fondamentale da chiarire è la continuità occupazionale nella fase di traghettamento”. Per questo si chiedono garanzie al governo, agli enti locali e a Invitalia
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/gkn-se-ne-va-senza-licenziare-ma-operai-ancora-senza-garanzie/

16 dicembre: Incidenti a Ischia,Taranto e nel Salernitano. Morto un 60enne a Tortolì
Ancora quattro morti sul lavoro, due erano in “nero”
A Forio, un 59enne ha perso la vita cadendo da una impalcatura. Nel tarantino un 51enne è morto, dopo essere caduto da un mezzo. Deceduti un operaio di 55 anni nel Salernitano ed un 60enne di Tortolì (Cagliari): è rimasto incastrato sotto un escavatore
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ancora-due-operai-morti-lavoro-ischia-massafra-6664cf49-4463-440a-837b-f369f30bf384.html

16 dicembre: Ricostruire il conflitto attorno all’eguaglianza
Alessandra Algostino – Volere la luna
L’interrogativo “Che fare” è ineludibile e immane; anche perché non si possono scindere le considerazioni sul futuro di Volere la luna da quelle sul contesto complessivo. Nello spazio di queste note, mi limito a proporre qualche suggestione, muovendo dal quadro fosco, ma, insieme, di realismo non arreso, che contrassegna l’orizzonte dipinto da Livio Pepino nell’introduzione al dibattito (https://volerelaluna.it/che-fare/2021/09/22/volere-la-luna-che-fare-un-confronto-aperto/) e che costituisce, a mio parere, uno dei fil rouge del compito di Volere la luna: cercare di decifrare la realtà e al tempo stesso di trasformarla, sul piano del pensiero così come su quello dell’azione concreta sul territorio.
continua in
https://volerelaluna.it/che-fare/2021/12/16/ricostruire-il-conflitto-attorno-alleguaglianza/

16 dicembre: Lavoratori fragili, uno sguardo alla situazione attuale
Pasquale Dui – Il Diario del Lavoro

Ai sensi della circolare congiunta del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute n. 13 del 4 settembre 2020, sono da considerare fragili quei lavoratori che, a causa di una patologia preesistente, sono esposti al rischio di un esito grave o infausto dell’infezione da Covid19. Il tutto a prescindere dal fatto che siano o meno sottoposte al ciclo vaccinale
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/lavoratori-fragili-uno-sguardo-alla-situazione-attuale/#

Covid Italia, il bollettino del 16 dicembre: 26.109 nuovi casi e 123 morti. Contagi mai così alti da marzo
In Italia nelle ultime 24 ore ci sono stati 26.109 nuovi casi di coronavirus e 123 morti. Il tasso di positività resta stabile al 3,6%, con 718.281 tamponi. In aumento le terapie intensive (+47) e i ricoveri (+29). I nuovi contagi non sono così alti dal 12 marzo scorso, quando furono 26.824
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/16/news/covid_italia_il_bollettino_del_16_dicembre-330398466/

Monitoraggio Gimbe: l’epidemia non rallenta, in sette giorni +18% casi e decessi
Contagi in aumento in tutte le regioni tranne Friuli, Molise e Bolzano. Al 15 dicembre sono state somministrate 12.563.534 di terze dosi
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-Monitoraggio-Gimbe-epidemia-non-rallenta-in-7-giorni-piu-18-per-cento-casi-e-decessi-9975ad80-1187-4fd0-98e7-593a120806f6.html

Locatelli: “Ipotesi tampone anche ai vaccinati per accedere ai grandi eventi”
Il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità invita tutti a vaccinarsi soprattutto in vista delle festività natalizie – See
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-Locatelli-ipotesi-tampone-a-vaccinati-per-i-grandi-eventi-1a3bd12f-73dc-4d87-ae4d-fb10e08b8be2.html

16 dicembre: Lotte, alternativa di società, convergenza dei movimenti
Intervista a Nicoletta Pirotta 
(Gruppo FemmSdC,  gruppo femminista attivo nella Società della Cura, rete italiana di oltre 400 associazioni) – Attac Italia
continua a
https://www.attac-italia.org/lotte-alternativa-di-societa-convergenza-dei-movimenti-intervista-a-nicoletta-pirotta/

16 dicembre: Prove di dispotismo italiano. La farsa della riforma fiscale e l’inflazioni da profitti
Andrea Fumagalli – Effimera

Il primo paradosso, di natura economico-politica, è che il dispotismo politico, oggi rappresentato dal governo Draghi, non è più semplicemente una conseguenza del dispotismo economico ma ne è regia. Se ai tempi di Renzi l’approvazione del Jobs Act rientrava nella logica di accondiscendenza della politica ai poteri forti economici, oggi assistiamo, paradossalmente, a un ritorno della “politica” ma intesa, sia chiaro, come dirigismo e accentramento del potere, indipendente da altre componenti, in teoria fondamentali, della società cosiddetta “democratica”. Ciò avviene in contemporanea (e grazie) al completo svilimento delle prerogative parlamentari come organi legislativi e deliberativi. 
continua in
http://effimera.org/prove-di-dispotismo-italiano-la-farsa-della-riforma-fiscale-e-linflazioni-da-profitti-di-andrea-fumagalli/


NASCE LA RETE DELLE COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI E SOLIDALI
Risparmio fino al 25% sulle bollette, lotta alla disuguaglianza sociale, alla povertà energetica e al disagio insediativo. Presentato il manifesto dell’iniziativa promossa da Legambiente con la Comunità Energetica e Solidale di Napoli Est e il Comune di Ferla
CONTINUA IN
Nasce la Rete delle Comunità Energetiche Rinnovabili e Solidali • Legambiente


16 dicembre: La truffa dei bonus
Marco Ferri – Contropiano
I bonus che vorrebbero lenire i dolori sociali provocati dell’aumento generalizzato delle tariffe energetiche sono un modo sfacciato di finanziare la speculazione.
Significa, in realtà, permettere loro di agire sui prezzi senza controllo; significa addirittura rendere più vantaggiosi i rincari, perché paradossalmente finanziati con i cosiddetti bonus, che altro non sono che spesa pubblica in deficit, dunque a carico del contribuente
continua in
https://contropiano.org/interventi/2021/12/16/la-truffa-dei-bonus-0144911

16 dicembre: Hai voluto la bicicletta?
Gianluca Cicinelli – La Bottega del Barbieri

Il fantastico mondo del neoliberismo, malattia senile del capitalismo, si è arricchito di un altro capitolo che avrebbe fatto la gioia di Guy Debord, il maggior esponente del situazionismo del secolo scorso e teorico della società dello spettacolo.
Nella vicenda che raccontiamo c’è l’essenza di un modello economico che guida il mondo verso l’autoestinzione grazie anche alla nostra complicità di spettatori apparentemente passivi
continua in
https://contropiano.org/news/cultura-news/2021/12/16/hai-voluto-la-bicicletta-0144925

16 dicembre: La scienza e la buona politica
Enzo Scandurra – Comune

La scienza non solo non è la verità ma si afferma attraverso tentativi di continui fallimenti e parziali successi. Tanto meno è neutra, come ci ha ben insegnato Marcello Cini, poiché nasce in un contesto economico, politico e sociale che ne influenza gli sviluppi e gli esiti. Come accade nel “dibattito” sui vaccini, la scienza viene però tirata per la giacchetta giorno dopo giorno a sostegno di espressioni della politica che ne strumentalizzano l’uso. Accade soprattutto quando non gli esponenti politici non riescono a prendere decisioni che competono solo a loro oppure per nascondere il panico di fronte a fenomeni inattesi come la sindemia che sta sconvolgendo il pianeta
continua in
https://comune-info.net/la-scienza-e-la-buona-politica/

16 dicembre: La grande farsa mediatica su Berlusconi e il Quirinale
Paolo Soldini – Strisciarossa
Sarebbe ora di smetterla. Che Silvio Berlusconi creda veramente che può fare il presidente della Repubblica è cosa che attiene alla sua psiche e alla sua debordante autostima. Che i padrini della destra facciano finta di considerarla una cosa fattibile perché è un “patriota” (ah, davvero?) attiene al cinismo della politique politicienne all’italiana. Ma che in ogni ora della mattina e della sera il sistema dei media ci imponga con ossessiva insistenza articoli, dibattiti, dichiarazioni, approfondimenti sulla possibile ascesa alla massima carica dello stato di un pregiudicato ottantacinquenne attualmente sotto processo per corruzione in atti giudiziari come se fosse una cosa normale è il sintomo di una malattia grave non solo del nostro sistema politico, ma anche del nostro sistema dell’informazione
continua in
https://www.strisciarossa.it/la-grande-farsa-mediatica-su-berlusconi-e-il-quirinale/

16 dicembre: Brexit, la partita finale si gioca nell’Ulster
Livia Scalabrelli – Il Caffè Geopolitico
Il protocollo dell’Irlanda del Nord è al centro delle ultime discussioni sulla Brexit e una intesa fra Regno Unito e UE sembra ancora lontana
continua in
Brexit, la partita finale si gioca nell’Ulster | Il Caffè Geopolitico (ilcaffegeopolitico.net)

16 dicembre: Italia-Francia: rapporti tra “cugini” più forti
Luigi Garofalo – Il Caffè Geopolitico

Il 26 novembre 2021 Italia e Francia hanno firmato il cosiddetto Trattato del Quirinale (ufficialmente Trattato “per una cooperazione bilaterale rafforzata”). L’accordo ribadisce i tratti comuni ai due Paesi e potrebbe aprire scenari finora inediti nei rapporti interni all’Unione Europea e nel quadrante mediterraneo.
continua in
Italia-Francia: rapporti tra “cugini” più forti | Il Caffè Geopolitico (ilcaffegeopolitico.net)


16 dicembre: “Voglio solo dimenticare”: a TPI parla Patrick Zaki
Lara Tomasetta – Tpi.it

“Scriverei un libro di gratitudine per ogni persona che mi ha aiutato. Mi occuperò di diritti umani. In carcere ho imparato che è troppo presto per fare piani a lungo termine. Girerò l’Italia per ringraziarvi”
continua in
https://www.tpi.it/esteri/voglio-dimenticare-a-tpi-parla-patrick-zaki-20211216851005/


16 dicembre: Adriano Sofri. Vive ancora la memoria della strage nazifascista a Sant’Anna di Stazzema
Piccola Posta – Il Foglio

Il 12 agosto 1944 reparti delle SS accompagnati da fascisti italiani massacrarono deliberatamente 560 civili, soprattutto vecchi, donne e bambini. Tutto obliato fino al 1994. Uno degli ultimi sopravvissuti, Enrico Pieri, è morto il 10 dicembre: ha passato gli ultimi anni impegnato nel ricordo
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/16/news/vive-ancora-la-memoria-della-strage-nazifascista-a-sant-anna-di-stazzema-3471294/

16 dicembre: Tomaso Montanari. È gradita la camicia nera
Proclamare un sacrosanto sciopero generale sarebbe «irresponsabile», sostiene il coro salmodiante che celebra senza sosta né pudore il “Governo dei migliori”. Mentre vezzeggiare, sdoganare, legittimare in ogni modo l’estrema destra va benissimo. Ma come sarebbe l’Italia guidata da un governo a trazione Fratelli d’Italia-Lega? Per saperlo basta leggere l’ultimo, terrificante, libro di Paolo Berizzi (È gradita la camicia nera. Verona, la città laboratorio dell’estrema destra tra l’Italia e l’Europa, Rizzoli, 250 pp., 17 euro). E forse dovrebbe leggerlo anche Enrico Letta, che va ad Atreju a tubare con Giorgia Meloni e il suo partito: legati al mondo indagato nel libro da un filo che non conosce soluzioni di continuità
continua in
https://volerelaluna.it/allarmi-son-fascisti/2021/12/16/e-gradita-la-camicia-nera/



17 dicembre: Piazza, bella piazza
I volti, le voci e i suoni della manifestazione di Roma. Migliaia di persone che protestano con Cgil e Uil contro la manovra del governo e chiedono dignità e giustizia
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/17/video/piazza_bella_piazza-1743751/

Il videoreacconto
Facce da sciopero generale
Fabrizio Ricci – Collettiva
I lavoratori della Gkn e quelli di Airitaly, il vigile del fuoco e l’assistente sociale, la navigator e la disoccupata: una piazza dai mille volti, uniti da una richiesta comune, un Paese più giusto
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/17/video/facce_da_sciopero_generale-1744074/

17 dicembre: Lo sciopero generale e l’inutilità della sinistra di alternativa
Marco Sferini – La Sinistra Quotidiana
Questa volta è la sincerità a trionfare sul sindacalese: uno sciopero ha in sé, soprattutto se è generale, se coinvolte tutte le categorie lavorative, un fatto e un atto anche politico. Lo è perché fronteggia il dirimpettaio governativo che si propone di andare avanti con una legge di bilancio dove la redistribuzione delle risorse del PNRR si innerva nel tessuto sociale tanto poco, dirottando gli oltre 200 miliardi europei verso il mondo dell’impresa piuttosto che su quello del lavoro, da costringere lo stesso Draghi a mettere mano a tagli della spesa pubblica per finanziare la contenibilità del caro-bollette
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/lo-sciopero-generale-e-linutilita-della-sinistra-di-alternativa/

«Landini non buttare via questo sciopero»
Il collettivo Gkn: decenni di liberismo non si invertono con un singolo 16 dicembre ma con una mobilitazione di cui il 16 di dicembre è una tappa
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/12/16/sciopero-generale-parlano-i-lavoratori-gkn346331/

Lo sciopero generale sfonda il muro del livore politico e mediatico
Adesioni in media fino all’85% in molte realtà e settori allo sciopero generale di Cgil e Uil nonostante la carovana del nuovo conformismo che ieri ha fatto piovere altri insulti contro i manifestanti: «irresponsabili», «schizofrenici», «vergognosi», «svantaggiosi», «ideologici», «deleteri», «imbarazzanti», «pericolosi». Un florilegio raccolto da stampa, tv e radio. Nessuno è stato «intimidito» ha ricordato ieri il segretario della Uil Bombardieri. Questa è la vecchia storia di chi esce dalla «normalità» basata su paure, profezie e miraggi
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/lo-sciopero-generale-sfonda-il-muro-del-livore-politico-e-mediatico/

17 dicembre: Le vittime erano due fratellini
Rogo in un campo nomadi a Foggia: morti due bambini
I piccoli morti nel sonno. A provocare l’incendio un braciere a legna. Il padre e la madre in quel momento non erano nella baracca andata a fuoco
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/rogo-campo-nomadi-foggia-morti-bambini-f051adf9-4516-4d02-8fdb-0cc8b7a1ad19.html

17 dicembre. I fratellini morti
Il sociologo: «Rom bulgari schiavizzati per la passata economica»
Luca Liverani – Avvenire
Per Antonio Ciniero, sociologo delle migrazioni dell’Università del Salento, le responsabilità dello sfruttamento sono del caporalato, ma anche delle imposizioni della Grande distribuzione organizzata
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/i-fratellini-morti-nella-baraccopoli-il-sociologo-rom-bulgari-schiavizzati-per-la-passata-economica

17 dicembre: Due incidenti sul lavoro: 60enne muore al porto di Trieste, un 65enne in officina nel Trevigiano
A Resana (Treviso) Giuseppe Taccin stava lavorando da solo nella sua officina con un macchinario. Questa mattina un operaio ha perso la vita schiacciato da una gru al Porto vecchio
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Treviso-incidente-sul-lavoro-morto-65enne-lavora-ad-un-tornio-effc8085-06fa-4f8b-bb4e-527e47e658c6.html

17 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le ultime sull’epidemia, la mossa di Salvini e la corsa di Berlusconi, le presidenziali in Cile e le altre notizie della giornatahttps://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-17-dicembre/
Il racconto della giornata di venerdì 17 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Matteo Salvini fa la sua mossa per inguaiare il Pd. Il capo della Lega dice: “Mario Draghi a palazzo Chigi è l’unico modo per tenere unita la maggioranza”. Così Berlusconi gongola e pensa che sia arrivato il suo turno: il Caimano presidente della Repubblica diventa sempre meno uno scenario di fantapolitica. Il governo annuncia il decreto sulle delocalizzazioni, forse è un contentino per i sindacati dopo lo sciopero generale dello scorso 16 dicembre. L’epidemia corre. Oggi sono 28.632 casi, è il dato più alto di quest’anno e bisogna tornare al 27 novembre 2020 per avvicinarsi a una cifra simile: 28.352. Da lunedì passano in zona gialla Liguria, Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento. Nuovo record di contagi in Gran Bretagna, in Germania il ministro della Sanità avverte: “La quinta ondata sarà la peggiore”. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-venerdi-17-dicembre/

18 dicembre: Delocalizzazioni, Miceli (Cgil): “Il dispositivo di legge intervenga sulle crisi in corso
È fondamentale che il dispositivo di legge sulle delocalizzazioni intervenga sulle crisi in corso. Altrimenti non avrebbe quei requisiti di vera urgenza di cui invece c’è assoluto bisogno”. In una delle Agorà organizzate dal Partito democratico quest’oggi,
Emilio Miceli, Segretario confederale della Cgil, all’indomani dello sciopero generale, esplicita con nettezza la posizione della Confederazione di corso d’Italia
continua in
https://www.ildiariodellavoro.it/delocalizzazioni-miceli-cgil-il-dispositivo-di-legge-intervenga-sulle-crisi-in-corso/

Covid Italia, il bollettino del 16 dicembre: 26.109 nuovi casi e 123 morti. Contagi mai così alti da marzo
In Italia nelle ultime 24 ore ci sono stati 26.109 nuovi casi di coronavirus e 123 morti.
Il tasso di positività resta stabile al 3,6%, con 718.281 tamponi. In aumento le terapie intensive (+47) e i ricoveri (+29). I nuovi contagi non sono così alti dal 12 marzo scorso, quando furono 26.824.
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/16/news/covid_italia_il_bollettino_del_16_dicembre-330398466/

17 dicembre: Liguria, Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento in zona gialla da lunedì 20
Attesa a breve l’ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza. Il passaggio di colore è determinato dal superamento di tutti i parametri previsti riguardo a incidenza, ricoveri e terapie intensive
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Liguria-Marche-Veneto-e-Provincia-Autonoma-di-Trento-in-zona-gialla-da-lunedi-20-5f211708-9583-4a99-94d9-13d1e59a3a4c.html

Covid, la Danimarca chiude cinema, teatri e sale da concerto
L’ordine di chiusura approvato dal Parlamento. Anche in Irlanda tornano le restrizioni
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-Danimarca-chiude-cinema-teatri-e-sale-da-concerto-862b04db-8421-40ec-a9cc-648918e709a5.html

Pillole antivirali e un vaccino innovativo: le nuove armi contro il Sars-CoV-2
Vito Salinaro – Avvenire

Arriva l’ok all’«uso precoce» del farmaco orale Pfizer. La Danimarca prima in Ue ad utilizzare quello di Merck. E lunedì l’Ema potrebbe autorizzare l’antidoto Usa Novavax
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/pillole-antivirali-e-un-vaccino-innovativo-le-nuove-armi-contro-il-sars-cov-2


Vaccini e farmaci, bene comune: una proposta per la Ue
Presentata a Strasburgo la proposta di 50 esperti di farmacovigilanza, fatta propria dal Forum Disuguaglianze Diversità, per istituire un’agenzia europea pubblica per sviluppare e distribuire vaccini anche al Sud del mondo
continua in
https://sbilanciamoci.info/vaccini-e-farmaci-bene-comune-una-proposta-per-la-u
e/


17 dicembre: Draghi come Ciampi? Lo diranno i salari
Claudio Jampaglia – Radio Popolare

Vi ricordate la scala mobile? Non lo chiediamo perché sta tornando l’inflazione, ma perché 28 anni fa la sua dismissione fu una grande vittoria del padronato mitigata per Cgil-Cisl-Uil dagli accordi di luglio del 1993 e dalla “politica dei redditi” che diedero il via alla concertazione. L’inflazione fu tenuta a bada e visto che i salari non si adeguavano più automaticamente furono varati due livelli di contrattazione: uno nazionale che doveva garantire almeno la perequazione col costo della vita ogni due anni e, poi, una contrattazione di secondo livello, cioè azienda per azienda. Gli accordi avvennero sotto gli auspici di un presidente salvatore e banchiere, Carlo Azeglio Ciampi, che però alla fine si prese uno sciopero generale unitario contro la sua riforma fiscale, definita iniqua da Cgil-Cisl-Uil perché faceva gravare tutto il peso della spesa statale sul lavoro
continua in
https://www.radiopopolare.it/draghi-come-ciampi-lo-diranno-i-salari/

17 dicembre: L’appello di 100 realtà sociali. Basta con il «laissez-faire», è tempo di nuovo welfare
Leonardo Becchetti e Angelo Moretti – Avvenire
L’attualità non sembra darci tregua e ogni giorno, tra allarmi pandemici di nuove varianti ed eventi sempre più drammatici come lo sciame di tornado d’oltreoceano...
continua in
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/basta-con-il-laissezfaire-tempo-di-nuovo-welfare

La rivolta di Campobello come banco di prova per nuove lotte bracciantili
Emilio Caja e Pietro Savastio – Radio Popolare
È di pochi giorni fa la notizia delle dimissioni del prefetto Michele di Bari, capo del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, dopo che sua moglie è risultata indagata per caporalato nel foggiano. Una notizia di grossa portata proprio perché, in quanto braccio destro della Ministra Lamorgese, Di Bari negli ultimi anni ha gestito tutti i protocolli di prevenzione del caporalato e fatto regolari visite ai paesi del sud Italia dove la legge contro il caporalato viene più spesso utilizzata. 
continua in
https://www.radiopopolare.it/blog/la-rivolta-di-campobello-come-banco-di-prova-per-nuove-lotte-bracciantili/

17 dicembre: Lampedusa, si capovolge barcone: muore donna in viaggio col figlio
Sindaco: “Tragedia evitabile” Sei sbarchi nelle ultime 24 ore a Lampedusa, per un totale di quasi 500 persone trasferite all’interno dell’hotspot. Nella notte durante un soccorso in mare a largo dell’isola, una imbarcazione a bordo della quale erano i migranti si è capovolta
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Lampedusa-si-capovolge-barcone-Unica-vittima-una-donna-in-viaggio-con-suo-figlio-54a6257f-872b-47f8-afbe-4d4ea9d37111.html

Migranti. Cassazione: assolti profughi “ribelli”. Condannati i respingimenti in Libia
Nello Scavo – Avvenire
Due stranieri erano accusati di essersi opposti alla riconsegna a Tripoli. La Corte, sconfessando gli accordi Italia-Libia, ha ribadito il “diritto al non respingimento” verso “un Paese non sicuro”
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/la-cassazione-assolve-due-profughi-ribelli-e-condanna-i-respingimenti-in-libia

17 dicembre: Disabili picchiati e insultati in una casa di cura, 35 gli arresti
Il servizio sanitario truffato per 7 milioni di euro. Nell’inchiesta della Guardia di Finanza si parla di “ un campionario aberrante di crudeltà”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Disabili-picchiati-e-insultati-in-una-casa-di-cura-35-gli-arresti-1af4ddb3-57f2-49cd-b873-ff0cc1b8d8b4.html

17 dicembre: Papa Francesco compie 85 anni: gli auguri da tutto il mondo
Angela Calvini – Avvenire

Da sempre Bergoglio festeggia in forma privata. Gli auguri da leader mondiali e semplici fedeli. La programmazione speciale delle reti televisive. Il regalo allo Spallanzani. Il video dei bambini
continua in
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/85-anni-papa-francesco-compleanno

Compleanno con poveri e rifugiati: così il Papa ha festeggiato 85 anni
Gianni Cardinale – Avvenire

Ha ricevuto una decina di profughi giunti giovedì in Italia provenienti da Cipro, grazie a un corridoio umanitario. E dona siringhe e dispositivi sanitari allo Spallanzani
continua in
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/compleanno-con-poveri-e-rifugiati-cos-il-papa-ha-festeggiato-85-anni

17 dicembre: Osservatorio sulla transizione ecologica. Nucleare e gas non entrano tra le energie da fonti rinnovabili
Il Consiglio europeo non ha trovato l’accordo sull’energia, né sull’inserimento delle energie rinnovabili tra le fonti rinnovabili – una forzatura senza alcun fondamento scientifico -, né su come fronteggiare l’aumento eccessivo, immotivato, speculativo del prezzo del gas e di altre fonti fossili
continua in
https://www.jobsnews.it/2021/12/osservatorio-sulla-transizione-ecologica-nucleare-e-gas-non-entrano-tra-le-energie-da-fonti-rinnovabili/

17 dicembre: Anche in Italia c’è bisogno di difensori dei diritti umani
Simona Fraudatario e Francesco Martone – Volere la luna
Siamo reti, organizzazioni e associazioni (Fondazione Basso, Centro Riforma dello Stato, Volere la Luna, Osservatorio Repressione, Associazione Bianca Guidetti Serra e Rete in difesa di) che da tempo lavorano sui temi della difesa dei diritti umani e che hanno seguito e seguono con crescente preoccupazione i tanti casi di violazione che avvengono, nel mondo, in Europa, e anche nel nostro Paese. Ci proponiamo di realizzare azioni comuni per favorire una consapevolezza maggiore sulla funzione che i difensori dei diritti umani – organizzazioni e singole persone – esercitano nel garantire il pieno rispetto dei diritti umani. Inoltre, intendiamo promuovere l’impegno dell’Italia nella protezione dei difensori a livello nazionale e internazionale, in conformità con quanto stabilito dalla Dichiarazione delle Nazioni Unite sui difensori dei diritti umani e dalle linee guida sulla protezione dei difensori elaborate dall’Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani dell’OSCE
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/12/17/anche-in-italia-ce-bisogno-di-difensori-dei-diritti-umani/

17 dicembre: Troppe divergenze
Consiglio europeo, nessun accordo sui prezzi dell’energia
I leader dei 27, dopo ore di trattive, hanno deciso di rimandare la trattativa al prossimo appuntamento. Paesi divisi su scambio di quote di emissione di CO2 e tassonomia
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Consiglio-europeo-nessun-accordo-sui-prezzi-dell-energia-da860847-7aee-486a-814b-fbfa3f1fe311.html

17 dicembre: Per un’Anpi tridimensionale
Luca Baiada – Carmilla

Sta arrivando il congresso nazionale dell’Anpi. In una vignetta di qualche anno fa, i genitori di un bebè sono fieri di averlo vaccinato, e anche tesserato all’Anpi contro il fascismo: ecco il sunto di un bel proposito con sostanza debole. Presa così, la tessera dell’Anpi è una medaglina
continua in
https://www.carmillaonline.com/2021/12/17/per-unanpi-tridimensionale/

17 dicembre: Myanmar: i militari impediscono l’accesso a beni essenziali come acqua e cibo
Dopo aver preso il potere il 1° febbraio 2021 con un colpo di stato, le forze armate di Myanmar stanno lanciando attacchi indiscriminati contro la popolazione civile, ostacolando l’accesso ai servizi fondamentali per la sopravvivenza.
È quanto ha documentato oggi Amnesty International, denunciando il sistematico tentativo della giunta militare di ridurre alla fame la popolazione e impedire l’accesso alle cure mediche per stroncare la resistenza armata che si oppone al colpo di stato
continua in
Myanmar: i militari impediscono l’accesso a beni essenziali come acqua e cibo – Amnesty International Italia

17 dicembre. L’ultima sfida della Polonia all’Unione Europea
Il PiS continua la scia delle provocazioni all’Unione Europea: il 7 ottobre 2021 la Corte Suprema polacca ha sancito la supremazia del diritto nazionale sul diritto comunitario. Il braccio di ferro tra Bruxelles e Varsavia è sempre più teso. Nonostante ciò l’ipotesi di una “Polexit” appare remota
continua in
https://ilcaffegeopolitico.net/933996/lultima-sfida-della-polonia-allunione-europea

17 dicembre: L’appello per ridurre le spese militari e il silenzio della politica
Domenico Gallo – Volere la luna

Qualche giorno fa è stato pubblicato un appello sottoscritto da 50 premi Nobel (fra cui gli italiani Giorgio Parisi e Carlo Rubbia) e diversi Presidenti di Accademie delle scienze nazionali (fra cui Annibale Mottana, presidente dell’Accademia nazionale dei lincei) con una proposta semplice e concreta rivolta all’umanità intera. Fra i sostenitori della proposta anche il Dalai Lama, Nobel per la Pace. In un tempo in cui l’umanità deve affrontare delle sfide drammatiche come la necessità di debellare una pandemia virulenta mai conosciuta prima, l’esigenza di arrestare il riscaldamento globale e di confrontarsi con i guasti provocati dai cambiamenti climatici, dalla siccità estrema, dall’inquinamento crescente, è evidente che nessun paese si salva da solo e che le scelte più dannose devono essere modificate. L’appello intende mettere i leader politici e l’opinione pubblica mondiale di fronte a un paradosso che non può più essere ignorato per la sua gravità e che nessuno può far finta di non vedere. 
continua in
https://volerelaluna.it/in-primo-piano/2021/12/17/lappello-per-ridurre-le-spese-militari-e-il-silenzio-della-politica/

40 + 2 anni di Litfiba: dalla cantina a Firenze alla tournée d’addio
Matteo Villaci – Radio Popolare
Si intitola “L’Ultimo Girone”, partirà la prossima primavera e si annuncia come l’ultima tournée dei Litfiba. Poi le strade di Piero Pelù e Ghigo Renzulli torneranno a separarsi, come era già successo nel 1999, ma in maniera del tutto diversa. Lì fu il frutto di una grossa litigata, qui c’è invece un’idea di appagata compiutezza, la consapevolezza di aver fatto un percorso importante nella scena musicale italiana e la voglia di celebrarlo, questo percorso. Un percorso che fin dall’inizio è stato diviso tra l’afflato internazionale e le radici profonde che la band ha nella sua Firenze, la cantina in cui ha trovato il suo suono e il tour bus che li ha scarrozzati per mezza europa
continua in
https://www.radiopopolare.it/40-2-anni-di-litfiba-dalla-cantina-a-firenze-alla-tournee-daddio/



18 dicembre: Tragedia a Torino: tre morti in cantiere. Altri decessi nelle province di Siena, Venezia, Potenza e Cremona. 18 i morti negli ultimi 4 giorni

18 dicembre: Tragedia a Torino: tre morti in cantiere
Roberta Lisi – Collettiva
Ennesimo incidente sul lavoro in edilizia. È crollata una gru che ha travolto gli operai. Landini (Cgil) e Genovesi (Fillea): “Nei cantieri rischiamo il far west”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/18/news/torino_due_morti_in_cantiere-1746391/

Procura indaga per omicidio colposo a carico di ignoti
Una gru cade su un palazzo a Torino: morti tre operai, passanti feriti
Nel pomeriggio odierno, la quarta vittima sul lavoro: un camionista è morto schiacciato da un cancello nel Cremonese
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Una-gru-cade-su-un-palazzo-a-Torino-morto-feriti-b6466864-3df3-4447-828e-040ff48a7e0e.html

18 dicembre: Operaia investita a Melfi muore in ospedale a Potenza
AGI – Investita alla fermata del pullman al cambio turno di notte
continua in
https://www.agi.it/cronaca/news/2021-12-18/operaia-investita-a-melfi-muore-in-ospedale-a-potenza-14955033/

Lavagna (Genova). Simulano incidente stradale per nascondere infortunio lavoro
ANSA – Complici anche colleghi e la stessa vittima, tutti indagati. Avevano simulato un incidente stradale, con tanto di auto pirata, per nascondere in realtà un infortunio sul lavoro.
continua in
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/12/18/simulano-incidente-stradale-per-nascondere-infortunio-lavoro_6e8b5916-05b1-4923-893b-650c5323a046.html

Morire di lavoro, una strage senza fine
Più di 1300 vittime dall’inizio dell’anno. Il solito cordoglio, ma nessuno riesce ad interrompere questo macabro trend. I sindacati denunciano: “Servono più controlli e più formazione”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/18/news/morire_di_lavoro_una_strage_senza_fine-1747912/


18 dicembre: Morti sul lavoro sono indegne per un paese civile
Sbarra:”Serve nuovo patto per il lavoro e la crescita. Ok unità sindacale, ma serve chiarezza”
“Le morti sul lavoro sono indegne per un Paese civile”, dice poi il segretario della Cisl commentando il grave incidente di Torino dove hanno perso la vita tre operai per il cedimento di una gru. Sulle pensioni incalza: “Serve flessibilità in uscita a 62 anni”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sbarra-serve-nuovo-patto-per-il-lavoro-e-la-crescita-ok-unita-sindacale-ma-serve-chiarezza-329f36ae-d954-47a5-895b-3fa7454340d1.html

Cisl, dopo la piazza il tavolo con Draghi. «Serve coesione»
Nicola Pini – Avvenire

La manifestazione a Roma dopo il no allo sciopero generale con Cgil e Uil: «Stop al conflitto sterile». Il segretario Sbarra: lavorare a un processo di riforma della legge Fornero
continua in
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/cisl-dopo-la-piazza-il-tavolo-con-draghi-serve-coesione


18 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le ultime sull’epidemia, la mossa di Salvini e la corsa di Berlusconi, le presidenziali in Cile e le altre notizie della Tre morti schiacciati da una gru a Torino, l’ipotesi del mini lockdown per i non vaccinati e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di sabato 18 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Tre morti nel crollo di una gru a Torino: Roberto Peretto, 52 anni, Marco Pozzetti, 54 anni e Filippo Falotico, 20 anni. Una strage che potrebbe essere stata ancora più grave. Questa è l’altra faccia del bonus del 110 per cento, l’edilizia traina la ripresa ma gli incidenti nel settore sono in aumento del 35 per cento. Dall’inizio dell’anno le morti sono 157. Davanti al profitto, alcune aziende “sorvolano” su sicurezza e formazione. La denuncia dei lavoratori della Gkn sulla legge sulle delocalizzazioni: “La legge è inutile e rende più semplice chiudere una fabbrica e riaprirla all’estero. Le sanzioni sono irrisorie”. Intanto l’Europa si blinda per Omicron, la situazione peggiore è nel Regno Unito dove i casi sono triplicati nelle ultime ventiquattr’ore. Il governo pensa a un lockdown per i non vaccinati a Natale e Capodanno. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-sabato-18-dicembre/

18 dicembre: Covid Italia, il bollettino di oggi 18 dicembre: 28.064 nuovi casi e 123 morti
Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati 28.064 i nuovi casi di coronavirus e 123 i morti. Nella giornata di ieri erano stati riscontrati 28.632 e si erano contati 120 decessi
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/18/news/covid_italia_il_bollettino_di_oggi_18_dicembre_-330641224/

Covid: il 23 dicembre cabina di regia presieduta da Draghi. Arriva la stretta di Natale
Il Governo lavora alla riduzione dei tempi di durata del Green pass a cinque mesi, l’obbligo delle mascherine all’aperto anche in zona bianca e tamponi nei luoghi affollati, come le discoteche. Sul tavolo però, se i numeri sulla variante dovessero rivelarsi più preoccupanti del previsto, ci sono anche le ipotesi sull’estensione dell’obbligo vaccinale
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Covid-il-23-dicembre-cabina-di-regia-presieduta-da-Draghi-02a66347-d436-479f-bfd9-797c7cd68341.html

Di più in Lombardia e Campania
Iss: salgono a 84 i casi Omicron in Italia. Brusaferro: “Probabile aumento”
Il presidente dell’Iss: “La presenza della variante Omicron era largamente attesa, in linea con quanto osservato anche negli altri paesi”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Iss-salgono-a-84-i-casi-variante-Omicron-in-Italia-Brusaferro-Probabile-aumento-0f515654-7b3f-42f0-8064-dc3723b9c237.html

Omicron, l’Olanda va in lockdown. Rutte: “Necessario per prevenire il peggio”
Il primo ministro lo ha annunciato nel corso di una conferenza stampa. Scatterà domani e durerà fino al 14 gennaio. “E’ inevitabile a causa della quinta ondata che si sta avvicinando”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-olanda-verso-un-nuovo-lockdown-Rutte-84ae6e1b-856c-4208-b95d-af8950ee446c.html

Germania, riunione d’emergenza dei ministri della sanità
Covid, corrono i contagi a New York: 21 mila in un giorno. Gb, Johnson: “Possibile nuovo lockdown”
Nella Grande mela, le Rockettes hanno interrotto la stagione di spettacoli e numerose esibizioni di Broadway sono state annullate a causa di focolai tra i membri del cast. Israele potrebbe aggiungere Usa a lista ‘rossa’
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-pandemia-casi-omicron-new-york-francia-bc345130-af35-4000-9af3-132270f8b889.html

Oms, Omicron in 89 Paesi: i casi raddoppiano in 1,5-3 giorni
“I ricoveri nel Regno Unito e in Sudafrica continuano ad aumentare e, dato il numero di casi in rapido aumento, è possibile che molti sistemi sanitari vengano rapidamente sopraffatti”, dice l’Organizzazione mondiale della Sanità
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/oms-omicron-casi-raddoppiano-in-1-giorno-e-mezzo-e-3-giorni-allarme-ospedali-8ec9ec3b-9eec-42dc-be32-615ce7b68904.html

18 dicembre: Brevi note sullo stato di eccezione pandemico
Dante Valitutti – La Fionda

Da più di un anno conosciamo una crisi istituzionale piuttosto evidente, che è di fatto favorita anche (se non soprattutto) dalle misure prese in vista del contenimento del virus covid-19 e delle sue varianti, crisi contraddistinta da pulsioni (semi)presidenzialiste e da richiami forti all’uomo solo al comando
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/18/brevi-note-sullo-stato-di-eccezione-pandemico/

18 dicembre: Non siamo sulla stessa barca di Draghi
Marco Bersani
  – Attac Italia (Articolo pubblicato sul manifesto del 18 dicembre 2021)
Se qualcuno avesse ancora bisogno di evidenze sulla drammaticità della diseguaglianza sociale che attraversa il pianeta e anche il nostro Paese, una lettura del World Inequality Report 2022, appena pubblicato, toglierebbe qualsiasi dubbio. Il report analizza la diseguaglianza attraverso le due lenti della distribuzione del reddito e della ricchezza e fa una fotografia impietosa
continua in
https://www.attac-italia.org/non-siamo-sulla-stessa-barca-di-draghi/


Francesco Barbetta. Come liberare il XXI secolo
Una recensione al libro Reddito di base. Liberare il XXI secolo, di Andrea Fumagalli, Sandro Gobetti, Cristina Morini e Rachele Serino, Momo Edizioni, 2021
Reddito di base. Liberare il XXI secolo scritto da Andrea Fumagalli, Sandro Gobetti, Cristina Morini e Rachele Serino è un libro estremamente utile per il nostro tempo. In primo luogo perché il tema del reddito di base è emerso con forza negli ultimi due anni a causa dell’impatto della pandemia sulla vita di milioni di persone nel mondo. In particolare, in Italia, si è discusso spesso nei movimenti della possibilità di estendere, senza condizionalità, il Reddito di Cittadinanza. Il tema di cui parla il libro, quindi, rientra a pieno titolo in un possibile programma su cui far convergere le forze ed opporsi al governo e al tipo di società che potrebbe emergere al termine di questa pandemia
continua in
http://effimera.org/come-liberare-il-xxi-secolo-di-francesco-barbetta/


18 dicembre. No all’autonomia differenziata. Lettera ai parlamentari
Lettera aperta ai Parlamentari per il ritiro del DdL sull’Autonomia differenziata  dai collegati alla Legge di Bilancio  
continua in
http://www.democraziaoggi.it/?p=7438

18 dicembre: Strategic Compass: la Bussola Strategica per l’hard power della UE
Sergio Cararo – Contropiano
Molti ne hanno sentito parlare per la prima volta da Draghi mercoledi sera in Senato. Illustrando i temi sui quali avrebbe partecipato al Consiglio Europeo del 16 gennaio scorso, Mario Draghi ha evocato il codice di “Bussola Strategica” che indica un significativo passaggio di qualità dell’Unione Europea in materia di difesa comune, politica militare ed estera comune
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/18/strategic-compass-la-bussola-strategica-per-lhard-power-della-ue-0144969

Viaggio nei luoghi dell’accoglienza, senza luoghi comuni
Carlo Gnetti – Collettiva
In Calabria, al fianco dell’associazione Medici del Mondo Italia. Una zona di sbarchi lontana dai riflettori e dalle distorsioni dell’opinione pubblica
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/italia/2021/12/18/news/viaggio_nei_luoghi_dell_accoglienza_senza_luoghi_comuni-1721088/#_


18 dicembre: Bologna. Tombola, tortellini e regali sospesi: il Natale delle Cucine popolari
Ambra Notari – Redattore Sociale

Durante le festività le tre mense bolognesi continueranno a servire pasti d’asporto grazie al sostegno di decine di volontari. Per sostenere il loro lavoro, le occasioni non mancano: dalla tombola alle marmellate di beneficenza, passando per i biscotti e i regali preparati per gli ospiti dai piccoli studenti della città
continua in
https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/tombola_tortellini_e_regali_sospesi_il_natale_delle_cucine_popolari#


18 dicembre: Il rapporto-denuncia di Amnesty International sulla Birmania
Martina Stefanoni – Radio Popolare

La chiamano “strategia dei quattro tagli”. E’ una tecnica utilizzata dal Tatmadaw, l’esercito birmano, fin dagli anni ‘60. A quel tempo, l’esercito la utilizzava come arma contro il partito comunista birmano e la minoranza etnica dei Karen. La più grande forza di questi gruppi armati era il loro profondo legame con le popolazioni locali e, quindi, per colpire loro, bisognava colpire la popolazione
continua in
https://www.radiopopolare.it/il-rapporto-denuncia-di-amnesty-international-sulla-birmania/

18 dicembre: Inceneritori, nucleare, sprechi d’acqua, smog: tutti i fallimenti di Cingolani
Stefano Iannaccone – Tpi.it

Rimozione delle tutele ambientali in nome della semplificazione. Pochi investimenti sulla rete idrica. E l’eterna tentazione di sviluppo del nucleare, vagheggiando una tecnologia che ancora non c’è, nonostante due referendum abbiano bocciato l’ipotesi. Era stato chiamato a guidare la transizione ecologica, per diventare il paladino della svolta green. Invece Roberto Cingolani si ritrova “sotto processo” proprio da parte degli ambientalisti. Tanto che per Europa Verde è diventato il ministro della «finzione ecologica», mentre per altri guida «l’involuzione energetica». In ogni caso la richiesta è chiara: le dimissioni. Con questa missione i Verdi hanno avviato una campagna, con tanto di petizione, e di manifestazioni di fronte alla Camera.Cosa viene imputato a Cingolani?
continua in
https://www.tpi.it/politica/inceneritori-nucleare-sprechi-acqua-smog-tutti-fallimenti-cingolani-20211218851320/

18 dicembre: Adriano Sofri. L’epifania “sorrentiniana” del cammello nell’ultimo Eduardo televisivo
Piccola Posta – Il Foglio

Sarebbe un dromedario in realtà. I camelidi sono gli animali più eleganti e maestosi, e anche così, in Arabia Saudita gli fanno il lifting e il botox per gareggiare nei concorsi. La tracotanza dell’animale umano
continua in
https://www.ilfoglio.it/piccola-posta/2021/12/18/news/l-epifania-sorrentiniana-del-cammello-nell-ultimo-eduardo-televisivo-3478123/

Il virus dell’influenza aviaria dilaga negli allevamenti italiani, tra animali ammassati e morti
Andrea Centini – Fanpage
A causa dell’epidemia di aviaria H5N1 sono stati uccisi oltre 8 milioni di animali negli allevamenti italiani, dove dilagano sofferenza, stress e scarsa igiene
continua in
https://www.fanpage.it/innovazione/scienze/il-virus-dellinfluenza-aviaria-dilaga-negli-allevamenti-italiani-tra-animali-ammassati-e-morti/


18 dicembre
Compagni dai campi e dalle officine……
Notizie sparse raccolte qua e la

Delocalizzazioni: la lotta di classe entra in Parlamento
Giorgio Cremaschi Potere al Popolo – Contropiano

Il tanto strombazzato intervento del Governo Draghi per fermare le delocalizzazioni è una bufala ed un imbroglio. Si annuncia infatti un emendamento governativo alla legge di bilancio, benedetto da Draghi e scritto a due mani dal più inutile dei ministri del lavoro, e dal più confindustriale dei ministri dello sviluppo economico
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/18/delocalizzazioni-la-lotta-di-classe-entra-in-parlamento-0144979

Pensioni, tagli insostenibili. Cgil: serve vera riforma
Il sistema contributivo pensato dal governo per poter introdurre la flessibilità nelle uscite è iniquo perché produce un taglio pesante sugli assegni: fino a oltre il 30%. I dati in uno studio dell’Osservatorio previdenza della Cgil e Fondazione Di Vittorio. Ghiselli, Cgil: “Verificheremo lunedì le reali intenzioni del governo”
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/welfare/2021/12/18/news/pensioni_tagli_insostenibili_cgil_serve_vera_riforma-1746389/

Firmato il rinnovo per gli artigiani metalmeccanici
Atre anni di distanza dalla scadenza e dopo una lunga trattativa svolta nel corso di questi ultimi due anni è stato raggiunto oggi l’accordo per il rinnovo contrattuale dei lavoratori del settore artigiano metalmeccanico. Un rinnovo contrattuale che interessa oltre 500mila lavoratrici e lavoratori occupati in 130mila imprese del settore metalmeccanico, della installazione di impianti, delle aziende del settore orafo e odontotecnico e del restauro. Lo riferisce una nota della Fiom
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/17/news/firmato_il_rinnovo_per_gli_artigiani_metalmeccanici-1745208/


Bologna: manifestanti contro il Passante bloccano lo svincolo San Donato della tangenziale: “How dare you”?
“Alcune centinaia di persone hanno partecipato questa mattina alla ‘spentolata di protesta’ contro il progetto di allargamento del Passante di Mezzo a Bologna. ‘Fermatevi!’, è stato l’appello rivolto dalla Rete delle Lotte Ambientali Bolognesi alle istituzioni. Al Consiglio Comunale convocato per il 27 dicembre le/i manifestanti hanno chiesto di bloccare l’allargamento del Passante a 18 corsie, che cementificherebbe una fascia larga 72 metri, più di piazza Maggiore”.
continua in
San Donato, manifestanti contro il Passante bloccano lo svincolo della tangenziale: “How dare you”? – Zic.it | Zeroincondott★

Foto Bologna for Climate Justice

Sul Passante si sbanda?
A ogni territorio la sua grande opera: quella in salsa bolognese è il progetto di allargamento della tangenziale e dell’A14. Per numerose realtà ambientaliste è una sciagura, mentre le forze politiche “a sinistra del Pd” lo difendono. E i movimenti? Tra piazza e Palazzo, interrogativi per una riflessione – speriamo – utile
continua in
Sul Passante si sbanda? – Zic.it | Zeroincondott★


Brindisi. Leonardo, metalli difformi per le fusoliere del Boeing 787: sequestri disposti dalla Guardia di finanza
Utilizzati titanio e alluminio non conformi: il committente parte lesa. I provvedimenti nello stabilimento in provincia di Taranto. Coinvolte le società “Processi speciali” e “Manifacturing Process Specification”
continua in
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/leonardo-metalli-difformi-per-le-fusoliere-del-boeing-787-sequestri-disposti-dalla-guardia-di-finanza_43318480-202102k.shtml

200mila i braccianti in condizioni di sfruttamento
Cgia, con la pandemia il caporalato e il lavoro nero sono in aumento
A rimetterci non sono solo le casse dell’erario e dell’Inps, ma anche le tantissime attività produttive e dei servizi, le imprese artigianali e quelle commerciali regolarmente iscritte presso le Camere di Commercio che, spesso, subiscono la concorrenza sleale di questi soggetti
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/cgia-con-la-pandemia-il-caporalato-e-il-lavoro-nero-sono-in-aumento-f1e18bfe-f4ea-49e2-b7fd-1cfcb7e99722.html

Coldiretti
Natale in zona gialla per oltre 12 milioni di italiani. Feste in famiglia o gite a Km 0
L’aumento dei contagi rallenta le prenotazioni e ridimensiona i programmi degli italiani
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coldiretti-Natale-in-zona-gialla-per-oltre-12-milioni-di-italiani.-Feste-in-famiglia-o-gite-a-Km-0-5dcbd229-7074-4ca2-b252-6d883865fcdd.html

18 dicembre: I portuali italiani in assemblea nazionale a Trieste
USB Unione Sindacale Di Base Mare & Porti – Federazione Di Trieste
La scelta di portare questa iniziativa a Trieste non è casuale. USB ritiene di dover ripartire dai temi del lavoro, dei diritti e della sicurezza per riportarli al centro della discussione del porto e della città, dopo mesi in cui soggetti non sindacali particolarmente ambigui, hanno strumentalizzato la forza mobilitante dei lavoratori portuali su tematiche negazioniste della pandemia, fatto per noi inaccettabile
continua in
I portuali italiani in assemblea nazionale a Trieste con USB – Contropiano


Mimmo Lucano: trovato senza un soldo in tasca, onesto; pero’ intorno a lui c’erano approfittarori.
Dato questo assunto, la giustizia italiana conclude che lui viene condannato a pagare per quel che aveva intorno e di cui non era responsabile. Si condanna Lucano per «furbizia», «falsa innocenza», «mera apparenza” — insomma dati molto ben documentabili! E’ risibile se non fosse che le persone soffrono per questa insipienza e diciamo pure stupidita’.Questa notizia fa da contraltare a quella ancora piu’ assurda: dopo Draghi, Berlusconi e’ il piu’ quotato come inquilino del Quirinale. Un patrimonialista, un evasore, un condannato — ovvero un patriota, al quale non fa certo difetto “furbizia”, “falsa innocenza” e “mera apparenza”. Eppure, in questo caso questi disvalori lo possono portare al Quirinale. Risibile se non fosse che potrebbe essere realmente il Presidente della nostra Repubblica, che comincia ad emanare un fetore sgradevole.

SIAMO NOI I SOLI RESPONSABILI. FACCIAMO ARRIVARE UNA VOCE DI OPPOSIZIONE E DI SCONTENTO PER QUESTA FARSA MAL RECITATA.

Nadia Urbinati sulla propria pagina Facebook


19 dicembre: La Repubblica fondata e caduta sul lavoro
Marco Sferini – La Sinistra Quotidiana

Il grande gigante di ferro e acciaio si è schiantato al suolo. Si è trascinato dietro lo spazio, il tempo, la vita intera di tre operai che stavano sulle sue spalle, al livello dell’orizzonte di un cielo torinese, sopra i tetti delle case dove era possibile scattarsi un selfie a fine giornata, proprio quando il tramonto rende più bello un lavoro pericoloso, acrobatico, per cui occorre uno speciale corso di formazione e un apposito patentino. Bisogna avere una specializzazione accurata, conoscere ogni minimo particolare: dalle leggi della fisica su carichi, pesi, bilanciamenti, stabilizzazioni con le zavorre a terra e con i contrappesi lassù, a trenta metri di altezza. Forse anche di più
continua in
https://www.lasinistraquotidiana.it/la-repubblica-fondata-e-caduta-sul-lavoro/

Covid Italia, il bollettino di oggi 19 dicembre: 24.259 nuovi positivi e 97 morti
Sono 24.259 i casi Covid nelle 24 ore in Italia, contro i 28.064 di ieri e i 19.215 di domenica scorsa. Con 566.300 tamponi (ieri 697.740) il tasso di positività sale al 4,3% (+0,3%).I decessi sono 97 (ieri 123), per un totale di 135.641 vittime dall’inizio dell’epidemia. Ancora in crescita i ricoveri: le terapie intensive sono 13 in più (ieri +30) con 78 ingressi del giorno, e salgono a 966, mentre i ricoveri ordinari sono 150 in più (ieri +56), 7.726 in totale
continua in
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/19/news/covid_italia_il_bollettino_di_oggi_19_dicembre_-330733737/

Speranza: “Preoccupa la situazione, giovedì valuteremo. Tenere alta la guardia”
“La portata di questa Omicron è un fatto nuovo e rilevante. Omicron avrà numeri più alti anche in Italia, ma proviamo a non disperdere il vantaggio”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/speranza-ministro-covid-situazione-preoccupante-governo-natale-c06b2517-ad0d-43e1-a6a8-ba02f81d0465.html

19 dicembre: Oltre mille morti in Russia
Covid. Il mondo si blinda contro Omicron: dal piano C del Regno Unito al lockdown in Olanda
Nuove restrizioni e feste nelle piazze annullate. I Paesi si blindano contro la variante nel periodo natalizio. In Russia tornano a salire i decessi mentre scendono i contagi
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Il-mondo-si-blinda-contro-Omicron-Dal-piano-C-del-Regno-Unito-al-lockdown-in-Olanda-12b340b4-8d02-4f65-a829-21ab6f7adf2a.html

​19 dicembre: Sono volati insulti e qualche spintone
Sanitari no-vax irrompono all’assemblea dell’Ordine dei medici a Roma, scoppia la bagarre
Contro l’obbligatorietà del vaccino e la sospensione dei sanitari non vaccinati. Il presidente Magi: “Non so ancora se prenderemo provvedimenti, valuteremo i vari comportamenti”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Protesta-dei-sanitari-no-vax-all-assemblea-dell-Ordine-dei-medici-a-Roma-7272d895-c7f3-44b2-aece-8b71754f469f.html

19 dicembre: Circolare del Ministero della Salute: “L’Italia si trova in fase epidemica acuta”  
Ulteriori impatti assistenziali potenzialmente correlati a variante Omicron
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Circolare-del-Ministero-della-Salute-Italia-si-trova-in-fase-epidemica-acuta-bc1a43d2-8e12-49d2-b4d5-8b227231fd9f.html

19 dicembre: Mission accomplished
Marco Ferri – Contropiano

Entro Natale, Draghi porta a termine le 51 riforme previste dal Pnrr che consentono all’Italia di ricevere la seconda rata di 20 miliardi di euro.
L’atlantista ed europeista ha compiuto la missione.A questo punto Draghi può anche ascendere al Colle, trionfando alla prima votazione. Ormai la politica economica e sociale italiana è incardinata su montanti prestabiliti, nessun governo può modificare la corsa delle ante, che sono spalancate per i capitali, che sono invece chiuse a chiave per la redistribuzione della ricchezza, l’unica prospettiva che avrebbe avuto la possibilità di modificare i livelli alti di disuguaglianza, tra i più alti in Europa
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/19/mission-accomplished-0145001

19 dicembre: Manovra, raggiunto l’accordo sul Superbonus
Sarà cancellato il tetto Isee di 25.000 euro previsto per le ville unifamiliari
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/manovra-bilaterali-mef-partiti-chiudere-emendamenti-eb7549eb-71c1-435a-9071-4ab33b74e258.html

19 dicembre: Concorsi pubblici, affari privati: da quando al governo c’è Brunetta 50 milioni di bandi pubblici li hanno vinti sempre gli stessi
Veronica Di Benedetto Montaccini – Tpi.it

Dall’inizio del governo Draghi la gestione dei concorsi della PA la vincono sempre gli stessi: Fiera di Roma e il consorzio Digicontest. Per un totale di 50 milioni di euro mal spesi
continua in
https://www.tpi.it/politica/brunetti-bandi-pubblici-vincono-sempre-gli-stessi-20211219851583/

19 dicembre: Vita da badante
Mauro Baldrati – Carmilla online

C’era una signora ceca, Karolina, che abitava nell’appartamento di fianco al nostro. A dire il vero era un’ospite, anche se di lungo corso, di un signore che andava per gli ottanta, Sergio, che anni prima l’aveva assunta come collaboratrice domestica, poi le aveva proposto di trasferirsi in pianta stabile nell’appartamento, in cambio di lavori per la casa, tenere in ordine, pulizie ecc. Si trattava di un’abitudine che si andava consolidando a Bologna, l’ospitalità delle donne immigrate dall’Est da parte di persone anziane, spesso sole, in cambio di compagnia e un po’ di assistenza
continua in
https://www.carmillaonline.com/2021/12/19/
vita-da-badante/

19 dicembre: Tridico: in Italia manca un’occupazione per dieci milioni di lavoratori
Francesco Filiera – Contropiano

In occasione della pubblicazione da parte dell’Inps sui conti relativi al Reddito di Cittadinanza, il Presidente dell’istituto Pasquale Tridico ai microfoni di Radio 24 ha affermato che i problemi di sostenibilità dell’ente sono soprattutto dovuti al basso tasso di occupazione nel mercato del lavoro italiano
continua in
https://contropiano.org/news/news-economia/2021/12/19/tridico-in-italia-manca-unoccupazione-per-dieci-milioni-di-lavoratori-0144994

19 dicembre: Alta velocità, si va a Parigi! Ah, ma la linea già c’è?
Dante Barontini – Contropiano

Esultate, gente, esultate! E’ stata inaugurata la linea ferroviaria alta velocità da Milano a Parigi!
“Dal 18 dicembre i treni Frecciarossa 1000 percorrono la tratta da Milano Centrale a Parigi Gare de Lyon”. In sole sette ore, comodamente seduti e senza la paura di cadere dal cielo, lascerete la Madunina e vedrete la Torre Eiffel. E naturalmente viceversa
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/12/19/alta-velocita-si-va-a-parigi-ah-ma-la-linea-gia-ce-0145012

19 dicembre: Ballottaggio presidenziali
Cile, Boric verso la vittoria
L’ex leader della protesta studentesca e candidato della sinistra radicale è nettamente in vantaggio con il 54,72% rispetto al 45,28% del rivale Kast
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Presidenziali-Cile-il-voto-dei-protagonisti-059e106d-69f6-4aaf-a12d-b1e1d6493db4.html

19 dicembre: “Non vendete armi ai sauditi” … ma il governo va avanti
Antonio Mazzeo – Africa Express/Contropiano

Leonardo continua i suoi affari di morte, mentre Renzi e Minniti guidano il drappello degli amici del regno
Governi, ONG e giuristi internazionali invocano l’embargo sui trasferimenti di sistemi d’arma alle forze armate saudite per i crimini di guerra compiuti in Yemen. E allora cosa fa il gruppo italiano leader nella produzione di caccia, elicotteri, missili e cannoni? Invia la propria ultima invenzione a Riyad per rafforzare i legami culturali, tecnologici, scientifici e accademici con l’onnipotente famiglia dei sovrani d’Arabia
continua in
https://contropiano.org/news/politica-news/2021/12/19/non-vendete-armi-ai-sauditi-ma-il-governo-va-avanti-0144981

Russia. “Stop a truppe Nato e armi nucleari alle nostre frontiere”
Alessandro Avvisato – Contropiano

La Russia ha presentato alla Nato un documento nel quale propone che l’Organizzazione ritorni indietro dopo 25 anni di espansione a est, ritirando le proprie forze dall’Europa orientale e fermando l’ulteriore crescita. Secondo Bloomberg si tratta una sfida senza precedenti per gli Stati Uniti e i suoi alleati che potrebbe far deragliare gli sforzi per porre fine allo stallo sull’Ucraina
continua in
https://contropiano.org/news/internazionale-news/2021/12/19/la-russia-getta-la-palla-nel-campo-avversario-stop-a-truppe-nato-e-armi-nucleari-alle-nostre-frontiere-0144990

19 dicembre: Migranti morti nei CPR, presidio a Milano
“Guardare oltre la propria comodità, per scoprire la scomodità dell’altro”. Queste sono le parole di un ragazzo alla fine del presidio. “Non conoscevo al situazione, non ne avevo mai sentito parlare. Ho preso contatti, grazie per esserci stati”
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/migranti-morti-nei-cpr-presidio-a-milano/


19 dicembre: Operazione Hasta Siempre. I viaggiatori di Radio Pop per gli amici di Cuba
Claudio Agostoni – Radio Popolare

Il combinato composto della pandemia di SARS-CoV-2, della crisi venezuelana e il persistere delle sanzioni economiche che non sono cessate dopo l’elezione di Biden alla Casa Bianca, ha messo in ginocchio i cubani che stanno vivendo una crisi economica paragonabile, e secondo alcuni osservatori addirittura peggiore, di quella vissuta dopo la caduta del Muro di Berlino. In particolare tutte le famiglie il cui reddito era legato al turismo battono cassa da quando il Covid ha bloccato le connessioni aeree tra i paesi del mondo. E, va ricordato, le entrate legate al turismo erano tra le voci più rilevanti dell’economia cubana
continua in
https://www.radiopopolare.it/operazione-hasta-siempre-i-viaggiatori-di-radio-pop-per-gli-amici-di-cuba/

19 dicembre: Forniture franco italiane alla giunta golpista birmana
Italia e Francia forniscono velivoli al governo militare del Myanmar che a febbraio festeggerà il suo primo anno al potere con un bilancio di vittime che già ora supera i cento morti al mese nelle file dell’opposizione e scontri che in quantità superano persino quelli dell’Afghanistan
continua in
Forniture franco italiane alla giunta golpista birmana – Lettera22

Teramo, a 100 anni dalla nascita di Luigi Tom Di Paolantonio, storica figura della Cgil e del Pci, tornerà alla luce il murale che si ispira alle sue lotte
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2021/12/19/news/teramo_a_100_anni_dalla_nascita_di_luigi_tom_di_paolantonio_storica_figura_della_cgil_e_del_pci_tornera_alla_luce_il_mura-1748140/

19 dicembre: I (presunti) limiti del capitalismo
Raúl Zibechi – Comune

Da ormai parecchi anni la molteplicità delle crisi che attraversiamo mostra con evidenza che la barbarie, e perfino la possibilità dell’estinzione di molte specie del pianeta, non sono più solo una minaccia o un’alternativa teorica. Lo erano magari cento anni fa, quando ne parlava Rosa Luxemburg. Oggi, sebbene lo si avverta in misura minore in questa piccola parte privilegiata del pianeta, i disastri climatici e ambientali, la fuga disperata di milioni di persone, le crisi del sistema alimentare e dell’acqua, l’insorgere delle pandemie e molti altri indicatori mostrano come la lotta contro il capitale sia diventata a tutti gli effetti lotta per la sopravvivenza del pianeta e di chi lo abita
continua in
https://comune-info.net/i-presunti-limiti-del-capitalismo/



Chiamatele pure morti bianche.
Ma non è il bianco dell’innocenza
non è il bianco della purezza
non è il bianco candido di una nevicata in montagna
È il bianco di un lenzuolo, di mille lenzuoli
che ogni anno coprono sguardi fissi nel vuoto…
Anche quest’anno oltre mille morti
vite coperte da un lenzuolo bianco.
Bianco ipocrita che copre sangue rosso
e il nero sporco di una democrazia per pochi.

Carlo Soricelli

Discorso di Gabriel Boric, nuovo presidente del Cile
https://www.pressenza.com/it/2021/12/discorso-di-gabriel-boric-nuovo-presidente-del-cile/

La vittoria di Boric è stata festeggiata in piazza in tutte le città del Cile.

QUE VIVA CHILE!

20 dicembre: Come ha fatto la sinistra a vincere le elezioni presidenziali in Cile
Con una vittoria di ampissimo margine, il leader della sinistra cilena Gabriel Boric si è aggiudicato il ballottaggio presidenziale che lo ha opposto in Cile all’ultraconservatore José Antonio Kast. Quando lo scrutinio aveva raggiunto il 92,12%, Boric aveva ottenuto oltre il 55% contro il 44% di Kast, con un vantaggio schiacciante di oltre undici punti che nessun sondaggio o analista aveva potuto prevedere. Secondo i dati ufficiali, l’affluenza in Cile è stata superiore al 50%, mentre nel primo turno nemmeno la metà della popolazione era andata alle urne
continua in
https://www.radiocittafujiko.it/come-ha-fatto-la-sinistra-a-vincere-le-elezioni-presidenziali-in-cile/

Il Cile si è svegliato e vota la ribellione al sistema
Sergio Bassoli – Collettiva
Il Paese ha un nuovo presidente, Gabriel Boric che al centro del suo programma ha la difesa dei diritti umani, l’equità, i diritti civili, la giustizia sociale
continua in
https://www.collettiva.it/copertine/internazionale/2021/12/20/news/il_cile_si_e_svegliato_e_vota_la_ribellione_al_sistema-1748909/

Cile, Boric: “Non possiamo mai piu’ avere un presidente in guerra col suo popolo”
ANSA – Il neo presidente: “Espanderemo i diritti sociali e lo faremo con responsabilita’ fiscale”
continua in
https://www.ansa.it/sito/videogallery/mondo/2021/12/20/cile-boric-non-possiamo-mai-piu-avere-un-presidente-in-guerra-col-suo-popolo_827eb16e-41fc-4535-8be7-34b620259fb8.html?fbclid=IwAR3zcGWDBTQWtnXGrmDrlQ_fulPFLYY8ZF5u5L8BIUYTrOOvRBbXSBea9uY

20 dicembre: Cile, vince la nuova sinistra di Gabriel Boric
Checchino Antonini – Popoff

Il candidato di Apruebo Dignidad ha quasi 12 punti sul pinochetista Kast. Il futuro ancora incerto dei prigionieri della rivolta del 2019
Raramente nella storia recente del Cile i giorni delle elezioni sono stati così contagiosi. Voto per voto, con 34 gradi di temperatura e molteplici problemi di trasporto pubblico, il conteggio dei voti ha confermato il vantaggio del rappresentante della nuova sinistra Gabriel Boric sull’estrema destra, José Antonio Kast. Con quasi il 100% dei tavoli contati, il giovane candidato vince con il 55,9% dei voti, e già si sentono grida e applausi nel centro di Santiago
continua in
https://www.popoffquotidiano.it/2021/12/20/cile-vince-la-nuova-sinistra-di-gabriel-boric/



Cile. Una vittoria attesa, un panorama complicato
Intervista di José Hernandez allo storico Sergio Grez Toso, analista politico, docente dell’Universidad de Chile sul risultato delle elezioni presidenziali in Cile
continua in
Cile. Una vittoria attesa, un panorama complicato – Contropiano


20 dicembre: Le notizie di Radio Popolare
Le nuove misure al vaglio del governo, l’Europa sempre più blindata contro la variante Omicron e le altre notizie della giornata
Il racconto della giornata di lunedì 20 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’Europa è sempre più blindata contro la variante Omicron. L’Olanda è entrata in lockdown, mentre molti altri Paesi dell’UE si stanno muovendo in questi giorni per introdurre nuove restrizioni. Anche il governo italiano entro giovedì deciderà come muoversi per il periodo natalizio. L’Agenzia Europea del Farmaco, intanto, ha dato l’ok a un nuovo vaccino anti-COVID, messo a punto dall’azienda americana Novavax. Per la prima volta in Italia il Ministero dell’Istruzione è stato condannato per la morte di un’insegnante a causa dell’esposizione all’amianto in una scuola. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia
continua in
https://www.radiopopolare.it/riassunto-della-giornata-notizie-lunedi-20-dicembre/

20 dicembre: Covid Italia, il bollettino del 20 dicembre: 16.213 nuovi casi con 337mila tamponi, 137 decessi
Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 16.213 nuovi casi con 337mila tamponi, 137 decessi. La regione con piu’ casi odierni resta ancora la Lombardia (+2.576), seguita da Emilia Romagna (+2.369), Veneto (+2.304), Lazio (+1.638) e Piemonte (+1.581). I
contagi totali in Italia dall’inizio della pandemia sono 5.405.360, con 135.778 vittime. I guariti sono 8.640 (ieri 9.403) per un totale di 4.899.879. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 7.428 (ieri +14.803) che salgono a 369.703. Di questi, sono in isolamento domiciliare 360.615 pazienti
continua
https://www.repubblica.it/cronaca/2021/12/20/news/covid_italia_il_bollettino_del_20_dicembre-330935590/

Giovannini: “Non sono previste altre misure per i trasporti”
Covid, Omicron fa paura: Italia verso la stretta di Natale. Sempre più regioni in ‘giallo’
Dal ripristino dell’obbligo della mascherina all’aperto fino all’accorciamento della durata del Green pass, passando per l’estensione dell’obbligo vaccinale ad altre categorie di lavoratori a contatto con il pubblico: tante le misure che la cabina di regia convocata dal premier per il prossimo 23 dicembre dovrà valutare. Draghi attende nuovi dati sulla variante prima di decidere
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-omicron-fa-paura-italia-verso-la-stretta-di-natale-sempre-piu-regioni-in-giallo-135025f2-618d-40f3-9d59-4bceb6992725.html

Sindacato infermieri: boom di casi tra gli operatori sanitari, in 30 giorni quasi 5mila contagiati
Si stanno infettando 156 operatori sanitari ogni 24 ore, e di questi ben 128 sono infermieri, spiega il presidente nazionale del Nursing Up
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sindacato-infermieri-boom-casi-infermieri-operatori-sanitari-30-giorni-quasi-5mila-contagiati-64b4b79e-b436-4576-8b2e-affa8cc9880f.html

Via libera di Ema e Commissione europea al vaccino Novavax, il quinto approvato in Europa
E’ il primo a base di proteine. Von der Leyen: con Novavax l’Unione europea ha un portafoglio di vaccini variegato
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-via-libera-ema-a-vaccino-novavax-quinto-approvato-in-ue-7dafe24e-6990-465f-a2cb-b281eef84d96.html

20 dicembre: Parliamo di vaccino ma dimentichiamo il resto
Fabio Baldassarri – Allonsanfan

Nella tarda serata di giovedì, a Piazza Pulita di Corrado Formigli, su La7, finalmente c’è stata una discussione civile ed equilibrata fra due scienziati e due no-green pass (tra questi il professor Davide Tutino, romano, docente di storia e filosofia, sospeso dall’insegnamento per aver rifiutato il vaccino)
continua in
https://www.allonsanfan.it/2021/12/20/vaccino-talk-show/


Coop Alleanza punta sulle vaccinazioni in Africa Donazioni per affrontare la sfida della pandemia
Bologna. Un sostegno alla campagna di vaccinazione contro il Covid in Africa.

Il cardinale Matteo Zuppi, il presidente di Cefa, Raoul Mosconi, Roberto Morgantini delle Cucine Popolari e Mario Cifiello, presidente di Coop Alleanza 3.0, si sono dati appuntamento in un punto vendita per fare una donazione a favore della campagna #coopforafrica. Con questo gesto di solidarietà, gli intervenuti hanno espresso la loro adesione alla campagna di vaccinazione in Africa: un modo per dimostrare che si possono affrontare insieme le sfide globali come la pandemia, il cambiamento climatico, la fame. Proteggere dal Covid i Paesi africani vuol dire rafforzare la sicurezza sanitaria anche in altre parti del mondo
https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/coop-alleanza-punta-sulle-vaccinazioni-in-africa-donazioni-per-affrontare-la-sfida-della-pandemia-1.7169313?fbclid=IwAR0K3cINFyVlEQ6WOshGGmSkeo_gcL8RnW4Quhui55podNFtX542f0rBX7c


20 dicembre: Mattarella: “La sfida è la ripartenza, Italia unita davanti alla pandemia”
“La prima difesa dal virus è stata la fiducia della stragrande maggioranza degli italiani nella scienza, nella medicina, nelle istituzioni. Alle poche eccezioni è stato forse dato uno sproporzionato risalto mediatico”, dice il capo dello Stato alle cariche istituzionali. “La normalità che perseguiamo non sarà comunque il ritorno al mondo di prima”
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/auguri-mattarella-sfida-ripartenza-torneremo-mondo-prima-bef22b6c-3dee-4104-a20a-6ab3bbfc4551.html

20 dicembre: Draghi: profondi legami Roma-Berlino, ora accelerare su Ue. Scholz loda il lavoro dell’Italia
Dai vaccini alla difesa comune, i temi sul tavolo dell’incontro a Palazzo Chigi tra il premier italiano e il cancelliere tedesco
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Draghi-profondi-legami-Roma-Berlino-ora-accelerare-su-Ue-Scholz-loda-il-lavoro-dell-Italia-53abf0e7-3cac-4e6e-867e-3749926b4083.html

20 dicembre: Alfiero Grandi. Basta con le forzature sulla Costituzione, va rispettata e attuata
Quando il ministro Giorgetti ha proposto di eleggere Draghi alla Presidenza della Repubblica affidando la gestione del governo ad una persona di sua fiducia era ovvio chiedersi perché avesse fatto una proposta del genere. Rispondergli che la sua proposta era uno strappo costituzionale era fin troppo facile. Giorgetti è spregiudicato ed è tra quelli che vogliono conquistare alla Lega la credibilità di partito di governo, ma quella avanzata era comunque una proposta fuori dall’attuale Costituzione. 
continua in
https://www.jobsnews.it/2021/12/alfiero-grandi-basta-con-le-forzature-sulla-costituzione-va-rispettata-e-attuata/

20 dicembre: Il confronto riprenderà dopo le festività natalizie
Pensioni, Draghi ai sindacati: “Impegno per i tavoli sulla riforma”  
I tre tavoli di confronto riguarderanno la flessibilità in uscita, la previdenza per i giovani e le donne e la previdenza complementare
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/sindacati-riforma-pensioni-draghi-fornero-6e085a8d-9861-416e-9f04-c08347dcbaab.html

20 dicembre. Kafka nella Locride. Sulla surreale condanna di Mimmo Lucano
Marco Revelli – Volere la luna

Non ho mai condiviso il luogo comune secondo cui le sentenze non si commentano né si giudicano, almeno fino a che non se ne leggono le motivazioni. Ci sono sentenze che gridano vendetta al cospetto di dio fin dal dispositivo. Quella finale che ha chiuso il processo per la strage di piazza Fontana senza nessun colpevole, per esempio. O quella sulla strage ferroviaria di Viareggio. O ancora quella sull’eccidio infinito dell’Eternit di Casale. La sentenza del tribunale di Locri contro Mimmo Lucano e il suo “modello Riace” aveva già fatto inorridire molti di noi al momento del giudizio (condanne doppie rispetto alle richieste dello stesso Pubblico ministero). Ora, lette le motivazioni (904 pagine), la sensazione di trovarsi di fronte a uno scandalo giudiziario è rafforzata. Non solo un’ingiustizia, ma un capovolgimento kafkiano della realtà: della stessa realtà documentata negli atti processuali ampiamente riprodotti, come se i fatti, nel loro passaggio attraverso il labirinto mentale del giudice, mutassero senso e natura, in una metamorfosi mostruosa che rende i protagonisti irriconoscibili per chiunque li abbia conosciuti, da vicino o da lontano.
continua in
https://volerelaluna.it/controcanto/2021/12/20/kafka-nella-locride-sulla-surreale-condanna-di-mimmo-lucano/

Stop al DDL Concorrenza. Difesa dei beni comuni. No alle nuove privatizzazioni. Ripubblicizzare l’acqua pubblica
La Segreteria Operativa Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua ha lanciato un appello, che volentieri pubblichiamo
continua in
http://www.democraziaoggi.it/?p=7441

20 dicembre: Il passo del gambero
Monica Di Sisto e Riccardo Troisi

La legge di bilancio è rivolta all’indietro. Il governo sottovaluta gli interventi per un’economia sociale e solidale adottati invece in Francia, non considera rilevanti gli indicatori di benessere e ancora si attende una legge contro le delocalizzazioni
continua in
https://comune-info.net/il-passo-del-gambero/

20 dicembre: Curare la democrazia
Antonio De Lellis 
Attac Italia
Guardando i bivacchi alla stazione centrale di Napoli e quelli disseminati nella città, lungo le strade e nei ripari di fortuna, mi viene da pensare che la civiltà di un popolo si misura non solo dalla condizione delle carceri, che in pochi possono valutare, ma anche dalla condizione dei propri abitanti e dall’esercizio del diritto alla casa.  La funzione sociale della casa di proprietà, sancita dalla nostra costituzione,  non è un limite, ma un indirizzo e condizione per renderla accessibile a tutte e tutti. Di recente mi è capitato anche di assistere ad una assemblea all’interno di un centro occupato e di verificare quanto sia difficile per chi non mastica interventi sociali aiutare concretamente i senza dimora. Questo a dimostrazione di quanto sia necessario “socializzare il politico”, ovvero mettere in condizione chi si occupa di pensiero, di attivare pratiche sociali. Di converso chi si occupa di sociale rifugge la partecipazione alla politica, ma questo significa cercare sempre i riferimenti giusti per poter portare avanti progetti concreti in una fase di emergenza sociale ed economica. Costoro dovrebbero imparare a “politicizzare il sociale”
continua in
https://www.attac-italia.org/curare-la-democrazia/

20 dicembre: OPEN FIELDS Senza i migranti le olive resterebbero sugli alberi
Daniela Mussumeci – Pressenza

Questo articolo prende spunto dalla tavola rotonda del 17 dicembre 2021, svoltasi a Palazzo Ziino a Palermo, per presentare i risultati del progetto Open Fields del CISS e del CRIC, volto a “prevenire e combattere razzismo e xenofobia contro i lavoratori e le lavoratrici di origine straniera nelle aree agricole dell’Italia Meridionale”. Il progetto, finanziato dalla UE, era iniziato 18 mesi fa con la scommessa, realizzata, di creare un’ampia sinergia fra istituzioni politiche, associazioni della società civile, realtà territoriali, sindacati e università. Il suo assunto di fondo era che la questione migratoria è funzionale al sistema di tutta la filiera agro-alimentare e della produzione nazionale in genere e che, pertanto, la lesione dei diritti riguarda i lavoratori tutti e non solo gli stranieri
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/open-fields-senza-i-migranti-le-olive-resterebbero-sugli-alberi/

Appello dell’associazione Bimbisvegli per la costruzione di una cupola geodetica
Abbiamo costruito con le nostre mani una grande cupola per ripararci durante le nostre attività, ma anche per metterla a disposizione di tutti: lì potrete venire a leggere un libro del bookcrossing o ad ammirare i pianeti del planetario che abbiamo costruito. Per ripararci da freddo e dalla neve ci manca la copertura. Abbiamo calcolato da soli, con l’aiuto dei maestri, che ci servono 70 metri quadri di vetroresina ed alcuni fissaggi.
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/appello-dellassociazione-bimbisvegli-per-la-costruzione-di-una-cupola-geodetica/

20 dicembre: Reagire alla denigrazione della Resistenza non è reato
Marco Pelissero – Volere la luna

Il Tribunale di Forlì (https://www.questionegiustizia.it/data/doc/3056/sentenza-forli.pdf) affronta, da una prospettiva nuova, il tema classico, e ampiamente ricorrente nella prassi applicativa, della causa di non punibilità del delitto di diffamazione in presenza della provocazione, ossia quando la diffamazione sia stata commessa nello stato d’ira determinato da un fatto ingiusto altrui, e subito dopo di esso (art. 599 codice penale). Nel caso specifico, era stato pubblicato un articolo contenente giudizi genericamente offensivi contro due partigiani e le rispettive brigate di appartenenza, le cui condotte – per l’articolista – avrebbero dovuto essere considerate nulla più che fatti gravi di criminalità comune; si esprimevano altresì note critiche sulla scelta delle autorità comunali di dedicare alcuni luoghi a questi partigiani, scelta che si sarebbe posta in contrasto con l’impianto urbanistico-edilizio della città di chiara impronta fascista. 
continua in
Reagire alla denigrazione della Resistenza non è reato (volerelaluna.it)


Pierluigi Sullo. La storia esemplare di Zingara e di Alessandro
Vorrei raccontare la storia di Zingara. Lei si chiama proprio così: non è uno pseudonimo “etnico” né un nome di fantasia, come dicono i giornali quando parlano di una vicenda personale controversa (mi viene in mente che quando raccontai, anni fa, in un libro, del ragazzo marocchino arrestato e ammanettato ai Murazzi di Torino e che poi finì nel Po e naturalmente annegò, i giornali scrissero che si chiamava “Al Arabi”, cioè l’Arabo, anche se il suo nome era Khalid)
continua in
La storia esemplare di Zingara e di Alessandro (volerelaluna.it)


20 dicembre: Lettera aperta (sanificata) alla digos di Cosenza
Riprendiamo e pubblichiamo volentieri la missiva di Claudio Diotallevi* a sostegno della libertà di Francesco, Jessica e Simone, esprimendo piena solidarietà ai giovani cosentini – nati e cresciuti nel centro storico – contro le politiche repressivi volte a criminalizzare le attività sociale in favore dei subalterni
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/lettera-aperta-sanificata-alla-digos-di-cosenza/


Dopo 5 mesi di trattative e con oltre 2 milioni di ore di sciopero, il 5 agosto del 1971 la Fiat e i sindacati metalmeccanici firmarono un complesso accordo integrativo aziendale di ben 84 cartelle destinato a regolamentare le relazioni industriali per alcuni decenni

Adriano Serafino. 50 anni dopo: l’accordo che cambiò le relazioni sindacali alla Fiat
continua in

50 anni dopo: l’accordo che cambiò le relazioni sindacali alla Fiat (volerelaluna.it)

Vedi anche
Cesare Cosi. La gestione degli accordi 5 agosto 1971 e dell’11 luglio 1975
continua in
http://www.mirafiori-accordielotte.org/1969-75/contrattazione/la-gestione-dellaccordo-5-agosto-1971/


20 dicembre: “Una promessa”, il corto realizzato dagli studenti salentini per una Puglia libera dalle mafie. Spongano (Le)
Il teatro come cura salvifica e seme puro da donare alle nuove generazioni per farne bellezza e cultura della legalità.
La socialità, pur messa a dura prova dal Covid-19, che diventa famiglia e carovana dell’antimafia sociale
continua in
“Una promessa”, il corto realizzato dagli studenti salentini per una Puglia libera dalle mafie. 20 dicembre, Spongano (Le) – Articolo21

20 dicembre: Croazia e violenze alle frontiere
Il 18 novembre la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha condannato la Croazia nel caso relativo alla morte di Madina Husseini, bimba afghana di sei anni investita da un treno dopo esser stata respinta alla frontiera serba. Oltre al divieto di espulsioni collettive, la Corte riconosciuto violazioni del diritto alla vita, alla libertà e sicurezza (per la successiva detenzione dei suoi familiari) e alla petizione individuale (per la criminalizzazione dell’avvocato della famiglia).
Come scrivono Hanaa Hakiki e Delphine Rodrik su Verfassungsblog, “la sua tragica morte in Croazia – come quella di Alan Kurdi in Grecia o di Mawda in Belgio – ha messo il pubblico europeo faccia a faccia con l’impatto ingiusto e mortale delle politiche europee sull’immigrazione.” Il caso Madina infatti “è emblematico di pratiche sistematiche di respingimento molto più ampie da parte della Croazia e di molti altri Stati membri europei”
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/croazia-e-violenze-alle-frontiere/

20 dicembre: BIELORUSSIA – UNIONE EUROPEA: AMNESTY DENUNCIA VIOLENZE
I richiedenti asilo e i migranti che cercano di entrare nell’Unione europea dalla Bielorussia vanno incontro a respingimenti e ad altre violazioni dei diritti umani lungo il confine della Polonia e sono sottoposti a torture, condizioni inumane, estorsioni e ulteriori violenze da parte delle forze di sicurezza bielorusse. Lo afferma Amnesty International a seguito di nuove prove rese pubbliche il 20 dicembre 2021
continua in
https://www.pressenza.com/it/2021/12/bielorussia-unione-europea-amnesty-denuncia-violenze/

20 dicembre: L’Iraq è piegato dalla siccità
Zuhair al Jezairy – Internazionale

Baghdad. Il tassista richiama la mia attenzione puntando il dito in direzione di alcune isolette che emergono dalle secche del fiume Tigri. “Guardi, guardi”, mi dice con apprensione. Dopo una lunga stagione senza piogge, l’autista guardando il cielo dice: “Nuvole piccole e bianche, nessun segno di pioggia”. A Baghdad la siccità incombe come una cupa prospettiva. Ma i segni erano già evidenti nella città di Al Amarah, nel sud dell’Iraq, nelle diramazioni e nei canali di quello che un tempo era un fiume. Piccoli pesci morti giacciono sparsi sull’argilla asciutta. La gente è preoccupata per la sorte dei suoi animali. Un tragico esempio del futuro della Mesopotamia, la terra tra i due fiumi
continua in
https://www.internazionale.it/opinione/zuhair-al-jezairy/2021/12/20/iraq-siccita

20 dicembre. Trent’anni fa la fine dell’Urss. Con un foglio su un portone, così tramontava il Pcus e un’epoca
Sergio Sergi – Strisciarossa

La Lada azzurra della “Militsiya (la polizia) procedeva lenta sulla Piazza del Maneggio. La raggiunsi quando aveva già superato il “Detskiy Mir”, il grande emporio dei giocattoli, e si stava lasciando alla sua sinistra il grigio e imponente edificio della Lubianka, il quartiere generale del KGB. La statua del fondatore della Ceka (l’antico servizio di sicurezza), Feliks Ėdmundovič Dzeržinskiy, era già stata abbattuta tre giorni prima, a furor di popolo: avvinta da lunghe corde, la figura in marmo era rovinata al suolo e la testa era rotolata come se fosse stata ghigliottinata. Il “golpe” da mesi annunciato, era arrivato il 19 agosto 1991. Trenta anni fa come oggi. All’alba. Le truppe speciali giunte sotto il Cremlino, Mikhail Gorbaciov rinchiuso con i suoi familiari, isolato nella dacia di Foros sul Mar Nero, uno dei capi del ”perevorot”, Ghennady Janaev, ubriaco davanti ai corrispondenti di ogni mondo nella sala stampa del ministero degli esteri, il furbo Boris Eltsin sopra un carro armato ad incitare alla resistenza.
continua in
https://www.strisciarossa.it/trentanni-fa-la-fine-dellurss-cosi-tramontava-il-pcus-e-unepoca/

20 dicembre: La nuova destra giapponese mostra i muscoli
Jake Adelstein, Andrew Salmon, Asia Times, Hong Kong

I conflitti sulla memoria storica dell’Asia si stanno nuovamente riscaldando, dopo la visita di 99 deputati giapponesi al controverso santuario Yasukuni il 7 dicembre scorso. La data segna l’ottantesimo anniversario del giorno in cui il Giappone attaccò Pearl Harbor e le forze statunitensi, britanniche e olandesi nel Pacifico, un assalto che ampliò notevolmente il teatro delle operazioni della seconda guerra mondiale. 
continua in
https://www.internazionale.it/notizie/jake-adelstein/2021/12/20/giappone-destra-revisionismo-costituzione-riarmo

20 dicembre: Non siamo legni storti
Lorenzo Palaia – La Fionda

Le culture politiche, dice un mio amico, si compongono di elementi i quali si aggregano e disaggregano secondo le condizioni storiche. La svolta autoritaria di molti Stati dell’Europa centro-occidentale sta dimostrando proprio questo, soprattutto per quanto concerne la composita area politica della sinistra. In essa si vedono separarsi, più che in altri campi, almeno due sensibilità che fanno capo a due filoni di pensiero politico paralleli: quello sullo Stato, seguendo il processo moderno che ha portato all’assolutismo di ancien régime (finalizzato a spegnere il vecchio policentrismo dei ceti e delle giurisdizioni territoriali e cittadine) e che ha prodotto la riflessione sulla sovranità, sull’interesse e sulla ratio Status, sulla dottrina dell’equilibrio ecc. (in poche parole l’odierna scienza politica e delle relazioni internazionali); quello sull’emancipazione del popolo e della sua entrata al potere, di cui certamente il movimento dei lavoratori (con tutte le sue componenti: anarchiche, social-comuniste, cattoliche, populiste ecc.) è stato la massima espressione, ma che era già venuto alla luce con la rivoluzione francese e poi con i movimenti nazionali. Una branca questa che non ha avuto l’onore della sistematizzazione accademica
continua in
https://www.lafionda.org/2021/12/20/non-siamo-legni-storti/


20 dicembre. Dagli ominidi all’era digitale: in un libro tutte le lingue del mondo
Valerio Calzolaio – Strisciarossa

Da quando noi si parla, ovunque e comunque accada. Le stime più recenti sul numero totale di lingue parlate oggi nel mondo oscillano tra le 6000 e le 6500. La lingua e le lingue con le quali siamo cresciuti o che abbiamo imparato sono differenti separati apparati di regole lessicali e grammaticali. Deve trattarsi, dunque, di un sistema fonetico che, indipendentemente dal numero dei rispettivi locutori e dalla quantità dei Paesi in cui è diffuso: si differenzia strutturalmente dagli altri; si distingue per l’esistenza di conseguenti barriere comunicative con i parlanti “altra” lingua; viene usato sia come mezzo di comunicazione multifunzionale sia come simbolo di un’identità culturale; possiede un’eventuale forma scritta non divergente, se esiste, rispetto a quella parlata
continua in
https://www.strisciarossa.it/dagli-ominidi-allera-digitale-in-un-libro-tutte-le-lingue-del-mondo/


20 dicembre: Alex Zanardi è tornato a casa. La moglie Daniela: “Con noi da qualche settimana, è un vero combattente”
Il campione paralimpico ha lasciato la clinica a un anno e mezzo dal pauroso incidente in handbike: “Il recupero, però, continua ad essere un processo lungo. A volte bisogna fare due passi indietro per farne uno in avanti. Stare in famiglia gli darà ancora più in forza”
continua in
https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/12/20/news/alex_zanardi_e_tornato_a_casa_la_moglie_daniela_e_con_noi_da_qualche_settimana_-330928158/

Collari d’oro, Mario Draghi premia gli olimpionici. L’annuncio: “Alex Zanardi è tornato a casa”
A Roma la cerimonia di consegna dei Collari d’Oro 2021 inizia con una notizia meravigliosa: il ritorno in famiglia di Alex Zanardi
continua in
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Collari-oro-Mario-Draghi-premia-gli-olimpionici-annuncio-Alex-Zanardi-tornato-a-casa-31917dc3-ebd8-4626-8474-1c393ef4048a.html


20 dicembre 1968 muore John Steinbeck
“Le strade pullulavano di gente assetata di lavoro, pronta a tutto per il lavoro. E le imprese e le banche stavano scavandosi la fossa con le loro stesse mani, ma non se ne rendevano conto. I campi erano fecondi, e i contadini vagavano affamati sulle strade. I granai erano pieni, e i figli dei poveri crescevano rachitici, con il corpo cosparso di pustole di pellagra.
continua in
https://www.facebook.com/photo/?fbid=4791831917504635&set=gm.703255277326401


error: Content is protected !!